👤 TI STANNO INGANNANDO

191201F You Are Being Conned.png

C’era una volta. La principessa sul pisello. Il Principe azzurro. Biancaneve. Pretty Woman. Barbie e Ken. Gli Waltons. Ti abbraccio da dietro. Colazione a letto. Venirti a prendere sotto la pioggia. Scorgerti da un treno e correre dietro di te.  Gli stupendi Ragazzi Baker. Vacanze romane. Mazzi di fiori. Circondato dalla tua amorevole famiglia mentre muori. Neve a Natale. Compleanni ricordati. La casetta nella prateria. La bella e la bestia. Una camera con vista. Pause cittadine. Camminare nella gommapiuma. Tenersi per mano. Invecchiare insieme. Via col vento. Il cavaliere bianco. Pazzo di te. La passione. Accoccolati a letto. Monogamia. Rosanna. Amami teneramente. Veramente Pazzamente Profondamente. Un bagno al lume di candela. Il Migliore. Regalo sul cuscino. Lascia il meglio alla fine. Pranzo improvvisato. Ballo guancia a guancia. Un giorno il mio Principe arriverà. Rose rosse. Rose bianche. Porte che si aprono. Da dove ci apparteniamo. Romeo e Giulietta. Tenerti i capelli. Sei il mio primo, il mio ultimo, il mio tutto. Scrivere “Ti amo” nello specchio appannato. Amore senza fine. Penso che ti amo. Dedicare una canzone alla radio. Figura paterna. Il potere dell’amore. Matrimonio da favola. Iniziali scolpite su un albero dentro un cuore. Darti l’ultimo Rolo. L’amore conquista tutto. L’amore ci salverà. Giovane sogno d’amore. L’amore è una cosa meravigliosa. Scrivere poesie. Biglietti d’amore in un cestino per il pranzo. Un messaggio nella sabbia. Finché morte non ci separi. Insieme per sempre. Cose giovani brillanti. Nessuno ci dividerà. Anima gemella. L’altra metà. Il mio cuore sopravviverà. Diario di Bridget Jones. Ti starò vicino. Bambini. Un intero nuovo mondo. Primavera a Parigi. Rilassarsi su un’amaca insieme. Una casetta sul lago. Il notebook. Il bacio dell’Uomo Ragno. Notting Hill. Rose e Jack. Lasciarti dormire. Bella ed Edward. Latika e Jamal. Dirty Dancing. Condurre la danza. Ricordare gli anniversari. In salute e in malattia. Quando Harry ha incontrato Sally. Orgasmi sincronizzati. Sesso al mattino. Sesso di sera. Continuare a fare sesso dopo tutti questi anni. Fedeltà. Occhi solo per te. Un ufficiale e un gentiluomo. Isla e Rick. Lasciare te per primo. Sapere che odi i ragni. Viola e William. Polvere di Stelle. Camminare sulla neve insieme. Passeggiare tra le foglie insieme. Edward mani di forbice. Così come sei. La mia ragazza. La canzone di Annie. Tatuaggi coordinati. Indossare una fede nuziale. Ti amerò sempre. Quando un uomo ama una donna. Non voglio perdere una cosa. L’amore è cieco. L’assenza rende il cuore sempre più innamorato. La combinazione perfetta. Il nostro amore è predestinato. È scritto nelle stelle lassù. Amore a prima vista. Mr / Mrs Right, “Il mio solo e unico”, “uomo / donna dei miei sogni”, “incontro fatto in paradiso”, “amore della mia vita”, “il mio vero amore”, “fatti l’uno per l’altra”, “il mio abbinamento perfetto”, “Ho incontrato l’amore della mia vita”, “Sapevo che questo era quello giusto”. “Eravamo fatti l’uno per l’altra.”, “Connessione istantanea”, “click istantaneo”, “chimica a prima vista”, “vai e colpisci”, “sperimentata attrazione immediata”, “rapporto istantaneo”, “colpiscilo completamente”, “era magico”, “mi hai fatto un incantesimo”. L’amore è un fiume che annega il tenero giunco. La casa perfetta. L’idillio del paese. La casa è dove si trova il cuore. Cime tempestose. Jayne Eyre. Crepuscolo. Gl.i Hunger Games. L’Inferno di Gabriel. Acqua per elefanti. Riscaldare prima il letto. Indagare su un ostacolo nella notte. Proteggerti durante una tempesta. Non essere mai dato per scontato. Perfezione. Avere tutto questo. Il Lieto Fine.

