Pubblicato il Lascia un commento

📰 PERCHÉ IL NARCISISTA TI SCEGLIE

Quando miriamo ad acquisire i nostri dispositivi per alimentarci, è logico pensare che dedichiamo la maggior quantità di tempo alla persona che sta per diventare la nostra fonte primaria di carburante. Certamente la quantità di tempo dedicata a questo dipende dal narcisista in questione ma tutti della nostra tipologia cercano certi tratti che sono prevalenti nei soggetti empatici. Ci sono certi tratti essenziali che esistono negli individui empatici. Le persone normali avranno alcuni di queste caratteristiche, probabilmente non tutte e non avranno i tratti nell’estensione e nel grado di una persona empatica. Quindi, ecco perché le persone normali vengono raramente prese come nostra fonte primaria. Ci sono anche doti che che sono conosciute come tratti di classe. Queste sono le caratteristiche che attraggono la relativa classe di narcisisti, che questa persona sia un Narcisista Vittima, Somatico, Cerebrale o un Narcisista d’élite. I tratti base sono estremamente importanti per noi. La loro esistenza ci fornisce i tre elementi chiave che prendiamo dalle nostre vittime. Primo, queste caratteristiche implicano che la fornitura di carburante sarà elevata per via della loro connessione alla produzione emotiva della vittima. Secondo, ci sono certi benefici residuali che provengono da queste doti che vogliamo. Terzo, attaccandoci a qualcuno che ha questi tratti fingiamo di averli anche noi. Noi non abbiamo queste caratteristiche. Di conseguenza, vogliamo prenderle da te per applicarle alla nostra costruzione e farle passare come se ci appartenessero. Dal momento che siamo specialisti ed emuliamo, non abbiamo di nostro queste doti e non le sentiamo, ma siamo capaci di replicare come appaiono studiando il modo in cui ti comporti, poiché tu hai questi tratti. Poi li applicheremo al nostro comportamento al fine di mantenere la facciata. Questo inganna le altre persone nel pensare che siamo onesti, rispettabili e amorevoli. Ci concede anche di rispecchiare i tuoi tratti e rifletterteli indietro in modo da farti pensare che anche noi li abbiamo. Questo ci rende più che mai attraenti per te e ci assicura che tu sia strettamente legato a noi. In accordo a questo, identificare questi tratti sostanziali nelle nostre vittime è estremamente importante. Di queste caratteristiche più ne possiedi, e meglio è. Più ne hai di questi tratti, maggiore è la possibilità di essere intrappolato dalla nostra tipologia. Una combinazione dei tratti base e dei tratti di classe che appare nel modo in cui ti comporti e agisci attira la nostra tipologia verso di te. Noi sentiamo e vediamo queste caratteristiche e focalizziamo la mira su di te come potenziale fonte primaria.

Questi sono dieci di queste caratteristiche base. L’ideale è trovare una vittima che le abbia tutte e dieci e le mostri ad un livello notevole. Allora vorremo anche che mostri i tratti corrispondenti alla classe che siano compatibili con il tipo di narcisista che siamo

Il Narcisista Inferiore è inconsapevole di queste caratteristiche ma come un lupo affamato che annusa il proprio cibo può percepire l’esistenza di queste doti e sa che la persona che li mostra è qualcuno che vuole con lui.

Il Narcisista Medio riconosce questi tratti come lodevoli. Li vede come un punto in più allo stesso modo in cui qualcuno potrebbe considerare qualcun altro che è interessato di arte, viaggi e musica classica, come un buon partito per iniziare ad uscire. Il Medio sa che per lui questi tratti hanno valore ma non conosce la ragione fondamentale per cui è attirato da questi.

Il Narcisista Superiore sa cosa sono questi tratti e perché sono importanti. Conosce la funzione che giocano, sa meglio di chiunque altro come individuarli e il posto dove (il “terreno di caccia”) si può trovare gente che avrà questi tratti essenziali e anche i tratti di classe. Il Superiore può annusare l’esistenza di queste doti e far corrispondere il bersaglio a questi prima di avvicinarsi per intrappolare la persona.

Quindi quali sono queste doti? Bene, qui ce ne sono cinque dei dieci solo per un esempio. È altamente probabile che tu abbia tutti e cinque questi tratti e che li abbia in quantità significativa perché è il motivo iniziale per cui sei stato intrappolato da un narcisista.

Devoto d’Amore – Esigiamo che i nostri bersagli siamo fedeli all’idea dell’amore. Vuoi trovare l’amore, sperimentare l’amore, amare ed essere amato. L’idea dell’amore è centrale nella tua esistenza e credi veramente che il nostro fine su questa terra sia amare gli altri. Non solo questo significa amare le persone intorno ma sopra ogni altra cosa credi nella realizzazione che nasce dall’avere accanto quell’unica persona speciale con cui sei impegnato, per cui faresti qualsiasi cosa e per cui ti sacrificheresti. L’esistenza dell’amore è il motivo, per te di esistere e quindi devi trovarlo e una volta individuato, ottenerlo e mantenerlo. Vogliamo devoti d’amore perché la tua devozione all’amore spesso ti acceca su così tante cose e di conseguenza fingendo di darti amore possiamo agganciare questo vostro tratto e questo ci concede di intrappolarti quanto mai facilmente.

Compassionevole – I nostri bersagli devono mostrare compassione. Questa compassione deve essere principalmente per noi per quanto siamo soddisfatti che venga esibita per altre persone e oggetti come gli animali al fine di individuarla. Se identifichiamo che qualcuno si cura più di animali e cose invece che persone però non consideriamo che questo soddisfi il nostro requisito. In stadio iniziale, se vediamo la prova di compassione verso gli animali generalmente (ma non sempre) ne segue che questa persona sarà compassionevole anche verso gli esseri umani.

