📰 PREDA

190924E Prey.jpg

Siamo esperti nel fiutare la nostra preda. Siamo in grado di identificare quelle che ci saranno poco utili e ignorarle. Distinguiamo coloro che sono ostruzionistici e li evitiamo. Abbiamo un’istintiva capacità di selezionare quelli che servono ai nostri scopi con la massima efficacia. Coloro che ci forniranno abbondanti quantità di carburante, coloro che saranno dotati dei tratti che abbiamo bisogno di rubare per il nostro stesso costrutto, al fine di attirare gli altri verso di noi e di tenere a bada il demone. Coloro che ci forniranno i benefici aggiuntivi che consideriamo come nostro diritto, l’accesso ai tuoi beni per il nostro uso esclusivo. L’Inferiore si aggancia a coloro che servono alla sua specie quando si avvicinano troppo a lui. Come un predatore che nota il profumo di una potenziale vittima, egli viene avvertito della tua presenza e fa la sua mossa, rapida e immediata. Una bestia d’istinto, sa quando nelle vicinanze c’è una vittima che sarà utile ai suoi scopi e darà la caccia a quella persona. Può non essere la più adatta ai suoi scopi, ma per il momento non ha importanza. Sente la preda, conquisterà questa vittima e si attaccherà ad essa, succhiandole il carburante fino a che non si sarà pressoché svuotata e poi la scarterà e passerà alla prossima vittima che ha fiutato e che si trova nelle vicinanze. L’Inferiore si apposterà nei territori di caccia più testati. Non vuole avventurarsi troppo lontano. Non vuole spendere troppa energia per inseguire quella preda e conquistarla. Cerca vittime facilmente raggiungibili, che può abbattere senza tanto sforzo e quindi vi affonda le zanne con facilità. Potrebbe essere che una vittima più adatta, più carica di carburante, si trovi un po’ più distante, ma l’Inferiore si rivolge a ciò che gli sta di fronte. Non sprecherà il tempo a cercare una vittima migliore, ma abbatterà quella che è più vicina e poi passerà alla prossima più vicina e così via. Così l’Inferiore caccia in modo aggressivo e imprevedibile, deve sedurre rapidamente le sue vittime per paura che la bestia si palesi troppo presto e spaventi la sua preda. Deve camuffare la propria natura e non è in grado di farlo troppo a lungo. L’Inferiore vorrà un frutto attaccato a rami bassi. Non è interessato a quelli che potrebbero rappresentare una sfida e quindi fornire più carburante gratificante. Prenderà comunque carburante dalle sue vittime risorse primarie come può. Puoi paragonarlo a qualcuno che prende le bevande avanzate a una festa. Piuttosto che aspettare di trovare la bottiglia di vodka Grey Goose nascosta dall’ospite sul retro di una credenza, l’Inferiore berrà l’avanzo di una lattina di birra, poi sorseggerà ciò che rimane dalla bottiglia di vino più vicina e quindi si sposta da ricettacolo a ricettacolo, banchettando e prosciugando.

Il Medio Rango è più perspicace. Sa da cosa è attratto e impiegherà più tempo a cercarlo. Ha intelligenza ragionevole, astuzia e abilità e quindi le metterà in pratica per trovare la vittima più appropriata per lui. Può tralasciare qualcuno che potrebbe essere adatto, ma non è del tutto soddisfacente. Mentre l’Inferiore si sarebbe impadronito di quella vittima, trovando una ragionevole idoneità in quella persona, un certo numero di tratti che richiede vengano raggiunti, anche se non tutti, il Medio Rango si accontenta di inseguire un po’ di più. Il Medio Rango fa un considerevole uso di osservare da lontano mentre valuta l’idoneità della sua futura preda. Osserva, considera e riflette. Non ha l’assoluta sicurezza di andare subito a uccidere come il Superiore, e nemmeno viene spinto dal senso di urgenza e fame che affligge l’Inferiore. Possiede un certo controllo e lo userà per assicurarsi che i suoi apparecchi, specialmente quelli che diverranno la fonte primaria, siano i migliori. Ovviamente non ha un’energia illimitata e arriva un momento in cui la necessità diventa il motore dell’azione e deve fare la sua scelta, ma non è senza considerazione e applicazione a quei tratti, sia generici per l’individuo empatico che specifici per il tipo della vittima che si accorda meglio con i propri bisogni. Il Medio Rango riconosce che c’è un tipo di persona da cui è attratto, anche se non sa il perché. È in grado di distinguere quei tratti e caratteristiche che gli sono più utili e di conseguenza quelli che impiegherà un po’ di tempo a raggiungere. Si rende conto che certi tratti nelle persone gli procurano maggiore soddisfazione e quindi li cercherà senza conoscere la vera ragione per cui lo fa. Il Medio Rango adotterà un certo metodo per cacciare la sua preda, ma c’è sempre la spinta del bisogno, il che significa che potrebbe non essere l’ideale che vorrebbe.

Continuando l’analogia del dragaggio di mine, il Medio Rango non si preoccuperebbe di raccattare gli avanzi da bottiglie e bicchieri alla festa, ma passerà il tempo a pensare a dove potrebbe essere riposto il “meglio”. Individuerà quattro lattine di birra nel frigo. Potrebbero esserci risorse maggiori altrove, ma è soddisfatto di questo ragionevole livello di qualità che ha identificato e non vuole rischiare di lasciare che il suo premio scompaia mentre scommette sul cercare di trovare qualcosa di meglio, e di non riuscire.

Il Superiore si diverte nella caccia. L’identificazione della vittima più scelta è fondamentale per lui. Sì, ci possono essere momenti in cui la necessità comporta l’imposizione di una vittima meno desiderabile (ma sempre funzionale), ma quando vi sono le condizioni (non c’è crisi di carburante e ci stiamo preparando per lo scarto e perciò nel controllo del nostro ambiente) il Superiore passerà il tempo a identificare coloro che esibiscono molti dei tratti generici e specifici che gli saranno più utili. In effetti, il Superiore avrà in mano diverse prospettive mentre estrae informazioni su queste risorse, le verifica e le valuta. Una volta assicuratosi che i segnali e le indicazioni sono buoni, farà la sua mossa e si impegnerà ad accertarsi che la sua perspicacia iniziale rimanga buona. Se lo è (e di solito lo è) si muoverà per l’uccisione. A differenza dell’Inferiore che andrà alla giugulare e abbatterà la sua vittima rapidamente e prontamente, il Superiore utilizzerà l’intelligenza che ha raccolto per incantare, affascinare e ipnotizzare la sua vittima. Con scrupoloso impegno, il Superiore disarma prontamente la sua vittima, smantella ogni autodifesa possibile e tiene la vittima esattamente dove vuole lui o lei. Come una vipera, colpirà all’improvviso e si ritroverà attaccato alla vittima alla velocità della luce, le zanne affondano in profondità e il drenaggio inizierà mentre le pompe di carburante dalla vittima inconsapevole verranno risucchiate dal Superiore. Il Superiore sa quello che vuole e batterà diversi territori di caccia per ottenere ciò che vuole. Ha la capacità e l’energia per sostenere una caccia più lunga, o una caccia più breve dove la vittima potrebbe rivelarsi più impegnativa. Naturalmente se una vittima fornisce i tratti necessari e può essere conquistata con facilità, il Superiore prenderà anche questo frutto attaccato ai rami bassi. Non è uno sciocco. Tuttavia, non si lascia scoraggiare dal frutto appeso ai rami più alti, quello che è più succulento e nutriente in termini di carburante. Sa dove trovare le vittime migliori, è per questo che lavora in diversi campi di caccia ed è anche la più capace delle tre scuole di narcisista nell’identificare i tratti delle sue vittime. Mentre l’Inferiore lo sente d’istinto, il Medio Rango sa cosa va bene per lui ma non sa il perché, il Superiore sa esattamente cos’è che vuole. Sa anche come questi vari tratti si manifestano nelle sue vittime. Capisce cosa cercare, cosa osservare, cosa ascoltare e una volta che ha visto gli indicatori è in grado di accertarsi che all’interno di questo obiettivo vi siano i tratti appropriati. Quindi si aggancerà e solo nel più estremo dei casi gli sarà impedito di conquistare questo obiettivo. La ricompensa è troppo allettante, le sue abilità sono troppo grandi e il richiamo di una così deliziosa vittima si rivela troppo grande per resistere, impegnativa o no.

Una volta che quelle zanne sono affondate nella vittima e il carburante viene estratto, che si tratti di un Inferiore, del Medio Rango o del Superiore, noi resteremo finché non verrà il momento di identificare la prossima preda.

H.G. TUDOR

Prey

📰 PERCHÉ IL NARCISISTA DIVIDE GLI APPARECCHI IN COMPARTIMENTI?

78959537_118409222962827_426235891644628992_n.jpg

Essendo narcisisti operiamo sempre in compartimenti. Questo articolo riguarda come e perché dividiamo in compartimenti i vari apparecchi nella nostra matrice di carburante.

Noi vediamo le nostre vite come una serie di compartimenti. I compartimenti sono collegati e c’è un passaggio a volta da uno scompartimento all’altro ma è stato murato da parte nostra e solo noi conosciamo la parola segreta che aprirà il passaggio e ci ammetterà al comparto successivo. Tu tenterai e cercherai l’entrata in modo da poterti muovere da uno scompartimento all’altro ma la tua ricerca sarà vana. Potrai ripetere come una filastrocca tutte le parole segrete che ti vengono in mente da “apriti sesamo” ad “abracadabra” ma nessuna di esse funzionerà. C’è una ragione semplice per questo. Noi vogliamo che tu stia nel tuo compartimento finché vi ritorniamo. Non vogliamo che tu interagisca con nessuno degli altri nostri scompartimenti perché renderebbe ogni area difficile da controllare per noi. Un grande bisogno di controllo significa più energia spesa che significherà che ne ho meno da poter usare per ottenere carburante e questo è qualcosa che non posso permettere che avvenga.

