Pubblicato il Lascia un commento

📰 30 COLPI DI MARTELLO

Le azioni che intraprendiamo contro di te quando stiamo insieme sono sempre progettate per avere un impatto su di te sia in quel momento che in una fase successiva. Gli esempi di questo sono infiniti. Ad esempio, durante la nostra seduzione nei tuoi confronti, stiamo introducendo e creando l’Onnipresenza su cui faremo affidamento nel post-scarto o nel post-fuga per mantenerti suscettibile al desiderio di noi (così come di molte altre cose) in modo che il recupero diventi molto più facile. Considera anche, sempre attraverso la seduzione, come si ottiene erogazione di complimenti, un amore apparentemente perfetto, un grande sesso, momenti felici insieme e così via. Tutto questo è fatto in modo che non solo possiamo vincolarti a noi ma in seguito ci fornisce il materiale per farti precipitare lontano quando ti togliamo tutto ciò. Gran parte di ciò che facciamo ha un effetto immediato e un effetto successivo. Uno di questi effetti è quello di creare in te il concetto di focalizzazione errata.

Se sei riuscito a sfuggirci o più probabilmente sei stato scartato, sappiamo (perché abbiamo progettato che accada questo) che ci sono così tante cose che stai facendo e che farai, che collettivamente consideriamo come l’Errata Focalizzazione. Questo è stato progettato per soddisfare i nostri scopi e senza dubbio accade sempre in seguito a un invischiamento con la nostra tipologia. Questo avviene in conseguenza di due fattori. Il primo è dovuto al modo in cui ti abbiamo trattato perché non ha senso, manca di logica ed è così confuso. Questo di per sé crea così tante domande e considerazioni che formano il Focus sbagliato. In secondo luogo, è nella tua natura fare queste domande e anche volere delle risposte perché uno dei tuoi tratti è il bisogno di conoscere la verità. Alcune persone (anche se ovviamente non le prenderemo mai di mira) potrebbero semplicemente fregarsene e andare avanti senza guardare indietro verso di noi. Quelle persone non hanno interesse a cercare di capire cosa è successo e non desiderano sapere la verità. Quelle persone non ci sono di alcuna utilità e non saranno scelte come obiettivo e per la seduzione. Invece, sono le persone come te che sono suscettibili ai nostri approcci e possiedono quei tratti che indicano che l’errata focalizzazione è garantita quanto il sole che sorge ad est. Quando costruiamo l’Errata Focalizzazione tu finisci per concentrarti su di noi invece che su te stessa e a sua volta questo ti ostacola, ti impedisce di andare oltre e ci permette di tenerti dove vogliamo che tu sia, in uno stato miserabile, confuso e dove sguazzi nell’emozione.

Delle trenta parti costitutive dell’Errata Focalizzazione, quali sono le risposte e le osservazioni verso queste domande e affermazioni? Quali sono le parti costitutive dell’Errata Focalizzazione? Ce ne sono davvero tante e qui ce ne sono trenta che ti permetteranno di evitare l’effetto dell’Errata Focalizzazione e che a sua volta ti permetteranno di concentrarti su te stessa e i tuoi bisogni personali.

1. Ti stai domandando perché ti abbiamo trattato in modo così terribile dopo essere stati così meravigliosi con te.

– Lo facciamo perché tu hai smesso di fornirci carburante positivo potente. Avevamo bisogno di estrarre carburante negativo da te al suo posto in modo di continuare ad esistere

2. Tu vorresti sapere come possiamo averti lasciata in questo modo dopo tutto ciò che hai fatto per noi?

– Con assoluta facilità. Noi pensiamo solo per noi stessi. Tu sei solo un dispositivo per noi non una persona. Qualcun altra riceve il nostro interesse ora e la consideriamo meglio di te su ogni fronte.

