Pubblicato il Lascia un commento

✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA – N. 47

Ciao, estasi!

A 23 anni non sei niente meno che magnifico. Nessun’altra parola ti si addice … Scavi la tua anima nel profondo e scrivi le tue teorie umane … naturalmente con te al più alto, il terzo, livello della gerarchia, ma è così difficile metterlo in discussione, guardandoti … Se mai ti inserirai nel concetto di narcisismo, probabilmente questa conoscenza potrà renderti ancora più forte …

Mi chiedo che cosa diventerai tra cinque, dieci anni! … Sarai un narcisista maturo e pericoloso, sicuramente … Senza quell’adorabile infantile onestà sulle tue intuizioni di chi sei e come funziona la tua anima.

Probabilmente presto scoprirai gli ultimi tasselli del tutto per avere il quadro completo e nascondere tutto ciò da chiunque per sempre. E sembra già spaventoso.

Sai che le persone a volte vengono ferite a incontrarti. Pensi che sia perché la loro convenzionale visione del mondo troppo rigida viene messa contro la tua avanzata …

Puoi sedurre chiunque tu voglia. E lo sai, naturalmente. Puoi già farlo in modo impeccabile, essendo così giovane …

Non avevo intenzione di trovare te o il presunto mistero di come tu fossi possibile nella mia vita. Semplicemente sei arrivato … Volendo qualcosa da me così disperatamente. Volendo cosa? …

Tu eri il mio peccato. La mia fiaba nella vita reale. Il mio sogno nel mondo reale. Un ragazzo dei miei ingenui desideri da adolescente che più avanti nella mia vita è diventato vero. Mi dicevi sempre che eri drogato di me; Io sentivo la stessa cosa. Un sentimento di felicità così forte e profondo. Eri solito definirlo “tensione” … Sono stata stupida a capire cosa volevi esattamente da me … di solito, nel mio passato, la gente voleva solo qualcosa di sessuale. Ma non tu. Tu sei più serio. Sei decisamente il cacciatore di anime. Sei venuto e hai preso il mio cuore così facilmente e con grazia come se fosse rimasto sullo scaffale ad aspettare solo te per tutti questi anni. Ma cosa volevi fin da allora? … Era strano e inspiegabile. Ora ho la risposta – volevi carburante. Non ero in grado di cogliere, essendo intrappolata in contesti di “persone normali”, che questa cosa potesse essere così apprezzata.

L’insolita energia che mettevi nei nostri rapporti fin dall’inizio era incanalata nel darmi ciò che volevi per te stesso: mi facevi sentir bene così ti dirò quanto sei bravo …

Con te, mi sentivo desiderata. Bellissimo. Viva e appagata come mai prima d’ora. Rispettata per le mie conoscenze e competenze. Amata adeguatamente, per la prima volta nella mia vita. Se l’amore esiste, ora so cos’è. Io amavo. E sono stata amata. Non importa quanto corrisponda all’illusione e alle aspettative comuni dell’amore. Era così.

Hai attivato la proiezione più bella e magnifica che abbia mai sperimentato. Mi hai portato un pezzo di vero paradiso e l’hai condiviso con me così generosamente.

Mi sentivo fisicamente come se avessi di nuovo la tua età e la mia vita è al punto più alto possibile di felicità: la felicità di essere compresa da un essere umano come te.

La tua energia … Tu eri la mia fonte di energia vitale e potere in un’altra persona. Mi chiedevo come se tu mi dai così tanto, ti assicurassi che anche tu stessi prendendo energia da me. Era una cosa reciproca. Insieme siamo stati forti come dei.

Ho pensato alla mia età e alla mia professione. Io conosco le persone e sono in grado di individuare qualsiasi manipolazione. Non con te. Niente ha funzionato con te …

Le pupille dei tuoi occhi erano davvero così larghe. Sembrava che i tuoi occhi fossero di colore scuro quando non lo sono … I tuoi demoni. La tua energia. I tuoi sorrisi …

Indossavi spesso occhiali scuri. Ora so il perché. Probabilmente qualcuno in passato aveva preso paura per il tuo sguardo e tu hai preso questa precauzione. Eri così statico mentre mi guardavi, mentre mi ascoltavi, che pensavo che la connessione skype si fosse persa.

Sono grata di averti incontrato nella mia vita. Mi hai mostrato il mio riflesso – un riflesso del meglio di me … L’hai attivato, elaborato, hai permesso la mia proiezione – qualunque cosa fosse, era il tuo potere, il tuo dono e il tuo ruolo nella mia vita.

Mi hai fatto le cose più belle che conosci, ti sei esibito come un professionista senza difetti. E te ne sei andato quando l’inevitabile fine del paradiso era vicina. Hai sigillato il bellissimo esempio di memoria asettica nel mio cervello – delle cose perfette che puoi dare e che ho sempre appreso. Hai lasciato la tua impronta eterna nella mia memoria come un regalo. E te ne sei andato.

