Pubblicato il Lascia un commento

📰 6 DIFFAMAZIONI (E COME LAVARLE VIA)

La campagna diffamatoria è un’arma comune nel nostro arsenale. Installata per mantenere la nostra facciata e assicurarci che tutti pensino che sei tu l’aggressore, sei tu il creatore di problemi e che sei tu Quello Pazzo. Un metodo per ottenere in primo luogo la nostra rivalsa. Le campagne diffamatorie vengono condotte in modo tale che tu non hai idea che siano in esecuzione fino a quando non viene fatto il danno. Potresti scoprirlo attraverso una terza persona che ti delucida su ciò che viene detto su di te. Potresti scoprirlo perché abbiamo incaricato un luogotenente di farti una soffiata perché ci sia permesso di attingere carburante dalla tua reazione inorridita e dai frenetici tentativi di riparare il danno. Ovviamente, permettiamo che la soffiata abbia luogo solo quando siamo soddisfatti del fatto che le nostre diffamazioni sono andate avanti e hanno avuto effetto. La prima volta che potresti venire a conoscenza di queste campagne diffamatorie è quando cerchi di dire ad altre persone del nostro comportamento, sia durante la relazione che quando hai cercato di scappare o sei stato scartato. Ti troverai davanti a scuotimenti di testa, sguardi assenti e dichiarazioni di incredulità mentre le tue proteste vengono considerate con scetticismo e a commenti bisbigliati su te che hai perso il senso della prospettiva. Andare a sbattere contro questo muro, specialmente quando in molti casi ti trovi nella massima difficoltà, è angosciante. Questo disagio è amplificato quando si verifica con persone su cui pensavi di poter fare affidamento. Il nostro veleno penetra ovunque.

La campagna diffamatoria è quasi sempre utilizzata a un certo punto quando ti sei invischiato con la nostra specie. Ne esistono molti tipi diversi, ma qui ce ne sono sei che vengono regolarmente utilizzati.

1. L’Abusante

Ci piace tirare fuori storie su quanto sei stato sgradevole e crudele con noi. Che si tratti di impedirci di vedere i nostri amici, di non lasciarci dire la nostra, di prendere decisioni per noi, di picchiarci, di non occuparti delle faccende domestiche mentre noi stiamo lavorando per mantenere la famiglia, di non dimostrarci alcun affetto, di chiederci i nostri spostamenti, di chiamarci di tutti i nomi e così via, tutto ciò verrà usato contro di te. Gran parte della campagna diffamatoria si basa sulla proiezione, dal momento che diciamo a tutti che hai fatto esattamente ciò che abbiamo fatto noi. In questo modo possiamo fornire dettagli sufficienti sulla forma di abuso, perché lo abbiamo fatto noi stessi, così ci viene attribuito un ruolo di credibilità. Se forniamo certi dettagli ed evitiamo di essere vaghi, le nostre bugie vengono rese ancora più credibili. Tutti i tipi di campagne diffamatorie operano in base al fatto di renderti in qualche modo abusante. Alcune sono specifiche, come vedrete in seguito, mentre questa forma di campagna diffamatoria si basa su una valanga di comportamenti plausibili che coprono un vasto spettro di azioni abusive nei nostri confronti, dal chiuderci a chiave fuori di casa di notte perché siamo usciti con gli amici al rovesciarci addosso acqua gelida mentre eravamo seduti nella vasca da bagno fingendo che fosse uno scherzo, dal farci dormire sul pavimento al nascondere le chiavi della macchina quando avevamo bisogno di andare da qualche parte. Una lunga lista di orribili abusi verrà esposta nei dettagli insieme a quanto siamo stati martiri per aver cercato di sopportare e migliorare le cose.

2. Il Donnaiolo / La Sgualdrina

Giochiamo la carta che non ci viene dato alcun affetto, amore o gratificazione sessuale da parte dell’abusante, ma oltretutto ti impegni in frequenti tresche e in avventure di una notte con altre persone. Ti abbiamo dato delle possibilità dopo aver scoperto quello che stavi facendo, perché volevamo rimettere le cose in carreggiata. Ti abbiamo dato tutto e questo è il modo in cui siamo stati ripagati. Siamo prostrati da queste ripetute infedeltà. Identificheremo persone del sesso opposto vicine a te e via con le bugie che “c’è qualcosa in atto” tra te e loro. Le persone che conosciamo a cui piace un po’ di pettegolezzo verranno avvicinate per dare alle bugie un po’ di “piede” in modo che non solo credano a ciò che è stato detto su di te e sul vicino, su te e il tuo collega, su te e il giardiniere, ma diffonderanno ulteriormente la diffamazione. Aggiungi alcuni incontri sessuali casuali di cui abbiamo saputo, legati al fatto che lavori lontano / lavori in un bar / sei amichevole ed estroverso, e le bugie avranno maggiore presa.

