I 5 ATTIVATORI DELLA SVALUTAZIONE

Ti sarà familiare il fatto che un giorno sei il gallo del pollaio e il successivo sei uno straccio per spolverare.

Sei in cima al piedistallo e un istante dopo vieni buttato giù e giaci nella polvere mentre noi ti stiamo addosso e infieriamo su di te.

L’improvviso passaggio da eroe a nessuno, da principessa a poveraccia, da “brava persona” a “cattiva persona” è forse la parte che più confonde, disorienta e sconvolge del nostro comportamento. Le persone non riescono a comprendere perché lunedì le decantiamo come amore della nostra vita e martedì le consideriamo l’incarnazione del diavolo.

Questo fa sì che le vittime del nostro comportamento nefasto si aggrappino a noi (e naturalmente noi vogliamo che succeda) per avere una risposta, ricevere una spiegazione e una qualsiasi motivazione che permetta loro di dare un senso a ciò che è accaduto. È improbabile che la accettino, la presa emotiva della seduzione e del periodo d’oro evita per un lungo periodo di tempo l’accettazione di questa improvvisa caduta in disgrazia, ma se riesci capire perché è accaduto, hai la possibilità di voltare pagina in tempi più brevi rispetto a quanto faresti normalmente.

Le nostre ragioni possono apparirti illogiche secondo la tua visione del mondo, ma almeno avrai qualche spiegazione e questo è più di quanto riceveresti di solito dalla nostra specie visto che noi andiamo avanti dritti con la svalutazione senza offrire alcuna spiegazione coerente o realistica per questo brusco cambiamento. Non ti spiegherò perché ti svalutiamo (carburante, controllo, rafforzamento del nostro bisogno di superiorità e autostima).

Ti spiegherò cos’è che fa sì che passiamo da amarti a odiarti in un battito di ciglia. Cosa causa questo improvviso cambiamento, questa virata di 180 gradi, questo voltafaccia, questo spostamento? Non ti verrà data nessuna risposta o se ti viene data non avrà nulla a che fare con la vera motivazione per cui all’improvviso ti idealizziamo e poi ti svalutiamo.

Queste false motivazioni vengono tirate fuori per farti rimanere ancora a ricercare un inafferrabile motivo mentre continuiamo a estrarre da te carburante negativo finché decidiamo che ci dobbiamo disimpegnare da te. Quindi, qui ci sono le cinque ragioni che sono gli attivatori della svalutazione.

1. Carburante Stantio

La ragione fondamentale per sedurti è raccogliere il tuo potente carburante positivo. All’inizio e per qualche tempo dopo siamo rinvigoriti da questo carburante prezioso con cui ci alimenti. Vi facciamo affidamento, lo vogliamo e ne abbiamo bisogno e ci meravigliamo del carburante che ci fornisci. Questo potrebbe durare dopo o perfino anni a seconda delle nostre esigenze e della tua abilità nel soddisfarle.

D’altra parte la tua condiscendenza fa sì che il carburante per noi diventi stantio. Forse pensi di non aver fatto nulla di male. Comprendiamo che, secondo la tua visione di come dovrebbe progredire una relazione sana e matura, dopo un periodo da luna di miele da capogiro, il rapporto si sposti su una posizione più profonda dove l’iniziale fermento di eccitazione svanisce per essere rimpiazzato da qualcosa di più duraturo, sostanziale e appagante.

Se dovessi inquadrare la tua relazione con noi secondo questa mentalità, ti vedremmo come compiacente. Forse la consideri una naturale e comprensibile progressione, anzi potenzialmente necessaria. Noi no. Il fatto che tu non ci ammiri come facevi una volta (o almeno la manifestazione di questa ammirazione), che la tua dimostrazione d’amore, adorazione e così via diminuiscano. Tu potresti non pensare che ci ami di meno, ma è come lo vediamo noi che conta.

Questo cambiamento si manifesta a noi come condiscendenza e fa sì che il tuo carburante diventi stantio, meno potente, e questo a sua volta minaccia di indebolirci. Per difenderci dobbiamo immediatamente passare alla svalutazione ed estrarre da te carburante negativo che ci potenzierà nella misura che vogliamo e richiediamo.

2. Disobbedienza

Il nostro senso del diritto, l’incapacità di riconoscere e rispettare i confini e l’enorme necessità di controllo fa sì che dobbiamo farti fare ciò che vogliamo. Questo controllo si manifesta con l’uso di incentivi: il sistema della carota, quando ti abbiamo sedotto ed è in atto il periodo d’oro.

Con l’adozione di un comportamento splendido e amorevole ti faremo fare ciò che vogliamo: provvedere al carburante e soddisfare i nostri desideri. Noi ti abbiamo deliziato e tu in cambio vuoi compiacerci. Ti offriamo l’amore che desideri e tu rispondi adempiendo alle nostre richieste. Quando smetti di sottometterti a questo controllo benevolo, a quel punto cambieremo e comincerà la svalutazione.

Secondo il punto di vista obiettivo di altre persone per fare la cosa giusta dovresti non fare ciò che vogliamo, prendere un’altra linea di condotta e fare qualcos’altro ma per noi questo è irrilevante. Stai sfidando il nostro controllo e questo non può essere tollerato. Per stroncare sul nascere questa insurrezione prima che faccia presa e comprometta il nostro accurato piano d’azione che è stato fatto per controllarti e ottenere carburante da te, dobbiamo intensificare il nostro controllo, eliminare il dissenso e aumentare la nostra presa su di te. Qua è quando inizia la svalutazione. Passiamo da dittatore benevolo a tiranno maligno.

