Pubblicato il Lascia un commento

📁 IL NARCISISTA CORROMPE: ONESTÀ

Il primo di questi peccati è il peccato empatico dell’Onestà. James E. Faust dice dell’Onestà

“L’onestà è qualcosa di più di non mentire. Significa dire la verità, parlare con verità, vivere nella verità e amare la verità.”

Questo dimostra in modo appropriato come l’onestà sia l’essenza di come si comporta un empatico. Tu utilizzi questa lealtà in tutto ciò che fai. Governa le tue interazioni con la gente, il modo in cui parli con le persone e per la maggior parte il modo in cui gestisci le tue relazioni intime. Non sto dicendo che questo tratto empatico ti rende un santo; non sarai superiore al fatto di mettere nel borsellino i soldi in più quando il cassiere si sbaglia a darti il resto o dal fatto di astenerti di dire a un amico che il vestito che pensa essere meraviglioso non gli sta così bene. La tua sincerità è temperata dalla discrezione e dall’essere attento quando identifichi che è richiesto del tatto. Capisci quando essere troppo onesto con qualcuno non è appropriato. Ciò nonostante, l’onestà è di enorme importanza per te. Consideri l’agire con lealtà un fattore fondamentale della tua personalità, sia per quanto concerne le persone con cui hai a che fare e specialmente nei riguardi di te stesso. Questo centro di onestà e la sua ripetuta applicazione nella prospettiva di vita quotidiana la rende pronta per essere sfruttata da parte nostra.

Lo sfruttamento comincia con la seduzione. Quando tu dialoghi con le persone, hai la tendenza di permettere che le tue emozioni e le tue caratteristiche vengano viste da tutti. Non nascondi il modo in cui ti senti. Non agisci da dietro una maschera (non come altri come forse saprai) e nemmeno da dietro una tenda. Non rendi nebulosi i tuoi rapporti operando in modo oscuro ma piuttosto tu mostri ciò che sei fin dall’inizio. Questo non ha conseguenze mentre ti rapporti con i tuoi fratelli empatici o perfino con le persone normali ma diventa particolarmente pericoloso quando entri nella nostra visuale. Non solo noi abbiamo un’elevata abilità di percepire le doti che ci interessano, tu dai una mano perché la tua sincerità fa sì che tu abbia tutte le tue caratteristiche in bella vista. Proprio come un orgoglioso negoziante mette in mostra le sue merci nell’immacolata vetrina del suo negozio, tu esibisci (ma non ostenti) le tue doti innate perché il mondo le veda. Questo vuol dire che le tue doti empatiche e di classe che sono così importanti per noi quando individuiamo le nostre vittime sono allo scoperto per via della tua onestà. Hai un’impostazione predefinita onesta. È affine al fatto di non avere impostazioni di privacy sui social così che chiunque sia interessato possa vedere tutto riguardo te, tutto quello che hai postato, dove vivi, dove sei stato, le tue fotografie e così via. Questa impostazione predefinita è importante per noi dato che rende il compito di identificarti molto più semplice. Quando dimostri queste caratteristiche empatiche tramite la tua onestà, sono evidenziate, prominenti e prontamente identificabili. Di conseguenza, se continui a chiederti perché sembri sempre attirare la nostra tipologia, il motivo è che la tua sincerità implica che tu risalti ai nostri occhi.

La tua onestà fa sì che interagisci con le persone senza secondi fini, senza sospetti e dando loro il beneficio del dubbio. Questo approccio leale ti impedisce di vedere quelle bandiere rosse che fluttuano durante la seduzione e non ti permette di ascoltare i clacson a tutto volume che segnalano che qualcosa non va. Tu agisci in modo leale e questo ti da un’impostazione di pensiero tale da aspettarti e dare per scontato che la persona con cui stai parlando sia onesta verso di te. Questa lealtà ti porta verso il territorio della credulità. Aggiungi a questo il fatto che naturalmente noi non siamo sinceri con te nel modo di interagire durante la seduzione e tu hai una bassa possibilità di evitare ciò che stiamo facendo; sedurti e in maniera così efficace.

L’intrinseca lealtà che possiedi implica anche che tu ci dica cosa senti e lo farai prestissimo durante i nostri rapporti con te. Dato che siamo impegnati nel love bombing all’inizio è quasi impossibile evitare di dirci quanto è meraviglioso e che ti sei innamorato di noi. Le tue precoci dichiarazioni su questo sono volute e aspettate. Ascoltarle ci permette, oltre a vedere gli indicatori attinenti, di sapere che la nostra seduzione sta avendo successo e che tu sei stato incastrato. Ottenere questa consapevolezza è importante per noi nei termini di permetterci di legarti ancora di più a noi, per esempio chiedendo un prestito o andando a vivere insieme. La tua sincerità ha come risultato il fatto di dirci ciò che stai pensando e sentendo, che a sua volta ci da il via libera di cui necessitiamo.