Rispettabile – Cerchiamo gente rispettabile. Gente che abbia buone maniere, che sia educata e comprensiva. Persone che abbiano considerazione per gli altri, che aspettino il loro turno per parlare, permettendo agli altri di prendere una fetta di torta per primi, facendo beneficenza e comportandosi in maniera dignitosa. La rispettabilità è un tratto attraente perché ci dice che aderirai a certi standard e che ti aspetti anche che noi facciamo lo stesso. Questo è importante perché sappiamo che spesso è indicativo del fatto che quindi è improbabile che rinunci con noi quando le cose si fanno difficili.

Bussola Morale – Preferiamo una persona con una forte bussola morale, qualcuno che porterebbe il portafoglio dalla polizia con il contenuto intatto se lo trovasse per strada o che avvertirebbe il commesso se gli fosse stato dato troppo resto. Questa persona è monogama e fedele e crede che gli altri dovrebbero comportarsi nello stesso modo. Ancora, questo ci dice che è molto più probabile che tu resista una volta che inizierà la svalutazione e il nostro comportamento offenderà la tua bussola morale così si accompagnerà ad una reazione emotiva e quindi a carburante abbondante.

Premuroso – un individuo che si occupa sempre di qualcun altro. Che sia tramite il lavoro per provvedere a noi, mandare avanti la casa in maniera eccellente, prendersi cura di noi quando siamo malati e essere preoccupato per il nostro benessere, il tratto dell’amorevolezza è molto importante e deve essere evidente specialmente nella nostra fonte primaria. Non solo ci dirà che ti prenderai cura di noi ma ci segnala anche che quando inizieremo la svalutazione, vorrai aggiustarci e curarci e quindi continuerai a lottare, provando a fare la cosa giusta. Ci dice anche che possiamo aspettarci notevoli benefici residui da parte tua nei termini di te che ti prendi cura di noi, che ti conformi al nostro punto di vista e a come dovresti essere, sottomesso e obbediente.

H.G. TUDOR

Why the Narcissist Targets You

Pubblicato il Lascia un commento

📰 L’OBIETTIVO SPOSATO

“Le suore e le donne sposate sono infelici allo stesso modo”, così diceva la regina Christina di Svezia.

Non ho (ancora) preso di mira una suora anche se affermerei prontamente di averlo fatto, dato che ad un tale impegno sarebbe sicuramente collegata una storiella divertente.
Per quanto riguarda le donne sposate la storia è differente.

La nostra specie spesso prende come bersaglio donne e uomini sposati con il proposito di sedurli, facendo coinvolgere loro in una relazione con noi e facendo sì che noi spezziamo quell’unione matrimoniale.

Perché prendiamo come obiettivi quelli che sono sposati? Dato che la nostra specie quando si tratta di seduzione generalmente preferisce sfondare una porta aperta e il fatto che ci piace preservare le energie, perché dovremmo voler prendere di mira un bersaglio che è già con qualcun altro? Non solo che stanno con qualcun altro ma sono sposati, uniti insieme da un rito e quindi questa coppia ha raggiunto l’ultimo stadio di devozione e di conseguenza deve essere considerata inespugnabile.

1. Senso del Diritto. Il mondo è nostro e questo include chi c’è all’interno. Noi vogliamo e quindi dovremmo ottenere.

2. Mancato Riconoscimento dei Confini. Niente è off limits per noi. L’istituzione del matrimonio è qualcosa che rispettiamo per via della facciata ma dall’altra parte non significa nulla per noi (Il Narcisista e il Matrimonio).

3. Mancanza di Responsabilità. Potremmo essere etichettati come rovina famiglie ma che ci importa? Non è colpa nostra perché la nostra prospettiva narcisistica automaticamente ci fa avanzare ragioni del perché non abbiamo fatto nulla di sbagliato – “Lui ovviamente non era felice altrimenti perché lo avrebbe fatto?”

4. Triangolazione. La nostra manipolazione preferita che ci permette il confronto, di creare drammi, mettere uno contro l’altro e naturalmente due canali di carburante.

5. Pensiero Magico. Questo include la triangolazione e la mancanza di responsabilità dato che consideriamo noi stessi come se stessimo facendo la cosa giusta. Noi siamo i Candidi Paladini che corrono a salvare la damigella in pericolo o un’Anima Angelica che si prende cura dell’uomo oppresso. Quindi spesso ci dipingeremo come dei soccorritori- almeno inizialmente.

6. Onnipotenza. Sedurre qualcuno che è single, che scegliamo e con cui naturalmente abbiamo successo, mostra quanto efficaci siamo. Rubare questa persona ad un partner, che il nostro potere è maggiore. Strapparlo da un matrimonio? Quanto dobbiamo essere abili per riuscirci?

7. Malevolenza. Il cornuto potrebbe essere qualcuno che ci ha mortalmente offeso e rubandogli qualcosa di così prezioso come il marito o la moglie, ci permette di recapitare una dolce vendetta a questo trasgressore.

8. Conferma di tratti empatici. Una persona empatica è chiaramente una devota dell’amore. Loro sono onesti e dignitosi perché credono a questa dichiarazione di impegno. Condividono l’istituzione del matrimonio cosa che indica una buona bussola morale. Saranno premurosi visto che hanno accettato di stare con un altro in questo ambito e ciò significa che condivideranno risorse, occupandosi di quella persona quando è triste o malata e così via.

