📁 L’IMPATTO DI SFUGGIRE AL NARCISISTA – PARTE UNO

191115 The Impact of Escaping The Narcissist – Part One.jpgIl No Contact è il Sacro Graal della fuga dalla morsa della nostra specie. Ma, per numerose ragioni, per entrambi i lati nostro e vostro, non è sempre possibile metterlo in pratica. Comunque, siccome il No Contact equivale a ignorare la nostra specie, rimane lo strumento più potente nell’armamentario della vittima.
Sei pregata di adottarlo sempre e metterlo in atto quando ti sei accertata di stare trattando con uno del nostro tipo. Non solo ti procura un momento di tregua dopo un tumultuoso periodo di tempo, in modo che tu possa recuperare e acquisire un po’ di forza necessaria, ma riduce anche drasticamente i nostri effetti su di te perché il nostro operato è basato in gran parte sulla nostra interazione con te. Anche se noi possiamo ottenere Carburante Mentale sapendo come reagirai a molte delle nostre manipolazioni, questo può darci sostentamento per un periodo di tempo fino a che inizierà a svanire. Se continuiamo ad applicare la stessa manipolazione, nell’aspettativa di una risposta ma non ce n’è nessuna imminente a cui possiamo assistere, allora la reazione programmata perde la sua potenza
e passa da essere Carburante Mentale a una critica perché siamo stati ignorati. Quindi se tu sei scappata dalle nostre grinfie e ti mandiamo una serie di messaggi, inizialmente immaginiamo che tu sarai sconvolta nel riceverli e questo ci procura Carburante Mentale. Se non c’è alcuna risposta d’altra parte, questo Carburante Mentale si affievolisce nella sua potenza e dopo un periodo di tempo ci lascia la sensazione di essere ignorati il che equivale ad una critica e accende la nostra ira. Ecco perché il No Contact è così importante per voi e così infuriante per noi.

Come si sente la nostra tipologia quando viene adottato il No Contact? Iniziamo con il Narcisista Inferiore. Se tu dici ad un Narcisista Inferiore che il Rapporto Ufficiale è finito e lo fai di persona, semplicemente hai acceso la miccia. La sua reazione istintiva è una delle più gravi critiche dovute a questo rigetto. Sentirà a malapena il rifiuto tuttavia, poiché lo scoppio della sua furia sarà quasi immediato. Si verificherà un’imponente eruzione di ira bollente e tu sarai fisicamente in pericolo. Non ti implorerà di restare, non ti supplicherà. Questi pensieri non si presenteranno in lui perché sta proverbialmente vedendo rosso. La rabbia sta scorrendo attraverso di lui, una rabbia furiosa e viscerale che cancella ogni pensiero razionale. Ha perso il controllo e dirigerà la sua ira bollente contro di te. Impedirà fisicamente che tu vada via chiudendo a chiave porte, nascondendo le chiavi, mettendo catenacci al cancello, serrando finestre e così via. Aspettati che le ruote della tua macchina vengano bucate o il parabrezza venga fracassato mentre continua ad andare avanti e indietro, maledicendoti e scagliando insulti di ogni sorta verso di te. È una completa perdita di controllo. Potrebbe molto facilmente attaccarti con furia cieca che causa una raffica di pugni e calci nella tua direzione. Se dovesse avere un’arma tra le mani verrà usata. Non ha alcun controllo sulla sua reazione istintiva ed è volta ad ottenere una e una sola cosa. Causarti dolore. Non ha tempo di farti sentire frustrata o arrabbiata. Non può aspettare (anche se non lo sa) che scorrano lacrime (anche se lo vorrebbe). Ha bisogno di carburante perché questa enorme rabbia che è stata causata dall’orrenda ferita che hai generato dicendogli che è finita e che te ne stai andando, lo sta prosciugando e lo sta prosciugando velocemente. L’enorme ferita che hai creato deve essere curata e la furia che si è accesa sta usando il suo carburante e lo sta facendo rapidamente. Ha bisogno di una reazione emozionale da te. Deve essere fatto immediatamente. Quindi si sfoga su di te verbalmente e fisicamente per generare una risposta di dolore da parte tua, accompagnata da paura e poi sconvolgimento. Questo gli procura all’istante una dose di carburante. Questo inizierà a riparare la ferita.

Non permetterà che tu vada via da lui per due ragioni. La prima è che inconsciamente ha bisogno di te per ottenere il carburante di cui ha bisogno. Secondariamente, permettendoti di andare via equivarrebbe più o meno a finirlo, dato che rappresenterebbe un’ulteriore critica. Questa partenza critica ferisce su due fronti. La prima è che il fatto che tu stai andando (avendolo detto) apre ad altre critiche dicendogli che lui non è abbastanza. Secondariamente, il fatto che non sia riuscito a fermarti, distrugge il suo senso di potere e controllo. Nell’evenienza in cui la prima critica nel dirgli che è finita si combini con la critica ambigua della partenza lo porterebbe sull’orlo del collasso. Di conseguenza la sua reazione istintiva è sia fermarti che estrarre carburante da te. Se ti ferisce, questo impedirà con maggior probabilità la tua partenza. Continuerà ad attaccarti fino a che la rabbia si placa. Questo avverrà quando la ferita sarà stata curata dal carburante che gli procuri.

Se non puoi scappare ma (in qualche modo) non procuri carburante quando vieni assalita (psicologicamente o fisicamente) la tua critica nel dirglielo, continuerà a ferirlo. Non avrà altra scelta che continuare ad attaccarti per provocare una reazione. È una risposta di riflesso e anche se alquanto improbabile, se tu fallisci nel procurargli carburante, questo continuo assalto potrebbe verosimilmente concludersi nel venir uccisa. Naturalmente praticamente tutti quelli che vengono sottoposti a questo rispondono con dolore e paura, quindi il carburante è procurato. Ferite significative (e potenzialmente letali) sono già accadute. Una volta che la rabbia si placa, sarai distrutta, probabilmente in stato di incoscienza mentre finalmente la rabbia lo abbandona.

Dire ad un Narcisista Inferiore che la vostra Relazione Ufficiale è chiusa e farlo faccia a faccia è un passo estremamente pericoloso.

Qual è la situazione nel caso in cui lasci una lettera, mandi un messaggio o semplicemente non fai nulla lasciando che capisca da solo che è finita? Una volta che ha realizzato che sei andata via, la furia si accende ancora una volta. Questa è la prima critica e fa seriamente male. La seconda critica non è ancora accaduta. La doppia critica non avviene. Questo perché anche se l’hai lasciato non ha avuto la chance di provare a bloccarti. Di conseguenza, la sua furia è innescata ma non è (ancora) sommerso dalla ferita. Con la furia accesa, l’Inferiore volerà nella rabbia e nello sfogo contro chi ha intorno in una risposta riflessa immediata per estrarre carburante da indirizzare alla ferita. Immediatamente il suo unico pensiero è trovarti. Se lo fa e riesce ad arrivare faccia a faccia, allora lo scenario sarà quello sopra. Distruggerà le cose per trovarti, butterà giù le porte, passerà sopra le persone e una volta che ti avrà faccia a faccia ti ordinerà di tornare a casa. Se non lo fai, verrai allontanata con la forza, assalita nel processo. In modo simile ad un cavernicolo che trascina sua moglie nella caverna.

Se provi a resistere al suo tentativo di riportarti indietro, sia perché non può trovarti o se riesce a trovarti non può mettersi in contatto con te, il fallimento nel raggiungere il suo scopo lo ferirà ulteriormente. Chiunque sia sulla sua strada – amici, famiglia, estranei, la polizia- potrà sperimentare la piena potenza della sua furia divampante. Questo continuerà nel tentativo di estrarre carburante da loro. Se il carburante viene fornito non curerà completamente la ferita (nella forma in cui lo farebbe il tuo) ma piuttosto gliene procurerà abbastanza perché la rabbia si spenga. Lui poi si ritirerà per leccarsi le ferite e cercare carburante alternativo. Potrebbe tornare ma non nell’immediato. I suoi successivi tentativi di recupero dipenderanno dal rientro nella sfera d’influenza. Il suo bisogno immediato sarà di guarire dalla critica e trovare una nuova fonte primaria di carburante mentre fa affidamento sull’energia proveniente da fonti secondarie o terziarie.

Se resisti ai suoi tentativi di riportarti indietro e non ha la possibilità di attingere carburante dalle persone intorno ad esso (ad esempio è stato arrestato e sbattuto in cella, o le persone stanno lontano da lui) quindi gli è negato il carburante, vacillerà sul baratro dell’oblio. La rabbia sarà cancellata dato che non rimane più nulla per alimentarla. Avrà la sensazione di essere debole e che il suo mondo sta crollando. Si ritirerà ed entrerà in uno stato depressivo, nascondendosi da un mondo crudele e tormentoso. Rimarrà in questo stadio fino a quando arriverà il momento in cui qualcuno gli procurerà una prima dose di carburante per estrarlo da questo stato fragile e deprimente. Come una pianta assetata su cui viene versata dell’acqua, reagirà a questo carburante e avrà sufficiente energia per cercarne ancora e poi ancora di più, proseguendo il suo recupero fino a che funzionerà nel solito modo. A questo punto avrà bisogno di una fonte primaria (se non se ne è già presentata una) e si applicherà per assicurarsela (cosa che potrebbe includere il tuo recupero se le circostanze lo permettono). Se tu non sei recuperabile, sedurrà una fonte primaria differente e poi sarà occupato con questa fonte primaria. Tu perlopiù verrai lasciata sola a meno che non entri nella sfera d’influenza intima il che scatenerà un recupero.

