📑 LE SFERE D’INFLUENZA – COSA ATTIVA UN RECUPERO DA PARTE DEL NARCISISTA?

2019-11-13 (2).png

Ci sono numerosi fattori che governano il fatto che tenteremo di recuperarti nel dopo fuga o nel dopo scarto. Alcuni di questi fattori determinano lo stile del recupero, che sia esso benigno o maligno e anche quante volte verrà fatto il tentativo. Ci sono molteplici considerazioni che hanno un impatto concreto in merito al recupero che accadrà e una delle più significative è la sfera di influenza e il tuo legame con essa.

Immagina di essere me. Lo so che lo fai spesso dato che è il tuo piccolo segreto colpevole ma ora non abbiamo tempo per questo. Sono seduto nella mia casa, o in ufficio o sto andando per locali. Prendiamo l’esempio di me che sto in locale. Qual è la mia sfera di influenza? Per essere accurati ce ne sono diverse in realtà. Variano per applicabilità e portata. La prima è la Sfera della Prossimità Fisica che nomina quelli che sono a portata d’orecchio. È la sfera di influenza più vicina e senza sorpresa è quella più pericolosa per te. È all’interno di questa sfera di influenza in cui la più vasta portata di fascino carismatico e magnetico può essere utilizzata al fine di farti tornare sotto la mia influenza. Tutte quelle con cui posso parlare o che posso ascoltare, sedermi vicino, stare accanto o nelle vicinanze sono in questa sfera di influenza.

La Seconda Sfera è nel Campo Visivo. È la sfera dove io posso vederti e tu puoi vedere me. Potrebbe essere al di là della strada, dall’altro lato di un posto, di un ufficio, camminando in mezzo ad una piazza, di fronte a te in una pista. Se noi possiamo vedere te e tu puoi vedere noi, allora sei in questa sfera. Potrei non essere in grado di comunicare con te se non urlando o salutando con la mano ma rimane una sfera di influenza. In accordo a questo, ecco perché quando cerchiamo di recuperare qualcuno potremmo non essere in grado di parlare direttamente con loro ma possiamo metterci di fronte a casa tua sull’altro lato della strada o aspettare in mezzo alla piazza da cui passi uscendo dal lavoro.

La Terza Sfera di Influenza è la nostra portata attraverso la nostra congrega e i nostri Luogotenenti. Sia che queste persone siano nostri amici (circolo di amici intimi o più esterno), colleghi, complici o familiari, se operano come nostri luogotenenti o congrega fanno parte di una sfera di influenza. Se tu parli con queste persone (quindi utilizzando la prima sfera) oppure loro vedono te o tu vedi loro (quindi la seconda sfera) tu sei presa nella mia terza sfera di influenza. Si può star certi che le notizie sulla tua presenza nella sfera dei miei luogotenenti e della mia congrega mi verranno ritrasmesse. Potrebbe essere di persona, via telefono, via messaggio o via email, ma le notizie mi perverranno. Questo mi permette anche di mandare informazioni a te per delega dato che i miei complici e la mia congrega di racconteranno cosa sto facendo, con chi sto e così via.

La Quarta Sfera di Influenza è il nostro raggio d’azione attraverso il telefono. Non mi riferisco a messaggi o messanger di Facebook ma parlare davvero via telefono. Anche se potrebbero esserci mille chilometri di distanza, non ci possiamo vedere e non siamo vicini fisicamente, il fatto che tu stia parlando con noi ci permette di estendere la nostra portata in modo efficace attraverso l’uso del telefono. Facetime e Skype e applicazioni simili fanno altrettanto parte di questa sfera.

La prossima è la Quinta Sfera di Influenza che si manifesta attraverso l’invio di messaggi di testo, email, lettere, note attaccate a dei sassi lanciati attraverso la finestra, segnali di fumo ecc.. Non c’è una vera comunicazione l’un l’altro. Non c’è nessuna terza parte coinvolta. Non c’è vicinanza fisica. Questa è la quinta sfera.

Infine, c’è la Sesta Sfera di Influenza che è la mia mente. Puoi spuntare nella mia mente senza alcuna ragione. Potrei aver ascoltato una canzone che mi ricorda te o essere passato vicino a dove vivevi e mi sono ricordato di te. In tutti gli altri aspetti ti avevo cancellato dalla mente nel dopo scarto o dopo la tua fuga ma poi accade qualcosa, attivata da qualche cosa o semplicemente una telefonata random ed eccoti qui, nella mia mente e nei miei pensieri e quindi tu sei entrata nella sesta sfera di influenza.

In seguito alla tua fuga o al tuo scarto agiremo tutte e cinque queste sfere di influenza nel tentativo di recuperarti. Una volta che tu appari in una o in tutte queste sfere di influenza verremo incoraggiati ad effettuare un recupero (tenendo conto di altri fattori naturalmente che spiegherò in dettaglio in una diversa occasione). Quindi se tu hai effettuato un no contact e poi ti vedo mentre percorri in autobus la strada principale, sei entrata nella mia seconda sfera di influenza. Hai attirato la mia attenzione. Sei nel mio radar. Questo potrebbe far sì che ti saluti con la mano e attiri la tua attenzione attraversando la strada per prendere l’autobus così da portarti nella mia prima sfera. Poi potrei ossessionarmi nel fare sforzi per contattarti in qualche altro modo, ma il fatto che sei passata vicino a me, apparendo nella mia sfera causa due cose.

Uno, mi segnala te. Potrei essere stato distratto con altre fonti ma entrare nella mia sfera di influenza ti rende terreno di recupero.

Due, risveglia il rimescolamento, quella qualità che provoca dipendenza che infondiamo in te attraverso la nostra seduzione malvagia, cosa che causa ricordi vari che si risvegliano dentro di te, pensieri e sentimenti che ancora una volta ti rendono vulnerabile al nostro approccio.

Quindi poi cercheremo di recuperarti. Ci siamo ricordati di te e questo richiama alla mente il potente carburante di recupero che si offre. In secondo luogo tu sei ad alto rischio di recupero per via dell’effetto del rimescolamento che giace dentro di te, posto lì da parte nostra qualche tempo fa quanto ti abbiamo sedotto.

Qualche volta cerchiamo di attirarti nella nostra sfera di influenza. Se gironzoliamo vicino a dove sappiamo che lavori, stiamo tentando di attirarti nella nostra sfera di influenza. Più spesso però sei tu che entri nella nostra sfera di influenza, sia in modo deliberato che inavvertitamente.

Per esempio, potresti decidere che hai bisogno di restituire alcuni oggetti di nostra proprietà e chiami per portarceli. Attraverso questa azione sei entrato nella nostra prima sfera di influenza e verrai sottoposto a recupero. In alternativa, è tarda notte e siamo nella tua mente (ma tu non sei nella nostra) e non puoi fare a meno di mandare un messaggio chiedendo cosa stiamo facendo. Facendo questo sei entrato nella nostra quinta sfera di influenza. Ogni passo o azione che ti riporta alla nostra attenzione, sia di persona, via telefono, tramite altri o attraverso la tecnologia è la tua entrata nella nostra sfera di influenza e innesca un probabile recupero.

Tu naturalmente puoi influenzare quante di queste sfere di influenza possono essere agite nei tuoi riguardi. Stai lontano da noi e assicurati che non possiamo sapere dove trovarti e preverrai la prima e la seconda sfera.
Assicurati di non essere mai menzionato dai nostri amici ed evita ogni contatto con quelli che sono i nostri complici e la nostra congrega e distruggerai la terza sfera. Evita la tentazione di chiamare e distruggerai la quarta. Assicurati di non messaggiare mai con noi, mandarci email o perfino ogni notifica di applicazioni e la quinta sfera viene contrastata. L’unica su cui non hai influenza è la sesta sfera. Potresti semplicemente comparire nella nostra mente di tanto in tanto e non c’è nulla che puoi fare riguardo a questo. Puoi comunque trovare consolazione nel fatto che nel dopo fuga o nel dopo scarto, se sei sopravvissuta al grande recupero iniziale poi non comparirai nella nostra mente così spesso. Ti avremo estirpato dalla nostra mente e ci saremo focalizzati su fonti alternative di carburante. Rimane il rischio di un recupero (ecco perché non andiamo mai via davvero) per via di questa sesta sfera di influenza, ma il rischio è ridotto. Si possono paragonare le sfere a quelle zone da cui se stai lontano non ci metti in allerta della tua presenza e non attivi il rimescolamento. Fai un passo in una di queste e attivi il rischio di un recupero per via delle ragioni scritte sopra. Il tuo obiettivo di assicurarti di rimanere libero da recuperi post scarto e post fuga si basa sul conoscere che queste sfere di influenza esistono e rimanervi lontano. Naturalmente te lo renderemo più difficile di quanto pensi, ma questo è un altro argomento di discussione.

H.G. TUDOR

The Spheres of Influence – What Triggers a Hoover By The Narcissist?

📰 PERCHÉ NON MI LASCERÀ IN PACE?

2019-11-09 (3)

Se ti ritrovi a ricevere le continue attenzioni di qualcuno, c’è una concreta possibilità che questa persona sia un narcisista e uno della nostra tipologia. L’attenzione che ti viene data può assumere una varietà di forme differenti. Potrebbe manifestarsi nel complimentarsi con te, offrirsi di portarti fuori a cena, chiederti un appuntamento, mandarti messaggi romantici, lasciarti regali sul posto di lavoro, stare a fissarti, passare in auto davanti a casa tua ripetutamente, danneggiare le tue proprietà, ricoprirti la macchina di acido della batteria, gettarti vernice sulle finestre, insultarti, chiamarti continuamente al telefono e senza parlare e mille altri modi differenti. Per un esterno alcuni di questi comportamenti potrebbero avere l’apparenza di un tentativo di seduzione e altri sono chiaramente concepiti per spaventare ed intimidire. Alla fine, entrambi saranno sgraditi e la persona che continua a persistere in questo comportamento è il più delle volte un narcisista. Forse l’avete capito e siete totalmente lucidi rispetto a ciò che sono mentre provano ad aspirarvi indietro nella relazione o rendere la vostra vita un inferno vivente. È altamente improbabile che sappiate che il seduttore della prima ora sia in realtà uno di noi, non importa quanto insistente sia questa persona. È molto più probabile che tu decida che questa persona è infatuata, ossessionata, stalker o un po’ strana. Narcisista non è l’etichetta che applicheresti. Non quando accade la prima volta.

Perché quindi ci impegniamo in comportamenti così insistenti? Perché cerchiamo di sedurti e corteggiarti per entrare in una Relazione Ufficiale, per riportarti indietro o solo per rendere la tua vita un inferno?

1. La Prima Seduzione

Potrebbe essere piacevole inizialmente ricevere queste attenzioni perfino se non hai interesse e con un sorriso rifiuti gli approcci del Romeo dell’ufficio. Insiste nel continuare a chiederti di uscire. È sempre gentile e affascinante ma non lo fai desiderando di dire no. Forse hai già un partner, non hai interesse ad uscire o semplicemente trovi che questa persona non ti piace. Continui a rifiutare, qualche volta in modo più fermo che in altre occasioni ma non accetta un no come risposta. Deve esserci una foto di quest uomo o donna nel dizionario alla voce “insistenza”. Non sono mai orribili, mai cattivi ma inizi a sentire la sensazione di terrore ora ogni volta che vedi lui o lei arrivare in corridoio verso di te, o camminare sul sentiero del tuo giardino o che il loro numero appare sul tuo telefono. Non vuoi essere scortese, perché sei in grado di vedere che sono, apparentemente, delle persone piacevoli, ma inizia a diventare qualcosa di sgradevole. Perché questa persona non afferra il messaggio?

