🔒 I GANCI DEL CUORE – N. 1

The Heart Hooks – No 1.jpg

(Questa è una meme. Non è un articolo.)

Il narcisista ti ha detto questo? Come è stato detto, quando è stato detto e qual’è stata la tua reazione?

Credi nel concetto di anime gemelle? Se ti è stata detta questa frase (o una simile), come ti ha fatto sentire? Cosa hai creduto?

H.G. TUDOR

Heart Hooks No. 1 – Narc Sayings Of Seduction

📁 IL NARCISISTA MANIPOLA: FORNITURA DI CARBURANTE PIANIFICATA

190919 The Narcissist Manipulates  Planned Fuel Acquisition.jpg

Era una bella serata per una passeggiata. Una passeggiata lungo la banchina. Un sacco di altri pedoni che si godono l’aria ancora tiepida della sera, i bar che costeggiano lo storico lungofiume a ciottoli preso dal rumore e dall’attività. Non eravamo arrivati a quella fase della serata. Non eravamo ancora seduti accanto alle acque tranquille del fiume a ordinare da bere mentre parlavamo e osservavamo. Non avevamo raggiunto quel bar preferito. In effetti, era il bar in cui ci eravamo incontrati per la prima volta una quindicina di mesi fa e ora eccoci qui più di un anno dopo e l’agonia della spregevole svalutazione sta crescendo intorno a te, anche se devi ancora capire cosa significa. Questa sera comunque è destino che ci sia un po’ di tregua dalle macchinazioni e dalle manipolazioni, un ritorno al periodo d’oro, purché ti comporti bene e obbedisca.

Ti guardo inciampare sui ciottoli. La tua scelta dei tacchi (la mia scelta dei tacchi, dato che ti ho ordinato in anticipo quello che avresti dovuto indossare) è elegante e alla moda, ma poco adatta per avventurarti in questa zona della banchina. Naturalmente ho suggerito che dovevamo prendere un taxi per andare direttamente al bar (almeno questo è quello che dirò durante il post mortem che inevitabilmente sorgerà) e quindi camminare in un modo diverso, ma tu hai voluto passeggiare lungo questa particolare tratto e guarda cos’è successo.

Ti guardo inciampare, la caviglia si attorciglia mentre il tagliente tacco a spillo scivola, come la zampa di un giovane cerbiatto sulla pietra levigata, levigata come il ghiaccio dal passaggio di tanti piedi con le scarpe. La tua gamba sinistra scatta fuori mentre tu vai giù, senza riuscire a mantenere l’equilibrio. Non ho reagito abbastanza in fretta da afferrarti mentre inciampavi nonostante ti fossi vicino. Ero distratto da una persona che passava che mi sorrideva e mi forniva un po’ di carburante. Farò, come faccio spesso, una revisione della storia per spiegare che ero più lontano di quanto pensassi e quindi incapace di impedire la tua disgraziata caduta.

Ti guardo inciampare mentre il tuo ginocchio destro colpisce il ciottolo e tu lanci un improvviso grido di dolore. La torsione della tua caviglia e la lacerazione del tuo ginocchio ti causano dolore. Fisso la tua espressione, contorta dal dolore, la bocca aperta e gli occhi che iniziano riempirsi di lacrime, indubbiamente provocate da una combinazione di ferita e imbarazzo. Sento la prima ondata. Balza dentro di me mentre il disprezzo sale. Guardati, inutile e patetica, che scivoli sui ciottoli in quegli stupidi tacchi, a testimonianza della tua vanità. Perché sto con una persona così goffa? Ma non sono solo questi pensieri che guidano questo disprezzo. No, è il fatto che l’emozione che ora è impressa sul tuo viso, il dolore perverso, sono stati causati da qualcosa di diverso da me. Una tale emozione sprecata. Gli occhi lacrimanti, il pianto, i tratti del viso angosciati. Normalmente io sarei l’elemento propulsore per questo, ma non lo sono e questo mi irrita. Sei così inutile, non riesci nemmeno ad arrabbiarti nel modo giusto.

