LOVEBOMBING: SE IL NARCISISTA FOSSE ONESTO

E se al narcisista inconsapevole venisse data consapevolezza e ti confessasse come ti considerava e il suo comportamento prima dell’inizio del love bombing? E se il narcisista, una volta consapevole, decidesse di esternare i suoi pensieri e le sue motivazioni su di te, e non lo considerasse più come una perdita di potere? Se lo facesse, questo sarebbe il risultato.

Cara vittima,

Eccoti seduta. Immersa nell’innocenza, intrisa di inconsapevolezza, che stai annegando nella vulnerabilità. Sei un empatico. Lo posso riconoscere. Dalle cose che dici, dalle cose che fai, dal modo in cui ti muovi, dal modo in cui interagisci con gli altri, dalla tua gestualità, dallo sguardo nei tuoi occhi e dalle espressioni del viso che fai, risplendi proprio come fa l’empatico. Grandi bolle di onestà si formano sulla tua superficie e fluttuano verso l’alto, spruzzi potenti getti di bisogno di giustizia e la decenza brilla attorno a te come un mantello etereo. Guardo come le onde della tua natura premurosa muoversi avanti e indietro su di te, bella dimostrazione di ciò che sei. Le spire della tua compassione spuntano su di te e si muovono verso l’alto avvolgendo il fortunato destinatario a cui sono dirette. Risplendi di desiderio di guarire e aggiustare come se una magnifica luce, che si diffonde per tutto il mondo da te. Il faro, che bandisce l’oscurità e fornisce soccorso e sostegno a coloro su cui si posa questo raggio riparatore. Io vedo tutto questo. Questi tratti empatici e altro ancora fanno parte dell’ecosistema empatico e io sono il predatore che attende all’interno di questo ecosistema, pronto a trarne vantaggio.

Vedo anche i tratti narcisistici. La rabbia ribollente che risiede sotto il tuo mantello di decenza, quel mantello che tiene sotto controllo la tua rabbia fino a quando non le viene permesso di fare un’apparizione con la messa in atto del giusto sdegno. Sento l’ostentazione che hai, un ardente desiderio di essere visto, ma dal momento che si trova sotto la tua natura premurosa, è sempre visto solo nel suo uso giusto e divertente, senza mai mostrare appropriazione o vanagloria.

La tua gelosia è in agguato, ma intrappolata in quelle bolle di onestà, tranne quando una di quelle bolle viene scoppiata da una forza esterna, di solito io e il mio abuso, anche se vi stiamo a una certa distanza in questo frangente.

No, questo è proprio il momento giusto prima che io inizi la seduzione. Dico seduzione perché suona romantico ma in realtà è un’invasione. Vedi, tu sei uno stato-nazione che ha le risorse di cui ho bisogno. La mia perlustrazione è in fase iniziale e non so ancora se diventerai la mia Fonte Primaria Intimo (la mia metà, moglie, compagna, fidanzata), o se sarai una IPSS, una di quelle che prenderò e poserò come e quando lo ritengo opportuno e a cui permetterò un accesso al mio mondo, oppure una di quelle che terrò nascosta lì, nell’ombra, per quando avrò bisogno di una nuova iniezione del carburante che devo avere. Quello che so è che già mi appartieni. Nel momento in cui ti ho visto il tuo destino era segnato, sei divenuta mia proprietà, tutto ciò che ora devo fare è invaderti.

Ti risparmierò questa invasione? No. Non mi interessa affatto di te. Io non ho alcuna empatia emotiva e quindi prenderò ciò di cui ho bisogno senza alcun riguardo per le conseguenze su di te. Ti invaderò lentamente e progressivamente, magari ti darò la possibilità di capire se è giusto per te? No. Questa è un’invasione. Devo arrivare alla tua sottomissione prima possibile. Vedi, io non posso andare avanti a meno che tu non sia sotto il mio controllo e la possibilità che tu possa minacciare il mio controllo su di te inizia a indebolirmi, a farmi sentire insignificante e impotente e questo non deve mai, mai accadere. Ciò significa che devo ottenere il controllo su di te in modo da poter accedere alle tue risorse – il tuo carburante, i tuoi tratti caratteriali e i tuoi benefici residui – il più rapidamente possibile.

Ora, la maggior parte delle invasioni sono una brutale dimostrazione di forza: sottomettono il nemico, distruggono le difese dell’opposizione, frantumano le loro infrastrutture, terrorizzano le loro popolazioni e annientano le loro forze armate con un impressionante arsenale di armi distruttive. Questa invasione sarà brutale per la sua velocità, sarai sottomesso, distruggerò le tue difese, disabiliterò i tuoi sistemi di supporto, occuperò ogni centimetro di te, monopolizzerò il tuo tempo, ti isolerò da ogni fattore di interferenza, sfrutterò le tue risorse e le renderò mie per assicurarmi che tu sia soggiogato. Ma non lo farò con terrore, lo farò con amore.