1. Il senso che tutto ci sia dovuto implica che se decidiamo di volere qualcosa, allora ce la prendiamo. Non importa cosa chiunque altro dica o voglia, abbiamo il diritto di fare ciò che vogliamo. Vogliamo sedurti e renderti il nostro dispositivo primario. Pertanto, continueremo finché lo otterremo o decideremo il contrario. Ciò che tu ci dici o ciò che una terza parte potrebbe fare non ci dissuaderà.
2. Non riconosciamo i limiti e quindi possiamo arrivare e parcheggiare i nostri carri armati sul tuo prato. Ti vogliamo come nostra estensione e non prendiamo in considerazione nessun limite che ci impedisca di farlo.
3. Sei stato identificato da parte nostra come una potenziale brillante fonte di carburante. Effettuiamo piani prima di fare la nostra mossa e ci affidiamo anche all’istinto nell’identificare quelli che presteranno servizio alle nostre necessità nel modo più efficace. L’estensione della pianificazione varierà a seconda del tipo di narcisista, ma in un modo o nell’altro sei stato individuato come un maxi-serbatoio e vogliamo quel carburante, quindi devi diventare la nostra fonte primaria. Il premio come si sa vale lo sforzo. Quindi se non riesci a capire perché continuiamo ad andare avanti e avanti, potresti voler considerare qualunque cosa sia che ci attrae a un tale livello. Potresti pensare di essere qualcosa come un buon partito se lo consideri dalla normalità a cui appartieni, ma per noi è il tuo status in quanto fornitore di carburante che ha catturato il nostro sguardo. Questo comportamento appare principalmente da parte del Narcisista Medio e del Narcisista Superiore perché sono in grado di durare più a lungo usando fonti secondarie per le proprie riserve di carburante mentre continuano la caccia con te.
4. Potrebbe essere che il modo in cui interagisci con noi, anche se provi a dirci che non sei interessato, è ciò che continua a farci insistere con te. Se sorridi quando compariamo con qualche fiore e ci ringrazi ma gentilmente ci fai sapere che non vuoi un appuntamento, ci stai comunque dando del carburante. Sei fai una risatina con i tuoi amici mentre facciamo qualche stupido gesto romantico alle porte del tuo luogo di lavoro, allora riceviamo carburante. Perfino se mostri irritazione o forse inizi ad urlare che dobbiamo lasciarti in pace, ci stai offrendo carburante. Entrambe le cose ci sostengono e ci incoraggiano.
5. Un’ulteriore alternativa è che stiamo ottenendo carburante altrove, questo è molto probabile che derivi dalla svalutazione della fonte primaria corrente e finché questo carburante viene fornito allora la caccia continuerà. Possiamo continuare ad erodere la tua resistenza per lungo tempo, dato che siamo alimentati altrove e questo sostiene i nostri sforzi per assicurarti come rimpiazzo della fonte primaria. Se c’è qualunque tipo di coinvolgimento a nome tuo, perfino se il carburante non viene fornito, anche se di solito lo è, stai offrendo un incoraggiamento che la svolta potrebbe avvenire.

Allora come fermare il narcisista dal continuare a tentare di sedurti? Non devi offrire un cacchio (NoFuC). Questo sta per Nessun Portatore di Carburante. Devi chiudere il carburante, evitare qualsiasi coinvolgimento e dimostrare che non ci sarà alcuna offerta di carburante. Non sorriderai, non dirai “grazie ma no grazie”, non ci dirai di levarci dalle scatole o griderai arrabbiato di lasciarti in pace. Non accetterai regali, non ci riconoscerai, bloccherai qualsiasi chiamata ed inserirai dei guardiani dove possibile. Dandoci NoFuC- nessun carburante, il narcisista che otteneva carburante dall’interazione interromperà e andrà altrove. Se non ci sono mezzi di contatto, o molto pochi, questo combinato con l’assenza di carburante ci dissuaderà. Se stiamo ancora ottenendo carburante altrove, se è impossibile o difficile contattarti e non c’è alcuna prova di carburante disponibile, è probabile che metteremo alla prova la tua determinazione ma alla fine senza nessun potenziale di carburante, sposteremo la nostra attenzione altrove.

Assicurarsi di dare NoFuC- nessun carburante e farlo in modo consistente è la chiave per dissuadere il narcisista che tenta di sedurti per la prima volta. Questo ovviamente se sei abbastanza fortunato da non essere interessato, dato che quasi tutti gli obiettivi sono interessati e quindi suscettibili ad essere sedotti e che tu riconosca con cosa stai avendo a che fare.

2. Post Fuga

In questo caso è molto probabile, anche se non garantito, che tu sappia di stare trattando con uno della nostra tipologia. Cosa accade quando non ti lasciamo in pace nel momento in cui ci sei sfuggito?

1. Forse stai sperimentando il Grande Recupero Preventivo. Se il tentativo di contattarti e stabilire nuovamente la Relazione Ufficiale sta avendo luogo subito dopo la tua fuga, se sono così intensi e di natura continua e ti senti come sotto assedio, allora si tratta del Grande Recupero Preventivo. Per gestirlo devi mantenere il no contact e sostenere l’offensiva. A seconda del tipo di narcisista con cui stai avendo a che fare e della disponibilità di altre fonti di carburante, il Grande Recupero Preventivo può essere sostenuto per un certo numero di settimane. Generalmente è un’esplosione concentrata nel corso di una settimana circa e poi se la tua determinazione tiene, ci sarà una pausa poiché ci ritiriamo e cerchiamo carburante altrove per recuperare dalla diminuzione delle nostre provviste causata dalla tua fuga. Devi mettere l’elmetto e tenere duro.
2. Se non si tratta di Grande Recupero Preventivo ma il comportamento verso di te è gentile e/o finalizzato a farti ritornare da noi, stai sperimentando un Recupero Successivo Benigno. Può anche succedere ripetutamente. È meno intenso ma può apparire di tanto in tanto nel corso di anni. Perché sta accadendo?

Per prima cosa, devi aver azionato un Attivatore di Recupero entrando in una delle sei sfere di influenza. Hai risposto a messaggi, hai contattato il narcisista riguardo a qualcosa, sei passato vicino a dove vive o lavora, hai fraternizzato con gente che conosce lui o lei? Devi accertarti in quale sfera di influenza sei entrato e rimanerne fuori.

Se lo fai e il Recupero Benigno continua ad avvenire, allora sei apparso nella sesta sfera di influenza che è nella nostra mente. Di solito questo è solamente sporadico perché saremo occupati con le altre fonti di carburante, ma potrebbe essere che se tu eri/sei una fonte di carburante particolarmente buona una volta che appari nella sesta sfera vieni depositato lì e l’attivatore continua ad essere azionato.

Questo da solo naturalmente non è abbastanza per portare ad un riaggancio. I Criteri di Esecuzione del Recupero devono essere soddisfatti. E ovviamente lo saranno se continui a sperimentare questi Recuperi Benigni e ciò che di solito fa sì che i criteri vengano soddisfatti è che un po’ di carburante viene fornito cosa che ci incoraggia a continuare a insistere per averne di più.

Devi accertarti in quale modo questo carburante venga provocato. Ci sono tre potenziali ragioni

Carburante di Vicinanza – stai avendo qualche interazione con noi il che ci permette di attingere carburante da parte tua. Forse lo stai passando dove lavoriamo, dove c’è un trasferimento dei figli o cose simili. Questo allora permetterà facilmente ai criteri di venire soddisfatti e quindi devi aspettarti che accada un Recupero Benigno. Chiudi la fornitura di carburante. Evitaci o dove non è possibile, assicurati che poco o nessun carburante venga offerto quando c’è un’interazione immediata.

Carburante di Pensiero – Forse siamo incoraggiati dal Carburante di Pensiero che possiamo ottenere dalla percezione di come stai reagendo alle nostre interazioni. Se crediamo, basandoci su precedenti esperienze, che sorriderai nel trovare i fiori o ripenserai a quando stavamo insieme quando consegniamo un cd di una certa canzone nella tua cassetta delle lettere, questo ci incoraggerà. Il Carburante di Pensiero ha una durata limitata e se è questo che ci sta incoraggiando, non reagendo, il suo effetto si dissiperà e i criteri di esecuzione del recupero non verranno più soddisfatti.

Carburante Per Procura – Hai un traditore della tua parte. Potrebbe essere qualcuno ben intenzionato o qualcuno che ti sta deliberatamente spiando, ma questo individuo ci sta nutrendo delle tue reazioni a ciò che facciamo. Non vediamo la tua reazione emotiva, non la immaginiamo solamente, ma qualcuno ci sta dicendo che tu continui a parlare di noi, ti irriti quando il nostro nome viene menzionato e così via. Questo ci incoraggia e permette che i criteri vengano soddisfatti. Devi scoprire chi è ed evitargli di trasmetterci queste informazioni, o chiedendogli di smetterla o più sovente in primo luogo non dando le informazioni.

Stoppando gli attivatori e perfino se hai un narcisista bloccato nella sesta sfera, se eviti l’offerta dei tipi di carburante sopra, è molto più facile evitare che i criteri vengano soddisfatti. Nessun attivatore oppure un attivatore e nessun criterio soddisfatto implica che non ci saranno più riagganci e verrai lasciato in pace.

3. Il Recupero Successivo Maligno

Non c’è alcun desiderio di far risorgere la Relazione Ufficiale. Ad ogni modo non vogliamo carburante positivo da parte tua. Vogliamo ferirti, farti piangere, farti arrabbiare, spaventarti. Qualunque cosa sia, vogliamo la tua risposta negativa dato che questo ci concederà di attingere carburante negativo da parte tua e anche di punirti.

Di nuovo, blocca gli attivatori rimanendo fuori dalle sfere di influenza. Il Recupero Maligno causa problemi concreti perché il narcisista potrebbe rimanere bloccato nella sesta sfera tramite rancore e se sta ottenendo carburante da una nuova fonte primaria, c’è un rischio maggiore che il narcisista abbia abbastanza carburante per continuare con te. Quindi con il Recupero Maligno la soglia per la quale i criteri di esecuzione del recupero vengano soddisfatti spesso viene abbassata. Ecco perché quando hai qualcuno che sta attivando un Recupero Maligno contro di te, potrebbe apparire soverchiante, incessante e forsennato. Anche il Carburante Mentale è più forte con questo tipo di riaggancio.

Evita gli attivatori. Se lo fai e continuano ad accadere, è chiaro che la sesta sfera è stata attivata. Renditi difficile da contattare, evita di fornire carburante come descritto sopra e alla fine il bisogno di carburante e la sua assenza da parte tua, farà sì che tu venga lasciato in pace, ma dovresti essere consapevole che la propensione a rimanere bloccato nella sesta sfera, la disponibilità di altro carburante e l’abbassamento della soglia dei criteri può avere come risultato un percorso molto difficile per certe persone, non per tutte, ma per alcune.

4. Post Scarto

Non ci sarà il Grande Recupero Preventivo quando questo accade perché abbiamo scelto di scartarti. Affronterai Recuperi Successivi Benigni e/o Recuperi Successivi Maligni a seconda del tipo di narcisista e dalla situazione prevalente. Si applicano le stesse considerazioni descritte sopra.

Alla fine, non ti lasciamo in pace per via della prospettiva di carburante e del gusto del carburante che viene offerto nel frattempo. Questo è ciò che ci spinge a continuare a tormentarti, contattarti e infastidirti, ma come sempre, ci sono dei passi che puoi fare. Comprendi perché avviene questo così potrai stabilire quali azioni devono essere fatte. Potrebbe essere mantenere le tue difese, preservare il no contact e rimanere fuori dalla tempesta o potrebbe anche richiedere dei passi concreti da parte tua.

H.G. TUDOR

Why Won’t He Leave Me Alone?

📰 I DIECI TIPI DI VITTIME CHE IL NARCISISTA RECUPERA

191108E The Ten Types of Victim The Narcissist Hoovers.png

Faccio ripetutamente menzione di come noi torniamo sempre. Questa naturalmente è la genialità del recupero. Alcune persone faticano a comprendere che continueremo a tornare per avere più carburante, se si presenterà l’occasione. Perché non dovremmo? Amiamo il carburante. Amiamo il tuo carburante (dopotutto è stato il motivo per cui sei stato scelto come fonte primaria) e meglio ancora amiamo il carburante di recupero che fornisci. Il recupero ricopre molte funzioni. Innanzitutto, ci fornisce carburante. È anche un mezzo per esercitare il controllo, sondare il territorio per potenziali future macchinazioni, un mezzo per impedirti di andare avanti, un mezzo per ostacolare la tua comprensione, un metodo per rafforzare la nostra superiorità, il nostro dominio e la nostra onnipotenza. Serve per queste funzioni e per molte altre. I recuperi si svolgono durante la danza con la nostra tipologia, ma li associamo il più possibile con il seguito, con il periodo successivo alla fuga o più probabilmente allo scarto. Quando guardiamo il recupero in uno scenario del genere, quando torniamo di nuovo, lo facciamo per uno dei seguenti tre motivi:

1. Per riportarti di nuovo nella relazione in modo che l’intero ciclo narcisistico possa ricominciare;
2. Per ferirti. Non vogliamo di nuovo la relazione formale, ma vogliamo ricordarti quanto sei privo di valore e quindi miriamo a farti del male attraverso questa forma di recupero;
3. Per attingere un po’ di carburante positivo (potrebbe essere una goccia o potrebbe essere una discreta quantità) ma non vogliamo che il rapporto formale ricominci di nuovo o addirittura mai, ma sappiamo che fornisci un delizioso carburante di recupero, quindi continueremo sempre a tornare. Non facciamo abbastanza per ricominciare la relazione formale, ma certamente ne ricaviamo un po’ di carburante. Potrebbe essere un messaggio, potrebbe essere una telefonata o una visita, ma accadrà. Potrebbe volerci solo un momento o un pomeriggio, ma sarà un periodo temporaneo e dopo aver estratto il carburante ci ritireremo di nuovo (solo per apparire in una fase successiva). La relazione formale non ricomincia.