Sento qualcuno emettere un piccolo sussulto e mi rendo conto che altri hanno assistito alla tua caduta. La facciata! La facciata! Dovrei fare qualcosa di fronte a questo branco di estranei. Ti guardo mentre i tuoi occhi a mandorla si voltano a guardarmi. So che dovrei sentirmi preoccupato per te per il tuo incidente. So che dovrei preoccuparmi che sei scivolata e ti sei fatta male, ma a parte il disprezzo non provo niente. Non c’è niente lì per spingermi ad aiutarti, nessun desiderio innato di agire. Sarebbe istintivo per altri che non sono me, ma io sono io e quindi devo analizzare e valutare prima di decidere cosa dovrebbe succedere dopo. So che dovrei tendermi verso di te, sollevarti ed emettere suoni adeguatamente interessati mentre cerco un fazzoletto da mettere al tuo ginocchio insanguinato. Non sento alcun obbligo di farlo. Perché dovrei aiutarti? Mi darà un vantaggio? Forse sì, ma per prima cosa so che c’è una possibilità di carburante negativo fresco e delizioso. La situazione è stata valutata e la mia risposta è stata determinata.

Guardo i tuoi occhi accesi su di me e poi succede. Le fiamme guizzano quando vedo che al dolore fisico ora si è unita l’offesa emotiva mentre mi dai un’occhiata perplessa e poi ferita alla mia mancanza di azione. Eccolo. Questo è ciò che volevo. La tua attenzione emotiva sotto forma di ondata di disprezzo si mescola con il crescente senso del potere, mentre la tua reazione alla mia non-azione mi alimenta. Il tuo dolore irritato è stato causato da me e quindi il carburante fluisce. È buono. Ho lasciato che mi colpisse, correndo verso l’alto, con gli occhi ancora fissi sui tuoi mentre quegli occhi azzurri passavano dal dolore alla perplessità della mia continua esitazione. Resta buono. Quanto posso reggere per questo? Il carburante scorre ma sono consapevole della facciata. Una damigella è in difficoltà e ha bisogno di un cavaliere e qui non saranno ammessi intrusi. Nessun passante crociato dovrà intervenire e rubarmi la scena.

Con la coda dell’occhio vedo un gentiluomo venire avanti per aiutare. Non oggi signore, non oggi! Riprendo vita e mi lancio verso di te.

“Santo cielo, stai bene?” Chiedo mentre le mie mani ti prendono il braccio.

“Sta bene?” Chiede l’uomo che sta ancora insistendo con la sua richiesta.

“Starà bene, l’aiuterò io qui,” rispondo rivolgendomi a lui e facendogli un breve sorriso. I denti sono stati scoperti, il sorriso è lì, ma lo sguardo dice fatti da parte, non che tu possa vedere la mia ostilità verso questo eroe intervenuto. Lui fa un cenno incerto e si allontana. Messaggio ricevuto e capito.

Ti sostengo fino alla panchina vicina e ti offro il mio fazzoletto con un gesto plateale, tamponandoti il ginocchio insanguinato mentre tu sussulti leggermente. Continuo con suoni rassicuranti dato che un paio di persone continuano a guardare. Mi volto e vedo le due donne sorridere rassicurate per la mia azione cavalleresca e il carburante viene accolto con gratitudine.

“Che male”, dici dolcemente. Vedo le due donne allontanarsi.

“È stata colpa tua stupida”, sibilò tranquillamente. Colgo il tuo sguardo ferito e assorbo la tua reazione man mano che viene fornito più carburante.

Osservare. Analizzare. Valutare. Agire. Carburante.

Questo è il nostro mondo. Questa è la nostra prospettiva.

La ripetuta ricompensa del carburante è stata ottenuta.

E tutto questo è stato fatto in soli dieci battiti di cuore.

H.G. TUDOR

The Narcissist Manipulates : Planned Fuel Acquisition

📰 NEL CUORE DEL TETRO INVERNO

191221D In The Bleak Midwinter.jpg

Nel tetro inverno il vento gelido faceva gemere, la terra era dura come il ferro, l’acqua come una pietra. La neve era caduta sulla neve, fiocco su fiocco. Nel bel mezzo dell’inverno ci si aspetta la neve e in certi posti ce n’è in abbondanza. La neve è bella. Tappezza qualsiasi scena, qualsiasi visuale e la trasforma in un’immagine accattivante e attraente. Poche persone possono resistere a guardare fuori un paesaggio innevato ed esserne incantati. La spessa coltre bianca che nasconde tutti i difetti e i foruncoli che sono normalmente visibili. Un deposito di rottami pieno di veicoli arrugginiti, lavatrici rotte e frigoriferi abbandonati diventa un mantello ondulato di neve intatta. Quegli spigoli appuntiti divengono smussati. Il terreno macchiato è nascosto sotto il manto lucente. Il mondo diventa presto un posto più attraente e quasi magico.

