📰 ANGELI CON LA FACCIA SPORCA

191103A Angels With Dirty Faces.jpgSei circondato da Angeli con la faccia sporca anche se non sei in grado di vedere quella lurida sporcizia che li incrosta. Sei ignaro del tocco che ti macchia e delle impronte sporche che battono il percorso avanti e indietro. Questi individui sono l’amico paziente che ascolta il tuo racconto di dolore, il medico gentile con gli occhi scintillanti che risiede a Bedside Manor, l’addetta alla cura rilassante che chiacchiera con gli anziani e gli infermi, il diligente lavoratore di carità e il gestore del forum che pretende di guidare te, la vittima, fuori dal labirinto di abusi narcisistici.

L’Angelo con la faccia sporca è un individuo che è assolutamente convinto della sua innata bontà e soprattutto ha un desiderio inestinguibile che il mondo sappia che è una brava persona, che si interessa, che capisce.

Questa facciata di virtù e integrità è fondamentale. È il modo in cui crede veramente di essere perché questo è ciò che il mondo deve sapere di lui. Non è il modesto impiego di educatrice d’infanzia che bada coloro che stanno sotto la sua responsabilità e sorride dentro di sé a un lavoro ben fatto. Non sono gli sguardi timidi di un’infermiera diligente quando viene elogiata dai parenti grati. Non è il sorriso paziente e l’umile risposta del terapeuta che tiene in mano la sua carica sconvolta dalla terza crisi dell’anno. L’Angelo con la faccia sporca ha la torreggiante convinzione di essere bravo e tu faresti meglio a crederci perché se non lo fai, beh, allora questo ti rende una persona cattiva.

L’Angelo con la faccia sporca non è l’ Inferiore della nostra specie. No. Non ha la capacità di emulare empatia. A lui non importa e non è neanche programmato per fingere che gli importi. È troppo rudimentale e brutale, troppo preso dal tentativo di saziare i propri bisogni per preoccuparsi di guardare fuori dalla sua sfera. Non capisce di cosa deve preoccuparsi e neanche è in grado di farlo. Non è il Superiore della nostra specie. È vero, l’abile Narcisista Superiore sarà facilmente in grado di imitare quelle espressioni e parole di interesse e non va oltre il loro uso occasionale ai soli fini di gestire la sua agenda del giorno, ma è noto per questa empatia falsa? No, questo disgusta il Superiore. Non desidera esser visto come premuroso, il che lo lascia agli altri, la sua grandezza viene dalla realizzazione – che si tratti di profitti, grandi opere d’arte, film e letteratura sensazionali, retorica gloriosa sul podio, record atletici che spezzano polmoni, danze ipnotiche, inebrianti convegni sessuali e così via. I Superiori desiderano essere noti per la realizzazione pionieristica, la cura e le coccole sono al di sotto di loro.

L’Angelo con la faccia sporca è molto prerogativa del Narcisista di Medio Rango. Lui o lei crede veramente di essere una brava persona. Vuole che anche tu lo sappia e devi accettarlo, bene, perché è vero. Pensa di preoccuparsi delle altre persone, pensa di fare un buon lavoro ma deve essere riconosciuto per questo, e deve manifestarsi ripetutamente. Vuole il riconoscimento. Vuole che tu gli dica quanto è bravo perché aiuta le persone, che vede che capisci che è onesto e rispettabile. Naturalmente tutte questi riscontri sono il carburante che per istinto brama anche se non è in grado di riconoscerlo. Non vede nulla di sbagliato nell’essere riconosciuto, evidenziato e premiato per il suo eccellente lavoro, dopotutto, non basta parlare a più persone delle cose buone che stanno facendo?

Ci sono quelli della scuola del Medio Rango che sono ossessionati da una simile immagine. A loro importa essere visti come quel pilastro della comunità locale, l’educatore la cui cura pastorale non è seconda a nessuno e l’organizzatore di braciate di beneficenza e di raccolte per ricerca sul cancro all’interno dell’ufficio. Dove c’è una buona causa, ci sono buone probabilità che tu trovi un Angelo con la faccia sporca.

Questi individui sono ovunque e difficili da individuare perché, naturalmente, credono ciò che mostrano al mondo. Il Superiore è consapevole della facciata carismatica che propone che maschera la ribollente malevolenza, e sorride con quel freddo sorriso da rettile mentre vede ancora più sonnambulismo nelle sue mani. L’Angelo con la faccia sporca non ha quella consapevolezza. Lui o lei ha una funzione cognitiva sufficiente a creare un’apparenza di bontà, a sembrare che si preoccupi, a mettere in atto ciò che crede di essere e ciò fa in modo che essi si mimetizzino con notevole facilità tra tutti voi. La natura fiduciosa delle persone, sia normali che empatiche allo stesso modo fa sì che non vedranno alcun motivo per dubitare delle apparenti credenziali umanitarie di queste persone. Quello che vedi è ciò che ottieni, giusto? Vedere per credere, vero? Questa persona è premurosa, disponibile e buona, quindi dev’essere sicuramente così, dopotutto, chi mai si presenterebbe con una facciata e si comporterebbe diversamente? Comunque, come sei arrivato a constatare, non solo è quello che fa il nostro genere, lo spessore della facciata varia a seconda della scuola del narcisista, ma la sua frequenza è molto più grande di quanto si pensi.

Quindi, come trovi la sporcizia sotto la purezza? Come fai a sapere se quella persona sente veramente quell’empatia emotiva, è buona nel cuore e nella mente e non fa solo parte di una facciata? Ci sono due detergenti che rimuovono la facciata adesiva e fanno uscire la sporcizia che si annida al di sotto.

Il primo riguarda il riconoscimento. Come ho detto sopra, l’Angelo con la faccia sporca deve avere un riconoscimento. Osserva cosa succede se manchi di riconoscere il contributo di quella persona o se lo concedi a qualcun altro. Un individuo empatico può essere ferito dal fatto che i suoi sforzi non sono stati riconosciuti, ma lo terrà principalmente per sé, non desiderando sembrare villano o in cerca di attenzione. Potrebbe dirlo a un’altra persona per ovviare all’errore, ma sicuramente non farà una tragedia perché viene trascurato. L’eroe non celebrato è una medaglia che è più che contento di indossare. Una persona normale magari si irriterà e può alzare la voce ma non reagirà per aver mancato di accordargli un riconoscimento sufficiente per ciò che ha fatto.