È questa terza manovra (che è un recupero successivo benigno) che spesso confonde le persone. Puoi capire il recupero allo scopo di ricominciare la relazione. Puoi capire di prendertela con noi e di essere cattivo perché, ehi, dopotutto siamo Grandi Bastardi, non è vero? Tuttavia, perché fare lo sforzo di guadagnare del carburante e poi ritirarsi di nuovo? Può essere perché abbiamo una fonte primaria affidabile in atto, ma non possiamo resistere a un sorso di carburante di recupero. Può accadere perché le circostanze lo rendono troppo bello per resistere. Ci sono diversi fattori, ma uno dei fattori principali è il ruolo che ti viene assegnato dopo la fuga/scarto. L’applicazione del recupero successivo benigno che non cerca il ripristino della relazione formale si basa su di te che ti rendi conforme a un ruolo particolare e al carburante che ne deriva. Ci sono molti ruoli diversi che possono esserti assegnati a questo punto, ma qui ne elenco dieci.

1. Augurarti il meglio

Ogni volta che torniamo, chiedi con la tua ben nota onestà come ce la stiamo passando, chiedi dei nostri progressi, della nostra salute e di tutte le altre questioni. Lo fai con quella bontà di cuore e secondo la natura per la quale tu, come persona empatica, sei famosa, e anche se non c’è un torrente di emozioni scatenate, la tua gentilezza e compassione ci alimentano ancora. Potresti esserti allontanato in gran parte da noi, ma non sei in grado di tagliare tutti i legami. Sai che non tornerai indietro ma non puoi fare a meno di voler sempre sentire che stiamo facendo del bene e che di conseguenza puoi augurarci il meglio.

2. L’ottimista

Questo contatto ti dà la speranza che ci possa essere un ritorno al periodo d’oro. Non forzi la cosa, poiché sai come questo può indurci a reagire, ma sei ricettivo al nostro progresso, lieto, non felice di sentirci e ti impegni con entusiasmo, cercando di mantenere il tuo cuore pulsante sotto controllo. Ogni volta che “facciamo un salto” vedi come la possibilità che questa volta ti travolgiamo tra le nostre braccia e ti riportiamo di nuovo da noi. Ogni volta sei deluso ma questo non affievolisce la tua speranza e il tuo ottimismo, forse la prossima volta sarà il momento?

3. Il colpevole

Stai male perché la relazione non ha funzionato e ti incolpi tanto (se non di più) di noi per la sua fine. La tua natura di devoto all’amore significa che credi ancora che l’amore conquisterà tutto e passerai il tuo tempo a scusarti per ciò che hai fatto che è sbagliato e ciò che non hai fatto bene. Naturalmente non facciamo nulla per farti pensare in modo diverso, godendo della tua auto-flagellazione che emerge sempre in superficie ogni volta che ci mettiamo in contatto con te.

4. L’entrare nei particolari

Sei ossessionato dal capire chi sei e consideri la tua interazione come parte integrante di questo. Vuoi i nostri punti di vista e le nostre opinioni sulla tua introspezione e usi qualsiasi contatto da parte nostra come un’opportunità per invitarci a dare un’opinione su di te, non importa quanto brutale possa essere. Credi di non essere in grado di stabilire chi sei veramente senza capire la natura del tuo rapporto con noi e ogni occasione in cui ci mettiamo in contatto con te ti offre l’opportunità di impegnarti per trovare queste risposte. La tua dipendenza da noi ci edifica e ci fornisce carburante.

5. Il curatore

Non abbandonerai il concetto che possiamo esserci corretti e qualsiasi interazione tra di noi ti porta a impadronirti di nuovo di quel ruolo di curatore, mettendo i nostri interessi davanti ai tuoi con l’inevitabile carburante che deriva dal tuo comportamento compassionevole e di buon cuore.

6. La ninfa

Ci odi per quello che abbiamo fatto, ma, oh, il sesso è stato così bello e non puoi resistere al richiamo di un messaggio notturno per qualche rapporto sessuale nella speranza che possa portare di nuovo a un combattimento tra le lenzuola. Sosteni che tutto ciò che vuoi è la gratificazione sessuale e adottare questa posizione è una forma di rivincita nei nostri confronti, ma il tuo coinvolgimento con noi attraverso i messaggi erotici e il flirt ci fornisce il carburante di recupero che vogliamo.

7. Il laccio emostatico

Non sei un laccio emostatico, ma hai bisogno di averne uno. Non riesci a capire cosa è successo e ogni dialogo è una sessione di domande piena di carburante sul perché abbiamo fatto quello che abbiamo fatto, perché ti abbiamo ferito, perché abbiamo detto quelle cose, perché abbiamo fatto casini e cose del genere. Il dolore rimane crudo e il carburante che ne deriva è troppo buono per resistere.

8. Il vecchio affidabile

Sai che dovresti ignorarci ma non puoi. Quei messaggi che inviamo sono come un fastidioso prurito e devi grattare disperatamente. Ovviamente lo sappiamo e ti consideriamo una fonte affidabile di carburante di recupero. Tutto quello che dobbiamo fare è inviare un messaggio e tu risponderai in qualche modo, non puoi farci nulla.

9. Il contendente

Vuoi tornare con noi e ci dimostrerai quanto sei dannatamente bravo e quanto siamo “buchi” per lasciarti andare, in primo luogo. Ci dirai quanto sarai giusto per noi, cosa farai e come non riusciremo mai a diventare meglio di te, mentre tu fai tutto il possibile per convincerci che dovresti tornare tra le nostre braccia. Anche se ti rifiutiamo, non ti arrenderai perché il tuo desiderio di essere il nostro partner intimo è enorme e con questo fornisci carburante.

10. Il combustibile ben infuocato

Il tuo flusso di carburante non può essere interrotto. Red Adair non sarebbe mai in grado di spegnere le fiamme e tappare bene il combustibile. Sei arrabbiato, ribollente, furioso per il modo in cui sei stato trattato e ci odi. Ci odi assolutamente. Ogni volta che ti contattiamo, cogli l’opportunità di sfogare la tua rabbia contro di noi, insultandoci, etichettandoci e continuando come un’arpia impazzita. Pensi che questo ci sconvolgerà, ma non comprendi la natura del carburante e anche se possiamo controbattere è tutto progettato per mantenere questo combustibile ardente che scorre.

Ti riconosci in tutto questo?

H.G. TUDOR

The Ten Types of Victim the Narcissist Hoovers

📢 SFATARE 10 MITI SUL RECUPERO

2019-11-08 (1).png

Ci sono molti equivoci e miti sui Recuperi. Eccone 10 che ho intenzione di sfatare per voi. Quali sono?

1. Ho esposto pesantemente il narcisista, non verrò recuperato.

Hai torto. Ecco perché c’è sempre il rischio di un recupero. Ci sono due parti che costituiscono il recupero, in primo luogo l’Attivatore di Recupero che significa che entri nelle sfere di influenza. Ce ne sono sei che ho descritto in un articolo separato; da cinque di loro puoi stare fuori come parte del tuo regime di no contact, ma non puoi mai stare nella sesta perché quella è quando al narcisista capita di pensare a te, si ricorda di te, quindi ne consegue che c’è sempre un rischio di un Attivatore di Recupero. Questo tuttavia non significa che sarai recuperato; i Criteri di Esecuzione di Recupero devono essere soddisfatti. Ora, questi sono i criteri che spiego nei dettagli, così potrai capire cosa sono, in modo da poter apportare gli aggiustamenti appropriati per rafforzare il tuo regime di no contact. Capisci che il narcisista non si ferma ad analizzare questi punti e pensa “Ah, perfetto, Barra di Recupero Bassa, ora recupero!” È una cosa istintiva. Quando esponi in maniera massiccia il narcisista, causerai considerevoli ferite. Questo fatto spinge la barra di recupero in alto, molto in alto, il che significa che è meno probabile che tu venga recuperato perché i criteri di esecuzione recupero hanno meno probabilità di essere soddisfatti, tuttavia pensare di non essere recuperato è pensiero emotivo, perché la logica è che c’è sempre il rischio di un recupero fino al giorno in cui tu muori o muore il narcisista. Perché? Poiché la massiccia esposizione non è che un criterio, quindi possono esserci anche altri criteri che abbassano la barra di recupero e in generale annullano l’effetto della pesante esposizione, così si verifica il recupero. Inoltre potrebbe darsi che tu riceva una risposta maligna e non benigna sotto forma di recupero. In più, le massicce ferite causate dalla pesante esposizione si attenuano nel tempo, quindi diciamo che in sei mesi il suo effetto non è più così grande sul narcisista, perciò quando vi è un attivatore di recupero, l’episodio della tua ferita massiccia diventa meno rilevante o anzi in futuro è irrilevante, e quindi questo implica che non terrà a bada il narcisista per sempre. È probabile che succeda immediatamente dopo, in base agli altri criteri, ma partendo dal presupposto che gli altri criteri non annullano le ferite massicce, col tempo l’effetto di quella massiccia ferita causata da una pesante esposizione, anzi l’esposizione, si ridurrà e di conseguenza ti esponi a un aumentato rischio di recupero. Quindi la risposta è di non cadere preda del tuo pensiero emotivo e considerare “Oh beh, guarda, espongo pesantemente il narcisista così sarò protetto”. Questa è arroganza, questo è il tuo pensiero emotivo che coglie il tuo tratto narcisistico dell’orgoglio e lo corrompe contro di te. C’è sempre il rischio di un recupero, questa è la logica, quindi applica un rigoroso e rigido regime di no contact

2.  I narcisisti recuperano solo per riprendere la relazione.

No, questo indubbiamente succede, ma si recupera anche per altri due motivi:

• Malignamente per ottenere carburante ed esercitare il controllo su di te, oppure

• Per ottenere carburante positivo attraverso un recupero benigno, possibilmente per acquisire tratti caratteriali e possibilmente per ottenere benefici residui, e forse tutte e tre le cose. Possiamo farlo se ti piace tuffartici di nuovo.

