📢 SFATARE 10 MITI SUL RECUPERO

2019-11-08 (1).png

Ci sono molti equivoci e miti sui Recuperi. Eccone 10 che ho intenzione di sfatare per voi. Quali sono?

1. Ho esposto pesantemente il narcisista, non verrò recuperato.

Hai torto. Ecco perché c’è sempre il rischio di un recupero. Ci sono due parti che costituiscono il recupero, in primo luogo l’Attivatore di Recupero che significa che entri nelle sfere di influenza. Ce ne sono sei che ho descritto in un articolo separato; da cinque di loro puoi stare fuori come parte del tuo regime di no contact, ma non puoi mai stare nella sesta perché quella è quando al narcisista capita di pensare a te, si ricorda di te, quindi ne consegue che c’è sempre un rischio di un Attivatore di Recupero. Questo tuttavia non significa che sarai recuperato; i Criteri di Esecuzione di Recupero devono essere soddisfatti. Ora, questi sono i criteri che spiego nei dettagli, così potrai capire cosa sono, in modo da poter apportare gli aggiustamenti appropriati per rafforzare il tuo regime di no contact. Capisci che il narcisista non si ferma ad analizzare questi punti e pensa “Ah, perfetto, Barra di Recupero Bassa, ora recupero!” È una cosa istintiva. Quando esponi in maniera massiccia il narcisista, causerai considerevoli ferite. Questo fatto spinge la barra di recupero in alto, molto in alto, il che significa che è meno probabile che tu venga recuperato perché i criteri di esecuzione recupero hanno meno probabilità di essere soddisfatti, tuttavia pensare di non essere recuperato è pensiero emotivo, perché la logica è che c’è sempre il rischio di un recupero fino al giorno in cui tu muori o muore il narcisista. Perché? Poiché la massiccia esposizione non è che un criterio, quindi possono esserci anche altri criteri che abbassano la barra di recupero e in generale annullano l’effetto della pesante esposizione, così si verifica il recupero. Inoltre potrebbe darsi che tu riceva una risposta maligna e non benigna sotto forma di recupero. In più, le massicce ferite causate dalla pesante esposizione si attenuano nel tempo, quindi diciamo che in sei mesi il suo effetto non è più così grande sul narcisista, perciò quando vi è un attivatore di recupero, l’episodio della tua ferita massiccia diventa meno rilevante o anzi in futuro è irrilevante, e quindi questo implica che non terrà a bada il narcisista per sempre. È probabile che succeda immediatamente dopo, in base agli altri criteri, ma partendo dal presupposto che gli altri criteri non annullano le ferite massicce, col tempo l’effetto di quella massiccia ferita causata da una pesante esposizione, anzi l’esposizione, si ridurrà e di conseguenza ti esponi a un aumentato rischio di recupero. Quindi la risposta è di non cadere preda del tuo pensiero emotivo e considerare “Oh beh, guarda, espongo pesantemente il narcisista così sarò protetto”. Questa è arroganza, questo è il tuo pensiero emotivo che coglie il tuo tratto narcisistico dell’orgoglio e lo corrompe contro di te. C’è sempre il rischio di un recupero, questa è la logica, quindi applica un rigoroso e rigido regime di no contact

2.  I narcisisti recuperano solo per riprendere la relazione.

No, questo indubbiamente succede, ma si recupera anche per altri due motivi:

• Malignamente per ottenere carburante ed esercitare il controllo su di te, oppure

• Per ottenere carburante positivo attraverso un recupero benigno, possibilmente per acquisire tratti caratteriali e possibilmente per ottenere benefici residui, e forse tutte e tre le cose. Possiamo farlo se ti piace tuffartici di nuovo.