Però il Medio-Rango che è l’Angelo con la faccia sporca a cui non viene dato un riconoscimento non sarà in grado di contenere gli effetti di questa ferita. L’incapacità di lodarlo, di dargli un merito per i suoi sforzi, di constatare che persona gentile e meravigliosa è, finirà per ferirlo e questo si manifesterà con l’accensione della rabbia. Essendo un Medio Rango, la mancanza di riconoscimento produce principalmente rabbia fredda. Di conseguenza, attenzione a questi segnali: –

1. Si lamenta con altre persone come parte di un lungo gioco di compassione – “Non posso credere che Mary abbia dimenticato di ringraziarmi per i miei sforzi di finanziamento, voglio dire, lei sa che lo faccio ogni anno e tutto quello che volevo era che lei dicesse grazie. Non è chiedere troppo vero? Non mi credevo che si disturbasse il sedere ad essere d’aiuto.”

2. È di cattivo umore all’evento

3. Somministra un trattamento del silenzio alla persona che ha trasgredito

4. Fa commenti passivo-aggressivi sui social media o di persona.

5. Convince terze parti a rammentare a quella persona di riconoscere quello che ha fatto

6. Rifiuta di offrire ulteriore assistenza fino a quando non riceve una scusa per la “disattenzione”

7. Sminuisce gli sforzi degli altri nello stesso ambiente

8. Minaccia di unirsi a un’impresa concorrente

L’indole di affettuoso, empatico e di persona che dimostra questa bontà è, come ho detto, intesa come uno sforzo discreto, una vocazione in cui l’atto stesso è già la ricompensa che non richiede alcuna standing ovation o ripetute lodi ed eccessivi ringraziamenti. Non è richiesto un riconoscimento. Se viene concesso, l’individuo empatico o persona normale lo accetterà gentilmente, ma non è un problema se non viene concesso. Gli individui disinteressati non cercano questo riconoscimento, ma l’Angelo con la Faccia sporca deve averlo e se non lo ha, riconoscerai le reazioni tra quelle citate sopra e la sporcizia comincerà a comparire.

Il secondo metodo di esposizione è quello della sfida. Una persona empatica riconosce che le persone hanno punti di vista e opinioni, che è importante che esse siano in grado di articolarle e che non vengano falsate. Ho imparato molto su questo approccio nelle mie interazioni con gli altri e sono affascinato dalla loro capacità di permettere questo. Consentiranno agli altri di dichiarare la propria opinione, avanzeranno le loro ma riconosceranno che le due possono esistere fianco a fianco. È una genuina tolleranza, non fatta per lo spettacolo o per i complimenti, ma nata dalla decenza empatica di far sentire le voci degli altri. Non è così per l’Angelo con la faccia sporca. Se metti in dubbio il metodo con cui lui dispensa la sua apparente attenzione, se sei in disaccordo con le sue opinioni, se suggerisci che c’è un modo migliore, allora vedrai il rivestimento angelico ritirarsi e lo sporco sottostante affiorare molto in superficie.

Quando viene sfidato in questo modo, l’Angelo con la faccia sporca sente minata la sua superiorità e quindi, dal momento che è un Narcisista di Medio Rango sotto mentite spoglie, questo attacco alla sua superiorità percepita accende la sua furia e deve respingere l’attacco. Dovresti osservare quanto segue: –

1. Verrai diffamato e verrà parlato male di te a terze persone per le tue audaci critiche all’Angelo con la faccia sporca “dopo tutto quello che ho fatto” e “solo perché è geloso di quello che faccio” e “tutto quello che sto cercando di fare è aiutare le persone ed è così che vengo trattato.”

2. Dirigerà i Luogotenenti e la Congrega per attaccare il trasgressore. Ciò si manifesta soprattutto in un contesto online in cui le persone “saltano addosso” all’accusato e il regno agisce per conto del Medio Rango, dopotutto, lui o lei preferisce che altri facciano il lavoro sporco.

3. Invalida la visione del trasgressore e lo fa senza riferimento ad alcun punto sostanziale, ma dicendo che è sbagliato, perché è sbagliato.

4. Va all’attacco direttamente contro il presunto trasgressore.

5. Si mostra ferito e mortificato.

6. Attiva un gioco di compassione

7. Accusa il trasgressore attraverso la proiezione, la più frequente è etichettarlo come narcisista.

8. Isola il presunto trasgressore attraverso l’ostracismo familiare o sociale, la cancellazione dai social media, la revoca delle competenze o dell’impiego.

L’Angelo con la faccia sporca è un individuo pericoloso perché la sua facciata gli permette di infiltrarsi in posizioni di relativa autorità e da lì quando i suoi sforzi non vengono riconosciuti e / o altri educatamente mettono in discussione o sfidano il suo modo di fare le cose, piuttosto che ascoltare e mettere in pratica i consigli, farà uscire la sporcizia e la userà per diffamare e corrompere il malcapitato e coloro che sono sinceri nelle loro intenzioni. Questa sporcizia rende l’acqua torbida a tal punto e così convincenti sono le performances del Medio Rango in questi contesti che coloro che hanno fatto un torto finiscono per diventare il capro espiatorio, vengono messi alla gogna e cacciati. Naturalmente, ottenere un risultato del genere non fa altro che rinforzare l’idea di Angelo con la faccia sporca che lui ha assolutamente ragione e che ciò che ha fatto è stato giustificato.

Conoscerai questi Angeli con la faccia sporca. È ora di fare un po’ di pulizia.

H.G. TUDOR

Angels With Dirty Faces

🆕 IL COVID 19 – FRASI AD EFFETTO (3)

THE-COVID-19-SOUNDBITES

“Bentornati alle puntate di Covid-19 Frasi ad Effetto su Channel 19 News, con me, Seymour Storees. Nella seconda parte abbiamo assistito alla madre lavoratrice affondata sul virus e quella Narcisista di Medio-Rango Minore ha sicuramente assicurato che sapevamo tutto delle sue opinioni sulla situazione attuale mentre faceva del suo meglio per evitare le sue reali responsabilità genitoriali. In seguito, abbiamo avuto un collegamento video con Ernest Endeavour e il suo apparente unico e mai pensato prima I Salvatori dello Shopping mentre si impegnava duramente nell’auto-promozione dietro la sua facciata di apparente dilagante empatia. Quindi, chi abbiamo per voi nella terza parte? Siamo in diretta in collegamento video con Cat Astrofy che non ha voluto dirci dov’è, nel caso in cui altre persone scoprissero dove si trova e causassero problemi con la sua routine di isolamento.”

Numero Sette: Medio-Rango Centrale di Tipo B

“Ciao Cat, sei in diretta su Channel 19 News, come stai affrontando la pandemia?”

“Ciao Seymour. Beh, come senza dubbio potete vedere sono seduta nel mio centro di comunicazione e devo dire che mi fa piacere sentirti perché ci si sente molto soli qui e sono molto preoccupata per la mia sicurezza.”

“Perché questo, Cat?”