In un comparto ci sarà un delizioso sfondo domestico dove recito il ruolo di marito devoto e padre premuroso. Ad un osservatore esterno che guarda nella scena attraverso il plexiglass appare un’immagine di armonia e buone relazioni. Ma l’osservatore non può ascoltare le urla e nemmeno i tuoi singhiozzi quando sei la destinataria di un’altra strigliata. I pianti spaventati e gli ammonimenti spaventosi svaniscono nell’aria superato questo compartimento. Non puoi scappare in un altro scompartimento e rivelare ciò che sta davvero succedendo in questo. Non appena mi sposto al successivo la parete si chiude dietro di me con la velocità di un fulmine, intrappolandoti dove voglio. Naturalmente, ti dirò tutto riguardo a ciò che sta accadendo negli altri compartimenti quando ritorno, così che tu venga sottoposta alla storie sulla mia magnificenza al lavoro e agli aneddoti riguardo la nuova “amica” che ho per creare qualche gelosia triangolata da parte tua.

Il mio compartimento lavorativo mi mostra come un dominatore e maestro anche se quelli che sono stati soggetti al mio crudele abbattimento e hanno sofferto del fatto che scarico il lavoro ripetutamente su di loro mentre perdo tempo in giro hanno la proibizione di scappare dal loro compartimento per non inquinare l’immagine accuratamente costruita che ho fabbricato per me stesso.

I membri del golf club che trovano odioso il fatto che mi vanto e hanno visto la mia firma sotto un basso punteggio invece di quello che ho registrato sulla mia card dei punti sono incapaci di infangare il mio nome con i miei ammiratori oltre a questo particolare luogo. Piuttosto abbandono il club e corro al bar dove intrattengo i miei seguaci con un’altra storia del mio punteggio di meno di cinque tiri per buca che ha vinto la gara. Loro saranno entusiasti del mio successo ignari di come è andata veramente.

A vita domestica, vita lavorativa, amanti, amici, club, famiglia e altri sono assegnati questi compartimenti. In ognuno io sono un dio. Ho il comando massimo potendo fare ciò che mi va così che posso portare avanti le mie storie di eroismo in un altro comparto e dissetarmi profondamente del loro carburante d’ammirazione.

Trascorro molto del mio tempo assicurandomi che gli abitanti di ogni compartimento sappiano gli uni degli altri, ovviamente per moltiplicare il mio carburante, ma raramente potrò concedere loro di incrociarsi. Questo potrebbe condurre al fatto che qualcuno quadri il cerchio e capisca cosa c’è dietro la mia accuratamente orchestrata campagna di “dividi et impera”. A non deve mai parlare con B a cui non deve mai essere permesso di dire a C cosa è successo realmente. Devo mantenere il mio mondo ben costruito dove queste persone sono poco più che bambole in un’immensa segregata casa delle bambole. Li metto a posto e gioco con loro così che posso creare uno scenario tramite ciò di cui posso vantarmi con gli altri nella stanza adiacente. Se mai loro scappassero e tentassero di seguirmi attraverso questi passaggi così che possano comparare ciò che ho detto con ciò che è realmente successo sarei davvero finito. Qualche volta questo accade e poi lo scomparto deve essere dato alle fiamme, incenerito dai registri e viene negato che sia mai esistito. La prossima volta questo scompartimento verrà ristrutturato, ridipinto e riempito con una nuova bambola. Devo controllare tutto intorno a me. Ognuno al proprio posto e un posto per ognuno.

H.G. TUDOR

Why Does The Narcissist Compartmentalise Appliances?

👤 I CAPELLI SONO CON TE! COME IL NARCISISTA USA UNA CARATTERISTICA FISICA CONTRO DI TE

190901B Hair’s To You – How The Narcissist Uses A Physical Trait Against you.jpg

Sono sempre stato un fan delle donne dai capelli rossi. Oh, anche delle bionde. E naturalmente amo anche le more. Dal profondo ramato al tiziano infuocato, dal biondo platino al biondo cenere, dal castano al nero corvino, li amo tutti. Mostrami rosso-oro, mogano, marrone scuro, colpi di sole o riflessi tenui, tutti fanno al caso mio. Capelli lunghi, capelli corti, corti, a caschetto, lisci o ricci. Li amo tutti. Ricordo che una volta parlavo con un’amica che avevo di quadri. Eravamo seduti al bar di una galleria d’arte e l’argomento è finito sui capelli. Mi ha chiesto quale fosse il mio colore preferito di capelli.

“Oh nero corvino, sicuramente, ho sparato senza neanche fermarmi a pensare.”

Lei ha sorriso e ha sollevato una mano per spingerla attraverso i suoi riccioli corvini. Se la cameriera si fosse avvicinata e avesse fatto la stessa domanda, avrei detto bionda mentre guardavo i suoi capelli corti e biondi. In altre occasioni potrebbe venirmi chiesto da qualcun altro e naturalmente gli direi il mio preferito. Guarda un po’, è proprio come lo stesso che aveva lei.

“Lo stai dicendo solo perché è il mio colore”, ha risposto.

“No, è il mio preferito in assoluto. Tutte le mie precedenti ragazze avevano i capelli biondo rame”.

“Veramente? Pensavo che quella prima di me fosse una bruna. Ho visto una sua foto.”

“Oh lei? No, no, non era la mia ragazza. Buon Dio, no, era solo un’amica. Ammetto che abbiamo unito le labbra un paio di volte, ma non c’era niente, era un po’ ossessionata, se proprio devi saperlo.”

“Era lei? Sono sicura che tu l’avessi definita la tua ragazza.”

“Devi averla confusa con una prima, forse. No, sono sempre state donne con i capelli biondo rame, è una mia particolare debolezza.”

Se avesse avuto i capelli verdi a pallini blu, avrei detto esattamente la stessa cosa. In alcuni casi, questi commenti sono stati fatti spesso, ma con le opportune varianti che non posso fare a meno di dir loro. Occasionalmente, se il mio obiettivo ha una certa consapevolezza ed è stato attento, potrei contraddirmi, ma ho abbastanza fascino ed evasività per uscire dalla situazione.

I colori e le acconciature dei capelli sono un utile strumento per ingraziarsi l’obiettivo o al contrario per irritarlo. Quando tutto va bene nel mondo e ci stiamo godendo il nostro periodo d’oro, allora qualunque cosa tu faccia ai tuoi capelli la adoro. Puoi colorarli, inserire extension o addirittura rasarli a zero. Ti dirò sempre quanto sei bella perché è ciò che vuoi sentire. Ad ogni appuntamento dal parrucchiere una signora vuole questo complimento. Ti ho visto tornare sculettando da una visita al salone e sfilare davanti a me. Sarò esuberante nel mio elogio, dichiarando quanto sembra naturale, come il colore mette in risalto i tuoi occhi e la piega incornicia magnificamente il tuo viso. Ho una lista completa di commenti lusinghieri da sfornare quando ritorni con il tuo nuovo ‘fare’.

Il valore che una donna mette nel potere di un nuova piega o taglio di capelli è tale da rendere davvero troppo facile raccogliere del combustibile negativo. Posso dire che sei davvero felice con questa nuova piega e stai solo aspettando i complimenti. Non oggi. Perché tutto dovrebbe ruotare attorno a te e alla tua nuova acconciatura? Che dovrei dire di me? Mi prendo cura dei miei capelli e li taglio ogni dodici giorni, quindi sembra sempre in gamba, ma dici qualcosa? No. Tu consideri un uomo e i suoi capelli come qualcosa di puramente funzionale. E d’altro canto consideri il colore e lo stile un’opportunità per esprimere te stessa. Fallo pure perché sono solo troppo felice di rovinare il tuo sfoggio e far sì che quell’elegante acconciatura diventi crespa. Aggrotterò le sopracciglia e scruterò la tua nuova pettinatura.

“Cosa c’è che non va?” Chiedi mentre il tuo sorriso trionfante svanisce.

“Non ti sta bene.”

“Perché? Come? Roger al salone ha detto che era molto adatto a me.”

“Beh, lo farà dal momento che spendi quella ridicola somma di denaro lì. Non ti va bene. Fa sembrare il tuo viso troppo….grave.”

“Sei serio?”

Accidenti se sono serio. Si tratta di ottenere del carburante delizioso da parte tua e questa è un’opportunità troppo buona per lasciarsela scappare. Mentre una volta ho tirato fuori la raffica di complimenti, ora emetto il mio verdetto negativo su quanto sia sbagliato il colore, taglio troppo corto, troppo lungo, troppo voluminoso. Troverò il difetto e presto ti farò correre dalla stanza alla camera da letto per piangere e cercare di modificarlo. Lo porti su di te, lo sai, lo fai davvero.

