📰 ENTRARE NELLA SFERA D’INFLUENZA

191017D Entering the Sphere of Influence.jpg

Poche persone non hanno familiarità con il franchise di Star Wars. Nel primo film, A New Hope, Han Solo, Obi-Wan Kenobi, Luke Skywalker e Chewbacca sono emersi dall’iperspazio nel Millennium Falcon solo per trovare un caccia TIE e in lontananza un pianeta che avevano sperato di raggiungere. Invece, mentre un perplesso Han Solo cerca di capire cosa sta succedendo, il caccia TIE (Twin Ion Engine a due motori ionici) viene visto correre verso una piccola luna che Luke ha identificato. Mentre si comincia a scorgere la sfera, Obi-Wan afferma con un calmo terrore,

“Non è una luna.”

In effetti non lo è. È in realtà una stazione spaziale e più precisamente una macchina della distruzione di massa che è la Morte Nera. Una volta che la rilevazione è apparsa sul Quartet assieme alla spaventosa conseguenza di essere vicino a un’arma così potente, essi cercano di scappare ma è troppo tardi. Il Millennium Falcon è stato catturato nel raggio traente della Morte Nera e loro vengono trascinati lentamente verso la Morte Nera che li attende.

Noi siamo quella Morte Nera. Scivoliamo, sembrando dapprima qualcosa di benigno o per lo meno neutrale, col nostro vero scopo mascherato per coloro che cerchiamo di attirare nella nostra sfera di influenza. Il nostro raggio traente è potente, incessante e quasi impossibile da resistervi mentre si attacca alle nostre vittime e con la nostra leggendaria abilità seducente le trascina nel nostro mondo. Come un coniglio abbagliato dai fari, non puoi scappare mentre ti attiriamo sempre più vicino a noi. Quando capisci cosa è successo e che in realtà non siamo “una luna” è troppo tardi, sei stato catturato e la fuga è estremamente difficile. Il nostro vero scopo è nascosto e se mai ti rendessi conto che è una “Morte Nera” quella verso cui stai navigando, troverai molto difficile sfuggire alla presa di ferro che abbiamo su di te.

Ci sono quelli che, con l’intervento di altre persone e la messa in atto delle conoscenze acquisite, riescono a liberarsi dalla presa del raggio traente. Raramente è una cosa immediata. La fuga che potrebbe verificarsi di solito avviene solo dopo un lungo periodo di tempo in cui sei sottoposto ai nostri laser brucianti di dolore e ai nostri siluri fotonici di sofferenza. Se riesci a scappare, sai ormai che devi stare lontano e tenerti lontano. Noi continueremo ad andare avanti, come quella Morte Nera che attraversa lo spazio mentre prendiamo nuove vittime lungo il nostro percorso e le trasciniamo verso di noi. Occasionalmente cambieremo il nostro percorso e torneremo verso di te ancora una volta. Tu resti in un posto a tuo rischio e pericolo mentre no ci avviciniamo a te e ancora una volta cerchiamo di risucchiarti con il nostro potente raggio traente. Possiamo impostare una rotta che ci conduce a nuovi pascoli dove ci occupiamo di nuove e fresche vittime che ci forniscono un carburante delizioso ed eccitante. Questo ci terrà occupati ma non dimenticheremo mai di te. Allo stesso modo, tu non ti dimenticherai mai di noi a causa di ciò che ti abbiamo fatto e del modo in cui ti abbiamo condizionato. Questo condizionamento genera in te un senso di curiosità. Hai bisogno di sapere cosa stiamo facendo, vuoi sapere con chi stiamo interagendo ora e quindi decidi di sorvolare sulla nostra Morte Nera, solo per una visione distante della struttura che ti ha quasi distrutto. Ti senti al sicuro guardando da una certa distanza mentre voli ravvicinato ma sei avvisato. Vola troppo vicino e il raggio traente ti catturerà di nuovo. Se ci dai l’opportunità di recuperarti di nuovo, la coglieremo. Compari sui nostri sensori e noi aumenteremo la potenza del raggio traente nel tentativo di catturarti ancora una volta. Possono essere passati anni da quando c’è stata un’ interazione tra di noi, ma se voli troppo vicino alla nostra Morte Nera, allora verrai risucchiato dentro di essa e sottoposto nuovamente alle nostre macchinazioni.

Quando provi per la prima volta a scappare, noi applichiamo il raggio traente per tenerti dove vogliamo, ma se sei determinato e riesci ad andartene, stabiliremo una rotta per nuovi orizzonti e nuovo carburante. In un secondo momento potremmo decidere di modificare nuovamente la nostra traiettoria e tornare al tuo sistema solare nella speranza di afferrarti ancora una volta. Se dovessi vederci arrivare devi saltare nella tua astronave e volare velocemente da qualche altra parte. Se desideri scherzare con il pericolo, sentiti libero di seguirci nella nuova galassia in cui stiamo distruggendo nuovi pianeti, ma se vieni troppo vicino, noi ti individueremo e applicheremo ancora una volta quel raggio traente. Il passare del tempo non ha importanza. Potrebbero essere passati solo pochi mesi da quando hai fatto la tua fuga o potrebbe essere un decennio, in entrambi i casi, se ti avvicini alla nostra sfera d’influenza il nostro raggio traente ti afferrerà e ti trascinerà di nuovo verso di noi. Sarai sempre oggetto d’interesse per noi, potrebbe essere tra una settimana, un anno o dieci anni ma se c’è un margine di opportunità per impossessarci di nuovo di te, la prenderemo volentieri perché il carburante da guadagnare è squisito.

Quindi, se riesci a sfuggire alla nostra presa, vola dall’altra parte della galassia lontano da noi e mantieni la distanza, altrimenti il nostro raggio traente ti attirerà di nuovo. Questa è l’unica speranza che hai per rimanere libero dalla nostra presa. A meno che tu non riesca in qualche modo a sparare il missile nel condotto di scarico, ma entrambi sappiamo che non sarai mai in grado di gestirlo, giusto?

H.G. TUDOR

Entering the Sphere of Influence

📰 QUALCOSA CHE SUONA VERO

191017C Something That Rings True.jpg

Un sistema che ci consente di avere successo con le nostre manipolazioni è la capacità di fare o dire qualcosa che suona vero. Prendiamo ad esempio quando iniziamo la nostra seduzione e ti diciamo che siamo innamorati di te da diversi anni, ma non ci siamo mai stati capaci di dirtelo fino ad ora. Cosa succede quando viene detto qualcosa di simile?

1. Sei sbalordito che qualcuno ti dica questo di punto in bianco;
2. È comunque una bella sensazione perché sentirsi dire che qualcuno ti ama, fa presa sul desiderio di una persona di essere amata e specialmente con un individuo empatico che è un devoto d’amore;
3. Il concetto di qualcuno che ti ama in silenzio e da lontano si accorda anche con un’idea di romanticismo;
4. È una sorpresa, ma una di quelle piacevoli, eccitanti che ha catturato il tuo interesse.

Alcune persone potrebbero essere abbastanza sbalordite per queste cose. Il loro desiderio di essere amate, e probabilmente il bisogno di essere amate, derivanti dal danno che hanno subito ad un certo punto, le porta ad accogliere questo annuncio di amore con entusiasmo e più che altro, ad innamorarsi rapidamente di chi ha fatto l’annuncio.

Alcune persone possono essere deliziate da questa dichiarazione improvvisa, ma si chiedono come possa essere così. Non chiedono alla persona come è successo, non desiderano essere scortesi o non vogliono correre il rischio di perdere questo nuovo amore. No, invece considerano come è potuto arrivare ad essere così.

“Beh, ci conosciamo da quando eravamo a scuola.”

“I suoi genitori e i miei genitori sono sempre stati buoni amici e si sono sempre tenuti in contatto”.

“Lavoriamo nello stesso ufficio. Va bene, non parliamo spesso, ma mi vede sempre ogni giorno dall’altra parte del piano.”

“Siamo membri dello stesso club da anni, quindi ha un senso.”

La vittima si convince perché c’è qualcosa che suona vero. Se tu e il narcisista vi conoscete da molto tempo, avete contatti in comune, frequentate gli stessi posti, è del tutto concepibile, vero, che questa persona possa anche essere stata innamorata di te da lontano per anni? La fede nell’amore, il piacere acquisito perché è stato detto questo, la connotazione romantica che nasce da queste circostanze e infine il fatto che ci sia qualcosa che suona vero, tutto si combina nella mente della vittima e si innamora per la dichiarazione.

