Pubblicato il 1 commento

👤 ESSERE MOBILE

Amo il mio I-phone mobile (o per i nostri cugini oltre oceano, amo il mio cellulare). La tecnologia è così utile per me e la mia specie e noterai che è un tema a cui ritorno spesso. Oggi voglio concentrarmi sull’argomento del mio telefono.
È un’arma così brillante nel farti tenere sulle spine e in alto stato di confusione.

Quando sono con te vedrai che lo tengo continuamente in mano per scrivere messaggi, navigare su internet e spesso rispondere a chiamate. Naturalmente lo faccio perché tu ti chieda con chi sto comunicando e anche per mostrarti che è più importante di te. Altre volte terrò il cellulare lontano dai tuoi occhi supplichevoli. So che vorresti guardarlo e vedere chi mi ha contattato così continuo a tenerlo lontano per far aumentare la tua frustrazione. Inoltre non voglio che tu ci guardi e sappia cosa ho fatto precisamente. Lo spegnerò dicendo che non c’è segnale e questo ti irriterà. Dirò anche che non funziona e mi fingerò sorpreso quando arriverà una chiamata. Altre volte avrò finito il credito (anche se ho un contratto) quindi non potrò chiamarti. Tu chiederai perché non ti ho mandato un messaggio. Ti spiegherò che è per qualche altra ragione. Altre volte farò finta di averlo perso ed è per questo che non ero contattabile anche se poi l’ho ritrovato un attimo dopo. Tu mi dici che squillava a vuoto (ho disattivato la segreteria e ho messo il silenzioso) o che hai provato a lasciare il messaggio in segreteria ma ti spiego che la segreteria non funziona.
Questo mi consente di avere una miriade di metodi per farti infuriare, confondere e indebolire. La mia tecnica preferita, che ha davvero effetto su di te, è cambiare il mio numero senza dirtelo. Di solito la conservo per quando ti sottopongo al trattamento del silenzio.

H.G. TUDOR – Traduzione di PAOLA DE CARLI

Being Mobile

1 pensiero su “👤 ESSERE MOBILE

  1. […] sul fatto di non aver potuto usare il telefono, il telefono rotto ecc. (Vedi le scuse elencate in Essere Mobile) Queste spiegazioni potrebbero sembrare plausibili e anche se non lo fossero, sei troppo sollevato […]

Rispondi