3. Vedere Oltre

Se apprendiamo che stai per capire come funzioniamo. Se percepiamo che sei stato influenzato da un’altra fonte e stai mettendo insieme i tasselli. Se valutiamo che stai iniziando a renderti conto di ciò che siamo e cosa stiamo facendo, allora dobbiamo colpire per primi per scioccarti e indurti nuovamente alla sottomissione, e spazzar via le tue fantasie.

Potresti anche avere ragione, ma non accetteremo che tu abbia ragione. Passeremo alla svalutazione per mettere in atto tutte le manipolazioni che ti confonderanno, prosciugheranno e soprattutto ti faranno pensare che sia tutta colpa tua. Noi non abbiamo fatto nulla di male a parte donarti un amore perfetto, e tu invece hai fatto tutto da solo con le tue bugie su ciò che siamo e la tua slealtà.

Non possiamo permettere che tu ci smascheri e quindi ti assaltiamo con una frenetica svalutazione che non ti dia altra opzione che provare a difenderti in modo da perdere di vista il tuo obiettivo di vedere attraverso noi. Ti faremo sentire colpevole, crudele e senza cuore nella speranza di impossessarci dei tuoi tratti empatici, così interromperai ciò che stavi facendo e ti concentrerai sul rimettere a posto le cose tra noi, aggiustare la relazione e mostrare che ti importa. L’inizio della svalutazione quando stai per scoprire ciò che siamo è un esercizio di enorme distrazione concepito per proteggere noi stessi e danneggiare te.

4. L’Opportunità Di Recupero

Non un recupero per te. Ma è l’opportunità che sorge improvvisamente di recuperare chi ti ha preceduto. Questa persona potrebbe essere stata scartata oppure è scappata e in entrambi i casi è uscita dalle nostre sfere di influenza, ma ora è accaduto qualcosa per cui è tornata nelle nostre sfere di influenza. La promessa di questo dolce e potente carburante di recupero supererà il carburante positivo che attualmente ci stai offrendo.

La prospettiva di ottenere questo carburante di recupero fa sì che vogliamo focalizzare la nostra attenzione su chi ti ha preceduto e recuperarlo. Non ti faremo fuori, non ancora, perché questo ci lascerebbe a metà tra diverse fonti primarie di carburante. Invece, inizieremo il recupero per sedurre nuovamente chi ti ha preceduto, e il fatto che questa persona sia apparsa all’orizzonte ti rende ai nostri occhi l’opzione meno desiderabile.

Questo ci porterà a chiederci perché stiamo con te, a considerarti un errore e di conseguenza passeremo alla svalutazione dato che abbiamo ripreso la seduzione dell’altro. Se il recupero dovesse fallire, aspettati che ti venga ripristinato il periodo d’oro, con un ulteriore cambiamento repentino. Se dovesse avere successo e iniziamo a legare ancora una volta a noi il tuo predecessore con il carburante di recupero che comincia a fluire, puoi aspettarti che la svalutazione peggiori mentre ti dirigi rapidamente verso il disimpegno.

Un brusco passaggio verso la svalutazione potrebbe infatti essere indice del fatto che un ex sia apparso sul nostro radar e stiamo recuperando questa persona a tue spese.

5. Controllo Totale

Sei consapevole che noi vogliamo controllarti. È fondamentale nella dinamica tra noi. Però, come ulteriore esempio dei due pesi e due misure in cui noi ci impegniamo, vogliamo controllarti e se ci disubbidisci cominceremo a svalutarti ma allo stesso tempo, se crediamo di aver ottenuto un controllo totale su di te, comincerà anche la tua svalutazione perché sappiamo che faresti qualsiasi cosa vogliamo e ti useremo solamente per convalidare noi stessi nell’eventualità che altre, più eccitanti prospettive non ci alimentino nel corso della giornata.

Vieni archiviato come sicuro e affidabile, perché in realtà tu stai facendo esattamente ciò che vogliamo ma, attraverso la nostra logica distorta, questo vuol dire che non sei più speciale. Quindi abbiamo bisogno di renderti nuovamente speciale e lo facciamo tramite la svalutazione. Non ti getteremo da parte quando avremo ottenuto il controllo totale, niente affatto. Questo stato di cose comporta notevoli benefici, che però ora verranno canalizzati tramite il filtro della svalutazione e non dell’idealizzazione. È un sintomo dell’assurda (se giudicata dalla tua prospettiva) logica che applichiamo secondo cui, quando finalmente fai proprio quella cosa che vogliamo, ci rivoltiamo contro di te e comincia la tua svalutazione.

Come puoi affrontare tutto questo? La risposta breve è che non puoi. Ognuna di queste cinque motivazioni potrebbe essere messa in atto all’improvviso senza preavviso e la tua svalutazione inizia. Non puoi evitarlo e non hai potuto evitarlo. Tu non hai fatto nulla di male, ma per la nostra visione del mondo hai sbagliato tutto.

Non c’è nulla che tu possa fare per evitare che questo accada, perché una volta che si innesca l’attivatore, seguirà la svalutazione. La cosa da cui puoi trarre il massimo sollievo però è che, sapendo come siamo, sapendo che non c’è nulla che tu possa fare o che avresti potuto fare per cambiare il risultato, almeno ora ne hai la consapevolezza e attraverso di essa puoi raggiungere la libertà dal dubbio, dall’incertezza e dallo sconcerto assoluto di chiederti perché è accaduto.

Informate altre persone, siete pregati di condividere questo articolo sui vostri social media

Traduzione di PAOLA DE CARLI dal testo originale di H.G. TUDOR