La reazione del Narcisista Inferiore al No Contact è un’ira accecante e fiammeggiante. Lui si scaglia verso sinistra, destra e centro nell’immediato e pressante bisogno di carburante. Se lo ottiene da te e riesce ad assicurarsi di fermare la tua fuga, l’ira svanirà. Se non riesce a fermarti ma si assicura energia, eventualmente si ritirerà, impossibilitato ad alimentare la rabbia, ma con sufficiente carburante per continuare a funzionare e cercare una nuova fonte primaria. Se questo carburante gli è negato alla fine si chiuderà in sé stesso fino al momento in cui l’energia verrà procurata per destarlo nuovamente.

L’immediata risposta dell’Inferiore è pericolosa, violenta ma interamente prevedibile.

H.G. TUDOR

The Impact of Escaping The Narcissist – Part One

📑 LA REAZIONE DEL NARCISISTA INFERIORE AL TUO REGIME DI NO CONTACT (ALL’INIZIO E DURANTE)

190925D The Lesser´s Response To Your No Contact Regime (At The Start And During).jpg

Il No Contact è il Sacro Graal della fuga dalla morsa della nostra tipologia. Ma, per numerose ragioni, per entrambi i lati nostro e vostro, non è sempre possibile metterlo in pratica. Comunque, siccome il No Contact equivale a ignorare la nostra tipologia, rimane lo strumento più potente nell’armamentario della vittima.
Sei pregata di adottarlo sempre e metterlo in atto quando ti sei accertata di stare trattando con uno del nostro tipo. Non solo ti procura un momento di tregua dopo un tumultuoso periodo di tempo, in modo che tu possa recuperare e acquisire un po’ di forza necessaria, ma riduce anche drasticamente i nostri effetti su di te perché il nostro operato è basato in gran parte sulla nostra interazione con te. Anche se noi possiamo ottenere Carburante Mentale sapendo come reagirai a molte delle nostre manipolazioni, questo può darci sostentamento per un periodo di tempo fino a che inizierà a svanire. Se continuiamo ad applicare la stessa manipolazione, nell’aspettativa di una risposta ma non ce n’è nessuna imminente a cui possiamo assistere, allora la reazione programmata perde la sua potenza
e passa da essere Carburante Mentale a una critica perché siamo stati ignorati. Quindi se tu sei scappata dalle nostre grinfie e ti mandiamo una serie di messaggi, inizialmente immaginiamo che tu sarai sconvolta nel riceverli e questo ci procura Carburante Mentale. Se non c’è alcuna risposta d’altra parte, questo Carburante Mentale si affievolisce nella sua potenza e dopo un periodo di tempo ci lascia la sensazione di essere ignorati il che equivale ad una critica e accende la nostra ira. Ecco perché il No Contact è così importante per voi e così infuriante per noi.

Come si sente la nostra tipologia quando viene adottato il No Contact? Iniziamo con il Narcisista Inferiore. Se tu dici ad un Narcisista Inferiore che il Rapporto Ufficiale è finito e lo fai di persona, semplicemente hai acceso la miccia. La sua reazione istintiva è una delle più gravi critiche dovute a questo rigetto. Sentirà a malapena il rifiuto tuttavia, poiché lo scoppio della sua furia sarà quasi immediato. Si verificherà un’imponente eruzione di ira bollente e tu sarai fisicamente in pericolo. Non ti implorerà di restare, non ti supplicherà. Questi pensieri non si presenteranno in lui perché sta proverbialmente vedendo rosso. La rabbia sta scorrendo attraverso di lui, una rabbia furiosa e viscerale che cancella ogni pensiero razionale. Ha perso il controllo e dirigerà la sua ira bollente contro di te. Impedirà fisicamente che tu vada via chiudendo a chiave porte, nascondendo le chiavi, mettendo catenacci al cancello, serrando finestre e così via. Aspettati che le ruote della tua macchina vengano bucate o il parabrezza venga fracassato mentre continua ad andare avanti e indietro, maledicendoti e scagliando insulti di ogni sorta verso di te. È una completa perdita di controllo. Potrebbe molto facilmente attaccarti con furia cieca che causa una raffica di pugni e calci nella tua direzione. Se dovesse avere un’arma tra le mani verrà usata. Non ha alcun controllo sulla sua reazione istintiva ed è volta ad ottenere una e una sola cosa. Causarti dolore. Non ha tempo di farti sentire frustrata o arrabbiata. Non può aspettare (anche se non lo sa) che scorrano lacrime (anche se lo vorrebbe). Ha bisogno di carburante perché questa enorme rabbia che è stata causata dall’orrenda ferita che hai generato dicendogli che è finita e che te ne stai andando, lo sta prosciugando e lo sta prosciugando velocemente. L’enorme ferita che hai creato deve essere curata e la furia che si è accesa sta usando il suo carburante e lo sta facendo rapidamente. Ha bisogno di una reazione emozionale da te. Deve essere fatto immediatamente. Quindi si sfoga su di te verbalmente e fisicamente per generare una risposta di dolore da parte tua, accompagnata da paura e poi sconvolgimento. Questo gli procura all’istante una dose di carburante. Questo inizierà a riparare la ferita.

Non permetterà che tu vada via da lui per due ragioni. La prima è che inconsciamente ha bisogno di te per ottenere il carburante di cui ha bisogno. Secondariamente, permettendoti di andare via equivarrebbe più o meno a finirlo, dato che rappresenterebbe un’ulteriore critica. Questa partenza critica ferisce su due fronti. La prima è che il fatto che tu stai andando (avendolo detto) apre ad altre critiche dicendogli che lui non è abbastanza. Secondariamente, il fatto che non sia riuscito a fermarti, distrugge il suo senso di potere e controllo. Nell’evenienza in cui la prima critica nel dirgli che è finita si combini con la critica ambigua della partenza lo porterebbe sull’orlo del collasso. Di conseguenza la sua reazione istintiva è sia fermarti che estrarre carburante da te. Se ti ferisce, questo impedirà con maggior probabilità la tua partenza. Continuerà ad attaccarti fino a che la rabbia si placa. Questo avverrà quando la ferita sarà stata curata dal carburante che gli procuri.

Se non puoi scappare ma (in qualche modo) non procuri carburante quando vieni assalita (psicologicamente o fisicamente) la tua critica nel dirglielo, continuerà a ferirlo. Non avrà altra scelta che continuare ad attaccarti per provocare una reazione. È una risposta di riflesso e anche se alquanto improbabile, se tu fallisci nel procurargli carburante, questo continuo assalto potrebbe verosimilmente concludersi nel venir uccisa. Naturalmente praticamente tutti quelli che vengono sottoposti a questo rispondono con dolore e paura, quindi il carburante è procurato. Ferite significative (e potenzialmente letali) sono già accadute. Una volta che la rabbia si placa, sarai distrutta, probabilmente in stato di incoscienza mentre finalmente la rabbia lo abbandona.

Dire ad un Narcisista Inferiore che la vostra Relazione Ufficiale è chiusa e farlo faccia a faccia è un passo estremamente pericoloso.

Qual è la situazione nel caso in cui lasci una lettera, mandi un messaggio o semplicemente non fai nulla lasciando che capisca da solo che è finita? Una volta che ha realizzato che sei andata via, la furia si accende ancora una volta. Questa è la prima critica e fa seriamente male. La seconda critica non è ancora accaduta. La doppia critica non avviene. Questo perché anche se l’hai lasciato non ha avuto la chance di provare a bloccarti. Di conseguenza, la sua furia è innescata ma non è (ancora) sommerso dalla ferita. Con la furia accesa, l’Inferiore volerà nella rabbia e nello sfogo contro chi ha intorno in una risposta riflessa immediata per estrarre carburante da indirizzare alla ferita. Immediatamente il suo unico pensiero è trovarti. Se lo fa e riesce ad arrivare faccia a faccia, allora lo scenario sarà quello sopra. Distruggerà le cose per trovarti, butterà giù le porte, passerà sopra le persone e una volta che ti avrà faccia a faccia ti ordinerà di tornare a casa. Se non lo fai, verrai allontanata con la forza, assalita nel processo. In modo simile ad un cavernicolo che trascina sua moglie nella caverna.

Se provi a resistere al suo tentativo di riportarti indietro, sia perché non può trovarti o se riesce a trovarti non può mettersi in contatto con te, il fallimento nel raggiungere il suo scopo lo ferirà ulteriormente. Chiunque sia sulla sua strada – amici, famiglia, estranei, la polizia- potrà sperimentare la piena potenza della sua furia divampante. Questo continuerà nel tentativo di estrarre carburante da loro. Se il carburante viene fornito non curerà completamente la ferita (nella forma in cui lo farebbe il tuo) ma piuttosto gliene procurerà abbastanza perché la rabbia si spenga. Lui poi si ritirerà per leccarsi le ferite e cercare carburante alternativo. Potrebbe tornare ma non nell’immediato. I suoi successivi tentativi di recupero dipenderanno dal rientro nella sfera d’influenza. Il suo bisogno immediato sarà di guarire dalla critica e trovare una nuova fonte primaria di carburante mentre fa affidamento sull’energia proveniente da fonti secondarie o terziarie.

Se resisti ai suoi tentativi di riportarti indietro e non ha la possibilità di attingere carburante dalle persone intorno ad esso (ad esempio è stato arrestato e sbattuto in cella, o le persone stanno lontano da lui) quindi gli è negato il carburante, vacillerà sul baratro dell’oblio. La rabbia sarà cancellata dato che non rimane più nulla per alimentarla. Avrà la sensazione di essere debole e che il suo mondo sta crollando. Si ritirerà ed entrerà in uno stato depressivo, nascondendosi da un mondo crudele e tormentoso. Rimarrà in questo stadio fino a quando arriverà il momento in cui qualcuno gli procurerà una prima dose di carburante per estrarlo da questo stato fragile e deprimente. Come una pianta assetata su cui viene versata dell’acqua, reagirà a questo carburante e avrà sufficiente energia per cercarne ancora e poi ancora di più, proseguendo il suo recupero fino a che funzionerà nel solito modo. A questo punto avrà bisogno di una fonte primaria (se non se ne è già presentata una) e si applicherà per assicurarsela (cosa che potrebbe includere il tuo recupero se le circostanze lo permettono). Se tu non sei recuperabile, sedurrà una fonte primaria differente e poi sarà occupato con questa fonte primaria. Tu perlopiù verrai lasciata sola a meno che non entri nella sfera d’influenza intima il che scatenerà un recupero.