Quindi, facciamo un esempio. Il narcisista potrebbe telefonarti e chiedere che tu gli presti dei soldi. Il tuo pensiero emotivo è alto e sei convinto di farlo. Quello è il
beneficio residuo, e quell’atto di prestare i soldi, e anche le tue risposte positive nel corso della conversazione con il narcisista, rappresentano la fornitura di carburante. Il narcisista ottiene questo carburante, ottiene un beneficio residuo, quindi si disimpegna da te o più probabilmente ti mette sullo Scaffale, fino alla prossima volta che vi è un Attivatore di Recupero, e qualora i Criteri di Esecuzione di Recupero siano soddisfatti. Quindi non torniamo solo per risucchiarti dentro, diciamo una relazione romantica; potremmo semplicemente attingere a te in modo intermittente, e questo è quello che normalmente accade con fonti secondarie del tipo da scaffale, ovvero l’amante, l’altra donna, la persona con cui stiamo avendo una tresca, amici, colleghi. Può anche accadere con la ex fonte primaria intima; siamo tornati solo per avere un piccolo bocconcino di carburante positivo o negativo. Perché? Perché ne abbiamo bisogno e la barra di recupero è stata abbassata

3. Non ho intenzione di bloccare il narcisista sul telefono, altrimenti verrà a recuperarmi di persona.

Questo è pensiero emotivo. Sembra logico, non è vero, quasi come una valvola a pressione: se riesce a mandarmi un messaggio, va da sé che non verrà a presentarsi alla mia porta, ed è il minore tra i due mali. Pensiero comprensibile, ma sbagliato e illogico. Se non blocchi il narcisista sul tuo telefono, è più probabile che tu venga recuperato. Ad ogni modo, se blocchi il narcisista sui mezzi elettronici, questo non implica che il narcisista probabilmente si presenterà. Perché? Beh, prima di tutto è molto facile recuperarti elettronicamente, addirittura esiste il precedente suicidio del no contact di non bloccare, di non uscire dai social media, ecc., (leggi l’articolo Il Suicidio del No Contact per ulteriori informazioni al riguardo). Tuttavia, se ci blocchi sui mezzi elettronici, ciò non significa che ci presenteremo di persona. Perché? Potremmo non sapere dove trovarti, oppure dobbiamo impiegare uno sforzo considerevole per arrivarci, o anche se ci vuole un certo sforzo per arrivarci, il narcisista, in particolare l’Inferiore e il Medio-Rango, cercherà sempre la frutta appesa ai rami bassi, estraendo il carburante da un apparecchio che è il più facile da ottenere. Se ciò significa dover camminare per 15 minuti per trovarti, è meno probabile che lo faccia, e manderà messaggi a qualcuno che ha lasciato aperti i canali elettronici. Sì, potrebbero esserci occasioni in cui il narcisista, in particolare se sei fuggito e blocchi i canali elettronici, è portato a venire da te di persona SE ciò si confà coi Criteri di Esecuzione di Recupero, perciò intraprende questo recupero fisico diretto. Ma ricorda, tu hai un netto vantaggio. Nonostante tutto il nostro splendore, non possiamo attraversare muri o porte, quindi se il narcisista si presenta di persona, tu non apri la porta, non parli con lui dalla finestra o attraverso la buca delle lettere; ti metti le cuffie, aspetti cinque o dieci minuti, e se non se n’è andato, chiami la polizia e lo fai togliere da lì, non interagisci con lui, non dici al narcisista di andare via, non lo minacci, chiameremmo la polizia, lo lasci gridare e lanciarsi contro la porta, non si introdurrà dentro con un calcio. Se inizia a farlo, allora chiama la polizia e sarà allontanato. Se il narcisista viene da te di persona, se pensi che faccia in modo di tenderti un’imboscata fuori dal lavoro, beh, puoi starci attento, esci dal lavoro con qualcuno accanto a te, ignoralo, raggiungi la tua auto e vattene, prendi strade diverse per andare e tornare dal lavoro o dalla palestra; fai la spesa in posti diversi, ma non cadere preda del pensiero emotivo che dice che se blocchi il narcisista sarà costretto a presentarsi di persona. Questo non è corretto.