H.G. TUDOR

Hair´s To You – How The Narcissist Uses A Physical Trait Against You

📰 FIUTARE IL SANGUE


191205B Scenting Blood.jpgNel nostro impegno con i nostri apparecchi e in particolare con le nostre fonti primarie, cerchiamo ripetutamente di estrarre carburante. Siamo stati progettati per attirare quei fornitori di carburante nella nostra presa, dai colleghi con cui lavoriamo, ai membri della famiglia agli amici interessati in modo che, piuttosto che circondarci di dispositivi con funzioni limitate, ci assicuriamo che tutti quelli che ci sono affezionati è più probabile che ci forniscano carburante. Come ho spiegato prima, ci piace preservare la nostra energia e operare in modo efficace ed efficiente. Come parte di tale approccio ci piace appurare se riusciamo a percepire il carburante nelle nostre interazioni con voi, allo stesso modo in cui uno squalo sente il sangue nell’oceano e sa che l’attende un bottino più grande. Ci sono alcune reazioni che tu hai che ci dicono immediatamente che c’è più carburante pronto per essere estratto. Proprio come un piccolo taglietto sulla gamba può far cadere gocce di sangue ed essere fiutato dallo squalo predatore, ci sono alcune cose che ci dirai che ci dicono che dovremmo tuffarci e cogliere il vantaggio. Ci sono commenti che farai, che ci indicano che hai in mano un serbatoio di carburante appena sotto la superficie e tutto ciò che dobbiamo fare è aprirti e abbuffarci di quel carburante che ci attende. La tua reazione ci dice che la tua emozione è lì, a pochi minuti dall’essere estratta, sequestrata e raccolta, in modo che, invece di occuparci di qualcos’altro, ci fa più comodo concentrare i nostri sforzi su di te.

È come fissare una grande massa d’acqua dietro una parete di vetro. Vogliamo che quella massa d’acqua arrivi a uscir fuori, a travolgerci e cadere a cascata su di noi. Non vogliamo dedicare il tempo a martellare questo vetro temprato nella speranza di farlo crollare. Non vogliamo spendere le nostre energie a picchiare con lo scalpello e trapanare ma invece vogliamo trovare il punto debole. Vogliamo identificare quella pecca, quella debolezza, quell’apertura, il che implica che con un’accurata applicazione di pressione, il costrutto si frantumerà e l’acqua si riverserà su di noi in un istante. Tu non sei diverso. Sei pieno di carburante. Questo è il motivo per cui ti abbiamo scelto. Potresti essere una super cisterna di carburante co-dipendente che richiede che venga praticata una breccia nella carena, potresti anche essere un pozzo di carburante super empatico che ha solo bisogno di un piccolo foro di trapano o una pompa di carburante empatica in cui una punta di spillo nel tubo consentirà al carburante di sprigionarsi. Sei un deposito di carburante che cammina e a volte possiamo solo fare una cosa, dire una cosa e il carburante uscirà a fontana, verrà sparato fuori, sgorgherà da te, pronto perché noi lo succhiamo tutto, mentre ci rimpinziamo del tuo delizioso e potente carburante e beviamo in profondità delle tue vaste risorse.

Sei tu che ci dai l’indicazione che sei pronto a far fluire il carburante, che la diga può essere facilmente violata e una volta fornita questa indicazione, ci vuole solo una piccola quantità di pressione, un minimo di applicazione e la più semplice delle manipolazioni per farti esplodere e otteniamo così tanto carburante. Sei lì lì per fornire il carburante, sta quasi per traboccare, ce n’è così tanto e tu ci dici che è lì, spesso con una sola frase, quindi noi applichiamo la pressione e il geyser erutta.

Queste indicazioni si possono applicare sia al carburante positivo che a quello negativo. I commenti di per sé forniranno una piccola quantità di carburante ma sono indicatori, i portali che ci dicono che in quel momento c’è tutto un mucchio di carburante aggiuntivo pronto per essere sfruttato ed è facile da fare. Questo è il motivo per cui quando ci fornisci gli indicatori positivi ci tuffiamo e ti invitiamo ad ampliare l’osservazione che hai fatto, i commenti che hai scambiato perché sappiamo che dietro ciò che hai detto c’è di più e lo vogliamo. Questo diventa ancora più evidente con gli indicatori negativi. Questi per noi rappresentano una vera e propria luce verde per saziare il nostro desiderio di carburante nel modo in cui un pugile soddisferebbe la sua sete di sangue. Hai sbandierato la chiave di fronte a noi con il tuo commento e noi ci concentreremo su quel commento e su ciò che questo significa per ottenere il carburante accumulato dietro di esso.

Se dovessi dirci queste cose, dovresti essere consapevole del fatto che ci hai appena mandato un telegramma per avvisarci che c’è carburante da guadagnare e qualsiasi cosa che stavamo facendo verrà dimenticata mentre giriamo e fissiamo i nostri occhi su di te. Come lo squalo in cerca, è stato rilevato l’odore del sangue e una preda facile e appagante è a portata di mano. Le nostre fauci fredde si serreranno intorno a te mentre ti perforiamo e iniziamo a bere rumorosamente la sovrabbondanza di carburante. Quali sono quindi questi indicatori, quali sono le cose che ci dici di cui dovresti essere consapevole che ci comunicano che c’è carburante pronto e in attesa di essere estratto, sfruttato e consumato?

Gli Indicatori Positivi

1. Ti amo
2. Come sei riuscito a farlo?
3. Non c’è nessuno come te.
4. Dove hai preso quella maglietta?
5. È stato fantastico.
6. Questo è un risultato eccezionale.
7. Potrei ascoltarti parlare per ore.
8. Potrei baciarti per sempre.
9. Morirei per te.
10. Non posso immaginare di essere da nessuna altra parte in questo momento, se non con te.
11. Ho finalmente trovato ciò che stavo cercando.
12. Se morissi ora, non avrebbe importanza.
13. Non so cosa farei senza di te.
14. Farei qualunque cosa per te.
15. Appartengo a te.

Gli Indicatori Negativi

1. Dove sei stato?
2. Adesso ti odio.
3. Non lasciarmi
4. Perché devi farmi del male in questo modo?
5. Chi è lei?
6. Ho solo bisogno di sentirmi amato.
7. Mi manchi sempre.
8. È così?
9. Cosa vuoi fare con me?
10. Sei ingiusto.
11. Per favore ascoltami.
12. Non urlare contro di me.
13. Non capisco.
14. Per favore parla con me.
15. Per favore fermati.
16. Ho bisogno di dormire.
17. Ti prego sii ragionevole.
18. È il mio compleanno.
19. Per favore, per il mio bene, fallo e basta.
20. Ora mi stai spaventando.

Lascia che cominci la smania di nutrimento.

H.G. TUDOR

Scenting Blood

👤 CHI È IL PAPARINO?

 

78713307_118057459664670_7400621915393490944_nMi ricordo quando ti ho incontrata la prima volta. È stato a ballare e naturalmente ho attirato la tua attenzione, volevo che tu catturassi il mio sguardo. Attiro sempre quelle occhiate di ammirazione bisognose quando mi muovo attraverso la folla ma sebbene queste fossero richieste e benvenute, ero focalizzato nell’assicurarmi che tu mi notassi. Sapevo che l’avresti fatto. Era solo questione di tempo. Lo è sempre. Ero seduto vicino ad uno dei banconi. Scelgo sempre questo bancone perché è sopraelevato permettendo a chiunque di vedermi e permettendo a me di vedere tutti ed era da questo punto vantaggioso che ti osservavo. Ti ho vista entrare in sala, il tuo vestito attillato quanto poteva esserlo già faceva voltare le teste e tu sorridevi, ammiccando e soffiando baci mentre scendevi i gradini nella pista da ballo come se tutti nel locale fossero stati lì per te. Eri sicura, d’accordo ma eri troppo sicura e posso vedere cosa ci sta dietro. Ho continuato ad osservarti mentre flirtavi con gli uomini nelle vicinanze, irrispettosa del fatto se fossero o meno con altre donne e sembravi ignara degli sguardi d’odio che ricevevi dalla manciata di fidanzate e o mogli dell’altra metà con cui flirtavi. Ero già interessato a te. Se avessi avuto un senso di (uomo) Ragno mi sarei informicolato.

La tua figura agile è entrata in pista e hai sentito che le luci colorate e i toni bassi erano tutti lì per te mentre cominciavi a ballare. Hai attirato l’attenzione di molti uomini e uno per uno hanno cercato di ballare con te. Potevo vederti sorridere tra te e te mentre giravi la schiena a quelli che non consideravi alla tua altezza. Ognuno di loro era ben vestito e attraente ma li hai rifiutati. Hai girato intorno alla pista finché ti sei avvicinata al tuo obiettivo, un bel tipo ma era più vecchio di quelli che avevi respinto ed era lui la tua scelta. Hai tirato il prescelto verso di te e hai incominciato a ballare con lui. Potevo vedere che il modo in cui ti strusciavi contro quest’uomo sulla pista era provocatorio e allusivo. Mantenevi il contatto visivo con lui, se l’avessi lasciato fuori dal tuo sguardo questo lo avrebbe fatto scomparire. I tuoi occhi bruciavano di sfrenato desiderio e il tuo ancheggiare e contorcerti era decisamente di natura sessuale. L’aggressività sessuale fluiva da te e questo ha catturato il mio interesse. Sei apparsa come un punto luminoso sul mio radar e sapevo che avevo bisogno di saperne di più.