3. Sei perplessa riguardo a come riusciamo a voltare pagina verso qualcun altro dopo essere stati con te, specialmente dato che dicevamo che io e te eravamo anime gemelle e saremmo stati insieme fino alla fine dei tempi?

– Questi sono ritornelli standard (ci sarà un post futuro su questo) che distribuiamo come confetti nel tentativo di sedurti. Raramente ciò che diciamo ha quel significato dato che siamo bugiardi cronici.

4. Cosa stiamo facendo con il nostro nuovo acquisto?

– Più o meno esattamente ciò che abbiamo fatto con te. Le seduciamo e diamo loro il periodo d’oro. Applicheremo tecniche simili nel modo in cui le affasciniamo e le incantiamo come abbiamo fatto con te. Aspettati che diciamo le stesse cose, le portiamo negli stessi posti, compriamo gli stessi regali e così via, con qualche sporadico cambiamento.

5. Loro sono meglio di te?

– Quanto tempo hai? Loro sono più belle, più amorevoli, più intelligenti, più di successo, più divertenti, più ammirate, più adorabili, infatti qualunque cosa tu fossi stata loro sono mille volte meglio.

La realtà è che non lo sono, possono anche essere inferiori rispetto a te, ma noi non lo vediamo. Per noi sono scintillanti e nuove e quindi meravigliose.

6. Loro sono felici con questa persona ora?

– Noi non sentiamo la felicità. Ci sentiamo congestionati dal potere che ci attraversa ad ondate tramite il carburante. Diremo a tutti che siamo felici per mantenere l’apparenza e anche nella speranza che tu senta della nostra enorme gioia di stare con questa persona.

7. Cos’ha questa persona che io non ho?

– Per noi, il più straordinario e potente carburante positivo.

Nel tuo mondo, loro sono un po’ differenti, anche se rimarresti sorpresa per quante cose in comune potreste avere.

8. Non sembra nemmeno che lei sia il nostro tipo quindi perché abbiamo scelto proprio lei?

– Se diffonde carburante positivo allora è il nostro tipo. Questo è tutto ciò che importa. Voi siete tutti dispositivi ai nostri occhi.

9. Tu trascorri il tempo nello “stalkero da Ex” mentre controlli i nostri social (e quelli del nuovo obiettivo) per vedere cosa facciamo insieme, cosa ci diciamo e cercare qualche segno di problemi nella nostra nuova relazione.

– Vogliamo che tu lo faccia così non volterai pagina. Non vedrai nessun segno di problemi in paradiso. Tutto il contrario dato che diffondiamo la propaganda.

10. Tu vuoi che la nostra nuova relazione fallisca così ti sentirai meglio e validata perché la stessa cosa che è accaduta a te è successa anche al nuovo bersaglio.

– Sappiamo che è così perché questo corrisponde a quanto odiosa e orribile tu sia e ci fa chiedere perché mai ti avevamo scelta. Non preoccuparti, alla fine vacillerà, succede sempre.

12. Ti chiedi cosa dovresti fare per riconquistarci.

– Non dovresti davvero preoccupartene ma non devi fare nulla perché ti recupereremo abbastanza presto.

13. Ti chiedi quali errori sono stati fatti che hanno causato la rottura della relazione.

– Quanto tempo ti rimane per farci elencare la litania delle tue violazioni? La verità è che questa è la nostra prospettiva. Tu non hai fatto nulla di sbagliato.

14. Inizi ad immaginare cosa sta accadendo tra queste quattro mura, che tu conoscevi così bene una volta, e diventa una fissazione pensare a ciò che sta accadendo.

– Tutto ciò che è accaduto tra te e me. È davvero spaventoso quanto gli assomiglia.

15. Ricordi i giorni trascorsi con noi e ti chiedi se stiamo facendo le stesse cose che abbiamo fatto con te con la nuova persona.

– Certamente.

16. Vorresti che spiegassimo perché abbiamo fatto quel che abbiamo fatto?

– Non succederà. Abbiamo bisogno che rimani aggrappata per avere delle risposte e una conclusione.