“Beh, sapevo che questa sarebbe stata una pandemia lo scorso marzo perché avevo letto Come Sapere Quello Che Sai: Le Cronache Di Cassandra e io avevo previsto che questo virus avrebbe avuto origine dall’Asia e avrebbe spazzato il globo. Ho dovuto andare in terapia a causa dello shock di tutto questo. Ho trovato questa consapevolezza davvero sconvolgente ed è una tale preoccupazione sapere che tutto ciò che ho sempre fatto tra poco non avrà importanza.”

“Perché pensi questo, sicuramente pensare a quel modo è farne una catastrofe? Sì, è una cosa seria, ma non è uno scenario da giorno del giudizio”.

(Cat inizia a piangere e raggiunge una scatola di fazzoletti per asciugare la cascata di lacrime)

“Scusa, scusa, per favore non usare la parola giorno, la trovo molto scatenante. Sono così preoccupato, preoccupato per la mia famiglia. Ho dovuto lasciarli nelle loro case quando sono uscito da questo punto di isolamento. Sono preoccupata per i miei colleghi, non so se avranno un posto di lavoro al mio ritorno, se torno. L’economia è in crisi, tutto sta chiudendo, non ci sono abbastanza letti in ospedale. È una situazione davvero terribile.”

(Il pianto ricomincia.)

(Seymour cerca di fare una domanda ma viene soffocato da un gemito che esce dalla bocca di Cat.)

“Oh, perché l’universo mi ha fatto questo? Perché ora? Il mondo mi ha sempre odiato e ora sono costretta a nascondermi, cacciata da quelli che amo e di cui mi prendo cura. Esiliata dalla mia patria e costretta a rifugiarmi in una terra lontana dove non conosco nessuno e nessuno mi conosce. L’imposizione è così grande, non sono sicura di poter andare avanti. Forse sarebbe meglio sfuggire a tutto questo ora, prima di quella morte lenta e persistente per mano del virus invisibile.”

(Un altro lamento fuoriesce dalla bocca di Cat e poi c’è il bip elettronico di un messaggio.)

“È la mia amica che mi sta facendo sapere che sta bene. Il mio telefono e il mio laptop sono la mia linfa vitale, sono i miei unici collegamenti con il mondo esterno. Sono aggiornata ogni minuto per quanto riguarda gli eventi mondiali, ho un’app che mi dice quante infezioni ci sono in tutto il mondo, all’interno di questo paese, nella località e nel quartiere in tempo reale. Ho fatto scorta e voglio chiarire questo, l’ho fatta prima che qualche altro iniziasse a rovesciare gli scaffali nei supermercati. Sto scrivendo un blog che spiega come me la sto cavando nell’isolamento e fornisce aggiornamenti a tutti i miei follower sui social media. Voglio solo dire che sono umiliata dai messaggi di supporto che la gente mi sta inviando, siete tutti davvero un’ispirazione e spero solo di non deludervi soccombendo a questa terribile malattia. Non capite quanto sia un peso, quanto sia schiacciante avere questo imminente senso di sofferenza e di distruzione. Tutto ciò che ho cercato di raggiungere verrà cancellato, rimosso ed sradicato. È come se non esistessi, per questo è importante per me rimanere in contatto con quante più persone possibile. Chiunque può contattarmi, specialmente se siete soli là fuori e avete bisogno di qualcuno con cui parlare, con cui condividere suggerimenti, per alleviare il peso dell’isolamento, vediamo insieme come va a finire, potete trovarmi sul mio blog Nascosto Ma Visibile o usare una delle mie piattaforme di social media, Il Covid Nascosto di Cat.

“Sembri molto pessimista Cat, la vedi come la fine del mondo?”

(Cat inizia a parlare ma poi si interrompe come se un pensiero travolgente l’avesse travolta. Singhiozza e poi giunge le mani in segno di preghiera)

“Penso che se tutti noi ci attenessimo ai nostri piani, potremmo, semplicemente potremmo, riuscirci, ma il mondo sarà un posto molto diverso per molte, molte persone.”

“Beh, sembra un po’ più incoraggiante, forse senti davvero che dopo tutto che c’è un barlume di speranza? Come vedi il mondo dopo il Covid-19?”

“Perché me lo chiedi, non ho ancora letto quel capitolo?!”

“Oh, capisco, beh, a beneficio dei nostri spettatori, forse potresti condividere comunque con noi i tuoi pensieri sul futuro, dato che sembra che tu abbia visto che tutto questo stava arrivando, alcuni mesi fa.”

(Cat emette un sospiro drammatico e inizia a parlare quando il suo “centro di comunicazione” improvvisamente viene inondato di luce e una porta si apre. Un uomo entra e parla.)

“Cat, la tua cena è pronta, stavo urlando ma non credo che tu potessi sentirmi dato che hai messo tutte queste scatole di uova sulle pareti, perché l’hai fatto?”

“Papàààà! Ti ho detto di non entrare, sto facendo un’intervista molto importante e tu l’hai rovinata, proprio come hai rovinato tutto e hai rovinato la mia vita.”

(Cat si accascia sulla scrivania, le spalle ansanti mentre il suono della sofferenza costruita le sfugge dalla bocca. Suo padre le si avvicina e mette una mano su di lei, scrutando la telecamera, “Con chi stai parlando? Stai ripetendo questa profezia senza senso? “Cosa ho detto di tutto questo, dai, è ora di cena, smetti di singhiozzare, non ti porterà da nessuna parte.”

“Beh, sembra che il bunker corona di Cat sia stato invaso, ma non dal virus ma da Papà Astrofy. Spostiamo la nostra attenzione e andiamo da qualcuno che invece di, ehm, nascondersi dal virus è proprio in prima linea. E si unisce a me ora, in collegamento video in diretta poiché non è in grado di uscire dal suo posto di lavoro per essere intervistata in studio, la dott.ssa Tera Nuwan.

Numero Otto: Il Narcisista di Medio-Rango Maggiore

“La dott. Nuwan si unisce a noi dall’ospedale di San Salvatore, che è l’epicentro dell’epidemia europea. Dr Nuwan, grazie per averci concesso il suo tempo che ovviamente è un pregio, infatti possiamo vedere che è ancora vestita con la sua divisa da medico. Come vanno le cose in prima linea nella lotta contro il Covid-19?”

“Grazie per avermi invitato nel programma, Seymour. Come puoi immaginare, stiamo affrontando una richiesta senza precedenti delle nostre risorse qui in ospedale. Da quando l’epidemia si è intensificata qui, abbiamo avuto un afflusso costante dei pazienti più vulnerabili che richiedono un trattamento immediato e intensivo. Stiamo lavorando tutto il giorno. Non sono a casa da dieci giorni, e preferisco rimanere qui in ospedale, lavorare a turni per garantire che tutti siano curati per quanto è possibile.”

“Sono sicuro che i vostri pazienti e i residenti della città sono molto grati per la vostra dedizione, dottor Nuwan. Pensa che si sarebbe potuto fare di più per contenere il virus, in modo da non dover lavorare a questo ritmo?”

