📰 ESPOSIZIONE DURANTE LA FUGA

191127B Exposure During Escape.jpg

Dovresti esporre il tuo narcisista quando sei scappato? Dovresti esporre lui o lei se sei stato scartato? È molto più probabile che tu abbia stabilito con chi hai avuto a che fare per così tanti mesi tortuosi o addirittura anni, quando la relazione formale si è conclusa. Se sei riuscito a scappare, o, più spesso, sei stato scartato, la rivelazione di ciò con cui sei stato invischiato è più probabile che vi sia in un secondo tempo piuttosto che, al contrario, durante la seduzione o la svalutazione.

Armato di questa nuova scoperta, quando i pezzi del puzzle iniziano a combaciare, mentre l’emozione rimane fresca, il desiderio di esporci al mondo in generale è estremamente allettante. Quale modo migliore per vendicarsi del fare in modo che quelli che ci adulano capiscano cosa siamo veramente? Ora tu sai e, in accordo con la tua natura empatica, ti senti obbligato a condividere questa verità ora che l’hai cercata e trovata. Ora deve essere sicuramente il momento di annunciare al mondo che siamo narcisisti?

Ancora una volta, come descritto nel capitolo sulla svalutazione, i tempi e la scuola del narcisista sono molto importanti per capire cosa potrebbe accadere in conseguenza di questo smascheramento a terzi. Affrontiamo qui i risvolti possibili quando sei sfuggito al tuo narcisista.

Post Fuga

Il prossimo scenario è considerare cosa accadrà se tu dovessi esporci a terzi una volta che sei sfuggito alla nostra presa.

L’Inferiore.

Avrai rubato un’opportunità al Narcisista Inferiore. Basandoti sul presupposto che hai effettuato il no contact e sei sfuggito alla sua presa senza dargli l’opportunità di cercare di impedire la tua fuga, la tua esposizione avrà colto di sorpresa l’Inferiore.

I suoi sforzi saranno concentrati sul tentativo di riconquistarti attuando un Grande Recupero Iniziale, ma se non avevi interrotto il no contact e questo recupero è fallito, l’Inferiore sarà stato costretto a cercare una nuova fonte primaria per sostituirti. I suoi livelli di carburante saranno scesi e lui non avrà energie sufficienti per impegnarsi in una diffamazione contro di te mentre cerca di sedurre un sostituto.

Appena gli giunge voce della tua esposizione, verrà ferito da questa importante critica. La sua rabbia si innescherà e vorrà scagliarsi contro di te. Sapere dell’esposizione ti avrà permesso di entrare in una sfera di influenza, quindi vi è un attivatore di recupero. La sua reazione sarà quella di voler effettuare un recupero malvagio contro di voi. Tuttavia, se il tuo no contact è solido e con l’impatto della ferita dell’esposizione allora avrai alzato ulteriormente la barra rispetto ai Criteri di esecuzione di recupero. Egli non effettuerà il recupero perché la prospettiva del carburante è problematica, potrebbe non essere in grado di contattarti e c’è il rischio di ulteriori ferite.

Avrà in ogni caso la rabbia innescata dalla ferita dell’esposizione. Incapace di veicolare questa rabbia accesa contro di te attraverso un recupero malvagio e con un disperato bisogno di carburante, l’Inferiore si scaglierà probabilmente contro le sue fonti secondarie. Questo crea un ulteriore problema per lui. Mentre da una parte quelle fonti secondarie – la famiglia e gli amici, reagiranno fornendogli carburante – non possono farne a meno mentre lui si scaglia contro di loro causando rabbia, turbamento e sorpresa – egli avvalora anche ciò per cui lo hai esposto.

Di conseguenza, in tale scenario, hai sparso la voce di ciò che lui è. Questo viene riportato al narcisista e indipendentemente dal fatto che le persone credano o meno a ciò che hai detto (lo verifichiamo in un attimo) il semplice fatto che tu commetta un simile atto di tradimento si traduce in enormi critiche e quindi in ferite enormi. Incapace di eseguire quello che sarà in effetti un Recupero Successivo Maligno contro di te, l’Inferiore avrà perso il controllo e si scaglierà a destra e a sinistra. Inveirà contro la gente, con insulti, oggetti fracassati e così via in questo modo l’Inferiore danneggia la facciata attraverso la sua incapacità di controllare la sua rabbia.

Alla fine il carburante raccolto guarirà la ferita, ma dopo l’Inferiore affronta le conseguenze delle sue azioni. Numerose risorse gli volteranno le spalle e verrà lasciato a fare affidamento su una gamma ridotta di fonti. Mancandogli l’energia per attingere da numerose risorse secondarie sostitutive, l’Inferiore è costretto a concentrarsi sull’ottenere (o incorporare) la nuova fonte primaria. Tuttavia di solito si ritirerà mentre recupera carburante e sostituisce lentamente le risorse che ha perso. Ciò potrebbe persino costringere l’Inferiore a spostarsi dal territorio e cercare un nuovo terreno di caccia.

La tua esposizione a terzi incontrerà un certo successo, certamente più che se fosse avvenuto durante la svalutazione. Questo perché è probabile che tu sia più composto nel tuo approccio, perché sei riuscito a scappare e sei stato in grado di manifestare la tua esposizione prima che l’Inferiore fosse stato in grado di diffamarti. Non tutti accetteranno ciò che dirai loro, ma altri lo faranno. Vedrai anche che anziché rispondere diffamandoti e affrontare la tua esposizione, l’Inferiore ferito e fuori controllo si comporterà in un modo che ti consente di prendere le distanze e dire

“Ti ho detto così.”

Fintanto che ti impegni in questa esposizione in modo che il selvaggio e infuriato Inferiore non possa attivare il suo Recupero Maligno contro di te, è probabile che esporlo dopo la fuga abbia successo.

Il Medio Rango

Che dire del Medio Rango? Come reagisce una volta che l’hai esposto dopo la fuga? Di nuovo, questo dipende dal fatto che tu riesca a scappare senza avvertirlo, altrimenti affronterai lo scenario descritto in “Come fa sentire il no contact parte 2”

Una volta che al Medio Rango giunge voce della tua esposizione, verrà anche colto di sorpresa. Sebbene possieda una migliore funzione cognitiva e un maggior controllo rispetto all’Inferiore, anche il Narcisista di Medio Rango subirà una ferita enorme come combinazione di doppie critiche: della tua fuga e dell’esposizione. La sua reazione immediata sarà di orrore per il tuo comportamento sleale, stupore per quanto tu sia infido, e disgusto per il fatto che tu tra tutte le persone abbia potuto fare una cosa del genere.