17. Provi a trovare un senso a cosa è accaduto ma non riesci. Questo, però, non ti ferma dal continuare a scorrere nella tua testa tutto del nostro rapporto ancora e ancora mentre cerchi di trovare una risposta.

– Non ha alcun senso fare così. La risposta non è lì.

18. Stai seduta chiedendoti se ti stiamo pensando?

– No, non lo facciamo. Non esisti per noi fino a che non appari nella sfera di influenza e allora è tempo di recupero.

19. Rimugini sul fatto se ci manchi o meno.

– Tu non ci manchi per nulla. Potrebbe mancarci il tuo carburante ad un certo punto.

20. Lei ci bacia come facevi tu?

– Sì, non che ci interessi.

21. La amiamo più di quanto amavamo te?

– Diremo al mondo intero e a te (e a lei) che non abbiamo mai amato nessuna così tanto prima. Naturalmente lo abbiamo fatto. È sempre lo stesso anche se non è amore nel senso in cui lo intendi tu.

22. Abbiamo tenuto i regali che ci hai fatto?

– Sì. Verranno usati per recuperare e triangolare.

23. Perché abbiamo cancellato tutte le tue foto dai social?

– Per provocarti e per mantenere felice il nuovo obiettivo.

24. Perché non abbiamo cancellato tutte le tue foto dai social?

– Per provocarti e per tenerti aggrappata.

25. Perché stiamo dicendo quelle cose su di te alle altre persone?

– È una campagna denigratoria, abituati. Tutte l’hanno avuta. Non sei nulla di speciale.

26. Ci sentiamo cattivi per il modo in cui ti abbiamo trattata?

– No.

27. Perché non importa che cosa facciamo alla fine vinciamo sempre?

– Perché cambiamo le regole a nostro favore.

28. Ti parleremo ancora?

– Oh sì. Quando è tempo di recupero.

29. I nostri amici e la nostra famiglia mi parlano ancora dopo che è accaduto tutto questo?

– No. la campagna denigratoria è in atto. Però lo faranno quando ci sarà il tuo recupero.

30. E se lei fosse “quella giusta”?

– Certo che lo è. Il rimpiazzo è sempre “quella giusta” (fino alla prossima “quella giusta”).

Passi così tanto tempo occupato con questi pensieri. Dominano la tua mente. Si riproducono scenari per cercare di rispondere a queste domande. Ti siedi e discuti di queste questioni con amici e familiari che fanno del loro meglio per essere di supporto ma non hanno le risposte. Non riceverai nessuna risposta da loro che ti soddisferà perché alla fine vuoi che quelle risposte vengano da noi e noi lo sappiamo. Questo è il motivo per cui non te le forniremo.

Avrai immediatamente notato ciò che tutti i trenta punti sopra hanno in comune. Sono tutti su di noi. Questo è intenzionale. Vogliamo che tutto sia su di noi. Lo vogliamo durante la seduzione, durante la svalutazione e la fuga o il post scarto. Deve sempre ruotare attorno a noi e la creazione di così tante domande derivanti dal nostro trattamento da parte tua è una conseguenza deliberata che è stata progettata per farti concentrare su di noi.

Questo ti paralizza.

Questo ripete il dolore.

Questo ti trattiene.

Questo ti mantiene vulnerabile al recupero che avverrà.

Questo è ciò che vogliamo.

Vogliamo che ti concentri su di noi.

Devi concentrarti su di te.

Ma applicherai sempre la messa a fuoco sbagliata.