Quindi, facciamo un esempio. Il narcisista potrebbe telefonarti e chiedere che tu gli presti dei soldi. Il tuo pensiero emotivo è alto e sei convinto di farlo. Quello è il
beneficio residuo, e quell’atto di prestare i soldi, e anche le tue risposte positive nel corso della conversazione con il narcisista, rappresentano la fornitura di carburante. Il narcisista ottiene questo carburante, ottiene un beneficio residuo, quindi si disimpegna da te o più probabilmente ti mette sullo Scaffale, fino alla prossima volta che vi è un Attivatore di Recupero, e qualora i Criteri di Esecuzione di Recupero siano soddisfatti. Quindi non torniamo solo per risucchiarti dentro, diciamo una relazione romantica; potremmo semplicemente attingere a te in modo intermittente, e questo è quello che normalmente accade con fonti secondarie del tipo da scaffale, ovvero l’amante, l’altra donna, la persona con cui stiamo avendo una tresca, amici, colleghi. Può anche accadere con la ex fonte primaria intima; siamo tornati solo per avere un piccolo bocconcino di carburante positivo o negativo. Perché? Perché ne abbiamo bisogno e la barra di recupero è stata abbassata

3. Non ho intenzione di bloccare il narcisista sul telefono, altrimenti verrà a recuperarmi di persona.

Questo è pensiero emotivo. Sembra logico, non è vero, quasi come una valvola a pressione: se riesce a mandarmi un messaggio, va da sé che non verrà a presentarsi alla mia porta, ed è il minore tra i due mali. Pensiero comprensibile, ma sbagliato e illogico. Se non blocchi il narcisista sul tuo telefono, è più probabile che tu venga recuperato. Ad ogni modo, se blocchi il narcisista sui mezzi elettronici, questo non implica che il narcisista probabilmente si presenterà. Perché? Beh, prima di tutto è molto facile recuperarti elettronicamente, addirittura esiste il precedente suicidio del no contact di non bloccare, di non uscire dai social media, ecc., (leggi l’articolo Il Suicidio del No Contact per ulteriori informazioni al riguardo). Tuttavia, se ci blocchi sui mezzi elettronici, ciò non significa che ci presenteremo di persona. Perché? Potremmo non sapere dove trovarti, oppure dobbiamo impiegare uno sforzo considerevole per arrivarci, o anche se ci vuole un certo sforzo per arrivarci, il narcisista, in particolare l’Inferiore e il Medio-Rango, cercherà sempre la frutta appesa ai rami bassi, estraendo il carburante da un apparecchio che è il più facile da ottenere. Se ciò significa dover camminare per 15 minuti per trovarti, è meno probabile che lo faccia, e manderà messaggi a qualcuno che ha lasciato aperti i canali elettronici. Sì, potrebbero esserci occasioni in cui il narcisista, in particolare se sei fuggito e blocchi i canali elettronici, è portato a venire da te di persona SE ciò si confà coi Criteri di Esecuzione di Recupero, perciò intraprende questo recupero fisico diretto. Ma ricorda, tu hai un netto vantaggio. Nonostante tutto il nostro splendore, non possiamo attraversare muri o porte, quindi se il narcisista si presenta di persona, tu non apri la porta, non parli con lui dalla finestra o attraverso la buca delle lettere; ti metti le cuffie, aspetti cinque o dieci minuti, e se non se n’è andato, chiami la polizia e lo fai togliere da lì, non interagisci con lui, non dici al narcisista di andare via, non lo minacci, chiameremmo la polizia, lo lasci gridare e lanciarsi contro la porta, non si introdurrà dentro con un calcio. Se inizia a farlo, allora chiama la polizia e sarà allontanato. Se il narcisista viene da te di persona, se pensi che faccia in modo di tenderti un’imboscata fuori dal lavoro, beh, puoi starci attento, esci dal lavoro con qualcuno accanto a te, ignoralo, raggiungi la tua auto e vattene, prendi strade diverse per andare e tornare dal lavoro o dalla palestra; fai la spesa in posti diversi, ma non cadere preda del pensiero emotivo che dice che se blocchi il narcisista sarà costretto a presentarsi di persona. Questo non è corretto.

4. Voglio che il narcisista mi recuperi per provare che sono superiore a lui.

Di nuovo questa è una sorta di scienza logica, non è vero? Ora voglio dimostrare che mi sono laureato all’Università di HG, e quindi voglio ricevere un recupero per dimostrare che posso resistere. Ma questo è pensiero emotivo. Perché? Predica la prima regola d’oro della libertà “Una volta che sai vai e esci e stai fuori”. Non hai bisogno di alcuna forma di interazione; è come rimettere la testa nella bocca del leone raccogliendo un piccolo revolver ricaricato senza tirare il grilletto. Non devi farlo, non hai bisogno di dimostrare che sei resistente, anzi hai bisogno di preservare la tua resistenza per quando ti viene tesa un’imboscata se il narcisista si presenta inaspettatamente; non è necessario mantenere aperto un canale, non è necessario sbloccarlo per vedere se arriva il recupero. Ciò che farai è cadere preda del tuo pensiero emotivo. Non farlo. Questo è pensiero emotivo. Evitalo.

5. I narcisisti recuperano solo per il carburante.

No, è un motivo principale per il recupero, ma recuperiamo anche per i tratti caratteriali e i benefici residui. I benefici residui potrebbero essere l’accesso alle informazioni, l’uso della tua rete sociale; l’uso della tua rete in termini di affari, prestito di denaro, avere un posto dove stare, ottenere assistenza nella risoluzione di un problema; è tutta una gamma di benefici residui

6. Sto con un’altra persona, quindi non verrò recuperato.

Sbagliato! Con il Narcisista Inferiore e di Medio-Rango il fatto che tu sia con un’altra persona agisce come un fattore di tutela per i Criteri di Esecuzione di Recupero, ma è solo un criterio e, come spiegato in precedenza in questo articolo, potrebbe essere il caso che vi siano criteri aggiuntivi che neutralizzano quest’unico criterio, e quindi rendono trascurabile il fatto che tu sia stato con qualcun altro. Di per sé, è un fattore che innalza la Barra di Recupero, ma ci saranno sempre altri criteri che potrebbero abbassare la Barra di Recupero. Ai Superiori non importa che tu stia con un’altra persona, per noi diventa incoraggiante, e ricorda che qualora vengano soddisfatti questi Criteri di Esecuzione di Recupero, potrebbe esserci un Recupero Maligno verso te e la nuova persona. Naturalmente verrai triangolato e cosa ne potremmo ottenere? Due flussi di carburante cercando di creare problemi tra te e il tuo nuovo interesse romantico

7. Il narcisista non può recuperarmi, controbatterò e vincerò. Ora so cosa è.

Di nuovo questo è pensiero emotivo che sta corrompendo il tuo senso narcisistico di orgoglio e il tuo tratto empatico di Giustizia. Pensi che “Ora posso andare di pari passo con il narcisista, ho le competenze, sono stato armato”. Essere armati significa applicare la logica e stare lontani da noi. Se combatterai con noi, verrai sul nostro campo di battaglia. Sono le nostre regole, non le tue regole. Cosa accadrà? Ci darai carburante, potresti ottenere un risultato spiacevole, aumenterai il tuo pensiero emotivo. Quindi non vincerai ogni volta che interagisci con noi. Anche se fai irritare il narcisista, lo fai incazzare, otterremo sempre ciò che vogliamo perché ci darai carburante. È quasi impossibile per te non fornire carburante durante un’interazione con noi. L’ho spiegato nell’articolo “Perché il sasso grigio non funziona”, quindi ci darai carburante; è quello che vogliamo, e che sia positivo o negativo, se ci dai carburante, vinceremo. Puoi anche andare di pari passo con noi in circostanze in cui ti faremo di nuovo qualcosa di spiacevole. Perché rischiare questo, e poi in terzo luogo perché è un’interazione, che sia mandarci un messaggio, parlare con noi al telefono, pensare a noi, parlare di noi con i tuoi amici e ancora di più di persona. Tutto ciò aumenterà il tuo pensiero emotivo, il che implica che non darai ascolto alla logica, e se pensi di aver colpito il narcisista irritandolo, il tuo pensiero emotivo ti farà desiderare di farlo sempre di più. Questo è pericoloso perché ti porterà in questo circolo di azioni che ti impediscono di andare avanti. Sei preoccupato di pensare che stai vincendo contro il narcisista quando non è così. Vinci se non ci dai ciò che vogliamo. Ciò significa no contact, significa niente carburante, nessun tratto caratteriale e nessun beneficio residuo

8. Non ho sue notizie sei mesi, non verrò recuperato.

Sbagliato! Sei mesi non sono niente. Vedo ripetutamente “non ho sue notizie da tre o quattro mesi”, è un battito di ciglia. Io ho recuperato qualcuno dopo 12 anni, e ho visto commenti dei miei lettori che sono stati recuperati dopo 15 anni, e penso che qualcuno sia stato recuperato anche dopo 35 anni. Come ho più volte spiegato, e comprendi questa logica, prendila e lascia che si sistemi nel tuo cervello, tu sarai recuperato perché c’è sempre il rischio di un recupero fino al giorno in cui tu morirai o noi moriremo. Il fatto che non hai nostre notizie da sei mesi significa che con ogni probabilità il narcisista si trova in un nuovo periodo d’oro con un’altra persona, e sei mesi è un tempo di durata standard; tutti i suoi bisogni vengono soddisfatti da quell’altra persona, non c’è bisogno di prendere una misura di recupero nei tuoi confronti, e non c’è bisogno di tornare da te con un Recupero Benigno perché tutti gli Scopi Primari del narcisista sono soddisfatti dalla nuova fonte primaria intima, ed è per questo che vieni lasciato stare. Ma se pensi “Oh, sono passati sei mesi sono al sicuro”, sei maggiormente sciocco. Se abbassi le tue difese, quando il narcisista svaluta quella nuova fonte primaria, e lo farà, probabilmente tornerà da te col fiato sul collo visto che sei la ex più recente, perché ci sarà stato un Attivatore di Recupero; potrebbe essere stato detto qualcosa su di te, o il narcisista si ricorda di te, o gli capita di incontrarti e vederti, e se hai abbassato le tue difese rimettendoti sui social media, sbloccare il narcisista ecc., stai giocando con il fuoco, stai rimettendo la testa nella bocca del leone e i recuperi verranno a fiotti

9. Continuo a contattare il narcisista, ma lui non recupera, quindi non succederà mai.

Beh, se continui a contattare il narcisista stai provocando gli Attivatori di Recupero, quindi questo crea il rischio di Recupero. Perché non ne arriva uno? Semplicemente i criteri non vengono soddisfatti, e il motivo più frequente potrebbe essere che il narcisista si trova in un nuovo periodo d’oro con una fonte primaria intima e non vuole avere niente a che fare con te. Tu sei persona non gradita, lo sei se sei stato cancellato e il narcisista sceglie di ignorarti. Non ha bisogno di niente da te. Vieni visto come il nemico perché sei dipinto di nero, perché hai deluso il narcisista, e inoltre la paranoia intrinseca del narcisista lo porta a pensare che tu arrivi e gli rovini le cose. Tu avrai un impatto sulla nuova relazione, racconterai bugie anche se è la verità, ma racconti bugie sul narcisista, e lui non vuole che ciò accada, non vuole che questo nuovo apparecchio venga influenzato negativamente. Naturalmente non lo vede come un nuovo apparecchio, pensa semplicemente “Ho incontrato una persona meravigliosa che mi rende felice”, anche se il narcisista non è felice, e pensa che lo danneggerai in qualche modo e non vuole correre questo rischio. Altre ragioni potrebbero essere che non sei considerato un utile apparecchio per il carburante, e ci sono opzioni migliori altrove, o potrebbe essere che proprio di recente tu abbia causato qualche massiccia ferita e il narcisista resta istintivamente lontano da te perché la cosa è ancora fresca, e non si prende il rischio di tornare da te solo per essere ignorato

10) Ho letto tutto su HG e il suo lavoro. Ora so come resistere ad un Recupero.

Ben fatto per ascoltare tutto e leggere tutto; ci sono molte altre cose da fare per me, da offrirti, quindi devi continuare ad imparare, ma ricorda questo. Una cosa è saperlo, un’altra metterlo in pratica. Il tuo pensiero emotivo ogni singolo giorno vuole che tu smetta di ascoltare, che tu smetta di leggere e che tu non metta in pratica ciò che hai imparato. È come avere una biblioteca piena zeppa di tutto il mio geniale lavoro, e poi mentre vai e provi ad avvicinarti, il pensiero emotivo mette il braccio davanti alla porta e dice “Non entrare, non leggere il suo lavoro, nessuno ne ha parlato, non ascoltarlo”.

H.G. TUDOR

Dispelling 10 Hoover Myths

 

📰 IL RECUPERO SCORSA DELLA SEDUZIONE

191031B The Seduction Shuffle Hoover.png

Il recupero. Un metodo collaudato per ottenere carburante ed esercitare il controllo su una vittima ancora una volta. Che siano benigni o maligni, i recuperi sono parte integrante del nostro repertorio.

Spesso fanno parte di un’azione concertata che viene progettata per abbattere le tue difese e risucchiarti indietro in modo da poter esercitare ancora una volta il controllo su di te. A volte si tratta di convincerti a ricominciare la relazione, a volte solo di ferirti ulteriormente per attingere carburante negativo.

Possiamo escogitare un piano particolare, usare altre persone per effettuare il recupero per procura e pianificare un modo efficace per stabilire un contatto e poi attivare il recupero. Perché il recupero sia efficace deve avere due parti costitutive:

1. Un metodo di contatto;
2. Un metodo per provocare una reazione (positiva o negativa)

Potremmo aver escogitato un piano delizioso che ti farà correre di nuovo verso di noi a trasudare carburante basato sulla commiserazione, ma se non possiamo stabilire un contatto con te non ha senso. Questo è il motivo per cui spesso menziono come possa sembrare che ti abbiamo lasciata in pace, ma la verità è che stiamo aspettando un momento per stabilire un contatto in modo da poter poi causare una reazione.