La furia del Medio Rango sarà accesa e dovrà cercare carburante. Proprio come l’Inferiore, tornerà a volerti contattare attraverso un recupero successivo, dal momento che la tua fase di esposizione ti ha fatto entrare nella sua sfera di influenza e il recupero verrà attivato. Il Medio Rango non agirà in modo malvagio, ma ti vorrà recuperare in modo benevolo e allo scopo di esibire i nostri ripetuti giochi di pietà allo scopo di farti fornire carburante e anche di terminare e rovesciare l’esposizione.

Vorrà sapere perché hai potuto fargli questo dopo tutte le cose che ha fatto per te, come hai potuto trattare così male qualcuno che ti ama così tanto, come hai potuto essere così crudele, così malvagio e senza cuore quando tutto ciò che ha fatto è stato amarti. Sarà immemore della sua svalutazione nei tuoi confronti poiché è intento e concentrato sul suo stesso disagio. La ferita lo renderà irrequieto, patologico e in modalità vittima. Se il Medio Rango è in grado di interagire con te, puoi aspettarti un lungo monologo mentre cerca di muoverti a compassione e anche la conferma che l’esposizione è un errore, basato su un malinteso, e tu lo correggerai dicendo a tutti che hai sbagliato e che anzi lui è una persona onesta e affidabile.

Se il Medio Rango non è in grado di contattarti per fare questa supplica sentita, allora sarà costretto a cercare la simpatia altrove e attiverà le sue energie nel localizzare (o legarsi alla nuova fonte primaria) mentre ti diffama per il tuo tradimento doloroso e anche nel fornire la sua risposta alla campagna anche a quelli a cui l’hai esposto. Vuole comprensione e sostegno da parte dei suoi sostenitori, supplicherà la sua cerchia e i suoi luogotenenti di non credervi e di convincere gli altri dei suoi meriti.

Puoi incontrare un certo successo nel persuadere terze persone ad accettare la vera natura del Medio Rango se sei in grado di batterlo sul tempo con la tua fuga. Se riesci a fare la tua esposizione prima che possa diffamarti, avrai un certo successo. Affronterai la difficoltà che il Medio Rango non risponderà in maniera aggressiva, ma piuttosto utilizzerà la compassione e cercherà comprensione per fare in modo che le persone si sentano dispiaciute per lui. Questo sarà un passo efficace da parte sua e non intraprenderà il comportamento controproducente dell’Inferiore.

La tua esposizione combinata con il no contact lo farà sgattaiolare via lasciandoti solo. Sarà costretto ad concentrare i suoi sforzi per la sostituzione e tenterà di risanare la sua reputazione con terze persone e di diffamare anche voi. Anche se ha più energia dell’Inferiore, potrebbe in definitiva optare per mantenere un basso profilo e fare affidamento su ciò che rimane delle sue leali risorse che ha individuato e legarsi alla nuova fonte primaria. Hai alzato la barra dei criteri di esecuzione del recupero, perciò le prospettive di ulteriori recuperi saranno limitate per qualche tempo.

Il Superiore

Infine passiamo al Superiore. Qual è la sua reazione su di te che gli sfuggi e lo esponi? Ancora una volta, se lo hai informato sulle tue intenzioni, la sua risposta iniziale sarà come ivi descritta https://conoscereilnarcisista.com/2018/11/19/come-fa-sentire-il-no-contact-parte-3

Se non avverti il Superiore, cosa succede quando viene a sapere che stai esponendo il suo comportamento e che cosa è a terze parti.

La tua fuga e questo tentativo di smascherare, equivalgono, come ti aspetteresti, a una critica. Questo ferisce il Superiore, ma egli gestirà la sua rabbia e la terrà sotto controllo. Per adesso. La sua risposta iniziale sarà duplice:

1. Cercherà di mettere in atto un recupero benigno successivo per conquistarti. Sarà intenso e sostenuto e sarà simile a un grande recupero iniziale, ma non lo è. Sarà delizioso, piacevole, apparentemente pentito e dispiegherà il fascino e il magnetismo; e
2. Impiegherà tutte le risorse per contrastare gli effetti della tua esposizione con le terze persone. Inizialmente, si tratta di affermare le sue credenziali, quindi di minacciarti e diffamarti.

Se il Superiore non è in grado di contattarti allo scopo di conquistarti, accelererà i suoi sforzi per garantirsi una nuova fonte primaria (anche se la sostituzione non è idonea al 100%) in quanto il Superiore richiederà immediatamente una sostituzione per due motivi.

1. Naturalmente per il carburante; e
2. Per fare sfoggio a terze parti della facciata come parte della difesa delle sue credenziali e della sua diffamazione di te.

La tua fuga sarà descritta come lui che ti lascia. Sarai etichettato come Il Pazzo e lui guadagnerà carburante dal tuo sostituto e dalle sue altre fonti. È abile nel farlo e di conseguenza questo gli fornirà l’energia aggiuntiva per diffamarti e sabotare la tua esposizione.

È molto difficile esporre un Superiore perché ha affascinato così tante persone che troveranno molto difficile credere a ciò che stai dicendo loro. Non solo, il Superiore reagirà rassicurando queste persone, non c’è nulla di cui preoccuparsi mentre punta al tuo problema con il bere, la tua abitudine di mentire, la gelosia possessiva e così via. Questa combinazione di rassicurazione, fascino e diffamazione significa che è improbabile che tu abbia molto effetto sui pensieri e le opinioni delle terze parti, se non che ti citeranno per oltraggio.

Il nuovo sostituto sarà fatto sfilare per cercare di attingere carburante da te, ci saranno frequenti Bollettini di Relazione e tu puoi essere scappato ma la tua esposizione ti farà sentire di fatto come fossi di nuovo sotto assedio a causa degli effetti della sostenuta e coordinata risposta del Superiore.