Mentre i primi fiocchi di neve iniziano a cadere, quell’eccitazione si innalza sempre nella maggior parte delle persone. Vengono riportate alla loro infanzia e ricordano l’attesa della nevicata. Poteva voler dire un giorno di neve e libertà dalla scuola. Certamente significava lotte a pallate di neve, andare in slitta e costruire pupazzi di neve. Un’occasione rara di impegnarsi in qualcosa di diverso in questo meraviglioso paese invernale. Inoltre evoca appassionanti immagini del Natale, la più celebrata delle stagioni e quindi il legame tra neve e sensazioni meravigliose ed eventi è incredibilmente forte. Anche la singola nevicata è una meraviglia. Formazioni cristalline perfette, ciascuna diversa, delicata e seducente. Si mescolano insieme e i singoli fiocchi di neve diventano una spolverata e man mano che cade più neve, la temperatura abbassata, la polvere diventa uno strato e poi un tappeto che cresce sempre più spesso. Il mondo rallenta per abbracciare questa bellezza. Tutto sembra pulito, liscio e bello. Il rumore diventa ovattato e invariabilmente il silenzio regna come se il suono avesse accettato di attenuarsi in silenziosa riverenza dello spettacolo visivo che viene creato da una nevicata.

Quando arriva la neve, è ipnotizzante, incantevole e fa sembrare tutto meraviglioso. Ovviamente essere intrappolati sotto quest’acqua ghiacciata è un’esperienza fredda e spiacevole. Nel corso del tempo compatta e si ghiaccia, dimostrando di essere poco utile per le pallate di neve. Se n’è andata la delicata lanuggine per essere rimpiazzata da una superficie dura e potenzialmente dannosa che taglia se raccolta in una palla di ghiaccio. La spessa copertura di neve porta il caos ai trasporti, ferma i treni e blocca le strade. Camminare diventa pericoloso e i giovanissimi e molto anziani si ritrovano confinati in casa. Il ghiaccio che si accumula sulle linee elettriche le trascina giù e blocca le persone. Questo fenomeno meteorologico, una volta bello, diventa costoso e scomodo. I piani vengono cancellati, gli eventi posticipati e anche i compiti più semplici diventano laboriosi. Anche uno scongelamento porta con sé quella fanghiglia umida e fredda che fa raffreddare e bagna, aumentando il rischio di un incidente stradale o di scivolate. Il paradiso, un tempo bianco, diventa una fanghiglia marrone e un ghiaccio tagliente, e non è neppure attraente. Si congela quando la temperatura diminuisce ancora, ma non ha nulla della bellezza che aveva in precedenza. Man mano che i giorni diventano settimane questo fronte freddo apparentemente senza fine con la sua eredità di ghiaccio e neve diventa sempre più sgradevole, tuttavia la sua presa non mostra alcun segno di allentarsi, e genera più disagi e sofferenza per coloro che vengono isolati da essa o destinati a doverla affrontare. Quel paesaggio un tempo bianco e magico si è presto trasformato in qualcosa di spaventoso e difficoltoso. Con quanta facilità il mondo cambia da una simile ipnotizzante bellezza a fredda dolorosa desolazione.

Stranamente familiare non credi?

H.G. TUDOR

In The Bleak MidWinter

 

🔒 I GANCI DEL CUORE – N. 2

The Heart Hooks – No 2.jpg

(Questa è una meme. Non è un articolo.)

Il narcisista ti ha detto questo? Come è stato detto, quando è stato detto e qual’è stata la tua reazione?

Credi nel concetto di anime e anime legate? Se ti è stata detta questa frase (o una simile), come ti ha fatto sentire? Cosa hai creduto?