Ovviamente siamo consapevoli che se ci sfuggi, senza dubbio hai istigato il no contact e le tue difese rimangono alte, sei in uno stato di allerta e guardinga riguardo a ciò che stiamo facendo. A volte la forza pura del recupero e le nostre personalità magnetiche si dimostrano sufficienti per superare queste difese, ma ciò può richiedere tempo e in particolare energia e, come sai, preferiamo conservare la nostra energia.

C’è un recupero particolare che definisco Scorsa della Seduzione. È senz’altro un recupero benigno e si basa sul fatto che tu pensi che faremo qualcosa e resti spiazzata quando non lo facciamo, in modo da permetterci poi di fare la nostra mossa.

Creiamo condizioni tali da farti sapere che siamo nelle vicinanze, anche attraverso qualcun altro. Potrebbe essere che passiamo davanti a dove vivi o dove lavori. Non ci avviciniamo a te. Non guardiamo dove tu potresti essere a osservarci, non stabiliamo un contatto. Tutto ciò che facciamo è voler farti sapere che siamo vicini senza fare nulla.

Tu ti stai aspettando che ti contattiamo. Quando riappariremo per la prima volta o ti verrà detto che siamo nei paraggi, alzerai di nuovo le tue difese aspettandoti un approccio, ma quando non accadrà verrai presa alla sprovvista e sarai confusa.

Perché non ha cercato di mettersi in contatto? È passato davanti alla tua finestra l’altro giorno ma non ha nemmeno guardato verso di te? Ha oltrepassato l’ ufficio ma si è comportato come se non se ne rendesse conto? Forse non è più interessato a me? Perché dovrebbe essere così? Ti senti quasi insultata dal fatto che siamo di nuovo in città e non ti abbiamo cercato.

Ti chiedi cosa c’è che non va e come al tuo solito inizi a farti domande. Questa incapacità di agire quando ci facciamo vivi ti lascia in qualche modo disorientata, forse sollevata e le tue difese si abbassano.

Forse siamo andati avanti, forse non siamo più interessati a te anche se non puoi farci niente ma vuoi sapere perché è così. La tua curiosità è stuzzicata e sei combattuta tra il sapere che dovresti stare lontano ma anche il voler scoprire perché non ti abbiamo avvicinato.

È perché non siamo più interessati? Potrebbe essere vero? Hai bisogno di sapere. Una parte di te vuole la conferma che è finita, una parte di te vuole sapere perché non sei abbastanza per noi da farci avvicinare di nuovo e il tuo desiderio di sapere risulta difficile da controllare. Ti giungono i discorsi di una terza persona che aveva parlato con noi, ma no, non ti abbiamo menzionato o chiesto di te. Questo ti turba anche se sai che non dovresti preoccuparti, ma succede.

Certo, possono esserci alcune di voi che non reagiranno a questo metodo ma sono la minoranza. Il desiderio di giungere a una sorta di comprensione di ciò che è accaduto, a una specie di chiusura, forse la possibilità di toglierti un po’ di cose dal petto, ancora ti agita dentro. Il fatto che sembriamo star bene ha attirato di nuovo il tuo interesse, riaccendendo pensieri e sentimenti di quella prima seduzione, ma tutto sommato vuoi sapere perché lo squalo nuota di nuovo nei paraggi ma non è venuto a darti la caccia.

Sappiamo che questi pensieri ti passeranno per la testa. Sappiamo che ci hai visto. Sappiamo che hai mostrato delusione quando un membro della nostra cerchia ha affermato di aver parlato con noi e che non ti abbiamo menzionato. Hai già iniziato a fornirci carburante e siamo contenti di attendere quel delizioso carburante di recupero. Il carburante di recupero è sempre piacevole, che sia per il sollievo, la gioia, l’amore o il turbamento, tutto ci rende più forti, ma è particolarmente gratificante quando entri di nuovo nella nostra sfera di influenza.

Con le difese abbassate quando pensi di essere più abile a gestire le nostre macchinazioni e manipolazioni ora decidi che vuoi scoprire cosa stiamo facendo ancora, chi siamo e soprattutto perché non siamo entrati in contatto con te. La tentazione si rivela troppo grande e, dopotutto, un messaggio di testo o una conversazione telefonica non possono arrecare alcun danno, no?

Una volta che vediamo quel tuo messaggio o il tuo nome viene visualizzato sullo schermo del cellulare, o non riconosciamo il numero, ma riconosciamo la tua voce quando rispondiamo, possiamo sentire ancora più carburante. Sei entrata in contatto con noi e questo ci dice che ti sei aperta per fornirci la reazione desiderata e questo gioco di attesa si è dimostrato ancora una volta di successo. Ora possiamo colpire e terminare il recupero.

H.G. TUDOR

The Seduction Shuffle Hoover

📰 6 RECUPERI SPECIALI (E COME STACCARE LA SPINA)

 

6 SPECIALITY HOOVERSIl Recupero. Uno strumento per riciclare e lo strumento tramite il quale ti risucchiamo indietro nella nostra falsa realtà in modo da esercitare il nostro potere su di te ancora una volta. I Recuperi arrivano in vari stadi della nostra danza con te e arrivano anche in una varietà di forme e travestimenti così che tu potresti perfino non realizzare che sta avendo luogo un recupero. I Recuperi rientrano in due categorie che sono collegate a quando avvengono e al metodo adottato per recuperare. Qualche metodo può essere utilizzato varie volte nell’interazione con la nostra tipologia, altri si applicano solamente una volta, spesso nel dopo scarto o nel dopo fuga. Ci sono decine di metodi differenti utilizzati nei recuperi ma qui ce ne sono sei che potrebbero o meno suonarti familiari uniti al modo in cui puoi cercare di staccargli la spina evitando di essere risucchiato. È doveroso sottolineare naturalmente che se il narcisista non può trovarti e contattarti, il recupero non può mai partire, ma questo stato di cose non sempre è possibile.

Il Recupero per Procura

Questo non viene dal narcisista ma da uno dei suoi sostenitori nella sua congrega o dai suoi Luogotenenti. Solitamente viene da un Luogotenente su cui può fare affidamento perché il recupero venga eseguito precisamente nel modo in cui vuole la nostra regia. Il Recupero per Procura spesso includerà un differente tipo di recupero, ad esempio il Recupero per Emergenza Medica dove il narcisista userà un’emergenza medica autentica o con maggiore probabilità la simulerà per forzare l’interazione tra te e il narcisista e generare compassione. Con quello per procura, la chiamata per allertarti dell’emergenza che riguarda il narcisista verrà dal Luogotenente. Come ogni recupero per procura, ci sono molteplici ragioni per adottare questo approccio:-

– Potresti non accorgerti che la persona è un luogotenente e quindi è più facile che tu risponda a ciò che dicono rispetto a se provenisse dalla nostra tipologia, specialmente se hai avviato un no contact;
– Il conflitto tra te e noi viene migliorato come conseguenza del coinvolgimento di questa terza parte, il che significa che sei più propenso a credere a ciò che ti viene detto;
– Il delegato potrebbe avere più chance di persuaderti ad agire;
– Potresti vedere ciò che facciamo e diciamo con sospetto ma non se si tratta di questa terza parte.
РPotrebbe essere che tu risponda perch̩ non vuoi essere mal visto da questa terza parte.

Il modo per gestire questo recupero è riconoscerlo realmente per ciò che è. Non si tratta di una terza parte che sta chiedendo il tuo aiuto, è una terza parte che ti sta costringendo a venire ancora in contatto con noi. Dovresti prestare attenzione in modo particolare a chiunque dei tuoi amici o familiari che ti chieda di vederci o di fare qualcosa per noi, oppure se fanno commenti riguardo a come tu ed io stavamo bene insieme, che ci manchi davvero e così via. Noi infiltreremo i tuoi sostenitori per guadagnare credibilità aggiunta e in questo modo infilarci sotto il tuo radar. Sii consapevole che ogni terza parte che ti chiede di interagire con noi è un delegato che sta eseguendo il recupero a nostro nome. Non importa quanto l’evento sia presumibilmente significativo, la spinta emozionale coinvolta o la persuasione applicata, respingilo e fallo saldamente e come se si trattasse di affari. Non mostrarti indeciso, non apparire sconvolto o preoccupato o perfino infastidito o irritato dall’approccio – anche se non intervieni questa reazione ci verrà riportata e ne otterremo due cose. La prima, il carburante. Secondariamente, sappiamo di avere ancora effetto su di te e continueremo a tentare recuperi. Se temi che la natura del recupero per procura possa essere autentica consiglia al Luogotenente di cercare qualcun altro che l’aiuti.

Il Recupero Inverso

Questo è un recupero piuttosto astuto. Noi lasciamo che tu sappia tramite vari canali che non vogliamo avere nulla a che fare con te, che non dovesti mai più avvicinarti alla nostra soglia e che abbiamo chiuso con te. Questo messaggio verrà trasmesso su tutti i canali: – tramite amici, famiglia, profili social e così via. Non te lo diciamo direttamente, questo vanificherebbe l’intento. Ci assicuriamo che tu riceva questo messaggio e l’obiettivo è che tu non possa credere che diremmo una cosa simile su di te facendo così appello al tuo desiderio di provare che abbiamo torto. Nello stesso modo in cui un genitore causa problemi negando al figlio di adolescente qualsiasi possibilità di uscire dopo le 9 di sera, così questi ci vanno e lo fanno ugualmente, dicendoti che c’è qualcosa che tu non puoi fare, tu allora vorrai farla. Naturalmente dobbiamo valutare il giusto destinatario per questo recupero dato che alcune persone saranno contente di sentirci dire parole simili.
Solitamente viene fatto con quelli che abbiamo sottoposto allo scarto senza che gli venisse detto e loro stentano a credere che sia finita. Questo proclama li farà preoccupare ma non sono ancora pronti ad accettare che la relazione sia finita (e hanno ragione perché non finisce mai) e quindi arrivano cercando una spiegazione e la conferma che ciò che hanno sentito non è vero. Non avendotelo detto direttamente possiamo dirti che le voci che hai sentito erano falsità e darti il bentornato a braccia aperte dato che sei stato recuperato con successo.
Ripeto, riconoscilo per ciò che è ed evita di agire sulla base di ciò che ti è stato detto. Si tratta di uno stratagemma che gioca sulla tua caratteristica di aver bisogno di sapere. Se ascolti cose simili di’ a te stesso che le affermazioni sono vere, è finita e non abbiamo più nulla a che fare con te e resta lontano.

Il Recupero via Posta

Questo recupero utilizza la forte connessione che sappiamo esistere per qualche tempo dopo lo scarto o la fuga tra la vista di un attivatore e le memorie dorate (e/o memorie oscure) che fluiscono dall’attivatore. Ad esempio, ballavamo sempre un lento su un particolare pezzo che ti faceva sentire amato e meraviglioso. Se ascolti questo brano la memoria viene risvegliata e inondiamo la tua memoria e i tuoi sensi. Si tratta di presenza eterna. Per evitare che questo accada devi fare tutti i passi necessari per non ascoltare nuovamente questa canzone e se la senti inavvertitamente spegnerla o andare via dalla sua fonte. Con questo recupero vogliamo scalare le tue difese e usare l’eterna presenza per ritornarti in mente, facendoti pensare a noi e reagire (e anche se non lo vediamo otterremo carburante perché sappiamo come reagirai) e renderti vulnerabile al volerci contattare o ad un ulteriore approccio di recupero da parte nostra. Un metodo per farlo è mandarti un biglietto di compleanno o natalizio con un bellissimo, pensato messaggio scritto a mano, che spesso allude a ciò che abbiamo fatto insieme durante un compleanno meraviglioso o al natale trascorso assieme durante il periodo d’oro. Questo arriva con altre lettere e quindi si nota meno. È
facile che stampiamo l’indirizzo o lo facciamo scrivere a qualcun altro così non vieni allertato dalla nostra scrittura sulla busta. Una volta aperta, leggi il messaggio e vedi che proviene da noi e bam! Siamo nella tua mente e nel tuo cuore ancora una volta. È un gesto gentile, nessuna cattiveria e tu ricorderai tutte le cose belle, penserai a noi, vorrai contattarci e ringraziarci e chiedere se rappresenta un nuovo inizio di buoni rapporti o la chance per tornare insieme e fare le cose nel modo giusto stavolta. È un recupero puro e semplice.
Per contrastare questo metodo di recupero sotto-copertura, trova qualcuno che esamini attentamente tutti i biglietti e i pacchetti che ti vengono inviati attorno a Natale, compleanno e altre feste ed eventi adatti. Una volta controllati, questa persona può togliere tutto quello che viene da noi, sigillare nuovamente le cose destinate a te in modo che tu possa avere ancora il piacere di aprire i pacchetti e i biglietti personali, che sono stati spediti da chiunque tranne noi.