False promesse e ideali irrealistici creati da loro.

Una porta verso la falsa terra promessa, verso l’ideale di vita irrealistica offerto e sfruttato da noi.

Ricorrere a comportamenti autodistruttivi e che creano dipendenza al fine di compensare questi fallimenti e delusioni rimanendo invischiati con noi ancora e ancora e ancora.  Questo sei tu.

Di chi è la colpa?

H.G. TUDOR

You Are Being Conned

👤 CHE COSA HAI FATTO PER ME?

191007F 🌼 What Have You Done For Me.jpg

Ah, ricordi quei giorni durante il periodo d’oro quando niente era troppo disturbo per me? Potrei portarti la colazione a letto. Portare fuori il tuo cane per una passeggiata senza che me lo chiedessi. Lasciarti qualche piccolo messaggio d’amore nascosto negli angoli di casa da trovare di ritorno da un viaggio. Camminare per i prati di campagna per raccogliere fiori per te da consegnarti sorridendo con le fossette. Qualcosa ti fa arrabbiare? Potrei ascoltarti al telefono o camminare mentre ti ascolto piangere e svuotare il tuo cuore. Ero a portata di mano, all’istante e al tuo fianco.

Dopo qualche mese, di più se sei davvero fortunata, il mio aiuto e la mia assistenza si erodono. Se mi chiedi di fare qualcosa troverai sospiri e occhi al cielo e “sì forse lo farò”. Tendo a svanire con più probabilità se c’è da fare qualche lavoro. Non rispondo al telefono quando hai un disperato bisogno di parlare con me per discutere di un brutto giorno al lavoro. Rifiuto di fare ciò che ho sempre fatto per te e negherò anche di averlo mai fatto. Per rafforzare questo rudimentale ritiro dai miei servizi ti chiederò sempre “e tu cosa hai fatto per me?” srotolerò l’elenco delle cose che ho fatto per te (aggiungendo qualche invenzione per sicurezza- vai avanti, provaci e suggerisci che lo sto facendo e vedrai cosa succede dopo). Non è curioso come io abbia una memoria nebbiosa riguardo l’aver accettato di sistemare la recinzione rotta mentre ricordo perfettamente la data, il modo e la durata di ogni cosa che ho fatto per te. L’ho fatto solo per poterlo agganciare e rinfacciartelo. Naturalmente come in tutto quello che faccio, tu cercherai freneticamente di capire cosa sta succedendo e di riportare tutto al mio utile periodo pieno di aiuto. Così la danza continua.

H.G. TUDOR

What Have You Done For Me?

📰 NON SEI SOLA

191001A You Are Not Alone.jpgUna non è mai abbastanza per noi. Ne sono richieste due o più. Quando iniziamo la nostra seduzione di te e ti lanciamo quei missili portandoti amore, passione e desiderio, ti ripetiamo ripetutamente che tu sei l’unica. Tu sei l’unica che vogliamo. Abbiamo aspettato per tutta la vita questo momento di stare con l’unico, te. Questa singolarità del numero incontra la singolarità dello scopo. Uno è tutto ciò che vogliamo. Te lo diciamo, te lo scriviamo e lo facciamo più volte per metterti su quel piedistallo. Il mondo potrebbe anche essere popolato da te e me. Nessun altro importa. Tutto ciò che vogliamo sei tu e solo tu. L’effetto di tali parole ti fa sentire incredibilmente speciale, riverita e adorata e sembra meraviglioso, vero? Essere l’unica destinataria della nostra attenzione, un’attenzione così meravigliosa, dedicata e amorevole è edificante, gioioso e magnifico.

