Pubblicato il Lascia un commento

📰 PERCHÉ IL NARCISISTA TI SCEGLIE

Quando miriamo ad acquisire i nostri dispositivi per alimentarci, è logico pensare che dedichiamo la maggior quantità di tempo alla persona che sta per diventare la nostra fonte primaria di carburante. Certamente la quantità di tempo dedicata a questo dipende dal narcisista in questione ma tutti quelli della nostra specie cercano certi tratti che sono prevalenti nei soggetti empatici. Ci sono certi tratti essenziali che esistono negli individui empatici. Le persone normali avranno alcuni di queste caratteristiche, probabilmente non tutte e non avranno i tratti nell’estensione e nel grado di una persona empatica. Quindi, ecco perché le persone normali vengono raramente prese come nostra fonte primaria. Ci sono anche doti che che sono conosciute come tratti di classe. Queste sono le caratteristiche che attraggono la relativa classe di narcisisti, che questa persona sia un Narcisista Vittima, Somatico, Cerebrale o un Narcisista d’élite. I tratti base sono estremamente importanti per noi. La loro esistenza ci fornisce i tre elementi chiave che prendiamo dalle nostre vittime. Primo, queste caratteristiche implicano che la fornitura di carburante sarà elevata per via della loro connessione alla produzione emotiva della vittima. Secondo, ci sono certi benefici residuali che provengono da queste doti che vogliamo. Terzo, attaccandoci a qualcuno che ha questi tratti fingiamo di averli anche noi. Noi non abbiamo queste caratteristiche. Di conseguenza, vogliamo prenderle da te per applicarle alla nostra costruzione e farle passare come se ci appartenessero. Dal momento che siamo specialisti ed emuliamo, non abbiamo di nostro queste doti e non le sentiamo, ma siamo capaci di replicare come appaiono studiando il modo in cui ti comporti, poiché tu hai questi tratti. Poi li applicheremo al nostro comportamento al fine di mantenere la facciata. Questo inganna le altre persone nel pensare che siamo onesti, rispettabili e amorevoli. Ci concede anche di rispecchiare i tuoi tratti e rifletterteli indietro in modo da farti pensare che anche noi li abbiamo. Questo ci rende più che mai attraenti per te e ci assicura che tu sia strettamente legato a noi. In accordo a questo, identificare questi tratti sostanziali nelle nostre vittime è estremamente importante. Di queste caratteristiche più ne possiedi, e meglio è. Più ne hai di questi tratti, maggiore è la possibilità di essere intrappolato dalla nostra tipologia. Una combinazione dei tratti base e dei tratti di classe che appare nel modo in cui ti comporti e agisci attira la nostra tipologia verso di te. Noi sentiamo e vediamo queste caratteristiche e focalizziamo la mira su di te come potenziale fonte primaria.

Questi sono dieci di queste caratteristiche base. L’ideale è trovare una vittima che le abbia tutte e dieci e le mostri ad un livello notevole. Allora vorremo anche che mostri i tratti corrispondenti alla classe che siano compatibili con il tipo di narcisista che siamo

Il Narcisista Inferiore è inconsapevole di queste caratteristiche ma come un lupo affamato che annusa il proprio cibo può percepire l’esistenza di queste doti e sa che la persona che li mostra è qualcuno che vuole con lui.

Il Narcisista Medio riconosce questi tratti come lodevoli. Li vede come un punto in più allo stesso modo in cui qualcuno potrebbe considerare qualcun altro che è interessato di arte, viaggi e musica classica, come un buon partito per iniziare ad uscire. Il Medio sa che per lui questi tratti hanno valore ma non conosce la ragione fondamentale per cui è attirato da questi.

Il Narcisista Superiore sa cosa sono questi tratti e perché sono importanti. Conosce la funzione che giocano, sa meglio di chiunque altro come individuarli e il posto dove (il “terreno di caccia”) si può trovare gente che avrà questi tratti essenziali e anche i tratti di classe. Il Superiore può annusare l’esistenza di queste doti e far corrispondere il bersaglio a questi prima di avvicinarsi per intrappolare la persona.

Quindi quali sono queste doti? Bene, qui ce ne sono cinque dei dieci solo per un esempio. È altamente probabile che tu abbia tutti e cinque questi tratti e che li abbia in quantità significativa perché è il motivo iniziale per cui sei stato intrappolato da un narcisista.

Devoto d’Amore – Esigiamo che i nostri bersagli siamo fedeli all’idea dell’amore. Vuoi trovare l’amore, sperimentare l’amore, amare ed essere amato. L’idea dell’amore è centrale nella tua esistenza e credi veramente che il nostro fine su questa terra sia amare gli altri. Non solo questo significa amare le persone intorno ma sopra ogni altra cosa credi nella realizzazione che nasce dall’avere accanto quell’unica persona speciale con cui sei impegnato, per cui faresti qualsiasi cosa e per cui ti sacrificheresti. L’esistenza dell’amore è il motivo, per te di esistere e quindi devi trovarlo e una volta individuato, ottenerlo e mantenerlo. Vogliamo devoti d’amore perché la tua devozione all’amore spesso ti acceca su così tante cose e di conseguenza fingendo di darti amore possiamo agganciare questo vostro tratto e questo ci concede di intrappolarti quanto mai facilmente.

Compassionevole – I nostri bersagli devono mostrare compassione. Questa compassione deve essere principalmente per noi per quanto siamo soddisfatti che venga esibita per altre persone e oggetti come gli animali al fine di individuarla. Se identifichiamo che qualcuno si cura più di animali e cose invece che persone però non consideriamo che questo soddisfi il nostro requisito. In stadio iniziale, se vediamo la prova di compassione verso gli animali generalmente (ma non sempre) ne segue che questa persona sarà compassionevole anche verso gli esseri umani.

Rispettabile – Cerchiamo gente rispettabile. Gente che abbia buone maniere, che sia educata e comprensiva. Persone che abbiano considerazione per gli altri, che aspettino il loro turno per parlare, permettendo agli altri di prendere una fetta di torta per primi, facendo beneficenza e comportandosi in maniera dignitosa. La rispettabilità è un tratto attraente perché ci dice che aderirai a certi standard e che ti aspetti anche che noi facciamo lo stesso. Questo è importante perché sappiamo che spesso è indicativo del fatto che quindi è improbabile che rinunci con noi quando le cose si fanno difficili.

Bussola Morale – Preferiamo una persona con una forte bussola morale, qualcuno che porterebbe il portafoglio dalla polizia con il contenuto intatto se lo trovasse per strada o che avvertirebbe il commesso se gli fosse stato dato troppo resto. Questa persona è monogama e fedele e crede che gli altri dovrebbero comportarsi nello stesso modo. Ancora, questo ci dice che è molto più probabile che tu resista una volta che inizierà la svalutazione e il nostro comportamento offenderà la tua bussola morale così si accompagnerà ad una reazione emotiva e quindi a carburante abbondante.

Premuroso – un individuo che si occupa sempre di qualcun altro. Che sia tramite il lavoro per provvedere a noi, mandare avanti la casa in maniera eccellente, prendersi cura di noi quando siamo malati e essere preoccupato per il nostro benessere, il tratto dell’amorevolezza è molto importante e deve essere evidente specialmente nella nostra fonte primaria. Non solo ci dirà che ti prenderai cura di noi ma ci segnala anche che quando inizieremo la svalutazione, vorrai aggiustarci e curarci e quindi continuerai a lottare, provando a fare la cosa giusta. Ci dice anche che possiamo aspettarci notevoli benefici residui da parte tua nei termini di te che ti prendi cura di noi, che ti conformi al nostro punto di vista e a come dovresti essere, sottomesso e obbediente.