Anche nel raro caso in cui la vittima possa solo mettere in discussione la buona fede di questa dichiarazione d’amore, noi siamo in grado di affrontarlo. Come? Usando di nuovo qualcosa che suona vero.

Prendi ad esempio: –

“Ma ci siamo a malapena parlati per tutto il tempo, come puoi amarmi in questo caso?”

“Non ho bisogno di parlare con te per sapere cosa provo. Ho visto il tuo modo di essere con la gente, gentile, premuroso, il modo in cui fai sentire le persone a proprio agio, il modo in cui fai ridere le persone, quanto sei bravo nel tuo lavoro. Queste sono tutte le qualità che mi hanno fatto innamorare di te e altro ancora.”

Altri complimenti che fanno presa sull’ascoltatore. È anche probabile che il narcisista abbia osservato la sua vittima, parlato con gli amici o i colleghi della vittima e setacciato il suo profilo sui social media per scegliere ulteriori informazioni che, quando messe assieme, si aggiungono alla veridicità del caso che una persona si sia innamorata della vittima.

“Ma ti conosco a malapena, condividiamo solo lo stesso condominio.”

“Forse, ma ti vedo passare ogni giorno e potresti non avermi notato, ma io ti ho notato.”

Di nuovo, è del tutto concepibile.

“Anni dici, perché non hai detto nulla prima?”

“Perché volevo essere sicuro di ciò che sentivo. Non volevo precipitare le cose e credo sempre che se una cosa è giusta, dovrà accadere”.

Di nuovo, c’è una credibilità a ciò che viene detto.

Contiamo sul suggerimento che qualcosa è vero, il fatto che sia credibile, il desiderio della vittima di credere nell’amore, di volere una storia d’amore, di avere qualcosa di meraviglioso che allevia il dolore delle passate sofferenze e che combinato insieme rende la magia non solo possibile ma probabile. Se c’è qualcuno che ti presta attenzione, qualcuno che dichiara di amarti, la maggior parte degli individui empatici vogliono crederci e non vogliono correre il rischio che venga sviato interrogando la persona su ciò che realmente intende. La vittima convince se stessa che ciò che è stato detto è sincero, perché ha qualcosa di verità, oppure se fa domande questo ci fornisce proprio un’ulteriore opportunità di aggiungere altre parole su di lei che hanno qualcosa di verità.

Una volta che ti rendi conto che questa è una manipolazione che la nostra specie mette in atto, la vedrai accadere con frequenza allarmante oppure ti guarderai indietro e ti renderai conto di quanto spesso è stata usata per ingannarti e imbrogliarti, allo scopo di farti credere che ciò che abbiamo detto e fatto era autentico. Tutto per il suggerimento che c’è qualcosa che ha l’anello della verità.

“Mi dispiace, ho detto quello che ho fatto, sono stato molto sotto pressione.”

(Ha lavorato duramente di recente, mi ha detto e me l’hanno detto anche i suoi colleghi)

“Non voglio fare alcun errore questa volta, per favore dammi una possibilità di renderti felice.”

(Lei ha detto di aver rovinato le sue precedenti relazioni. Suppongo che abbia imparato da quello.)

“Ho finalmente capito di cosa ho bisogno e cosa devo dare. Mi ci è voluto un po’ di tempo, ma finalmente con te, so che andrà bene.”

(Mi ha parlato delle altre relazioni che ha avuto che non hanno funzionato).

“Ti renderò i soldi quando riceverò il mio bonus.”

(Mi ha mostrato il suo contratto che confermava che aveva diritto a un bonus un paio di settimane fa.)

“Non ti farò del male, a me è stato fatto del male e non potrei farlo a nessun altro”.

(La sua famiglia mi ha detto che è stato ferito in precedenza.)

“È un viaggio di lavoro dell’ultimo minuto, sono cose che capitano. Sono solo pochi giorni. Tornerò prima che tu lo sappia.”

(Ha menzionato viaggi di lavoro in passato ed è un posto impegnativo quello in cui lavora.)

“Mi dispiace che tu non abbia potuto rintracciarmi, a volte ho solo bisogno di spazio per risolvere le cose, sai come a volte sono capace di chiudermi in me stesso.”

(Sì, a volte è tranquillo.)

“No, lei è solo un’amica, non hai nulla di cui preoccuparti.”

(Ha parlato di lei come un’amica di scuola in precedenza.)

Che sia sedurti, farti fare qualcosa per noi, giustificare le tue preoccupazioni, deviare la colpa, rifiutare di far qualcosa o un centinaio di altre manipolazioni, abbiamo un’istintiva capacità di indurti ad accettare ciò che diciamo e facciamo, a crederci o a non dubitare più di noi per questa capacità di aggiungere qualcosa che suona vero. È solo dopo l’evento che arrivi a capire e comprendi che non c’è mai stata verità. La deduzione, l’insinuazione o il suggerimento erano fondati su bugie.

Come è allora che a quelle che sono bugie viene in qualche modo dato quell’anello di verità?

La risposta a questa domanda è che esiste anche un altro ingrediente essenziale che ci consente di mettere in atto questa manipolazione. Ciò che diciamo, non importa quanto plausibile, convincente, persuasivo, quanto sincero possa sembrare, ha bisogno di un’altra cosa per farlo funzionare. Ha bisogno di qualcos’altro nell’equazione per trasformare la menzogna in una verità apparente e sostenibile.

Qualcosa che è particolarmente ricettivo a questa tattica. Qualcosa che è aperto alla sua applicazione. Qualcosa che gli permette di essere così efficace.

Tu.

H.G. TUDOR

Something That Rings True

💳 I VANTAGGI DI TENERE LA BOCCA CHIUSA

The Virtues of Keeping Your Mouth Shut

Uno degli strumenti più efficaci che puoi mettere in atto contro il narcisista è capire i vantaggi di tenere la bocca chiusa.

Questo Bollettino Logico vi fornisce una spiegazione esauriente del perché l’adozione di questi vantaggi è molto conveniente per te.

Il Bollettino Logico comprende

• Perché le vittime empatiche non riescono normalmente a tacere
• Cosa fa sì che le vittime empatiche aprano bocca
• Una serie di metodi con cui dovrebbe essere adottato il silenzio
• L’impatto di tenere la bocca chiusa sul narcisista
• L’impatto dell’adozione di tale vantaggio sul tuo regime di No Contact
• Gli effetti positivi per te adottando tale vantaggio
• Gli effetti negativi che sorgono se non si utilizzano tali vantaggi
• La relazione tra tali vantaggi e il narcisista che ti diffama
• La relazione tra tali vantaggi e il tuo sfruttarli con successo contro il narcisista
• Quali sono i vantaggi, come riconoscerli e dove dovresti impiegarli

Queste impagabili informazioni faranno parte del tuo allestimento di armi per sfuggire e sconfiggere il narcisista.

HG TUDOR

 

Il Vantaggio di Tenere La Bocca Chiusa

Servizio di Traduzione subordinato all’acquisto di altro prodotto

€15,00

 

 

📰 SEPOLTO VIVO

191101B Buried Alive.jpg

Uno dei nostri obiettivi quando ti intrappoliamo è far sì che il tuo corrispondente si senta come se venisse sepolto vivo. Questo ti tiene nelle nostre mani e sotto il nostro controllo. Per alcune persone, il pensiero di essere sepolte vive causa un considerevole terrore. Il concetto di essere legato e lasciato cadere in un buco preparato nel terreno, sdraiato contro la terra fredda e umida, mentre la prima palata di terra si abbatte su di te, e lo sporco ti ricopre il viso mentre sbatti le palpebre cercando disperatamente di evitare che ti vada negli occhi. Arriva una seconda palata, questa volta più compatta e colpisce il busto con l’equivalente di un pugno moderato alle costole. Gridi ma il tuo sconosciuto assalitore non risponde più mentre ulteriore terra cade su di te. Scalci e ti dimeni ma presto la terra comincia ad accumularsi intorno a te, i tuoi movimenti sono limitati e stai cercando di tornare su in modo da tenere la testa più in alto possibile, proprio come potresti fare durante la tua svalutazione, cercando disperatamente di mantenere una certa dignità. Continui a urlare e gridare e inizi a chiederti se stai emettendo qualche suono perché non c’è risposta. Le tue gambe ora sono coperte e non sei in grado di spostarle, dato che il peso della terra su di esse le immobilizza. Qualcun altro ora ha preso il controllo di quanto ti puoi muovere e ha stabilito che non ci deve essere movimento, almeno dalla vita in giù. Tuttavia quel movimento costante e ritmico può essere percepito sopra di te mentre la terra continua a cadere, una compatta cortina di terra che sta creando la tua tomba. La terra che ti invade si è spostata sul tuo petto e tu guardi verso il basso, le braccia legate davanti a te mentre le sollevi su e giù rompendo lo strato di terra ancora per un po’.