La reazione del Narcisista Inferiore al No Contact è un’ira accecante e fiammeggiante. Lui si scaglia verso sinistra, destra e centro nell’immediato e pressante bisogno di carburante. Se lo ottiene da te e riesce ad assicurarsi di fermare la tua fuga, l’ira svanirà. Se non riesce a fermarti ma si assicura energia, eventualmente si ritirerà, impossibilitato ad alimentare la rabbia, ma con sufficiente carburante per continuare a funzionare e cercare una nuova fonte primaria. Se questo carburante gli è negato alla fine si chiuderà in sé stesso fino al momento in cui l’energia verrà procurata per destarlo nuovamente.

L’immediata risposta dell’Inferiore è pericolosa, violenta ma interamente prevedibile.

H.G. TUDOR

The Lesser´s Response To Your No Contact Regime (At The Start And During)

📑 LA RISPOSTA DEL NARCISISTA INFERIORE AL NO CONTACT

THE-LESSER-NARCISSIST´S-RESPONSE-TO-NO-CONTACT

Il No Contact è il Sacro Graal della fuga dalla morsa della nostra tipologia. Ma, per numerose ragioni, per entrambi i lati nostro e vostro, non è sempre possibile metterlo in pratica. Comunque, siccome il No Contact equivale a ignorare la nostra tipologia, rimane lo strumento più potente nell’armamentario della vittima.
Sei pregata di adottarlo sempre e metterlo in atto quando ti sei accertata di stare trattando con uno del nostro tipo. Non solo ti procura un momento di tregua dopo un tumultuoso periodo di tempo, in modo che tu possa recuperare e acquisire un po’ di forza necessaria, ma riduce anche drasticamente i nostri effetti su di te perché il nostro operato è basato in gran parte sulla nostra interazione con te. Anche se noi possiamo ottenere Carburante Mentale sapendo come reagirai a molte delle nostre manipolazioni, questo può darci sostentamento per un periodo di tempo fino a che inizierà a svanire. Se continuiamo ad applicare la stessa manipolazione, nell’aspettativa di una risposta ma non ce n’è nessuna imminente a cui possiamo assistere, allora la reazione programmata perde la sua potenza
e passa da essere Carburante Mentale a una critica perché siamo stati ignorati. Quindi se tu sei scappata dalle nostre grinfie e ti mandiamo una serie di messaggi, inizialmente immaginiamo che tu sarai sconvolta nel riceverli e questo ci procura Carburante Mentale. Se non c’è alcuna risposta d’altra parte, questo Carburante Mentale si affievolisce nella sua potenza e dopo un periodo di tempo ci lascia la sensazione di essere ignorati il che equivale ad una critica e accende la nostra ira. Ecco perché il No Contact è così importante per voi e così infuriante per noi.

Come si sente la nostra tipologia quando viene adottato il No Contact? Iniziamo con il Narcisista Inferiore. Se tu dici ad un Narcisista Inferiore che il Rapporto Ufficiale è finito e lo fai di persona, semplicemente hai acceso la miccia. La sua reazione istintiva è una delle più gravi critiche dovute a questo rigetto. Sentirà a malapena il rifiuto tuttavia, poiché lo scoppio della sua furia sarà quasi immediato. Si verificherà un’imponente eruzione di ira bollente e tu sarai fisicamente in pericolo. Non ti implorerà di restare, non ti supplicherà. Questi pensieri non si presenteranno in lui perché sta proverbialmente vedendo rosso. La rabbia sta scorrendo attraverso di lui, una rabbia furiosa e viscerale che cancella ogni pensiero razionale. Ha perso il controllo e dirigerà la sua ira bollente contro di te. Impedirà fisicamente che tu vada via chiudendo a chiave porte, nascondendo le chiavi, mettendo catenacci al cancello, serrando finestre e così via. Aspettati che le ruote della tua macchina vengano bucate o il parabrezza venga fracassato mentre continua ad andare avanti e indietro, maledicendoti e scagliando insulti di ogni sorta verso di te. È una completa perdita di controllo. Potrebbe molto facilmente attaccarti con furia cieca che causa una raffica di pugni e calci nella tua direzione. Se dovesse avere un’arma tra le mani verrà usata. Non ha alcun controllo sulla sua reazione istintiva ed è volta ad ottenere una e una sola cosa. Causarti dolore. Non ha tempo di farti sentire frustrata o arrabbiata. Non può aspettare (anche se non lo sa) che scorrano lacrime (anche se lo vorrebbe). Ha bisogno di carburante perché questa enorme rabbia che è stata causata dall’orrenda ferita che hai generato dicendogli che è finita e che te ne stai andando, lo sta prosciugando e lo sta prosciugando velocemente. L’enorme ferita che hai creato deve essere curata e la furia che si è accesa sta usando il suo carburante e lo sta facendo rapidamente. Ha bisogno di una reazione emozionale da te. Deve essere fatto immediatamente. Quindi si sfoga su di te verbalmente e fisicamente per generare una risposta di dolore da parte tua, accompagnata da paura e poi sconvolgimento. Questo gli procura all’istante una dose di carburante. Questo inizierà a riparare la ferita.

Non permetterà che tu vada via da lui per due ragioni. La prima è che inconsciamente ha bisogno di te per ottenere il carburante di cui ha bisogno. Secondariamente, permettendoti di andare via equivarrebbe più o meno a finirlo, dato che rappresenterebbe un’ulteriore critica. Questa partenza critica ferisce su due fronti. La prima è che il fatto che tu stai andando (avendolo detto) apre ad altre critiche dicendogli che lui non è abbastanza. Secondariamente, il fatto che non sia riuscito a fermarti, distrugge il suo senso di potere e controllo. Nell’evenienza in cui la prima critica nel dirgli che è finita si combini con la critica ambigua della partenza lo porterebbe sull’orlo del collasso. Di conseguenza la sua reazione istintiva è sia fermarti che estrarre carburante da te. Se ti ferisce, questo impedirà con maggior probabilità la tua partenza. Continuerà ad attaccarti fino a che la rabbia si placa. Questo avverrà quando la ferita sarà stata curata dal carburante che gli procuri.

Se non puoi scappare ma (in qualche modo) non procuri carburante quando vieni assalita (psicologicamente o fisicamente) la tua critica nel dirglielo, continuerà a ferirlo. Non avrà altra scelta che continuare ad attaccarti per provocare una reazione. È una risposta di riflesso e anche se alquanto improbabile, se tu fallisci nel procurargli carburante, questo continuo assalto potrebbe verosimilmente concludersi nel venir uccisa. Naturalmente praticamente tutti quelli che vengono sottoposti a questo rispondono con dolore e paura, quindi il carburante è procurato. Ferite significative (e potenzialmente letali) sono già accadute. Una volta che la rabbia si placa, sarai distrutta, probabilmente in stato di incoscienza mentre finalmente la rabbia lo abbandona.

Dire ad un Narcisista Inferiore che la vostra Relazione Ufficiale è chiusa e farlo faccia a faccia è un passo estremamente pericoloso.

Qual è la situazione nel caso in cui lasci una lettera, mandi un messaggio o semplicemente non fai nulla lasciando che capisca da solo che è finita? Una volta che ha realizzato che sei andata via, la furia si accende ancora una volta. Questa è la prima critica e fa seriamente male. La seconda critica non è ancora accaduta. La doppia critica non avviene. Questo perché anche se l’hai lasciato non ha avuto la chance di provare a bloccarti. Di conseguenza, la sua furia è innescata ma non è (ancora) sommerso dalla ferita. Con la furia accesa, l’Inferiore volerà nella rabbia e nello sfogo contro chi ha intorno in una risposta riflessa immediata per estrarre carburante da indirizzare alla ferita. Immediatamente il suo unico pensiero è trovarti. Se lo fa e riesce ad arrivare faccia a faccia, allora lo scenario sarà quello sopra. Distruggerà le cose per trovarti, butterà giù le porte, passerà sopra le persone e una volta che ti avrà faccia a faccia ti ordinerà di tornare a casa. Se non lo fai, verrai allontanata con la forza, assalita nel processo. In modo simile ad un cavernicolo che trascina sua moglie nella caverna.

Se provi a resistere al suo tentativo di riportarti indietro, sia perché non può trovarti o se riesce a trovarti non può mettersi in contatto con te, il fallimento nel raggiungere il suo scopo lo ferirà ulteriormente. Chiunque sia sulla sua strada – amici, famiglia, estranei, la polizia- potrà sperimentare la piena potenza della sua furia divampante. Questo continuerà nel tentativo di estrarre carburante da loro. Se il carburante viene fornito non curerà completamente la ferita (nella forma in cui lo farebbe il tuo) ma piuttosto gliene procurerà abbastanza perché la rabbia si spenga. Lui poi si ritirerà per leccarsi le ferite e cercare carburante alternativo. Potrebbe tornare ma non nell’immediato. I suoi successivi tentativi di recupero dipenderanno dal rientro nella sfera d’influenza. Il suo bisogno immediato sarà di guarire dalla critica e trovare una nuova fonte primaria di carburante mentre fa affidamento sull’energia proveniente da fonti secondarie o terziarie.