H.G. TUDOR

Why the Narcissist Targets You

Pubblicato il Lascia un commento

👤 QUESTA VOLTA FUNZIONERÀ

Quando per la prima volta entri nel mirino, quando appari tra quei bersagli e percepisco le tue qualità empatiche, la tua corrispondenza nei tratti che ti rendono così attraente per me, sono pieno di ottimismo. Ho parlato in molte occasioni del mio bisogno di estrarre carburante quotidianamente. Questo rituale richiede l’acquisizione di una persona che sarà la mia fonte primaria e poi tutta una serie di fonti secondarie e terziarie che sono composte da amici, familiari, estranei, colleghi e così via. È un compito incessante, ma per il quale sono stato costruito, per il quale sono stato progettato e per il quale mi applicherò sempre. Preferisco conservare le mie energie ed è per questo che vivo nella speranza che questa volta la persona che ho preso di mira sia quella che non mi deluderà. In questa occasione ho trovato la persona che sarà la mia fonte primaria così non dovrò mai impegnarmi nella svalutazione di questa persona perché ha fallito nel suo obbligo di fornirmi carburante. Molte persone possono considerarmi una persona pregiudizievole ed è vero che pre-giudico le persone, ma lo faccio sempre solo sulla base di prove adeguate. Cerco le caratteristiche necessarie nel modo in cui interagisci con gli altri, nelle cose che dici e in ciò che fai. Osservo attentamente prima di fare la mia mossa. Quando vedo proprio le cose che ho a cuore e richiedo allo scopo di raccogliere carburante, provo euforia. Vi è eccitazione e attesa. Soprattutto a causa del carburante che spero di raccogliere da te, quel delizioso e dorato carburante che mi supercarica, mi rinvigorisce e mi dà il potere di navigare attraverso la vita affascinante e attraente. Tuttavia, il mio entusiasmo non è tutto basato sulla previsione di assaggiare il tuo carburante. No, una parte significativa della mia attesa nasce dal fatto che potresti essere l’unico. Potresti essere quella persona che non mi delude. Potresti essere quella che finalmente mi fornisce un carburante così dolce che non dovrò mai andare altrove a cercare una risorsa primaria. Non posso rinunciare alle mie fonti supplementari poiché rappresentano una riserva e un’emergenza per quando non sono in grado di estrarre il mio carburante principale da te come fonte primaria. Questo non perché ti ho scartato o perché hai commesso quell’infido atto di sfuggirmi e di applicare il no contact. Niente affatto. La riserva è necessaria perché a causa di vari fattori non posso essere al tuo fianco ogni ora del giorno o in qualche modo in contatto con te fino a questo punto. Ciò implica che per quanto mi goda il tuo dolce, dolce carburante, sono costretto a ottenerlo altrove e lo prendo da quelle fonti supplementari. Sei comunque tu che cerco sempre per il carburante migliore. Sei tu che cerco perché tu mi fornisca la maggior parte del carburante e lo faccia con una regolarità rassicurante. Voglio questo carburante da una sola fonte primaria. Sembri pensare che io mi rallegri degli abusi che ho messo in atto quando ho svalutato la mia vittima fonte primaria, ma è così. Può sembrare che sia così, un effetto collaterale del potere che scorre attraverso di me mentre bevo avidamente quel carburante negativo, ma in realtà preferirei non dover mai seguire questa strada. Preferirei che tu continuassi a pompare quel carburante positivo a tal punto che per me rimane sempre soddisfacente. Voglio che tu sia quella persona che è sempre lì, affidabile, sicura e straordinaria nella produzione del tuo carburante. Ne trarresti beneficio anche tu. Non ci sarebbero terribili abusi quando avviene la svalutazione. Non ci sarebbe lo sconcertante scarto (almeno per te sconcertante – per me ha perfettamente senso) e infine non dovrei nemmeno prendermi la briga di applicare vari tipi di recupero per riportarti da me. Immagina di evitare tutto questo e di restare nel glorioso periodo d’oro della seduzione per tutto il tempo? So quanto lo ami. L’ho visto nei tuoi occhi, ti ho visto parlare di esso e ovviamente ho visto quanto tu abbia lottato a volte per recuperarlo. Tu adori e veneri il periodo d’oro e puoi averlo. Puoi averlo per tutto il tempo. Tutto quello che ti chiedo è di continuare a fornirmi quel carburante alla potenza e al livello che sono appropriati e richiesti. Non può essere troppo difficile per te, vero? Una volta lo facevi. Lo fornivi egregiamente, ma poi mi hai deluso non fornendomi la qualità a cui ero abituato. Hai diminuito la frequenza e sei diventato inaffidabile, in questo modo mi hai ferito e questo non poteva essere tollerato. Dovevi essere ferito a tua volta. Non c’era speranza di fare in altro modo. Immagina di riuscire ad evitare di portare tutto quell’orrore su di te continuando a fare ciò che è necessario. Tu continui a darmi il mio carburante alla dose prescritta e in cambio puoi rimanere per sempre nel periodo d’oro. Questo è ciò che spero anch’io e tu pensi che io sia egoista. Niente affatto. Vinceremo entrambi. Tu hai il periodo d’oro e io ho il prezioso carburante. Questo è ciò che spero ogni volta che si presenta un nuovo obiettivo e io comincio il mio lavoro di prendere in considerazione il passaggio alla seduzione di questo obiettivo. Sono pieno di speranza, sono pieno di ottimismo che questa volta, solo per una volta, continuerai a fare ciò di cui ho bisogno e non mi deluderai. Non importa quante volte è successo in passato. Non importa quante volte sono stato tradito e ferito dalla condotta sediziosa di coloro che hanno detto, così tante volte, che mi amavano e l’avrebbero fatto sempre, io ho sempre continuato a credere nel potere e nella capacità che il prossimo obiettivo potrebbe semplicemente essere quello giusto. Non sono una persona cattiva per aver creduto in quel modo, vero? Voglio solo trovare la persona giusta per me. Proprio come lo vuoi tu.

Tu vuoi trovare la persona che amerai per il resto della tua vita, io voglio trovare la persona il cui carburante amerò per il resto della mia vita. Di sicuro puoi capirlo e riconoscerne il valore? Di sicuro devi accettare che questo è un concetto nobile? Di sicuro capisci perché penso sempre che potresti essere tu la persona giusta. Questa volta.

H.G. TUDOR

This Time It Will Work

Pubblicato il Lascia un commento

📰 PREDA

Noi siamo esperti nel fiutare la nostra preda. Siamo in grado di identificare quelle che ci saranno poco utili e ignorarle. Distinguiamo coloro che sono ostruzionistici e li evitiamo. Abbiamo un’istintiva capacità di selezionare quelli che servono ai nostri scopi con la massima efficacia. Coloro che ci forniranno abbondanti quantità di carburante, coloro che saranno dotati dei tratti che abbiamo bisogno di rubare per il nostro stesso costrutto, al fine di attirare gli altri verso di noi e di tenere a bada il demone. Coloro che ci forniranno i benefici aggiuntivi che consideriamo come nostro diritto, l’accesso ai tuoi beni per il nostro uso esclusivo. L’Inferiore si aggancia a coloro che servono alla sua specie quando si avvicinano troppo a lui. Come un predatore che nota il profumo di una potenziale vittima, egli viene avvertito della tua presenza e fa la sua mossa, rapida e immediata. Una bestia d’istinto, sa quando nelle vicinanze c’è una vittima che sarà utile ai suoi scopi e darà la caccia a quella persona. Può non essere la più adatta ai suoi scopi, ma per il momento non ha importanza. Sente la preda, conquisterà questa vittima e si attaccherà ad essa, succhiandole il carburante fino a che non si sarà pressoché svuotata e poi la scarterà e passerà alla prossima vittima che ha fiutato e che si trova nelle vicinanze. L’Inferiore si apposterà nei territori di caccia più testati. Non vuole avventurarsi troppo lontano. Non vuole spendere troppa energia per inseguire quella preda e conquistarla. Cerca vittime facilmente raggiungibili, che può abbattere senza tanto sforzo e quindi vi affonda le zanne con facilità. Potrebbe essere che una vittima più adatta, più carica di carburante, si trovi un po’ più distante, ma l’Inferiore si rivolge a ciò che gli sta di fronte. Non sprecherà il tempo a cercare una vittima migliore, ma abbatterà quella che è più vicina e poi passerà alla prossima più vicina e così via. Così l’Inferiore caccia in modo aggressivo e imprevedibile, deve sedurre rapidamente le sue vittime per paura che la bestia si palesi troppo presto e spaventi la sua preda. Deve camuffare la propria natura e non è in grado di farlo troppo a lungo. L’Inferiore vorrà un frutto attaccato a rami bassi. Non è interessato a quelli che potrebbero rappresentare una sfida e quindi fornire più carburante gratificante. Prenderà comunque carburante dalle sue vittime risorse primarie come può. Puoi paragonarlo a qualcuno che prende le bevande avanzate a una festa. Piuttosto che aspettare di trovare la bottiglia di vodka Grey Goose nascosta dall’ospite sul retro di una credenza, l’Inferiore berrà l’avanzo di una lattina di birra, poi sorseggerà ciò che rimane dalla bottiglia di vino più vicina e quindi si sposta da ricettacolo a ricettacolo, banchettando e prosciugando.