4. Voglio che il narcisista mi recuperi per provare che sono superiore a lui.

Di nuovo questa è una sorta di scienza logica, non è vero? Ora voglio dimostrare che mi sono laureato all’Università di HG, e quindi voglio ricevere un recupero per dimostrare che posso resistere. Ma questo è pensiero emotivo. Perché? Predica la prima regola d’oro della libertà “Una volta che sai vai e esci e stai fuori”. Non hai bisogno di alcuna forma di interazione; è come rimettere la testa nella bocca del leone raccogliendo un piccolo revolver ricaricato senza tirare il grilletto. Non devi farlo, non hai bisogno di dimostrare che sei resistente, anzi hai bisogno di preservare la tua resistenza per quando ti viene tesa un’imboscata se il narcisista si presenta inaspettatamente; non è necessario mantenere aperto un canale, non è necessario sbloccarlo per vedere se arriva il recupero. Ciò che farai è cadere preda del tuo pensiero emotivo. Non farlo. Questo è pensiero emotivo. Evitalo.

5. I narcisisti recuperano solo per il carburante.

No, è un motivo principale per il recupero, ma recuperiamo anche per i tratti caratteriali e i benefici residui. I benefici residui potrebbero essere l’accesso alle informazioni, l’uso della tua rete sociale; l’uso della tua rete in termini di affari, prestito di denaro, avere un posto dove stare, ottenere assistenza nella risoluzione di un problema; è tutta una gamma di benefici residui

6. Sto con un’altra persona, quindi non verrò recuperato.

Sbagliato! Con il Narcisista Inferiore e di Medio-Rango il fatto che tu sia con un’altra persona agisce come un fattore di tutela per i Criteri di Esecuzione di Recupero, ma è solo un criterio e, come spiegato in precedenza in questo articolo, potrebbe essere il caso che vi siano criteri aggiuntivi che neutralizzano quest’unico criterio, e quindi rendono trascurabile il fatto che tu sia stato con qualcun altro. Di per sé, è un fattore che innalza la Barra di Recupero, ma ci saranno sempre altri criteri che potrebbero abbassare la Barra di Recupero. Ai Superiori non importa che tu stia con un’altra persona, per noi diventa incoraggiante, e ricorda che qualora vengano soddisfatti questi Criteri di Esecuzione di Recupero, potrebbe esserci un Recupero Maligno verso te e la nuova persona. Naturalmente verrai triangolato e cosa ne potremmo ottenere? Due flussi di carburante cercando di creare problemi tra te e il tuo nuovo interesse romantico

7. Il narcisista non può recuperarmi, controbatterò e vincerò. Ora so cosa è.

Di nuovo questo è pensiero emotivo che sta corrompendo il tuo senso narcisistico di orgoglio e il tuo tratto empatico di Giustizia. Pensi che “Ora posso andare di pari passo con il narcisista, ho le competenze, sono stato armato”. Essere armati significa applicare la logica e stare lontani da noi. Se combatterai con noi, verrai sul nostro campo di battaglia. Sono le nostre regole, non le tue regole. Cosa accadrà? Ci darai carburante, potresti ottenere un risultato spiacevole, aumenterai il tuo pensiero emotivo. Quindi non vincerai ogni volta che interagisci con noi. Anche se fai irritare il narcisista, lo fai incazzare, otterremo sempre ciò che vogliamo perché ci darai carburante. È quasi impossibile per te non fornire carburante durante un’interazione con noi. L’ho spiegato nell’articolo “Perché il sasso grigio non funziona”, quindi ci darai carburante; è quello che vogliamo, e che sia positivo o negativo, se ci dai carburante, vinceremo. Puoi anche andare di pari passo con noi in circostanze in cui ti faremo di nuovo qualcosa di spiacevole. Perché rischiare questo, e poi in terzo luogo perché è un’interazione, che sia mandarci un messaggio, parlare con noi al telefono, pensare a noi, parlare di noi con i tuoi amici e ancora di più di persona. Tutto ciò aumenterà il tuo pensiero emotivo, il che implica che non darai ascolto alla logica, e se pensi di aver colpito il narcisista irritandolo, il tuo pensiero emotivo ti farà desiderare di farlo sempre di più. Questo è pericoloso perché ti porterà in questo circolo di azioni che ti impediscono di andare avanti. Sei preoccupato di pensare che stai vincendo contro il narcisista quando non è così. Vinci se non ci dai ciò che vogliamo. Ciò significa no contact, significa niente carburante, nessun tratto caratteriale e nessun beneficio residuo