“Non spetta a me dirlo. Il mio ruolo e quello del mio team è quello di fornire cure intense. Questo è ciò che ci siamo addestrati a fare. Sono orgogliosa dell’impegno dimostrato dal mio team e da quello dei colleghi all’interno dell’ospedale. È, naturalmente, un ambiente che mette alla prova, ma un ambiente dove quelli di noi che sono destinati ad essere efficaci, sono davvero efficaci. È gratificante garantire che le persone che hanno più bisogno di noi vengano seguite”.

“Come si sente, dottoressa Nuwan, a sapere che non può salvare tutti?”

“Non è una cosa che contemplo. Chiunque verrà da me sarà curato secondo i più alti standard.”

“Sì, ma sicuramente, dato il livello di domanda e le esigenze che vi sono per le risorse degli ospedali, è impossibile per lei garantire che tutti sopravvivano.”

“È inevitabile che alcuni di quelli che purtroppo soccombono al virus non sopravviveranno, ma non è per mancanza di cure o competenze. Molte di queste persone, purtroppo, sono morte per condizioni preesistenti e soggiacenti.”

“Ma oltre 2500 morti nel tuo paese, oltre 700 nella tua regione. Deve essere scoraggiante trovarsi di fronte a tali perdite quando ci si impegna a tutto tondo.”

(Un semplice scuotimento della testa da parte della dott. Nuwan a questa domanda)

“Non scoraggiante, per niente, rafforza solo la nostra determinazione a fare di più. Vale anche la pena sottolineare che, all’interno delle statistiche ufficiali, ci sono coloro che sono morti che sono risultati positivi al virus ma non sono morti a causa del virus. Avevano una condizione di fondo che ne ha causato la morte e hanno anche preso il virus. È importante mantenere una prospettiva adeguata al riguardo e fornire le informazioni in modo responsabile.”

“Sta suggerendo, dott Nuwan, che le informazioni non vengono utilizzate in modo responsabile?”

“Non spetta a me dirlo. Io sono un medico, salvo vite umane, lascerò ai politici la decisione di come vengono fornite le informazioni, dopotutto, non ho bisogno di voti per rimanere a fare quello che faccio.”

“Assolutamente no, anche se se lo facesse, sono sicuro che otterrebbe una vittoria schiacciante.”

“Non particolarmente importante come ho detto, Seymour. L’unica vittoria a cui siamo impegnati è quella sul Covid-19 e io continuerò a guidare la mia squadra qui in questo ospedale per raggiungere questo obiettivo. Ora, se mi vuole scusare, ho dei pazienti che richiedono il mio aiuto. Buona giornata.”

(La dott. Nuwan annuisce e si allontana rapidamente dalla telecamera)

“Una dottoressa Nuwan impegnata ed efficace dell’ospedale di San Salvatore, sta facendo un ottimo lavoro nel trattamento delle persone infette da Covid-19. Questo ci porta alla conclusione della Parte 3 di Covid-19 Frasi ad Effetto, ma non andate via perché quando torneremo con la Parte 4, ascolterete i grandi pezzi grossi mentre facciamo ruotare la lancetta sulle 11, parleremo con alcune persone molto famose e di successo e riceveremo i loro pensieri e opinioni sulla pandemia. Restate su Channel 19 e tenete quelle mani pulite!”

HG TUDOR

The Covid-19 Soundbites (3)

 

🆕 IL COVID 19 – FRASI AD EFFETTO (2)

THE-COVID-19-SOUNDBITES

“Bentornato alla seconda parte di Il Covid-19 Frasi ad Effetto, con me, il tuo ospite, Seymour Storees, Channel 19 News con approfondimenti più affascinanti sugli abitanti del pianeta terra e le loro opinioni sulla Pandemia Covid-19. Nella prima parte, abbiamo sentito un Inferiore Minore che era sprezzante e provocatorio nei confronti del virus. Abbiamo incontrato un residente interessante che ha deciso che l’arancione era il nuovo trucco per fermare il coronavirus. Siamo stati invitati a festeggiare in centro con l’Inferiore Maggiore di Tipo A che chiaramente si sentiva impenetrabile ai rischi posti da questa malattia infettiva ed era intento a usare il suo tempo libero dal lavoro per bere birra, baciare donne e festeggiare come se non ci fosse affatto un covid-19. Alla fine, abbiamo ricevuto un messaggio infuocato dall’Inferiore Maggiore di Tipo B, il Sindaco Ivor Temper che, nonostante tutte le prove del contrario, è stato irremovibile sul fatto che Bluster City fosse una zona libera dal Covid-19.

Ora è il momento di parlare con più persone e scoprire come la pandemia le sta influenzando.”

Numero Cinque: Medio-Rango Minore

“A collegarsi al telefono con me è Mona Lotte, amministratore di una catena di ristoranti e madre di due bambini che attualmente sono a casa perché la loro scuola è chiusa. Ciao Mona, come ve la state cavando tutti a casa?”

“Ciao Seymour, beh, è ​​un inferno. Voglio dire, a cosa stanno giocando le autorità? Io ho bisogno di lavorare, questi ristoranti chiusi non si amministreranno da soli, sai, e invece io qui sto facendo la bambinaia a questi due quando dovrebbero essere a scuola, pago le tasse e va tutto molto bene che gli insegnanti abbiano le Vacanze Pasquali estese e siamo onesti, so che fanno un buon lavoro e tutto il resto, ma stanno via dalla scuola abbastanza a lungo già così e ora … Cornelius, Cornelius! No, non puoi creare un kit di test dal ripostiglio delle pulizie, no stronzetto, mettilo giù, mettilo giù ORA!”

(Poi si è sentito un suono fastidioso, uno schiaffo e un bambino che piangeva.)

“Mi dispiace per questo, Seymour, vedi, è esattamente questo il punto, stanno lasciando che noi genitori ci prendiamo cura e educhiamo i bambini quando questo non è il nostro lavoro.”

“Ma sicuramente lo è, Mona, dopo tutto, sei tu la madre dei bambini?”

“Oh, cosa ne capisci, tu probabilmente non hai figli vero, cosino che girovaghi nel tuo furgone del giornale, conosco la tua categoria. Ciò che intendo, se veramente mi ascolti davvero, è che durante il giorno le scuole si prendono cura dei bambini e noi li prendiamo dopo in modo da poter lavorare. Come diavolo potrò permettermi uno di quei robot pulisci oggetti se devo stare a casa a occuparmi di questi due … Charity, tu andrai a giocare, la mamma ha una telefonata molto importante da fare, questo è l’uomo del giornale e devo finire qua, dillo a tutti i miei amici in modo che possano guardarlo più tardi e sì, sì, dopo possiamo vedere Kitty nel Pozzo. Zitta, stai zitta, sto parlando. No, più tardi. Mi dispiace Seymour, onestamente, faccio del mio meglio con questi due e, come stavo spiegando, non dovrebbero essere una mia responsabilità non durante il fine settimana. È proprio un caos non è vero, devo occuparmi di quei due, devo fare la spesa e posso dirti Seymour, infatti, posso semplicemente approfittarne Seymour per dire ai tuoi spettatori che non dovrebbero farsi prendere dal panico di comprare. È irresponsabile, egoista e assolutamente stupido fino a quando non sono riuscita ad andare al supermercato prima io, posso dire loro questo Seymour?”