Se resisti ai suoi tentativi di riportarti indietro e non ha la possibilità di attingere carburante dalle persone intorno ad esso (ad esempio è stato arrestato e sbattuto in cella, o le persone stanno lontano da lui) quindi gli è negato il carburante, vacillerà sul baratro dell’oblio. La rabbia sarà cancellata dato che non rimane più nulla per alimentarla. Avrà la sensazione di essere debole e che il suo mondo sta crollando. Si ritirerà ed entrerà in uno stato depressivo, nascondendosi da un mondo crudele e tormentoso. Rimarrà in questo stadio fino a quando arriverà il momento in cui qualcuno gli procurerà una prima dose di carburante per estrarlo da questo stato fragile e deprimente. Come una pianta assetata su cui viene versata dell’acqua, reagirà a questo carburante e avrà sufficiente energia per cercarne ancora e poi ancora di più, proseguendo il suo recupero fino a che funzionerà nel solito modo. A questo punto avrà bisogno di una fonte primaria (se non se ne è già presentata una) e si applicherà per assicurarsela (cosa che potrebbe includere il tuo recupero se le circostanze lo permettono). Se tu non sei recuperabile, sedurrà una fonte primaria differente e poi sarà occupato con questa fonte primaria. Tu perlopiù verrai lasciata sola a meno che non entri nella sfera d’influenza intima il che scatenerà un recupero.

La reazione del Narcisista Inferiore al No Contact è un’ira accecante e fiammeggiante. Lui si scaglia verso sinistra, destra e centro nell’immediato e pressante bisogno di carburante. Se lo ottiene da te e riesce ad assicurarsi di fermare la tua fuga, l’ira svanirà. Se non riesce a fermarti ma si assicura energia, eventualmente si ritirerà, impossibilitato ad alimentare la rabbia, ma con sufficiente carburante per continuare a funzionare e cercare una nuova fonte primaria. Se questo carburante gli è negato alla fine si chiuderà in sé stesso fino al momento in cui l’energia verrà procurata per destarlo nuovamente.

L’immediata risposta dell’Inferiore è pericolosa, violenta ma interamente prevedibile.

H.G. TUDOR

The Lesser Narcissist´s Response To No Contact

📰 QUANDO I NARCISISTI SI SCONTRANO – PARTE DUE ⬅

WHEN-NARCISSISTS-COLLIDE-PART-TWO.png

Qual è la dinamica quando un Narcisista Inferiore e un Narcisista di Medio Rango si intrecciano l’uno con l’altro? In breve, l’Inferiore è classificato da un livello inferiore di funzione cognitiva, una bassa soglia di controllo sulla furia accesa, livelli ridotti di fascino, una gamma più limitata di manipolazioni, una vita spesso caotica in termini di relazioni, lavoro, dipendenze e finanze e una maggiore propensione alla violenza fisica. Il Narcisista di Medio Rango è passivo-aggressivo, con maggiore fascino e funzione cognitiva rispetto all’Inferiore, è meno probabile che usi violenza fisica, ma invece si basa su trattamenti del silenzio e bronci, usa giochi di pietà e cerca compassione, si rivolge ad altri per avere assistenza nel manipolare gli individui e ha una gamma più ampia di manipolazioni su cui contare. Ancora una volta, nessuno di questi individui sa cosa è e non riconoscono la loro specie. In che modo questi due tipi di narcisisti interagiscono tra loro?

Come filosofia generale, l’interazione tra Inferiore e Medio-Rango è quella del gatto e del topo. Entrambi sono in lotta per il carburante, ma hanno a disposizione diversi strumenti per raggiungere questo obiettivo. L’Inferiore sarà l’agente provocatore, con il Medio-Rango che fa il frustrato col tipo, anche se lui o lei scatenerà le sue passive manipolazioni aggressive mentre combatte per il carburante che proviene dall’altro.

All’interno della dinamica narcisistica familiare, non vi è alcuna seduzione tra i due come conseguenza del fatto che i due individui sono uniti a causa della loro parentela. Prendiamo l’esempio di due sorelle adulte. L’Inferiore cercherà di attingere carburante dalla narcisista di Medio-Rango entrando in competizione. È probabile che l’Inferiore sia gelosa della Medio Rango che potrebbe essere percepita come più realizzata e che ha successo, in termini di lavoro, qualità della casa, circolo sociale e cose simili. L’Inferiore considererà questo successo come una critica intrinseca della Medio-Rango il che accenderà la sua furia. Non può fare a meno di scagliarsi contro sua sorella e lo farà accusandola di avere la puzza sotto il naso, di essere la signora Sporcizia, suggerendo che i suoi risultati non sono i suoi ma quelli di altre persone e così via. Qualsiasi cosa pur di ottenere il sopravvento nella dinamica tra le due. L’aggressività mostrata dalla Sorella Inferiore nei confronti della sorella di Medio-Rango fornirà alla sorella di Medio-Rango il carburante, ma la natura della sfida implicherà che anche lei cercherà di attingere carburante da altre persone attraverso il gioco di pietà e la ricerca di compassione. Quindi ci si può aspettare nel contesto, diciamo di una riunione di famiglia, che l’Inferiore sentirà il bisogno di attaccare verbalmente la Medio Rango, spesso con insulti personali come “Hai messo su più peso dall’ultima volta che ti ho visto” o “Ho un vestito come quello, non sta bene neanche a me.”

Se l’Inferiore fa questi commenti in modo rabbioso o selvaggio, la Medio Rango ottiene carburante. Se l’Inferiore (il che è meno probabile) li afferma in una modalità senza carburante, allora questo ferirà la Medio Rango che si ritirerà dall’Inferiore con un trattamento del silenzio e/o cercherà carburante di compassione da terze persone non narcisiste. La reazione ferita della Medio Rango fornirà carburante all’Inferiore. Quindi, quando la Medio Rango piagnucola, “Perché mi prendi sempre in giro?” O “Lasciami in pace, perché devi essere così odiosa?” l’Inferiore guadagna carburante. Se la Medio Rango risponde con un trattamento del silenzio, questo non fornisce alla Sorella Inferiore il carburante, quindi perseguiterà la Medio Rango cercando di interrompere il trattamento del silenzio. È probabile che questa ricerca dia più carburante alla Medio Rango dato che la Sorella Inferiore diventa sempre più infastidita e frustrata dal silenzio. La Medio Rango manterrà il trattamento del silenzio finché non riceverà sufficiente carburante per curare la ferita e poi parlerà di nuovo oppure l’Inferiore, priva di carburante e furiosa a causa delle critiche che derivano dal silenzio, è costretta a cercare carburante altrove.

Se le due sorelle sono da sole, qualsiasi interazione finirà presto in una discussione e la Medio Rango metterà in atto un trattamento del silenzio per difendersi. L’Inferiore continuerà a pungolare la Medio Rango fino a quando non fornirà di nuovo carburante o si interromperà e si scatenerà per scagliarsi contro qualcun altro, imprecando contro il comportamento da bambina di sua sorella mentre lei ha i suoi personali scatti d’ira.

Se le due sorelle sono con altri membri della famiglia, la Medio Rango dapprima si rivolgerà a loro per compassione e aiuterà a fermare l’attacco dell’Inferiore. È probabile che vada a finire in accusa contro accusa e tutti i tipi di manipolazioni in quanto vi è triangolazione, spostamento di colpa, proiezione e simili su scala mondiale. La Medio Rango siederà in silenzio imbronciata o sgattaiolerà via, con l’Inferiore che continua a provocare. Se questo comportamento provocatorio non produce risultati, la sorella Inferiore si rivolgerà agli altri membri della famiglia per il carburante che dovrebbe essere fornito dalla sorella di Medio Rango.

Qualora i due narcisisti siano amici, si verificherà una dinamica interessante. L’Inferiore vedrà il Medio Rango di maggior successo non solo come fonte di carburante, ma anche come qualcuno in grado di fornire benefici residui e tratti caratteriali. Quindi, l’Inferiore sarà desideroso di sedurre il Medio Rango come amico di circolo ristretto.

Il Medio Rango vedrà l’aggressività dell’Inferiore come utile in termini di assicurarsi questa persona come Luogotenente e mirerà a sedurre l’Inferiore perché diventi un amico del circolo ristretto che viene poi utilizzato allo scopo di svolgere il lavoro sporco del Medio Rango.

L’Inferiore, una volta che ha sedotto il Medio Rango, cercherà di utilizzare il passivo Medio Rango per prestiti di denaro, essendo disponibile quando nessun altro potrebbe esserlo per uscire e in genere per estorcere i beni del Medio Rango. Il Medio Rango sarà inizialmente compiacente come parte della propria seduzione dell’Inferiore. È quando il Medio Rango si aspetta di “incassare” con la sua generosità che iniziano i problemi. Il Medio Rango cercherà di manipolare l’Inferiore perché faccia cose per lui o per lei. L’Inferiore può farle in un primo momento ma dopo un po’, il suo senso di diritto implica che si aspetta che gli vengano date cose dal Medio Rango e che non debba fare nulla in cambio. Respingerà questo tentativo di controllo e lo farà in un modo che darà carburante al Medio Rango. Il Medio Rango, spinto dal suo stesso senso di diritto, si aspetta che l’Inferiore esegua i suoi desideri, basandosi sui favori del passato e reagirà in un modo che ferisce simile all’Inferiore che si scaglia. Poiché entrambi si aspettano che l’altro faccia qualcosa in base ai diritti e/o agli investimenti passati e non ottengono la risposta richiesta, ci sarà uno scontro. L’Inferiore chiederà e il Medio Rango si ritirerà. Il probabile ritiro del Medio Rango farà sì che l’Inferiore irrompa in una furia e causi una cessazione temporanea del legame mentre cerca altri “amici” che gli diano ciò a cui ha diritto, non narcisisti. Il Medio Rango, ferito da questo tradimento dell’amicizia, si ritirerà e si lamenterà dell’egoismo dell’Inferiore con chiunque lo ascolti.