8. Non ho sue notizie sei mesi, non verrò recuperato.

Sbagliato! Sei mesi non sono niente. Vedo ripetutamente “non ho sue notizie da tre o quattro mesi”, è un battito di ciglia. Io ho recuperato qualcuno dopo 12 anni, e ho visto commenti dei miei lettori che sono stati recuperati dopo 15 anni, e penso che qualcuno sia stato recuperato anche dopo 35 anni. Come ho più volte spiegato, e comprendi questa logica, prendila e lascia che si sistemi nel tuo cervello, tu sarai recuperato perché c’è sempre il rischio di un recupero fino al giorno in cui tu morirai o noi moriremo. Il fatto che non hai nostre notizie da sei mesi significa che con ogni probabilità il narcisista si trova in un nuovo periodo d’oro con un’altra persona, e sei mesi è un tempo di durata standard; tutti i suoi bisogni vengono soddisfatti da quell’altra persona, non c’è bisogno di prendere una misura di recupero nei tuoi confronti, e non c’è bisogno di tornare da te con un Recupero Benigno perché tutti gli Scopi Primari del narcisista sono soddisfatti dalla nuova fonte primaria intima, ed è per questo che vieni lasciato stare. Ma se pensi “Oh, sono passati sei mesi sono al sicuro”, sei maggiormente sciocco. Se abbassi le tue difese, quando il narcisista svaluta quella nuova fonte primaria, e lo farà, probabilmente tornerà da te col fiato sul collo visto che sei la ex più recente, perché ci sarà stato un Attivatore di Recupero; potrebbe essere stato detto qualcosa su di te, o il narcisista si ricorda di te, o gli capita di incontrarti e vederti, e se hai abbassato le tue difese rimettendoti sui social media, sbloccare il narcisista ecc., stai giocando con il fuoco, stai rimettendo la testa nella bocca del leone e i recuperi verranno a fiotti

9. Continuo a contattare il narcisista, ma lui non recupera, quindi non succederà mai.

Beh, se continui a contattare il narcisista stai provocando gli Attivatori di Recupero, quindi questo crea il rischio di Recupero. Perché non ne arriva uno? Semplicemente i criteri non vengono soddisfatti, e il motivo più frequente potrebbe essere che il narcisista si trova in un nuovo periodo d’oro con una fonte primaria intima e non vuole avere niente a che fare con te. Tu sei persona non gradita, lo sei se sei stato cancellato e il narcisista sceglie di ignorarti. Non ha bisogno di niente da te. Vieni visto come il nemico perché sei dipinto di nero, perché hai deluso il narcisista, e inoltre la paranoia intrinseca del narcisista lo porta a pensare che tu arrivi e gli rovini le cose. Tu avrai un impatto sulla nuova relazione, racconterai bugie anche se è la verità, ma racconti bugie sul narcisista, e lui non vuole che ciò accada, non vuole che questo nuovo apparecchio venga influenzato negativamente. Naturalmente non lo vede come un nuovo apparecchio, pensa semplicemente “Ho incontrato una persona meravigliosa che mi rende felice”, anche se il narcisista non è felice, e pensa che lo danneggerai in qualche modo e non vuole correre questo rischio. Altre ragioni potrebbero essere che non sei considerato un utile apparecchio per il carburante, e ci sono opzioni migliori altrove, o potrebbe essere che proprio di recente tu abbia causato qualche massiccia ferita e il narcisista resta istintivamente lontano da te perché la cosa è ancora fresca, e non si prende il rischio di tornare da te solo per essere ignorato

10) Ho letto tutto su HG e il suo lavoro. Ora so come resistere ad un Recupero.