9. Conferma di benefici residui. È molto facile che questo individuo, essendo parte di una struttura domestica si impegnerà ad ottenere uno stipendio, nel fai-da-te, a cucinare, pulire, prendersi cura dell’altra persona e abilità simili che ci segnalano cose che sono prioritarie per la nostra specie perché queste cose sono benefici residui che sono pronti ad essere trasmessi a noi. Ci potrebbero perfino essere proprietà e vantaggi finanziari da sequestrare dopo il divorzio.

10. Carburante. Attirando l’attenzione di questa affascinante creatura esotica chiusa in una gabbia dorata, lui o lei saranno grati, gioiosi ed estatici di essere stati liberati e naturalmente il recipiente di tutto questo carburante positivo saremo noi, i gloriosi salvatori. Gettati nel carburante negativo dei battuti disprezzati sposi e sarà una frenesia di energia.

Di conseguenza, il fatto che una persona è sposata ci segnala che ci saranno molti benefici e la nostra mente vede questo individuo come un obiettivo totalmente valido.

Comunque, non potrebbe dare anche preoccupazioni? Sono sicuro che molte domande si sono già formate nella tua mente mentre ti chiedi perché non dovremmo vedere una persona sposata come obiettivo valido. Queste potrebbero includere.

1. Perché scegliere qualcuno che sta già con un’altra persona? Non richiede molto più sforzo per adescarla?

2. Non può essere che il Narcisista Inferiore e di Medio-Rango siano più facilmente scoraggiati dal mettersi a fare recuperi post fuga/scarto quando la loro Fonte Primaria Intima (IPPS) ufficiale ha un nuovo partner? Questo non si applica quando cerchiamo un obiettivo?

3. Non siamo preoccupati di rappresaglie da parte del coniuge, della famiglia e degli amici dell’Obiettivo Sposato

4. Non siamo preoccupati del fatto che la nostra facciata venga danneggiata da questi comportamenti che la società generalmente disapprova?

5. Non siamo inquieti riguardo al fatto che se questa persona può essere rapita da un altro questo può significare che succederà lo stesso con noi ad un certo punto?

6. Se sono disposti a tradire il partner, saranno davvero degli empatici come vogliamo che siano?

Domande affascinanti. Affrontiamole in successione

1. Sì, richiederà più sforzo ma il nostro senso che tutto ci sia dovuto, l’incrollabile fede nel nostro genio e inoltre il premio che ci aspetta fanno sì che lo sforzo sia meritevole. Tieni a mente che mentre prendiamo come obiettivo questa persona di solito stiamo svalutando la nostra IPPS e quindi c’è abbastanza carburante negativo da utilizzare per potenziare la seduzione del nostro nuovo obiettivo di conquista. Non abbiamo alcuna urgenza di assicurarcelo (la nostra IPPS non sembra stia per scappare e le condizioni per lo scarto non sono ancora state messe in pratica).

2. Questa considerazione è certamente applicabile nel Recupero Successivo ma qui si tratta di Seduzione e quindi le condizioni e il contesto sono totalmente differenti. La paura del rifiuto non è una minaccia.

3. No. La nostra fiducia nella nostra superiorità mette da parte una preoccupazione simile. L’Inferiore farà ricorso alla violenza fisica se necessario. Il Narcisista di Medio-Rango userà questo ingiustificato (nella sua mente) attacco per provare che lui o lei meritano compassione e sostegno perché stanno facendo la cosa giusta provando a liberare il povero sposato dal “tiranno abusante”. Il Superiore ne uscirà con eleganza o minaccerà di ripercussioni molto peggiori se qualcuno cerca di fare il furbo.

4. Questo timore è comunque superato perché per qualunque (immeritata) critica potesse arrivarci per il fatto che stiamo interferendo in un matrimonio, noi ci convinciamo che è giustificato e per un “bene superiore”. Questa persona è infelice, annoiata, abusata e noi la stiamo tirando fuori da questo e se tu fossi un vero amico lo capiresti e mi aiuteresti! (possiamo anche manipolare fonti secondarie che disapprovano).

5. Ha Ha! Naturalmente no, perché mai dovrebbero lasciarci dopo tutto quello che abbiamo fatto per loro? Non essere stupido.

6. Questa è una domanda interessante e che meriterebbe un articolo su perché le persone empatiche tradiscono? Ai fini di questo articolo è sufficiente dire che, noi consideriamo il loro desiderio di tradire come un “male” necessario per uscire dalla situazione in cui sono verso un posto migliore con noi e questo è un comportamento temporaneo che non ha effetti sulla loro complessiva natura empatica.

Di conseguenza, con questi fattori motivanti in gioco e ogni potenziale timore non valido o facilmente affrontabile, noi cominciamo la nostra ricerca.

Perché pensiamo che questo obiettivo sposato soccomberà alla nostra seduzione? A parte la nostra fiducia nelle nostre qualità irresistibili, la nostra magnificenza e magnetismo ci sono una serie di ragioni del perché consideriamo probabile che queste persone cadano sotto il nostro incantesimo.

1. Gli obiettivi sposati che selezioniamo sono simili ai nostri obiettivi single. Cioè hanno gli opportuni tratti empatici, di classe e speciali. Ovvero hanno gli utili tratti empatici, di classe e speciali. Inoltre le persone che scegliamo sono suscettibili ad essere attirate dalla nostra categoria. Hanno una vulnerabilità intrinseca verso la nostra specie ed essere sposati non significa che sia svanita.