Continui così mentre sempre più terra ti cade addosso facendo ora sembrare che il terreno ti stia inghiottendo. Quante volte avevi desiderato che ciò accadesse quando eri sul punto di ricevere una delle nostre brutali invettive? Cerchi di muovere le braccia ma il peso è troppo grande e ora il terrore si è impadronito della tua voce facendo sì che quelle che una volta erano sentite urla e grida penetranti vengano sostituite da una strano verso gracchiante strozzato mentre le grida di aiuto si confondono nella tua gola, proprio come farà molto presto la terra. Le tue suppliche di essere risparmiata, la tua richiesta di clemenza e il tuo implorare pietà misericordiosa sono passate inosservate mentre la terra continua ad aumentare e tu sposti la testa da un lato all’altro, cercando di respingere l’invasione. Tutto il tuo corpo, tranne la testa, ora è paralizzato, intrappolato dal carico significativo di terra che ti è stato lasciato cadere addosso. Puoi sentire i polmoni che vengono schiacciati mentre il tuo respiro diventa più difficile. Desideri morire. Un colpo di pistola alla testa, rapido e istantaneo. Sarebbe meglio di questa discesa persistente, lenta e schiacciante verso il soffocamento. I suoni improvvisamente si attenuano e ti rendi conto che la terra ha iniziato a coprirti le orecchie. Giri ancora la testa ma lo spazio per il movimento è diventato ancora più ridotto. Adesso i tuoi occhi sono chiusi, altrimenti sarebbero pieni di polvere e granelli di terra. Sputi e soffi via la terra che si posa sulla tua bocca mentre solo una porzione ovale della tua faccia emerge dalla superficie del suolo. Il tuo terrore e panico è all’apice e poi vi è una cessazione dell’assalto. Non senti più nulla che ti cade addosso. C’è una scintilla di speranza. È così? Sei stato risparmiato all’ultimo momento? Sei forse stato salvato, il tuo tormentatore ora bloccato a terra dall’arrivo tempestivo delle forze dell’ordine? Sarà solo una questione di minuti prima che la pala scavi cautamente attorno a te per liberarti? Sbatti furiosamente gli occhi e li apri sperando di vedere il bagliore di una torcia.

La tua vista diventa più nitida e vedi la sagoma di qualcuno che si sporge oltre il bordo del pozzo, con la pala in mano, che ti guarda come se ti stesse scrutando per l’ultima volta. Non riesci a distinguere i suoi connotati contro il cielo che si oscura dietro di lui mentre sta in piedi e poi ricomincia la pioggia di terra. Riesci a raccogliere un ultimo grido di protesta provocatoria mentre il terreno comincia ad ammucchiarsi sul tuo viso, coprendo gli occhi, bloccando il naso e chiudendo la bocca mentre mille pensieri balenano nella tua mente, mescolandosi al terrore mentre ti chiedi tra quanto tempo te ne andrai?

Un tale pensiero di essere sepolto vivo da un ignoto aggressore o di svegliarti in una bara essendo erroneamente creduto morto e quindi sepolto vivo, le mani che raschiano il legno liscio, urla e grida inaudite attraverso il coperchio della bara e la terra ammucchiata sopra, causa notevole ansietà a molte persone. Una simile esperienza immaginata è simile al modo in cui noi trattiamo le nostre vittime. Le controlliamo e limitiamo, in modo costante ed efficace, attraverso la tecnica sempre usata del salame a fette, mentre poco a poco riduciamo il loro movimento, proprio come se stessimo ammucchiando terra su di esse. Creiamo quel senso di panico crescente perché resta un po’ di movimento ma non è sufficiente per sfuggire alla minaccia incombente. Attraverso le nostre manipolazioni ti manteniamo radicato sul posto con nessun altro luogo dove fuggire, nessun posto dove rivolgerti, proprio come se ti trovassi impotente nel fondo di un pozzo.

L’accumulo costante e ripetuto delle nostre manipolazioni ti fa sentire come se venissi lentamente soffocato. Non puoi parlare senza approvazione o rimprovero, i tuoi pensieri non li senti più tuoi come se ti venisse lasciata una seconda scelta, ciò che vogliamo per cercare di evitare un’ulteriore conseguenza. Chiudi gli occhi sperando che tutto finisca e poi il tuo cuore affonda come non funzionasse. Ogni giorno senti l’aria che viene aspirata dal tuo corpo, la tua forza che se ne sta andando, la volontà di reagire che viene meno e ti viene rubata. Le pareti sembrano chiudersi su di te, l’aria diventa stantia e sporca da te che vieni tenuto chiuso in casa per così lunghi periodi di tempo, col divieto di vedere altre persone e di lasciare la nostra sfera di influenza. Invadiamo i tuoi spazi, leggendo i tuoi messaggi, le tue e-mail e la tua posta. Non hai nessun posto dove andare per sfuggire alla nostra incessante e costante presenza. Siamo come un peso sul petto, intorno al collo e sul cuore. La tua identità è costantemente spremuta da te mentre imprimiamo i nostri pensieri, bisogni, desideri e richieste su di te. Ogni giorno la pressione aumenta, proprio come il peso della terra che si accumula sul tuo petto. Tu supplichi e implori il sollievo da questa incessante pressione, ma proprio come il taciturno e insensibile detentore della pala, non hai nemmeno tregua da noi. Il panico si alza e l’ansia ruba il respiro dai tuoi polmoni, costringendoti ad ansimare mentre l’attacco di panico ti cattura nella sua presa. Stai soffocando. Non puoi respirare. Siamo tutti intorno a te, che premiamo su di te, che ti teniamo, ti stanchiamo, ci appoggiamo a te, invadendo il tuo spazio e togliendo il respiro dal tuo corpo. Stare con noi è come essere sepolto vivo.

H.G. TUDOR

Buried Alive

💳 CAPIRE L’EMPATIA EMOTIVA: LA DIFFERENZA TRA EMPATICO, NORMALE E NARCISISTA

 

BLOG-HEART

 

Cos’è l’empatia emotiva e chi ce l’ha? Qual è il suo ruolo nell’ambito di empatici, persone normali e narcisisti?

Per assicurarti di capire cosa ti è successo in relazione al tuo coinvolgimento con il narcisista E per permetterti di difenderti da futuri coinvolgimenti e ferite, questo Pacchetto Assistenza ti fornirà una vasta gamma di informazioni che includono: –

• Comprendere l’Empatia Emotiva e di cosa si tratta
• Comprendere come funziona l’Empatia Emotiva nell’ambito di empatici, normali e narcisisti
• Cosa fa l’Empatia Emotiva?
• Come gli empatici e le persone normali possono essere dannosi e perché?
• Come riconoscere l’Empatia Emotiva
• La relazione tra Empatia Emotiva ed Empatia Cognitiva
• Diversi scenari dettagliati che ti dimostrano in termini chiari e comprensibili le interazioni tra empatici, normali e narcisisti in relazione al conflitto e alla sua risoluzione
• Diversi scenari dettagliati per aiutarti a capire la differenza di reazione tra coloro che sono coinvolti in un conflitto
• Diversi scenari dettagliati che dimostrano la risposta di empatici, normali e narcisisti in modo da farti capire come avvengono le manipolazioni istintive
• Diversi scenari dettagliati che mostrano come la Ferita e il Carburante di Sfida alimentano il concetto di Empatia Emotiva ed Empatia Cognitiva

Questo Pacchetto Assistenza migliorerà la tua comprensione di una componente chiave del comportamento umano e, soprattutto, farà sì che tu riconosca come si comporta un narcisista nel contesto dell’empatia emotiva in modo da poterti difendere.

HG TUDOR

Capire l’Empatia

Servizio di Traduzione Subordinato all’acquisto di altri servizi

€25,00

 

 

 

👤 IL PIÙ ALTO TRA I PAPAVERI

78303408_118059956331087_1959828194601205760_n.jpg

Mi capita spesso di essere oggetto dei comportamenti gelosi degli altri come conseguenza del loro risentimento crescente per la mia magnificenza. Non importa quanto solidale e affascinante possa essere, ci sarà sempre qualcuno che soffre della politica dell’invidia. Se capissi cosa è la solidarietà credo che ne avrei un po’ per queste persone. Deve essere orrendo non ottenere nessun obiettivo degno di nota ed essere invischiati nella mediocrità. Fortunatamente, non tutti coloro che non sono benedetti dai talenti miei e della mia tipologia sono soggetti a questo comportamento. Se fosse questo il caso allora dovremmo fronteggiare l’anarchia. Molti di loro realizzano che il loro stato è di livello Epsilon semi-idiota per seguire la descrizione de “Il Mondo Nuovo” di Huxley e si accontentano di riempire un tale ruolo.