Anche l’evidenza di grande levatura di ciò che è il Superiore può benissimo scomparire nella luce del suo fascino e delle sue abilità concentrate e alla fine correrai il rischio di essere nuovamente sedotto dal suo fascino o se non puoi mantenere il no contact, scoprirai che la tua esposizione non ha intaccato la sua posizione, ma ha avuto un effetto negativo sulla sostenuta diffamazione che ti toccherà. Anche se la tua esposizione ‘arriva’ per prima, il Superiore può mobilitare rapidamente la sua macchina di propaganda con i conseguenti problemi che ciò causerà per te.

Potresti considerare attentamente se c’è qualcosa da guadagnare dall’esporre il Superiore e concentrarti invece sui guadagni che hai ottenuto dalla fuga.

La prossima considerazione sarà data alla situazione di esposizione dopo lo scarto.

H.G. TUDOR

Exposure During Escape

📰 PASSARLA LISCIA (E COSA PUOI FARE)

191118B 🌼 Getting Away With It (And What To Do).jpgCi sono molte cose che facciamo (e non facciamo) che fanno sì che tu ti senta irritato, arrabbiato, impaurito e frustrato. Una di queste cose a cui assisto regolarmente è il fatto che sembra che la passiamo sempre liscia. Ce la facciamo. Emergiamo profumati di rose. Ci allontaniamo nel tramonto apparentemente privi di preoccupazione per qualsiasi cosa. Nel frattempo tu vieni lasciato a raccogliere i pezzi, a rimettere insieme la tua vita e domandarti che diavolo è appena successo. Sembriamo essere in grado di andarcene via distribuendo comportamenti reprensibili, spesso senza risposte o ripercussioni. Ti lasciamo nella polvere e voliamo via con una nuova prospettiva, pieni di sorrisi e foto di Facebook postate di noi e del nostro nuovo dispositivo. Siamo ancora apprezzati e lodati da parte dei nostri amici, perfino qualcuno dei tuoi amici potrebbe voler ancora avere a che fare con noi. La nostra famiglia è imperturbabile rispetto a ciò che è accaduto. Quelli con cui lavoriamo ascoltano ciò che è successo ma non cambiano nel modo in cui si comportano con noi. Andiamo avanti con le nostre vite come se nulla fosse accaduto. Tu sembri essere stato dimenticato. Certamente il modo in cui ti abbiamo trattato viene visto come se non fosse mai successo. Sembriamo sempre essere essere diretti in avanti e verso l’alto. Sembriamo sempre essere vincenti. La passiamo liscia. Perché è così?

1. È il modo in cui siamo stati creati. Non siamo concepiti per meditare sul passato, rimuginare su ciò che ci ha preceduti e riflettere sulle cose che sono successe. Il carburante vecchio non va bene per noi. Abbiamo bisogno di continuare a voltare pagina al fine di individuare e assorbire la nostra prossima sistemazione di carburante. Questo programma fa sì che andiamo sempre avanti e nel farlo non lanciamo uno sguardo al passato.
2. Non siamo afflitti dal rimorso, colpa o coscienza. Non ci importa e di conseguenza a differenza di qualcuno normale che sarebbe scosso, imbarazzato e dispiaciuto per il proprio comportamento, noi non lo siamo. Siamo capaci di minimizzare e continuare senza riguardo.
3. Non siamo mai responsabili. Tutto è colpa tua. Avere una simile mentalità ci rende molto più semplice proseguire con ciò che abbiano necessità di fare. In effetti, non solo non siamo gravati dall’idea di avere una qualche forma di colpevolezza per ciò che è accaduto, ma ci viene in aiuto il concetto che tu ci abbia spinto a farlo, tu sei stato il traditore e quindi noi siamo totalmente giustificati nel fare ciò che facciamo. Abbiamo il diritto di voltare pagina e trovare qualcun altro.
4. Tutto ci è dovuto. Il nostro enorme senso di diritto ci giustifica che qualunque cosa facciamo sia corretta. Questo inoltre si aggiunge al nostro senso di essere sempre nel giusto e quindi anche se avessimo provato rimorso, non avremmo avuto necessità di farlo. È una doppia magia.
5. Il nostro fascino e la nostra seduzione implica che sia facile per noi trovare qualcun altro che si innamori di noi. Raramente ci ritroviamo abbandonati a noi stessi in un deserto ululante, privi di attenzione emotiva e di carburante. Ci assicuriamo di avere pronta una fonte primaria di rimpiazzo. Ci focalizziamo su questa nuova persona e canalizziamo tutto il nostro sforzo per incastrarla come nostra fonte primaria di carburante.
6. La facciata. Creiamo una facciata tramite la nostra famiglia, amici e colleghi che è molto difficile da distruggere per te, specialmente nello stato in cui sei quando vieni scartato. Questa facciata da l’impressione che tutti ci accettino e siano d’accordo con noi e non con te.
7. Cancellazione. Dopo il tuo scarto, noi ti dimentichiamo concretamente a meno che tu continui a comparire nelle nostre sfere di influenza. Questa abilità di disfarci di te in modo così drammatico ci permette di continuare ad andare avanti. Ci dimentichiamo di te a tutti gli effetti.
8. Siamo esperti di falsificazione e imbrogli. Questo implica che spesso riusciamo a scavarci una via d’uscita da situazioni che coinvolgono le autorità e la polizia. Al suo posto colpevolizziamo te, appariamo calmi e ragionevoli (in contrasto rispetto a come ti presenti tu) e quindi poche persone sanno cosa siamo e ancora meno lo capiscono, così siamo in grado di sgusciare via da queste situazioni difficili con facilità.
9. Siamo geniali nel fare un ritratto meraviglioso della nostra vita. Siamo maestri nella presentazione, dopo tutto, quando ti abbiamo sedotto la prima volta non abbiamo forse tessuto un’illusione incredibile che ti ha imbrogliato? Diamo l’apparenza di essere incredibilmente felici con il nostro nuovo partner, che la nostra vita stia andando bene, che siamo amati ed adorati da così tanti. Questo posizionamento e proiezione verso il mondo delle nostre apparenti circostanze crea l’illusione che continuiamo a passarla liscia.
10. Ci sono raramente ripercussioni. Le nostre vittime non sono nella posizione di fare alcunché per ottenere vendetta su di noi. Questo per varie ragioni. Prima di tutto, la maggior parte delle nostre vittime non hanno idea di cosa hanno appena incontrato e quindi non sono in grado di sfidare qualcosa che non conoscono o capiscono. Secondariamente, le nostre vittime si ritrovano esauste e consumate, semplicemente non hanno le risorse per contrattaccare. Terzo, come conseguenza della modalità in cui ti manipoliamo, vieni lasciato che ancora ci ami e ci vuoi e quindi i tuoi pensieri sono mirati a riconquistarci e non ad assicurarti un qualche tipo di punizione o vendetta.