“Credo che tu abbia appena fatto Mona, ma come pensi di far divertire i bambini durante questo periodo di incertezza. I cinema sono chiusi, le formazioni sportive hanno chiuso, le aree di gioco ora non sono più praticabili, come terrai divertiti e occupati i tuoi figli?”

“Tutto quello che posso dire Seymour è ringraziare il Signore perché Internet, chiunque lo abbia inventato dovrebbe ricevere un cavalierato. È un salvatore assoluto. Finché riescono a guardare quella cosa fatta a mattoni su YouTube e Charity può caricare da chiunque improbabili video di lei che balla nella sua camera da letto per vederli, fintanto che sono incollati sui loro tablet e io posso andare avanti con le questioni più importanti allora penso che staremo bene. Beh, io dico bene, ma devo chiedere, dov’è il governo in tutto questo? Senza dubbio a spassarsela ai banchetti mentre noi siamo tutti costretti a mangiare pasta secca, se puoi comprarne un po’ ovviamente, io dico che è tempo di portare le truppe, usare l’esercito. Non si può sparare al virus, quindi cosa faranno comunque tutti questi semplici soldati? Usiamoli, portiamoli per strada, infatti, potrebbero prendersi cura dei bambini, non sono stati in grado di addestrare il killer Kindergarten? Effettivamente, devo andare Seymour, devo chiamare il Ministero della Difesa con questa idea prima che tu me la rubi.”

(Clunk. Brrrrrrr.)

“Questa, ehm, era Mona, che chiaramente non aveva mai sentito parlare del detto inglese “Stai calmo e vai avanti” e una delle tante Lamentosi del Corona che hanno bloccato il centralino qui a Channel 19 News.”

Numero Sei: Medio-Rango Centrale di Tipo A

“Si unisce a me dal nostro studio di Quayside Ernest Endeavour. Ciao Ernest, grazie per essere con noi oggi in questi periodi di prova. Ora, mi rendo conto che hai organizzato un programma di sensibilizzazione chiamato I Salvatori dello Shopping, dì qualcosa in più ai nostri spettatori.”

“Grazie Seymour e posso solo dire che onore è essere nel tuo show oggi. Mi è sempre piaciuto quello che fai. Sì, I Salvatori dello Shopping è un’idea mia. Trascorro molto tempo sui social media e ancora di più ora che dobbiamo rimanere a casa a causa di questo terribile virus. Posso solo dire che sono tutti nelle mie preghiere, Seymour, prego ogni ora e so che abbiamo la forza di superare questa prova, ed è una prova, inviata a noi ma insieme la supereremo. Come dicevo, trascorro molto tempo sui social media e ho visto che le persone si stavano offrendo di aiutare gli individui vulnerabili nelle loro comunità, sai, fare commissioni per loro, offrirsi di portare a spasso i loro cani, pulire le finestre, prendere medicine e ho pensato tra me e me: “Io adoro interferire nella vita delle persone e fare il ficcanaso, quindi perché non fare qualcosa di meglio e offrirmi di fare commissioni nei negozi per le persone, mentre faccio passeggiare i loro cani e prendo loro le medicine e le lascio libere di pulirsi le finestre, quindi ho istituito I Salvatori dello Shopping. C’è una pagina Facebook, un canale Youtube con oltre 22 abbonati finora, pagina Instagram, account Twitter, Snapchat, blog e negozio online con prodotti di marca, come questo casco di rame, a soli 100 euro e questa maschera con il logo SS, solo 50 euro e come puoi vedere io sto indossando l’uniforme delle SS con lo stesso marchio. Non puoi comprarla, è mia.”

(Si alza per mostrare le insegne e sembra incredibilmente simile a un’organizzazione storica che usava iniziali simili)

“Ehm, sì, lì hai sicuramente giocato d’anticipo su altri che forniscono esattamente lo stesso servizio, Ernest, molte persone hanno usato quello che stai offrendo?”

“Oh, mi sto dando da fare, lascia che te lo dica, ma non mi preoccupo, davvero non mi preoccupo. Non lo faccio per i soldi, quello è solo un felice effetto collaterale e uno come me non ha davvero bisogno di soldi, solo della roba che vi si compra. No, io lo faccio perché voglio aiutare le persone. Quando ho visto quelle foto sul tuo canale di persone che litigavano per un disinfettante per le mani, mi sono semplicemente reso conto che dovevo fare qualcosa. Non riuscivo a star lì e lasciare che la razza umana si facesse a pezzi. Ho dovuto fare la mia parte, so che ci sono solo io ed è solo un inizio, ma da piccole ghiande crescono querce possenti”.

“Quello era su Channel 7, uno dei nostri concorrenti, veramente …”

“Oh, è vero, cavolo, mi dispiace tanto, io e la mia memoria. Deve essere la mancanza di sonno, ho lavorato tutto il giorno, facendo del mio meglio per l’umanità”.

“Tutto molto lodevole Ernest, quindi racconta agli spettatori che cosa hai fatto tutto il giorno.”

“Oh da dove cominciare? Beh, ho dovuto progettare il sito Web e tutte le piattaforme dei social media, non è stato un compito facile ma davvero gratificante. Quindi ho dovuto organizzare i prodotti di marca, non è stato facile ottenere fornitori soprattutto con la povera vecchia Cina che ha dovuto chiudere completamente. Non è terribile, come stanno gestendo la cosa, qualcuno lo sa? È tutto molto preoccupante per l’Italia, la Francia e la Spagna, ma per quanto riguarda i nostri amici in Cina? Pregate per loro, potrebbero essere tutti morti per quello che sappiamo, spero di no, spero davvero di no. Ti mandiamo amore Cina, stai al sicuro e stai bene. So che la gente dice che è tutta colpa tua, ma non ascoltarli, l’odio non è necessario in questo momento, l’amore. L’amore è la risposta, l’amore e le consegne.”

“Beh, è ​​chiaro che tutti si preoccupano nel mondo Ernest, ma tornando a I Salvatori dello Shopping chi ti ha aiutato. Dimmi di più.”