Tuttavia non si scartano a vicenda perché percepiscono un bisogno utile l’uno dell’altro. L’Inferiore vede il Medio Rango che ha maggior successo come un fornitore di generosità, generosità a cui ha diritto. Il Medio-Rango vede l’Inferiore come l’utile affilato strumento del Luogotenente, strumento a cui ha diritto. Sfortunatamente per loro, il loro senso di diritto li porterà a scontrarsi, a non preoccuparsi l’uno per l’altro dopo una sfuriata e poi a cercarsi di nuovo l’un l’altro di nuovo attratti dal richiamo dell’utilità reciproca. Naturalmente c’è carburante da raccogliere nell’affare, ma non è così grande come quando si ha a che fare con un individuo empatico e quindi in realtà sono i benefici residui e i tratti caratteriali l’attrazione principale tra l’Inferiore e il Medio-Rango in un contesto sociale.

Le terze persone verranno trascinate nei loro litigi. L’Inferiore offenderà il Medio-Rango e attaccherà verbalmente qualsiasi altra persona che difenda il Medio-Rango. Il Medio-Rango farà l’offeso per far festa a chiunque voglia ascoltare e li manipolerà per provare a ricostruire un ponte con l’infastidito Inferiore.

Che dire della situazione in cui un Narcisista Inferiore e un Medio-Rango sono legati per mezzo del lavoro? Di nuovo, questo è uno scenario non intimo in cui esiste una connessione preesistente tra i due narcisisti. Analogamente all’impostazione sociale sopra descritta, i due narcisisti guarderanno all’altro come carburante, ma anche per il sequestro dei benefici residui. L’Inferiore si aspetta che il Medio Rango gli faccia favori, come diminuire il suo carico di lavoro, sostenerlo per la promozione o un aumento di stipendio, che gli assegni lavori favorevoli e cose simili dal momento che il Medio Rango è in grado di mantenere una posizione leggermente superiore. Il Medio-Rango si aspetterà di dominare sull’Inferiore e lui o lei sarà a completa disposizione del Medio Rango. Quindi l’Inferiore considererà ogni mancanza del Medio Rango di mostrare a lui o lei il suo favoritismo come una critica. La furia dell’Inferiore si accenderà e non riuscendo a tenerla sotto controllo, si scaglierà contro il Medio Rango (e con altri) causando turbative ed eventualmente provvedimenti disciplinari, mentre il “ferito” Medio Rango va di corsa alle Risorse Umane.

Se l’Inferiore detiene il ruolo superiore sul posto di lavoro, allora si aspetterà che il Medio Rango sia il suo servetto. Delegherà considerevoli quantità di lavoro al Medio-Rango che si considererà individuato e preso di mira. Non oserà lamentarsi direttamente con l’Inferiore ma invece farà pettegolezzi con i pari, si lamenterà con un altro capo e potenzialmente solleverà la questione tramite un reclamo. L’Inferiore richiede sottomissione dal narcisista di Medio-Rango come parte di questo ideale di controllo e onnipotenza. Il Medio-Rango, ritenendosi al di sopra degli umili esercizi e responsabile, crede di avere il diritto di evidenziare il comportamento “cattivo e ingiusto” del Narcisista Inferiore. I due continueranno a sfornare carburante l’uno per l’altro con gli attacchi feroci dell’Inferiore contro il Medio-Rango per aver osato sfidarlo e con il Medio-Rango che risponde supplicando l’Inferiore di lasciarlo stare, o chiedendo perché insiste su rendere la sua vita un tormento. I due offriranno sicuramente una specie di spettacolo agli altri dipendenti, pur causando costernazione a coloro che devono lavorare al loro fianco o disciplinare i loro comportamenti. Combatteranno efficacemente l’uno contro l’altro, accusando e contro-accusando di non essere mai colpevoli e che è sempre colpa dell’altro.

In termini di reazione come fonte terziaria, un Medio Rango è probabile che sia gradito a una fonte terziaria Inferiore e fornisca carburante positivo che l’Inferiore accetterà. Un Inferiore, tuttavia, ha maggiori probabilità di essere aggressivo nei confronti di un Medio Rango o di oltraggiare il senso di importanza immediatamente offeso, sottolineando che la fonte terziaria Medio Rango ha fatto qualcosa di sbagliato che avrà come esito l’imposizione del ritiro di servizi, che a sua volta causerà un’esplosione improvvisa da parte dell’Inferiore. Qualsiasi interazione sarà di breve durata e fornirà carburante positivo (da Medio Rango a Inferiore) o una raffica di carburante negativo (da Inferiore a Medio Rango).

Infine, qual è la dinamica tra un Narcisista Inferiore e un Narcisista di Medio Rango nel contesto di una relazione romantica? L’Inferiore, avendo le minori abilità cognitive, può benissimo cercare di sedurre un Narcisista di Medio Rango. Il Medio Rango evidenzierà un certo fascino nei confronti dell’Inferiore, il che farà sicuramente appello sull’Inferiore, il quale solleciterà la seduzione per tentare di assicurarsi il Medio Rango. Il Medio Rango comunque è probabile che consideri che l’Inferiore non soddisfa i tratti empatici richiesti. Anche se il Medio Rango non è consapevole di ciò che vuole nello specifico, ha una consapevolezza istintiva delle caratteristiche di un partner in una prospettiva romantica che lo fanno sentire “migliore”. Queste saranno assenti nell’Inferiore perché non solo i tratti empatici sono assenti, all’Inferiore manca l’ingegno e l’astuzia (e l’energia e l’inclinazione) per simularli nella misura che soddisferebbe il Medio Rango.

Quindi, a meno che il Medio Rango non sia disperato per avere una fonte primaria, è improbabile che possa completare la seduzione di un Inferiore come IPPS. Guarderà altrove e respingerà gli approcci dell’Inferiore giudicando che non “spunta le caselle giuste”. L’Inferiore non proverà a sollecitare la seduzione poiché questo rifiuto da parte del Medio Rango farà innescare la sua furia come conseguenza di questa soglia di controllo bassa. Si scaglierà contro il Medio Rango e sarà costretto a trovare una fonte primaria diversa invece di selezionare un altro narcisista. Quindi, nella maggior parte dei casi, l’Inferiore si infiammerà mentre la sua seduzione viene sviata e il Medio Rango sposterà le sue mire altrove.

Anche se l’Inferiore è in disperato tentativo di assicurarsi una fonte primaria, non sarà in grado di intrappolare il Medio Rango che troverà i suoi bisogni insoddisfatti. Tuttavia, se il Medio Rango è un soggetto che è alla disperata ricerca di una fonte primaria, in tali circostanze potrebbe accontentarsi dell’Inferiore. Naturalmente, l’Inferiore sarà contento che ciò avvenga, visto che l’aumentato livello di fascino e il comportamento complimentoso del Medio Rango soddisfano, almeno all’inizio, il bisogno di carburante dell’Inferiore. Ci sono anche probabilmente tratti caratteriali e benefici residui che si adattano alle esigenze dell’Inferiore. Quindi, se l’Inferiore è il soggetto disperato, ma il Medio Rango non lo è, allora l’Inferiore sarà negato. Se il Medio Rango è la parte disperata e l’Inferiore lo è o non lo è, allora è più probabile che i due formino una coppia romantica assicurandosi l’altro come IPPS.

In questo scenario, l’assenza di sufficienti riserve di carburante positive verrà presto a galla. Il comportamento del Periodo di Bronzo dell’Inferiore non si adatta al Medio Rango per tutti i suoi bisogni di carburante. L’egoismo e l’egocentrismo del Medio Rango non si addicono all’Inferiore e quindi la svalutazione seguirà presto dopo la seduzione. Tuttavia, è qui che si produrrà una dinamica interessante perché in realtà è nella svalutazione che la coppia incontrerà le esigenze l’uno dell’altro per molto più tempo di quanto hanno fatto nella seduzione.

L’Inferiore, deluso e in effetti infuriato per le scarse riserve di carburante del Medio Rango inizierà la svalutazione. Essere in fase di attacco, le sue parole arrabbiate, la sua furia, la sua cattiveria sarà tutto ottimo carburante per il Medio Rango. Questo ovviamente non accetterà le sfide lanciate dal dito puntato dell’Inferiore, ma non può resistere al gustoso carburante che le accompagna. Si getterà sul carburante fornito da lei mentre risponde con le proprie manipolazioni per mantenere il flusso del carburante. Incolperà, negherà, devierà e rifiuterà di collaborare. Tirerà fuori i giochi di pietà, implorerà l’Inferiore di cessare il comportamento offensivo e così via; tutto ciò sarà un eccellente carburante per l’Inferiore, così lei continuerà con le macchinazioni. Andranno avanti e indietro, il gatto che gioca col topo, il topo che sfugge al gatto in uno scenario che li induce a fornire sufficiente carburante negativo l’uno all’altro. Il Medio Rango si rivolgerà a terze persone, come è suo desiderio, sottolineando l’orribile comportamento dell’Inferiore. Tali azioni verranno percepite come critiche da parte dell’Inferiore e lei risponderà con ulteriori comportamenti cattivi e cercherà anche una nuova fonte primaria poiché la svalutazione è a buon punto. Se l’Inferiore individua questa potenziale nuova fonte primaria, le notizie sul suo comportamento raggiungeranno il Medio Rango (o tramite terze persone o dalla stessa subdola Inferiore) e questo ferirà il Medio Rango. Balza via con un trattamento del silenzio e cerca di trovare la sua fonte primaria di ricambio. L’Inferiore non reagirà al trattamento del silenzio, ma si concentrerà invece sulla nuova fonte primaria. Il Medio Rango, visto che il trattamento del silenzio non ha avuto alcun effetto, stabilirà nuovamente il contatto con l’Inferiore. Questo fa presa sull’Inferiore poiché crede di avere nuovamente il sopravvento, anche se il Medio Rango crederà di averlo perché ha fatto in modo che l’Inferiore si impegnasse di nuovo. Quindi, sono di nuovo riuniti per un breve Periodo di Tregua. Naturalmente, nessuno dei due fornirà sufficiente carburante positivo durante questo Periodo di Tregua, perciò la svalutazione ricomincerà.