Pertanto, la totalità di queste caratteristiche e situazioni si combina con il fatto di dare l’impressione che siamo sempre vincenti e quindi che la passiamo sempre liscia. Ma è così? Come puoi affrontare questo apparente stato di cose che serve solo ad irritarti, frustrarti e farti arrabbiare? Trasformando a sua volta ognuno dei punti sopra.

1. Comprendi che questo è il modo in cui siamo fatti. Non c’è nulla che tu possa fare a riguardo e visto che questo è il modo in cui siamo; non è colpa tua. Noi siamo costretti a farlo. Tu no. Chi è il vincitore ora?
2. Il fatto che non abbiamo alcuna coscienza o senso di rimorso è proprio il modo in cui siamo. Ripeto che tu non puoi influenzarlo. Non perdere il tuo tempo ed energia appellandoti a qualcosa che qui non c’è.
3. Ci consideriamo privi di responsabilità. Questa è la nostra prospettiva. Questo significa che abbiamo ragione su questo? Dal tuo punto di vista no. Devi essere soddisfatto della tua visione delle cose. Non pensare che tu possa fare qualunque cosa per cambiare la nostra. Lasciaci a questa e mantieni il tuo punto di vista personale e rispettalo.
4. Ancora una volta il nostro senso che tutto ci sia dovuto è basato sul nostro punto di vista. Tu non devi accettarlo.
5. Il fatto che intrappoliamo qualcun altro non dovrebbe essere una sorpresa per te. Ricorda a te stesso che le basi con cui ti abbiamo intrappolato sono esattamente le stesse con cui sono stati invischiati loro. Non abbiamo “vinto” il cuore di queste persone lealmente. L’abbiamo fatto tramite inganno. Abbiamo imbrogliato per creare l’apparenza di vincenti.
6. Quelli che fanno parte della facciata sono stati sottoposti al nostro fascino e bugie per un periodo di tempo significativo, nell’insieme. È improbabile che tu sia in grado di modificare la loro prospettiva e certamente non se appari esaurito e isterico. Perché hai bisogno che queste persone conoscano la verità? Non ne hai. Forse nel tempo riuscirai a esporgliela e lasciare che ne traggano loro le proprie conclusioni ma se rimangono sicuri nella nostra illusione è un problema loro e non una tua preoccupazione. Tu ne sei uscito.
7. La cancellazione potrebbe sembrare crudele. Ripeto che è una nostra metodologia e non c’è bisogno di preoccupartene. Piuttosto, devi focalizzarti sul cancellare noi dalla tua vita.
8. Aspetta il momento, raccogli le prove e presentale quando si saranno calmate le acque. Ti prendiamo di sorpresa quando ti seduciamo, usciamo dal nulla. Se hai il desiderio di vederci chiamati a rispondere all’autorità costituita, aspetta e presenta le prove migliori che hai in maniera razionale e lascia il resto alle autorità competenti. Se funziona, puoi festeggiare. Se ci divincoliamo dalla responsabilità non rammaricarti, semplicemente vedilo come un’ulteriore conferma di quanto sia facile per la gente venire imbrogliati dalla nostra tipologia e sii grato che ora lo sai e stai voltando pagina.
9. Alla fine hai compreso che ti abbiamo trascinato in un’illusione. Tutto ciò che stiamo facendo è mantenerla verso il resto del mondo. Non è il tuo ruolo quello di continuare a cercare di farla scoppiare mettendoci uno spillo. Le altre persone devono arrivarci da sole. Ricorda che ciò che stiamo mostrando al mondo è solo un’illusione e ora tu conosci la verità.
10. Per il momento la tua posizione non è quella di esigere una punizione. Devi guardare a te stesso e alle tue difese. Se la vendetta verrà applicata, deve essere successivamente e secondo la metodologia che funziona che ho indicato altrove altrimenti fallirà. Forse trarrai maggior soddisfazione proseguendo con la tua vita, invece di rimuginare sul “pareggiare i conti” perché mostrare la tua soddisfazione senza di noi, quando alla fine ti consideriamo e lo notiamo, ci irrita notevolmente. Ancora peggio quando ci ignori.

È evidente che noi volteremo pagina senza preoccupazioni e quindi diamo l’apparenza di vincere sempre e di passarla sempre liscia.

La chiave per te è ricordare che è così.

È apparenza.

H.G. TUDOR

Getting Away With It (And What You Can Do)

📑 7 DISCORSI SULLA CESSAZIONE

191112B 7 Sayings on Cessation.jpg1. Dopo tutto quello che ho fatto per te.

Come puoi lasciarmi dopo tutto quello che ho fatto per te? Ti ho dato il mondo e ora tu me l’hai ributtato in faccia. Naturalmente io ti ho dato tutto solo perché volevo qualcosa da te. Non ti ho dato tutto me stesso perché ti amavo. Ti ho dato così tanto perché volevo tutto da te ed ero così vicino a prenderti tutto. Ora che stai cercando di sfuggirmi, mi stai suggerendo che ho fallito e che non sono brillante né magnifico e non posso tollerare che sia così. Voglio ricattarti perché tu resti. Tutto ciò che ti ho dato non erano regali, erano mazzette e ora è giunto il momento per te di meritartele, quindi faresti dannatamente meglio a restare.

2. Ma noi ci apparteniamo.

Ci apparteniamo perché io ti possiedo. Ti ho comprato con il mio falso affetto e l’amore disonesto. Ti ho attaccato a me e ti ho legato con catene lunghe e spesse e tu hai il coraggio di provare a liberarti da quelle catene. Non so dove finisci tu e inizio io. Hai pensato che fosse romantico la prima volta che te l’ho detto, ma in realtà ti stavo dicendo una rara verità. Tu ed io siamo una cosa sola perché tu sei incluso in ciò che sono io, ti consumo, ti avvolgo e ti controllo. Non puoi allontanarti da me ora perché siamo troppo invischiati, troppo attaccati e troppo uniti. Mi stai strappando a metà. Non ci sei tu. Hai rinunciato a questo quando hai permesso a te stesso di venire attratto verso di me e legato così stretto che sei diventato parte di me. Ciò che è stato unito insieme ora non può essere annullato.