Ora hai la conoscenza

H.G. TUDOR

30 Hammer Blows From the Narcissist

Pubblicato il Lascia un commento

📰 LE 7 VERITÀ SULLE AMICIZIE NARCISISTICHE

79868793_118468246290258_7221627035913814016_n.jpg
1. Ai nostri amici non piaci veramente
Le persone che scegliamo per garantire la nostra cerchia interna ed esterna di amici sono state tutte affascinate da noi e coinvolte nella nostra sfera di influenza allo scopo di rifornirci di carburante, doti caratteriali e benefici residuali. In cambio è concesso loro di fare ripetutamente da nostro pubblico, hanno la possibilità di contemplare il Re Sole e ottenere vantaggi dalla loro associazione con un tale colosso sociale. Quando vieni ammesso alla mia sfera di influenza come partner intimo questi miei amici ti apprezzano solamente perché sanno che questo è il loro ruolo e devono farlo per rimanere in grado di partecipare alla mia corte. Se dovessi darne la direttiva ti girerebbero le spalle in un istante. Mai credere che tu ti possa rivolgere a loro nel momento del bisogno. Andresti dritto dritto contro un muro di mattoni. Se dovessi essere ammesso nella mia sfera di influenza come un altro membro del circolo interno o esterno di amici allora gli altri amici sono tuoi avversari. Sono tutti alla ricerca del mio favore, nemmeno rimanendo nel circolo interno o ottenendo la promozione ad esso, tale è il fascino e l’attrazione di essere amici con me. Questi altri amici sorrideranno e ti daranno il benvenuto, perché è ciò che ci si aspetta da loro ma sono sorridenti assassini che godranno e si delizieranno facendo sprofondare il pugnale dell’isolamento e dell’ostracismo nella tua schiena se dovessi volere che ciò accada. Sei entrato in un covo di vipere.
2. È una strada a senso unico
Avrai benefici dal tuo legame con me in quanto amico e godrai della mia compagnia, chi non vorrebbe quando sono affascinante, magnetico ed interessante ma ti è concesso di occupare questa posizione solo fintantoché stai dando. Devi fornirmi carburante per mantenermi pieno attraverso la tua ammirazione e le tue lodi. Mi aspetto che tu sia un fattorino per me, che porti avanti le mie macchinazioni a mio nome quando ti richiedo di manipolare qualcuno per procura, tu prenderai cose per me, me le darai e farai cose per me tutto perché vuoi rimanere nella posizione elevata della mia amicizia. È anche altamente probabile che possiederò alcune informazioni su di te o qualcosa che vuoi altra cosa che ti costringe alla condiscendenza. Tu sei quello che da e io quello che prende. È unidirezionale.
3. I nostri amici non sanno cosa siamo
L’ardente splendore della nostra magnificenza è tale che oscura ciò che siamo realmente. Ogni lamento riguardo il nostro comportamento si incontrerà con il rifiuto e una risposta perplessa. Loro sono sempre stati trattati bene da noi. Lasciamo che loro si uniscano a noi e concediamo loro di seguirci al nostro passaggio cosa che ha numerosi vantaggi. Loro non hanno idea di cosa realmente siamo se ce l’avessero non continuerebbero a far parte del nostro seguito. D’altra parte non vogliono sapere diversamente perché gli è stato fatto il lavaggio del cervello per pensare che lo status quo sia a loro vantaggio e quindi non vedono ragione di considerare chiunque cerchi di usurparci.
4. I tuoi amici sono tutti obiettivi