La campana a morto per la relazione intima tra il narcisista Inferiore e il Medio Rango è quando entrambi iniziano la loro ricerca di una nuova fonte primaria e trovano una prospettiva adatta. Fino a quel momento, il carburante negativo fornito attraverso la svalutazione sta mantenendo i livelli di carburante richiesti a causa del contrasto (qualcosa che come sai è sempre richiesto dalla nostra tipologia) tra i loro rispettivi stili. L’aggressivo Inferiore e il passivo aggressivo Medio Rango. Quindi la loro svalutazione può andare avanti per un po’ di tempo, ma quando uno o entrambi questi narcisisti rivolgono la loro attenzione a una nuova fonte primaria, la fine della relazione arriverà prontamente. O uno o entrambi cattureranno un non narcisista e il rifornimento di carburante da parte di questo individuo (in quanto individuo empatico) farà sì che il narcisista si concentri su quella persona e scarterà il narcisista Inferiore o di Medio Rango che hanno erroneamente installato come fonte primaria.

H.G. TUDOR

When Narcissists Collide – Part Two

📰 QUANDO I NARCISISTI SI SCONTRANO – PARTE UNO ➡

69465645_2187739738191403_3456537594752401408_n.jpg

Molte persone sono curiose di sapere cosa succede quando c’è qualche attività narci con narci? Si riconoscono l’un l’altro? Si cercano l’un l’altro? Come reagiscono l’uno nei confronti dell’altro? Si coalizzano e vi è una mentalità da branco? I narcisisti possono lavorare insieme? Due narcisisti possono avere una relazione sentimentale di successo?

Come sai, io categorizzo il nostro genere in quadri e scuole di narcisisti. L’ultima di queste è legata alla consapevolezza, abilità e funzione cognitiva perciò questa è la questione rilevante quando si considera se gli appartenenti alla nostra tipologia si riconoscono l’un l’altro. Affrontare questa prima questione è davvero semplice. I narcisisti Inferiore e Medio Rango non sanno cosa sono e quindi non sono in grado di riconoscere la propria tipologia. Il Narcisista Superiore, una bestia rara, è consapevole di quello che è, ma di solito non lo ammetterà (a meno che non preveda di ottenere qualche guadagno dal farlo). È tuttavia in grado di riconoscere la propria specie all’interno di tutte e tre le scuole. Con questa piattaforma di consapevolezza e riconoscimento, cosa succede quando i narcisisti si scontrano? Cominciamo dall’Inferiore con l’Inferiore.

Due Narcisisti Inferiori possono facilmente invischiarsi tra loro come conseguenza di essere imparentati. L’esistenza di una connessione familiare implica che non c’è bisogno di un’effettiva seduzione tra i due Narcisisti Inferiori. Se ad esempio i due Narcisisti Inferiori sono due fratelli, ogni volta che interagiscono cercheranno di attingere carburante l’uno dall’altro. Ciò si manifesterà nel cercare di superarsi a vicenda o nel richiedere l’attenzione l’uno dall’altro. Ad esempio, un Narcisista Inferiore Vittima vorrebbe che suo fratello lo aiutasse a scendere alcuni gradini. Il fratello Inferiore Somatico potrebbe essere d’accordo nell’aiutare a ricevere carburante positivo dall’apprezzamento e ringraziamento del Narcisista Inferiore Vittima. Questo è meno probabile che arrivi dal Narcisista Inferiore Vittima e questa incapacità di essere riconoscente porterà il fratello Inferiore Somatico a deridere suo fratello per la sua mancanza di mobilità, la sua scarsa abilità fisica come conseguenza del fatto che l’Inferiore Somatico ha la sua furia innescata dalle critiche che sorgono perché l’Inferiore Vittima non ha espresso ringraziamenti e apprezzamenti sufficienti per l’Inferiore Somatico che lo aiuta. In alternativa, l’Inferiore Vittima richiede l’assistenza del fratello più agile per aiutarlo a scendere alcune scale, ma l’Inferiore Somatico non vede alcun motivo per aiutare. Non è badante e quindi rifiuta. Questo fallimento di assistere è una critica all’Inferiore Vittima, la sua furia è accesa e si scaglierà contro il fratello Inferiore Somatico attraverso il suo soprannome, dicendogli che dovrebbe passare meno tempo in palestra e più tempo ad aiutare suo fratello perché ha bisogno del aiuto e l’inferno che ha diritto ad esso.

Due fratelli Inferiori si forniranno l’un l’altro carburante perché esploderanno di rabbia l’uno verso l’altro. La mancanza di considerazione che avranno l’uno per l’altro (o qualora la fingano per cercare di ottenere un vantaggio) si tradurrà in una duplice inveire l’uno contro l’altro su base ripetuta. Si scambieranno insulti pieni di bile e combatteranno fisicamente, ognuno traendo carburante dalla rabbia dell’altro fino a quando entrambi non si sentiranno soddisfatti o saranno separati da altre persone. Incapaci di rendersi conto di avere a che fare con un individuo della loro stessa specie e poiché si trattano l’un l’altro come Risorse Secondarie non Intime continueranno a unirsi per usarsi l’un l’altro per il carburante, si scontrano, voleranno scintille e poi si separeranno. La natura intermittente della loro interazione, poiché si considerano a vicenda Risorse Secondarie non Intime, implica che la loro relazione continuerà a lungo senza scarto e sarà contrassegnata da turbolenze. Gli estranei, inconsapevoli di ciò che essi sono, considereranno due fratelli Inferiori competitivi, polemici e ripetutamente ai ferri corti. Brameranno l’uno i beni dell’ altro, godranno nel cercare di impegnarsi in una tresca con la loro cognata o con la fidanzata del fratello. Cercheranno di superarsi l’un l’altro, allineati l’uno contro l’altro a causa di ciò che sono, ma attirati l’uno verso l’altro dal legame familiare e dal fatto che sono in grado di ottenere brevi e intense scariche di carburante l’uno dall’altro.

Che dire di due Inferiori che si ritrovano a stare insieme in senso sociale? La seduzione iniziale tra i due sarà efficace dal momento che nessuno dei due sta cercando di rendere l’altro una fonte primaria e quindi i soliti controlli istintivi per l’empatia ecc. saranno meno rigorosi per questo motivo e anche perché gli individui interessati sono Narcisisti Inferiori. È estremamente raro che due Inferiori diventino amici di per sé. Invece sono riuniti attraverso la “colla” di altri non narcisisti. Quindi, un individuo empatico può essere stato irretito dal Narcista Inferiore A attraverso diciamo una squadra di calcio e anche attraverso il Narcisista Inferiore B per essere vicini di casa e questa persona empatica potrebbe benissimo riunire i due Inferiori come parte di un più ampio cerchio sociale. Pertanto, è ipotizzabile che possano diventare amici, molto probabilmente della tipologia del cerchio esterno e perciò sono Risorse Secondarie non Intime.

In modo simile alla situazione dei Narcisisti Inferiori familiari, i due Narcisisti Inferiori sociali si scontreranno l’un l’altro, cercando di superarsi a vicenda, scontrandosi, litigando e cercando di attingere carburante. I loro comportamenti provocheranno l’accensione della furia nell’altro che avrà come conseguenza la fornitura di carburante e anche in questo caso per farla breve scoppieranno prima che il loro fabbisogno di carburante sia soddisfatto e lascino perdere. Le loro interazioni saranno intermittenti e di solito sarà necessario che abbiano luogo interazioni nella matrice di altri non narcisisti presenti sul luogo.

Il primo Inferiore cercherà di ottenere l’approvazione del gruppo sociale. Il secondo si risentirà di questo e si scaglierà contro il primo Inferiore e quindi inizierà il litigio. Quelli all’interno del gruppo considereranno che i due sono semplicemente in preda a uno “scontro di personalità” che non comprendendo veramente la dinamica e passeranno il loro tempo a cercare di mantenere la pace e impedire ai due di attaccarsi a vicenda sia verbalmente che fisicamente. Si accaniranno l’uno contro l’altro quando cercheranno di stabilire il primato all’interno del gruppo e continueranno ad andare avanti finché altri non intervengano. Una volta che accade questo, lasceranno perdere e non si importuneranno l’un l’altro fino alla prossima occasione in cui saranno riuniti. I due Narcisisti Inferiori non passeranno il tempo insieme senza nessun altro presente. La mancanza di un legame familiare significa che sarebbero rimasti uniti fino a che uno dei due non avesse messo l’altro al tappeto l’altro, perciò vi è scarso interesse per i due a socializzare separatamente. Invece, i Narcisisti Inferiori sociali sono sempre riuniti in un gruppo più ampio, in cui si confronteranno tra loro sullo sfondo degli spettatori.