Ci sarebbe molto da dire sulla capacità di stare al proprio posto. Pochi sono quelli destinati alla grandezza e si può vivere una vita molto più soddisfacente se lo si accetta fin dalle prime tappe e si lasciano gli affari importanti a chi di noi occupa la sublime stratosfera della superba realizzazione.

È deplorevole che certe persone, invidiose e gelose dei miei successi sentano il bisogno di attaccarmi. È strano considerando che non ho mostrato altro che gentilezza e apprezzamenti verso di loro e gli ho permesso di beneficiare della mia generosità, ma sentono lo stesso il bisogno di attaccarmi e disprezzare ciò che faccio. Indubbiamente, sono in minoranza e questo è un utile indicatore e una conferma (se ce ne fosse bisogno) che il loro atteggiamento è sia maleducato che sbagliato. Potranno fischiare la mia tipologia e me, provare ad attribuire il nostro successo a metodi subdoli e ambigui, ma sono semplicemente furiosi di non aver pensato di andare avanti in questa maniera. Ogni volta che devo trattare con uno di questi idioti che provano a denigrarmi devo sempre ricordare loro che non è tagliando le gambe ad un gigante che si aumenta l’altezza a un nano. Questo di solito li manda via con una mosca nell’orecchio.

No, non ho simpatia per questi sciocchi, solo disprezzo. Forse se si fossero impegnati più duramente a scuola, avessero lavorato più duramente nella loro occupazione e applicato le loro menti nelle originali visioni e obiettivi per cui me e la mia tipologia siamo famosi, allora e solo allora, queste persone avrebbero ottenuto qualcosa.

Resisto a tutti i tentativi di tagliarmi le gambe. Sono il più alto tra i papaveri e tu devi sollevare il tuo collo, guardare in alto e ammirarmi per ciò che sono.
Naturalmente, è totalmente appropriato che io mantenga la mia statura rimuovendo quelli che potrebbero detronizzarmi. Se qualcuno dovesse crescere vicino a dove sono io e avere l’audacia di gettare un’ombra sui miei progressi e i miei successi allora non ho altra scelta che impugnare la mia falce e tagliargli le gambe. Devo farlo a loro prima che lo facciano a me. È la legge della giungla e non cresci così alto e così bene come me senza essere capace di sradicare i rivali, i falsi scalatori e gli impostori. Minaccia la mia superiorità e ti taglierò le gambe senza esitare o avere rimorso. Sono costretto ad assicurarmi che il bagliore splendente dell’ammirazione cada su di me e che non ci siano ombre da parte di nessuno che possano incidere sul mio costante progresso verso l’alto.

H.G. TUDOR

The Tallest of Poppies

👤 MANDATO DA DIO

72889229_118059959664420_3574718803927367680_n.jpgIn uno scambio di battute con crisi isterica Hannah, quella dalla bocca sempre pronta a esplodere, stavo facendo errori a caso attraverso la Pazzia di Re Giorgio e il mio momento destabilizzante la fece esplodere ancora una volta.
Il suo copione venne gettato sul pavimento e i fogli sparsi. Era rigida come un palo di legno e i suoi piedini sembravano inchiodati al pavimento per quanto erano fermi. Invece, sembrava muoversi solo dalla caviglia in su, il resto del suo corpo in perfetto allineamento mentre sobbalzava da una parte all’altra.
La sua caustica lingua ha superato abbondantemente il tempo a sua disposizione e rimanevo lì con una falsa espressione perplessa sul mio volto per trasmettere che ero sconcertato per ciò che le aveva destato tanta preoccupazione.

“L’hai fatto di proposito, non è vero?” ha accusato. Quei piccoli occhi rotondi castani scintillanti per la furia che l’attraversava. Devo ammettere che, al di là della mia rabbia personale, non penso di aver mai incontrato nessuno che si avvicinasse lontanamente allo sdegno ribollente che provava Hannah di solito.
Se non fosse per la sua natura generosa e la sua abilità di interessarsi alle persone si potrebbe pensare che fosse una della mia stessa tipologia. Era molto brava a far sentire le persone come voleva. Nonostante il suo livello di fama, trovava il tempo per le persone e le accoglieva positivamente ascoltandole e chiedendo di loro. In realtà, preferiva che le persone parlassero di sé piuttosto che parlare di sé stessa. Era orgogliosa del livello delle proprie performance, godeva ancora di più dei soldi che guadagnava ma alla fine girava tutto intorno alla performance. Qualche volta potevo identificarmi in lei.

“Non è così difficile da fare HG, davvero non lo è” farneticava “Eri così bravo a farlo, più di tutto il resto nella nostra relazione. Non so cosa ti è successo ma sembri aver perso la tua determinazione. Ti ammiravo perché affrontavi ogni cosa a viso aperto e di solito sei geniale in tutto quello a cui metti mano, ma sto iniziando a domandarmi se il tuo potere sia impallidito. Lo stai perdendo? Questo è un caos, tu sei inutile, assolutamente inutile.”

Poi è scesa in un vocabolario combinato a volgarità e ha trovato ogni sinonimo possibile per incompetenza, inframezzando queste descrizioni con una pesante gamma di imprecazioni. Il suo fiato andava a scoppi frammentati mentre si chiudeva da sola in un delirio, le guance rosse mentre la voce saliva e saliva.

“Devo davvero chiedere, per quale scopo Dio ti ha messo su questa terra?”

Finalmente si è fermata e ha indugiato nel mio sguardo. Potevo sentire il fuoco che si accendeva dentro me perché questa volta aveva acceso la miccia. Le fiamme si animarono, il fuoco cresceva alto attraverso di me. Lei aveva messo in dubbio il mio scopo. Stava sfidando la mia esistenza. Chi si credeva di essere? I miei occhi si sono ridotti a fessure mentre assaporavo il vetriolo che ora pompava attraverso il mio corpo, la crescente cattiveria mi dava potere e mi ricordava che sono l’autorità suprema e lei non è altro che polvere nel vento. Gli schemi di manipolazione lampeggiavano già pulsando nella mia mente come mille schermi che mostravano spezzoni della malvagità che si sarebbe scatenata su questa attrice per la sua sfacciataggine nel mettere in discussione il mio scopo.

Ho sentito le parole formarsi nella mia gola e la rabbia impennarsi con loro mentre mi alzavo verso di lei. Lei rimase con un atteggiamento insolente, ancora in quella strana posa rigida e non si scansò nonostante il chiaro intento segnalato dalla mia rapida falcata verso di lei. Ho spinto la mia faccia contro la sua, occhi negli occhi e con una furia incandescente che bruciava attraverso di me le ho urlato in faccia,

“Sono stato creato da Dio per testare la tua fede in lui.”

Ha sbattuto le palpebre e poi ancora. L’edificio immediatamente si è crepato ed è crollato mentre lasciato andare un grido di rabbia e i suoi occhi si sono riempiti di lacrime.

Nessuno si arrabbia come me.

Nessuno dà il colpo finale come me.

Nessuno mette in dubbio il mio scopo.

H.G. TUDOR

Delivered by God

📰 COS’È LA FALSA PROMESSA FUTURA?

191013B What is Future Faking.jpg

Te lo dirò più tardi.

Cosa hai provato quando hai letto la frase sopra dopo che è stata tratta dal titolo di questo articolo? Delusione? Irritazione? Fastidio? Divertimento? Una familiare sensazione di oppressione al petto? Una miscela di tutte le cose sopra?

La falsa promessa futura è una comune manipolazione usata da tutti i narcisisti.

Narcisisti Inferiori – spesso, privi di raffinatezza, istintivi, vaghi, possono essere di dubbia provenienza.

“Voglio rivederti.”

“Ti voglio sposare.”

“Ti comprerò quella villa” (anche se il narcisista non ha soldi e non ha lavoro).

Narcisisti di Medio-Rango – spesso, sottili e più raffinati, istintivi, con maggiori probabilità di essere specifici, con maggiori probabilità di essere credibili

“Voglio che andiamo in vacanza questa estate insieme, da qualche parte tipo alle Maldive.”

“Posso vedere te e me come una coppia sposata, voglio sposarti al più tardi in autunno l’anno prossimo.”