Ben fatto per ascoltare tutto e leggere tutto; ci sono molte altre cose da fare per me, da offrirti, quindi devi continuare ad imparare, ma ricorda questo. Una cosa è saperlo, un’altra metterlo in pratica. Il tuo pensiero emotivo ogni singolo giorno vuole che tu smetta di ascoltare, che tu smetta di leggere e che tu non metta in pratica ciò che hai imparato. È come avere una biblioteca piena zeppa di tutto il mio geniale lavoro, e poi mentre vai e provi ad avvicinarti, il pensiero emotivo mette il braccio davanti alla porta e dice “Non entrare, non leggere il suo lavoro, nessuno ne ha parlato, non ascoltarlo”.

H.G. TUDOR

Dispelling 10 Hoover Myths

 

📰 5 MITI SUL NARCISISTA

191014H 5 Myths About The Narcissist.png

Ho sempre letto diverse opinioni su di me e sulla mia specie, con considerevole interesse. Noto molte osservazioni intelligenti e ben ragionate su quello che facciamo e sul perché lo facciamo. Molte trasmettono una forza considerevole. Altre opinioni sono puramente guidate dalla comprensibile rabbia e dalla ferita che noi abbiamo generato nelle persone, anche se io ho ripetutamente cercato di spiegare, che quando si opera per mezzo delle emozioni si prendono decisioni mediocri e non abbiamo chiaro il quadro. M’imbatto anche in commenti inaccurati che sono stati fatti su noi. Non mi riferisco al disaccordo che si può avere in termini di attacco personale contro di noi. Molte persone ci considerano stronzi o bastardi. Io comprendo questo punto di vista, molti individui della mia tipologia non sarebbero d’accordo, ma non è questo tipo di giudizio di valore che lo fa diventare un mito su di noi. Ci sono altre idee sbagliate più importanti. Come parte del mio lavoro in corso nello spiegare ciò che noi siamo, perché facciamo quello che facciamo e il tuo coinvolgimento in questa dinamica narcisistica, è altrettanto importante spiegare ciò che noi siamo come esporre dettagliatamente ciò che non siamo. Con questo proposito in mente, vado ad elencare cinque miti sulla nostra categoria.

1. Non abbiamo emozioni

Questa opinione ha ottenuto qualche supporto dovuto al fatto che la mia tipologia agisce con una considerevole vacuità interiore. L’ esistenza di questo vuoto può fare in modo che le persone credano che sia perché noi siamo un involucro e un guscio che noi siamo privi di emozioni. Pure il fatto che noi ci nutriamo delle emozioni delle persone rafforza l’opinione che non ne abbiamo di nostre. Noi abbiamo bisogno di rubare le emozioni che le altre persone tentano di farci sentire.
Il fatto è che noi sperimentiamo e sentiamo certe emozioni. Sperimentiamo la noia, la rabbia e il furore. Infatti, la rabbia schiumante che sta sempre lì sotto la superficie, pronta ad essere accesa, è una nostra emozione predominante. Noi conosciamo la noia il disgusto e la ripugnanza. Ci sono molto familiari la gelosia, l’invidia, la vergogna e l’odio. La cattiveria, il malanimo, l’aspettativa, il disprezzo, l’aggressione e il potere sono altre. La nostra scuderia di emozioni è dominata da emozioni negative. Queste sono quelle a cui è stato concesso di comparire e questo succede perché la forza sotto queste emozioni è stata imbrigliata prima per permetterci di raggiungere i nostri scopi. Il nostro odio per essere privi di carburante, ci guida ad estrarlo. Il nostro disgusto per la debolezza fa sì che noi vogliamo sempre mantenere la superiorità e la forza. Sono queste emozioni che ci rendono efficaci e spietati.
Al contrario noi non proviamo gioia o felicità, tristezza o rimpianto, serenità o amore, rimorso o senso di colpa. Queste emozioni sono estranee a noi insieme alle altre. O non le abbiamo mai conosciute o ci sono state strappate per permetterci di operare con maggiore efficacia, liberi da ingombri e ostacoli. Noi comprendiamo le emozioni perché vogliamo che le tue siano dirette verso di noi. Comprendiamo come imitarle e capiamo quando dovrebbero essere espresse (anche se qualcuno della nostra tipologia riesce meglio di altri in questo) ma in definitiva noi sperimentiamo qualche emozione, solo in modo del tutto diverso da te.