In un contesto lavorativo, i due Narcisisti Inferiori vengono riuniti a causa della connessione del lavoro. Non vi è quindi alcuna seduzione tra di loro, ma il loro collegamento è già stabilito. Si sfideranno, non collaboreranno tra loro, cercheranno di mettere sotto l’altro e useranno terze persone per cercare di elevarsi contro questa persona che verrà immediatamente identificata come un piantagrane e un concorrente. Due Narcisisti Inferiori costretti a lavorare insieme diventeranno un problema per qualsiasi dipartimento delle risorse umane. Non volendo scendere a compromessi, incolpandosi sempre l’un l’altro, sottraendosi alla responsabilità, cercando di trarre una reazione l’uno dall’altro, è improbabile che riescano a lavorare, ma invece passano il loro tempo a cercare di abbassare l’altro. Non sarebbero concentrati sul cercare di superarsi a vicenda, dopotutto sono Inferiori, ma preferirebbero piuttosto provare a mettere l’altro giù, il che significa quindi che se il rivale è sotto di loro essi devono, automaticamente, essere sopra di lui. È un rapporto tumultuoso di insulti, accuse e persino di violenza reciproca che farà sì o che i due vengano divisi in modo che non ci siano interazioni o che entrambi vengano ignorati.

E che dire di due Inferiori che interagiscono come fonti terziarie, diciamo che uno è un cliente in un ristorante e l’altro è un cameriere? Possono, in quanto estranei, cavarsela con una breve quantità di carburante positivo l’uno per l’altro. Il cameriere è gentile e il cliente lo ringrazia. Se l’interazione è breve, entrambi possono farla franca con questa piccola quantità di carburante positivo. Se l’interazione diventa più lunga, aumenta il rischio che si accenda la furia dell’altro. Il cliente Inferiore percepisce una critica attraverso un servizio lento e insulta il cameriere. Questo reagisce e getta un drink addosso al cliente. Entrambi ottengono una botta istantanea di carburante e quindi l’interazione è finita, di nuovo con ogni probabilità attraverso l’intervento di terze persone. I due Inferiori, anche come fonti terziarie, non possono stare per molto tempo l’uno accanto all’altro prima che uno cerchi di attingere carburante all’altro. La bassa soglia di controllo dell’Inferiore implica che qualsiasi interazione con un altro Inferiore, familiare, sociale, collega di lavoro o l’interagire come estranei, comporterà un accesso d’ira tra i due.

Infine, che dire di due Inferiori che si uniscono nel contesto di una relazione intima? Possono due Inferiori considerarsi fonti primarie intime a vicenda? Esiste il rischio che provino a sedursi a vicenda a causa della loro incapacità di riconoscersi reciprocamente e della loro funzione cognitiva inferiore, il che significa che potrebbero non cogliere prontamente la mancanza di tratti empatici. La seduzione può iniziare ma non essere conclusa poiché entrambi scoprono istintivamente che l’altro non fornirà il carburante di cui avranno bisogno e quindi la seduzione viene interrotta. Hanno abbastanza istinto per sapere che la persona che hanno iniziato a sedurre non avrà ciò che richiedono e quindi decidono di non procedere con la seduzione.

Potrebbero tuttavia esserci occasioni in cui due Inferiori sono legati in una relazione romantica e cercano di fare dell’altro una Risorsa Primaria Intima. Questo è insolito, ma può accadere a causa di quanto segue: –

1. Entrambi hanno subito fughe da IPPS empatiche e quindi sono sprofondati in Modalità Caos. In assenza di IPPS in attesa in ballo, sono alla disperata ricerca di una persona e quindi inavvertitamente si agganciano tra loro a causa del loro disperato bisogno di carburante. Il loro stato indebolito e la loro disperazione faranno sì che loro istintivamente siano molto meno esigenti; e/o

2. Simulano l’apparenza di tratti empatici per prendere in trappola l’obiettivo e grazie alla funzione cognitiva inferiore (e soprattutto se non ci sono altri approvvigionamenti di carburante di fonte primaria a portata di mano) non riescono a scoprire che questa cosa è falsa e quindi inizialmente vengono ingannati.

Qualora due Inferiori “si innamorino” in tali circostanze, la natura della relazione sarà turbolenta e di breve durata. Inizialmente, continuando la seduzione, si forniranno a vicenda carburante positivo limitato. Questo perché, dati i loro minori livelli di energia, saranno focalizzati a tenere la bestia sotto controllo piuttosto che a porre l’accento sul fascino e sul magnetismo. Di conseguenza, non vi è tanto un Periodo d’Oro, ma piuttosto un Periodo di Bronzo. Questa scarsa disponibilità di carburante positivo farà sì che entrambi gli Inferiori siano irrequieti, irritabili e in difficoltà a tenere sotto controllo la bestia. Possono essere educati con gli altri per cercare di attingere carburante positivo, ma quando non è disponibile, perché ovviamente hanno a che fare con i propri simili che SI ASPETTANO di ricevere i complimenti e non vedono alcuna ragione di ricambiarli e la loro bassa soglia di controllo implica che la mancanza di carburante adeguato porterà molto rapidamente alla svalutazione.

Di conseguenza, il Periodo di Bronzo tra due Inferiori che si sono nominati IPPS a vicenda avrà vita breve e precipiterà verso la svalutazione. Entrambi si scaglieranno l’uno contro l’altro e così sarà disponibile del carburante adeguato dal momento che scoppiano in furia con l’altro. Sfortunatamente per loro l’accensione della furia significa che hanno bisogno di carburante per sostituire quello usato per la furia e quindi ci sarà un’eruzione esplosiva tra i due e poi saranno costretti a ritirarsi. Cercheranno carburante altrove e una volta soddisfatti torneranno l’uno dall’altro solo perché si verifichi l’esplosione successiva. Finché gli Inferiori possono attingere carburante da altre fonti e continuare ad esplodere con l’altro, vi sarà un periodo di svalutazione turbolento e al vetriolo che continuerà fino a quando uno o entrambi troveranno una fonte di carburante molto più efficace.

Diciamo che l’Inferiore A, trovando il carburante dell’Inferiore B estremamente insoddisfacente, trova una fonte secondaria empatica e inizia una relazione. Il carburante è di gran lunga superiore a quello fornito dall’Inferiore B. L’Inferiore A si muove per promuovere la fonte secondaria empatica a diventare una IPPS. L’Inferiore A ha trovato la fonte di carburante efficace e quindi scarterà l’Inferiore B. Successivamente, l’Inferiore A si concentrerà sulla nuova IPPS e non avrà riguardo per l’Inferiore B. L’Inferiore B percepisce la perdita della sua IPPS come una critica, la sua furia si accenderà e metterà in atto un Grande Recupero Iniziale per provare a riconquistare l’Inferiore A. Questo fallirà. L’Inferiore A resisterà al recupero a causa di ciò che è e anche perché sarà infatuato della nuova fonte primaria. L’Inferiore B potrebbe anche sferrare un attacco all’Inferiore A attraverso questa furia accesa ma sarà costretto rapidamente a trovare una fonte primaria alternativa. Una volta messo in sicurezza, l’Inferiore B, avendo anche lui trovato una nuova fonte primaria empatica, si concentrerà su di lei. Di conseguenza, gli Inferiori A e B non avranno rispetto reciproco e non si recupereranno, neanche quando svaluteranno le loro nuove fonti empatiche primarie, perché la Barra dei Criteri di Esecuzione di Recupero sarà elevata a causa della scarsa fornitura di carburante che hanno sperimentato.

Di conseguenza, in senso romantico, lo scontro di due Inferiori è rara e se dovesse accadere il rapporto sarà caotico, brutale e anche di breve durata con i due che in seguito difficilmente si incroceranno ancora di proposito.

H.G. TUDOR

When Narcissists Collide – Part One

📰 20 DEFLESSIONI DI UN NARCISISTA INFERIORE

190602F 20 Deflections of a Lesser Narcissist.jpg

L’inferiore del nostro genere è una creatura di reazioni istintive e risposte istintive. In comune con tutti i nostri tipi, lui o lei deve sempre evitare la colpa e deviare la responsabilità. Il Diniego è spesso usato dal Narcisista Inferiore per raggiungere questo obiettivo con un rifiuto brusco del commento che hai mosso contro di lui o lei e, se persisti, ti ritroverai inevitabilmente a ricevere una furia accesa allo scopo di farti desistere dal fare domande e attribuire la colpa. Il Narcisista Inferiore offrirà un diniego con poca o nessuna evidenza a sostegno. Non è più un argomento di discussione. L’inferiore si impegnerà anche nell’arte della deflessione. Lui o lei non pensa con attenzione che sta lanciando queste frasi e commenti nel tentativo di deviare la natura delle domande e delle accuse, ma piuttosto è una reazione immediata. In effetti, sembreranno spesso sollevate fuori contesto, sembrano essere illogiche e persino quasi prive di senso. Non lo sono per l’inferiore. Nel suo mondo queste sono risposte istintive che lui o lei deve escogitare al fine di deviare le tue domande su di lui. Le tue domande creano inquietudine e disagio e l’inferiore emetterà queste frasi da un prontuario che conserva. Gli manca la funzione più elevata per pensare a una risposta di alto livello che genera deviazioni, ma piuttosto utilizza queste frasi in un approccio “taglia unica”. Verranno scagliate contro di te, spesso rivestite da veleno, una risposta standard a ciò che stai dicendo al Narcisista Inferiore. Aspettati di sentirle durante la tua danza con l’inferiore. Non è abbastanza capace di escogitarne di nuove e fa affidamento su queste “vecchie fedeli” per deviare la forza di ciò che stai cercando di ottenere. La deflessione a questo livello funziona di solito causando incredulità e confusione da parte tua. Ti piace che tutto abbia un senso. Ti piace che le cose seguano un ordine e siano logiche e quindi queste risposte di scorta ti lasceranno sorpreso mentre cerchi di capire o cosa realmente loro hanno voluto dire o se capisci il senso del commento cosa diavolo c’entra con quello di cui tratta la discussione. Questa è la bellezza di questi commenti devianti per il Narcisista Inferiore. Non riesce a pensare a risposte intelligenti o articolate, ma non ne ha bisogno perché sono comunque efficaci nel farti stare al tuo posto. Potrebbero non sempre comportare che il tuo comportamento venga messo in discussione (dal momento che è più la caratteristica dei commenti devianti del Medio-Rango e del Narcisista Superiore) cosa che poi porta l’argomento di discussione in una direzione diversa. Questi commenti soddisfano comunque l’obiettivo di fermare la discussione dall’andare nella direzione in cui si trovava e, in effetti, di farla deviare verso un’improbabile tangente in un mucchio di confusione e smarrimento. Questo non interessa all’inferiore, finché l’attacco, la critica e / o l’interruzione delle domande vanno altrove e la sua responsabilità resta inattaccata. Finché la tua risposta gli fornisce un carburante, il commento non ha bisogno di essere magnifico o ben costruito. Ecco un prontuario di venti commenti devianti usati dai Narcisisti Inferiori.