Beh, io dico amore; a dire il vero, non ho idea di come amarti. Non ho empatia emotiva il che, ricorda, significa che sono assolutamente incapace di amarti in un modo che sia ottimale per te. Invece, quello che ho intenzione di fare è darti quello che io credo sia l’amore (ma in realtà non lo è) e tu, grazie ai miei predecessori narcisisti, sei stato ingannato e hai frainteso cosa sia l’amore. Vedi, l’amore in realtà si basa sull’empatia emotiva, significa rispettarsi l’un l’altro, avere cose in comune, accettare le differenze, essere pazienti e di supporto, prendersi del tempo per conoscersi, accettare chi sei ed essere accettato per ciò che si è, condividere e prendersi cura, ascoltare e farlo correttamente. Questa empatia emotiva significa riconoscere i confini, significa non manipolare né abusare mai, significa impegnarsi insieme e stare fianco a fianco quando il mondo, ed è un vecchio duro mondo, ti lancia le sue sfide. Significa non sottrarsi alle responsabilità, significa alzarsi ed essere considerati, significa tenere a freno gelosia e invidia, c’è fedeltà e passione reciproca. Sta tutto nelle azioni e non nelle parole.

Il problema in tutto ciò è che io non sono progettato per farlo, ma sono progettato per darti l’impressione di essere capace di farlo.

La mia invasione si compone di tre parti:

  1. Userò la narrativa narcisistica per abbagliarti,
  2. Userò i miei poteri di mimetismo per farti pensare di avere empatia emotiva, e
  3. Rispecchierò te stesso.

Sono tutte basate sulla fabbricazione: la fabbricazione di ciò che è l’amore, la fabbricazione di empatia emotiva e la fabbricazione di ciò che tu pensi che io sia.

La prima parte è che i miei predecessori narcisisti sono diventati gli artefici dell’ideale dell’amore. Tutto ciò che ho appena descritto su come l’amore sia basato sull’empatia emotiva, beh, hanno effettivamente mandato tutto all’aria perché è troppo lento, noioso e non porterà alla tua rapida sottomissione. Di conseguenza, amarti davvero attraverso l’empatia emotiva sarebbe troppo lento e non mi darebbe il controllo che devo disperatamente avere su di te. Invece, ciò che mi permette di conquistarti in un batter d’occhio è la fabbricazione. Ti lusingherò, ti farò i complimenti, ti adorerò, ti ammirerò, ti sommergerò con la mia infatuazione. Ti idealizzerò e ti metterò sul piedistallo più alto. Ti custodirò, ti desidererò, ti valorizzerò, ti perfezionerò e ti metterò in mostra. Nota ciò che significa tutto questo, sì, tu sei un oggetto per me, il mio oggetto. Non te ne renderai conto però perché ti ricoprirò di narrativa narcisistica, quindi pensi che quello che ti sto dando sia l’amore più perfetto e incredibile, ma non lo è. È un’illusione. È un falso.

Mi trasformerò in tutti poeti romantici raccolti in uno, sarò un assaltatore di seduzione, ti sottometterò dandoti il sesso più incredibile che hai mai sperimentato, ti comprerò regali, ti presenterò a tutti i miei amici e familiari, ti proporrò il matrimonio entro poche settimane dal nostro incontro, mi trasferirò a casa tua entro una settimana dall’incontro con te perché “sembra così giusto”, ti dirò quanto sei meravigliosa rispetto a quella persona orribile con cui stavo prima, ti dirò che nessuno è paragonabile a te, che sei semplicemente la migliore, che non voglio perdermi niente, che l’amore arriva rapidamente, che tutto ciò di cui hai bisogno è amore – vedi come i miei predecessori hanno già fatto il duro lavoro? Sono i parolieri, gli artisti, i poeti, gli autori, gli intrattenitori e gli scrittori di carte Hallmark. I miei fratelli narcisisti hanno creato un arazzo di ciò che è l’amore romantico, ed è falso. Questo non è amore, ma tu sei stato condizionato da film, libri, poesie e canzoni a credere che lo sia e tutto quello che io farò è avvolgerti in tutte queste cose e farti sentire come se fossi l’unica ragazza nel mondo. Sarà mozzafiato, incredibile, strabiliante e vertiginoso. Il tuo cuore accelererà, il tuo spirito salirà, avrai una molla sotto i piedi e un sorriso stampato sul viso per settimane e mesi. Tutto questo è chiamato periodo d’oro.