“Il paradiso è sparito, la battaglia è vinta …”

Io ho detto: “Ti terrò nel mio ricordo _sempre_. I tuoi sorrisi … Sei la cosa migliore che mi sia mai capitata nella vita.” Entrambi sapevamo che non possiamo continuare a causa dei fattori esterni. O questo porterebbe grandi cambiamenti.

Il giorno dopo hai detto: “Bene, hai già detto tutto ciò che volevi dire. Non scrivermi più.” E mi hai bloccato ovunque.

***

Tu blocchi; sblocchi. Io blocco; sblocco.

Tu pedini. Io pedino. Nessuna singola parola.

Le intenzioni sincere sono profondamente bloccate.

Tu scegli “sblocca” quando io scelgo “blocca”.

***

Hai detto già che non sarà facile per entrambi. Credi che le relazioni finiscano sempre con nulla di buono. E se restiamo insieme più a lungo, sarà ancora più difficile e doloroso porvi fine. “Tu non mi conosci”, – hai detto. Io ho detto: “Dai, ti sento, la tua energia, qual’è la cosa che posso _sapere_ su di te, che può cambiare la situazione?” Ingenuo.

Ricordo anche quando il magnifico essere umano improvvisamente si trasformò in un bambino offeso, privato delle caramelle, e disse: “La stessa qualità di comunicazione che avevo con te, naturalmente, non la troverò più”. A questa cosa io credo: corrisponde alla mia visione della situazione. Ma troverai una vasta gamma di carburante senza problemi. Sei un esploratore. Spero che tu possa vedere e provare molte altre cose belle nella vita a venire.

Io sono grata. Grata a te e alla vita. È l’unica sensazione che ho ora su di te e su ciò che è successo. Subito dopo la rottura, ho sentito un’altra cosa, ovviamente: come se metà della mia anima mi fosse stata tolta e stesse sanguinando tutto il tempo. Molto dolore, dolore puro, come se qualcuno morisse. Era l’insopportabile intensa sensazione di perderti. È stato un tempo lungo; un mese o giù di lì di perderti a poco a poco nel mucchio della memoria etichettato come “passato” …

Esattamente dopo un mese, hai postato la canzone malinconica con le parole “chi ha detto che sei uno su un milione? Sei molto più di quello”, con chiari accenni che ti riferivi a me per te.

L’inferno, l’estasi! .. l’inferno …… Era sadico. La tua idealizzazione non era ovviamente obiettiva, ma così piacevole.

Ho pensato di poter essere amici forse anche fino alla morte, e fare progetti insieme – sei diventato il mio migliore amico e il mio migliore collega, e ovviamente non avevo nessun piano romantico con te. Ma tu non hai potuto resistere a tentare la tua seduzione con me: hai vinto. Un dolore così bello da ricordare. Quando i resti del mio “pensiero normale” che tu sei molto più giovane di me sono svaniti e mi sono arresa alla totale libertà di un sentimento bellissimo. Contatto anima con anima e niente in questo mondo conta …

Hai detto che hai paura di iniziare a provare troppo … E hai bisogno di nasconderti nella filosofia per scriverlo e fermare quei sentimenti in te.

Hai detto di essere emotivamente immaturo … Perché pensi così di te stesso, invece di essere consapevole di essere un raro essere umano assolutamente autosufficiente e fermarti a cercare relazioni umane “normali”? …

Abbiamo condiviso il momento che durerà per sempre nella mia memoria. Il tesoro della vera arte – la bella creazione dell’interazione umana.

Attraverso di te, so chi sono io adesso … Ho proiettato su di te una parte di me, l’ho vista, ammirata, mi sono innamorata di essa, l’ho ripresa dentro e sono diventata più completa …

Non ho bisogno di alcun seguito con te – capisco chiaramente che certi momenti sono troppo divini per durare a lungo; sono proiezioni delle nostre parti divine, quindi sono per gli dei e le leggende, non per gli umani, perciò hanno una fine inevitabile. Non sono gelosa nel vedere che hai qualcun altra con cui sei felice e che rendi felice per un breve periodo. Grazie a HG, non mi sforzo più con i pensieri che ci sarà qualcuno migliore di me per te, o che troverai qualcuno per il lieto fine, – L’ho fatto così tante volte da giovane, ero così gelosa … Ma non in questo caso. Non provo nulla a vedere le tue foto con altre; sento la mia superiorità e anzi sto sorridendo non so perché. Dai a qualcuno la possibilità di avere dei doni che io ho adesso. Tu sei “proprietà pubblica” in effetti, come qualcuno ha correttamente definito.

Tu hai un talento – talento creativo che in realtà puoi usare in qualsiasi campo: rendere felici le persone o farle morire internamente … sei davvero una specie di dio a questo proposito.