Il Medio Rango è più perspicace. Sa da cosa è attratto e impiegherà più tempo a cercarlo. Ha intelligenza ragionevole, astuzia e abilità e quindi le metterà in pratica per trovare la vittima più appropriata per lui. Può tralasciare qualcuno che potrebbe essere adatto, ma non è del tutto soddisfacente. Mentre l’Inferiore si sarebbe impadronito di quella vittima, trovando una ragionevole idoneità in quella persona, un certo numero di tratti che richiede vengano raggiunti, anche se non tutti, il Medio Rango si accontenta di inseguire un po’ di più. Il Medio Rango fa un considerevole uso di osservare da lontano mentre valuta l’idoneità della sua futura preda. Osserva, considera e riflette. Non ha l’assoluta sicurezza di andare subito a uccidere come il Superiore, e nemmeno viene spinto dal senso di urgenza e fame che affligge l’Inferiore. Possiede un certo controllo e lo userà per assicurarsi che i suoi apparecchi, specialmente quelli che diverranno la fonte primaria, siano i migliori. Ovviamente non ha un’energia illimitata e arriva un momento in cui la necessità diventa il motore dell’azione e deve fare la sua scelta, ma non è senza considerazione e applicazione a quei tratti, sia generici per l’individuo empatico che specifici per il tipo della vittima che si accorda meglio con i propri bisogni. Il Medio Rango riconosce che c’è un tipo di persona da cui è attratto, anche se non sa il perché. È in grado di distinguere quei tratti e caratteristiche che gli sono più utili e di conseguenza quelli che impiegherà un po’ di tempo a raggiungere. Si rende conto che certi tratti nelle persone gli procurano maggiore soddisfazione e quindi li cercherà senza conoscere la vera ragione per cui lo fa. Il Medio Rango adotterà un certo metodo per cacciare la sua preda, ma c’è sempre la spinta del bisogno, il che significa che potrebbe non essere l’ideale che vorrebbe.

Continuando l’analogia del dragaggio di mine, il Medio Rango non si preoccuperebbe di raccattare gli avanzi da bottiglie e bicchieri alla festa, ma passerà il tempo a pensare a dove potrebbe essere riposto il “meglio”. Individuerà quattro lattine di birra nel frigo. Potrebbero esserci risorse maggiori altrove, ma è soddisfatto di questo ragionevole livello di qualità che ha identificato e non vuole rischiare di lasciare che il suo premio scompaia mentre scommette sul cercare di trovare qualcosa di meglio, e di non riuscire.

Il Superiore si diverte nella caccia. L’identificazione della vittima più scelta è fondamentale per lui. Sì, ci possono essere momenti in cui la necessità comporta l’imposizione di una vittima meno desiderabile (ma sempre funzionale), ma quando vi sono le condizioni (non c’è crisi di carburante e ci stiamo preparando per lo scarto e perciò nel controllo del nostro ambiente) il Superiore passerà il tempo a identificare coloro che esibiscono molti dei tratti generici e specifici che gli saranno più utili. In effetti, il Superiore avrà in mano diverse prospettive mentre estrae informazioni su queste risorse, le verifica e le valuta. Una volta assicuratosi che i segnali e le indicazioni sono buoni, farà la sua mossa e si impegnerà ad accertarsi che la sua perspicacia iniziale rimanga buona. Se lo è (e di solito lo è) si muoverà per l’uccisione. A differenza dell’Inferiore che andrà alla giugulare e abbatterà la sua vittima rapidamente e prontamente, il Superiore utilizzerà l’intelligenza che ha raccolto per incantare, affascinare e ipnotizzare la sua vittima. Con scrupoloso impegno, il Superiore disarma prontamente la sua vittima, smantella ogni autodifesa possibile e tiene la vittima esattamente dove vuole lui o lei. Come una vipera, colpirà all’improvviso e si ritroverà attaccato alla vittima alla velocità della luce, le zanne affondano in profondità e il drenaggio inizierà mentre le pompe di carburante dalla vittima inconsapevole verranno risucchiate dal Superiore. Il Superiore sa quello che vuole e batterà diversi territori di caccia per ottenere ciò che vuole. Ha la capacità e l’energia per sostenere una caccia più lunga, o una caccia più breve dove la vittima potrebbe rivelarsi più impegnativa. Naturalmente se una vittima fornisce i tratti necessari e può essere conquistata con facilità, il Superiore prenderà anche questo frutto attaccato ai rami bassi. Non è uno sciocco. Tuttavia, non si lascia scoraggiare dal frutto appeso ai rami più alti, quello che è più succulento e nutriente in termini di carburante. Sa dove trovare le vittime migliori, è per questo che lavora in diversi campi di caccia ed è anche la più capace delle tre scuole di narcisista nell’identificare i tratti delle sue vittime. Mentre l’Inferiore lo sente d’istinto, il Medio Rango sa cosa va bene per lui ma non sa il perché, il Superiore sa esattamente cos’è che vuole. Sa anche come questi vari tratti si manifestano nelle sue vittime. Capisce cosa cercare, cosa osservare, cosa ascoltare e una volta che ha visto gli indicatori è in grado di accertarsi che all’interno di questo obiettivo vi siano i tratti appropriati. Quindi si aggancerà e solo nel più estremo dei casi gli sarà impedito di conquistare questo obiettivo. La ricompensa è troppo allettante, le sue abilità sono troppo grandi e il richiamo di una così deliziosa vittima si rivela troppo grande per resistere, impegnativa o no.

Una volta che quelle zanne sono affondate nella vittima e il carburante viene estratto, che si tratti di un Inferiore, del Medio-Rango o del Superiore, noi resteremo finché non verrà il momento di identificare la prossima preda.

H.G. TUDOR

Prey

Pubblicato il Lascia un commento

🆕 CENTRATO IL BERSAGLIO

Mi allontano dal gruppo con cui sono nel bar, le risate al mio racconto sono ancora forti e invadenti al punto da indurre gli altri clienti a guardare dalla nostra parte. Più carburante per me, ovviamente. È allora che la vedo, in piedi al bar che tenta di attirare l’attenzione del barista. Non sta spingendo in aria un biglietto o uno scontrino chiedendo di essere servita, non sta saltellando su e giù nel tentativo di farsi notare da quel cameriere, no, sta aspettando pazientemente. Un buon segnale. Pazienza.

È alta, non alta quanto me, ma solo circa dieci centimetri più bassa. Un’altezza eccellente. Indossa un abito elegante stretto, nero, no è blu marino e mostra un corpo palestrato e adeguatamente nutrito. Sa come prendersi cura di se stessa. Dalla stoffa vedo che non si tratta di un abito di moda veloce ma piuttosto di un capo durevole di abbigliamento classico. Questo mi dice anche che ha mantenuto la forma e le dimensioni del suo corpo per diverso tempo. Saggia, di classe e disciplinata. Super.

La Fonte Primaria Intima è in svalutazione. È da un’altra parte. Dove? Da qualche parte, ma questo è irrilevante in questo momento. Sapevo che avresti fatto quella domanda, quindi l’ho fatta io e ho risposto. Devo tornare sull’argomento in questione.