“Inizia a guardare di quella nuova macchina che ti comprerò, perché non dare un’occhiata al concessionario Mercedes a Pleasantville?”

Narcisisti Superiori – poco frequente (i Narcisisti Superiori sono più propensi a mantenere), una raffinatezza superiore, a volte istintivi ma generalmente calcolati, altamente credibili.

“Ti ho mandato per e-mail alcune case da guardare. Mi piacciono molto la quarta e la sesta nell’elenco. Sono in campagna, quindi ci sarà spazio anche per gli animali, ma non così lontano da rendere il lavoro una seccatura. Dai un’occhiata fammi sapere cosa ne pensi. Ne possiamo parlare a cena.”

Cos’è la Falsa Promessa Futura?

È l’imposizione del controllo e dell’acquisizione di carburante ORA usando un evento FUTURO.

Leggi di nuovo quella frase.

È l’imposizione del controllo e dell’acquisizione di carburante ORA usando un evento FUTURO.

Le nostre vittime trovano la falsa promessa futura sconvolgente, sconcertante e irritante. Perché ha promesso di sposarmi e non lo fa mai? Perché mi dice che vivremmo insieme se non ha mai avuto intenzione di farlo? Perché organizzarsi per cenare con me e poi non riuscire a presentarsi, nemmeno mandarmi un sms per dirmi che non ce l’ha fatta?

Non c’è mai stata alcuna intenzione di mantenere la dichiarazione originale, ma sei stato ingannato a pensare che l’intenzione fosse reale.

Perché sei stato ingannato?

1. La Falsa Promessa Futura è una manipolazione facile da utilizzare perché si basa su un intento detto/scritto senza alcun presupposto legato a mantenere. Quindi il dispendio energetico è molto basso e come sapete, a noi piace raggiungere il massimo risultato con il minimo dispendio di tempo, energia, denaro, ecc.
2. Tu come vittima empatica operi sulla base del fatto che se dici che farai qualcosa (a meno che non vi siano ragioni eccezionalmente valide), mantieni quella promessa. Quindi ti aspetti che gli altri operino con lo stesso schema di comportamento. Sei indotto a credere che dal momento che la persona con cui ti sei invischiato è simile a te (perché non sai che lui o lei è un narcisista) si comporterà nello stesso modo in cui ti comporti tu, in questo caso, rispettare la promessa.
3. Il tuo pensiero emotivo vuole che tu continui a interagire con il narcisista. Quindi corrompe i tuoi tratti empatici, ad esempio, l’Onestà, la Devozione d’Amore e/o la Decenza, nel credere che il narcisista porterà a termine questa intenzione dichiarata perché è quello che fanno le persone oneste e rispettabili. Noi non siamo né onesti né decenti, ma tu non lo sai o non ti attieni alla logica di saperlo quando il tuo pensiero emozionale cresce. Il primo scenario si verifica quando non sai di essere irretito da un narcisista e quindi sei portato a pensare che questa persona si comporterà come te. L’ultimo è quando sai di avere a che fare con un narcisista e sei a conoscenza delle false promesse future (oppure non sai di avere a che fare con un narcisista ma hai notato (con la logica e in base alle prove) che questa persona continua a promettere cose e non mantenere) MA nonostante questa correzione della logica, non badi a questo perché il pensiero emotivo che cresce lo supera. Un esempio potrebbe essere “Questa è la terza volta che ha promesso di portarmi in quel nuovo ristorante, ma le ultime due volte mi ha dato buca. Era chiaramente dispiaciuto di averlo fatto, si vedeva, quindi non credo che lo farà una terza volta.”
4. La corruzione del tuo tratto di Devoto d’Amore vi associerebbe qualche grande gesto romantico e ancora una volta il tuo pensiero emotivo supera la logica. Un esempio potrebbe essere “Ti porterò alle Maldive il prossimo mese”. Sai che lui non ha soldi e non ha lavoro, quindi come può permetterselo; perciò è discutibile che possa mai mantenere questa cosa, ma tu non presti attenzione a questa Falsa Promessa Futura in uno dei modi seguenti:

a. Pensi che sia un gesto carino e romantico e ignori completamente la sua mancanza di evidenti risorse per raggiungere questo obiettivo;

b. Pensi che sia un gesto carino e romantico, non sei sicuro di come pagherà, ma deve dire davvero, quindi deve avere qualcosa in tasca per riuscirci (risparmi, ha preso in prestito i soldi, ha una bacchetta magica); oppure

c. Sai che non può mantenere ma pensi che l’intento sia comunque dolce e non ti dispiace che non possa portarlo a termine. Anzi, finirai per pagare tu o non andare e non ti preoccupi.

La Falsa Promessa Futura non ha nulla a che fare con il narcisista che cambia idea. Non ha nulla a che fare con te che fai un errore, infastidisci il narcisista o incasini le cose così l’evento promesso non viene mantenuto (anche se naturalmente una combinazione del nostro Spostamento di Colpa e del tuo pensiero emotivo che corrompe il tuo tratto empatico di Colpa) ti farà pensare che hai rovinato l’opportunità di viaggiare nel paese della cuccagna.

Quando il Narcisista Inferiore o di Medio-Rango fa una promessa o una dichiarazione di intenti in relazione ad un evento futuro, che sia “Taglierò l’erba in giardino” fino a “Ti porterò a fare il giro del mondo in 90 giorni in crociera” o da “Ti prometto che verrò da te il prossimo venerdì sera” fino a “Un giorno ti sposerò”, vi è un rischio molto alto che si tratti di Falsa Promessa Futura. Occasionalmente vi sarà l’attuazione (questo è più probabile nella fase di seduzione) ma di solito non ci sarà.

Il Narcisista Inferiore o di Medio-Rango lo intendono quando lo dicono (così quando tu insinui che non hanno intenzione di mantenere saranno offesi a morte da questo Carburante di Sfida emesso da te) e si scagliano per asserire il controllo. L’iniziale affermazione di False Promesse Future viene emessa d’istinto (e creduta dal narcisista) al fine di affermare il controllsu di te e di ottenere carburante. Quindi

Narcisista: “Ti chiamerò domani e possiamo organizzarci per andare a cena sabato sera.” (Evento futuro, dichiarazione verbale (bassa energia) allo scopo di controllare la vittima).

Vittima Fonte Secondaria Intima da Scaffale: “Sarebbe grandioso, non vedo davvero l’ora di rivederti.” (Il controllo è stato mantenuto in quell’istante, il carburante positivo è stato guadagnato)

Il giorno seguente

Il Narcisista chiama e conversa e si accorda per il sabato sera con la vittima. Il controllo viene ancora mantenuto in quell’istante, le risposte compiaciute ed entusiaste della vittima forniscono carburante positivo.

Arriva il sabato. Il narcisista ha un Attivatore di Recupero da un’altra Fonte Secondaria Intima da Scaffale e i Criteri di Esecuzione di Recupero sono soddisfatti perché lui recuperi quell’apparecchio andando a cena con quella persona. Questo perché il narcisista aveva un’istintiva necessità di controllo su quella persona in QUEL MOMENTO e non c’era alcun bisogno di controllare oltre la Prima Fonte Secondaria da Scaffale perché quella persona era sotto controllo. Il narcisista non va a cena con la Prima Fonte Secondaria da Scaffale e non invia nemmeno un messaggio per disdire perché il narcisismo non lo ritiene necessario. Non c’è empatia emotiva, quindi il narcisista non sente istintivamente che comportarsi in questo modo è ‘cattivo’ e non dovrebbe essere fatto. Il narcisista potrebbe non avere empatia cognitiva e nessuna gestione della facciata, quindi non è necessario inviare un messaggio per annullamento. Il narcisista è inconsapevole del fatto che un tale passo sarebbe considerato come la cosa educata da fare. Un narcisista dotato di empatia cognitiva POTREBBE inviare un messaggio del genere e disdire la cena SE l’istintiva necessità di controllo lo ritenesse un passo appropriato, altrimenti a causa del senso del diritto (il narcisista fa quello che vuole, quando vuole e con chiunque lui o lei voglia) e l’innata mancanza di responsabilità (io non sono responsabile verso nessuno per quello che faccio) allora il narcisista non riesce a presentarsi alla cena con la Prima Scaffale e se ne va con la Seconda Scaffale perché in QUEL MOMENTO questo era la migliore soluzione per il narcisista.