La Connessione Psichica

Questo è efficace se sappiamo che hai una personalità spirituale che crede in eventi paranormali, astrologia, spiriti, telepatia e connessione emozionale tra persone che sia più forte del normale. Queste credenze e altre simili sono spesso applicabili a persone empatiche che ovviamente formano la nostra scelta di vittime. Noi useremo una presunta connessione psichica o un evento per fare appello a questa tua indole al fine di rappresentare che è accaduto qualcosa di speciale che significa che dobbiamo stare insieme. Dobbiamo avere il mezzo per contattarti, spesso tramite messaggio o lasciando un messaggio vocale. Viene fatto in modo drammatico dato che abbiamo scoperto all’improvviso un evento mistico o portentoso che ha un profondo significato che ci dice che siamo destinati a stare insieme, dobbiamo vederci subito per discuterne le implicazioni o il fatto che ci ha illuminato che ci sia stato comunicato in una maniera simile. Gli esempi includeranno

– Affermare di aver fatto un sogno su di te in modo strano e significativo;
– Siamo andati da un chiaroveggente che ci ha parlato riguardo te e me;
– Abbiamo visto la tua immagine anche se non eri lì come se avessi bisogno di comunicarci qualcosa;
РUna tua fotografia ̬ caduta dalla parete o ̬ caduta sulla nostra scrivania senza alcuna spiegazione e noi sapevamo che questo significava che volevi metterti in contatto;
– Abbiamo avuto una visione dove ti accadeva qualcosa di terribile e dobbiamo avvisarti per salvarti;
РIl tuo viso ̬ apparso nella schiuma del nostro cappuccino a colazione;
– È caduto il nostro toast e il tuo nome era scritto nella marmellata sul pavimento della cucina.

Dal possibile al ridicolo sfrutteremo le tue credenze in questo modo per ristabilire i contatti. Riconosci ogni messaggio che allude a ciò che è scritto sopra o a cose similari per ciò che è; un recupero e non rispondere in qualsiasi modo non importa quanto singolari o avvincenti possano sembrare.

Il Recupero Silenzioso

Questo avviene nella forma di una telefonata ma non viene lasciato nessun messaggio oppure nessuno parla quando rispondi. Consiste in un messaggio di testo o una mail vuoti. È la notifica di invito ad usare una particolare applicazione sul tuo cellulare. Lo scopo di questo è che tu risponda per scoprire perché è stato mandato il messaggio o è stata fatta la chiamata. Una volta che fai così noi intensificheremo la natura del recupero sfoderando il fascino oppure proviamo ad attirare comprensione ecc.. attraverso l’applicazione di un recupero ulteriore. Possiamo non rispondere quando telefoni ma sappiamo che siamo capaci di farti rispondere e faremo qualche altro Recupero Silenzioso per aumentare la tua curiosità e confermare che ora sei vulnerabile ai nostri approcci passando ad un altro recupero.
Se non rispondi o lo fai e ci respingi noi salviamo la faccia dicendo che abbiamo chiamato per sbaglio o abbiamo premuto il tasto sbagliato sul telefono ecc… Se rispondi favorevolmente allora abbiamo il via libera per esercitare altra pressione per sedurti nuovamente.
Ancora una volta, riconoscilo per ciò che è e non importa quanto sei curioso di sapere il motivo, non rispondere. È un recupero che ti adescherà e ti porterà ad essere sottoposto ad ulteriori recuperi addizionali di natura differente.

Il Recupero Per Dimostrare Te Stesso

Simile al Recupero Inverso, questo recupero si basa sulla tua necessità di dire la tua, far vedere chi sei ed avere l’ultima parola. Fa affidamento sull’assicurazione che sia stata effettuata la campagna diffamatoria contro di te e che sia stato detto qualcosa di particolarmente ridicolo o crudele su di te. Ci assicureremo che queste parole ti raggiungano tramite messaggio di terze persone, le terze persone te lo diranno in faccia o postando sui social così tu vieni preso dal bisogno di rispondere, mettere le cose in chiaro e dirci cosa era realmente accaduto per farcelo accettare e farci pubblicare le scuse e le correzioni. Noi conosciamo il tipo di vittima con cui questo funziona davvero, quelle che hanno sempre il bisogno che venga detta la verità, che hanno bisogno di essere tenute nella giusta considerazione dagli altri e quelle che devono raddrizzarci. Noi sappiamo che rimarrai irrigidito, incredulo per ciò che è stato detto su di te e non potrai fare a meno di voler dare la giusta versione e rificcarci in gola le nostre parole. Tale recupero conta su questo e sul carburante che fluisce mentre arrivi accusandoci pronto a farci rimangiare le nostre parole. Questo è esattamente ciò che vogliamo che accada.
Di nuovo, renditi conto che sta accadendo questo e non reagire. Se hai bisogno di assicurarti che le persone sappiano la verità, allora digliela in modo equilibrato e graduale riferendoti a prove laddove possibile piuttosto che a testimonianze orali e per sentito dire. Non provare ad avvicinarti a noi, non tentare di persuaderci. Non siamo interessati a quello. Siamo interessati al tuo carburante e ad ottenerlo interagendo nuovamente con te.

H.G. TUDOR

6 Speciality Hoovers (And How To Unplug Them)

👥 RICORDO

I-REMEMBER.png

Il suono del mio cellulare mi aveva avvisato dell’arrivo di un messaggio. Non c’era nulla di strano in questo. Ne arrivano decine quotidianamente e si raggiunge il centinaio e oltre quando inizia la gloriosa seduzione di un nuovo obiettivo di prima scelta. Ho dato un’occhiata mezzo interessato al mio cellulare e ho visto un nome che ha attratto un maggior livello di interesse. È di Jane. Una ex. Una delle tante ex. Ho smesso ciò che stavo facendo e raggiunto il mio cellulare ho aperto il messaggio

“Sarebbero 2 anni oggi, x”

È cresciuta una fiamma dentro di me per questa improvvisa offerta di carburante. Ancora meglio essendo non richiesta. Santo cielo, sarebbero stati due anni? Come vola il tempo. Il potere fluiva, generato da questo benvenuto pizzico di carburante. Cara Jane, sempre la migliore nel ricordarsi le date. Mi mandò un biglietto e un regalo per celebrare un mese insieme. Ha danzato sul palo da pole-dance per commemorare un mese dalla prima volta che abbiamo fatto sesso (no il ballo sul palo e il regalo erano per date differenti, nel caso te lo stessi domandando. Dopotutto sono un gentiluomo). Mi ha mandato un biglietto per ricordarmi che erano tre mesi dal nostro primo bacio, un mese da quando ho passato la prima notte a casa sua, sei mesi da quando abbiamo posato gli occhi l’uno sull’altro. La chiamavo “La Cronista” per la sua abilità nel ricordare gli anniversari di certi momenti chiave della nostra relazione. All’inizio ero adeguatamente sorpreso dalla sua memoria e dal potere di richiamare alla mente ma poi ho realizzato che aveva assistenza. In una particolare occasione stavo dando una buona occhiata in casa sua mentre lei era fuori, aprendo cassetti, armadi e così via al fine di apprendere di più riguardo a questo seducente personalità che avevo sedotto e nel processo di questa pesca a strascico ho trovato un diario. Sulla parte posteriore aveva una lista di momenti chiave della nostra relazione con la data scritta di seguito. Primo appuntamento, primo bacio, prima volta che abbiamo fatto sesso, prima volta che abbiamo usato dei soprannomi, primo weekend fuori, primo “ti amo” e così via. Ogni pietra miliare, dal banale al fondamentale era stata accuratamente scritta nella sua ordinata calligrafia (scriveva sempre con una penna stilografica Mont Blanc- qualcosa che mi piaceva finché un giorno dopo avermi accusato di aver dimenticato il compleanno di sua madre ho deciso di piegarle il pennino. Non lo avevo dimenticato. Non l’ho volutamente ricordato). Ogni momento, ogni occasione erano stati accuratamente dedicati nel retro di questo diario con accanto la data inserita. Ero impressionato mentre mi sedevo a leggerlo, sentivo il carburante della sua dedizione ed ammirazione riversarsi su di me. Lei non era lì a farlo ma leggendo quelle voci ordinate sapevo solo quanto noi due significavamo per lei, solamente quanto fossi importante per lei e il carburante fluiva. Ricordo che stavo seduto sul suo letto stringendo il diario rilegato in pelle e realizzando che Jane stava incontrando le mie aspettative e che avevo speranze così grandi per lei. Non ha mai dimenticato nulla. Naturalmente gli anniversari più tradizionali – compleanno, Natale e via dicendo erano stati trasmessi e non solo per me, ma amici stretti, famiglia e perfino Matrinarcisarcato.

Ovviamente questa devozione servile verso la memoria di eventi non poteva rimanere inutilizzata da parte mia. Quando è caduta in disgrazia e sono iniziate la sua denigrazione e svalutazione le avrei sempre inviato un promemoria scritto con inchiostro nero (usando una migliore penna stilografica Mont Blanc) su un pezzo increscapato di spessa carta bianca inserito in una piccola busta elegante. Avrei lasciato questi promemoria sul suo cuscino, sul sedile dell’auto, sotto il tergicristallo, nella sua borsa, sul suo pc e così via.

– 1 settimana da quando ti ho parlato l’ultima volta –
– 2 mesi dal nostro primo litigio –
– 5 giorni da quando ti ho telefonato –
– Un mese da quando abbiamo fatto l’amore l’ultima volta –
– Tre mesi da quando ti ho portata da qualche parte –

Non avevo idea se il tempo fosse davvero corretto per alcuni di essi, era l’effetto che cercavo. Qualche volta mi avrebbe telefonato e chiesto perché l’avevo fatto. Se fosse stato durante il trattamento del silenzio non avrei detto nulla ma avrei ascoltato, permettendo al suo tono teso di nutrirmi. Altre volte l’avrei semplicemente fissata per poi ringhiare un insulto, facendole fare un salto e il suo sguardo impaurito mi avrebbe naturalmente fornito ulteriore carburante. In altre occasioni non avrebbe fatto in modo di contattarmi ma non aveva importanza perché Sapevo come avrebbe reagito poiché stavo usando contro di lei la cosa che amava di più fare come tenero gesto da parte sua a me nella nostra relazione. Amiamo prendere ciò che è meraviglioso e poi maltrattarlo, farlo arrugginire, distorcerlo e deformarlo in modo che assomigli totalmente a qualcos’altro e questo atto di profanazione è effettivamente potente nel suo effetto.

Presto, ho accelerato il loro uso ad un certo punto consegnandoli quotidianamente sotto la sua porta.

– Un giorno da quando ho realizzato che ti odio –

– Due giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Tre giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Quattro giorni da quando ho realizzato che ti odio

– Cinque giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Sei giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Sette giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Otto giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Nove giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Dieci giorni da quando ho realizzato che ti odio –

– Non ti odio. Ti amo. –

Questa ultima nota era un recupero tregua notevolmente efficace che l’ha fatta chiamare immediatamente e ho risposto immediatamente e lei piangeva di sollievo riversando su di me con tale potenza, quel meraviglioso carburante. Ancora una volta usando l’ottimo strumento che utilizzava nella nostra relazione sono stato capace di piegarlo e piegare lei al mio volere.

Alla fine è stata messa da parte, la nuova prospettiva di Andrea è capitata sotto il mio sguardo e la cara Jane è stata rimossa, senza che nemmeno le fosse concesso di essere un ricordo. Questo fino a quando è arrivato il messaggio.