Recentemente un commentatore ha pubblicato una citazione di Robert A Heinlein che ruotava attorno ai baci. In sostanza, questa citazione si riferiva al fatto che quando la maggior parte delle persone bacia non ci mette tutto, hanno altre cose per la testa, potrebbero preoccuparsi del lavoro, sanno che devono mettere la spazzatura fuori, si stanno chiedendo cosa c’è per cena e di conseguenza il bacio di quella persona non è affatto intimo come dovrebbe essere perché quella persona ha distrazioni. La persona che stanno baciando non ha la loro totale attenzione. C’è un considerevole fondamento in questa frase. Ciò che riusciamo a fare comunque è farti pensare che non ci importa di altro, che tu sei l’unica persona che stiamo baciando, che abbiamo mai baciato e che mai baceremo. Ti rendiamo il centro del nostro universo e tu ci credi. Eppure la realtà è che mentre esibiamo questa particolarità di attenzione su di te, abbiamo tante altre persone in mente. Capisci che quando stai con uno della nostra specie non c’è mai un momento in cui siamo solo io e te. C’è sempre tu, io e lei o lui o loro. La tua dinamica con noi non è esclusiva. Non lo è mai. Non è la tua unica garanzia. Vieni condiviso per tutta la durata del tuo rapporto con noi, dall’inizio fino a, beh per sempre. Non voglio dire necessariamente che siamo impegnati in una relazione sessuale con qualcun altro quando siamo con te, ma il fatto è che quando tu pensi che siamo solo io e te, stanno succedendo molte più cose di quanto tu ti renda conto.

All’inizio, quando ti sto seducendo, ti faccio sentire l’unica ragazza al mondo, tuttavia ci saranno almeno altre due dinamiche in corso. La prima è che starò intraprendendo una crudele campagna contro quella che ti ha predeceduto. Starò considerando come provocarla in seguito e la punirò in modo da poter trarre da lei carburante negativo. Indubbiamente ti parlerò di lei mentre ti spiegherò quanto orribile e violenta sia stata questa persona con me. Ciò che è meno probabile che tu sappia è che le sto mandando messaggi violenti, la sto perseguitando e sto organizzando vari metodi di manipolazione per continuare a punirla.

La seconda dinamica all’inizio è il fatto che potrei anche lavorarmi un’altra prospettiva bene come te. Nell’eventualità estremamente improbabile che tu avessi accesso al mio cellulare e guardassi nei messaggi vedresti qualcosa di simile.

“Messaggio a te 19:48 – Non riesco a smettere di pensare a te. Cosa mi hai fatto? Lo adoro comunque. Non vedo l’ora di vederti domani anche se è troppo lunga da aspettare per il mio cuore dolorante.”

“Messaggio a Lei 19:50 – Non riesco a smettere di pensare a te. Cosa mi hai fatto? Lo adoro comunque. Non vedo l’ora di vederti domani anche se è troppo lunga da aspettare per il mio cuore dolorante.”

Potrebbe anche esserci

“Messaggio a Lei 2 19:52 – Non riesco a smettere di pensare a te. Cosa mi hai fatto? Lo adoro comunque. Non vedo l’ora di vederti domani anche se è troppo lunga da aspettare per il mio cuore dolorante.”

Notoriamente avidi di carburante e avendo paura delle conseguenze di non avere una fornitura di esso, ci assicureremo di avere per le mani altre prospettive scelte. Potresti diventare la prescelta come principale fonte di carburante, ma le altre non saranno necessariamente scartate. Saranno considerate “amiche” che si classificano come apparecchi secondari di produzione elevata, e mi continuano a fornire il carburante. Tu pensi di avermi per te. Ovviamente questa è l’impressione che creerò ma tu mi condividi con le altre che saranno pronte a sostituirti se tu dovessi iniziare ad essere manchevole nella produzione di carburante.

Durante il periodo d’oro potrebbe sembrare che ci siamo solo io e te, ma nel frattempo mi terrò altre prospettive e ricaverò carburante negativo da uno o più predecessori. Quindi, senza preavviso, ti ritrovi ad essere svalutata. Hai i tuoi sospetti che stiamo giocando altrove. In effetti, è così dal momento che usiamo queste fonti secondarie che abbiamo tenuto “in caldo”. Ce ne saranno altre dal momento che troviamo ulteriori persone da prendere nella nostra rete e le contrapponiamo a te. Scoprirai che verrai paragonata a queste persone, ad amici e parenti e verrai sempre trovata in difetto quando preme la svalutazione contro di te. Dopo questo periodo orribile, ti getteremo da parte con un duro scarto e verrai sostituita da qualcun altra. Com’è che è successo così in fretta? Com’è che siamo stati in grado di andare avanti con una fretta vergognosa e trovare un’altra a cui dichiarare il nostro amore? Facile. Stava aspettando dietro le quinte per tutto il tempo.