2. L’obiettivo sposato potrebbe già stare con uno della nostra specie. Quindi, anche se il Narcisista Inferiore e il Medio-Rango non lo riconoscono, istintivamente hanno riconosciuto una persona suscettibile anche a loro. E immancabilmente questa persona è stata o viene svalutata e quindi permette al narcisista di giocare il ruolo di salvatore. Si dà il caso che la nostra specie si rubi empatici a vicenda. Il Narcisista Superiore ovviamente riconoscerà uno della fratellanza e lo userà a suo vantaggio nel far sparire l’obiettivo empatico sposato.

3. L’obiettivo sposato potrebbe essere uno della nostra stessa categoria e il Narcisista Inferiore e Medio-Rango non si sono riconosciuti a vicenda. L’obiettivo sposato quindi è ovviamente assolutamente terreno di infedeltà e nonostante l’esito sarà la relativa conclusione di una collisione romantica tra narcisisti, il fatto che l’obiettivo sposato sia narcisista implica che il tradimento sta per avvenire.

4. Noi vediamo quanto le vite delle persone diventano noiose e monotone. Non riconosciamo il legame profondo tra due persone perché di nostro siamo incapaci di attaccamento. Non diamo attenzione alla stabilità che qualche relazione acquista con il passare del tempo. Ciò che invece vediamo è qualcuno che deve essere annoiato dalla solita routine (naturalmente perché noi ci annoiamo facilmente e quindi giudichiamo gli altri allo stesso modo) ma il nostro pensiero magico implica che con noi non potranno annoiarsi. Anche se noi non possiamo applicare la carta dell’abuso, possiamo comunque vedere questa persona imprigionata in una routine, stufa, bisognosa di spazio e avventura e ovviamente in quanto turbini abbaglianti che siamo, arriviamo e offriamo tutto questo. Chi potrebbe resistere all’eccitazione di un tale meraviglioso assortimento di lustrini, oro e decori?

5. Le persone hanno sempre qualcosa per cui lamentarsi del partner. Non è più romantico, lei si sta lasciando andare, non facciamo più niente insieme, lei vuole solo guardare la televisione, lui non mostra interesse in ciò che faccio, lui vuole andare a pesca ogni weekend, russa e mi fa impazzire e così via.
Che siano significativi o banali, ci baseremo su questi fatti, li sveleremo e li useremo a nostro vantaggio. Aumenteremo la nostra attrattiva basandoci su questo (ad esempio ti chiederemo tutto riguardo al tuo interesse nella letteratura del 18esimo secolo) e denigreremo i tratti poco attraenti del coniuge (io non andrei certo a pesca se avessi la possibilità di venire a teatro con te). Naturalmente questo fa solamente parte delle bugie e del rispecchiamento che facciamo.

6. Il nostro pensiero scisso dipingerà automaticamente il tuo coniuge come il cattivo della situazione. La sua preoccupazione riguardo a dove sei verrà dipinta come un tentativo di controllarti. Il suo atteggiamento amichevole con le altre donne è una prova della sua natura infedele. Le nostre tecniche insidiose nutriranno la zizzania e giocheranno con la tua mente. Agitiamo la carota d’oro in una mano e spruzziamo bugie tossiche sul tuo coniuge con l’altra, cercando costantemente di far pendere la bilancia a nostro favore.

7. Inventeremo prontamente delle storie su presunti misfatti del tuo coniuge e-o li creeremo. Una Luogotenente verrà mandata a flirtare con tuo marito e ti fornirà le tracce per mostrare il loro coinvolgimento (naturalmente rimuoviamo la parte dove tuo marito la manda a quel paese). Un altro Luogotenente verrà mandato a mettere nella borsetta di tua moglie delle pillole o dell’alcol perché tu li trovi, aumentando le nostre suggestioni che lei è egoista e che si sballa mentre tu sei a casa a guardare i figli. Perché stai attaccato a questo quando puoi lasciarla e stare con qualcuno che ti apprezza veramente?

8. Tutti hanno il loro prezzo. Quindi nessuno è immune ad essere manipolato fino al punto in cui viene sedotto da parte nostra. Sì, per alcuni ci vorrà più tempo di altri, ma combinando la suscettibilità del bersaglio, il fatto che sia in una relazione difficile, il fatto che potrebbero essere soli o annoiati, il fatto che siamo eccitanti e rinvigorenti, il fatto che manipoleremo il campo di battaglia in modo che sia sempre a nostro favore e avrai una situazione in cui è impossibile resisterci. Ci assicureremo il nostro obiettivo sposato. Alla fine, se c’è chi è immune ai nostri approcci, non li prendiamo come obiettivi dall’inizio.

Anche la dinamica dell’obiettivo sposato e del narcisista deve essere affrontata. Possiamo vedere l’anello sul dito di una persona in un locale e optare per renderla una Fonte Terziaria Intima dormendoci una notte prima che se la svigni dal coniuge. Non lo importuneremo mai più ma il carburante è stato ottenuto, il Carburante Mentale verrà ottenuto pensando che il marito o la moglie si chiedano dove sia e questo è la ratifica del nostro potere.

Più spesso l’obiettivo sposato diventa una Fonte Secondaria Non Intima. Ci intrufoliamo come amici meravigliosi, ma questa è solo una fase preparatoria mentre cerchiamo di portarlo a letto e renderlo Fonte Secondaria Intima. Potrà essere un Piccolo Sporco Segreto, un collega che incontriamo negli uffici vuoti al lavoro o qualcuno che fugge con la scusa di andare in palestra prima di incontrarci nel retro della nostra auto in un parcheggio buio.
Possiamo anche non avere un bisogno urgente di renderlo la nostra IPPS e quindi ci accontentiamo di usare questa persona come IPSS da Scaffale, organizzando una notte fuori insieme mentre lui o lei fingono di essere in un viaggio di lavoro o chiamano al lavoro dicendo di essere malati perché possiamo passare un pomeriggio insieme. Possiamo portarti nel nostro mondo, lasciarti incontrare la nostra famiglia e amici, vedendoti ad intermittenza, soddisfatti di mostrarti allettante mondo e poi metterti in panchina, lasciandoti pieno di desiderio di avere di più, struggendoti per noi durante il weekend quando dovresti stare con la tua famiglia e noi siamo impegnati con la nostra IPPS o un’altra IPSS.