Non è passato molto prima che questo compagno di ballo venisse accantonato e rimpiazzato da una prospettiva dal sapore migliore e più attraente. Io. Mi hai avvolto le braccia intorno al collo mentre ballavamo, incastrando la mia coscia tra le tue gambe, girandoti e premendo il tuo impertinente posteriore sulle mie parti basse ed era chiaro che volessi sedurmi. Sono stato al gioco, ricambiando i movimenti, lasciando che le mie mani scivolassero lungo il tuo corpo e infine guidandoti attraverso l’area bar per sederti vicino su un divanetto mentre ordinavo un drink per entrambi. È stata la prima volta che ti avevo vista da ferma e mi ha concesso di apprezzare in maniera appropriata il tuo aspetto. I tuoi capelli, di un biondo sporco non erano tagliati ma piuttosto mozzati, spuntavano fuori in una varietà di angolazioni che davano l’apparenza di noncuranza ma più probabilmente erano stati accuratamente tirati e attorcigliati al loro posto prima di applicarci un generoso strato di lacca per capelli. Ho dedotto che tu tenessi i capelli corti perché da bambina ti era stato negato il diritto di tagliarli. Devi averli avuti sempre lunghi e dorati, come i capelli di una principessa. Scommetto che tuo padre ti leggeva le storie su La Bella Addormentata Nel Bosco, Biancaneve e Raperonzolo mentre ti pettinava i capelli, dicendoti quanto bello fosse perché erano lunghi. Ho immaginato che li avessi voluti tagliare non appena cresciuta, la lunghezza è dura da mantenere ed inoltre troppo simbolica della sicurezza, l’educazione dei sobborghi e della classe media che hai ricevuto quando volevi essere ribelle. Scommetto che hai combattuto per tagliarti i capelli anche solo di pochi centimetri ma ti è stato proibito di farlo e ora questo stile di capelli punk, mozzati, quasi scannati è stato il saluto a due dita che hai dato al tuo passato. Mi urla la sua storia dato che la riconosco da un miglio.

Il tuo rossetto era di un rosso acceso, gli occhi incorniciati da un mascara nero, eye-liner e un ombretto grigio corazzata. Eri esile. Come uno stecco e ho riconosciuto l’ossatura. Mi hai guardato mentre succhiavi dalla cannuccia facendola scorrere dentro e fuori da quelle labbra contratte mentre tentavi, senza finezza, di suggerire cosa mi aspettava. Eri molto più giovane di me. Immagino almeno quindici anni di differenza. Nulla di vicino all’illegalità naturalmente, non è assolutamente una mia inclinazione, ma un sufficiente divario d’età che fosse notabile e certamente qualcosa che potevano commentare, Lui l’avrebbe commentato, se mi avesse mai incontrato. Se.

Ho visto i tatuaggi sulle tue braccia, grandi maniche dal design floreale e altri simili sulla tua coscia dato che nel sederti sul divano il tuo vestito già corto è salito. Potevo vedere che il disegno era intricato ed esteso lungo la tua coscia sinistra ma non mascherava completamente la linea delle cicatrici. Quelle nette e ordinate righe di incisioni erano state fatte sulla coscia, come tacche sulla testiera del letto. Ti portavano sollievo, temporaneo e momentaneo, ma ti facevano anche vergognare e quindi hai voluto l’inchiostro nel tentativo di mascherare quelle ferite nello stesso modo in cui sapevo che quella sicurezza estroversa, il flirtare e l’aggressività sessuale erano anch’essi solo una maschera. Quella luce sul mio radar splendeva più luminosa e potevo quasi annusare il carburante che sapevo che sarebbe fluito giù dalla tua coscia. Ho tenuto il tuo sguardo, quegli occhi inflessibili provavano a bruciare nella mia mente ma non andavano da nessuna parte, un lieve guizzo di confusione e poi si sono spostati su un’espressione che trasudava desiderio. Non avevi alcuna idea di in quale ragnatela fossi volata ma io sapevo esattamente cos’eri.

“A che ora ti passa a prendere tuo padre?” ho fatto la mia domanda quasi urlando per essere sentito sopra la musica.

Hai tossito, la cannuccia sparata fuori dalla tua bocca mentre spingevi lontano il bicchiere.

“Cosa? Mio padre? Non mi passa a prendere.”hai protestato. La tua espressione non era minimamente divertita ma piuttosto di sdegno e irritazione. Proprio come pensavo sarebbe stata.

“Certamente no. Perché dovrebbe venirti a prendere se stai venendo a casa con me?” ho aggiunto con un ampio sorriso. I tuoi occhi si sono spalancati e hai imitato il mio sorriso.

“Adoro i problemi con la figura paterna”, ho detto piano.

“Cosa?” mi hai chiesto incapace di sentire.

“Ho detto, ti avevo quasi persa” ho replicato in un tono più forte, “Stavo per tornare a casa.”

“Bene, è una fortuna che tu non l’abbia fatto”, hai risposto spostandoti più vicino a me, premendo quell’ossatura fragile e rotta contro di me, cercando il calore, lo scudo e la protezione che ti offrivo. Tu hai trovato il tuo nuovo paparino. Io ho trovato una potente nuova vittima.

H.G. TUDOR

Who’s The Daddy?

📑 PERCHÉ IL NARCISISTA VUOLE RENDERTI UNA SUA ESTENSIONE

78642321_118465499623866_585718176352829440_n.jpgQuando ti seduciamo, vogliamo assorbirti. Vogliamo renderti parte di noi. Questo perché ti vediamo come un’estensione di noi stessi ma è anche perché vogliamo assicurarci che tu sia isolato e tagliato fuori da potenziali minacce al nostro grande disegno per te. È anche perché vogliamo che ti esponga solamente a quelli che incrementeranno e amplificheranno il nostro fascino, il nostro magnetismo e la nostra attrazione. Questo significa che abbiamo bisogno di esporti ed integrarti all’interno delle nostre reti sociali. Di conseguenza, laddove fossimo quella tipologia di narcisista che ha un circolo sociale e connessioni familiari significative, verrai spinto al centro di essi molto velocemente quando la seduzione ha inizio. È simile a impossessarsi di te, appenderti sopra una vasca di liquido che rappresenta tutti i nostri sostenitori, ammiratori e adoratori e inzupparti direttamente all’interno per essere sicuri che tu sia completamente coperto, del tutto inglobato e totalmente ricoperto. Verrai fatto sfilare intorno a queste varie nostre fonti al fine di estrarre carburante dalla loro ammirazione per la nostra ultima conquista. La nostra diffamazione del tuo predecessore implicherà che questa persona venga raramente menzionata e se lo sono sarà in termini che sono denigratori riguardo a loro ed elogiativi riguardo a noi. Questo è come la nostra congrega e i nostri luogotenenti sono stati condizionati a rispondere allo scopo di mantenere la nostra apparenza gloriosa. Attingeremo carburante da tutte le loro osservazioni elogianti e inoltre saremo in grado di ottenere carburante dalla tua reazione deliziata nell’essere presentati come una così meravigliosa e perfetta persona. Equivale ad un festival del carburante per noi. Questa integrazione con quelli che ci venerano e promuovono i nostri piani è un momento cruciale di come ti incorporiamo nel nostro mondo. Vieni fatto sentire speciale e voluto, apprezzato e coinvolto mentre ti ritrovi invitato a cene di famiglia, battesimi, matrimoni, nottate fuori con i nostri amici, bevute con altri amici, un caffè pomeridiano e così via. Così tanti modi di collegarti al nostro mondo usando i membri del tutto compiacenti della nostra facciata. Questo assorbimento ti convince che siamo quelli giusti. Chi con un po’ di cervello andrebbe contro una tale convinzione di così tanta gente? Nessuno ovviamente e questo è il modo in cui la nostra magia viene intessuta. Ti senti così fortunato. Non solo hai incontrato il partner dei tuoi sogni ma la nostra famiglia è così ospitale e amichevole, e i nostri amici sono piacevoli. Nessuno dice una cattiva parola su di noi. A poco a poco realizzi che è molto simile ad un programma televisivo con attori che fanno la parte della famiglia e degli amici e che i posti meravigliosi e gli eventi che abbiamo tenuto per te erano solo scenari che erano stati creati per dare un’apparenza di realtà. Se fossi stato capace di guardare dietro le quinte allora avresti visto un cartone ad una dimensione ritagliato, del nastro adesivo di carta e vernice spray. Non lo avresti notato però. Non ti concediamo il tempo sufficiente di vedere tutto. Vieni trascinato da una cosa all’altra, ricoperto di complimenti, fatto piroettare, girato e non ti viene data alcuna possibilità di considerare, riflettere o esaminare. Tutto si muove, splende, scintilla al fine di distrarti. Oh quei clacson sono a tutto volume ma non li puoi ascoltare per via del miele che viene riversato nella tua bocca. Le bandiere rosse sventolano ma ci sono così tanti brillantini che stiamo gettando, così tanta polvere fatata sospesa in aria che sei incapace di vedere quei segnali d’avvertimento scarlatti.

Vogliamo attrarti dentro di noi assicurandoci che tu sia completamente immerso nella nostra rete di supporto e d’obbligo. Questo significa anche che se sembri avere un qualche tipo di timore, forse un lieve sospetto che qualcosa non vada bene e chiedi a qualcuna delle molte persone che ti ho presentato, riceverai come risposta una versione ufficiale per placare la tua preoccupazione. Questo assorbimento nel nostro mondo, nella nostra banda di allegri sostenitori non ti da alcuna chance di resistere. Laddove in passato forse hai trovato una suocera distante o un fratello ostile, amici gelosi che ora uno dei propri amici abbia una nuova distrazione e così via, tutti questi problemi potenziali con noi non esistono. Questo perché i pochi che potrebbero conoscere chi siamo, quella manciata che potrebbe identificare che c’è qualcosa che non va in noi perfino se forse non sanno esattamente cosa siamo, saranno stati messi in disparte. Non gli è concesso di segnalare che quel meraviglioso mondo che abbiamo creato è fumo e specchi. La loro voce di dissenso è stata silenziata, le dita che indicano tagliate e loro sono stati raggruppati lontano. Se mai chiedi di loro ignoreremo la domanda o avanzeremo una motivazione totalmente plausibile per cui non abbiamo più nulla a che fare con nostro fratello. Come ormai riconoscerai, sarà stata tutta colpa sua.

