👤 RIMPIANTI

190928C 🌼 Regrets.jpgIl Dr. E mi ha spiegato di voler discutere con me il problema del rimpianto.

“Hai mai avuto rimorso per qualcosa?” ha chiesto.

“No” ho risposto prontamente.

“Capisco. Cosa hai compreso riguardo al rimpianto?”

“È un’emozione di tristezza o forse disappunto per qualcosa che hai fatto o hai fallito nel fare”

“Quando hai sperimentato questa emozione?” ha chiesto.

“Non l’ho fatto”

“Perché?”

“Vediamo. Probabilmente perché non ho nulla per cui esprimere rimpianto. L’assenza di qualcosa tende ad essere la ragione per cui tu non hai qualcosa. Sei d’accordo?”

“Ok. Ora, in molte spiegazioni tu hai spiegato riguardo a cose che avevi fatto, sì ” Ha notato che facevo per interromperlo ma ha continuato “So che tu aggiungi dettagli alle cose a mio beneficio e apprezzo che tu condivida informazioni con me. Questi atti di commissione e omissione rendono le persone arrabbiate con te, ferite e sconvolte. Sei d’accordo?”

Ho annuito.

“Okay. Ora voglio ipotizzare che una persona potrebbe sentire rimpianto nell’aver causato che queste persone si sentissero in quel modo. Sei d’accordo?”

“Tu potresti sentire rimorso Dr. E, Io no”

“Perchè?”

“Perché riguardo a quale parte del discorso, Perché tu puoi sentire un senso di rimpianto o perché io non posso farlo?

Se era irritato dalla mia pedanteria non lo stava mostrando.

“La seconda”

“Perché non ho colpa. In tutte queste situazioni è l’altra persona che sbaglia”

“Potresti fare qualche esempio?”

“Okay. Il cane di Kate è sparito. Ti ricordi cosa ti ho detto a riguardo?” Lui ha annuito. “Se se ne fosse presa cura nel modo giusto e mi avesse dato le attenzioni che merito non si sarebbe perso. Cristopher che è stato licenziato dalla sua posizione, era un incompetente. Emily continuava a farmi la domanda sbagliata ecco perché l’ho trattata in quel modo. Sophie continuava a chiedermi cosa stavo pensando ed è per questo che ho perso le staffe e ho rotto la sua televisione. Riguardo a Paula, era in ritardo così me ne sono andato lasciandola a piedi. Vuoi che vada avanti?”

“No, è sufficiente”

“Se le persone si fossero impegnate di più, se fossero state più riflessive, questo non sarebbe successo. Io lo faccio perché loro no? Te lo dico io perché. Diventano deboli e autocompiaciuti. Pensano di poter evitare di investire energie nella nostra relazione, che sia intima o meno. Se tu non nutri qualcosa appassirà e morirà. Fanno tutto da soli e sono gli unici che sbagliano. La mia reazione è perfettamente naturale. Sono in diritto di rispondere in quel modo. Non possono giudicarmi, non hanno la giurisdizione per farlo, certamente non quando mi deludono ogni singola volta. Fanno tutto da soli con la loro debolezza e il loro piagnucolare, la riluttanza nel fare quello di cui c’è bisogno, quello che io ho bisogno. Mi danno il voltastomaco dottore, mi fanno davvero vomitare. Hai una qualche idea di come sia difficile trovare qualcuno che mantiene vivo il mio interesse, qualcuno abbastanza scintillante da eguagliare la mia brillantezza? È impossibile. Ci ho provato Dr. E, ho sanguinato provando ad offrire loro il mondo nella speranza che almeno uno di essi corrispondesse alle mie aspettative e non mi deludesse. Succede sempre. Resto sempre deluso. Lei lo ha fatto la prima volta e poi è successo ancora e ora si è ripetuto. Perché? Cosa faccio di così sbagliato per meritare di essere trattato in questo modo? Non rimpiango niente, Dottore, perché niente è colpa mia.

H.G. TUDOR

Regrets

📑 7 DISPIACERI DEL NARCISISTA

191112A 7 Sorrows Of The Narcissist.jpg

1. Mi dispiace, sono andato via.

Probabilmente hai detto qualcosa che non mi è piaciuto, puoi non aver detto assolutamente nulla, ma hai fatto qualcosa che mi ha criticato e volevo punirti, così sono sparito. Non ho intenzione di dirti cosa stavo facendo mentre ero via, ma ho solo pensato a te quando ho guardato i tuoi messaggi imploranti e le chiamate perse. Il resto del tempo l’ho passato con quella che ti ha preceduto con cui volevo stare, perché, beh, non mi aveva criticato. Certo, lei ha rovinato tutto ed ecco perché sono tornato da te fingendo di essere dispiaciuto. Ho bisogno di nuovo del tuo carburante, quindi eccomi con il mio falso rimorso.