Possiamo aver trovato una miniera d’oro e realizzare che potresti essere la nostra IPPS e in quanto Candidata Fonte Secondaria denigreremo il tuo coniuge, convincendoti e dispiegando tutte le nostre illusioni luccicanti per mostrarti che devi lasciarlo, essere libero ed essere te stesso ma con noi. Persuaderemo, lusingheremo e sedurremo, mostrandoti il frutto proibito e la liberazione che ti aspetta nella nostra presunta benevolente mano soccorritrice. Più calunniamo il tuo innocente coniuge e ti ricopriamo di love bombing e più la tua resistenza si eroderà. Il tuo pensiero emozionale sottometterà la tua fredda, forte razionalità e verrai trascinato via dalla situazione e il tuo pensiero emozionale ti raggira mentre ti sussurra

“Sei stata una moglie e una madre per vent’anni, senza mai lamentarti, è il momento di iniziare a vivere”

“Ormai lei non è più interessata al sesso e tu hai dei bisogni, qui c’è qualcuno che può farti sentire di nuovo vivo.”

“Lei ti dà per scontato. Qui c’è qualcuno che ti apprezza.”

“Sì lui ne resterà ferito se lo lasci ma gli passerà. Tu meriti di essere felice no?”

Oh le scuse verranno riversate e naturalmente noi non ti dissuaderemo dal pensarla in questo modo. Diremo e faremo tutto ciò che è necessario per ottenere ciò che vogliamo. Sedurti e dipingere il tuo coniuge come cattivo, orribile ed egoista.

La verità è che tutte le persone sono obiettivi. Gli Obiettivi Sposati spesso sono addirittura i migliori.

H.G. TUDOR

The Married Target

Pubblicato il Lascia un commento

👥 È TUTTO COLLEGATO

Così la tua rottura è stata dura e ti ha lasciato ferita, le lesioni fisiche ma soprattutto emotive e ti tieni rinchiusa ormai da mesi. Cercando l’isolamento come mezzo per affrontare il turbamento che hai vissuto e giurando di non uscire mai più. La tua determinazione è aumentata, con quotidiane liberazioni riguardo a ciò che ha fatto che si accumulano mentre ascolti un cumulo di azioni aberranti. Hai deciso di concentrarti su ciò che contava per te e quindi le relazioni sono state relegate nella parte posteriore della tua mente. Sentendoti più forte, le ferite che guariscono ma non ti hanno guarito, affronti ripetuti inviti dai tuoi amici benintenzionati, amici che ti hanno sostenuto in questo periodo sgradevole della tua vita, ad uscire dalla clandestinità e permettere a te stessa di brillare ancora una volta. Accetti e dopo una lunga preparazione esci fuori, come una creatura in letargo e ti unisci ai tuoi amici in quel bar che è stato ristrutturato ed è un’esca per tutte le belle creature.

Vedo che stavi lì al bar. Sei in piedi leggermente appartata dai tuoi amici come se cercassi di preservare il tuo spazio personale. Vedo che la conversazione è diretta verso di te e mi rendo conto che i tuoi amici ti stanno dando quello che io considererei un livello eccessivo di attenzione come se stessero ripetutamente controllando che tu stia bene. Occasionalmente le mani ti toccano il braccio in segno di rassicurazione e le teste si inclinano mentre i visi dolci emanano espressioni gentili. So che sei accudita. So che sei protetta e questo significa che sei stato ferita. Sento l’odore del sangue che è stato versato nel tuo passato e aspetto che vengano impugnati i telefoni per scattare varie fotografie in posa. È tempo di avvicinarsi.

Mi dirigo verso il bar e mi giro leggermente per osservare te e i tuoi amici mentre le foto continuano. Una cattura il mio sguardo e sorrido. Lei risponde sorridendo a sua volta e dà di gomito alla sua amica.

“Gradireste che ne faccia una a tutti voi?” Chiedo mentre mi sposto accanto a te. Seguono cenni di apprezzamento e mi viene consegnato un telefono dopo l’altro, mentre relego la tua foto di gruppo in una memoria digitale. Mi impegno in una conversazione educata ma giocosa con tutti voi, ma resto concentrato sulle tue reazioni. Sei esitante, ma ridi delle mie parole, apparentemente desiderando accoglierle, ma non sono sicuro se dovresti farlo. Tiro fuori il telefono e faccio una foto a tutti voi e poi altero la messa a fuoco in modo che la lente si posi su di te e solo su di te mentre scatto una raffica di foto prima di augurarvi una piacevole serata e di ritirarmi dai miei luogotenenti che mi aspettano. Non passa molto tempo prima che una ricerca della tua immagine mi abbia dato il tuo nome, e sono in grado di accertare alcuni dei tuoi interessi dal tuo profilo di Facebook incluso il fatto che sei una ballerina appassionata e hai vinto diverse gare di ballo. Faccio qualche ricerca sulle gare di danza per giovani uomini e mi preparo l’amo dicendo che sono stato un ballerino da giovane, anche se un infortunio calcistico mise fine ai miei crescenti progressi. Assorbo alcuni elementi chiave della terminologia e poi mi muovo verso di te. Do un colpetto al primo domino e questo inizia a cadere sul secondo.