2. Imitarci ci fa infuriare

No non è così. Se noi siamo arrabbiati con te e urliamo, e se tu decidi di rispecchiare questo comportamento, tutto quello che fai è fornirci carburante. Se ripeti a pappagallo quello che ti diciamo, se vi è connessa qualche emozione, anche se lo dici con sarcasmo, con un sogghigno e con disprezzo, è carburante. Se tu decidi di tacere perché lo facciamo noi, possiamo renderci conto che il trattamento del silenzio non ci procura il carburante che ci aspettiamo, ma non ci fa infuriare. Invece, noi passeremo semplicemente a una diversa forma di manipolazione per fare in modo che tu ci fornisca carburante. Tu lo trovi difficile dopo un po’ continuare a rispecchiare quello che stiamo facendo, la tua capacità emozionale è tale che di solito si manifesta sotto qualche forma e quindi otteniamo carburante. Noi ci rendiamo conto anche di ciò che stai facendo e se ci stai dando carburante, ti permetteremo di rispecchiarci. Se non lo stai facendo, il tuo rispecchiarci non è una critica quindi non c’è offesa, ma passeremo ad un comportamento diverso per estrarre carburante.

3. Ci manchi quando te ne sei andata

No, ci manca il tuo carburante, non tu. È ciò che ci manca più di tutto. Ci possono mancare anche le caratteristiche che eravamo in grado di rubarti e anche i benefici residui che tu ci hai fornito. È qualcosa che le vittime della nostra tipologia trovano molto difficile da accettare. Sicuramente qualcosa di ciò che abbiamo detto e fatto era genuino? Sembrava fosse così, quindi dev’essere stato sicuramente così? Deve essere stato un caso che noi abbiamo gradito alcune cose che hai fatto? Noi le abbiamo fatte; il carburante, le caratteristiche e i benefici residui. Non ci preoccupavamo se eri spiritosa; salvo che il tuo senso dell’umorismo fosse appropriato per il nostro proposito di farci sembrare migliori con le altre persone. Ci manca solo il sorriso radioso perché ci forniva carburante. La tua ampia conoscenza del vino era ancora un’altra caratteristica che ci faceva sembrare migliori.
Non sono solo queste cose che ci mancano quando te ne sei andata, resta il semplice fatto che se ti abbiamo scartata, noi decidiamo che non valeva più la pena di averti intorno e nella maggior parte dei casi, avevamo individuato e sedotto un rimpiazzo. Con questa persona in sede, ci focalizziamo su queste, tornando da te solo per attivare i recuperi maligni successivi (o quelli benigni più tardi quando il rimpiazzo comincia a diventare stantio). C’è una piccola parentesi che tu ci amassi con tutto ciò che avevi, che tu pensavi che fossimo il tu mondo e nessuno poteva aver fatto per noi quello che hai fatto tu, ma questo è tutto secondo la tua prospettiva. Una volta che ti abbiamo scartato, questo non conta più nulla. Sei diventata un apparecchio malfunzionante e sei stata sostituita. Non ci manca nulla di te.
Sei tu scappi, a noi mancheranno i tre articoli che ho descritto sopra e inoltre noi cercheremo di recuperarli attraverso il Grande Recupero Iniziale e i Recuperi Seguenti ma non pensare che le nostre proteste di non essere in grado di vivere senza di te, come non possiamo immaginare un altro giorno con te e che ci manchi così tanto, non hanno niente a che fare con te come persona. Non è così. Noi siamo incapaci di vivere senza il tuo carburante, non possiamo immaginare un altro giorno senza usare le tue caratteristiche e ci mancano così tanto i tuoi benefici residui. Tutte queste dichiarazioni, suppliche, gesti imploranti e così via sono solo designati per recuperare le tre principali ragioni per cui ci attacchiamo a te. Puoi dire a te stessa che sentiamo terribilmente la tua mancanza se ti fa sentire meglio ma stai ingannando te stessa.