Non ho interesse nel farmi amici i tuoi amici. Loro sono inferiori a me ma guarderò a loro come a degli obiettivi. Tra loro potrebbe esserci benissimo il tuo rimpiazzo e quanto soddisfacente sarebbe corrompere uno dei tuoi sostenitori per rivoltarlo contro di te e farlo sedere alla mia destra? Affascinerò e mi accerterò che i tuoi amici pensino bene di me poiché questo non solo renderà la mia seduzione di te in quanto fonte primaria molto più semplice, mi offrirà anche carburante, doti caratteriali e benefici residuali. I tuoi amici sono selezionati per essere la mia nuova fonte primaria, membri della mia congrega e perfino luogotenenti così che abbia un appartenente alla quinta colonna nel tuo campo pronta ad agire in mia vece quando l’inevitabile svalutazione inizierà.
5. Le nostre amicizie sono definite dall’utilità
Come ho spiegato il concetto di amicizia per noi è tutta una questione riguardo a ciò che possiamo trarvi e di conseguenza finché qualcuno ci fornisce ciò che richiediamo, si conforma ai nostri desideri e porta avanti ciò che vogliamo allora l’amicizia resisterà. Se uno dei nostri amici dovesse accorgersi delle nostre intenzioni, rivoltarsi contro di noi o iniziare a fallire nel ruolo che è stato assegnato per noi è di poca importanza il fatto di conoscerli da dieci anni o più. Non ci preoccupa il fatto che andavamo a bere con loro ogni Venerdì, se non funzionano come componente del dispositivo allora devono essere spenti, esclusi e rimpiazzati. Facciamo amicizia facilmente e le manteniamo ancora più facilmente di quanto tu possa pensare. Molto pochi ci lasciamo. Di solito ce ne disfiamo rapidamente.
6. I nostri amici non devono mai offuscarci
Ci piace che i nostri amici siano belli e attraenti ma non più di noi. Ci piace avere un gruppo bello attorno a noi, segnala al mondo che siamo speciali. Vogliamo gente interessante, il talentuoso, quello di successo e così via dato che siamo capaci di rubare doti da tutte queste persone per accentuare il nostro successo personale e la popolarità così da essere meglio in grado di sedurre più persone nella nostra sfera di influenza. Vogliamo che loro abbiano successo, siano di bell’aspetto, siano affascinanti a condizione che nessuno di loro ci oscuri. Beneficiamo della gloria riflessa ma non deve splendere più luminosa della nostra stella altrimenti qualcuno deve essere fatto uscire. C’è un solo posto per un solo re su questo trono.
7. Possiamo davvero apprezzare i nostri amici
Finché i membri del nostro circolo di amici interno ed esterno non offendono nessuno dei nostri requisiti elencati sopra spesso li apprezziamo realmente per il loro essere persone interessanti e affettuose. Ovviamente, questo non è abbastanza per noi, devono fornire carburante, permetterci di prendere doti e offrire benefici residui ma siamo piuttosto in grado di apprezzare il fatto che qualcuno sia divertente, che qualcuno sia un buon partner a volano (a condizione che solitamente vinciamo) o abbia qualche aneddoto spassoso da condividere su una recente vacanza. Fintantoché non trasgrediscono ostacolando le nostre esigenze allora godremo di queste caratteristiche aggiuntive, come buffoni, ambasciatori e cortigiani in una corte reale hanno tutti la propria funzione che serve ad avvantaggiarci.
H.G. TUDOR