Ora, che ci siamo disimpegnati da te, scoprirai di essere ancora coinvolta nella dinamica mentre ti mettiamo contro la tua sostituta. Continueremo a cercare di attingere carburante negativo da te e poi improvvisamente ti recupereremo e ti renderemo di nuovo la pupilla dei nostri occhi, mentre la tua sostituta che ha avuto breve durata viene gettata da parte. Potrebbe seguire un periodo di indecisione in cui ti solleviamo in alto e ti schiantiamo a terra. Sei seduta all’estremità di un bilico, mentre tu sali, lei scende e viceversa. Noi ci troviamo al centro, a cavallo di questo bilico e divoriamo tutto il carburante che sta riversando da voi due.

Come nostra fonte primaria scoprirai sempre che c’è qualcun altro coinvolto nella dinamica della nostra relazione. Non finisce qui con la persona che è la nostra principale fonte di carburante. Questa aggiunta di un giocatore extra nel gioco avviene durante tutte le nostre attività di raccolta del carburante. Mettiamo un membro della famiglia contro un altro membro della famiglia, i nostri fratelli contro le nostre sorelle o un genitore contro l’altro. Trattiamo un bambino come l’oro e l’altro come un emarginato, e intanto facciamo sì che si competano la nostra benedizione e affetto. Mettiamo un collega contro l’altro mentre li facciamo competere per quella promozione che è in nostro potere. Abbiamo un amico che combatte contro un amico per passare del tempo con noi a spese dell’altro. Entriamo nel regno di internet e facciamo in modo che le persone dicano maldicenze, si scontrino e si misurino con poche battute sulla tastiera. Non possiamo mai essere soddisfatti del fatto che siamo solo io e te, dobbiamo sempre coinvolgere gli altri e questo coinvolgimento non può essere armonioso. Ci deve essere competizione per far fluire il carburante. Non pensare mai che ci dedichiamo solo a te, il nostro bisogno di carburante non lo consente. C’è sempre qualcun altro, nonostante quello che possiamo dirti. Semmai tu fossi in grado di scoprire l’entità completa delle nostre macchinazioni, schemi e piani vedresti tante linee che si irradiano lontano da noi, e ci collegano a te, a lei e a molti altri, con linee che corrono tra l’inconsapevolezza e la conoscenza al punto da sembrare un organigramma estremamente complesso sul muro di una centrale operativa in una stazione di polizia.

Non potremo mai essere solo io e te. Ci deve sempre essere un’altra persona.

H.G. TUDOR

You Are Not Alone

👤 IL CULTO DI ME

150924 🌼 The Cult of Me.jpg

Io sono una sorta di dio. Sono onnipotente e onnisciente. Guardo alle persone come pezzi di una scacchiera che muovo a mio piacimento nel perseguimento del mio gioco infinito. Sono rabbioso e capriccioso, facendo piovere il mio imprevedibile e arbitrario giudizio sopra chi ritengo offensivo. Come ogni dio, devo essere adorato e questo è il tuo ruolo. Ti ho reclutato per offrirmi ripetutamente sacrifici. All’inizio il tuo tempo, poi i tuoi soldi. Successivamente richiedo di sacrificare amicizie e i tuoi interessi esterni. Sempre bramoso e allo stesso tempo asservito a me, tu ripetutamente obbedirai nella speranza che io sparga il mio sorriso benevolente e costruisca il mondo in cui ti ho trascinata, un’altra volta ancora. Come ogni dipendenza d’altronde, il costo diventa sempre più grande e così nel tentativo di fermare il caos della furia che scelgo di rilasciare contro di te, tu sacrifichi sempre di più, all’oscuro del fatto che questo dio non potrai mai essere appagato.
Successivamente viene la tua sicurezza, la tua fiducia in te stessa e la tua felicità. Tutte sono gettate sull’altare e cedute.
Tu sei incoraggiata in questo orribile passatempo dai miei discepoli, sono pochi i prescelti che indossano la veste della virtù che ho loro conferito. Loro agiscono come io agirei, eseguendo le mie macchinazioni ed assicurandosi che tu non ottenga niente in cambio. Se dovessi mai interrogarti sul mio potere e le mie azioni, ti spiegherebbero in modo calmo perché ti sbagli e cosa devi fare, i loro occhi vitrei a causa del mio indottrinamento. I miei seguaci fanno sempre il mio volere. Cantano i miei mantra, e compiono i miei comandi con una devozione da schiavi alle mie dottrine. Saranno insistenti, persuasori e coercitivi fino a che tu adempi all’ultimo sacrificio al mio culto. La tua identità.

H.G. TUDOR

https://narcsite.com/2015/09/24/the-cult-of-me/