4. Odiamo stare da soli

Noi abbiamo bisogno delle persone. Non c’è dubbio su questo. Abbiamo bisogno delle persone perché abbiamo bisogno dei tre principali benefici, il principale dei quali è il carburante, ma non è la stessa cosa che dire che odiamo stare soli. In questo caso c’è un fondo di verità nella dichiarazione sopra ma richiede un importante requisito. Se siamo stati ben-carburati siamo in grado di stare da soli, di impegnarci in attività solitarie e trascorrere tempo in compagnia di noi stessi senza difficoltà. Naturalmente, più si va avanti, e alla fine il nostro livello di carburante scende, e noi abbiamo bisogno di cercare persone ma non odiamo stare da soli in una situazione simile.
Inoltre, i vantaggi della tecnologia fanno sì che anche se noi possiamo non essere fisicamente vicini a qualcuno, i vantaggi di Skype, dei messaggi di testo, delle chiamate telefoniche, e anche di lettere scritte a mano ci permettono di stare per conto nostro ma in contatto con molte risorse di carburante. Aggiungi a questo il Carburante di Pensiero e hai una situazione per cui noi possiamo essere fisicamente isolati ma con tante connessioni che riusciamo perfettamente bene ad estrarre tutti questi vari tipi di carburante.
Rimuovi comunque tali connessioni, e (ponici) in una situazione in cui i nostri livelli di carburante sono già bassi e noi siamo fisicamente isolati senza strumenti per contattare le persone; ecco, in questo caso potresti vedere che noi odiamo stare da soli.

5. Abbiamo una coscienza

Non l’abbiamo. Pensiamo solo a noi stessi, ai nostri bisogni e a come ciascuna situazione può portarci benefici. Può sembrare che mostriamo una coscienza allo scopo di raggirare le persone, e questo si osserva di più nel Narcisista di Medio Rango e nel Narcisista Superiore, allo scopo di adattarsi a una situazione e alle aspettative delle persone ma noi siamo stati creati senza il bisogno di una coscienza. Se ne avessimo una non saremmo capaci di calpestare le persone come facciamo. Non saremmo capaci di passare sempre avanti, mai preoccupandoci per chi è venuto prima di noi. Semmai ti trovassi in una situazione dove uno della nostra tipologia sembri aver avuto la coscienza punta, tutto ciò significa che noi vediamo un vantaggio nel fingere che sia così e noi desideriamo ingannare te ed altri per i nostri benefici personali.

H.G. TUDOR

5 Myths About The Narcissist

👤 TU? IO? LORO?