3. Morirò senza di te.

Non puoi lasciarmi perché se lo farai sicuramente strapperai il mio povero cuore fuori da me. Questo è opportunamente drammatico ed è progettato per toccarti il cuore anche se ti sto dicendo quanto sei brutale e senza cuore a cercare di porre fine alla nostra relazione. Non posso permettere che questo accada perché non ho finito la mia seduzione del tuo rimpiazzo e se te ne vai ora mi toglierai il mio prezioso carburante prima che la nuova risorsa sia installata. Questo mi lascerà in preda al panico, al caos e portato al delirio per raccogliere carburante da altre fonti, se posso farlo. Se non posso, non esisterò più ed è tutto a causa del tuo comportamento egoista e malvagio. Come puoi abbattermi in questo modo? Come puoi uccidermi in modo così insensibile? Arpia senza cuore, sediziosa sgualdrina e megera insensibile che sei.

4. Non posso farci niente con quello che faccio.

Non puoi lasciarmi solo per ciò che ho fatto e per ciò che non ho fatto. Come è giusto? Pensavo fossi una bella persona, aperta e premurosa, non lo sei? Ora ne dubito perché hai intenzione di scappare da me e da tutto a causa del modo in cui ti ho trattato. Guarda, mi dispiace, davvero, ma non posso farci niente. Mi fai diventare così con le cose che fai. No, non sto cercando di dare la colpa a te, Ho intenzione di spiegartelo se tu almeno mi ascoltassi. Come posso spiegare che è proprio qualcosa che accade quando ti stai allontanando da me? Non ho mai pensato che succedesse, sai, ma succede e dovresti essere tu quello che si scusa con me perché mi fai perdere la calma con il tuo controllo e i giochi che fai, lo stai facendo ora, cazzo, stronza, ti odio , mi senti? Ti odio. È colpa tua. Non mia. Io non posso farci niente.

5. Perché vuoi rovinare tutto?

Io davvero non ti capisco a volte. Voglio dire, di cosa ti devi lamentare? Viviamo in una bella casa, hai un’auto costosa, un Amex di platino e ti faccio fare tutto ciò che vuoi, ma non è mai abbastanza vero? Sì, so che a volte devo fissare delle regole, ma se non l’avessi fatto, avresti dedicato l’esistenza a noi. Sai quanto ho dovuto lavorare duramente per costruire tutto questo? Non è saltato fuori da un giorno all’altro e l’ho fatto per noi. Tu mi hai usato. Ti do il benvenuto nella mia vita ed è così che mi ripaghi rovinando la nostra vita idilliaca. Tu non saresti nulla senza di me, lo sai questo? Hai una vita fantastica, tutta offerta da me, ci sono centinaia di altre donne che darebbero il loro braccio destro per stare con uno come me e tu hai intenzione di buttare via tutto e di andartene. Sapevo che c’era qualcosa che non andava con te, hai bisogno di aiuto, sei pazzo. Chiedi a chiunque e concorderanno con me.

6. Chi mi aiuterà ora?

Non puoi lasciarmi, chi altro mi aiuterà? Ti ho tenuto qui sotto chiave e lucchetto figurati, un prigioniero virtuale nella tua stessa casa perché non solo ho bisogno che tu mi alimenti, ma ho bisogno che tu mi accudisca. Questo è stato l’accordo quando ci siamo incontrati. Ti darò amore falso e gratitudine fraudolenta e in cambio cucinerai per me, pulirai la casa, mi farai il bucato, mi taglierai le unghie dei piedi e mi laverai i capelli. Mi servirai e riverirai e sarai a mia completa disposizione. Non posso fare tutte queste cose da solo e non ho l’energia per trovare qualcuno con così poco preavviso se te ne vai. Sei una persona così orribile, che mi lasci in questo modo, specialmente quando sono malato. Chi diavolo farebbe questo a un’altra persona? Dovresti pensare agli altri e non solo a te, mucca egoista.

7. Non andartene, cambierò. Lo prometto.

Hai davvero intenzione di andartene, vero? Buon Dio, non me l’aspettavo. Pensavo che stessi buono per altri sei mesi di abusi e maltrattamenti prima che tu in qualche modo avessi il coraggio di cercare di sfuggirmi. Non mi piace ammetterlo ma mi hai preso alla sprovvista e ora sono preoccupato, sento il controllo che scivola via da me e devo riprenderlo, devo fermarti. Una botta in faccia ha funzionato in passato, ma qualcosa nei tuoi occhi mi dice che anche darti un buon nascondiglio non ti impedirà di andartene, anche se dovessi strisciar fuori da quella porta. Lo so, mi concentrerò sulla tua misericordia. Ti piacerà. Hai sempre cercato di salvarmi, ecco la tua occasione. Cambierò. Otterrò aiuto. Per favore, non andare. Certo che faccio sul serio. Farò di tutto per impedirti di andare e togliermi il mio prezioso carburante e farmi sembrare stupido di fronte a tutti i miei ammiratori adoranti. Non posso far succedere questo, sì, andrò a fare qualche terapia, so di aver sbagliato e questa volta, più che mai, cambierò. Lo giuro sulle vite di chiunque mi venga in mente così sembra che lo dica davvero. Naturalmente non lo dico davvero, perché dovrei cambiare? L’unica cosa che cambierà è la mia fonte primaria di carburante, ma non è ancora pronta, quindi tu devi rimanere. Per favore. Cambierò. Non andare.