Parliamo. Beviamo. Balliamo. Imparo più cose su di te. Mi piace giudicare dalle risposte dei tuoi amici. Mi assicuro il tuo numero e ti do il mio. Ti mando un messaggio cortese il giorno successivo. Un appuntamento a cena è assicurato. L’appuntamento va bene. Apprendo più cose su di te, e compilo il mio dossier su di te dal momento che un appuntamento di approfondimento è stato prontamente accettato. Ti sorprendo con biglietti per un balletto. Tu sei deliziata. I dominos continuano a cadere. La tua resistenza svanisce. Il terzo appuntamento è scontato e poi gli appuntamenti diventano più frequenti. Sono a casa tua. Sono nel tuo letto. Sono dentro di te. Tre settimane diventano tre mesi. I domino continuano a cadere mentre so tutto del tuo passato. So anche tutto del tuo presente grazie al mio spiare. Ti inghiotto nel mio mondo con i miei luogotenenti che ti accerchiano. Prendo il fumo e lo getto sugli occhi dei tuoi sostenitori, e intanto ne recluto due nel mio ovile. Ti elevo. Ti attiro. Ti adulo e ti incanto.

Il tuo tempo è con me. Il tuo telefono pieno del mio amore. I tuoi weekend sono riempiti da me. Io rimango da te e tu da me. Compare lo spazzolino da denti e poi la borsa da notte che rimane sul posto. Mi lavi i vestiti e poi sono più le volte che sto lì di quelle in cui non ci sono. Tolgo quelli che non servono dai tuoi contatti ma sembra che tu non lo noti. I tuoi occhi mi mostrano quanto sei incantata e intanto quei dominos continuano a cadere. Le vacanze vengono prenotate mentre comincio a invadere il tuo futuro. Ti controllo il telefono e invio messaggi. Leggo la tua posta ma non ti dispiace dal momento che lo faccio quando sei impegnata per aiutarti. Naturalmente. Le fettine di salame mentre impongo il mio mondo su di te e tu prontamente ti sottometti. Conosco tutti i tuoi amici, so tutto del tuo lavoro, dei tuoi hobby e della tua famiglia. Sono considerato il ricostituente ideale dopo “lui” di cui ridiamo e che io conosco, è uno dei miei fratelli, ma non te lo dico mai. Le tue giornate sono già programmate da me e tu mi dici spesso quanto sei fortunata. Io non sono d’accordo. Mi trasferisco ma mantengo la mia casa perché “il mercato non è adatto per vendere proprio ora”. Quella tana non andrà da nessuna parte. Il circolo sociale è stabilito. Tu sei euforica. Ti viene offerto il mondo e, come i dominos clack clack clack, tu accetti tutto. Compare l’anello e tu dici sì. Viene stabilita una data e vengono fatti i progetti mentre io ti dono il futuro. I tentacoli sono tutti intorno a te, le linee del carburante sono al loro posto ma, naturalmente, non te ne accorgi. Io sono con te, in te e attorno a te. Ti siedi a colazione ammirando l’anello luccicante al dito mentre osservi.

“Sai che sono passati sei mesi da quando ci siamo incontrati in quel bar? Chi l’avrebbe mai pensato?

Ti mando quel sorriso speciale e tu non riesci a notare i miei occhi che si scuriscono per un istante, perché devi ancora scoprire che una cosa tira l’altra.

H.G. TUDOR

It´s All Connected

Pubblicato il Lascia un commento

👥 ARRIVÒ UN RAGNO

Ho fatto menzione di come i progressi tecnologici abbiano fornito alla mia specie e a me un assortimento di metodi per portare avanti la nostra attività. Dalla seduzione alla manipolazione, la libertà offerta dalla rete Wi-Fi e da una periferica funzionante fornisce molte opportunità. La mia rete può essere estesa completamente su tutto il … beh il web. Com’è possibile che i pionieri di Internet abbiano deciso la denominazione di world wide web (rete mondiale). Il manto elettronico che avvolge questo pianeta è davvero una rete. Un luogo pericoloso che rapisce prontamente gli incauti. Dalle chat room, ai messaggi di testo, tramite Facebook, Twitter, Instagram, e-mail e siti di incontri, Internet ha dimostrato di essere generoso con le sue ricchezze per la mia specie. Naturalmente, questa vasta gamma di diversi terreni di caccia non può che giovare al cacciatore esperto. Puoi riempire un fiume di salmoni ma se non sai come si fa a pescare, non catturerai nulla. Certo, io so come pescare, sparare, infilzare e cacciare. La mia padronanza degli strumenti di manipolazione mi permette di fiutare la mia preda in pochi istanti e come un leone che insegue un bisonte, trascinarla a terra e mangiarla da dietro prima che si renda conto di cosa le è successo. Hai mai visto l’espressione di un bisonte abbattuto o di un bufalo mentre un leone predatore si ingozza della loro carne? Non è dolore, non è lotta frustrata, ma un’ignoranza quasi beata di ciò che sta realmente accadendo. Sembrano inconsapevoli di essere divorati. È cosi uguale per le mie vittime. Sorridono e fanno le fusa anche se sto strappando dei pezzi da loro perché questo è l’alto livello delle mie capacità.

Così internet è diventato il mio terreno di caccia e le mie varie macchinazioni manipolative sono state offerte per un discreto periodo alle vittime in attesa e disponibili. C’è tuttavia una cosa che funziona sempre in questa vetrina elettronica, ed è l’arte della conversazione.