Una mossa stupida da parte sua entrare in contatto con me in questo modo ma avendo ricevuto il messaggio, sapevo che era inevitabile che l’avrebbe fatto e in effetti so che quando saranno 3 anni, 5 anni o 10 anni continuerà a mandare questi promemoria. La sua memoria è stata condizionata in questo modo. Nonostante il dolore che immancabilmente le causerà il fatto di aver voluto che io sapessi che lei ricordava ancora. L’aggiunta di una singola “x” è stato il semaforo verde che mi ha detto che il mio recupero successivo (ovviamente ce ne sarebbe stato uno) avrà successo e che lei risponderà ad esso. Pericoloso applicare quei baci. Lei è entrata nella mia sfera di influenza. Non la volevo indietro, ero occupato con Andrea e con quella seduzione, ma questo promemoria mi ha detto che ci sarebbe stato del carburante che stava solo aspettando di essere raccolto. Tutto ciò che dovevo decidere era come l’avrei fatto. Non c’era necessità di essere maligni a riguardo, un recupero successivo benevolo avrebbe funzionato ma in quale forma e per quanto? Questo era ciò che occupava la mia mente mentre ancora una volta ricordavo la dolce Jane e il suo carburante delizioso. Così gentile da parte sua ricordarmelo.

H.G. TUDOR

I Remember

📰 ENTRARE NELLA SFERA D’INFLUENZA

ENTERING-THE-SPHERE-OF-INFLUENCE.png

Poche persone non hanno familiarità con il franchise di Star Wars. Nel primo film, A New Hope, Han Solo, Obi-Wan Kenobi, Luke Skywalker e Chewbacca sono emersi dall’iperspazio nel Millennium Falcon solo per trovare un caccia TIE e in lontananza un pianeta che avevano sperato di raggiungere. Invece, mentre un perplesso Han Solo cerca di capire cosa sta succedendo, il caccia TIE (Twin Ion Engine a due motori ionici) viene visto correre verso una piccola luna che Luke ha identificato. Mentre si comincia a scorgere la sfera, Obi-Wan afferma con un calmo terrore,

“Non è una luna.”

In effetti non lo è. È in realtà una stazione spaziale e più precisamente una macchina della distruzione di massa che è la Morte Nera. Una volta che la rilevazione è apparsa sul Quartet assieme alla spaventosa conseguenza di essere vicino a un’arma così potente, essi cercano di scappare ma è troppo tardi. Il Millennium Falcon è stato catturato nel raggio traente della Morte Nera e loro vengono trascinati lentamente verso la Morte Nera che li attende.

Noi siamo quella Morte Nera. Scivoliamo, sembrando dapprima qualcosa di benigno o per lo meno neutrale, col nostro vero scopo mascherato per coloro che cerchiamo di attirare nella nostra sfera di influenza. Il nostro raggio traente è potente, incessante e quasi impossibile da resistervi mentre si attacca alle nostre vittime e con la nostra leggendaria abilità seducente le trascina nel nostro mondo. Come un coniglio abbagliato dai fari, non puoi scappare mentre ti attiriamo sempre più vicino a noi. Quando capisci cosa è successo e che in realtà non siamo “una luna” è troppo tardi, sei stato catturato e la fuga è estremamente difficile. Il nostro vero scopo è nascosto e se mai ti rendessi conto che è una “Morte Nera” quella verso cui stai navigando, troverai molto difficile sfuggire alla presa di ferro che abbiamo su di te.

Ci sono quelli che, con l’intervento di altre persone e la messa in atto delle conoscenze acquisite, riescono a liberarsi dalla presa del raggio traente. Raramente è una cosa immediata. La fuga che potrebbe verificarsi di solito avviene solo dopo un lungo periodo di tempo in cui sei sottoposto ai nostri laser brucianti di dolore e ai nostri siluri fotonici di sofferenza. Se riesci a scappare, sai ormai che devi stare lontano e tenerti lontano. Noi continueremo ad andare avanti, come quella Morte Nera che attraversa lo spazio mentre prendiamo nuove vittime lungo il nostro percorso e le trasciniamo verso di noi. Occasionalmente cambieremo il nostro percorso e torneremo verso di te ancora una volta. Tu resti in un posto a tuo rischio e pericolo mentre no ci avviciniamo a te e ancora una volta cerchiamo di risucchiarti con il nostro potente raggio traente. Possiamo impostare una rotta che ci conduce a nuovi pascoli dove ci occupiamo di nuove e fresche vittime che ci forniscono un carburante delizioso ed eccitante. Questo ci terrà occupati ma non dimenticheremo mai di te. Allo stesso modo, tu non ti dimenticherai mai di noi a causa di ciò che ti abbiamo fatto e del modo in cui ti abbiamo condizionato. Questo condizionamento genera in te un senso di curiosità. Hai bisogno di sapere cosa stiamo facendo, vuoi sapere con chi stiamo interagendo ora e quindi decidi di sorvolare sulla nostra Morte Nera, solo per una visione distante della struttura che ti ha quasi distrutto. Ti senti al sicuro guardando da una certa distanza mentre voli ravvicinato ma sei avvisato. Vola troppo vicino e il raggio traente ti catturerà di nuovo. Se ci dai l’opportunità di recuperarti di nuovo, la coglieremo. Compari sui nostri sensori e noi aumenteremo la potenza del raggio traente nel tentativo di catturarti ancora una volta. Possono essere passati anni da quando c’è stata un’ interazione tra di noi, ma se voli troppo vicino alla nostra Morte Nera, allora verrai risucchiato dentro di essa e sottoposto nuovamente alle nostre macchinazioni.

Quando provi per la prima volta a scappare, noi applichiamo il raggio traente per tenerti dove vogliamo, ma se sei determinato e riesci ad andartene, stabiliremo una rotta per nuovi orizzonti e nuovo carburante. In un secondo momento potremmo decidere di modificare nuovamente la nostra traiettoria e tornare al tuo sistema solare nella speranza di afferrarti ancora una volta. Se dovessi vederci arrivare devi saltare nella tua astronave e volare velocemente da qualche altra parte. Se desideri scherzare con il pericolo, sentiti libero di seguirci nella nuova galassia in cui stiamo distruggendo nuovi pianeti, ma se vieni troppo vicino, noi ti individueremo e applicheremo ancora una volta quel raggio traente. Il passare del tempo non ha importanza. Potrebbero essere passati solo pochi mesi da quando hai fatto la tua fuga o potrebbe essere un decennio, in entrambi i casi, se ti avvicini alla nostra sfera d’influenza il nostro raggio traente ti afferrerà e ti trascinerà di nuovo verso di noi. Sarai sempre oggetto d’interesse per noi, potrebbe essere tra una settimana, un anno o dieci anni ma se c’è un margine di opportunità per impossessarci di nuovo di te, la prenderemo volentieri perché il carburante da guadagnare è squisito.

Quindi, se riesci a sfuggire alla nostra presa, vola dall’altra parte della galassia lontano da noi e mantieni la distanza, altrimenti il nostro raggio traente ti attirerà di nuovo. Questa è l’unica speranza che hai per rimanere libero dalla nostra presa. A meno che tu non riesca in qualche modo a sparare il missile nel condotto di scarico, ma entrambi sappiamo che non sarai mai in grado di gestirlo, giusto?

H.G. TUDOR

Entering The Sphere of Influence

📰 SE LASCI IL NARCISISTA

 

IF-YOU-LEAVE-THE-NARCISSIST.pngIl narcisista sente che la presa sulla vittima è minacciata nella dinamica tra narcisista e Fonte Primaria Intima. Segue un Recupero Preventivo: sei in grado di stabilire quale scuola e gruppo di narcisista (o narcisisti?) sta mettendo in atto questi Recuperi Preventivi?

Se mi lasci, morirò sicuramente e non puoi volere quello sulla coscienza, vero? Se mi lasci ora, tutto ciò che abbiamo costruito insieme arriverà a crollare intorno a noi. Perché vorresti farlo? Perché distruggere ciò che abbiamo. Sì, so che ultimamente le cose non sono andate troppo bene tra di noi, ma non è il momento di concentrarsi su quelle poche cose brutte, ma piuttosto di ricordare ciò che avevamo, ciò che abbiamo e fare tesoro di ciò. Noi siamo fatti per stare insieme. Siamo uniti come una cosa sola e non posso permetterti di andartene e rompere ciò che dovrebbe essere indissolubile. Come hai potuto tollerare di fare una cosa del genere? Funzioniamo così bene insieme, non ti ho dato l’amore che va al di là di qualsiasi altra cosa tu abbia mai sperimentato prima? L’hai detto tu stesso. L’hai scritto tante volte in quelle belle lettere che hai composto per me, un partner perfetto per le espressioni di amore, passione e desiderio di cui ti ho parlato tante volte. Noi abbiamo quell’amore perfetto, abbiamo solo perso un po ‘ la strada, tutto qui. Possiamo ritrovarla presto, fidati di me. Ci siamo trovati all’inizio, no? Due anime perse che prima erano state ferite da altri, abbiamo visto abbastanza l’uno nell’altro per aver fiducia nel raccontarci a vicenda questi ricordi dolorosi, no? Eravamo destinati a incontrarci. Doveva essere così e se siamo stati in grado di trovarci in mezzo alla nebbia del dolore e del rimpianto, allora sicuramente ora possiamo ritrovare la nostra strada? Io farò tutto il necessario per farti rimanere con me. Non posso lasciare che qualcosa di così prezioso mi scivoli tra le dita, non ora, non dopo tutto quello che abbiamo detto e fatto.

Abbiamo tanti piani per il futuro. Vogliamo sposarci e mettere su famiglia. Quel desiderio non può essere svanito dall’oggi al domani. No, io ho pensato la stessa cosa, posso vederlo nei tuoi occhi. Guardami e vedrai un uomo che non sarà altro che un’anima miserabile se dovesse perderti. Tu sei tutto per me, tu sei la mia stella polare, la mia luce guida, il mio senso di calma e serenità quando tutto è caos intorno a noi. Io ho bisogno di te e tu hai bisogno di me. Stiamo così bene insieme. Tutti dicono questo di noi. Che speranza c’è per il resto del mondo se vedono quei prototipi di un amore perfetto separati? Da chi cercheranno conforto e incoraggiamento? Non solo abbiamo un obbligo nei confronti l’uno dell’altro, ma anche verso di loro. C’è troppa oscurità là fuori. Troppo dolore, sofferenza e crudeltà e noi possiamo stare insieme ed essere quel faro luminoso di speranza. Fallo per me, fallo per loro, fallo per noi. Ti prego, sto crollando dentro. Il pensiero di non svegliarmi mai più accanto a te mi riempie di terribile paura. Se mi lasci, mi strapperai il cuore e morirò. Non ci sarà scopo senza di te. Tutto diventerà grigio, cinereo e scuro. Tutti i colori scompariranno dal mio mondo se te ne vai adesso. Ti prego, non farlo. Ti prego, resta con me. Io voglio che tu sia felice. Io voglio essere felice. Voglio che siamo felici insieme. Ci sono così tante cose che non abbiamo ancora fatto, così tanti mondi da esplorare insieme, da conquistare e dominare. Tu sei quello che siede al mio lato sinistro, la mia regina. Qualunque cosa sia necessaria, basta che tu dica le parole e io eseguirò ciò che è richiesto, ma ti prego, ti prego, ti imploro, non lasciarmi. Ti amo.

Se mi lasci, potrei assicurarmi che tu muoia e credimi, non mi sconvolgerà la coscienza. Se mi lasci ora, tutto ciò che conosci e adori crollerà intorno a te. Perché dovrei volerlo fare? Perché distruggere quello che hai? Perché te lo meriti per il tuo egoismo e il tuo sdegno verso di me, dopo tutto quello che ho fatto per te. Sì, lo so che le cose non sono andate bene tra di noi ultimamente, ma è perché non hai trovato il tempo per concentrarti su di me e hai preferito dimenticare quello che avevamo, quello che ti ho dato, e di accudirmi. Staremo sempre insieme. Non mi sfuggirai. Farò sì che l’unica missione nella mia vita sia assicurarmi che non ti libererai mai di me. Siamo uniti insieme come una sola cosa, l’hai accettato fin dall’inizio e non posso permetterti di andartene e infrangere ciò a cui ho diritto. Come hai potuto tollerare di fare una cosa del genere? Come hai potuto ferire colui che ha fatto tanto per te? So il perché, perché sei una truffatrice, una tentatrice crudele che mi ha travolto e promesso il mondo e poi non ha mantenuto nulla. Oh malvagia megera, troia sediziosa e strega crudele che sei. Mi sono impegnato così tanto per riunirci, non ti ho dato un amore che è al di là di qualsiasi altra cosa tu abbia mai sperimentato prima? L’hai detto tu stesso. L’hai scritto tante volte in quelle belle lettere che hai composto per me, un partner perfetto per le espressioni di amore, passione e desiderio di cui ti ho parlato tante volte. Bene capisci questo. Non intendevo nulla di ciò. Non ti ho mai amato, tu non meriti il mio amore, lo darò a qualcuno che lo apprezzerà e mi darà quello che voglio, ma non ti darò tregua. Non ti lascerò andare via da me. Hai un prezzo da pagare e continuerai a pagare. Io ho creato l’amore perfetto e tu lo hai calpestato tutto. Se provi ad andartene, presto ti troverò di nuovo, fidati di me. Il mio raggio d’azione è lungo e ampio. Non hai idea di quelli che sono in attesa per aiutarmi a buttarti giù. Ti ho trovato all’inizio, no? Non è che agisco da solo, posso prometterlo. Sei un’anima spezzata e persa che prima era stata ferita da altri, ho visto abbastanza in te da sopportarti mentre mi parlavi di quei dolorosi ricordi, no? Oh, ho ascoltato bene, ho archiviato tutti i dettagli e ora li userò contro di te. Li spargerò ai quattro venti, pubblicando e diffondendo dettagli delle tue vulnerabilità in lungo e in largo. Non solo quelle cose ma tutte le altre che ho raccolto mentre eravamo insieme. Oh, ne ho abbastanza collezionate e non esiterò a usarle per distruggerti. Non eravamo destinati ad incontrarci, io ho scelto te. Doveva essere così e ti troverò di nuovo tra la nebbia di dolore e del rimpianto che avvolgerò intorno a te in modo che tu non veda un modo per scappare. Farò tutto il necessario per farti restare con me. Non posso lasciare che qualcosa di così prezioso mi scivoli tra le dita, non ora, non dopo tutto quello che abbiamo detto e fatto.