Ti è stato dato questo periodo d’oro in modo che io possa invaderti e occuparti nel più breve tempo possibile e con il massimo effetto. Dentro questo periodo d’oro. Userò anche l’artificio di darti l’impressione che pure io ti amo con empatia emotiva. Oltre ai fuochi d’artificio, alle luci scintillanti e agli arcobaleni, ti darò scorci di gentilezza e sostegno. Questa è la seconda parte dell’invasione. Ciò fa sì che la mia invasione abbia successo. Dopo aver usato l’idea narcisistica dell’amore per abbagliarti fino alla sottomissione e il secondo passo è quello di sovrapporvi l’apparenza di avere empatia emotiva. Io sono un esperto in fatto di falsificazione. Sono stato progettato in modo da poter imitare ciò che fanno le persone veramente empatiche, ma lo faccio solo per un breve periodo, a intermittenza quando devo assolutamente farlo, e naturalmente al solo scopo di farti mia. Ti porterò il brodo di pollo quando non ti senti bene, farò il bucato, porterò il cane a fare una passeggiata, metterò in ordine, cucinerò per te, ti ascolterò parlare di quanto sia difficile il tuo capo e ti darò consigli su come gestirlo. In realtà non me ne frega un cazzo di nessuna di queste cose, ma devo farle, quindi pensi che io sia quel tipo di persona. Devo darti i fuochi d’artificio, quindi pensi che io sia speciale e la falsa empatia, ti porta a pensare che io sia di supporto e affidabile.

Assieme a tutto questo c’è la terza parte, il mirroring. Vedi, io in realtà non esisto, beh, ma quella parte di me è rinchiusa e non deve mai essere vista. Quello che voglio dire è che ciò che vedi e sperimenti non esiste, è una fabbricazione mutaforma che assume qualsiasi forma sia necessaria per conquistarti. Olimpico sessuale? Nessun problema. Bon viveur? Assolutamente. Pilastro della comunità? È stato facile. Capitano Successo? Già in preparazione. Dottor Premuroso? Al vostro servizio, signora. Padre amorevole? Compagno gentile? Intrattenitore esilarante? Matto per lo sport? Attento alla moda? Cervello grande quanto il Canada? Genio letterario? Appassionato di Comicon? Osservatore di abbuffate con amici? Amante di Dirty Dancing? Accolito religioso? Dedito alle opere letterarie di grandi scrittori americani? Pescatore a mosca? Equestre? Giocatore di bowling? Controlla, controlla e controlla. Diventerò tutto ciò che è necessario per conquistarti.

Tutto di te verrà rispecchiato, il modo in cui sorridi, il modo in cui ami, le cose che ti piacciono e le cose che non ti piacciono. Quello che ti mostro non sono io, buon Dio no, quello che ti mostro sei te stesso. Nella più geniale delle perversioni, ti faccio innamorare di te stesso. Quanto è narcisistico!

Quindi, niente di tutto ciò è autentico, ma ora non devi preoccuparti di questo, perché la parte migliore è che neanche te ne accorgerai. Sono così bravo in questo, perché sono progettato per essere in questo modo e tu sei progettato per non accorgertene (grazie pensiero emotivo). Accomodati e goditi questo periodo d’oro perché sarà diverso da qualsiasi cosa tu abbia mai sperimentato prima. È davvero incredibile e tu puoi anche godertelo perché ti verrà tolto. Sì, ho solo bisogno di darti il periodo d’oro per conquistarti ed estrarre le tue risorse, dopo di che, beh, te lo toglierò via e poi l’orrore completo si riverserà su di te, ma non abbiamo bisogno di entrare in questo discorso ora. Ciò che devi fare è goderti questo e ti garantisco che lo farai, è oltre le massime altezze, è più potente e dà più dipendenza dell’eroina.

Quindi, eccoti seduta, il mio mirino puntato su di te, il bersaglio sul tuo cuore tutto illuminato e facile da vedere per uno come me. È ora di iniziare la seduzione, è ora di bombardarti d’amore. È ora di farti mia con l’uso di falsificazione, menzogna e fabbricazione in una misura senza precedenti.

Mi sento cattivo per questo? Certo che no. Semplicemente non mi interessa, ma farò sembrare che mi interessi.

Io sono come il predatore che ha imparato a imitare la lucciola. Lampeggerò e farò il segnale in modo che tu pensi che sia pronto per l’accoppiamento e quando verrai da me, tutto impaziente ed estasiato, ti prenderò in trappola e più tardi ti divorerò, e tu non offrirai resistenza, confuso e sbalordito per come hai fatto a innamorarti di questo.

È tutto un grosso inganno. Io sono l’impostore dell’amore e tu sei la mia vittima.

Traduzione di PAOLA DE CARLI dal testo originale di H.G. TUDOR