H.G. TUDOR

Heart Hooks No. 2 – Narc Sayings of Seduction

🔒 I GANCI DEL CUORE – N. 17

190624 The Heart Hooks – No 17.jpg

Questo è un Gancio del Cuore che potrebbe essere usato da qualsiasi scuola di narcisista, ma ce n’è una che lo userà molto più spesso di qualsiasi altra scuola ed è quella del Narcisista di fascia media. Il Medio-Rango, come ho spiegato altrove, è caratterizzato da un significativo affidamento sulla facciata di “brava persona”, è capace di tutto per essere gradito e perché si pensi bene di lui, è passivo aggressivo, utilizza regolarmente broncio, trattamenti del silenzio e giochi di pietà, inoltre è codardo e preferisce che gli altri facciano il suo sporco lavoro. Si diletta nel ritrarre se stesso come un’anima buona che è stata ferita dal comportamento malvagio degli altri. Lo crede davvero. In accordo con la visione narcisistica secondo cui il mondo è un posto crudele e duro, il narcisista di Medio-Rango crede che lui o lei dovrebbe essere ricompensato e aiutato dal dover affrontare i capricci selvaggi della vita.

Quando cerca di sedurre una nuova vittima, il narcisista di Medio-Rango userà questa linea più di ogni altro tipo di narcisista. Questo perché lui o lei è stato ferito in passato. Naturalmente quella ferita era vista dal punto di vista narcisistico e pertanto le terribili ferite subite erano nate da una precedente vittima che fuggiva, deludendo il narcisista, che non faceva quello che voleva il Medio-Rango, che esponeva i suoi comportamenti agli altri. È qui che si manifesta il dolore, ma il Medio-Rango non trasmetterà il dolore in questo modo. No, lo farà così usando un linguaggio del dolore cosicché una persona empatica capirà.

“Lei mi picchiava. Non so perché, ma lei mi ha attaccato senza motivo. Non ho risposto, non potevo, non sono così, ma immagina come ci si sente, essere un uomo e avere una donna più piccola che ti schiaccia in questo modo “.

“Mi sodomizzava e anche se avessi gridato non si sarebbe fermato”.

“Mi tormentava per il mio peso anche se sapeva che ero sensibile a questo argomento.”

“Mi ha scoraggiato ogni volta che cercavo di fare qualcosa di buono. Sembrava ogni volta essere gelosa di me.”

“Mi sono aperto verso di lei e invece lei mi ha ìcalpestato il cuore.”

“L’ho fatto entrare e ha cercato di distruggermi.”

Il narcisista e in particolare il Medio Rango usa questo Gancio del Cuore per stabilire tre cose:

1. Per trasmettere alla potenziale vittima che il narcisista è stato gravemente ferito prima e quindi ha bisogno di essere curato, trattato bene e che gli siano fornite comprensione e pietà che ovviamente equivalgono a carburante;
2. Dimostrando di essere stato ferito, questo comportamento disarmante non farà diffidare la potenziale vittima del narcisista; e
3. Si complimenta con la vittima riconoscendo che lui o lei è una persona gentile, premurosa e compassionevole. Naturalmente la vittima è esattamente così e sa di esserlo, e di conseguenza non solo è compiaciuta che il narcisista lo riconosca, è immediatamente portata a stabilire un modello per essere all’altezza del modo in cui si impegnano con il narcisista.

Usare questa frase o una simile serve a trasmettere alla potenziale vittima che il narcisista vede del buono in loro e nonostante siano stati feriti così gravemente prima, si fidano della potenziale vittima. Ovviamente il narcisista non si fida ma trasmette l’idea che la potenziale vittima è fidata in modo da accordarsi con i tratti empatici della potenziale vittima. Questo commento sta dicendo alla potenziale vittima: “So che sei buono, onesto, fiducioso e gentile e penso che tutte queste cose siano meravigliose. So anche che ora vorrai prenderti cura di me, proteggermi e trattarmi nel modo giusto per essere all’altezza di questo modello che ho già stabilito in merito a come dovrai comportarti. So che vuoi metterti alla prova con me e so che non fallirai nel farlo, perché per te è motivo di orgoglio assolvere questi obblighi empatici nei miei confronti.”