Noto i polsi sottili e il modo in cui si appoggia al bancone del bar, le sue mani appoggiate sulla pochette sul bancone. Non riesco a distinguere il marchio da dove mi trovo. Le sue unghie sono curate, ma non in modo appariscente, non brandisce artigli sgargianti multicolori, ma piuttosto unghie ordinate con smalto che è una sfumatura di rosso difficile da vedere perfettamente per via delle luci colorate che giocano sulle sue mani, che provengono dalle lampade sopra il bar. Le sue dita sono lunghe, agili, sospetto che sappia suonare uno strumento musicale e riesco a immaginare un libro in quelle mani ordinate. Preferisce la consistenza e la sensazione del libro rispetto al sorbirsi elettronicamente i suoi pasti letterari. Per un attimo mi chiedo se una copia de Il Sesso e il Narcisista o Manipolato sia mai arrivata nelle sue mani, e questo mi diverte.

I suoi capelli sono biondo cenere e sono tagliati fino alle spalle che sono nude. Ha delle buone spalle, definite, forti, fatte per essere afferrate. Fatte per essere morse. La sua pelle sembra avere una leggera abbronzatura, non sembra una persona che si espone molto al sole. Continua a guardare oltre il bancone mentre aspetta di fare l’ordine.

Ora ho concorrenza. In realtà, è lusinghiero per me definirla concorrenza, ci sarebbe una descrizione migliore, una distrazione? Chi altro rivendica questo, o piuttosto chi potrebbe provare a rivendicare lei? Smetto di guardarla per accertare se qualcuno la sta osservando, veglia su di lei, mi sta osservando mentre la guardo. C’è un gruppo a sinistra, tutte donne, e vedo un paio di sguardi su di lei, senza dubbio per vedere se è stata servita e se sta portando loro il cocktail richiesto. Non ci sono uomini nel gruppo e il modo in cui gli uomini la guardano fa pensare ad amicizia, piuttosto che a qualcosa di più significativo. Non ha un orientamento bisessuale, anche se sono sicuro che può accettarlo se glielo ordino, in caso di necessità. Nella rapida scansione della zona adiacente al bancone non individuo nessuno che possa dimostrarsi un ostacolo o una distrazione.

Ora, la parte più importante. Il viso e in particolare gli occhi. Continuo a fissarla, ignorando una domanda da parte di uno degli amici dietro di me, lui può aspettare. Non insiste nel chiedermi una risposta, sa che è meglio non insistere, ecco perché è una Fonte Secondaria Non Intima da molto tempo, alcuni imparano.

Il mio sguardo si perde in lei. Dai, guardami. La sollecito nella mia mente. Voltati, rivolgiti a me, HG vuole vedere di più. La musica nel bar si è attenuata, il parlottio, il fragore intermittente delle risate, il rumore dei bicchieri e del movimento si è fatto ovattato e represso mentre la mia attenzione si concentra su questa signora.

Nella mia visione peroferica, vedo che il problema proviene da sinistra. Oh, io non la penso così. Un altro cliente si sta dirigendo verso il bancone e, da quel cretino che è, si metterà tra me e la mia cava. Faccio un uso considerevole della mia visione periferica, mi è molto utile sia nella mia vita professionale che privata, mi accorgo di ciò che sta per accadere prima degli altri e ciò mi dà un netto vantaggio.

Faccio un passo avanti e procedo verso il bancone, costringendo l’intruso a girarmi intorno e andarmi dietro. Se mi fosse andato davanti, mi sarei scontrato con lui, gli avrei preso il portafoglio, glielo avrei lanciato alle spalle e gli avrei chiesto “È tuo?” per farlo spostare. Beh, è una cosa molto più sottile che buttarlo a terra, non è questo il bar per quel tipo di comportamento. Non stasera comunque.

Intrufolarsi nella tasca risulta superfluo e ora sono a circa due metri dalla signora mentre sto al bancone, inclinato in modo da starvi parzialmente appoggiato, i miei occhi che rimangono fissi su di lei. Lei guarderà verso di me, sentirà la mia presenza e distoglierà lo sguardo da me. Aspetto.

Gira la testa e mi guarda. I suoi occhi incontrano i miei. Dura poco, poi distoglie lo sguardo e so cosa succederà. Sì, i suoi occhi tornano e mi guarda ancora una volta, la mia presenza l’aveva spinta a guardare verso di me e poi quel primo scambio di sguardi erano stati sufficienti ad accendere il suo interesse.

In quell’istante, mentre guarda me che guardo verso di lei, ecco che accade la magia. Vedo in quegli occhi castani la comprensione, la gentilezza, l’onestà, la decenza, l’intelligenza, la mente curiosa. Ho passato così tanti anni a imparare cosa significano gli occhi e mi sono assicurato di sapere cosa sei solo guardandoli. Io prendo così tanto da essi, tu dai così tanto da ciò che brilla dai tuoi occhi e quando dico tu, intendo tutti gli empatici del mondo.

Non c’è niente che si possa fare al riguardo, tranne forse indossare degli occhiali da sole, ma sembrerebbe piuttosto stupido in un bar di notte e lei non è Anna Wintour, per fortuna. Non sei in grado di nascondere quell’empatia bruciante che è sempre presente nei tuoi occhi. Non puoi fare la gentilezza, l’onestà, la natura premurosa che irradia dai tuoi occhi e gli occhi così li riconosco e li prendo come bersaglio. L’espressione di quegli occhi è aperta e accogliente. Lì non c’è difesa. Non ci sono muri, fossati, torri per respingere, solo calore e l’empatia emotiva che fluisce.

Lo sguardo nei suoi occhi è rafforzato dal leggero sorriso che c’è dentro, è un senso di autorimprovero, come se non dovesse guardare e fosse a disagio nel farlo. Riconoscimento dei confini. Lei ce l’ha. Io no. Il suo naso è lungo e ben delineato. Indossa un trucco che accentua piuttosto che coprire e stabilisco che ha trent’anni, un po’ più giovane di me. Il suo viso ha una morbidezza, individuo un senso di forza ma non è dura. Questa non è una faccia che si trova alle fermate degli autobus in una gelida pioviggine invernale.

Il fatto che la trovo in questo bar indica che ha un reddito abbastanza buono. Non c’è un individuo che la accompagna, il che sostiene il fatto che è  indipendente, non che si rivelerebbe insormontabile se fosse attaccata in qualche modo a un’altra persona. Le persone ci sono tutte per essere prese.

Tutte le informazioni di cui sopra sono state assimilate in meno di un minuto.

La voglio. Voglio possederla. È un altro trofeo da collezionare. Lei conosce le regole, tutti le conoscono. Se compari sul mio radar, mi appartieni. Sei mio. Non opporrà alcuna resistenza severa, posso già accorgermene dal modo in cui mi ha guardato. È interessata, è contenta di avere l’attenzione dello sconosciuto bello e ben vestito. Vuole sapere perché l’ha guardata, vuole sapere perché ha sorriso e non ha distolto lo sguardo, ma ha continuato a immergervisi. Certo, non ha idea che lui stia già iniziando a bere un po’ di carburante suo, ma questo non ha importanza per lei. Per me è importante. È importante che venga portata sotto il mio controllo. Sento lo sfarfallio del rinvigorente carburante fresco dell’empatico che si mescola con il carburante stabile delle fonti secondarie che sono state raccolte intorno a me dalla mia congrega. Il suo è delizioso, leggero e scintillante, lo sento frizzante dentro di me. Voglio di più. Voglio pescare in un nuovo condotto, attaccarlo a me e sentire quel potente, abbondante, pieno di carburante che pompa e scorre lungo il condotto da lei a me. Voglio quel carburante perché segnala che sta venendo sotto il mio controllo per entrare dentro di me, sostenermi, riempirmi, assicurarmi che il demone rimanga quieto.