3. Lo Spendaccione

Lavoriamo duramente ogni giorno per provvedere a te e tutto ciò che fai è star seduto a ordinare cose via internet, uscire a pranzo, organizzare un’altra miglioria in casa e sprecare i nostri soldi duramente guadagnati. Scopriamo che stai sperperando i frutti del nostro lavoro facendo notare il recente acquisto di scarpe costose, tralasciando appropriatamente che questo è il primo paio che hai comprato in due anni e hai risparmiato per questo. La carta di credito cointestata che dimostra il protrarsi della nostra spesa dissoluta verrà attribuita a te. Parole come impostore, sanguisuga e opportunista verranno ripetute con ossessiva frequenza e intanto ti facciamo diventare uno scroccone che ha approfittato in modo considerevole della nostra natura laboriosa e della nostra generosità.

4. Il Lunatico

Questa campagna diffamatoria prevederà spiegazioni sentite a professionisti del settore medico sul tuo comportamento al fine di far dire loro che potrebbe esserci qualcosa di sbagliato ma che avrebbero bisogno di formulare una diagnosi corretta. Prenderemo da questa consultazione informale la parte che vogliamo ascoltare e poi la diffonderemo ad altre persone.

“Sì, ero preoccupato per il suo comportamento e poiché mi preoccupo, ne ho parlato col dott. Whitecoat e mi ha detto che sembrerebbe che lei abbia un problema di salute mentale. Lo so, è terribile ma spiega così tanto il suo comportamento imprevedibile. Il fatto è che non so se si lascerà curare. Naturalmente insisterà sul fatto che non c’è niente di sbagliato in lei, ma a quanto pare è quello che fanno queste persone, non hanno idea che ci sia qualcosa di sbagliato in loro”.

Suona davvero familiare? Prenderemo tuoi comportamenti del tutto innocui e li esagereremo in modo che diventino problematici. Le piccole manie verranno dipinte come aberrazioni dal normale comportamento e, naturalmente, più cerchi di far notare che siamo noi e non tu, più folle apparirai.

5. Il Doppiogiochista

In questa campagna diffamatoria poniamo il focus effettivo del tuo orribile comportamento non solo su di noi ma anche su altre persone. Passiamo il tempo a raccontare agli altri le cose orribili che hai detto su di loro alle loro spalle. Naturalmente, dal momento che siamo in una relazione con te, è ovvio che ciò che stiamo dicendo deve essere vero, altrimenti perché dovremmo inventare cose sulla persona che amiamo? Asseriamo di raccontare alla “vittima” dei tuoi commenti scurrili in modo che possa stare in guardia che ciò non accada di nuovo e di essere un po’ più saggia nelle sue interazioni con te. Questo verrà basato sulla ricostruzione orale, così difficile da dimostrare, ma spesso ingaggeremo un luogotenente per avvalorare le nostre bugie in modo che il destinatario ci creda e sia troppo impegnato a crogiolarsi nella propria reazione indignata e infastidita per testare la veridicità di ciò che gli è stato detto.

6. La Dipendenza

Hai un problema serio ed è giunto il momento di dirlo ad altre persone. Ti diverti occasionalmente a scommettere sui cavalli. In realtà hai un enorme problema di gioco che comprende il casinò, le slot machine, le scommesse online, i viaggi frequenti dagli allibratori e persino scommettere su quale delle due gocce di pioggia colerà giù più velocemente sul vetro della finestra. Potresti gradire qualcosa da bere di tanto in tanto e noi trasformeremo questo in vero e proprio alcolismo, mostrando le immagini delle bottiglie vuote nel cestino del riciclaggio. Quei vuoti sono nostri o sono il risultato di una festa di fine settimana, ma non lasceremo che questo ostacoli la nostra diffamazione. Sei dipendente dal sesso, guardi il porno, cerchi di farci fare cose che non vogliamo in camera da letto, ci chiedi sesso occasionale a disposizione e ci umili. Il tuo recente aumento di peso, anche se non è nulla di significativo viene usato contro di te come prova che sei dipendente dal cibo, i soldi che sprechi nel cibo da asporto ora stanno davvero iniziando ad accumularsi e il reparto verdure del frigo in questi giorni contiene sempre torte alla crema.