Il narcisista si presenta come presumibilmente mansueto e fragile, un individuo ferito che ha bisogno delle attenzioni lenitive della potenziale vittima e questa persona è semplicemente troppo felice di rendersi utile. La potenziale vittima viene assorbita e fornisce anche carburante attraverso la compassione, comprensione e pietà. Proprio quello che il narcisista Medio Rango vuole e di cui ha bisogno. Fornisce inoltre al Narcisista di Medio Rango un trampolino di lancio per spiegare di più su come è stato trattato in modo orribile, i mezzi con cui triangolare l’ex fonte primaria intima col potenziale rimpiazzo e anche diffamare la precedente fonte primaria.

Va notato che anche se verrà detto molto più spesso a una potenziale vittima che il narcisista di Medio Rango desidera come IPPS, verrà detto anche a coloro che sono destinati a essere IPSS su scaffale o IPSS Sporco Segreto. Sarà usato anche con le Risorse non Intime (NISS) per suscitare simpatia e comprensione (“Il mio lavoro non è stato così buono solo negli ultimi tempi, poiché la persona di mia fiducia è stata danneggiata da quel tiranno di capo che avevo nel mio precedente lavoro, ma so che tu non ti comporterai in questo modo. “O,” Sono tranquillo con i gruppi perché sono stato socialmente ostracizzato da qualcuno che pensavo fosse il mio migliore amico e mi ha fatto diffidare dal fare nuove amicizie, ma sento che le cose saranno diverse con te, perché tu sei diverso.”

Questo Gancio del Cuore è un gioco di pietà indicativo fin da subito e, come tale, anche se è usato da tutte le scuole, lo vedrai utilizzato più di tutto dai Narcisisti di Medio Rango.

H.G. TUDOR

The Heart Hooks – No. 17

🔒 I GANCI DEL CUORE – N. 16

190623 The Heart Hooks – No 16.jpg

Il concetto di accoppiare, fondere, diventare una cosa sola ha inevitabilmente connotazioni romantiche significative. Com’è magnifico che qualcuno voglia diventare un tutt’uno con te? Avete una tale compatibilità su così tanti livelli diversi: la tua visione del mondo, interessi simili, tolleranza a problemi particolari, disprezzo per gli altri, ambizioni simili in termini di carriera, famiglia e raggiungimento della felicità. Tu e lui, tu e lei, qualunque siano le parti costitutive, l’idea che due persone diventino una cosa sola è qualcosa che è incorporato nell’ideale romantico.

Naturalmente il concetto di trovare l’altra tua metà, spesso indicata come la tua metà migliore, non è un commento irriverente, ma è proprio il fulcro di ciò che le persone cercano quando vogliono qualcuno da amare e da cui essere amato. Stanno cercando l’altra metà di loro stessi. Questo non significa una replica esatta, ma qualcuno che ha somiglianze – a volte può essere sorprendente somiglianza fisica, come una testa rossa alla ricerca di un’altra testa rossa, altre volte potrebbe trattarsi di livelli simili di attrattiva fisica ma è a più livelli con un’intera struttura di somiglianze e partite. Questo è il motivo per cui siamo così fatali quando si tratta di seduzione. In effetti stai cercando te stesso e quando ci impegniamo nel nostro consueto rispecchiamento ti stiamo mostrando te stesso. Naturalmente, non ti accorgi che stai venendo rispecchiato. Sei troppo preso dal nostro artificio e dalla sua illusione efficace per capire che ti viene mostrato te stesso. Invece, ti innamori perdutamente perché credi che questo sia il vero noi e perché non dovresti? Non solo siamo esperti in questo rispecchiamento, ma appariamo genuini e ciò che ti mostriamo è così allettante che non puoi fare a meno di innamorartene. Ti innamori di te stesso.

È abbastanza ironico che innamorarsi di te stesso sia ciò che la maggior parte delle persone considera un tratto piuttosto narcisistico e chi ti porta a fare questo? Un narcisista.

Quindi, non solo questo gancio del cuore è quello che arriva carico di ripercussioni romantiche e peso emotivo, ma attinge al metodo centrale di seduzione. Sembra meraviglioso che vogliamo essere un tutt’uno con te, che siamo una coppia così perfetta che vogliamo diventare il più vicino possibile a te e diventare così una sola persona insieme. È allettante, suona come un atto di autosacrificio, e lascia che la nostra identità diventi un’entità nuova e migliorata insieme a te.