Ho un’altra che mi apparterrà. Proprio come tutte le altre. Tutti gli altri possedimenti. È mia, lei non lo sa, ma lo capirà presto e lo farà senza che neanche glielo debba dire. Imparerà e accetterà di essere mia proprietà con gioia quasi ingenua. Lo fanno tutte.

Voglio educarla, voglio portare i suoi ricordi dentro di me. Voglio consumare le sue esperienze, voglio infondere il suo mondo nelle mie vene e sentirla muoversi attraverso di me. Voglio il suo respiro, voglio il suo bacio, voglio che tutti i suoni e le immagini che percepisce diventino miei. Voglio chiudere gli occhi e vederla a otto anni spensierata che corre in un prato baciato dal sole. Voglio vederla il giorno della sua laurea, che sorride a quei genitori sempre più orgogliosi. Voglio vederla nervosa in cima alla sua prima pista nera e poi dare un grido di paura eccitata mentre parte, che diventa il costante grido di trionfo mentre padroneggia la pista. Voglio che i suoi pensieri fluiscano dentro di me, voglio assorbire la sua conoscenza e comprensione, voglio che tutto di lei appartenga a me.

Lei continua a guardarmi, poi distoglie lo sguardo e poi mi guarda di nuovo. Il suo sorriso si fa più radioso e lei guarda in basso e poi in su, con quegli occhi, quel santuario che mi fa cenno e promette tanta salvezza.

Il condotto è ora collegato e il carburante inizia a fluire.

Sento l’ondata che sale e la vista mi si restringe mentre le immagini giocano sul suo viso elegante e bello.

Ho centrato il bersaglio.

H.G. TUDOR

Locked on Target

Pubblicato il Lascia un commento

📰 L’OBIETTIVO EMPATICO ONLINE

Tu sei un obiettivo ovvio quando si cercano appuntamenti via internet. Il tuo profilo agisce come un faro su di noi. Vediamo certe frasi e descrizioni che ci fanno puntare dritti verso di te. È come se indossassi sulla tua testa un cartello al neon che dice “Empatico” perché stai mandando un chiaro e distinto segnale verso di noi che faremo la nostra mossa.

I siti online per incontri sono popolari e in crescita. Hanno milioni di iscritti e miliardi di visualizzazioni ogni giorno. Ci sono moltissime persone che cercano l’amore su internet. Data la facilità con cui si può cercare, selezionare ed interagire con un potenziale appuntamento, non sorprende che i siti online di appuntamenti siano fortemente utilizzati. La capacità di evitare di sprofondare dentro un pool genetico di chi conosce chi in locali e discoteche e altri prevedibili posti in cui rimorchiare, fa sì che accendi il pc e il tablet e scorri per vedere chi c’è là fuori di importante o per trovare l’altra metà. Ho menzionato in precedenza che il cyberspazio è il principale terreno di caccia per la nostra tipologia. Dalle app ai social, passando per le chat sui siti per incontri, la velocità e la portata della tecnologia sono una vera benedizione per il narcisista nella sua ricerca di vittime. I siti d’incontro non fanno eccezione. È qui che possiamo vagliare attraverso le vittime potenziali, esaminare l’obiettivo e valutare se deve essere fatto un approccio per iniziare la ricerca di informazioni ulteriori su questa persona e iniziare la seduzione. I siti di incontri attraggono una buona proporzione di mentecatti, truffatori, gente che non si fa viva, perditempo, persone sposate che cercano di fare un po’ di sesso via messaggio e potenzialmente di più, e queste persone spesso si vedono lontano un miglio. La mossa d’apertura di un pervertito che cerca qualche foto a seno nudo da te è probabile che sia

“Sei bellissima, hai qualche foto nuda?”
Facile da individuare questo idiota, non è vero? Non sarà uno di noi però. È solo un coglione. Il donnaiolo potrebbe benissimo appartenere alla nostra tipologia ma quando inizia con,

“Sono sposato ma mia moglie ed io non facciamo sesso da due anni così non sono davvero infedele se cerco altrove un po’ di spasso.”

Tu sai che sta cercando qualche divertimento extra-matrimoniale e il fatto che lo dica così in anticipo implica che sia improbabile che si tratti di uno di noi. Non affascinerai mai qualcuno recitando il tuo B.L.U.F.. Invece al fine di bluffare, è richiesto un approccio più sottile ed insidioso. Questi soggetti potrebbero avere dei tratti narcisisti ma non appartengono alla nostra banda. Operano su basi percentuali. Continuano a chiedere foto nude abbastanza spesso e qualcuno è destinato ad accettare. Continuano a cercare con perseveranza qualcuno che gradisca una sveltina, e qualcuno alla fine accetterà. Questo è tutto ciò a cui sono interessati. Non sono a caccia del tuo carburante. Noi lo siamo.

Quindi, cosa guardiamo mentre perlustriamo il repertorio digitale di potenziali dispositivi? Naturalmente, la sezione di narcisista influenza i tratti di classe che il narcisista in questione sta cercando, di conseguenza il Narcisista Somatico sarà concentrato su quelli che sono uno schianto, coniglietti da palestra, amano viaggiare e fare shopping e cose simili. Il Narcisista Cerebrale cercherà quelli che amano la letteratura, le arti, che dimostrano un’istruzione superiore e così via. Questi tratti di classe sono altamente rilevanti e li cerchiamo nei profili di quelli che sono nei siti d’incontri.

Cerchiamo anche tratti empatici che ci indicano che questa persona ha il potenziale per essere un dispositivo eccellente per noi e che alla fine potrebbe perfino diventare fonte primaria. Perlustriamo in cerca di quelli che hanno doti particolari, che equivalgono ad un bonus. Alla fine ricerchiamo segnali che ci dicano che è improbabile che tu faccia molta resistenza. Combinando insieme tutti questi indicatori di classe, tratti empatici e doti particolari, uniti alla consapevolezza che non è difficile approcciarsi ed interagire con te, tutto porta verso un obiettivo valido per la nostra attenzione. Non tutti i tratti empatici o speciali saranno presenti nel tuo profilo, questo richiede un ulteriore lavoro investigativo da parte nostra che intraprenderemo, ma abbiamo visto abbastanza e questo ci suggerisce che è più probabile che tu sia un empatico piuttosto che il contrario e che vale la pena di selezionarti.

Quindi, quali sono quelle frasi e descrizione che la nostra tipologia riconosce a distanza e che ci fanno dirigere verso di te? Ne esistono numerose, ma questa è una selezione di quelle più frequenti.

1. È Stato Ferito In Precedenza

Il nostro clacson esplode nel segnalarci che tu sei ben danneggiato e quindi pronto per essere conquistato. Qualcuno ti ha già ammorbidito e quindi il nostro fascino insidioso incontrerà una minor resistenza. Sarai deliziato di trovare qualcuno così amorevole, così compassionevole, così rispettoso e così preso da te. Così in contrasto con il predecessore. Non sarai più cauto per l’esperienza ma infine più vulnerabile perché chiaramente non riconosci la nostra tipologia quando arriviamo per darti la caccia.

2. Ama Gli Animali

Se sei propenso a prenderti cura di forme di vita più piccole, nutrirle, spazzolarle, far fare loro degli esercizi, giocare con loro, comprargli cose, pagare le fatture del veterinario e così via, tu sei chiaramente una persona amorevole. Nove volte su dieci un amante degli animali è anche qualcuno che è molto amorevole verso la propria specie, ci sono ovviamente eccezioni, ma più spesso si tratta di un indicatore affidabile di tratti empatici.

3. Sono Nuovo Qui/ Non posso credere che sto usando un sito d’incontri

Non sei riuscito a trovare nessuno in modo tradizionale e ce lo stai dicendo perché in qualche modo ti senti in imbarazzo e stupido nell’usare un sito. Non preoccuparti, ti metteremo a tuo agio, perché, indovina un po’? Ti diremo che anche noi siamo nuovi (naturalmente non lo siamo) e prendiamoci per mano in questa nuova avventura. Questo ci dice anche che c’è un certo grado di disperazione nel trovare qualcuno perché stai cercando di dirci che non lo usi abitualmente. Allora adesso sei qui perché nient’altro ha funzionato vero?