1. Non sei niente di speciale lo sai.
2. Perché devi usare le parole del dizionario con me?
3. Non sono stupido, lo sai. Perché devi farmi passare per stupido?
4. Non mi interessa cosa fanno gli altri, sono idioti per aver pensato in quel modo.
5. Leggi troppi libri.
6. Pensi di essere così intelligente, vero?
7. Perché la mia cena non è pronta?
8. L’ascoltiamo di nuovo, vero? Posso sempre dire quando voi due avete parlato.
9. Può un uomo non avere un po’ di pace nella propria casa?
10. Sembri tua madre.
11. Sto uscendo.
12. Perché non sei pronto?
13. Dovresti conoscere la tua posizione.
14. Parli troppo.
15. Non mi ascolti mai come si deve.
16. Non preoccuparti di me, per cosa sei stato in piedi eh?
17. So cosa hai fatto.
18. Non puoi giudicarmi.
19. Le parole stravanganti non ti rendono giusto sai?
20. Da quando questa casa è diventata una stanza di tribunale?

H.G. TUDOR

20 Deflections of a Lesser Narcissist

📰 ESPORRE L’INFERIORE

190526F Exposing the Lesser.jpg

“So cosa sei.”

Quante volte hai voluto dire all’abusante con cui ti sei invischiato che finalmente hai scoperto cos’è? Potrebbe essere durante il tuo periodo di abuso, potrebbe essere quando sei stato gettato da parte, potrebbe essere quando sei recuperato di nuovo, ma alla fine hai acquisito un po’ di intuizione e illuminazione e io so che il tuo desiderio di impartire questa conoscenza è pressante. Vuoi che ti ascoltiamo mentre ci dici che ora sai cosa siamo. Vuoi che ascoltiamo e ascoltiamo bene.

È un paradosso che un commento come quello sopra causi maggiore preoccupazione e allarme per superiore della nostra specie, ma prima di descrivere dettagliatamente l’effetto che queste parole hanno sul narcisista superiore, diamo un’occhiata al membro con le funzioni più basse del nostro club esclusivo e come lo influenza, il narcisista inferiore. Quelli tra i nostri fratelli che sono di tipo inferiore non avranno alcuna comprensione di ciò che sono e una simile rivelazione non ha alcun significato per loro. Dì al minore della nostra specie che sai cosa è e con ogni probabilità ti verrà risposto con una scrollata di spalle sprezzante o una richiesta di spiegarti. Se dici a un narcisista inferiore cosa è e che sai, la sua mancanza di consapevolezza lo porterà a ridere dell’uso che fai della parola e senza dubbio ti chiederà cosa c’è per cena o di prendergli una birra. Se lasci perdere la questione, verrà dimenticata e l’informazione che hai offerto non lascerà neppure un segno sul narcisista inferiore. Lui sa che non è uno di essi. Probabilmente faticherebbe a pronunciarlo. Ma forse non hai finito. Dopotutto tu sei un empatico e vuoi che il tuo narcisista, anche se potresti non sapere che è della scuola inferiore, capisca ciò che è. Vuoi anche che sappia che tu lo sai. Per troppo tempo sei stato in svantaggio e sulla difensiva e ora vuoi recuperare un po’ di energia. Tu sei un discepolo della conoscenza. Sei un accolito che adora l’altare della comprensione e hai ritenuto necessario che questa volta il tuo narcisista, per quanto inferiore possa essere, dovrebbe essere consapevole di ciò che è che tu sei pienamente consapevole dei fatti. Non hai intenzione di lasciare che lui ignori questa cosa. Se dovessi quindi spiegare e descrivere quella persona come narcisista, forse non saprebbe nemmeno di che si tratta.

“Cosa intendi che sono un narcisista?” È la risposta più probabile a una simile affermazione. Non lo sta accettando giusto? Devi dargli di più. Devi mettere più di carne al fuoco per lui.

“Tu. Sei un narcisista. Dai potere alle persone, le fai sentire speciali e amate e poi senza alcuna ragione diventi cattivo. Questo è ciò che fa la tua specie. Non pensi a nessuno se non a te stesso. Non sono stato niente di buono per te e tu mi tratti come spazzatura.”

“Sono cazzate, chi ti ha riempito la testa di simili sciocchezze?”

“La mia amica Paula ha letto tutto sulla tua specie dopo che le ho detto di quanto sei orribile con me. Lei mi ha mostrato un libro e io l’ho letto e tu sei conforme al profilo. Sei un narcisista, un abusante orribile e vuoto.”

Avrà ottenuto l’immagine ora? Avrà una svolta nella comprensione ora che sai esattamente quello che è? Hai messo a segno un colpo e l’hai privato dei suoi poteri abusivi?

Il modo in cui fornisci queste osservazioni produrrà una e una sola risposta dal narcisista inferiore. L’accensione della sua furia. Non avrà un attimo di intuizione. Non accetterà ciò che hai detto. Non scivolerà via ferito dall’essere chiamato narcisista. La parola narcisista non ha significato per lui. Lui non è uno di quelli però, lo sa decisamente, ma la questione se lo è o meno viene immediatamente respinta. Sa che l’uso che fai della parola e il contesto in cui è stata usata, insieme alle tue tranquille descrizioni di “abusante”, “cattivo” e “orribile” equivale a una critica a lui o forse, più accuratamente descritto, non ci riflette e stabilisce che lo stai criticando. No, lui sa solo che ciò che hai detto è sbagliato e tutto un tratto una rabbia feroce lo ha travolto e tu devi essere punito.

La verità è che le tue parole lo hanno ferito perché lui è migliore di te e tu sei più debole di lui. Non ci riflette su perché è un narcisista inferiore. Risponde e reagisce in modo assurdo. Chi sei tu per criticare uno potente come lui? Dovresti sapere qual’è il tuo posto. La sua furia ribollente viene accesa e lui non può controllarla mentre irrompe da lui come lava che erutta da un vulcano.

“Oh, al diavolo Paula, te la sta raccontando vero? Quante volte ti ho detto di starle lontano? Non è altro che una maledetta piantagrane. Perché non fai come ti è stato detto?”, Grida e viene verso di te in modo minaccioso.

“Non è una piantagrane; lei si preoccupa per me.”

“Si intromette sempre, sono stufo di lei e degli altri tuoi amici. Sono io il capo di questa casa, non loro, capisci?”

“Io sono stufa di te che fai il prepotente con me, lasciami in pace!” Urli tu di rimando.

“Se facessi come ti è stato detto, non dovrei farlo non trovi?” Grida e la mano aperta fin troppo familiare ti spacca la faccia mentre lui perde il controllo della furia accesa e ti assale. Tu gridi di dolore, la mano alzata sopra il segno sulla tua guancia che sta già diventando rosso, mentre lui continua la sua feroce predica facendoti indietreggiare. Il tuo tentativo di portarlo a rendersi conto che tu sai è stato perso, sottomesso alla furia feroce che tu hai acceso con le critiche a lui. La sua reazione è di andare all’attacco e spaventarti, turbata e preoccupata per cos’altro potrebbe accadere. Stende un altro braccio e manda alcuni soprammobili su uno scaffale a schiantarsi sul pavimento, facendo sobbalzare la tua persona ipervigilante mentre la ceramica si schianta contro il pavimento. Il narcisista inferiore non sa che è lui a farlo, è una reazione immediata, un meccanismo di difesa alle tue critiche. Non capirà cosa intendi quando lo definisci narcisista. Lui non lo accetterà. Quando provi a spiegare cosa significa, se lo fai in modo calmo e misurato, tutto ciò che stai facendo è criticarlo e questo accenderà sempre la sua furia. Il narcisista inferiore è meno capace di controllare la sua reazione e il più delle volte, sottoposto a dove ti trovi, risponderà con violenza verbale e fisica dal momento che deve trarre una reazione immediata da te per fermare l’effetto-ferita delle tue critiche. Questo carburante che tu versi fuori mentre le tue lacrime cadono o urli contro di lui gli permette di curare la ferita che hai creato. Lui non sa nulla di ciò perché ha una funzione più bassa, reagisce e basta. Ecco perché quando dici a un narcisista inferiore che sai cosa è, è un’operazione inutile. O se lo farà scivolare addosso dal momento che per lui non ha alcun significato oppure se insisterai finirai per essere attaccato in qualche modo perché inneschi la sua furia.

Lui non può vederlo. Non gli è permesso di vederlo, ma deve essergli permesso di difendersi e con la maggior parte dei nostri metodi, la migliore forma di difesa è l’attacco. Quindi, che dire di quelli di noi della scuola superiore? Qual’è la differenza quando ci dici che sai cosa siamo? Beh, questo viene dopo. Quante volte ti ho detto di essere paziente? Vorrei davvero che tu mi ascoltassi.

H.G. TUDOR

Exposing the Lesser