Sei stato inglobato non solo nella nostra identità dato che ti abbiamo inghiottito per formare parte di noi, un dispositivo funzionante e affidabile che sforna carburante a nostro favore, ma sei anche intessuto in quell’arazzo che è la nostra illusione. Ogni presentazione, ogni festa, ogni saluto, ogni piacevole pomeriggio passato a conoscere membri della nostra congrega non sono che un ulteriore colpo d’ago mentre passiamo il filo sopra di te e ti avvolgiamo all’interno della nostra illusione. Il filo diventa sempre più fitto finché non diventi totalmente parte di esso. Naturalmente, se alla fine dovessi realizzare di essere stato intessuto in un falso, il filo sarà così stretto attorno a te, così pieno e così coprente che la fuga è quasi impossibile senza l’assistenza di qualcun altro che sia capace di liberarti.

H.G. TUDOR

Why The Narcissist Wants To Make You His Extension

📰 PERCHÉ IL NARCISISTA TI SCEGLIE

79136857_118467206290362_7677619109525192704_n.jpg

Quando miriamo ad acquisire i nostri dispositivi per alimentarci, è logico pensare che dedichiamo la maggior quantità di tempo alla persona che sta per diventare la nostra fonte primaria di carburante. Certamente la quantità di tempo dedicata a questo dipende dal narcisista in questione ma tutti della nostra tipologia cercano certi tratti che sono prevalenti nei soggetti empatici. Ci sono certi tratti essenziali che esistono negli individui empatici. Le persone normali avranno alcuni di queste caratteristiche, probabilmente non tutte e non avranno i tratti nell’estensione e nel grado di una persona empatica. Quindi, ecco perché le persone normali vengono raramente prese come nostra fonte primaria. Ci sono anche doti che che sono conosciute come tratti di classe. Queste sono le caratteristiche che attraggono la relativa classe di narcisisti, che questa persona sia un Narcisista Vittima, Somatico, Cerebrale o un Narcisista d’élite. I tratti base sono estremamente importanti per noi. La loro esistenza ci fornisce i tre elementi chiave che prendiamo dalle nostre vittime. Primo, queste caratteristiche implicano che la fornitura di carburante sarà elevata per via della loro connessione alla produzione emotiva della vittima. Secondo, ci sono certi benefici residuali che provengono da queste doti che vogliamo. Terzo, attaccandoci a qualcuno che ha questi tratti fingiamo di averli anche noi. Noi non abbiamo queste caratteristiche. Di conseguenza, vogliamo prenderle da te per applicarle alla nostra costruzione e farle passare come se ci appartenessero. Dal momento che siamo specialisti ed emuliamo, non abbiamo di nostro queste doti e non le sentiamo, ma siamo capaci di replicare come appaiono studiando il modo in cui ti comporti, poiché tu hai questi tratti. Poi li applicheremo al nostro comportamento al fine di mantenere la facciata. Questo inganna le altre persone nel pensare che siamo onesti, rispettabili e amorevoli. Ci concede anche di rispecchiare i tuoi tratti e rifletterteli indietro in modo da farti pensare che anche noi li abbiamo. Questo ci rende più che mai attraenti per te e ci assicura che tu sia strettamente legato a noi. In accordo a questo, identificare questi tratti sostanziali nelle nostre vittime è estremamente importante. Di queste caratteristiche più ne possiedi, e meglio è. Più ne hai di questi tratti, maggiore è la possibilità di essere intrappolato dalla nostra tipologia. Una combinazione dei tratti base e dei tratti di classe che appare nel modo in cui ti comporti e agisci attira la nostra tipologia verso di te. Noi sentiamo e vediamo queste caratteristiche e focalizziamo la mira su di te come potenziale fonte primaria.

Questi sono dieci di queste caratteristiche base. L’ideale è trovare una vittima che le abbia tutte e dieci e le mostri ad un livello notevole. Allora vorremo anche che mostri i tratti corrispondenti alla classe che siano compatibili con il tipo di narcisista che siamo

Il Narcisista Inferiore è inconsapevole di queste caratteristiche ma come un lupo affamato che annusa il proprio cibo può percepire l’esistenza di queste doti e sa che la persona che li mostra è qualcuno che vuole con lui.

Il Narcisista Medio riconosce questi tratti come lodevoli. Li vede come un punto in più allo stesso modo in cui qualcuno potrebbe considerare qualcun altro che è interessato di arte, viaggi e musica classica, come un buon partito per iniziare ad uscire. Il Medio sa che per lui questi tratti hanno valore ma non conosce la ragione fondamentale per cui è attirato da questi.

Il Narcisista Superiore sa cosa sono questi tratti e perché sono importanti. Conosce la funzione che giocano, sa meglio di chiunque altro come individuarli e il posto dove (il “terreno di caccia”) si può trovare gente che avrà questi tratti essenziali e anche i tratti di classe. Il Superiore può annusare l’esistenza di queste doti e far corrispondere il bersaglio a questi prima di avvicinarsi per intrappolare la persona.

Quindi quali sono queste doti? Bene, qui ce ne sono cinque dei dieci solo per un esempio. È altamente probabile che tu abbia tutti e cinque questi tratti e che li abbia in quantità significativa perché è il motivo iniziale per cui sei stato intrappolato da un narcisista.

Devoto d’Amore – Esigiamo che i nostri bersagli siamo fedeli all’idea dell’amore. Vuoi trovare l’amore, sperimentare l’amore, amare ed essere amato. L’idea dell’amore è centrale nella tua esistenza e credi veramente che il nostro fine su questa terra sia amare gli altri. Non solo questo significa amare le persone intorno ma sopra ogni altra cosa credi nella realizzazione che nasce dall’avere accanto quell’unica persona speciale con cui sei impegnato, per cui faresti qualsiasi cosa e per cui ti sacrificheresti. L’esistenza dell’amore è il motivo, per te di esistere e quindi devi trovarlo e una volta individuato, ottenerlo e mantenerlo. Vogliamo devoti d’amore perché la tua devozione all’amore spesso ti acceca su così tante cose e di conseguenza fingendo di darti amore possiamo agganciare questo vostro tratto e questo ci concede di intrappolarti quanto mai facilmente.

Compassionevole – I nostri bersagli devono mostrare compassione. Questa compassione deve essere principalmente per noi per quanto siamo soddisfatti che venga esibita per altre persone e oggetti come gli animali al fine di individuarla. Se identifichiamo che qualcuno si cura più di animali e cose invece che persone però non consideriamo che questo soddisfi il nostro requisito. In stadio iniziale, se vediamo la prova di compassione verso gli animali generalmente (ma non sempre) ne segue che questa persona sarà compassionevole anche verso gli esseri umani.

Rispettabile – Cerchiamo gente rispettabile. Gente che abbia buone maniere, che sia educata e comprensiva. Persone che abbiano considerazione per gli altri, che aspettino il loro turno per parlare, permettendo agli altri di prendere una fetta di torta per primi, facendo beneficenza e comportandosi in maniera dignitosa. La rispettabilità è un tratto attraente perché ci dice che aderirai a certi standard e che ti aspetti anche che noi facciamo lo stesso. Questo è importante perché sappiamo che spesso è indicativo del fatto che quindi è improbabile che rinunci con noi quando le cose si fanno difficili.

Bussola Morale – Preferiamo una persona con una forte bussola morale, qualcuno che porterebbe il portafoglio dalla polizia con il contenuto intatto se lo trovasse per strada o che avvertirebbe il commesso se gli fosse stato dato troppo resto. Questa persona è monogama e fedele e crede che gli altri dovrebbero comportarsi nello stesso modo. Ancora, questo ci dice che è molto più probabile che tu resista una volta che inizierà la svalutazione e il nostro comportamento offenderà la tua bussola morale così si accompagnerà ad una reazione emotiva e quindi a carburante abbondante.

Premuroso – un individuo che si occupa sempre di qualcun altro. Che sia tramite il lavoro per provvedere a noi, mandare avanti la casa in maniera eccellente, prendersi cura di noi quando siamo malati e essere preoccupato per il nostro benessere, il tratto dell’amorevolezza è molto importante e deve essere evidente specialmente nella nostra fonte primaria. Non solo ci dirà che ti prenderai cura di noi ma ci segnala anche che quando inizieremo la svalutazione, vorrai aggiustarci e curarci e quindi continuerai a lottare, provando a fare la cosa giusta. Ci dice anche che possiamo aspettarci notevoli benefici residui da parte tua nei termini di te che ti prendi cura di noi, che ti conformi al nostro punto di vista e a come dovresti essere, sottomesso e obbediente.