Le mie prime incursioni nelle chat incredibilmente hanno dato frutti alla svelta. Sono rimasto sorpreso pure io di quanto fosse facile. Tante volte ho letto commenti come

“È davvero un bella novità incontrare qualcuno in grado di sostenere una conversazione”.

“Sei così affascinante e interessante, tieni una vera conversazione piuttosto che dire ciao piccola vuoi scopare?”

“Sei chiaramente intelligente e interessato a me. Non sono abituata a questo. Ci sono così tanti uomini qui che vogliono solo una foto delle mie tette o vogliono mandarmi una foto del cazzo, tu non sei così.”

Naturalmente, non ero impegnato in conversazioni con uomini, quindi non so se esiste un equivalente villano nella categoria femminile. Certamente in tutte le mie conversazioni non mi sono mai imbattuto in nessuna signora la cui mossa iniziale fosse quella di offrire una foto dei suoi genitali. Considero quindi che è il maschio della specie che ti sta deludendo. Non stanno certo deludendo me. Popolando le chat room, i siti di incontri e mettendosi in mostra stile Neanderthal questi uomini stanno accrescendo la mia valuta. Il fatto che io possa parlare di una varietà di argomenti, porre domande pertinenti e coinvolgenti ed evitare di suggerire di andare a letto nei primi dieci minuti significava che io ero davvero l’eccezione desiderata. Gli idioti, i pervertiti e lo sgrammaticato mi hanno fatto sembrare ancora meglio di quanto già fossi (sì, so che può essere difficile da credere!) E così quando sono arrivato con disinvoltura all’incontro sono stato accolto con gioia da coloro con cui ho interagito. Anche se non provavo alcun interesse per nessuno di loro, ero fortemente motivato a non attirarli, in virtù del fatto di essere in grado di mettere le frasi insieme e di non impegnarmi nel richiedere un incontro sessuale istantaneo (naturalmente ciò sarebbe accaduto più tardi quando a quel punto sfondavo una porta aperta).

Di volta in volta ho sentito parlare del comportamento patetico e maleducato degli uomini in queste arene. Ho espresso sgomento e li ho criticati duramente per questo, ma per tutto il tempo mi sono rallegrato che hanno continuato per così tanto tempo su questa linea, ciò significava avere per me tutte le vittime più desiderose e disponibili. Quei deboli e patetici ragni si sarebbero presto accartocciati e morti perché ce n’era uno solo enorme che camminava attraverso la rete. D’accordo, era un ragno, ma questo era in grado di tenere una conversazione.

H.G. TUDOR

Along Came A Spider

Pubblicato il Lascia un commento

📰 PREDA

Noi siamo esperti nel fiutare la nostra preda. Siamo in grado di identificare quelle che ci saranno poco utili e ignorarle. Distinguiamo coloro che sono ostruzionistici e li evitiamo. Abbiamo un’istintiva capacità di selezionare quelli che servono ai nostri scopi con la massima efficacia. Coloro che ci forniranno abbondanti quantità di carburante, coloro che saranno dotati dei tratti che abbiamo bisogno di rubare per il nostro stesso costrutto, al fine di attirare gli altri verso di noi e di tenere a bada il demone. Coloro che ci forniranno i benefici aggiuntivi che consideriamo come nostro diritto, l’accesso ai tuoi beni per il nostro uso esclusivo. L’Inferiore si aggancia a coloro che servono alla sua specie quando si avvicinano troppo a lui. Come un predatore che nota il profumo di una potenziale vittima, egli viene avvertito della tua presenza e fa la sua mossa, rapida e immediata. Una bestia d’istinto, sa quando nelle vicinanze c’è una vittima che sarà utile ai suoi scopi e darà la caccia a quella persona. Può non essere la più adatta ai suoi scopi, ma per il momento non ha importanza. Sente la preda, conquisterà questa vittima e si attaccherà ad essa, succhiandole il carburante fino a che non si sarà pressoché svuotata e poi la scarterà e passerà alla prossima vittima che ha fiutato e che si trova nelle vicinanze. L’Inferiore si apposterà nei territori di caccia più testati. Non vuole avventurarsi troppo lontano. Non vuole spendere troppa energia per inseguire quella preda e conquistarla. Cerca vittime facilmente raggiungibili, che può abbattere senza tanto sforzo e quindi vi affonda le zanne con facilità. Potrebbe essere che una vittima più adatta, più carica di carburante, si trovi un po’ più distante, ma l’Inferiore si rivolge a ciò che gli sta di fronte. Non sprecherà il tempo a cercare una vittima migliore, ma abbatterà quella che è più vicina e poi passerà alla prossima più vicina e così via. Così l’Inferiore caccia in modo aggressivo e imprevedibile, deve sedurre rapidamente le sue vittime per paura che la bestia si palesi troppo presto e spaventi la sua preda. Deve camuffare la propria natura e non è in grado di farlo troppo a lungo. L’Inferiore vorrà un frutto attaccato a rami bassi. Non è interessato a quelli che potrebbero rappresentare una sfida e quindi fornire più carburante gratificante. Prenderà comunque carburante dalle sue vittime risorse primarie come può. Puoi paragonarlo a qualcuno che prende le bevande avanzate a una festa. Piuttosto che aspettare di trovare la bottiglia di vodka Grey Goose nascosta dall’ospite sul retro di una credenza, l’Inferiore berrà l’avanzo di una lattina di birra, poi sorseggerà ciò che rimane dalla bottiglia di vino più vicina e quindi si sposta da ricettacolo a ricettacolo, banchettando e prosciugando.