4. Mi piace star seduto con un bicchiere di vino e un DVD / stare accoccolati davanti al camino/ fare una passeggiata al parco la Domenica e andare al pub per un caffè/ Fare un brunch la Domenica e leggere riviste insieme

Sei un devoto d’amore. Come mai? Queste frasi standard derivano dal fatto che hai visto le felici coppie finte di Hollywood nei film, o ne hai letto sulle riviste patinate e nei romanzi che sostenevano che questo è il modo in cui le coppie trascorrono ogni serata o ogni Domenica insieme. Tu sei suscettibile a che ti venga venduto l’ideale di cosa è l’amore, la romantica e meravigliosa visione dell’amore e usando frasi come queste ce lo stai indicando forte e chiaro. Vuoi una forma d’amore ideale? Indovina chi può costruirtela in un istante?

5. Chiesa/Dio/Spiritualità

Se fai menzione di questo sul tuo profilo tu stai mostrando che agisci secondo un codice morale, e di conseguenza avrai tratti empatici. Se dimostri una qualche forma di spiritualità, questo ci racconta che tu hai un sistema di credenze e quindi sei suscettibile alla suggestione. Ciò varia dall’essere una persona buona e rispettabile e arriva a qualcuno che crede che l’amore risolverà ogni questione e problema. Questa forma mentis è attraente per noi.

6. Impegno in Beneficenza

Se menzioni il tuo lavoro al ricovero per i senza casa, il volontariato con un’associazione medica di beneficenza o sei impegnato nella ricerca di fondi sappiamo che sei qualcuno che dona e non qualcuno che prende. Sappiamo anche che possiedi un livello significativo di empatia e che farai di tutto per assicurarti che qualcuno sia felice. Noi vogliamo che questa attitudine venga rivolta verso di noi.

7. Sono un figlio di mezzo/ Vengo da una grande famiglia

C’è un’ottima possibilità che tu non abbia goduto delle attenzioni che comunque potresti aver voluto e quindi sappiamo di poterci assicurare una facile vittoria rovesciando su di te un mucchio delle suddette attenzioni. Lo vediamo anche come dimostrazione che tu sei una persona piuttosto stoica che è stata utilizzata per far andare avanti le cose, così che avere qualcuno che arriva e ti aiuta e ti mette al centro otterrà davvero la tua approvazione e apprezzamento.

8. Sono appena uscito da una relazione seria

È così e scrivendolo ci stai dicendo due cose. La prima è che tu desideri avere qualcun altro piuttosto velocemente perché non ti piace stare solo. La seconda è che sei stato evidentemente quello che è stato scaricato o tradito dato che stai dicendo che eri quello che era impegnato e che vuoi che le altre persone sappiano che lo eri. Questo ci dice che tu ci tieni ad arrivare alla verità della questione, un tratto empatico, e che resterai.

9. Sono in cerca di un cavaliere dall’armatura lucente

Così tanti profili sono contrassegnati da questo. Tu sei un devoto d’amore dato che ti è stata venduta l’idea dell’amore romantico. Vuoi qualcuno che ti salvi e quindi risponderai bene ad un tale approccio. Evidentemente in precedenza hai sofferto e quindi ti sei ammorbidito in questo senso come precisato sopra. Ti aspetti anche qualcun altro che sia cavaliere e che sostenga il peso, che si traduce nel fatto che tu vuoi che questa persona ti compri cose, ti porti in giro e ti vizi. Non è un problema, tutto questo rientra nel pacchetto Love Bombing.

10. Sto cercando qualcuno che abbia una sicurezza economica

Tu hai problemi economici che possono essere sfruttati e/o stavi con qualcuno che aveva problemi finanziari così vuoi evitare che accada nuovamente. Sei attratto dal successo (o dall’apparenza del successo) e questo è un fattore motivante per te. Saremo felici di tenerne conto per te.

11. Sono pronto per una relazione duratura

Non sei riuscito a trovare nessuno, quindi la disperazione inizia a serpeggiare. Sei anche una persona che dona e crede nelle relazioni, vuoi legarti a qualcuno e vuoi che funzioni. Hai appena inclinato la testa mostrandoci il collo.

12. Voglio una persona che mi faccia perdere la testa

Un altro indicatore dell’essere un devoto d’amore che crede in un romanticismo eccessivo e anche un segnale chiave che il nostro approccio seduttivo stile ciclone avrà risultati significativi e incontrerà il tuo favore. Okay la testa ti verrà fatta perdere, solo potresti avere qualche difficoltà nel rimetterti in piedi.

13. Sono stanco dei giochi

Ancora un altro segnale che hai sofferto in passato e quindi sei suscettibile alla manipolazione. Questo ci offre la chance di mostrare che siamo onesti, diretti e affidabili per attirarti e poi possiamo cominciare impunemente le nostre manipolazioni verso di te.

14. Sto cercando quello giusto

Un altra prova della devozione all’amore, qualcuno che è pronto a mettere il proprio cuore e anima all’interno della relazione e quindi sarai traboccante di tratti empatici. Non solo, cadrai preda dei nostri vari modi di dirti che tu sei L’Unico, La Nostra Anima Gemella e La Persona Che Abbiamo Aspettato Per Tutta La Vita.

15. Far menzione di professioni umanitarie

Se ti accade di spiegare che lavori come infermiere, ti curi degli anziani, sei interprete per la comunità locale di sordi, questo mette in luce che hai tratti empatici e questo attrae in modo specifico il Narcisista Vittima che cerca il proprio badante personale.

Ce ne sono molti altri e noi cerchiamo una selezione di questi nel profilo scritto del sito d’incontri per avere conferma che tu possiedi vari tratti che desideriamo e che la tua resistenza nell’essere sedotto sarà bassa.

È tempo di ripensare a ciò che hai scritto?

H.G. TUDOR

The Online Empathic Target

Pubblicato il Lascia un commento

📰 PREDATORE FACEBOOK

Cosa fa sì che il narcisista utilizzi così tanto Facebook? In primo luogo, è il fiore all’occhiello di internet degli ultimi tempi. Nato nel 2004, ha visto emergere i suoi rivali, come Bebo e Myspace, e ha dominato il mercato. Oltre un miliardo di persone possiede un profilo Facebook. Ciò significa un sacco di potenziali obiettivi per noi. In secondo luogo, ci fornisce una vasta rete per lanciarci attraverso qualsiasi dispositivo ci capita di avere a portata di mano. È accessibile ed efficace. In terzo luogo, la presentazione di informazioni, su Facebook in particolare, indica alla nostra specie molte cose che ci permettono di accertare se ci sia un obiettivo efficiente in vista.

Questo non per riferirmi alle classiche caratteristiche che noi ricerchiamo, per esempio, un narcisista somatico cercherebbe quelli che pubblicano molte immagini di quanto sono fisicamente attraenti, della dieta che stanno mettendo in atto e del loro programma di esercizi, tutte cose che naturalmente attraggono il somatico. Invece, io ho intenzione di evidenziarvi un numero di caratteristiche su Facebook che dicono alla nostra specie che questa è una persona che ha una maggiore probabibilità di essere sedotta. Quindi, se in seguito determiniamo che questa persona ha i corrispondenti tratti empatici, di classe e sperabilmente speciali, allora sappiamo che dobbiamo giocare per irretirla.

Di conseguenza, cos’è che potresti pubblicare su Facebook che segnala alla mia specie che sei suscettibile di essere sedotto e attirato nella nostra falsa realtà?

1. Metti un elenco dettagliato dei tuoi libri preferiti, programmi televisivi e film

Non intendo tre o quattro dei tuoi preferiti, ma quindici o più di una o più delle categorie di cui sopra. Questo ci segnala che non hai solo il tempo di guardare e approfondire questi libri e film, ma sei contento che le persone sappiano che lo fai. Questo ci dice che sei solo e quindi degno di attenzione.