H.G. TUDOR

Why The Narcissist Targets You

👤 QUESTA VOLTA FUNZIONERÀ

191020B This Time It Will Work.jpg

Quando per la prima volta entri nel mirino, quando appari tra quei bersagli e percepisco le tue qualità empatiche, la tua corrispondenza nei tratti che ti rendono così attraente per me, sono pieno di ottimismo. Ho parlato in molte occasioni del mio bisogno di estrarre carburante quotidianamente. Questo rituale richiede l’acquisizione di una persona che sarà la mia fonte primaria e poi tutta una serie di fonti secondarie e terziarie che sono composte da amici, familiari, estranei, colleghi e così via. È un compito incessante, ma per il quale sono stato costruito, per il quale sono stato progettato e per il quale mi applicherò sempre. Preferisco conservare le mie energie ed è per questo che vivo nella speranza che questa volta la persona che ho preso di mira sia quella che non mi deluderà. In questa occasione ho trovato la persona che sarà la mia fonte primaria così non dovrò mai impegnarmi nella svalutazione di questa persona perché ha fallito nel suo obbligo di fornirmi carburante. Molte persone possono considerarmi una persona pregiudizievole ed è vero che pre-giudico le persone, ma lo faccio sempre solo sulla base di prove adeguate. Cerco le caratteristiche necessarie nel modo in cui interagisci con gli altri, nelle cose che dici e in ciò che fai. Osservo attentamente prima di fare la mia mossa. Quando vedo proprio le cose che ho a cuore e richiedo allo scopo di raccogliere carburante, provo euforia. Vi è eccitazione e attesa. Soprattutto a causa del carburante che spero di raccogliere da te, quel delizioso e dorato carburante che mi supercarica, mi rinvigorisce e mi dà il potere di navigare attraverso la vita affascinante e attraente. Tuttavia, il mio entusiasmo non è tutto basato sulla previsione di assaggiare il tuo carburante. No, una parte significativa della mia attesa nasce dal fatto che potresti essere l’unico. Potresti essere quella persona che non mi delude. Potresti essere quella che finalmente mi fornisce un carburante così dolce che non dovrò mai andare altrove a cercare una risorsa primaria. Non posso rinunciare alle mie fonti supplementari poiché rappresentano una riserva e un’emergenza per quando non sono in grado di estrarre il mio carburante principale da te come fonte primaria. Questo non perché ti ho scartato o perché hai commesso quell’infido atto di sfuggirmi e di applicare il no contact. Niente affatto. La riserva è necessaria perché a causa di vari fattori non posso essere al tuo fianco ogni ora del giorno o in qualche modo in contatto con te fino a questo punto. Ciò implica che per quanto mi goda il tuo dolce, dolce carburante, sono costretto a ottenerlo altrove e lo prendo da quelle fonti supplementari. Sei comunque tu che cerco sempre per il carburante migliore. Sei tu che cerco perché tu mi fornisca la maggior parte del carburante e lo faccia con una regolarità rassicurante. Voglio questo carburante da una sola fonte primaria. Sembri pensare che io mi rallegri degli abusi che ho messo in atto quando ho svalutato la mia vittima fonte primaria, ma è così. Può sembrare che sia così, un effetto collaterale del potere che scorre attraverso di me mentre bevo avidamente quel carburante negativo, ma in realtà preferirei non dover mai seguire questa strada. Preferirei che tu continuassi a pompare quel carburante positivo a tal punto che per me rimane sempre soddisfacente. Voglio che tu sia quella persona che è sempre lì, affidabile, sicura e straordinaria nella produzione del tuo carburante. Ne trarresti beneficio anche tu. Non ci sarebbero terribili abusi quando avviene la svalutazione. Non ci sarebbe lo sconcertante scarto (almeno per te sconcertante – per me ha perfettamente senso) e infine non dovrei nemmeno prendermi la briga di applicare vari tipi di recupero per riportarti da me. Immagina di evitare tutto questo e di restare nel glorioso periodo d’oro della seduzione per tutto il tempo? So quanto lo ami. L’ho visto nei tuoi occhi, ti ho visto parlare di esso e ovviamente ho visto quanto tu abbia lottato a volte per recuperarlo. Tu adori e veneri il periodo d’oro e puoi averlo. Puoi averlo per tutto il tempo. Tutto quello che ti chiedo è di continuare a fornirmi quel carburante alla potenza e al livello che sono appropriati e richiesti. Non può essere troppo difficile per te, vero? Una volta lo facevi. Lo fornivi egregiamente, ma poi mi hai deluso non fornendomi la qualità a cui ero abituato. Hai diminuito la frequenza e sei diventato inaffidabile, in questo modo mi hai ferito e questo non poteva essere tollerato. Dovevi essere ferito a tua volta. Non c’era speranza di fare in altro modo. Immagina di riuscire ad evitare di portare tutto quell’orrore su di te continuando a fare ciò che è necessario. Tu continui a darmi il mio carburante alla dose prescritta e in cambio puoi rimanere per sempre nel periodo d’oro. Questo è ciò che spero anch’io e tu pensi che io sia egoista. Niente affatto. Vinceremo entrambi. Tu hai il periodo d’oro e io ho il prezioso carburante. Questo è ciò che spero ogni volta che si presenta un nuovo obiettivo e io comincio il mio lavoro di prendere in considerazione il passaggio alla seduzione di questo obiettivo. Sono pieno di speranza, sono pieno di ottimismo che questa volta, solo per una volta, continuerai a fare ciò di cui ho bisogno e non mi deluderai. Non importa quante volte è successo in passato. Non importa quante volte sono stato tradito e ferito dalla condotta sediziosa di coloro che hanno detto, così tante volte, che mi amavano e l’avrebbero fatto sempre, io ho sempre continuato a credere nel potere e nella capacità che il prossimo obiettivo potrebbe semplicemente essere quello giusto. Non sono una persona cattiva per aver creduto in quel modo, vero? Voglio solo trovare la persona giusta per me. Proprio come lo vuoi tu.

Tu vuoi trovare la persona che amerai per il resto della tua vita, io voglio trovare la persona il cui carburante amerò per il resto della mia vita. Di sicuro puoi capirlo e riconoscerne il valore? Di sicuro devi accettare che questo è un concetto nobile? Di sicuro capisci perché penso sempre che potresti essere tu la persona giusta. Questa volta.

H.G. TUDOR

This Time It Will Work

📰 L’OBIETTIVO SPOSATO

78588679_118468486290234_6112990668513083392_n.jpg

“Le suore e le donne sposate sono infelici allo stesso modo”, così diceva la regina Christina di Svezia.

Non ho (ancora) preso di mira una suora anche se affermerei prontamente di averlo fatto, dato che ad un tale impegno sarebbe sicuramente collegata una storiella divertente.
Per quanto riguarda le donne sposate la storia è differente.

La nostra tipologia spesso prende come bersaglio donne e uomini sposati con il proposito di sedurli, facendo coinvolgere loro in una relazione con noi e facendo sì che noi spezziamo quell’unione matrimoniale.

Perché prendiamo come obiettivi quelli che sono sposati? Dato che la nostra tipologia quando si tratta di seduzione generalmente preferisce sfondare una porta aperta e il fatto che ci piace preservare le energie, perché dovremmo voler prendere di mira un bersaglio che è già con qualcun altro? Non solo che stanno con qualcun altro ma sono sposati, uniti insieme da un rito e quindi questa coppia ha raggiunto l’ultimo stadio di devozione e di conseguenza deve essere considerata inespugnabile.

1. Senso che tutto ci è dovuto. Il mondo è nostro e questo include chi c’è all’interno. Noi vogliamo e quindi dovremmo ottenere.
2. Mancanza del riconoscimento dei limiti. Niente è off limits per noi. L’istituzione del matrimonio è qualcosa che rispettiamo per via della facciata ma dall’altra parte non significa nulla per noi (Il Narcisista e il Matrimonio).
3. Mancanza di responsabilità. Potremmo essere etichettati come rovina famiglie ma che ci importa? Non è colpa nostra perché la nostra prospettiva narcisistica automaticamente ci fa avanzare ragioni del perché non abbiamo fatto nulla di sbagliato – “Lui ovviamente non era felice altrimenti perché lo avrebbe fatto?”
4. Triangolazione. La nostra manipolazione preferita che ci permette il confronto, di creare drammi, mettere uno contro l’altro e naturalmente due canali di carburante.
5. Pensiero Magico. Questo include la triangolazione e la mancanza di responsabilità dato che consideriamo noi stessi come se stessimo facendo la cosa giusta. Noi siamo i Candidi Paladini che corrono a salvare la damigella in pericolo o un’Anima Angelica che si prende cura dell’uomo oppresso. Quindi spesso ci dipingeremo come dei soccorritori- almeno inizialmente.
6. Onnipotenza. Sedurre qualcuno che è single, che scegliamo e con cui naturalmente abbiamo successo, mostra quanto efficaci siamo. Rubare questa persona ad un partner, che il nostro potere è maggiore. Strapparlo da un matrimonio? Quanto dobbiamo essere abili per riuscirci?
7. Malizia. Il cornuto potrebbe essere qualcuno che ci ha mortalmente offeso e rubandogli qualcosa di così prezioso come il marito o la moglie, ci permette di recapitare una dolce vendetta a questo trasgressore.
8. Conferma di tratti empatici. Una persona empatica è chiaramente una devota dell’amore. Loro sono onesti e dignitosi perché credono a questa dichiarazione di impegno. Condividono l’istituzione del matrimonio cosa che indica una buona bussola morale. Saranno premurosi visto che hanno accettato di stare con un altro in questo ambito e ciò significa che condivideranno risorse, occupandosi di quella persona quando è triste o malata e così via.
9. Conferma di benefici residuali. È molto facile che questo individuo, essendo parte di una struttura domestica si impegnerà ad ottenere uno stipendio, nel fai-da-te, a cucinare, pulire, prendersi cura dell’altra persona e abilità simili che ci segnalano cose che sono prioritarie per la nostra tipologia perché queste cose sono benefici residuali che sono pronti ad essere trasmessi a noi. Ci potrebbero perfino essere proprietà e vantaggi finanziari da sequestrare dopo il divorzio.
10. Carburante. Attirando l’attenzione di questa affascinante creatura esotica chiusa in una gabbia dorata, lui o lei saranno grati, gioiosi ed estatici di essere stati liberati e naturalmente il recipiente di tutto questo carburante positivo saremo noi, i gloriosi salvatori. Gettati nel carburante negativo dei battuti disprezzati sposi e sarà una frenesia di energia.

