Pubblicato il Lascia un commento

✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 33

“FOTTITI IDIOTA !!!!” Ti ricordi di avermi mandato quel messaggio? Tutto perché ho permesso al papà di mio figlio di modificare i tempi.

Pensi ancora che io sia una “fottuta idiota”?
Avevi ragione, certo. Devi aver pensato di aver fatto bingo quando ti ho spiegato quanto sono riservata e quanto odiavo lo scontro. Perfetto.
Mi hai distrutto. Hai frantumato ogni elemento del mio essere in un milione di pezzi.
Sapevi cosa stavi facendo quando ti sei tagliato i polsi perché ho cercato di lasciarti.
Sapevi che sarei stata, da quel momento in poi, emotivamente in ostaggio a te. Hai rapito la mia anima. Mi avevi intrappolato ma ti sei reso conto che da quel momento in poi io ti ho disprezzato? Mi hai ripugnato. La nausea mi sopraffaceva ogni volta che toccavi la mia pelle fremente.
Non proprio il Dio che credevi di essere, vero?
Una cosa che dovresti sapere comunque – che quando distruggi lo spirito di una persona fino a quando non sa più chi è, quella persona cambia. Quella persona inizia da zero. Quella persona può essere chi vuole essere. Potrei quasi ringraziarti per essere stato l’elemento propulsore nel rendermi chi sono oggi. Quasi.
Hai sottovalutato il mio amore per mio figlio. Allora avresti potuto, e hai fatto tutto quello che volevi a me, ma non avresti dovuto creare problemi a mio figlio …
Quindi, cosa hai pensato quando sono venuta nel caffè in cui eri seduto? Pensavi che sarei scappata dalla paura? Certo, perché tu sei un bullo. Ma invece mi sono seduta a un tavolo dietro di te e devo dire che mi sono divertita con i tuoi ovvi tentativi di evitarmi e di sembrare a tuo agio. Mettere i piedi sul divano e distenderti completamente come se fossi a casa è stato piuttosto divertente per me. Non avrai notato altri clienti che si facevano cenni a vicenda indicando la tua mancanza di etichetta sociale, mentre eri impegnato a fingere di essere rilassato e non intimidito. Non mi ha ingannato comunque. Sì, i ruoli si sono invertiti.
Sapevi che ho visto la diagnosi e il piano di assistenza per la tua salute mentale? Certo che non lo sai. Di nuovo, hai sottovalutato ciò di cui ero capace.
BPD ehi? Hmmm. Bel tentativo. Mi chiedo se hanno già visto la maschera di vittima autolesionista? Mi chiedo se hanno messo alla prova i tuoi comportamenti? Ecco che allora le diagnosi cambieranno. Gli altri li puoi controllare ma ti manca la stessa capacità nel controllare te stesso.
Attendo con ansia il prossimo referto …
Ora non provo nulla per te. E quando non dico nulla intendo letteralmente. Né amore né odio. Né un sogno né un incubo. Non sei né vivo né morto.
Non desidero che tu legga queste parole. Sono solo il riflesso di un ricordo.
Non cerco la vendetta. Non voglio ferirti. Non ho rabbia né pietà verso di te. Non ho niente per te.
Tu non esisti
Ti auguro il meglio
La fottuta idiota

H.G. TUDOR

A Letter to the Narcissist – No. 33

 

Rispondi