Il fatto che la Prima Vittima da Scaffale possa arrabbiarsi con il narcisista non è al primo posto nella mente del Narcisista Inferiore o di Medio-Rango. Le conseguenze di quella rabbia o turbamento ci saranno dopo e quindi non hanno importanza. Ciò che conta è ORA, non ieri, né domani, ma ORA. Il narcisista si occuperà della conseguenza collaterale della sua mancanza di presentarsi come ritiene opportuno e quando lo riterrà opportuno (di nuovo senso del diritto, mancanza di empatia emotiva e mancanza di responsabilità). Potrebbe essere inventare una scusa affermando che la Prima Scaffale non ha mai confermato al narcisista (Spostamento di colpa e Revisione della Storia), concentrarsi su qualcos’altro (Deflessione) o ignorare la Prima Scaffale (Trattamento del Silenzio). Queste sono ulteriori manipolazioni. La rabbia della Prima Vittima da Scaffale si manifesta come Carburante di Sfida e la reazione del narcisista (che sia attiva o meno) è una manipolazione provocata d’istinto al fine di rivendicare nuovamente il controllo reprimendo la sfida (e guadagnando carburante per avviarsi).

Il narcisista non cambia idea. Consapevolmente (nel caso di Inferiore o di Medio-Rango) intendeva mantenere, MA inconsciamente, il suo narcisismo faceva sì che fosse altamente improbabile perché non si tratta di perseguire l’evento futuro (che è ciò su cui le vittime erroneamente si focalizzano) si tratta di ottenere il controllo ORA e questo viene usato facendo riferimento a un evento futuro per ottenere ciò, quindi false promesse future. Il Superiore farà la promessa e la manterrà (avendo maggiori risorse e capacità di farlo), oppure prometterà sapendo che non ci sarà alcuna attuazione (falsa promessa futura calcolata) perché il Superiore ritiene che questa sia la migliore distribuzione di risorse al fine di ottenere controllo e carburante.

La maggior parte di voi, lo avrà sperimentato da un Narcisista Inferiore o di Medio Rango ed è istintivo, frequente ee è tutto per controllarvi ORA promettendo qualcosa in seguito.

H.G. TUDOR

What Is Future Faking?

📰 IL MANTELLO DELLA VITTIMA

The Victim Cloak

La vittima.

So che ci sono quelli a cui non piace quella parola. La considerano stigmatizzante e un ostacolo alla guarigione. Si comprende un simile atteggiamento, ma ad ogni modo è la parola appropriata per coloro che hanno incontrato la nostra specie nella dinamica narcisistica. Cosa significa vittima?

“Una persona danneggiata, ferita o uccisa a seguito di un crimine, incidente o altro evento o azione”

Non si può negare che ciò si può applicare a qualcuno che è stato irretito da noi.

‘Una persona che viene ingannata o imbrogliata’

Ugualmente applicabile. Dopotutto, è l’essenza stessa del nostro comportamento che ti inganniamo o ti imbrogliamo.

‘Una persona che è arrivata a sentirsi impotente e passiva di fronte a disgrazie o maltrattamenti’

Accurato di nuovo. Naturalmente non tutti possono sentirsi in questo modo, ma molti lo riconosceranno facilmente, anche se preferiscono non dirlo.

Di conseguenza, queste diverse definizioni sono valide e accurate per coloro che sono stati coinvolti con la nostra specie, in modo romantico, sociale, familiare o altro.

Resta il caso, tuttavia, che quando si arriva alla questione di essere vittima e chi potrà indossare il Mantello della Vittima che ancora una volta la nostra specie esibisce la nostra ben nota ipocrisia. Ti consideriamo la vittima (dobbiamo farlo in quanto parte del mantenimento del nostro controllo e del bisogno di superiorità), ma cerchiamo anche di rimuovere la condizione di vittima da te.

Le varie scuole di narcisismo si avvicinano a questo doppio standard in modi diversi, in relazione a come ti bolliamo con “Vittima”, ma poi te ne neghiamo qualsiasi uso o riconoscimento. Facciamo entrambe le cose ti adorniamo con il mantello e poi te lo togliamo in qualche modo.

Il Narcisista Inferiore

L’Inferiore ti tratta come una vittima perché sei sotto di lui o di lei. Sei considerato inutile, d’intralcio e un fastidio e la tua esitazione, l’incapacità di
mettere in dubbio le decisioni dell’Inferiore ha come risultato una rapida accensione della furia e la sua manifestazione come di solito è furia accesa. Sei costretto a sentirti vittima, venendo criticato ingiustamente, aggredito fisicamente, aggredito sessualmente, umiliato, con la distruzione di beni di tua proprietà e vedendo altre persone a cui tieni attirate nel vortice.

Il Mantello del Vittima ti viene rapidamente messo sulle spalle attraverso questo trattamento, ma poi l’Inferiore lo strappa immediatamente, lo distrugge e lo getta da una parte in modo che tu non possa usarlo. Il tuo stato di vittima viene creato attraverso un’azione o azioni aggressive. Tuttavia, non ti è permesso di mantenere il mantello della vittima perché l’Inferiore ha la ferma convinzione che qualsiasi trattamento sia stato messo in atto contro di te, beh, te lo sei meritato.

“Lei ci stava di nuovo provando con me, così ha preso uno schiaffo.”

“Era schifoso a letto così gli ho detto quanto è inutile.”

“La casa era un disastro, quindi l’ho distrutta in modo che avesse davvero qualcosa da pulire”.

Ti viene negato lo status di vittima perché nella mente dell’Inferiore ti sei andato a cercare quel trattamento. Il fatto che te lo meriti nega la solidarietà, la compassione e la comprensione che normalmente sarebbero state offerte a una vittima.

“Lasciala stare, se lo merita, smettila di preoccuparti di lei.”

“È per il suo bene, quindi la prossima volta farà le cose giuste.”

“Smettila di molestare quel ragazzo, deve imparare e io gli sto insegnando.”

Certamente, questa condotta da parte dell’Inferiore di marchiarti come vittima maltrattandoti e poi strapparti il mantello della vittima fa tutto parte de un ulteriore controllo e manipolazione. La sua risposta istintiva avrà generato carburante dalla tua reazione ad essere colpito o sgridato, ma poi, come vittima, di solito ti viene offerta preoccupazione, comprensione e aiuto da parte degli altri. L’Inferiore può trovarsi a essere triangolato da un parente, da un amico o da un passante. Questo erode il suo controllo e inconsciamente il suo stato innato di vittima viene alla ribalta. Lui non lo riconosce. Dopotutto, non vuole indossare il mantello per sé, NON è una vittima, diavolo no, è meglio di quello, ma proprio mentre crede di non volere quel mantello, non è permesso nemmeno di indossarlo a te, e quindi ti negherà qualsiasi diritto associato ad essere classificato come una vittima, semplicemente perché il suo intrinseco stato di vittima (anche se non riconosciuto) rende nota la sua presenza.

Persino un Inferiore che appartiene al quadro Vittima non si considera una vittima. Inconsciamente lo fa, ma considera il suo trattamento di favore dovuto, per la sua cattiva salute, il suo arretramento o la sua sfortuna, un suo diritto. Non si considererà una vittima, ma una persona che dovrebbe essere assistita, anche se ovviamente sta giocando ampiamente la carta del quadro Vittima. Perché giocare questa carta? Semplice. Per impedire che venga permesso di essere la vittima a te. Ti sei fatto male alla mano e non puoi cucinare? Peccato, lui ha fame e non è in grado di camminare, quindi devi sempre fare qualcosa. Ti senti svenire? Ha un ciglio fratturato e devi portarlo all’ospedale alla svelta. Ma ricorda, lui non è una vittima, lo sei tu, ma non ottieni alcuna comprensione, consolazione o aiuto per il fatto di essere quella vittima. Così ricevi il mantello ma non ti è permesso di indossarlo e ti viene strappato e gettato via.

Il Narcisista di Medio Rango

Il Medio Rango ti tratterà come una vittima perché è l’autore di vari abusi e manipolazioni contro di te. Sebbene la furia accesa si manifesti con il Narcisista di Medio-Rango (di solito il Medio Rango Minore), la manifestazione di furia più frequente avviene attraverso la furia fredda. Così ricevi Trattamenti del Silenzio Presente e Assente, la diffamazione, il gaslighting, la Freddezza e l’Incredibile Sulk per citare solo alcune delle manipolazioni disponibili per il Narcisista di Medio Rango.

Il Medio Rango ti tratta come una vittima, dato che questi abusi vengono messi in atto contro di te e ci si potrebbe aspettare che la serie di abusi emotivi, finanziari, sessuali e soprattutto psicologici che usa il Medio Rango facciano sì che il Mantello della Vittima si sistemi comodamente sulle tue spalle.