2. Mi dispiace di non aver ascoltato.

Non ti ho ascoltato perché non hai nulla di importante da dire. Mai. Quello è di mia competenza. Dovresti ascoltarmi di più perché non mi piace quando non lo fai. In effetti lo odio. Raramente sento le parole che dici comunque, stai davvero sprecando il fiato. Sono troppo concentrato sull’emozione che emana da te, il tuo dolore, la tua frustrazione, la tua rabbia e il tuo odio. Questo è quello che voglio ascoltare. Questo mi dà il carburante che bramo. Farò finta di ascoltarti in futuro, così mi fornirai un po’ di carburante positivo per un po’ e poi diventerò sordo a quello che hai da dire ancora una volta.

3. Mi dispiace di averti colpito.

Mi hai fatto fare questo perché non farai quello che voglio e non mi darai quello di cui ho bisogno. Sono combattuto tra il bisogno di te e l’essere disgustato dal fatto che sono legato a qualcuno patetico come te, quando io sono così brillante. Sono preoccupato che ciò che ho fatto possa essere notato da altri e di conseguenza la facciata che ho creato e mantenuto a tutti fuori da queste quattro mura venga danneggiata. Sono preoccupato del fatto che potrei dover trascorrere un po ‘del mio prezioso tempo incantando le forze dell’ordine se sarai abbastanza sleale da denunciarmi.

4. Mi dispiace di essere stato infedele.

Se mi avessi prestato più attenzione, non avrei dovuto farlo, o almeno, forse non così spesso. È stata colpa tua se sono andato da un’altra parte perché tu non mi ammiri come eri solita fare. Dovresti farlo. Tutti mi ammirano e tu non dovresti essere diversa. Sono irritato per essere stato beccato perché pensavo di aver coperto le mie tracce e di essere stato più intelligente di te. Sono seccato perché hai spaventato l’altra donna con le tue scenate e ora dovrò usare il mio tempo e la mia energia per trovare qualcun’altra ora. Ho avuto un bella situazioncina lì e l’hai rovinata con le tue interferenze. Proprio come tu rovini sempre tutto.

5. Mi dispiace non esserci stato per te.

Non posso davvero essere preoccupato di supportarti quando non stai bene. Lo trovo uno spreco di tempo perché tutto dovrebbe ruotare attorno a me, non a te. Non mi piace che mi venga ricordata la debolezza. Vedo troppe cose di me stesso quando lo faccio. Ho bisogno delle mie energie e del mio tempo per portare a termine le mie macchinazioni e raccogliere carburante, non per giocare all’infermiera domestica. Non mi importa che tu ti sia presa cura di me, questo è il tuo ruolo. Sono troppo grande per badare a te, è una cosa indegna di me. Sono preoccupato comunque che la mia mancanza di premurosità e attenzione siano state l’ ultima goccia e il mio falso senso di contrizione è puramente progettato per impedirti di lasciarmi.

6. Mi dispiace non sono una persona migliore.

Sono migliore, molto migliore di te e di chiunque altro, ma so che sei fissata con l’idea di migliorarmi, cambiarmi e guarirmi, quindi lo dico per farti sentire dispiaciuta per me e per accennare al fatto che voglio cambiare e diventare una persona migliore. Non cambierò mai, ma mi piace tenerti sospesa a pensare che lo farò e intanto questo ti impedisce di lasciarmi e di abbandonarmi quando ho bisogno del mio carburante. Continuerò a dirlo, così resterai giusto finché non mi sarò organizzato con qualcun’altra e ti avrò scaricato, poi sparirai per quello che mi interessa.
Nel frattempo continuerò ad insinuare che sono capace di cambiare e migliorare in modo che tu non vada da nessun’altra parte. Ho bisogno del mio carburante, dopotutto.

7. Mi dispiace per me stesso.

Almeno questo è vero. Mi sento molto dispiaciuto per me stesso e con buona ragione. Sto solo cercando di affrontare la vita e guardarmi dalle persone gelose, gli invidiosi e le persone orribili che stanno cercando di farmi del male. So che ce ne sono centinaia e non ho fatto niente a loro, eppure insistono nel cercare di farmi del male. È un fardello terribile da portare, sapendo che ci sono così tante persone là fuori contro di te, specialmente quando sei meravigliosa e brillante come me. Ho bisogno della tua pietà, della tua comprensione e della tua empatia. Dalle a me. È tutto carburante. Non merito di essere trattato in questo modo vero? Anch’io sono umano, lo sai.

H.G. TUDOR

7 Sorrows of the Narcissist

📑 LE 7 FALSE CONTRIZIONI DEL NARCISISTA

190815B The Narcissist´s Seven False Contritions.jpg📑 7 DISPIACERI DEL NARCISISTA

1. Mi dispiace, sono andato via.

Probabilmente hai detto qualcosa che non mi è piaciuto, puoi non aver detto assolutamente nulla, ma hai fatto qualcosa che mi ha criticato e volevo punirti, così sono sparito. Non ho intenzione di dirti cosa stavo facendo mentre ero via, ma ho solo pensato a te quando ho guardato i tuoi messaggi imploranti e le chiamate perse. Il resto del tempo l’ho passato con quella che ti ha preceduto con cui volevo stare, perché, beh, non mi aveva criticato. Certo, lei ha rovinato tutto ed ecco perché sono tornato da te fingendo di essere dispiaciuto. Ho bisogno di nuovo del tuo carburante, quindi eccomi con il mio falso rimorso.