The Seven Truths About Narcissistic Friendships


 

Pubblicato il Lascia un commento

👤 VERITÀ, ABBELLIMENTO O BUGIA

160626 Truth, Embellishment or Lie.jpg

Una delle cose importanti da capire sulla mia specie e me che tutto, e intendo tutto, ruota attorno a noi. Potresti pensare che ci sono momenti in cui ci comportiamo in modo educato e generoso, possiamo apparire interessati a ciò che stai dicendo o a ciò di cui qualcun altro sta parlando, possiamo dimostrare una certa comprensione per qualcuno e apparire fuori dai nostri schemi il fatto che sosteniamo. Niente di tutto questo accade a meno che non ci sia qualche vantaggio per noi.

Nel modo più ovvio, questa caratteristica di far sì che tutto ruoti attorno a noi si manifesta nel fatto che noi parliamo molto di noi stessi. Ti regaleremo i nostri successi, le nostre capacità sportive, le cose in cui abbiamo avuto successo quando eravamo più giovani, ci vanteremo di quanto guadagniamo, dove siamo in vacanza, dove ceniamo, cosa compriamo e così via, giusto per assicurarci che l’ascoltatore e soprattutto tu, capisca che noi siamo fantastici. Siamo leader nel nostro campo. Alcuni fatti di cui ci vantiamo sono inventati. Questo perché siamo abili nell’ascoltare altre persone quando le incontriamo e rubiamo parti delle loro personalità, attributi e comportamenti che bramiamo per noi stessi. Assorbiamo ciò che essi sono e lo trasformiamo in una parte di noi in modo che il resto del mondo pensi che questo sia ciò che noi siamo realmente. Questo ci rende più attraenti e ci consente di attirare altre persone a noi. Molto di ciò di cui ci vantiamo è abbellito ed esagerato, ma c’è un fondamento di verità. Siamo stati a Dubai due volte, ma nella conversazione facciamo sì che siano otto volte. Una volta abbiamo assistito a un concerto dei Depeche Mode e l’abbiamo fatto davanti alla folla. Ti diciamo che abbiamo preso un aperitivo sul palco con la band, anche se Dave Gahan, il cantante solista, beveva acqua perché si mantiene sobrio in quei giorni. Possediamo un abito di Armani. Vi diciamo che ne abbiamo sette, uno per ogni giorno lavorativo e due per il sabato a seconda di dove andiamo. Spesso siamo intelligenti e quindi non è difficile per noi cogliere le informazioni fornite da qualcun altro e rivendicarle come qualcosa che abbiamo fatto o visto noi. Un amico ha partecipato a una mostra d’arte e ce ne ha parlato molto. Di solito preferiamo di gran lunga parlare di ciò che abbiamo fatto noi, ma riconosciamo il valore dell’ascolto, almeno per un certo periodo di tempo. Prima di tutto, il fatto che una persona splendida come me si degni di ascoltarti dimostra che quantomeno devi avere delle qualità speciali perché questo accada. Questo ti farà sentire bene con te stesso. Non solo ti viene concesso un audience in presenza di tanta grandezza, ma senti questa, in realtà ti sto permettendo di usare il mio prezioso tempo e dirmi qualcosa su di te. In secondo luogo, io ascolto perché riconosco che queste informazioni che mi stai dando hanno un valore. Posso rubarle per me stesso e ad una serata di aperitivo quella sera posso anche dire di aver partecipato alla mostra d’arte. La mia aria di sicurezza e totale convinzione in quello che sto dicendo non farà dubitare che ciò che sto dicendo è vero. Perché dovrebbero farlo? La maggior parte delle persone prendono per buoni comunque i commenti e perché dovrebbero cercare di indagare se ci sono andato o no? So che questo è il modo in cui le persone rispondono e quindi non vi è alcuna difficoltà a fingere di aver partecipato. Anzi, rigurgiterò questa menzogna sulla partecipazione così tante volte che potrei anche aver partecipato perché sono in grado di ricordare particolari sufficienti. E ancora meglio, quelli a cui ho detto di aver partecipato anch’io e le loro risposte entusiastiche ai miei commenti chiaramente educati ed eruditi sugli allestimenti che erano esposti mi hanno procurato carburante, ma mi hanno anche fornito ulteriori informazioni che posso passare come mie.