2. Specifichi il tuo stato relazionale

A tal proposito non importa quale sia lo stato che si legge perché anche se dichiari di essere sposato, fidanzato o in una relazione, non riconosciamo alcun limite che ostacoli le nostre avances. In effetti, riteniamo che tu sia probabilmente a corto di attenzioni in quella relazione. Dichiarando quale sia il tuo stato relazionale, stai cercando di stabilire un contatto e ci stai fornendo materiale per farlo. Se non senti il bisogno di dire a nessuno il tuo stato relazionale, questo ci segnala che hai sufficiente autostima per non aver bisogno di annunciarlo e quindi probabilmente sarai più difficile da irretire.

3. Chiedimi, chiedimi chiedimi

Conosci quegli stati dove si legge

‘Così arrabbiato in questo momento’, ‘Sono furibondo’ o ‘Totalmente affranto’

Tali stati sono solo un amo per amici ficcanaso e presumibilmente di supporto, che sono in realtà molto più interessati a mostrare preoccupazione e finta costernazione attraverso una pessima recitazione, perché uno scriva “cosa c’è”, cosa è successo e cosa sta succedendo? La fantomatica ingiunzione verrà poi emessa perché l’amico apparentemente premuroso dica “Scrivimi in privato” o “Ti scriverò in privato” e intanto improvvisamente si scopre che un altro sostantivo è diventato un verbo.

Inoltre questi ricercatori di attenzione vengono evitati dalla nostra tipologia. È improbabile che siano dei nostri fratelli, ma sono certamente egocentrici e non ci forniranno ciò di cui abbiamo bisogno. Così vanno giù come uno scongiuro.

4. Mi manchi

Quelli che postano un messaggio che riguarda un parente o un partner scomparso, o che affermano direttamente “Mi manchi papà, eri il mio migliore amico” o chi pubblica dei meme relativi alle persone che osservano dall’alto. Questo protrarsi del lutto agisce come un faro su noi e ci dice che questa persona è suscettibile di essere irretita molto più facilmente a causa del suo persistente stato emotivo e della sua propensione a emozionarti se viene sollevata la questione dell’individuo deceduto.

5. Commentare spesso gli eventi

Sei interessato al mondo e ad altre persone. Non sei lì per continuare a mostrarci cosa hai dovuto mangiare per cena o la tua ultima auto. Dai attenzioni e non ne ottieni molte in cambio. Questo ci dice che sarai molto disponibile a ricevere le nostre attenzioni.

6. Più foto di animali che di persone

Non si tratta tanto di essere un amante degli animali, che ovviamente ci dice che hai tratti empatici, ma piuttosto del fatto che ancora una volta sei un donatore di attenzioni a queste forme di vita inferiori e tendi ad essere ricambiata di attenzione dagli animali piuttosto che dalle persone. Potrebbe essere che preferiresti stare in compagnia di animali piuttosto che di persone, anche se questo è più raro rispetto a qualcuno a cui piacciono gli animali e per una volta gradirebbe l’attenzione di un’altra persona, cioè noi.

7. Commenti frequenti sui risultati ottenuti e su ciò che hai fatto

Potresti non essere uno di noi, ma certamente stai esibendo tratti narcisistici e quindi sarà esercitata cautela prima di procedere. Questi possono essere tratti narcisistici sani e portare alla luce ulteriori informazioni su di te che ci incoraggiano a sceglierti come obiettivo, ma vedere questo ci fa accendere una luce gialla.

8. Condividere appelli di beneficenza

Ennesimo indicatore del fatto che sei solito dare più tempo e attenzione agli altri anziché riceverne. Un elemento molto incoraggiante da vedere sulla bacheca di qualcuno.

9. Foto di familiari e amici. Pochi selfie.

Può accadere che tutto nel tuo album fotografico sia basato sugli animali e vedi il punto sopra. Se ci sono anche foto di persone, ci piace accertarci di chi sono queste persone. Se sono familiari e amici, piuttosto che persone casuali incontrati in uscite serali, questo ci dà ancora un segnale positivo. Se nel tuo album di foto ci sei tu e nient’altro, si accenderà un’altra luce gialla.

10. L’immagine del profilo è una scena, un oggetto ma non tu

Questo ci uggerisce ancora una volta che la tua autostima non è come potrebbe essere, che non sei desideroso di stare al centro dell’attenzione e di conseguenza questo agisce come un faro per la nostra specie. Ovviamente può anche significare che purtroppo ci hai impattato, anche se non sempre c’è da preoccuparsi se è un Narcisista Cerebrale o Vittima che sta esaminando il tuo profilo.

11. I bambini sono il futuro

Alcune foto di genitori orgogliosi si dimostrano davvero incoraggianti. L’esistenza di bambini fornisce ulteriori fonti di carburante e la prova che sei una persona premurosa e generosa, cosa che ci piace vedere. Se, tuttavia, il tuo diario e gli album fotografici sono riempiti con la tua prole, questo ci spaccia. Potresti pensare che qualcuno che è impegnato con un bambino o dei bambini abbia bisogno di attenzione. Non è così. Queste persone ottengono molto dai loro figli e più che altro questo ci dice che la tua attenzione sarà su qualcun altro e non su di noi, quindi probabilmente i nostri sforzi saranno sprecati.

12. Non hai molti “Mi piace” o commenti

Qualunque cosa tu pubblichi può essere interessante, divertente e premurosa, ma raramente ricevi molti commenti o mi piace quando scorriamo il tuo diario. C’è un deficit di attenzione in attesa di essere riempito.

13. Post sul tuo partner romantico

Se parli sempre del tuo partner romantico, quanto lo ami, quanto ti manca e così via, stai passando la misura e questo per noi è un ulteriore indicatore di bassa autostima che possiamo facilmente sfruttare. Diventa ancora meglio se non vediamo alcuna prova di reciprocità. Possiamo prepararci ad essere i Bombardatori d’Amore.

14. Poesia

Se pubblichi poesie, che siano scritte da te o da qualcun altro, questo ci dice che ti senti solo e quindi sarai più suscettibile alla nostra attenzione.

15. Appartenenza a gruppi di supporto

Naturalmente questo ci dirà che è probabile che tu sia empatico e/o abbia tratti speciali che sono molto incoraggianti, ma in questa fase iniziale consideriamo il fatto di esporlo sulla tua bacheca di Facebook come che stai di nuovo prestando attenzione agli altri, il che significa che c’è probabilmente un deficit che possiamo sfruttare per quanto riguarda te.

Più indicatori come questi vediamo, naturalmente il più incoraggiante è quello che ci dice che sarai sensibile a un nostro approccio e al nostro fascino. Altri indicatori ci inducono ad esercitare cautela e potrebbero comportare la nostra scelta di un obiettivo diverso se questi segnali di allarme non sono fortemente compensati da indicatori positivi. La richiesta di amicizia e/o il messaggio saranno preparati in previsione di fare una mossa.

H.G. TUDOR

Facebook Predator

Pubblicato il Lascia un commento

📰 AGGANCIATO IL BERSAGLIO

170907 Locked On Target.jpg

Noi selezioniamo i nostri obiettivi. Non è una questione lasciata al caso quando si tratta di identificare quelle persone che scegliamo di intrappolare e irretire. Sei stato scelto. Non c’è stato nulla di casuale. Quindi puoi essere certo che come conseguenza di questo atto assolutamente deliberato non sei mai stato in errore. Il processo di formazione dei nostri punti di vista su determinate persone e in particolare quella persona che scegliamo come il nostro partner intimo che quasi sempre costituisce la nostra principale fonte di carburante, è quella che ha una serie di considerazioni chiave.

La metodologia della nostra selezione del nostro obiettivo è governata, inizialmente, da due considerazioni.