Di conseguenza, il fatto che qualcuno è sposato ci segnala che ci saranno molti benefici e la nostra mente vede questo individuo come un obiettivo totalmente valido.

Comunque, non potrebbe dare anche preoccupazioni? Sono sicuro che molte domande si sono già formate nella tua mente mentre ti chiedi perché non dovremmo vedere una persona sposata come obiettivo valido. Queste potrebbero includere.

1. Perché scegliere qualcuno che sta già con un’altra persona? Non richiede molto più sforzo per adescarla?
2. Non può essere che il Narcisista Inferiore e Medio siano più facilmente scoraggiati dal mettersi a fare recuperi post fuga/scarto quando la loro Partner Fonte Primaria ufficiale ha un nuovo partner? Questo non si applica quando cerchiamo un obiettivo?
3. Non siamo preoccupati di rappresaglie da parte del coniuge, della famiglia e degli amici dell’Obiettivo Sposato?
4. Non siamo preoccupati del fatto che la nostra facciata venga danneggiata da questi comportamenti che la società generalmente disapprova?
5. Non siamo inquieti riguardo al fatto che se questa persona può essere rapita da un altro questo può significare che succederà lo stesso con noi ad un certo punto?
6. Se sono disposti a tradire il partner, saranno davvero degli empatici come vogliamo che siano?

Domande affascinanti. Affrontiamole in successione

1. Sì, richiederà più sforzo ma il nostro senso che tutto ci sia dovuto, l’incrollabile fede nel nostro genio e inoltre il premio che ci aspetta fanno sì che lo sforzo sia meritevole. Tieni a mente che mentre prendiamo come obiettivo questa persona di solito stiamo svalutando il nostro Partner Fonte Primaria e quindi c’è abbastanza carburante negativo da utilizzare per potenziare la seduzione del nostro nuovo bersaglio di conquista. Non abbiamo alcuna urgenza di assicurarcelo (la nostra Fonte Primaria non sembra stia per scappare e le condizioni per lo scarto non sono ancora state messe in pratica).
2. Questa considerazione è certamente applicabile nel Recupero Successivo ma qui si tratta di Seduzione e quindi le condizioni e il contesto sono totalmente differenti. La paura del rifiuto non è una minaccia.
3. No. La nostra fiducia nella nostra superiorità mette da parte una preoccupazione simile. L’Inferiore farà ricorso alla violenza fisica se necessario. Il Narcisista Medio userà questo ingiustificato (nella sua mente) attacco per provare che lui o lei meritano compassione e sostegno perché stanno facendo la cosa giusta provando a liberare il povero sposato dal “tiranno abusante”. Il Superiore ne uscirà con eleganza o minaccerà di ripercussioni molto peggiori se qualcuno cerca di fare il furbo.
4. Questo timore è comunque superato perché per qualunque (immeritata) critica potesse arrivarci per il fatto che stiamo interferendo in un matrimonio, noi ci convinciamo che è giustificato e per un “bene superiore”. Questa persona è infelice, annoiata, abusata e noi la stiamo tirando fuori da questo e se tu fossi un vero amico lo capiresti e mi aiuteresti! (possiamo anche manipolare fonti secondarie che disapprovano).
5. Ha Ha! Naturalmente no, perché mai dovrebbero lasciarci dopo tutto quello che abbiamo fatto per loro? Non essere stupido.
6. Questa è una domanda interessante e che meriterebbe un articolo su perché le persone empatiche tradiscono? Ai fini di questo articolo è sufficiente dire che, noi consideriamo il loro desiderio di tradire come un “male” necessario per uscire dalla situazione in cui sono verso un posto migliore con noi e questo è un comportamento temporaneo che non ha effetti sulla loro complessiva natura empatica.

Di conseguenza, con questi fattori motivanti in gioco e ogni potenziale timore non valido o facilmente affrontabile, noi cominciamo la nostra ricerca.

Perché pensiamo che questo obiettivo sposato soccomberà alla nostra seduzione? A parte la nostra fiducia nelle nostre qualità irresistibili, la nostra magnificenza e magnetismo ci sono una serie di ragioni del perché consideriamo probabile che queste persone cadano sotto il nostro incantesimo.

1. Gli obiettivi sposati che selezioniamo sono simili ai nostri obiettivi single. Cioè hanno gli opportuni tratti empatici, di classe e speciali. Ovvero hanno gli utili tratti empatici, di classe e speciali. Inoltre le persone che scegliamo sono suscettibili ad essere attirate dalla nostra categoria. Hanno una vulnerabilità intrinseca verso la nostra tipologia ed essere sposati non significa che sia svanita.
2. L’obiettivo sposato potrebbe già stare con uno della nostra tipologia. Quindi, anche se il Narcisista Inferiore e il Medio non lo riconoscono, istintivamente hanno riconosciuto una persona suscettibile anche a loro. E immancabilmente questa persona è stata o viene svalutata e quindi permette al narcisista di giocare il ruolo di salvatore. Si dà il caso che la nostra tipologia si rubi empatici a vicenda. Il Narcisista Superiore ovviamente riconoscerà uno della fratellanza e lo userà a suo vantaggio nel far sparire l’obiettivo empatico sposato.
3. L’obiettivo sposato potrebbe essere uno della nostra stessa categoria e il Narcisista Inferiore e Medio non si sono riconosciuti a vicenda. L’obiettivo sposato quindi è ovviamente assolutamente terreno di infedeltà e nonostante l’esito sarà la relativa conclusione di una collisione romantica tra narcisisti, il fatto che l’obiettivo sposato sia narcisista implica che il tradimento sta per accadere.
4. Noi vediamo quanto le vite delle persone diventano noiose e monotone. Non riconosciamo il legame profondo tra due persone perché di nostro siamo incapaci di attaccamento. Non diamo attenzione alla stabilità che qualche relazione acquista con il passare del tempo. Ciò che invece vediamo è qualcuno che deve essere annoiato dalla solita routine (naturalmente perché noi ci annoiamo facilmente e quindi giudichiamo gli altri allo stesso modo) ma il nostro pensiero magico implica che con noi non potranno annoiarsi. Anche se noi non possiamo applicare la carta dell’abuso, possiamo comunque vedere questa persona imprigionata in una routine, stufa, bisognosa di spazio e avventura e ovviamente in quanto turbini abbaglianti che siamo, arriviamo e offriamo tutto questo. Chi potrebbe resistere all’eccitazione di un tale meraviglioso assortimento di lustrini, oro e decori?
5. Le persone hanno sempre qualcosa per cui lamentarsi del partner. Non è più romantico, lei si sta lasciando andare, non facciamo più niente insieme, lei vuole solo guardare la televisione, lui non mostra interesse in ciò che faccio, lui vuole andare a pesca ogni weekend, russa e mi fa impazzire e così via.
Che siano significativi o banali, ci baseremo su questi fatti, li sveleremo e li useremo a nostro vantaggio. Aumenteremo la nostra attrattiva basandoci su questo (ad esempio ti chiederemo tutto riguardo al tuo interesse nella letteratura del 18 esimo secolo) e denigreremo i tratti poco attraenti del coniuge (io non andrei certo a pesca se avessi la possibilità di venire a teatro con te). Naturalmente questo fa solamente parte delle bugie e del rispecchiamento che facciamo.
6. Il nostro pensiero scisso dipingerà automaticamente il tuo coniuge come il cattivo della situazione. La sua preoccupazione riguardo a dove sei verrà dipinta come un tentativo di controllarti. Il suo atteggiamento amichevole con le altre donne è una prova della sua natura infedele. Le nostre tecniche insidiose nutriranno la zizzania e giocheranno con la tua mente. Agitiamo la carota d’oro in una mano e spruzziamo bugie tossiche sul tuo coniuge con l’altra, cercando costantemente di far pendere la bilancia a nostro favore.
7. Inventeremo prontamente delle storie su presunti misfatti del tuo coniuge e-o li creeremo. Una Luogotenente verrà mandata a flirtare con tuo marito e ti fornirà le tracce per mostrare il loro coinvolgimento (naturalmente rimuoviamo la parte dove tuo marito la manda a quel paese). Un altro Luogotenente verrà mandato a mettere nella borsetta di tua moglie delle pillole o dell’alcol perché tu li trovi, aumentando le nostre suggestioni che lei è egoista e che si sballa mentre tu sei a casa a guardare i figli. Perché stai attaccato a questo quando puoi lasciarla e stare con qualcuno che ti apprezza veramente?
8. Tutti hanno il loro prezzo. Quindi nessuno è immune ad essere manipolato fino al punto in cui viene sedotto da parte nostra. Sì, per alcuni ci vorrà più tempo di altri, ma combinando la suscettibilità del bersaglio, il fatto che sia in una relazione difficile, il fatto che potrebbero essere soli o annoiati, il fatto che siamo eccitanti e rinvigorenti, il fatto che manipoleremo il campo di battaglia in modo che sia sempre a nostro favore e avrai una situazione in cui è impossibile resisterci. Ci assicureremo il nostro obiettivo sposato. Alla fine, se c’è chi è immune ai nostri approcci, non li prendiamo come obiettivi dall’inizio.