No.

Il Medio Rango ti strappa quel mantello e lo mette sulle sue spalle. È il suo mantello. Non ti è consentito il segno di essere una vittima perché non hai il diritto al supporto o all’attenzione preoccupata. No, deve essere diretta verso il Medio Rango. Anche se rifiuta la nozione di debolezza che è spesso associata allo status di vittima, lui crede di essere la vittima.

“Non posso credere di avere ottenuto la promozione. Ero stato discriminato e sono il miglior candidato.”

“Non so da dove cominciare a dirti quanto lei mi tratta terribilmente.”

“Non sono mai stato invitato da mia figlia a vedere i nipotini. Non so cosa ho fatto di sbagliato, ma lei ha intenzione di rendere la mia vita infelice.”

Il narcisista di Medio Rango vuole il mantello. È suo di diritto e vuole tutto ciò che lo accompagna. Vuole la Festa della Pietà, la Conferenza della Commiserazione e il Simposio della Compassione. Lui è la vittima, non lo sai? Mostra un po’ di sostegno, offri uno sguardo preoccupato, chiedi come sta, suggerisci un modo per aiutarlo, concorda sul fatto che è molto scontento, calpestato e trattato in modo spaventoso e dopo tutto quello che ha fatto.

Dì alla Medio Rango che merita di essere trattata meglio, che è ben considerata e questa persona che non ha fatto quello che voleva è una persona orribile, spregevole e abusante.

Il Medio Rango fa sempre la vittima anche se è il colpevole. Tu sei la vittima perché sei quello che viene maltrattato, ma il Medio Rango non lo vedrà mai in quel modo e lui o lei non lascerà che nessuno lo consideri in quel modo mentre lei o lui mette il broncio e fa le piroette nel suo Mantello della Vittima. Non ti possono mai esser offerti i “benefici” che dovrebbero essere garantiti alla vera vittima.

Il Medio Rango potrebbe essere anche del Quadro Vittima, in quel caso ordina un sacco di stoffa perché lui o lei ti strappa quel Mantello da Vittima e con una smorfia, se lo cuce addosso, passando l’ago e il filo attraverso la pelle dolente in modo da non poter mai essere separato da quel mantello.

Il Superiore

Il Superiore non si considererà mai vittima in modo cosciente. Mai. Dopotutto, noi siamo i cacciatori, i predatori, quelli che bersagliano e trovano la preda. Non solo, basti solo osservare ciò che facciamo, ciò che otteniamo e il modo in cui siamo considerati e ciò sottolinea e rafforza il fatto che non siamo vittime.

Tuttavia, utilizziamo il concetto di essere una vittima per guidare i nostri comportamenti, ma non lo etichettiamo come vittima. No, invece, lo consideriamo basato sulla vendetta. Riconosciamo che il mondo è un luogo infido, pieno di inaffidabili ciarlatani e bugiardi che vengono con grandi promesse e poi non riescono a mantenere. Gli smorfiosi e servili leccapiedi che lusingano per imbrogliare, anche se naturalmente noi vediamo attraverso tutto questo. Eppure, quel comportamento, infondato e ingiustificato implica che potremmo considerarci vittime (se davvero ci abbassassimo a questo livello). Tuttavia, noi siamo superiori a questo e il fatto che una volta eravamo vittime (anche se non vediamo alcun motivo di ricordarci di questo fatto perché vi siamo sfuggiti) implica che tu, lui, lei e tutti gli altri saranno puniti se solo accenni a farci ritornare a quello stato di vittimismo quasi dimenticato.

Noi non desideriamo indossare il Mantello della Vittima. Non ci appartiene. Non è la nostra taglia, il nostro colore ed è fatto di materiale che è inferiore a noi. Tu sei assolutamente considerato come vittima perché questo gioco che facciamo con te (e un gioco in cui ci divertiamo) implica che tu devi essere la vittima perché vuol dire che vinci e perdi. Oh, questo mantello ti sta bene ma proprio come il narcisista Inferiore e il Medio Rango ti negheremo qualsiasi diritto di indossarlo. Perché dovresti ricevere compassione, supporto o aiuto? Non dovresti ed ecco perché; meriti di essere punito, non hai nulla di cui lamentarti.

Ti abbiamo dato il mondo con il tuo legame con noi e quindi come diavolo puoi avere qualche motivo per lamentarti? Te lo sei andato a cercare questo trattamento, quindi non solo te lo meriti (simile al punto di vista del Narcisista Inferiore) va oltre quello, è giusto ed è solo per te essere trattato in quel modo. Deve essere concessa comprensione al criminale quando viene annunciata la sua condanna? No. Dovremmo essere gentili con il membro moralmente ripugnante della comunità per il suo comportamento atroce? No. Allora, nemmeno con te.

Ti sono negati gli accessori dello status di vittima. Sei la vittima, assolutamente ma non indosserai quel mantello. Non arriverà nemmeno alle tue spalle come succede con la vittima del Narcisista Inferiore. Gli impediamo di avvicinarsi a te. Noi siamo il giudice supremo del tuo destino e applichiamo sempre la massima di

‘Commodum ex injuria sua nemo habere’ (Nessun malfattore può ottenere vantaggio dalle proprie malefatte)

Non sapevi che è stata ricamata nella fodera del Mantello della Vittima? Naturalmente, questa massima non vale per noi.

H.G. TUDOR

The Victims Cloak

📰 LA CREAZIONE DI INSOLITE PIETRE MILIARI

191012F The Creation of Unusual Milestones.jpg

Noi narcisisti creiamo insolite pietre miliari allo scopo di mantenere la presa narcisistica delle nostre vittime.

Il calendario è farcito di pietre miliari. Ci sono quelle che sono applicabili a tutti, ad esempio il compleanno di una persona. Ce ne sono altre che sono applicabili a una grande percentuale di persone nel mondo, Natale, Domenica di Pasqua, San Valentino, Eid, la Giornata di Nirvana Day (prima che tu lo chieda non si tratta della band), Yom Kippur e Diwali. Ci sono persone che celebrano il giorno di San Patrizio (anche per la più effimera delle ragioni) e altri che celebrano il Capodanno Cinese. Ci sono molti giorni di osservanza o feste, tra cui il Giorno della Libertà, il Giorno dell’Indipendenza, la Notte dei Falò, Halloween, la Giornata Nazionale della Donna, il Giorno di Nostra Signora d’Africa, la Domenica del Ricordo e l’Anniversario della morte di Re Jigme Dorji Wangchuck (no che non è inventata). Questi giorni ed eventi sono commemorati dalle persone in diverse parti del mondo.

Queste pietre miliari nella storia sono riprodotte ad un livello più personale dai cittadini, ad esempio anniversari di matrimonio, un anniversario basato su da quanto una coppia è insieme (da una settimana a un mese, poi sei mesi e poi anni) o il ricordare l’anniversario della morte di qualcuno. Vi è una molteplicità di pietre miliari che includerà il fatto che sono trascorsi dieci anni da quando una persona si è laureata, un anno da quando una persona ha lasciato la prigione, cinque anni da quando è stata licenziata, sei mesi da quando quella relazione è finita. Alcune di queste pietre miliari non sono celebrate, alcune sono ricordate brevemente, a volte con affetto e spesso con preoccupazione, sollievo o lieve sorpresa nel rapido passaggio del tempo.

Alla gente piace commemorare determinate pietre miliari. Registreranno il primo giorno di scuola dei loro figli a scuola e anni dopo diranno al loro figlio che in questo giorno vent’anni fa hai iniziato a frequentare l’asilo o hai mosso i primi passi. Un ex militare può ricordare con un misto di rammarico e ottimismo che sono trascorsi due anni da quando ha mosso i primi passi sulle protesi degli arti. Tale ricordo e commemorazione viene fatta per molte ragioni diverse, potrebbe essere una festa assurda, una certa nostalgia, una seria riflessione o un ricordo sconvolgente. Nonostante ciò che potrebbe essere, le persone accumulano queste pietre miliari per tutta la vita, che siano applicabili a loro stessi o ad altri che sono legati a loro.

Noi non facciamo eccezione in questo comportamento.

Noi comunque lo facciamo per ragioni completamente diverse. Riconosciamo e utilizziamo le pietre miliari più evidenti di compleanni, feste di Natale, anniversari e così via e ho spiegato come queste vengono utilizzate in Infelice Compleanno a te ad esempio. Tuttavia, questo non basta. Andiamo oltre le pietre miliari che il mondo ha creato per le varie persone. Noi ci creiamo le nostre. Ci impegniamo regolarmente e ripetutamente nella creazione di insolite pietre miliari. Questo viene fatto creando le Pietre Miliari Dorate e le Pietre Miliari Ossidiane.