1. Cosa siamo; e
2. Il ruolo che desideriamo ricoprire.

Queste due considerazioni ci porteranno quindi a scegliere determinate persone sulla base del fatto che saranno l’individuo ottimale per i nostri bisogni. In termini di ciò che siamo, ovviamente siamo narcisisti e conoscerai i vari tratti che ci definiscono come esseri con quel tipo di personalità. Non tutti questi tratti sono presenti in ogni narcisista e, sebbene valga la pena di essere a conoscenza di quelle caratteristiche, è molto più importante per te riconoscere il tipo di narcisista con cui potresti essere stato coinvolto e forse ancora più importante il tipo o i possibili tipi che potrebbero prenderti di mira in futuro. Alcune delle nostre vittime ci soddisfano indipendentemente da qualunque tipo di narcisista siamo, mentre altre sono più adatte a un tipo particolare, quindi alcuni della nostra specie non si preoccuperanno di prendere di mira quella vittima.

I narcisisti provengono da due scuole e da ciò che io definisco quattro quadri. Le scuole sono quelle di tipo Inferiore, di Medio-Rango o di tipo Superiore. I quadri sono la Vittima, il Somatico, il Cerebrale e il Narcisista d’Elite. I narcisisti appartengono sia a una scuola che a un quadro, anche se non esiste una categoria di narcisista per ogni combinazione di scuola e quadri, poiché alcune si escludono a vicenda. È necessario che tu capisca non solo le scuole e i quadri, ma anche le relative combinazioni. Questo per i seguenti motivi: –

1. Capirai cosa aspettarti dal comportamento della relativa classe di narcisista;
2. Questo determinerà il modo in cui lui o lei prende di mira le loro vittime, dal momento che classi diverse cercano caratteristiche diverse nelle loro vittime;
3. Imparerai a riconoscere questi tipi diversi sal momento che comprendi le classi di narcisismo esistenti; e
4. Avrai una maggiore comprensione del motivo per cui il narcisista è attratto da te in modo da poter intraprendere l’azione appropriata.

Di conseguenza, se sai cosa siamo, questo a sua volta ti permetterà di capire molto su come funziona la nostra scelta delle vittime.

La seconda parte fondamentale della nostra metodologia riguarda il tuo ruolo nel tuo coinvolgimento con noi. In termini di tale ruolo, l’obiettivo principale è ovviamente la fornitura di carburante e questo significa che il ruolo è diviso in due categorie distinte:

1. La Fonte Primaria di Carburante; e
2.Le Fonti Supplementari

La Fonte Primaria di Carburante

Questa è la categoria alla quale è più probabile che tu appartenga. Quelli che appartengono alle fonti supplementari hanno meno probabilità di rendersi conto di essere stati irretiti dalla nostra specie perché quelli della categoria delle fonti supplementari sono solitamente (anche se non sempre) mantenuti nel periodo d’oro ai fini del carburante positivo e il mantenimento di quella facciata assolutamente importante. Coloro che si trovano in questa categoria di fonte primaria di carburante sono maggiormente esposti a noi, sperimentano l’esaltazione della seduzione prolungata che va oltre qualsiasi cosa che nessuno nella categoria della fonte supplementare sperimenterebbe mai, e poi affronterai anche l’orrore della svalutazione, lo smarrimento dello scarto e l’esca del Recupero. Sei stato scelto perché abbiamo stabilito che ti saresti conformata particolarmente bene al ruolo di fonte primaria perché abbiamo accertato quando ti abbiamo scelto che tu avresti provveduto carburante su base frequente, di alta qualità e in quantità abbondante. Questa determinazione è legata al tipo di narcisista che siamo e ci sono molti dei tuoi tratti che ti rendono più adatto alla posizione di fonte primaria con il tuo particolare narcisista. Il punto fondamentale da capire è che quelli scelti per questo ruolo devono quasi sempre essere un partner intimo. Potrebbero esserci occasioni in cui, per l’urgenza e la mancanza di opzioni disponibili, questo ruolo potrebbe essere ricoperto da un membro della famiglia o da un amico, ma è raro. Il partner intimo è sempre preferito nel ruolo di fonte primaria. Ci sono diverse ragioni per questo: –

1. Passi la maggior parte del tempo con noi all’infuori di tutte le persone con cui interagiamo e quindi sei nella posizione migliore per fornirci carburante più frequentemente di chiunque altro;
2. Sei stato scelto perché credi nell’amore e nel fascino di essere in una relazione. Riponi un grande valore in queste cose e quindi darai una risposta emotiva amplificata. Vuoi essere in una relazione in modo da dare di più, ti impegnerai di più per farla funzionare e preservarla. Sarai più amorevole, più riconoscente e più pieno di ammirazione. Allo stesso modo, quando si verifica la svalutazione, sperimenterai ferite a un livello superiore, frustrazione, turbamento e rabbia e di conseguenza la tua risposta emotiva e quindi il carburante sarà molto più grande;
3. Invariabilmente risiederemo con te, passando un sacco di tempo a casa tua o a casa mia o andremo a vivere insieme. Questo ci consentirà di mantenere la facciata, mentre a porte chiuse ti infliggeremo il comportamento meno desiderabile. Questo sarebbe molto più difficile se la fonte primaria fosse un amico o un collega.
4. È da te che cercheremo di ricevere alcuni pezzi e segmenti di qualità e caratteristiche che sono applicate al nostro costrutto;
5. Avremo anche bisogno di tutta una serie di benefici accessori che derivano da ciò che rappresenti quando vieni posto nel ruolo di fonte primaria, per esempio qualcuno che potrebbe prestarci denaro, fornirci un tetto sulla testa, essere la nostra governante e così via.

Di conseguenza, la persona che diventa la nostra fonte primaria è la scelta più importante di tutti quelli con cui interagiamo. Tu sei il nostro principale fornitore di carburante e devi darci una miriade di altri benefici. Dobbiamo assicurarci di fare una scelta eccellente quando scegliamo la persona che deve svolgere il ruolo di fonte primaria.

Le Fonti Supplementari

Le fonti supplementari di carburante sono tutte quelle che ci forniscono carburante e che non rientrano nella fonte primaria. Poiché la fonte primaria è quasi senza eccezioni un partner intimo, questo significa che le fonti supplementari sono qualunque altro individuo con cui interagiamo, eccetto questo partner intimo. Questo include famiglia, amici, colleghi, estranei e altri accanto a noi che vengono classificati in base alla potenza del carburante che ci forniscono.

Estraiamo carburante da tutti questi diversi tipi di relazioni. Acquisiamo da loro anche frammenti e segmenti per gli scopi del nostro costrutto. Diamo considerazione (anche se non tanta come quando scegliamo la nostra fonte primaria) a quelle persone che vogliamo che stiano in queste varie posizioni per assicurarci che svolgano il loro ruolo. Questa selezione si applica a quasi tutte le persone nelle categorie pertinenti contenute all’interno delle fonti supplementari in base ai seguenti aspetti: –

1. La loro capacità di fornirci carburante positivo (a volte negativo – ma quasi sempre esclusivamente positivo);
2. La loro capacità di fornire qualche altra cosa d’impiego da utilizzare, ad es. la loro disponibilità a darci denaro, a svolgere lavori per nostro conto, a fornirci un posto dove vivere dove avremo bisogno di una tana durante un trattamento del silenzio e così via;
3. La loro capacità di fornirci qualche tratto o qualità come richiesto per il nostro costrutto.

Queste sono le tre cose che cerchiamo soprattutto quando prendiamo di mira le persone per essere ammesse (o rimanere) all’interno del gruppo di fonti supplementari. Queste sono le considerazioni iniziali. Con quelli nei gruppi più alti in classifica il processo è anche finalizzato a determinare coloro che forniranno il miglior carburante positivo, quelli che meglio forniranno qualche altro beneficio e quelli che ci forniranno i migliori tratti per il costrutto. I primi in queste categorie, che identifichiamo attraverso una serie di metodi, diventano quelli che ammettiamo in questi raggruppamenti e formano una delle nostre fonti supplementari di carburante.

Queste sono le considerazioni fondamentali quando consideriamo chi sceglieremo e dovresti tenerle in considerazione per capire come proteggerti. Ci basiamo su questi principi centrali attraverso ulteriori metodi raffinati e mirati di puntarti, al fine di scegliere la vittima perfetta che si adatterà o che ci serve in modo ottimale.

H.G. TUDOR

Locked On Target