H.G. TUDOR

7 Preventative Hoovers of the Mid Range Narcissist

👤 PROFONDO DISGUSTO

191024E Utter Disgust.jpgMi disgusti. Perché ho scelto di stare con te? Come ho fatto a non vedere quello che sei veramente? Mi hai ingannato. Non ci può essere altra spiegazione per quello che è successo. Mi hai attirato facendomi così tante promesse. Mi hai offerto tutto ciò di cui avevo bisogno e ora hai rivelato i tuoi veri colori. Un altro camaleonte. Avevo creduto di essere stato più abile ad identificarti, ma sospetto che tu sia arrivato con una lingua di piombo ricoperta di zucchero mentre cercavi di attirarmi nel tuo disperato mondo. Non posso credere che ti sei comportato in questo modo, dopo tutto quello che ho fatto per te. Questo è il tuo modo di ringraziarmi vero? Sei una persona disgustosa a comportarti così. Crearmi speranze, farmi pensare che dopo tanto tempo a cercare e ricercare avevo finalmente trovato colui che mi avrebbe sempre dato quello di cui avevo bisogno. L’unico mio punto di forza, il portatore di gioia, il fornitore di sostentamento; tu mi hai promesso tutto questo e quando è arrivato il momento della resa dei conti non sei riuscito a mantenerlo. Non dovrei rimproverarmi, dal momento che ancora una volta sono stato ingannato da qualcuno che è arrivato con fumo che annebbia e specchi che confondono. Non sono che una persona semplice e onesta capace di offrire solo dedizione e amore perfetto. Lo sapevi, eppure mi hai attirato con le tue false promesse e parole vuote.
Come pensavi che avrei reagito a tale perfidia? Con un sorriso e un “oh non importa”? Ovviamente no. Mi hai tradito e nel modo più offensivo possibile. Mi hai insultato, proprio me tra tutte le persone. Mi hai offeso profondamente con la tua condotta disgustosa ed è per questo che dovevi essere punito. Non serve implorare pietà. Ti è stata data fiducia e hai abusato di quella fiducia in modo osceno. Ti è stato dato un accesso completo e assoluto al mio essere interiore e l’hai raggiunto con la manipolazione e la frode. Di conseguenza la tua punizione deve essere adeguata a questo crimine efferato. Guardati, piagnucolante e supplicante, le lacrime di coccodrillo si riversano sul tuo viso mentre implori clemenza e un’altra possibilità. Quante possibilità devo darti? Hai sbagliato così tante volte con me e hai approfittato della mia natura estremamente generosa. Mi disgusti. Così debole e patetico. Pensavi di potermi distruggere ma non ce l’hai fatta. Pensavi di potermi mettere nel sacco e raggirarmi. Nessuna possibilità. Pensavi di poter fare il comodo tuo, ma ti ho scoperto e per questo avrai la tua punizione. Alzati e abbi un po’ di dignità. Santo Cielo, non posso sopportare quando ti comporti in questo modo. La tua debolezza mi offende. Sento il putrido fetore della tua patetica vulnerabilità ora che ho squarciato il velo di quel truffatore. La puzza è onnipresente e mi viene da vomitare tale è la sensazione disgustosa che ne deriva. Esci dalla mia vista, mi rivolti lo stomaco. Come ho potuto pensare che tu saresti stato la soluzione? Devo aver perso il senno ma poi in qualche modo ce l’ho fatta. Mi hai fatto credere in qualcosa che non era reale. Mi hai ingannato. Me, me tra tutti, una persona del mio talento e della mia intelligenza, ingannato dal trucco di un imbroglione. Non sopporto questo legame con un essere così vile come te. Io ti disprezzo, ma disprezzo me stesso anche perché una volta ti ho scelto. Mi hai promesso tutto e mi sento in colpa per questo. Pensavo di conoscerti meglio. Pensavo che tutto andasse bene, il cammino che ci attendeva e la strada verso la perfezione infinita, ma tu eri sempre in attesa dietro l’angolo, vero, spregevole bastardo!. Mi hai teso un’imboscata e proprio mentre pensavo che tutto fosse giusto, buono e corretto, hai cercato di abbattermi con i tuoi atteggiamenti occulti. La tua menzogna ti pervade come una malattia e ne sei infestato. Vedi come cambia i tuoi tratti in una parodia malata di ciò che sei? Il vetriolo e la malvagità ti invecchiano. È inevitabile: nessuno può peccare in questo modo per troppo tempo. Suppongo che sia per questo che provi a nasconderlo non è vero? Il tuo ghigno schifoso non può essere considerato perché rivelerà tutti i tuoi altri aspetti distorti, il malvagio che fa smorfie, che deriva dall’essere una creatura così schifosa come te. Non posso sopportare di guardarti, non posso sopportare di sentire la tua voce stridula e pietosa che mi fa rabbrividire quando penso a quanto spesso ho desiderato ascoltarla. Oh, che sciocco sono stato ad aver creduto alle tue promesse. Mi hai ingannato più e più volte. Come hai potuto comportarti in questo modo? Non sei disgustato di te stesso? Dovresti esserlo. Posso sentire la bile che mi sale in gola mentre penso a ciò che mi hai fatto e ora ti vedo per quello che sei veramente. Vattene! Sparisci! Non desidero più averti davanti agli occhi. Il disgusto mi travolge e devo fuggire dalla tua presenza. Ti ho detto di andartene. Perché rimani a fissarmi e a prenderti gioco di me con quegli occhi incappucciati? Non c’è fine alle tue torture? Smettila di guardarmi. Smettila, te lo chiedo. Forse se chiudo gli occhi, sì, te ne sei andato. Ah, non ho ancora finito. Ti ho cacciato ma, mentre tengo gli occhi chiusi, so che quando li riaprirò sarai tornato perché non potrò mai scappare da te, vero?

H.G. TUDOR

Utter Disgust

📑 7 RECUPERI PREVENTIVI DEL NARCISISTA DI MEDIO RANGO

191022G 7 Preventative Hoovers of the Mid Range Narcissist.jpg1. Dopo tutto quello che ho fatto per te.

Come puoi lasciarmi dopo tutto quello che ho fatto per te? Ti ho dato il mondo e ora tu me l’hai ributtato in faccia. Naturalmente io ti ho dato tutto solo perché volevo qualcosa da te. Non ti ho dato tutto me stesso perché ti amavo. Ti ho dato così tanto perché volevo tutto da te ed ero così vicino a prenderti tutto. Ora che stai cercando di sfuggirmi, mi stai suggerendo che ho fallito e che non sono brillante né magnifico e non posso tollerare che sia così. Voglio ricattarti perché tu resti. Tutto ciò che ti ho dato non erano regali, erano mazzette e ora è giunto il momento per te di meritartele, quindi faresti dannatamente meglio a restare.