Anche la dinamica dell’obiettivo sposato e del narcisista deve essere affrontata. Possiamo vedere l’anello sul dito di una persona in un locale e optare per renderla un Partner Intimo Fonte Terziaria dormendoci una notte prima che se la svigni dal coniuge. Non lo importuneremo mai più ma il carburante è stato ottenuto, il Carburante Mentale verrà ottenuto pensando che il marito o la moglie si chiedano dove sia e questo è la ratifica del nostro potere.

Più spesso l’obiettivo sposato diventa una Fonte Secondaria Non Intima. Ci intrufoliamo come amici meravigliosi, ma questa è solo una fase preparatoria mentre cerchiamo di portarli a letto e renderli Partner Intimo Fonte Secondaria. Potranno essere Amanti Segreti, un collega che incontriamo negli uffici vuoti al lavoro o qualcuno che fugge con la scusa di andare in palestra prima di incontrarci nel retro della nostra auto in un parcheggio buio.
Possiamo anche non avere un bisogno urgente di renderli Partner Intimo Fonte Primaria e quindi ci accontentiamo di usare questa persona come Partner Intimo Secondario Saltuario, organizzando una notte fuori insieme mentre lui o lei fingono di essere in un viaggio di lavoro o chiamano al lavoro dicendo di essere malati perché possiamo passare un pomeriggio insieme. Possiamo portarti nel nostro mondo, lasciarti incontrare la nostra famiglia e amici, vedendoti ad intermittenza, soddisfatti di mostrarti allettante mondo e poi metterti in panchina, lasciandoti pieno di desiderio di avere di più, struggendoti per noi durante il weekend quando dovresti stare con la tua famiglia e noi siamo impegnati con il nostro Partner Fonte Primaria o un differente Partner Fonte Secondaria.

Possiamo aver trovato una miniera d’oro e realizzare che potresti essere la nostra Fonte Primaria e in quanto Candidata Fonte Secondaria denigreremo il tuo coniuge, convincendoti e dispiegando tutte le nostre illusioni luccicanti per mostrarti che devi lasciarlo, essere libero ed essere te stesso ma con noi. Persuaderemo, lusingheremo e sedurremo, mostrandoti il frutto proibito e la liberazione che ti aspetta nella nostra presunta benevolente mano soccorritrice. Più calunniamo il tuo innocente coniuge e ti ricopriamo di love bombing e più la tua resistenza si eroderà. Il tuo pensiero emozionale sottometterà la tua fredda, forte razionalità e verrai trascinato via dalla situazione e il tuo pensiero emozionale ti raggira mentre ti sussurra

“Sei stata una moglie e una madre per vent’anni, senza mai lamentarti, è il momento di iniziare a vivere”

“Ormai lei non è più interessata al sesso e tu hai dei bisogni, qui c’è qualcuno che può farti sentire di nuovo vivo.”

“Lei ti dà per scontato. Qui c’è qualcuno che ti apprezza.”

“Sì lui ne resterà ferito se lo lasci ma gli passerà. Tu meriti di essere felice no?”

Oh le scuse verranno riversate e naturalmente noi non ti dissuaderemo dal pensarla in questo modo. Diremo e faremo tutto ciò che è necessario per ottenere ciò che vogliamo. Sedurti e dipingere il tuo coniuge come cattivo, orribile ed egoista.

La verità è che tutte le persone sono obiettivi. Gli Obiettivi Sposati spesso sono addirittura i migliori.

H.G. TUDOR

The Married Target

📑 ASSORBIRE

78051298_118471342956615_8687241044640661504_n.jpgQuando ti seduciamo, vogliamo assorbirti. Vogliamo renderti parte di noi. Questo perché ti vediamo come un’estensione di noi stessi ma è anche perché vogliamo assicurarci che tu sia isolato e tagliato fuori da potenziali minacce al nostro grande disegno per te. È anche perché vogliamo che ti esponga solamente a quelli che incrementeranno e amplificheranno il nostro fascino, il nostro magnetismo e la nostra attrazione. Questo significa che abbiamo bisogno di esporti ed integrarti all’interno delle nostre reti sociali. Di conseguenza, laddove fossimo quella tipologia di narcisista che ha un circolo sociale e connessioni familiari significative, verrai spinto al centro di essi molto velocemente quando la seduzione ha inizio. È simile a impossessarsi di te, appenderti sopra una vasca di liquido che rappresenta tutti i nostri sostenitori, ammiratori e adoratori e inzupparti direttamente all’interno per essere sicuri che tu sia completamente coperto, del tutto inglobato e totalmente ricoperto. Verrai fatto sfilare intorno a queste varie nostre fonti al fine di estrarre carburante dalla loro ammirazione per la nostra ultima conquista. La nostra diffamazione del tuo predecessore implicherà che questa persona venga raramente menzionata e se lo sono sarà in termini che sono denigratori riguardo a loro ed elogiativi riguardo a noi. Questo è come la nostra congrega e i nostri luogotenenti sono stati condizionati a rispondere allo scopo di mantenere la nostra apparenza gloriosa. Attingeremo carburante da tutte le loro osservazioni elogianti e inoltre saremo in grado di ottenere carburante dalla tua reazione deliziata nell’essere presentati come una così meravigliosa e perfetta persona. Equivale ad un festival del carburante per noi. Questa integrazione con quelli che ci venerano e promuovono i nostri piani è un momento cruciale di come ti incorporiamo nel nostro mondo. Vieni fatto sentire speciale e voluto, apprezzato e coinvolto mentre ti ritrovi invitato a cene di famiglia, battesimi, matrimoni, nottate fuori con i nostri amici, bevute con altri amici, un caffè pomeridiano e così via. Così tanti modi di collegarti al nostro mondo usando i membri del tutto compiacenti della nostra facciata. Questo assorbimento ti convince che siamo quelli giusti. Chi con un po’ di cervello andrebbe contro una tale convinzione di così tanta gente? Nessuno ovviamente e questo è il modo in cui la nostra magia viene intessuta. Ti senti così fortunato. Non solo hai incontrato il partner dei tuoi sogni ma la nostra famiglia è così ospitale e amichevole, e i nostri amici sono piacevoli. Nessuno dice una cattiva parola su di noi. A poco a poco realizzi che è molto simile ad un programma televisivo con attori che fanno la parte della famiglia e degli amici e che i posti meravigliosi e gli eventi che abbiamo tenuto per te erano solo scenari che erano stati creati per dare un’apparenza di realtà. Se fossi stato capace di guardare dietro le quinte allora avresti visto un cartone ad una dimensione ritagliato, del nastro adesivo di carta e vernice spray. Non lo avresti notato però. Non ti concediamo il tempo sufficiente di vedere tutto. Vieni trascinato da una cosa all’altra, ricoperto di complimenti, fatto piroettare, girato e non ti viene data alcuna possibilità di considerare, riflettere o esaminare. Tutto si muove, splende, scintilla al fine di distrarti. Oh quei clacson sono a tutto volume ma non li puoi ascoltare per via del miele che viene riversato nella tua bocca. Le bandiere rosse sventolano ma ci sono così tanti brillantini che stiamo gettando, così tanta polvere fatata sospesa in aria che sei incapace di vedere quei segnali d’avvertimento scarlatti.

Vogliamo attrarti dentro di noi assicurandoci che tu sia completamente immerso nella nostra rete di supporto e d’obbligo. Questo significa anche che se sembri avere un qualche tipo di timore, forse un lieve sospetto che qualcosa non vada bene e chiedi a qualcuna delle molte persone che ti ho presentato, riceverai come risposta una versione ufficiale per placare la tua preoccupazione. Questo assorbimento nel nostro mondo, nella nostra banda di allegri sostenitori non ti da alcuna chance di resistere. Laddove in passato forse hai trovato una suocera distante o un fratello ostile, amici gelosi che ora uno dei propri amici abbia una nuova distrazione e così via, tutti questi problemi potenziali con noi non esistono. Questo perché i pochi che potrebbero conoscere chi siamo, quella manciata che potrebbe identificare che c’è qualcosa che non va in noi perfino se forse non sanno esattamente cosa siamo, saranno stati messi in disparte. Non gli è concesso di segnalare che quel meraviglioso mondo che abbiamo creato è fumo e specchi. La loro voce di dissenso è stata silenziata, le dita che indicano tagliate e loro sono stati raggruppati lontano. Se mai chiedi di loro ignoreremo la domanda o avanzeremo una motivazione totalmente plausibile per cui non abbiamo più nulla a che fare con nostro fratello. Come ormai riconoscerai, sarà stata tutta colpa sua.

Sei stato inglobato non solo nella nostra identità dato che ti abbiamo inghiottito per formare parte di noi, un dispositivo funzionante e affidabile che sforna carburante a nostro favore, ma sei anche intessuto in quell’arazzo che è la nostra illusione. Ogni presentazione, ogni festa, ogni saluto, ogni piacevole pomeriggio passato a conoscere membri della nostra congrega non sono che un ulteriore colpo d’ago mentre passiamo il filo sopra di te e ti avvolgiamo all’interno della nostra illusione. Il filo diventa sempre più fitto finché non diventi totalmente parte di esso. Naturalmente, se alla fine dovessi realizzare di essere stato intessuto in un falso, il filo sarà così stretto attorno a te, così pieno e così coprente che la fuga è quasi impossibile senza l’assistenza di qualcun altro che sia capace di liberarti.

H.G. TUDOR

Absorb