La tua sincerità ti rende trasparente. Non puoi nasconderci nulla e cosa più importante, sei incapace di nascondere i tuoi sentimenti per noi. Quindi faticherai per nasconderci la tua gioia, la tua soddisfazione, la tua estasi, il tuo dolore, le tue lacrime, la tua irritazione e la tua angoscia. Questa onestà emozionale è fondamentale riguardo ai motivi per cui ci coinvolgiamo con te. Significa che il carburante che ci procuri è più puro di quello che può provenire da un’altra fonte. Sì, i “normali” ci forniscono carburante essendo felici di vederci, tramite il compiacimento o l’irritazione nel venire presi in giro. Perfino la nostra stessa tipologia potrà fornire carburante ad un altro membro della fratellanza tramite l’esibizione di gelosia, irritazione o rabbia, ma in entrambi i casi c’è l’assenza di lealtà emozionale che è prevalente in te in quanto empatico. La tua sincerità emozionale genera un carburante che è puro, libero da tossine, sprovvisto di contaminanti. Non è mascherato, non è stato dissimulato o annebbiato in qualche modo, come avviene per le persone normali e sicuramente con la nostra tipologia.

Essendo emozionalmente sincero tu garantisci che il tuo carburante sia il migliore di tutte le tipologie e naturalmente questo è il motivo per cui siamo attirati da te, affondiamo i nostri denti in te e iniziamo a dissanguarti di tutto quel puro e scintillante carburante.

La tua sincerità per iniziare ti rende un obiettivo, un obiettivo facile da agganciare e il premio di questo carburante puro implica che vogliamo continuare a trattenerti e continuare a ritornare da te per nutrircene.

Gli argomenti non finiscono qui naturalmente. Il tuo peccato empatico dell’onestà ti genera ulteriori problemi una volta che inizia la svalutazione. Noi siamo disonesti. Siamo bugiardi patologici, praticanti di falsità e agiamo attraverso una lente distorta di intenti fraudolenti. Quando ci impegniamo in questa pratica disonesta offendiamo mortalmente la tua innata lealtà con la conseguenza che rispondi fornendo ancora più carburante. Questa offesa alla tua onestà combinata con la tua sincerità ti porta a volerci far vedere quelle bugie che facciamo cadere così prontamente dalle nostre bocche disoneste, per farci affrontare la nostra falsità e riconoscere ciò che facciamo. Questo serve solamente a vincolarti ulteriormente a noi.

La sincerità che hai nei confronti di te stesso comprende anche il fatto che tu abbia la capacità di essere introspettivo e la conseguenza di questo è che tu ti autoflagelli regolarmente colpevolizzando te stesso quando non trovi altra risposta al nostro comportamento. La prospettiva narcisistica e la nostra logica tossica, che è immancabilmente un mistero per le nostre vittime implica che tu sbagli nel capire perché facciamo o diciamo quelle cose. La tua onestà fa sì che ti guardi dentro e colpevolizzi te stesso. Questo esaudisce il nostro desiderio di rimanere privi di responsabilità e accresce il peso del fardello del nostro coinvolgimento con te, su di te. La tua lealtà provoca in te l’accettazione della colpa perfino quando non è tua o in proporzioni maggiori rispetto a quanto tu sia colpevole.

La tua lealtà nei rapporti spesso ti impedisce anche di parlare dei soprusi della svalutazione all’esterno della tua relazione con noi. All’inizio, potrebbe sembrare una contraddizione, ma ti senti disonesto se parli di noi agli altri senza prima informarci delle tue intenzioni di farlo. Tu, a questo stadio, hai imparato che è più prudente soffrire in silenzio invece di parlare di noi e di conseguenza non parlerai con gli altri di ciò che sta accadendo, non fino a quando la pressione è diventata troppo grande o più probabilmente una volta che hai subito lo scarto da parte nostra.

L’amore duraturo che sperimenti per noi, o meglio, la tua dipendenza come conseguenza del nostro averti infettato, implica che quando arrivano i recuperi post scarto o post fuga, tu sia incapace di dissimulare o nascondere ciò che senti veramente e ancora una volta ti accendi come il faro più brillante. Tu ci segnali che il tuo amore (dipendenza) permane e quindi che c’è ancora più carburante da ottenere e che tu sei così suscettibile alle nostre macchinazioni da essere tornato dentro la nostra morsa ancora una volta, che sia per estrarre carburante o per ricominciare la Relazione Ufficiale.

Noi sappiamo che sei onesto. Splende attraverso di te e lo identifichiamo dal modo in cui ti comporti e da quello che dici quando all’inizio ti prendiamo come obiettivo. L’identificazione di questa dote non è solamente la conferma che possiedi un tratto che cerchiamo, conferma anche che certe azioni avranno successo e che certe risposte avranno luogo.

Viene detto spesso che l’onestà è la miglior politica. Certamente è la politica che appoggiamo. È uno dei peccati degli empatici e con esso arriva l’attenzione, lo sfruttamento e la manipolazione da parte della nostra tipologia.

H.G. TUDOR

The Narcissist Corrupts : Honesty

Rispondi