Ho tanti piani per il futuro. Voglio sposare un altro e mettere su famiglia e ti terrò aggiornato su quel progresso, così sarai tormentato da quello che avresti potuto avere, ma hai scelto di essere egoista e di andartene. Quell’intenzione malevola non svanirà da un giorno all’altro, te ne rendi conto vero? No, ho pensato la stessa cosa, posso vedere la paura nei tuoi occhi. Guardami e vedrai un uomo che ti trasformerà in nient’altro che un’ombra miserabile di te stesso. Io sono tutto per te, io sarò le nuvole che oscurano il tuo cammino, io spegnerò la tua luce, sradicherò ogni senso di calma e serenità seminando il caos tutto intorno a te. Hai bisogno di me più che mai. Le mie macchinazioni si incastrano così bene insieme. Tutti sapranno quanto sei infido se osi lasciarmi. Che speranza c’è per il resto del mondo se vede questo prototipo della perfezione trattato così ingiustamente? A chi guarderanno per la leadership e lo splendore? Non solo io ho un obbligo nei miei confronti ma anche nei confronti dei miei sostenitori. C’è tanta oscurità là fuori per te, creata interamente da me. Molto dolore, sofferenza e crudeltà e i miei sostenitori vogliono e possono stare insieme per formare quella macchina implacabile che ti schiaccia. Fallo e guarda cosa succede. Compiacimi, o tu crollerai dentro. Il pensiero di non dormire mai più bene ti riempirà di terrore perché io sarò sempre lì, ad aspettare e osservare. Se mi lasci, ti strapperò il cuore e lo mangerò. Non ti resterà alcuno scopo. Tutto diventerà grigio, cinereo e scuro. Tutti i colori scompariranno dal tuo mondo se te ne vai adesso. Non lo fare. Resta con me. Voglio che tu sia controllato. Voglio controllarti. Lo voglio e ci riuscirò. Ci sono così tante cose che non ti ho ancora fatto, tanti mondi tuoi da conquistare e dominare. Tu sei quello che giace distrutto ai miei piedi, la mia conquista. Qualunque cosa sia necessaria, dirò le parole e farò ciò che è necessario per rendere la tua vita un inferno vivente, ma te lo ordino, non mi lascerai. Ti odio.

H.G. TUDOR

If You Leave The Narcissist

👥 IRRESISTIBILE

191002C Irresistible.png

Il narcisista si è disimpegnato da te, però il Superiore ha sperimentato un Attivatore di Recupero, ma lui sa cosa è, sa che chi sei tu e inoltre sa cosa aspettarsi.

È solo questione di tempo.

Aspetterà…

Mi senti bussare? Apri la porta e mi lasci entrare? So che lo vuoi. Sono solo io. Sai chi sono. Mi conosci meglio di chiunque altro. Andiamo, so che stai pensando a me. Questo è ciò che succede. Sono nella tua mente e nei tuoi pensieri. Sto girovagando in quella tua mente incasinata. È incasinata. Non l’ho incasinata io. Io non ho fatto nulla di sbagliato. Non sbaglio mai. Era così la situazione ancor prima che apparissi. Ne ho solo approfittato. Ma guarda, quello è il passato e non abbiamo bisogno di parlare del passato (immagini, suppongo, quando mi fa comodo). So che vuoi sentire di nuovo la mia voce, vero? Ti manca sentirmi. Ti mancano quelle lunghe conversazioni al telefono che avevamo, due o più ore in cui non c’era mai una pausa. So che te le ricordi. So che continui a guardare il tuo telefono sperando che suoni e che sia io. So che provi un fantomatico brusio quando hai nascosto il telefono addosso e continui a tirarlo fuori dalla tasca e a controllarlo. Dici ai tuoi amici che tua madre ha bisogno di parlarti, proprio perché così non grugniranno o alzeranno gli occhi al cielo perché tu desideri che sia io. So che sei smaniosa di chiamarmi. Avanti, perché non lo fai? Puoi parlarmi di nuovo e sarà esattamente come prima, tutte le cose meravigliose. Lo ripristinerò in un istante perché, ho avuto molto da fare, sono stato stanco, sono stato preoccupato e via dicendo, bla bla bla. Tirerò fuori qualsiasi cosa perché, una volta che mi vedrai sorridere, non ascolterai più.

No, ripenserai a quel bacio mentre eravamo in quel parco con il suono della brezza attraverso gli alberi autunnali. Quel primo bacio dopo i giorni a flirtare tra messaggi e chiamate. Quel bacio magico, meraviglioso, seducente. Il primo di un milione. Uno su un milione. So che chiudi gli occhi e ti trovi in quel parco e permetti a te stesso di essere riportato indietro a quel periodo un anno fa. Quel giorno, quando entrambi vi andammo in macchina e ci incontrammo sotto gli alberi torreggianti, il sole di settembre era ancora caldo e io rimasi lì, mostrando il mio sorriso magnetico mentre tu quasi correvi verso di me, io ti presi tra le braccia e poi ci baciammo. Immagini di farlo di nuovo? Oh, lo immagini, certo. Migliaia di volte.

Mandami un messaggio. Puoi fare anche quello. Ti risponderò e metterò un bacio alla fine, solo per tentarti. So che il tuo cuore si gonfierà quando lo vedrai e tutti i pensieri di stare lontano da me inizieranno a svanire nel vedere questo. Scrivimi. Solo un messaggio. È abbastanza facile. So che non hai cancellato il mio numero nonostante le promesse che avevi fatto di cancellarlo. Non riusciresti proprio a farlo.

Chiamami. Telefonami e dimmi che bastardo sono. Vai avanti. Scatena quella rabbia. Sfogati. Quante volte hai singhiozzato con i tuoi amici per quello che ti ho fatto? Che crudele e bastardo senza cuore sono. Non ti merito? No, ma mi merito che mi sia stato detto cosa ti ho fatto. Hai bisogno di togliertelo dal petto, vero? Dovresti. Avanti, ti basta premere quel pulsante, io ti risponderò e potrai scatenarti con me. Ehi, ancora meglio, perché non proponi di incontrarci e poi puoi avere quello spettacolo che hai sempre immaginato. So che hai pensato a tutte le cose che volevi dirmi ma senti che ti ho impedito di dirle quando sono semplicemente scomparso e poi ho ignorato i tuoi frenetici tentativi di metterti in contatto con me. Dimmi quanto ti ho lasciato distrutta. Dimmi come anche i tuoi amici mi odiano. Dimmi come tuo fratello mi picchierà. Vai avanti, so che la rabbia continua a imperversare dentro di te e hai bisogno di liberartene. Sicuramente dopo tutto quello che hai sopportato hai diritto a un ultima rivincita?

Fai quella chiamata a tarda notte. So che te ne stai sdraiata al buio e pensi a me, le mani intrecciate intorno alla maglietta che ho lasciato e che ancora odora del mio profumo. Sai che dovresti buttarla via o bruciarla ma non riesci proprio a farlo vero? Vuoi ancora quel contatto. Vuoi ancora avere la facoltà di inalare il mio profumo e in qualche modo assaporare la gioia tormentata mentre la tua mente è inondata dal mio ricordo. È un posto solitario ora quel letto non è vero? Perché non mi mandi un messaggio e possiamo scambiarci qualche messaggio piccante? Riaccendi di nuovo quel fuoco. Ti farà sentire meglio. Potrei anche essere tentato di venire a trovarti, prenderti di nuovo nel tuo letto e farti sperimentare la magia che possiedo. Il sesso era straordinario vero? So che non puoi mentire su questo. Ho sentito quello che hai detto alla gente su come mi odi, ma il sesso era fuori classifica. Facciamolo ancora. Perché no? Ti farà sentire molto meglio. Basta che mi scrivi, mi chiami, mi mandi un messaggio. Devi solo allungare la mano perché so che stai morendo dalla voglia di farlo.

Puoi anche sfogliare nuovamente quelle foto e sorridere con rammarico e desiderio dal momento che evocano tutti quei momenti epici di quando eravamo felici insieme. Così tante foto, tanti sorrisi. Dai un’occhiata di nuovo al mio profilo Facebook. Non ti ho bloccato. Non lo farei. Voglio che tu veda cosa sto facendo. Quei messaggi sono per te a proposito. Sono sicuro che i commenti enigmatici che ho postato con quelle immagini saranno stati colti da te, considerati e tradotti. Quelli erano per te. Volevo che tu sapessi quanto mi manchi e tu hai bisogno della tua dose giornaliera di stalking sui miei social media. Sì, c’era qualcun altra e so che l’avrai visto e sarai stata sconvolta a sapere che ora lei stava ricevendo il mio amore, il mio amore perfetto. Come deve esserti bruciato dentro quando hai capito che un’altra ora era la destinataria. Sapevo che sarebbe stato così ma non ti preoccupare, lei non è brava quanto te quindi perché non vieni a trovarmi e possiamo ricominciare tutto da capo. So che lo vuoi.

Vieni a trovarmi. Aiutami. Tu sei l’unica che mi conosce veramente. Tu sai più cose su di me, più di chiunque altro. Le altre, uh, non significavano niente per me. Erano deviazioni ma tu, tu sei quella giusta. Ti amo ancora. Ti ho sempre amato. Ti basta venire a trovarmi e te lo dimostrerò. Farò i cambiamenti che vuoi che io faccia e so che credi in me. Tu vedi il bene in me vero, tu sei colei che può farcela ad aiutarmi. Per favore aiutami. Ho solo bisogno di essere aggiustato e tu sei l’unica che ha gli strumenti per farlo. Ci sei solo tu. Per favore, non deludermi. Ho bisogno di te. Cambierò. Sarò migliore. Lo prometto. Vieni a trovarmi e dammi la possibilità di dimostrartelo. È più che giusto non è vero? Tu sei una persona giusta, so che lo sei, è per questo che ti amo così tanto.

Dai, mettiti in contatto con me e tutto questo dolore può andarsene. Non ce n’è bisogno. Hai solo bisogno di premere quei pulsanti, comporre quel numero o, ancora meglio, venire di persona. Immagina quanto sarà romantico. Tu che ti presenti inaspettatamente (ma non proprio) sotto la pioggia e io ti avvolgo di nuovo tra le mie braccia e tutto sarà ancora una volta bello, dorato e grande. Fallo. Fallo. Dammi una strigliata. Vieni a letto con me. Baciami ancora. Dimmi come ti senti. Offrimi il perdono. Fammi sapere cosa ti è successo. Dimmelo. Dimmelo. Dimmelo. Fallo. Fallo. Mettiti in contatto. Allunga la mano. Ferma il dolore. Metti fine al dolore. Riporta la gioia. Risuscita noi. Accendi la passione. Lascia che l’amore regni. Fallo. Puoi farlo. Ho fiducia in te. Metti fine a questa agonia. Lasciala andare. Sgridami. Amami. Puniscimi. Fottimi. Odiami. Contattami. Contattami. Contattami.

Sento il mio telefono che squilla

H.G. TUDOR

Irresistible