2. Mi dispiace di non aver ascoltato.

Non ti ho ascoltato perché non hai nulla di importante da dire. Mai. Quello è di mia competenza. Dovresti ascoltarmi di più perché non mi piace quando non lo fai. In effetti lo odio. Raramente sento le parole che dici comunque, stai davvero sprecando il fiato. Sono troppo concentrato sull’emozione che emana da te, il tuo dolore, la tua frustrazione, la tua rabbia e il tuo odio. Questo è quello che voglio ascoltare. Questo mi dà il carburante che bramo. Farò finta di ascoltarti in futuro, così mi fornirai un po’ di carburante positivo per un po’ e poi diventerò sordo a quello che hai da dire ancora una volta.

3. Mi dispiace di averti colpito.

Mi hai fatto fare questo perché non farai quello che voglio e non mi darai quello di cui ho bisogno. Sono combattuto tra il bisogno di te e l’essere disgustato dal fatto che sono legato a qualcuno patetico come te, quando io sono così brillante. Sono preoccupato che ciò che ho fatto possa essere notato da altri e di conseguenza la facciata che ho creato e mantenuto a tutti fuori da queste quattro mura venga danneggiata. Sono preoccupato del fatto che potrei dover trascorrere un po ‘del mio prezioso tempo incantando le forze dell’ordine se sarai abbastanza sleale da denunciarmi.

4. Mi dispiace di essere stato infedele.

Se mi avessi prestato più attenzione, non avrei dovuto farlo, o almeno, forse non così spesso. È stata colpa tua se sono andato da un’altra parte perché tu non mi ammiri come eri solita fare. Dovresti farlo. Tutti mi ammirano e tu non dovresti essere diversa. Sono irritato per essere stato beccato perché pensavo di aver coperto le mie tracce e di essere stato più intelligente di te. Sono seccato perché hai spaventato l’altra donna con le tue scenate e ora dovrò usare il mio tempo e la mia energia per trovare qualcun’altra ora. Ho avuto un bella situazioncina lì e l’hai rovinata con le tue interferenze. Proprio come tu rovini sempre tutto.

5. Mi dispiace non esserci stato per te.

Non posso davvero essere preoccupato di supportarti quando non stai bene. Lo trovo uno spreco di tempo perché tutto dovrebbe ruotare attorno a me, non a te. Non mi piace che mi venga ricordata la debolezza. Vedo troppe cose di me stesso quando lo faccio. Ho bisogno delle mie energie e del mio tempo per portare a termine le mie macchinazioni e raccogliere carburante, non per giocare all’infermiera domestica. Non mi importa che tu ti sia presa cura di me, questo è il tuo ruolo. Sono troppo grande per badare a te, è una cosa indegna di me. Sono preoccupato comunque che la mia mancanza di premurosità e attenzione siano state l’ ultima goccia e il mio falso senso di contrizione è puramente progettato per impedirti di lasciarmi.

6. Mi dispiace non sono una persona migliore.

Sono migliore, molto migliore di te e di chiunque altro, ma so che sei fissata con l’idea di migliorarmi, cambiarmi e guarirmi, quindi lo dico per farti sentire dispiaciuta per me e per accennare al fatto che voglio cambiare e diventare una persona migliore. Non cambierò mai, ma mi piace tenerti sospesa a pensare che lo farò e intanto questo ti impedisce di lasciarmi e di abbandonarmi quando ho bisogno del mio carburante. Continuerò a dirlo, così resterai giusto finché non mi sarò organizzato con qualcun’altra e ti avrò scaricato, poi sparirai per quello che mi interessa.
Nel frattempo continuerò ad insinuare che sono capace di cambiare e migliorare in modo che tu non vada da nessun’altra parte. Ho bisogno del mio carburante, dopotutto.

7. Mi dispiace per me stesso.

Almeno questo è vero. Mi sento molto dispiaciuto per me stesso e con buona ragione. Sto solo cercando di affrontare la vita e guardarmi dalle persone gelose, gli invidiosi e le persone orribili che stanno cercando di farmi del male. So che ce ne sono centinaia e non ho fatto niente a loro, eppure insistono nel cercare di farmi del male. È un fardello terribile da portare, sapendo che ci sono così tante persone là fuori contro di te, specialmente quando sei meravigliosa e brillante come me. Ho bisogno della tua pietà, della tua comprensione e della tua empatia. Dalle a me. È tutto carburante. Non merito di essere trattato in questo modo vero? Anch’io sono umano, lo sai.

H.G. TUDOR

The Narcissist´s Seven False Contritions