Le Pietre Miliari Dorate vengono create mentre ti seduciamo. Se il tuo compleanno cade nel periodo della tua seduzione, allora naturalmente verrai ricoperto di doni meravigliosi, una serata fantastica o una giornata fuori e fatto sentire ultra speciale. Fa tutto parte dell’idealizzazione ma questo compleanno non è una pietra miliare creata da noi. Esisteva già e per caso ha coinciso con il periodo d’oro della seduzione. Una Pietra Miliare d’Oro è una pietra miliare che è stata specificamente creata da noi, per manifestarla come qualcosa di delizioso e speciale nel Regno Di Te e Me. Puoi facilmente individuare queste Pietre Miliari Dorate in quanto variano dal romantico allo spiritoso. Considera, se vuoi, questi esempi:-

Ti mando una cartolina per dirti che è passata una settimana da quando ci siamo baciati per la prima volta

Ti scrivo una poesia per commemorare che è passato un anno da quando mi sono innamorato di te (anche se ci vediamo solo da due settimane)

Ti mando un messaggio per ricordarti che è passata un’intera tremenda ora dall’ultima volta che ci siamo visti

Ti mando dei fiori per ringraziarti di aver riempito la mia vita di luce e amore il mese scorso

Ti mando un regalo per sottolineare il fatto che abbiamo fatto l’amore cinque volte in una notte

Vista in modo imparziale, queste occasioni e il fatto di commemorarle sono assurde. Tuttavia, quando utilizzate nell’illusione del seducente periodo d’oro, appaiono carine, accattivanti, divertenti, commoventi e amorevoli. Quanto dobbiamo essere presi da te se ti telefoniamo per spiegare che ci amiamo da 1,2 milioni di minuti o che la scorsa notte è stata la centesima volta che mi hai detto che mi amavi. A volte queste pietre miliari sono inventate, ma più spesso sono realistiche e ci sono quelli della nostra specie che hanno calcolato il numero di volte in cui ci siamo baciati, fatto l’amore o che ti abbiamo chiamato con il nome di un animale domestico.

Queste Pietre Miliari Dorate sono viste in modo favorevole dalle nostre vittime, stupidi e meravigliosi promemoria di quanto sia piacevole il nostro rapporto. Monumenti all’accoppiamento unico e speciale che è avvenuto tra te e me.

Dal nostro punto di vista, anche se possono sembrare divertenti, leggermente usa e getta e romantiche, queste Pietre Miliari Dorate hanno uno scopo importante. Ci permettono di tenerti legato a noi, ci permettono di dimostrare quanto siamo infatuati di te e di misurare il nostro controllo su di te. Ci permettono di attingere carburante da te, carburante positivo provocato dalle tue risate per lo sciocco dato statistico che ti abbiamo appena esposto, o dai tuoi occhi pieni di lacrime mentre ti rendi conto di quanta meditazione e sforzo abbiamo fatto a calcolare quante volte siamo stati in un ristorante particolare che tu ami, così visto che siamo sulla soglia della ventesima visita lo abbiamo prenotato per questo fine settimana. Queste Pietre Miliari Dorate vengono effettivamente cosparse da bandiere rosse perché non le troverai in nessuna relazione normale o sana. Quelle relazioni celebrano una settimana, un mese e poi un anno dall’esistenza della relazione, ma non scenderanno nei dettagli. Il dettaglio evidenzia la nostra ossessione per te, il modo in cui consideriamo la nostra relazione come una questione puramente di statistiche: quanto tempo abbiamo trascorso con te, quante volte ci hai detto qualcosa, quante volte siamo stati in un certo posto, quante volte abbiamo fatto una cosa particolare insieme. Questo è estremamente indicativo. Nota come è privo di sentimento reale ma è tutto basato su frequenza, contenuto e quantità. Meccanico. Queste cose sono suscettibili di calcolo il che equivale a controllo.

Mentre la creazione di Pietre Miliari Dorate può essere accattivante, è la creazione di quelle Pietre Miliari Ossidiane che sorgono durante la svalutazione che mostrano davvero la nostra propensione ad essere egocentrici. Lo scopo della Pietra Miliare Ossidiana è quello di creare il nostro evento speciale in cui noi siamo l’ospite speciale, quello riverito e che riceve le attenzioni e, naturalmente, rifornito di carburante. Le Pietre Miliari Ossidiane dal tuo punto di vista sono mozzafiato per la loro assurdità e banalità (e devono esserlo per avere il giusto impatto su di te), ma ovviamente noi non le vediamo in questo modo. Considera queste:-

È il diciassettesimo anniversario settimanale da quando il gatto Tiddles è morto

(Era il tuo gatto non il nostro e lo detestavamo)

Sono passati nove anni da quando nostra madre è morta, il che significa che non possiamo fare nulla per tutto il giorno

(Alcune persone possono essere arrabbiate per l’anniversario della morte di un parente amato, ma non rimangono bloccate tutto il giorno nove anni dopo l’evento e inoltre sai che non andavamo d’accordo con nostra madre e non abbiamo nemmeno assistito al funerale)

È il quinto anniversario della scomparsa di un bambino e piangiamo e ci lamentiamo per questo

(Non conosciamo il bambino e neanche qualcuno vagamente imparentato con il bambino)

È passato un mese da quando abbiamo avuto un incontro ravvicinato con la morte

(Un’auto ci ha suonato il clacson quando siamo usciti in strada, ma non era neanche lontanamente vicino a noi)

Siamo nella posizione in cui siamo stati recentemente promossi da due mesi

(Hai comprato lo champagne quando siamo stati promossi, ma ci aspettiamo ulteriori riscontri e riconoscimenti in questo anniversario di due mesi)

Sono trascorsi 25 anni dalla morte del nostro amato amico

(Non avevamo mai nemmeno menzionato questa persona prima).

La creazione di queste Pietre Miliari Ossidiane ha vari temi comuni:

1. Nota come non hanno niente a che fare con te o col nostro rapporto con te;
2. Riguarderanno qualcosa che non è correlato a te e invariabilmente qualcosa che ha a che fare con noi, o una nostra perdita o successo o qualcuno che conosciamo che ha avuto un successo o una perdita
3. La Pietra Miliare Ossidiana spesso sarà una completa invenzione;
4. Se non si tratta di un’invenzione, sarà fondata non solo sul più insignificante dei legami, ma anche sulle più flebili ragioni perché vi possa essere qualsiasi commemorazione

Queste Pietre Miliari Ossidiane vengono utilizzate per i seguenti motivi:-

1. Per rimproverarti di essere così freddo e insensibile da dimenticare che in questo giorno diciotto anni fa abbiamo perso il lavoro – rimproveriamo il fatto che tu non ricordi un evento di cui non sapevi nulla o di cui non ci si poteva, con ragione, aspettare che ci fosse da preoccuparsi, come un mezzo per esercitare il controllo facendoti star male e attirare carburante negativo;
2. Portare l’attenzione di te e degli altri su di noi in modo da fornire carburante;
3. Per sminuire gli eventi commemorativi credibili di altre persone (la tua celebrazione del trentesimo compleanno coincide con il devastante incendio del capannone che ha distrutto la nostra collezione di riviste automobilistiche dieci anni fa)
4. Per farti sentire dispiaciuto per noi così ci viene fornito il carburante
5. Usarle come scuse per non fare certe cose (“Verrei a cena a casa dei tuoi genitori ma proprio ora sono fuori di me per l’anniversario della morte di Bugle the Budgie (che non è mai esistito))

La creazione di Pietre Miliari Ossidiane non verrà vista al di fuori della dinamica narcisistica. Sono pietre miliari create per ottenere carburante e per esercitare il controllo, attraverso la loro assoluta assurdità e creazione di drammi, che ti lascia sconcertato sul perché ha avuto un impatto così grande su di noi, e possibilmente ti senti in colpa per non saperlo (dovresti sapere che oggi era quel particolare anniversario?) e preoccupato (a causa del tuo stato empatico) di stabilire cosa c’è che non va (potremmo non spiegare in un primo momento che cosa sia la Pietra Miliare Ossidiana, e tenerti invece a fare congetture mentre gridiamo, piangiamo, teniamo il broncio, ci guardiamo attorno o sembriamo arrabbiati).

Quali Pietre Miliari Dorate e/o Ossidiane hai sperimentato?

H.G. TUDOR

The Creation of Unusual Milestones