“Ciò di cui hai bisogno per capire Seymour è che non puoi aver fretta con qualcosa del genere, devi pianificare, pensare agli altri, considerare i loro bisogni e assicurarti che siano tutti soddisfatti. Se riesci a vedere dietro di me, sono riuscito ad andare in diversi supermercati e ad assicurarmi di aver fatto scorta di rotoli di carta igienica, salviettine umidificate, tonno in scatola, pasta, disinfettante per le mani, fazzoletti di carta, paracetamolo, altri rotoli di carta igienica, rotoli da cucina, panni da spolvero e diffusori.”

“Prevedi di consegnare questi articoli a coloro che non sono in grado di uscire di casa e sono tra i più vulnerabili a questo contagio di malattia Ernest?”

“Assolutamente, una volta completati i podcast e i video dove dico a tutti del mio servizio, sono stati stampati i volantini e ho messo insieme le mail da inviare. Oh, e ho composto una canzone perché le persone la usino quando si lavano le mani, si chiama Me Ne Lavo le Mani di Tutto Questo, vuoi che te ne suoni un po’?”

“Sono sicuro che è molto divertente Ernest, ma abbiamo poco tempo, grazie per esserti unito a noi”

“Grazie Seymour, stai sicuro che tutti se ne lavano le mani di tutto questo (si introduce la canzone e poi la trasmissione è finita)

“Questa è la seconda parte di Covid-19 Frasi ad Effetto cari spettatori, dopo di che torneremo con più rivelazioni su come il pianeta Terra sta affrontando coronavirus. Unisciti a noi nella terza parte quando parleremo con Cat Astrofy, che è stato una delle prime persone ad autoisolarsi e con Tera Nuwan, che sta conducendo la battaglia contro Covid-19. Vi prego restate con noi finché non starnutite!”

HG TUDOR

The Covid-19 Soundbites (2)

 

📑 7 RECUPERI PREVENTIVI DEL NARCISISTA DI MEDIO RANGO

191022G 7 Preventative Hoovers of the Mid Range Narcissist.jpg1. Dopo tutto quello che ho fatto per te.

Come puoi lasciarmi dopo tutto quello che ho fatto per te? Ti ho dato il mondo e ora tu me l’hai ributtato in faccia. Naturalmente io ti ho dato tutto solo perché volevo qualcosa da te. Non ti ho dato tutto me stesso perché ti amavo. Ti ho dato così tanto perché volevo tutto da te ed ero così vicino a prenderti tutto. Ora che stai cercando di sfuggirmi, mi stai suggerendo che ho fallito e che non sono brillante né magnifico e non posso tollerare che sia così. Voglio ricattarti perché tu resti. Tutto ciò che ti ho dato non erano regali, erano mazzette e ora è giunto il momento per te di meritartele, quindi faresti dannatamente meglio a restare.

2. Ma noi ci apparteniamo.

Ci apparteniamo perché io ti possiedo. Ti ho comprato con il mio falso affetto e l’amore disonesto. Ti ho attaccato a me e ti ho legato con catene lunghe e spesse e tu hai il coraggio di provare a liberarti da quelle catene. Non so dove finisci tu e inizio io. Hai pensato che fosse romantico la prima volta che te l’ho detto, ma in realtà ti stavo dicendo una rara verità. Tu ed io siamo una cosa sola perché tu sei incluso in ciò che sono io, ti consumo, ti avvolgo e ti controllo. Non puoi allontanarti da me ora perché siamo troppo invischiati, troppo attaccati e troppo uniti. Mi stai strappando a metà. Non ci sei tu. Hai rinunciato a questo quando hai permesso a te stesso di venire attratto verso di me e legato così stretto che sei diventato parte di me. Ciò che è stato unito insieme ora non può essere annullato.

3. Morirò senza di te.

Non puoi lasciarmi perché se lo farai sicuramente strapperai il mio povero cuore fuori da me. Questo è opportunamente drammatico ed è progettato per toccarti il cuore anche se ti sto dicendo quanto sei brutale e senza cuore a cercare di porre fine alla nostra relazione. Non posso permettere che questo accada perché non ho finito la mia seduzione del tuo rimpiazzo e se te ne vai ora mi toglierai il mio prezioso carburante prima che la nuova risorsa sia installata. Questo mi lascerà in preda al panico, al caos e portato al delirio per raccogliere carburante da altre fonti, se posso farlo. Se non posso, non esisterò più ed è tutto a causa del tuo comportamento egoista e malvagio. Come puoi abbattermi in questo modo? Come puoi uccidermi in modo così insensibile? Arpia senza cuore, sediziosa sgualdrina e megera insensibile che sei.

4. Non posso farci niente con quello che faccio.

Non puoi lasciarmi solo per ciò che ho fatto e per ciò che non ho fatto. Come è giusto? Pensavo fossi una bella persona, aperta e premurosa, non lo sei? Ora ne dubito perché hai intenzione di scappare da me e da tutto a causa del modo in cui ti ho trattato. Guarda, mi dispiace, davvero, ma non posso farci niente. Mi fai diventare così con le cose che fai. No, non sto cercando di dare la colpa a te, Ho intenzione di spiegartelo se tu almeno mi ascoltassi. Come posso spiegare che è proprio qualcosa che accade quando ti stai allontanando da me? Non ho mai pensato che succedesse, sai, ma succede e dovresti essere tu quello che si scusa con me perché mi fai perdere la calma con il tuo controllo e i giochi che fai, lo stai facendo ora, cazzo, stronza, ti odio , mi senti? Ti odio. È colpa tua. Non mia. Io non posso farci niente.

5. Perché vuoi rovinare tutto?

Io davvero non ti capisco a volte. Voglio dire, di cosa ti devi lamentare? Viviamo in una bella casa, hai un’auto costosa, un Amex di platino e ti faccio fare tutto ciò che vuoi, ma non è mai abbastanza vero? Sì, so che a volte devo fissare delle regole, ma se non l’avessi fatto, avresti dedicato l’esistenza a noi. Sai quanto ho dovuto lavorare duramente per costruire tutto questo? Non è saltato fuori da un giorno all’altro e l’ho fatto per noi. Tu mi hai usato. Ti do il benvenuto nella mia vita ed è così che mi ripaghi rovinando la nostra vita idilliaca. Tu non saresti nulla senza di me, lo sai questo? Hai una vita fantastica, tutta offerta da me, ci sono centinaia di altre donne che darebbero il loro braccio destro per stare con uno come me e tu hai intenzione di buttare via tutto e di andartene. Sapevo che c’era qualcosa che non andava con te, hai bisogno di aiuto, sei pazzo. Chiedi a chiunque e concorderanno con me.