Più informazioni raccolgo più posso parlare di quanto sono splendido. Posso mettermi in mostra e vedere le persone che mi circondano meravigliarsi delle mie osservazioni umoristiche, dei miei commenti concisi, della mia ampia conoscenza di una vasta gamma di argomenti e sono in grado di dimostrare che sono una persona erudita. Parlerò di tutti i posti che ho visitato in tutto il mondo, anche se con ogni probabilità ne ho visitati meno della metà. Posso parlarti di certi eventi sportivi prestigiosi a cui sono stato, di chi ci ho incontrato e di stupirti con le persone famose che conosco. Ho il diritto di farlo perché sono partito dall’eccellenza fin dall’inizio. Io ho successo. Ho talento. Voglio che il mondo riconosca questi talenti, devono farlo e devono resistere, applaudire e rallegrarsi di quanto io sia splendido. Non c’è niente di sbagliato in questo. Devo far sì che avvenga in modo da potermi assicurare il carburante di cui ho bisogno. Ciò significa che devo sempre trovare un palcoscenico per i miei risultati. Potresti pensarla come una cosa di poca importanza, ma per me è importante e deve essere annunciata. A questo aggiungo i miei trionfi. Io abbellisco ed esagero perché è lì che dovrei essere se non fosse per quelli che hanno complottato e cospirato contro di me per frenarmi. Vedi lui in televisione? Ero stato designato io per quel ruolo, ma non stavo bene e loro non aspettavano. Di conseguenza, non vedo alcuna ragione per cui non dovrei spiegare come mi sono assicurato altri ruoli prestigiosi nel mondo dell’intrattenimento. Non importa se sto mentendo perché io nella mia mente ho il diritto di essere la persona che è il numero uno, che vince i premi, che viene votato come il più popolare perché io sono io. Sono geniale.

So che da quando l’ho spiegato a coloro che hanno il compito di farmi terapia mi hanno chiesto se altre persone penserebbero che un atteggiamento simile sarebbe considerato normale e accettabile. Sono stato al gioco e ho chiesto alla buona dottoressa cosa pensava e lei ha commentato che, anche se lei capiva perché lo facevo, la maggior parte della gente troverebbe incredibile che io facessi questo. Eppure, ancora una volta, per quanto intelligente possa essere, non capisce la questione. Io non dico alle persone che abbellisco e mento perché io sono il maestro della convinzione e della plausibilità. Sono intelligente, quindi è difficile immaginare che ho conseguito un doppio primato (l’ho fatto ma capisci ciò che voglio sottolineare). Mi prendo cura di me stesso quindi è del tutto immaginabile che ho vinto premi nello sport quando ero più giovane e che ero nei libri di una squadra di football di Campionato ma ho scelto un percorso di carriera diverso. Io lavoro duramente. Lavoro duramente per ottenere risultati e l’ho sempre fatto. Sono sempre stato spinto a farlo e, grazie a questa base, questo fondamento del successo, qualsiasi cosa vi aggiungo in cima è del tutto plausibile e alla fine è qualcosa che potrei ottenere se lo volessi. Pertanto, non c’è niente di spiacevole in me se aggiungo queste esagerazioni e falsifico certe parti. Condivido questo con voi per aiutarvi a capire il mio punto di vista. So che molto di ciò che dico è un’esagerazione. So che alcune delle cose che dico sono false se considerate attraverso la stretta lente della tua comprensione del mondo, ma non stiamo parlando di te, giusto? Stiamo parlando di me. Tu etichetti cose come abbellimento, esagerazione e falsificazione, ma quelle sono parole tue. Non sono miei. Dal mio punto di vista, le considererei lucentezza positiva, aggiungere-a-ciò-che-avrei-raggiunto-e-cosa-avrei-fatto-se-non-fosse-stato-per-gli-altri-quindi-posso-ben-dichiarlo-come-mio. Ho spiegato a lungo questi principi ai bravi dottori e so che capiscono il mio punto di vista. È tutta una questione di prospettiva. Tu la chiami bugia, io la chiamo riprendere un me alternativo e aggiungerlo al vero io. Tu lo chiami abbellimento e io lo chiamo complementare. Capisco da quello che i bravi dottori hanno detto che la gente ha difficoltà con questo concetto ma io ho fatto notare che la maggior parte delle volte tu non hai idea se ciò che ti stiamo dicendo è la “verità” (usando la tua parola) e quindi non ha importanza. Sei incantato da me e questo è tutto ciò che conta. Mi fornisci la reazione appropriata, il mio carburante e mi attiri che tu sia un amico, un collega o un partner intimo.

Questa è la verità della questione. Nessuna esagerazione.

H.G. TUDOR

Truth, Embellishment or Lie