Anche se certamente ti sembrerà desiderabile e romantico e naturalmente utilizzerai la potente premessa di farti credere che hai trovato la tua altra metà, questo gancio del cuore nasconde una verità reale, ma non nel modo in cui la percepisci.

Vogliamo diventare una cosa sola con te perché nella tua mente tu appartieni a noi come tutti quelli con cui ci connettiamo. Controlliamo l’ambiente e al fine di far piegare il mondo alla nostra volontà, creiamo l’illusione che tutto sia collegato a noi e controllato da noi. Quando vogliamo diventare una cosa sola con te, ciò che intendiamo veramente è che vogliamo che tu faccia a pezzi la tua identità e ci assuma. Tu svanisci in modo efficace quando ti possediamo e ti assimiliamo al nostro essere. Tu sei collegato a noi in modo da pompare il delizioso carburante dentro di noi, assumiamo i tuoi tratti caratteriali che applichiamo al costrutto e assumiamo i tuoi benefici residui – il tuo denaro ci appartiene, la tua casa è la nostra casa, i tuoi amici diventano nostri amici, le tue risorse sono le nostre risorse, la tua rete diventa nostra da usare come meglio crediamo. Annulli automaticamente ogni senso di identità e indipendenza da noi mentre ti risucchiamo nel nostro mondo e ti rendiamo parte di noi.

Quando noi dichiariamo che vogliamo che tu ed io diventiamo una cosa sola, senti una richiesta romantica che viene dal cuore, che dimostra la compatibilità ad ogni livello. Quello che ti stiamo effettivamente dicendo è che tu appartieni a noi e che vogliamo consumarti, assorbirti e trascinarti nel nostro mondo, facendoti assoggettare a un totale controllo totale per la promozione dei nostri obiettivi e del nostro programma.

Tu non diventi una sola cosa con noi.

Tu smetti di esistere.

H.G. TUDOR

The Heart Hooks – No. 16

🔒 I GANCI DEL CUORE – N. 15

190622 The Heart Hooks – No 15.jpg

Questo commento lusinghiero nell’immediato è progettato per fare appello al bisogno di una persona di essere considerata in una buona luce. Ancora più di questo, tuttavia, c’è il fatto che ti stiamo confrontando con altre persone, altri partner intimi che abbiamo avuto – tutte le precedenti fidanzate, i partner, i mariti, le mogli, i conviventi – in qualsiasi modo siano stati descritti, nessuno di loro si paragona a te. Li fai sfigurare, tu sei più bello, più interessante, più premuroso, ti connetti più facilmente con noi. Abbelliremo (il discorso) in centinaia di modi diversi per dimostrare che sei veramente migliore di tutti gli altri.

Naturalmente molte persone risponderebbero a questo commento con,

“Oh lo dici e basta” o “Scommetto che lo dici a tutte le ragazze” e ovviamente hai ragione, non che lo ammetteremo. No, invece questo commento, per quanto poco originale, è in realtà concepito come un gancio del cuore perché è solo un’osservazione preliminare. Dicendoti che sei migliore di tutti gli altri stiamo raggiungendo un certo numero di cose: –