6. Chi mi aiuterà ora?

Non puoi lasciarmi, chi altro mi aiuterà? Ti ho tenuto qui sotto chiave e lucchetto figurati, un prigioniero virtuale nella tua stessa casa perché non solo ho bisogno che tu mi alimenti, ma ho bisogno che tu mi accudisca. Questo è stato l’accordo quando ci siamo incontrati. Ti darò amore falso e gratitudine fraudolenta e in cambio cucinerai per me, pulirai la casa, mi farai il bucato, mi taglierai le unghie dei piedi e mi laverai i capelli. Mi servirai e riverirai e sarai a mia completa disposizione. Non posso fare tutte queste cose da solo e non ho l’energia per trovare qualcuno con così poco preavviso se te ne vai. Sei una persona così orribile, che mi lasci in questo modo, specialmente quando sono malato. Chi diavolo farebbe questo a un’altra persona? Dovresti pensare agli altri e non solo a te, mucca egoista.

7. Non andartene, cambierò. Lo prometto.

Hai davvero intenzione di andartene, vero? Buon Dio, non me l’aspettavo. Pensavo che stessi buono per altri sei mesi di abusi e maltrattamenti prima che tu in qualche modo avessi il coraggio di cercare di sfuggirmi. Non mi piace ammetterlo ma mi hai preso alla sprovvista e ora sono preoccupato, sento il controllo che scivola via da me e devo riprenderlo, devo fermarti. Una botta in faccia ha funzionato in passato, ma qualcosa nei tuoi occhi mi dice che anche darti un buon nascondiglio non ti impedirà di andartene, anche se dovessi strisciar fuori da quella porta. Lo so, mi concentrerò sulla tua misericordia. Ti piacerà. Hai sempre cercato di salvarmi, ecco la tua occasione. Cambierò. Otterrò aiuto. Per favore, non andare. Certo che faccio sul serio. Farò di tutto per impedirti di andare e togliermi il mio prezioso carburante e farmi sembrare stupido di fronte a tutti i miei ammiratori adoranti. Non posso far succedere questo, sì, andrò a fare qualche terapia, so di aver sbagliato e questa volta, più che mai, cambierò. Lo giuro sulle vite di chiunque mi venga in mente così sembra che lo dica davvero. Naturalmente non lo dico davvero, perché dovrei cambiare? L’unica cosa che cambierà è la mia fonte primaria di carburante, ma non è ancora pronta, quindi tu devi rimanere. Per favore. Cambierò. Non andare.

H.G. TUDOR

7 Preventative Hoovers of the Mid Range Narcissist

📁 IL NARCISISTA DI MEDIO-RANGO

77243537_116769343126815_1734103267782164480_n

Incontro Malcolm, il narcisista di Medio-Rango. Saluto Malcolm.

“Ciao.”

Sempre cortese è Malcolm, fa parte del suo fascino. Egli non ha la mentalità da super uomo del Superiore e non è neppure governato dal comportamento istintivo quasi impetuoso dell’Inferiore. Malcolm non è definito tanto da ciò che è, quanto da ciò che non è.

“Non è vero, Malcolm?”

“Non è giusto mio caro?”

“Sei un narcisista di Medio Rango.”

Malcolm ride. È una risata affabile. Sa che mantenere un basso profilo è efficace per ottenere ciò che vuole. Non è incline alle pazze stravaganti vanterie dell’Inferiore (basate su ciò che lui pensa di essere e quindi parla come una questione di risposta immediata) o del Superiore (che in effetti detiene risultati e traguardi a sostegno di quelle vanterie, ma il Superiore deve sempre vantarsene).

“Ehi, cosa posso dire, mi piace stare bene e sai, devi amare te stesso prima di poter amare chiunque altro, è quello che dico sempre.”

Vedi, Malcolm pensa che un narcisista sia questo. Qualcuno che ama se stesso. Gli manca la capacità avanzata per sapere cosa significa davvero e gli manca l’ingegno per capirlo da solo, salvo negarlo con coloro che cercano di farlo cadere. Ha una certa comprensione, quindi il commento non rappresenta una critica per lui, ma dal momento che ha un ridotto livello di capacità, ne sa abbastanza da usarle per mantenere la sua facciata di essere un tipo onesto, gradevole e affidabile.

“Sei un tipo simpatico, devo dire.”

“Perché? Ti ringrazio, e posso dire quanto sei bella oggi?”

“Molto gentile, ricorda, non sei la prima persona che mi fa i complimenti per il mio aspetto.”

Vediamo come risponde a quel pezzetto di provocazione. L’hai visto? Ha avuto un lampo di furia interiore, ma l’ha tenuto sotto controllo. Guarda di nuovo. Vedi il cipiglio improvviso e il restringimento degli occhi mentre la sua gelosia iniziava a salire dentro di lui dopo che si è sentito ferito da questa critica. Il mio commento gli ha fatto pensare che qualcun altro potrebbe essere interessato a me, che non sono solo di Malcolm. Certo, era solo un complimento ben fatto ed educato, ma come tutti quelli del suo genere, Malcolm vede il mondo da una posizione di sospetto e diffidenza. La diffidenza è una descrizione appropriata per Malcolm. Non sbotta nel modo in cui l’Inferiore Lee avrebbe potuto fare se avessi fatto la stessa osservazione. Lee avrebbe risposto con domande offensive al mio commento. Il Superiore non mostrerebbe alcun segno di preoccupazione, ma archivierebbe il commento per poterlo utilizzare al momento opportuno, quando è proprio il momento giusto. Comunque, torniamo a Malcolm. C’è quel lampo di rabbia, ma lui ha abbastanza controllo per trattenerlo. Per ora. Ma non lascerà perdere, non può.

“Oh davvero, chi l’ha detto?”

Chiede con tono di relativo disinteresse ma sta morendo dalla voglia di sapere. Vuol sapere perché si sente a disagio dopo questa rivelazione. Non sa esattamente perché, anche se sa che deve stare in guardia da chi interferisce con la sua partner perché, dopo tutto, vuole mantenere la sua facciata di uomo di famiglia con la moglie devota e così via. E’ sicuro Malcolm, che sa di non appartenere alla classe d’élite del mondo, ma è anche lontano da una sottoclasse. Ha delle abilità e le persone dovrebbero accorgersene. Ok, non è il migliore, ma è comunque bravo, molto bravo in realtà.

“Oh, conosci l’addetto al distributore di benzina, parla con me ogni volta che ci vado, probabilmente gli piaccio”.

Eccola di nuovo. Il rapido sguardo di costernazione. La furia sta aumentando, per ora sta riuscendo a tenerla sotto controllo, ma non sarà in grado di farlo a lungo. Non vuole esplodere, sa che non lo farà, non è così che si comporta, ma sa che deve fare qualcosa per contrastare questa minaccia. Non gli piace il fatto che io accetti i complimenti da questo intruso, dovrei riceverli solo da lui.

“Sì beh, mi è stato detto da Lucy dal fiorista che sembro dieci anni più giovane rispetto alla mia vera età.”