2. Ma noi ci apparteniamo.

Ci apparteniamo perché io ti possiedo. Ti ho comprato con il mio falso affetto e l’amore disonesto. Ti ho attaccato a me e ti ho legato con catene lunghe e spesse e tu hai il coraggio di provare a liberarti da quelle catene. Non so dove finisci tu e inizio io. Hai pensato che fosse romantico la prima volta che te l’ho detto, ma in realtà ti stavo dicendo una rara verità. Tu ed io siamo una cosa sola perché tu sei incluso in ciò che sono io, ti consumo, ti avvolgo e ti controllo. Non puoi allontanarti da me ora perché siamo troppo invischiati, troppo attaccati e troppo uniti. Mi stai strappando a metà. Non ci sei tu. Hai rinunciato a questo quando hai permesso a te stesso di venire attratto verso di me e legato così stretto che sei diventato parte di me. Ciò che è stato unito insieme ora non può essere annullato.

3. Morirò senza di te.

Non puoi lasciarmi perché se lo farai sicuramente strapperai il mio povero cuore fuori da me. Questo è opportunamente drammatico ed è progettato per toccarti il cuore anche se ti sto dicendo quanto sei brutale e senza cuore a cercare di porre fine alla nostra relazione. Non posso permettere che questo accada perché non ho finito la mia seduzione del tuo rimpiazzo e se te ne vai ora mi toglierai il mio prezioso carburante prima che la nuova risorsa sia installata. Questo mi lascerà in preda al panico, al caos e portato al delirio per raccogliere carburante da altre fonti, se posso farlo. Se non posso, non esisterò più ed è tutto a causa del tuo comportamento egoista e malvagio. Come puoi abbattermi in questo modo? Come puoi uccidermi in modo così insensibile? Arpia senza cuore, sediziosa sgualdrina e megera insensibile che sei.

4. Non posso farci niente con quello che faccio.

Non puoi lasciarmi solo per ciò che ho fatto e per ciò che non ho fatto. Come è giusto? Pensavo fossi una bella persona, aperta e premurosa, non lo sei? Ora ne dubito perché hai intenzione di scappare da me e da tutto a causa del modo in cui ti ho trattato. Guarda, mi dispiace, davvero, ma non posso farci niente. Mi fai diventare così con le cose che fai. No, non sto cercando di dare la colpa a te, Ho intenzione di spiegartelo se tu almeno mi ascoltassi. Come posso spiegare che è proprio qualcosa che accade quando ti stai allontanando da me? Non ho mai pensato che succedesse, sai, ma succede e dovresti essere tu quello che si scusa con me perché mi fai perdere la calma con il tuo controllo e i giochi che fai, lo stai facendo ora, cazzo, stronza, ti odio , mi senti? Ti odio. È colpa tua. Non mia. Io non posso farci niente.

5. Perché vuoi rovinare tutto?

Io davvero non ti capisco a volte. Voglio dire, di cosa ti devi lamentare? Viviamo in una bella casa, hai un’auto costosa, un Amex di platino e ti faccio fare tutto ciò che vuoi, ma non è mai abbastanza vero? Sì, so che a volte devo fissare delle regole, ma se non l’avessi fatto, avresti dedicato l’esistenza a noi. Sai quanto ho dovuto lavorare duramente per costruire tutto questo? Non è saltato fuori da un giorno all’altro e l’ho fatto per noi. Tu mi hai usato. Ti do il benvenuto nella mia vita ed è così che mi ripaghi rovinando la nostra vita idilliaca. Tu non saresti nulla senza di me, lo sai questo? Hai una vita fantastica, tutta offerta da me, ci sono centinaia di altre donne che darebbero il loro braccio destro per stare con uno come me e tu hai intenzione di buttare via tutto e di andartene. Sapevo che c’era qualcosa che non andava con te, hai bisogno di aiuto, sei pazzo. Chiedi a chiunque e concorderanno con me.

6. Chi mi aiuterà ora?

Non puoi lasciarmi, chi altro mi aiuterà? Ti ho tenuto qui sotto chiave e lucchetto figurati, un prigioniero virtuale nella tua stessa casa perché non solo ho bisogno che tu mi alimenti, ma ho bisogno che tu mi accudisca. Questo è stato l’accordo quando ci siamo incontrati. Ti darò amore falso e gratitudine fraudolenta e in cambio cucinerai per me, pulirai la casa, mi farai il bucato, mi taglierai le unghie dei piedi e mi laverai i capelli. Mi servirai e riverirai e sarai a mia completa disposizione. Non posso fare tutte queste cose da solo e non ho l’energia per trovare qualcuno con così poco preavviso se te ne vai. Sei una persona così orribile, che mi lasci in questo modo, specialmente quando sono malato. Chi diavolo farebbe questo a un’altra persona? Dovresti pensare agli altri e non solo a te, mucca egoista.

7. Non andartene, cambierò. Lo prometto.

Hai davvero intenzione di andartene, vero? Buon Dio, non me l’aspettavo. Pensavo che stessi buono per altri sei mesi di abusi e maltrattamenti prima che tu in qualche modo avessi il coraggio di cercare di sfuggirmi. Non mi piace ammetterlo ma mi hai preso alla sprovvista e ora sono preoccupato, sento il controllo che scivola via da me e devo riprenderlo, devo fermarti. Una botta in faccia ha funzionato in passato, ma qualcosa nei tuoi occhi mi dice che anche darti un buon nascondiglio non ti impedirà di andartene, anche se dovessi strisciar fuori da quella porta. Lo so, mi concentrerò sulla tua misericordia. Ti piacerà. Hai sempre cercato di salvarmi, ecco la tua occasione. Cambierò. Otterrò aiuto. Per favore, non andare. Certo che faccio sul serio. Farò di tutto per impedirti di andare e togliermi il mio prezioso carburante e farmi sembrare stupido di fronte a tutti i miei ammiratori adoranti. Non posso far succedere questo, sì, andrò a fare qualche terapia, so di aver sbagliato e questa volta, più che mai, cambierò. Lo giuro sulle vite di chiunque mi venga in mente così sembra che lo dica davvero. Naturalmente non lo dico davvero, perché dovrei cambiare? L’unica cosa che cambierà è la mia fonte primaria di carburante, ma non è ancora pronta, quindi tu devi rimanere. Per favore. Cambierò. Non andare.