E se tu scegliessi di recitare solo la prima parte con tutti quelli che incontri? …

Tu sei bello. Non perché io trovi in questo modo la mia parte proiettata in te, ma per TE – in tutta la complessità della tua anima artigianale. Tu sei la “parte di quel potere che eternamente vuole il male ed eternamente funziona bene”.

***

Il potere di vedere i vantaggi senza rimpianti …

Il potere di vivere col mio fuoco senza ustioni.

Questo è il mio; i tuoi sono profondità sovrumane

nessuno capisce la verità sulla terra.

Abbiamo il lato oscuro e qualcosa in comune

Abbiamo visto e siamo riusciti ad afferrare.

Siamo lati diversi di una moneta,

Diversi percorsi scelti consapevolmente.

Sto mantenendo la tua traccia nella mia anima come un tesoro.

Sto mantenendo i tuoi doni interiori di cui non sai.

La tua importanza per me è fuori misura.

E il tuo posto nella mia anima nessuno lo riprenderà sulla terra.

Quando ogni canzone – parla di noi, ogni canzone. E ogni libro di filosofia.

Quando il cielo dice che questo era destinato a essere breve, e aveva un bell’aspetto.

Quando non ho bisogno di niente da te –

Assolutamente nulla da fare o da diventare –

Basta che tu stia qui in questo mondo, solo esserci …

E quando vuoi – vieni …

***

Naturalmente, tu non sei il primo narcisista che ho incontrato. Ma sicuramente il migliore! Nessuno si avvicinava neppure a te. E sto imparando cose nuove ogni volta che la vita mi dà il narcisista, evolvendo verso il punto in cui mi trovo ora.

Con il tuo primo predecessore scappavo, ribelle, e picchiavo i suoi luogotenenti. Avevo quindici anni. Volevo un normale “amore” e relazioni, il matrimonio e tutto ciò che la ragazza si aspetta idealisticamente, ovviamente non questo casino con tre fidanzate contemporaneamente.

Niente di meglio sono stata col tuo secondo predecessore quando avevamo entrambi vent’anni: per lui ero incredibilmente distruttiva. Quanto lo era lui per me, probabilmente: alla fine eravamo entrambi un disastro totale. La sua paranoia si sviluppò sulle mie azioni. Piangeva sconfitto molte volte; Io cercavo di migliorarlo, aspettandomi ancora cose convenzionali da parte dell’uomo. Posso persino dare alcuni consigli utili su come ottenerle – avendo l’inferno reciproco, non a senso unico con un narcisista. Lui era di medio-rango, non merita nemmeno di essere menzionato, se non per il fatto che le mie lezioni mi stanno permettendo di realizzare molte cose e di essere chi ero con te in seguito.

Con te … Con te ero diversa. Hai fatto la cosa in modo che non avessi mai bisogno di mostrarti di cosa sono capace, e tu sinceramente ti chiedevi: “Hai rabbia a volte?” Tu non mi conosci, estasi; la stessa cosa che dicevi tu, che io non ti conosco. Probabilmente non avevamo abbastanza tempo per scambiare la nostra abbagliante oscurità. Non ci siamo mai minacciati a vicenda, è per questo che ho pensato che tu fossi molto caldo e premuroso.

Con te, ero solo io al mio meglio, avevo sperimentato e provato già tutto quello, ero rilassata e non volevo più cose normali, – in realtà, non volendo nulla dagli altri nella mia vita. Ho sperimentato tutte le cose che mi accadevano in modo così inaspettato come doni, senza mai volere qualcosa di più. Quindi ho avuto una bellissima esperienza un po’ curiosa a godermi te così come sei. Cacciatore di anime … Stavo posando gli occhi su di te, provando un tale atteggiamento di tenerezza e interesse alla tua, per mia intuizione intuitiva, anima molto sensibile. Forse come una mamma. Hai bisogno della mamma? Probabilmente non più – troppo tardi: hai 23 anni, non 3. Hai detto che hai bisogno di me come guida, avendo le mie briciole di consigli … Suppongo di riuscire e di non ferirti neanche una volta. È triste che la comunicazione con te non possa essere fatta per lungo tempo a distanza da amico … Hai scelto di sedurmi e scartarmi come chiunque altro. Sostituibile … Ok. Il vostro modo di essere. Ma ora so che sono stata una risorsa Primaria per l’assolutamente straordinario Superiore: ora so quanto è deliziosa questa danza con l’oscurità. La mia esperienza di vita è diventata più ampia, più piena e più luminosa. Ne vale assolutamente la pena.

Immagino sia la fine … O no? … Non porterai in vita il mio lato oscuro nel secondo atto, non lo farai, vero?

Antifragile

H.G. TUDOR – Traduzione di PAOLA DE CARLI

A Letter to the Narcissist – No. 47

Rispondi