66454307_675756406231968_2685258401507704832_n.jpg

C’era una volta. La principessa sul pisello. Il Principe azzurro. Biancaneve. Pretty Woman. Barbie e Ken. Gli Waltons. Ti abbraccio da dietro. Colazione a letto. Venirti a prendere sotto la pioggia. Scorgerti da un treno e correre dietro di te.  Gli stupendi Ragazzi Baker. Vacanze romane. Mazzi di fiori. Circondato dalla tua amorevole famiglia mentre muori. Neve a Natale. Compleanni ricordati. La casetta nella prateria. La bella e la bestia. Una camera con vista. Pause cittadine. Camminare nella gommapiuma. Tenersi per mano. Invecchiare insieme. Via col vento. Il cavaliere bianco. Pazzo di te. La passione. Accoccolati a letto. Monogamia. Rosanna. Amami teneramente. Veramente Pazzamente Profondamente. Un bagno al lume di candela. Il Migliore. Regalo sul cuscino. Lascia il meglio alla fine. Pranzo improvvisato. Ballo guancia a guancia. Un giorno il mio Principe arriverà. Rose rosse. Rose bianche. Porte che si aprono. Da dove ci apparteniamo. Romeo e Giulietta. Tenerti i capelli. Sei il mio primo, il mio ultimo, il mio tutto. Scrivere “Ti amo” nello specchio appannato. Amore senza fine. Penso che ti amo. Dedicare una canzone alla radio. Figura paterna. Il potere dell’amore. Matrimonio da favola. Iniziali scolpite su un albero dentro un cuore. Darti l’ultimo Rolo. L’amore conquista tutto. L’amore ci salverà. Giovane sogno d’amore. L’amore è una cosa meravigliosa. Scrivere poesie. Biglietti d’amore in un cestino per il pranzo. Un messaggio nella sabbia. Finché morte non ci separi. Insieme per sempre. Cose giovani brillanti. Nessuno ci dividerà. Anima gemella. L’altra metà. Il mio cuore sopravviverà. Diario di Bridget Jones. Ti starò vicino. Bambini. Un intero nuovo mondo. Primavera a Parigi. Rilassarsi su un’amaca insieme. Una casetta sul lago. Il notebook. Il bacio dell’Uomo Ragno. Notting Hill. Rose e Jack. Lasciarti dormire. Bella ed Edward. Latika e Jamal. Dirty Dancing. Condurre la danza. Ricordare gli anniversari. In salute e in malattia. Quando Harry ha incontrato Sally. Orgasmi sincronizzati. Sesso al mattino. Sesso di sera. Continuare a fare sesso dopo tutti questi anni. Fedeltà. Occhi solo per te. Un ufficiale e un gentiluomo. Isla e Rick. Lasciare te per primo. Sapere che odi i ragni. Viola e William. Polvere di Stelle. Camminare sulla neve insieme. Passeggiare tra le foglie insieme. Edward mani di forbice. Così come sei. La mia ragazza. La canzone di Annie. Tatuaggi coordinati. Indossare una fede nuziale. Ti amerò sempre. Quando un uomo ama una donna. Non voglio perdere una cosa. L’amore è cieco. L’assenza rende il cuore sempre più innamorato. La combinazione perfetta. Il nostro amore è predestinato. È scritto nelle stelle lassù. Amore a prima vista. Mr / Mrs Right, “Il mio solo e unico”, “uomo / donna dei miei sogni”, “incontro fatto in paradiso”, “amore della mia vita”, “il mio vero amore”, “fatti l’uno per l’altra”, “il mio abbinamento perfetto”, “Ho incontrato l’amore della mia vita”, “Sapevo che questo era quello giusto”. “Eravamo fatti l’uno per l’altra.”, “Connessione istantanea”, “click istantaneo”, “chimica a prima vista”, “vai e colpisci”, “sperimentata attrazione immediata”, “rapporto istantaneo”, “colpiscilo completamente”, “era magico”, “mi hai fatto un incantesimo”. L’amore è un fiume che annega il tenero giunco. La casa perfetta. L’idillio del paese. La casa è dove si trova il cuore. Cime tempestose. Jayne Eyre. Crepuscolo. Gl.i Hunger Games. L’Inferno di Gabriel. Acqua per elefanti. Riscaldare prima il letto. Indagare su un ostacolo nella notte. Proteggerti durante una tempesta. Non essere mai dato per scontato. Perfezione. Avere tutto questo. Il Lieto Fine.

False promesse e ideali irrealistici creati da loro.

Una porta verso la falsa terra promessa, verso l’ideale di vita irrealistica offerto e sfruttato da noi.

Ricorrere a comportamenti autodistruttivi e che creano dipendenza al fine di compensare questi fallimenti e delusioni rimanendo invischiati con noi ancora e ancora e ancora.  Questo sei tu.

Di chi è la colpa?

H.G. TUDOR

You? Me? Them?