1. Stiamo ammettendo che ci sono stati altri prima di te. Ora, potrebbe non essere una grande sorpresa, perché quasi sempre si verifica che una persona abbia avuto alcune storie. Tuttavia, le nostre storie tendono ad essere più approfondite. Mettere in evidenza il fatto che tu sei migliore degli altri, ci consente di affermare che ti abbiamo parlato di tutti gli altri. Mentre potremmo non averti detto tutto per filo e per segno, dal nostro punto di vista, ti abbiamo detto che c’erano altri prima di te e quindi dovresti tentare di affrontarci su questo (argomento) a un certo punto, e noi possiamo facilmente rifiutare ciò che stai affermando.
2. Ti lusinghiamo e ti sentirai attratto da questo, non importa quanto ‘pacca’ possa sembrare il commento. Sappiamo che un complimento è sempre un complimento e ti piace riceverlo.
3. In realtà ti stiamo segnalando come ti consideriamo in questa fase, anche se non te ne renderai conto. In questo frangente, poiché ti abbiamo preso di mira e ti abbiamo fatto sperare di diventare la nostra nuova IPPS, in realtà ti consideriamo migliore di tutti quelli che sono venuti prima di te. Ti vediamo come la Nuova Luminosa Speranza che avrà successo dove altri hanno fallito. Ci fornirai il carburante positivo che vogliamo, i tratti caratteriali e i benefici residui e lo farai in modo che sia migliore a quello che è successo prima.
4. Dichiarando questa frase ti stiamo invitando a sfidarla educatamente, attraverso la modestia, considerandola una banale affermazione che ci apre la porta per spiegare noi stessi. Questo avviene quando arriviamo a parlare di noi mentre ti spieghiamo perché sei migliore di quelli che ti hanno preceduto. Aiutati dalla nostra crescente infatuazione come nostra Nuova Luminosa Speranza, siamo in grado di sciorinare tutti quei tratti che noi adoriamo, che consideriamo attraenti e che amiamo. Possiamo dirti quanto sei comprensivo, come la tua abilità nel lavoro ci stupisce, come la tua vasta rete sociale ci impressiona, quanto sei bella e così via. Questa frase di aggancio alquanto sdolcinata ci sta aprendo la strada per proseguire con uno tsunami di adulazione che ovviamente sosterrà la nostra precedente affermazione e ti farà anche sentire meraviglioso.

Quando ti viene detto questo commento, lo pensiamo sul serio. Ti vediamo meglio di tutti gli altri. Ti diremo perché tu sei migliore e loro sono peggio e questo fa tutto parte del nostro attirarti a noi. Sfortunatamente per te, a tempo debito ti unirai a quegli altri.

H.G. TUDOR

The Heart Hooks – No. 15

🔒 I GANCI DEL CUORE – N. 14

190621 The Heart Hooks – No 14.jpg

Questo è un commento comune fatto dalla nostra specie all’inizio della nostra seduzione di un individuo che desideriamo intrappolare in una dinamica romantica al fine di rendere questa persona la nostra partner fonte primaria intima.

L’intento di un tale commento è di far sembrare che troviamo tutto e qualsiasi cosa che ti riguarda assolutamente affascinante e meravigliosa. Dalla tua abilità evidente perché parli tre lingue al fatto che puoi citare episodi della Teoria del Big Bang. Qualunque aspetto della tua vita implichi, offriamo la pretesa che siamo interessati a farti sentire desiderato da noi. Apparentemente sembriamo deliziati sia dalle cose importanti che da quelle banali quando riguardano te, creiamo l’idea che tu abbia incontrato qualcuno che vuole te al completo, con verruche e il resto, il magnifico e il mondano e che siamo così folgorati da te che ogni parte di te significa qualcosa per noi.

Questa frase racchiude in sé un’impressione di totale infatuazione. Un desiderio di conoscere ogni parte di te, una totale dedizione al concetto di te. Ti farà sentire speciale, ti farà sentire desiderato e ti farà sentire che finalmente c’è qualcuno che è completamente interessato a te.

Se sei stato sottovalutato in precedenza, ignorato o sottostimato (e ovviamente troveremo istintivamente quelle vittime che potrebbero aver provato queste sensazioni), allora il nostro improvviso e devoto interesse nel voler conoscere ogni parte di te sembra meraviglioso.

Noi non siamo interessati davvero alla tua abilità nel suonare il flauto, al fatto che hai paura dei clown e ti piace mangiare panini croccanti. Simuliamo un interesse solo per i nostri scopi. Ti diciamo che vogliamo sapere tutto ciò che c’è da sapere su di te per i seguenti motivi egoistici: –

1. Ti fa sentire desiderato, quindi anche tu ci vorrai e in questo modo ti legherai a noi;
2. Ci fornisci informazioni su di te che poi rispecchieremo allo scopo di continuare la seduzione;
3. Queste informazioni saranno a loro volta utilizzate contro di te una volta che inizia la svalutazione;
4. Vogliamo assorbirti nel nostro mondo. Conoscendo tutto ciò che c’è da sapere su di te, sentiamo di essere tuoi e di averti fatto amalgamare con noi.

Un simile gancio del cuore, analogamente a tutti gli altri, verrà pronunciato con indebita rapidità, nelle prime fasi dell’interazione con la nostra tipologia, mentre cerchiamo di stabilire la nostra presa su di te.

H.G. TUDOR

The Heart Hooks – No. 14