Il Medio Rango è più perspicace. Sa da cosa è attratto e impiegherà più tempo a cercarlo. Ha intelligenza ragionevole, astuzia e abilità e quindi le metterà in pratica per trovare la vittima più appropriata per lui. Può tralasciare qualcuno che potrebbe essere adatto, ma non è del tutto soddisfacente. Mentre l’Inferiore si sarebbe impadronito di quella vittima, trovando una ragionevole idoneità in quella persona, un certo numero di tratti che richiede vengano raggiunti, anche se non tutti, il Medio Rango si accontenta di inseguire un po’ di più. Il Medio Rango fa un considerevole uso di osservare da lontano mentre valuta l’idoneità della sua futura preda. Osserva, considera e riflette. Non ha l’assoluta sicurezza di andare subito a uccidere come il Superiore, e nemmeno viene spinto dal senso di urgenza e fame che affligge l’Inferiore. Possiede un certo controllo e lo userà per assicurarsi che i suoi apparecchi, specialmente quelli che diverranno la fonte primaria, siano i migliori. Ovviamente non ha un’energia illimitata e arriva un momento in cui la necessità diventa il motore dell’azione e deve fare la sua scelta, ma non è senza considerazione e applicazione a quei tratti, sia generici per l’individuo empatico che specifici per il tipo della vittima che si accorda meglio con i propri bisogni. Il Medio Rango riconosce che c’è un tipo di persona da cui è attratto, anche se non sa il perché. È in grado di distinguere quei tratti e caratteristiche che gli sono più utili e di conseguenza quelli che impiegherà un po’ di tempo a raggiungere. Si rende conto che certi tratti nelle persone gli procurano maggiore soddisfazione e quindi li cercherà senza conoscere la vera ragione per cui lo fa. Il Medio Rango adotterà un certo metodo per cacciare la sua preda, ma c’è sempre la spinta del bisogno, il che significa che potrebbe non essere l’ideale che vorrebbe.

Continuando l’analogia del dragaggio di mine, il Medio Rango non si preoccuperebbe di raccattare gli avanzi da bottiglie e bicchieri alla festa, ma passerà il tempo a pensare a dove potrebbe essere riposto il “meglio”. Individuerà quattro lattine di birra nel frigo. Potrebbero esserci risorse maggiori altrove, ma è soddisfatto di questo ragionevole livello di qualità che ha identificato e non vuole rischiare di lasciare che il suo premio scompaia mentre scommette sul cercare di trovare qualcosa di meglio, e di non riuscire.

Il Superiore si diverte nella caccia. L’identificazione della vittima più scelta è fondamentale per lui. Sì, ci possono essere momenti in cui la necessità comporta l’imposizione di una vittima meno desiderabile (ma sempre funzionale), ma quando vi sono le condizioni (non c’è crisi di carburante e ci stiamo preparando per lo scarto e perciò nel controllo del nostro ambiente) il Superiore passerà il tempo a identificare coloro che esibiscono molti dei tratti generici e specifici che gli saranno più utili. In effetti, il Superiore avrà in mano diverse prospettive mentre estrae informazioni su queste risorse, le verifica e le valuta. Una volta assicuratosi che i segnali e le indicazioni sono buoni, farà la sua mossa e si impegnerà ad accertarsi che la sua perspicacia iniziale rimanga buona. Se lo è (e di solito lo è) si muoverà per l’uccisione. A differenza dell’Inferiore che andrà alla giugulare e abbatterà la sua vittima rapidamente e prontamente, il Superiore utilizzerà l’intelligenza che ha raccolto per incantare, affascinare e ipnotizzare la sua vittima. Con scrupoloso impegno, il Superiore disarma prontamente la sua vittima, smantella ogni autodifesa possibile e tiene la vittima esattamente dove vuole lui o lei. Come una vipera, colpirà all’improvviso e si ritroverà attaccato alla vittima alla velocità della luce, le zanne affondano in profondità e il drenaggio inizierà mentre le pompe di carburante dalla vittima inconsapevole verranno risucchiate dal Superiore. Il Superiore sa quello che vuole e batterà diversi territori di caccia per ottenere ciò che vuole. Ha la capacità e l’energia per sostenere una caccia più lunga, o una caccia più breve dove la vittima potrebbe rivelarsi più impegnativa. Naturalmente se una vittima fornisce i tratti necessari e può essere conquistata con facilità, il Superiore prenderà anche questo frutto attaccato ai rami bassi. Non è uno sciocco. Tuttavia, non si lascia scoraggiare dal frutto appeso ai rami più alti, quello che è più succulento e nutriente in termini di carburante. Sa dove trovare le vittime migliori, è per questo che lavora in diversi campi di caccia ed è anche la più capace delle tre scuole di narcisista nell’identificare i tratti delle sue vittime. Mentre l’Inferiore lo sente d’istinto, il Medio Rango sa cosa va bene per lui ma non sa il perché, il Superiore sa esattamente cos’è che vuole. Sa anche come questi vari tratti si manifestano nelle sue vittime. Capisce cosa cercare, cosa osservare, cosa ascoltare e una volta che ha visto gli indicatori è in grado di accertarsi che all’interno di questo obiettivo vi siano i tratti appropriati. Quindi si aggancerà e solo nel più estremo dei casi gli sarà impedito di conquistare questo obiettivo. La ricompensa è troppo allettante, le sue abilità sono troppo grandi e il richiamo di una così deliziosa vittima si rivela troppo grande per resistere, impegnativa o no.

Una volta che quelle zanne sono affondate nella vittima e il carburante viene estratto, che si tratti di un Inferiore, del Medio-Rango o del Superiore, noi resteremo finché non verrà il momento di identificare la prossima preda.

H.G. TUDOR

Prey