H.G. TUDOR

7 Preventative Hoovers of the Mid Range Narcissist

📰 CINQUE PAURE DEL NARCISISTA

190314F 🌼 5 Fears of the Narcissist.jpg

1. Te ne andrai

Tu sei la nostra prima fonte di carburante, il nostro donatore di vita e senza questo prezioso carburante siamo gettati nel caos, oblio minaccioso all’orizzonte. Tu hai firmato un contratto non scritto per rifornirci di potente e delizioso carburante fino a quando non decidiamo il contrario. È la nostra decisione. Non la tua. Noi sappiamo cosa fare con te, il ripetuto tira e molla, i giochi, gli abusi e sebbene noi ci basiamo sul nostro significativo potere di manipolazione e il tuo quasi infaticabile desiderio di guarire, resistere e far funzionare le cose, c’è sempre un piccolo dubbio che forse questa volta ci siamo spinti troppo in là? È il briciolo di preoccupazione che questo sia il momento in cui metti insieme i pezzi e realizzi con chi stai avendo a che fare e quindi decidi di scappare da noi. Lasciarci quando non abbiamo ancora assicurato il tuo rimpiazzo o che lui o lei stiano lavorando alla massima efficienza ci mette in pericolo. Se ci lasci la nostra provvista di carburante viene danneggiata, forse perfino interrotta. Se ci lasci hai strappato via il nostro controllo ed è qualcosa di intollerabile. Se te ne vai ci stai dicendo che non siamo gli esseri superiori che sosteniamo di essere, ci stai disprezzando e stai sottostimando la nostra magnificenza.

2. Vengo ignorato

Ci sono alcuni a cui la luce dei riflettori causa di arrossire per l’imbarazzo, quel calore ustionante che li fa sentire a disagio. Non è il nostro caso. La sua luce ci porta calore e potere. Abbiamo bisogno della luce dei riflettori come le piante hanno bisogno del sole. Ci crogioliamo nella sua brillante luce ardente e ci godiamo l’attenzione che ne viene mentre beviamo a fondo il carburante fornito. Se dovessi muovere i riflettori lontano da noi, il gelido brivido del crudele e desolato mondo dove siamo stati messi diventa troppo reale e questo ci ferisce. La rimozione della luce dell’attenzione è una critica e ci colpisce nell’essenza. Tutti gli occhi devono essere rivolti a noi, le orecchie immobili nell’ascolto estimatore della nostra oratoria, l’attenzione deve essere focalizzata su di noi. Riguarda noi, non te. Sia che si tratti solo di te o me, un gruppo di amici in un locale, una riunione familiare o una riunione al lavoro, tutti devono sapere che siamo qui e devono reagire alla nostra presenza. Non ci importa quanto ci vuole basta che sia carica di emozioni. Se tu ci ignori ci stai dicendo che siamo senza valore e questo ci riporta ad un luogo che abbiamo represso nelle profondità delle nostre menti. Non ci ignorare mai, non possiamo sopportare quando accade.

3. Vengo smascherato

Sia che si tratti di essere smascherato come narcisista o della rivelazione delle mie macchinazioni abusanti nel caso in cui tu non sappia pienamente da chi sei stato intrappolato, la paura dello smascheramento si annida dentro di noi. Naturalmente reagiremo e combatteremo contro di esso, sicuramente negheremo, svieremo e batteremo in ritirata dal tuo infido comportamento di dire al mondo chi siamo. Ti dipingeremo come un bugiardo, una persona pazza e un visionario anche se, per quelli di noi che sono abbastanza consapevoli, le tue parole sono come frecce di verità che piovono sopra di noi lacerando e ferendo. Sia che si tratti dello smascheramento in cui tu, come fonte primaria, ci dici ciò che siamo o uno smascheramento maggiore della nostra facciata accuratamente costruita, abbiamo paura che questo accada perché ci fa male, ci brucia e ci ferisce. Noi contrattaccheremo, cercheremo una punizione per questo che sia la più atroce contro di te ma questo richiede energie preziose che preferiremmo di gran lunga usare in un modo più produttivo. Nel peggiore dei casi, la tua rivelazione ci spingerà in nuovi territori di caccia che significa che dobbiamo ricostruire dal nulla il nostro perverso impero. Sorgerà ancora ma avremmo preferito non subire l’agonia che questo comporta o lo sforzo che richiede.

4. Sono esausto

Cammino come un dio su questa terra, un colosso a cavalcioni di questo pianeta, guidando e proseguendo mentre le fila ammassate di ammiratori mi guardano con stupore e meraviglia. Sono onnipotente, immortale e inarrestabile, il mio potere è senza fine mentre seduco, maltratto e riciclo. C’è così tanto carburante da bere e non mi fermerò mai. Però, occasionalmente si manifesta quella scintilla di preoccupazione. E se perdessi i miei poteri? E se l’abilità di sedurre iniziasse a diminuire? E se perdessi l’appetito per maltrattare e abbattere? E sei dicessi l’indicibile e ammettessi di essere stanco di questa routine senza fine? E se non avessi più la fame o il desiderio di braccare i miei terreni di caccia e volessi una conclusione? E se volessi rimuovere la mia corona da demagogo e lasciare il trono vuoto, i miei appetiti diminuiti e i miei sensi indeboliti? Cosa farei dopo? Mi scrollo subito di dosso queste terribili considerazioni ma rimangono nell’ombra, occasionalmente mi chiamano. Io le dissipo tanto velocemente quanto si manifestano ma continuano a tornare una volta ogni tanto.

5. Il demone riesce a fuggire

E se come conseguenza di tutte le cose precedenti non riuscissi più a tenere il vile demone dentro la prigione che ho costruito per essa? E se un giorno riuscisse a fare breccia nei muri ed emergesse dalle profondità della sua prigione così da venire in superficie, soffiandomi e tormentandomi, quelle che una volta erano minacce sussurrate diverrebbero realtà. E se mi portasse nell’abisso e mi forzasse a guardare nel grande vuoto, l’oblio solo ad un passo di distanza, i venti ululanti di desolazione soffiano intorno a me. Qualche volta e questa è un’occasione rara, ma quando tutto è immobile e oscuro questo pensiero prende forma nella mia immensa mente, questo orribile, terribile pensiero mentre sento gli artigli del vile demone contro la schiena, pronta a spingermi alla pazzia.

H.G. TUDOR

https://narcsite.com/2019/03/14/5-fears-of-the-narcissist-3/