Come potresti gestire queste campagne diffamatorie e cancellarle dalla tua reputazione? Non sei mai in grado di fermarle prima che comincino perché non ne saprai nulla fino a quando non saranno almeno avviate e in corso, e sfortunatamente per te sentite, e proteste emozionali lavorano proprio contro di te, ci danno carburante e ci incoraggiano ad aumentare la pressione su di te.

1. Evita di reagire in modo emotivo. Questo ci rende carenti di carburante e potrebbe farci abbandonare la campagna perché non ha più l’effetto desiderato. Qualche danno è già stato fatto, ma tu limiterai questo danno.
2. Considera attentamente con chi senti il bisogno di smentire le nostre bugie. Se hai bisogno di sostegno nel contesto della tua fuga, conserva le tue energie per affrontare le bugie con coloro che contano in termini di supporto. Potresti perdere alcuni amici, ma erano davvero amici buoni da mantenere se si sono fatti condizionare dalla campagna diffamatoria?
3. Usa qualsiasi prova indipendente che potresti dover mostrare alle persone – documenti, registrazioni video, testimoni imparziali e fornisci tutto al relativo destinatario della campagna diffamatoria affinché possa decidere autonomamente. Esponi la tua versione della storia, fai riferimento alle prove e lascia che si faccia un’opinione personale. Alla gente non piace sentirsi dire cosa fare. Consentendogli di trarre le sue conclusioni su chi sta dicendo la verità, è più probabile che ti guadagni di nuovo un alleato, e un alleato che oltretutto esporrà la tua verità agli altri per conto tuo.
4. Se le persone si avvicinano a te preoccupati per le bugie e vogliono discuterne con te, più per il desiderio di impegnarsi in pettegolezzi salaci che per conoscere la verità, non c’è motivo di impegnarsi in una lunga discussione per persuadere queste persone. Non sono interessate alla verità, solo al fermento che deriva dal fare qualche pettegolezzo. Alza la mano appena iniziano e dì loro: “Ha detto delle bugie e non voglio più sentirne parlare o discuterne”. Questo fermerà la cosa sul nascere. Potresti magari aggiungere che la questione è nelle mani di avvocati questo spesso induce le persone a fare marcia indietro perché non vogliono essere coinvolte in azioni legali.
5. Non impegnarti in una campagna di diffamazione inversa parlando di ciò che abbiamo fatto noi. Questo ci dà carburante e poiché siamo arrivati per primi, fa sembrare che tu lo stia dicendo solo per quello che abbiamo detto. Concentrati sul proteggere la tua reputazione. Non preoccuparti di oscurare la nostra.
6. Mettere in pratica i suddetti punti invertirà le sorti in modo tale da lasciare a noi la scelta di dover impiegare più tempo ed energie per mantenere la campagna di diffamazione alla luce della tua fornitura di non-carburante e dell’approccio calcolato o più probabilmente vedremo che non funziona e cercheremo di concentrarci su qualcun altro piuttosto che su di te.
7. Se la campagna diffamatoria sta avendo effetti negativi in termini di lavoro, posizione professionale e interazione con le autorità, ingaggia un avvocato per mettere le cose in chiaro. Una lettera ben composta al giudice competente è spesso sufficiente per affrontare la questione. Non impegnarti a inviarci lettere minacciose (a meno che la campagna diffamatoria non sia particolarmente grave e abbia gravi ripercussioni sulla tua vita e sui mezzi di sussistenza) dato che questo ci fornisce carburante e ci fornisce anche un’arena per continuare le accuse e per cercare di avere ulteriore presa.
8. A volte il modo più appropriato è ignorare ciò che viene detto e andare avanti con la propria vita. Questo dimostra che non hai abboccato all’esca e questo ci farà infuriare. Potresti trovarti a disagio dato che sono state dette bugie su di te, ma se non ha alcun effetto visibile su te, lasceremo perdere. Di solito le altre persone sono troppo prese dalla loro vita per avere troppo riguardo per un così misero pettegolezzo.

Le campagne diffamatorie vengono di solito messe in atto quando sei al livello di declino più basso, mentre ti senti esausto ed emotivo ed è per questo che diventano così efficaci, ma tu puoi spazzare via il fango e andare avanti.

H.G. TUDOR

6 Smears (And How To Clean Them Up)