Pubblicato il Lascia un commento

πŸ“° ALIMENTAMI UNA VOLTA

Il carburante Γ¨ l’unica cosa che devo avere. È attraverso di esso che funziono ed esisto. Considero tutta l’energia emozionale come nutrimento. Un’assenza di emozione mi causa problemi considerevoli e finirΓ  per determinare il mio distacco e la mia ricerca della stessa cosa da una fonte alternativa piΓΉ affidabile. Ci sono alcuni che sostengono che tragga energia da alcuni oggetti inanimati, ad esempio, gli status symbol. Guido una macchina costosa, indosso abiti su misura e vivo in una grande casa e tutto ciΓ² apparentemente mi procura carburante. È vero che noi desideriamo queste cose dato che si accordano al nostro senso di diritto a godere. Ci permettono anche di dimostrare il nostro successo e i nostri risultati al mondo intero. Noi bramiamo tali rappresentazioni di successo. Tuttavia, la mia tipologia ed io non desideriamo un orologio Rolex, un i-pad o un cellulare incastonato di diamanti come oggetti in sΓ©. Vogliamo queste cose per la reazione che creano nelle altre persone.

Quelli che ci vedono guidare una Bentley decappottabile rimangono immancabilmente a bocca aperta. Questa reazione al nostro prestigio ci procura il carburante di cui abbiamo bisogno. Le occhiate ammirate che attiriamo quando camminiamo lungo i corridoi dell’ufficio al lavoro indossando uno dei nostri magnifici completi, ci procurano carburante. I complimenti per lo stile delle scarpe, il cottage di proprietΓ  per le vacanze e quel party eccessivo che ha ospitato, sono tutte fonti di carburante per noi.
Gli oggetti inanimati sono piattaforme per l’approvvigionamento di carburante.
Se alcune persone resteranno meravigliate per la nostra scelta dell’automobile, ce ne saranno altre che esprimeranno gelosia e invidia.
Queste reazioni sono accolte anche meglio. I commenti taglienti che accompagnano occhiate verdi d’invidia sono sprecate con noi. Le parole evaporano perchΓ© sono le emozioni nascoste all’interno di queste parole e gli sguardi funesti ciΓ² che vogliamo.

Il nostro fascino e dipendenza verso gli oggetti inanimati e la parte che giocano nel procurarci il carburante comunque non termina con ciΓ² che tu consideri come oggetto inanimato in senso tradizionale. Il piΓΉ efficace oggetto inanimato che ci rifornisce di carburante sei tu. Come possiamo considerare una persona come un oggetto inanimato? CosΓ¬ come per le parole dissipate in feroci commenti ci appigliamo alle emozioni, esattamente allo stesso modo l’identitΓ  di chi ci procura energia viene accantonata appena assaporiamo il carburante che possiamo estrarre. Quelle di voi che seduciamo e portiamo nel nostro mondo dove possiamo attingere dalla vostra energia in profonditΓ , vengono considerate niente piΓΉ che un dispositivo. Non vediamo una persona. Non riconosciamo un’identitΓ . Vediamo una macchina che ha uno e un solo scopo. Fornirci carburante.

H.G. TUDOR – Traduzione di PAOLA DE CARLI

Fuel Me Once

Rispondi