Eccoci. Passerà a un’altra fonte di carburante. Il suo grado di capacità gli consente di basarsi su un evento passato e di trarne ancora carburante. L’Inferiore non sarebbe in grado di farlo. In primo luogo, la sua furia sarebbe già scoppiata e in secondo luogo, anche se non fosse così, avrebbe faticato a far uscire il precedente complimento. La sua mente non funziona in questo modo. Malcolm però può e questo è il suo modo di riportare i riflettori su di lui. Sta anche cercando di ottenere una reazione da me per ottenere un po’ di carburante. Facciamo finta di non averlo sentito.

“Sì, il tizio al garage, si chiama Luke, un bel giovanotto, così simpatico. Mi dice sempre che i miei capelli sono belli o che ho un buon profumo. Lui mi illumina la giornata. “

“Sì, beh, lui non può essere troppo brillante, come potrebbe se lavora in un garage.”

Malcolm non lo dice come domanda, ma è una dichiarazione. Sta perdendo il controllo; la furia sta arrivando. Il suo commento ha avuto un duplice scopo. Vedi, la sua capacità di medio rango gli fornisce alcune armi a tale riguardo. Voleva sminuire il mio commento per provocare una reazione da parte mia, ma anche affermando che Luke non è molto brillante, sta sminuendo i complimenti che Luke mi ha fatto. È leggermente astuto per quello, vedi.

“Oh, lavora lì solo nel tempo libero dai suoi studi. Diventerà architetto, vuole mostrarmi alcuni suoi disegni, penso di accettare.”

Spingiamolo ancora un po’. Puoi vedere che ora la faccia di Malcolm è ferma in un cipiglio. A lui non piace affatto che io non gli stia dando punto carburante e inoltre, adulando Luke, sto criticando implicitamente Malcolm, almeno nella sua mente è così.

Malcolm non risponderà in modo palesemente aggressivo. Si trova a farlo se viene davvero provocato, se si sente in qualche modo messo alle strette o ha un disperato bisogno di carburante, allora la furia esploderà come una furia accesa e lui si scaglierà. Può tenere la furia sotto controllo solo per un po’. L’Inferiore riesce a malapena a farlo. Il Superiore ci riesce e se lo farà o no, dipende da come lui ha fatto il calcolo, se lo scatenarsi della furia gli fornirà il massimo risultato in quel momento. Malcolm è una via di mezzo tra i due. Può esercitare un certo controllo ma non abbastanza da sopportare davvero e un’aggressione brutale con lui è più rara. Ora osserva e guarda come si manifesta la sua furia accesa.

Vedi? Ha afferrato il suo telefono e chiama una delle sue fonti secondarie. Sa che non gli piace questa sensazione di essere ignorato e sa che per affrontarla ha bisogno di attenzione da qualche altra parte. Non la conosce ovviamente come carburante, solo che quando ciò accade, se io, la sua fonte primaria, lo sto deludendo, lui deve o fare il suo gioco con me e / o attirare l’attenzione da qualche altra parte.

“Ciao Janice, mi stavo giusto chiedendo se ci sei ancora oggi per pranzo?”

Non ha organizzato nessun pranzo, ma sa di piacere a Janice, si assicura ogni volta che sia ancora così e di solito lei è disponibile. Nota l’occhiata di traverso per assicurarsi che io l’abbia sentito. Non vi sono le mosse istintive e audaci dell’Inferiore (dovute all’istinto) o del Superiore (dovute al calcolo), ma i passi guardinghi che sono il segno distintivo del Narcisista di Medio Rango.

Janice sta parlando con lui al telefono e lui si sente già meglio, ma vuole anche una mia reazione.

“Chi stai chiamando?” Chiedo a voce alta.

“Sì, l’ho pensato anch’io Janice, grazie di averlo detto, lo apprezzo.” Mi sta ignorando. Ripeto la domanda, ma non c’è risposta mentre continua a parlare al telefono succhiando carburante da Janice e intanto si gode la mia espressione irritata. Questo è un trattamento del silenzio da parte di lui perché rifiuta di considerarmi. Il Medio Rango usa i trattamenti del silenzio più di ogni altro gruppo di narcisisti perché il Medio Rango è una creatura che è passiva-aggressiva. L’inferiore li usa, certo che sì, ma tendono a essere di breve durata. L’inferiore si precipiterà fuori di casa e scomparirà da un amico o in un bar per un pomeriggio. Il Superiore organizzerà il trattamento del silenzio e lo applicherà per ottenere il massimo effetto, non sarà una reazione istintiva. Il Superiore somministrerà i trattamenti del silenzio anche a lungo, ma non li usa tanto quanto il Medio Rango. Il trattamento del silenzio è il principale metodo di manipolazione per il narcisista di fascia media. Questo perché gli permette di esercitare il controllo, può essere usato preservando la facciata (non ci sarà uno scoppio d’ira improvviso un precipitarsi fuori con porte sbattute e grida di “Non mi vedrai mai più”), piuttosto se ne andrà tranquillamente per un periodo di tempo, o più probabilmente userà il trattamento silenzio presente. Il Medio Rango è un imbroglione. Ha abbastanza controllo per sedersi e non dirti niente, e bere il carburante mentre continui a tormentarlo. Può sedersi e tenere il broncio per ore, giorni se necessario. Può passeggiare per casa come se non ci fossi. Sì, Malcolm il Narcisista di Medio Rango si gode l’effetto dei suoi trattamenti silenziosi e il suo duplice approccio in questo caso gli sta dando frutti.

Mi avvicino e mi metto di fronte a lui, le mani sui fianchi. Vede il gesto e questo gli dà ulteriore carburante, ma per lui è come se io non ci fossi. Lui mi guarda e basta. Inoltre, questa è una parte della disciplina che mi sono concessa da lui in virtù del fatto di essere di medio livello.

Termina la chiamata e si allontana ignorando i miei commenti che si disperdono nell’aria carichi di carburante. Non urlerà pure lui (raramente lo fa), sa che è più efficace mettere il broncio e inoltre i vicini non sentiranno nulla, quindi continuano a consierarlo come il simpatico, buon vicino, Malcolm. Probabilmente si dirgerà alla porta accanto e si nasconderà lì con Margaret per un paio d’ore. Lui è bravo a coltivare una vasta gamma di fonti di carburante. L’Inferiore mantiene cerchie più piccole, poiché gli manca la disciplina per gestire troppe linee di carburante. Il Superiore naturalmente ha centinaia di linee di carburante perché è capace di attirarle con la sua smisurata grandezza, le sue prestazioni e le sue preziose qualità. Il Medio Rango non brilla di splendore ma ha fascino e capacità che usa per gestire molte fonti di carburante diverse e può sempre contare su di esse. Non ha un grosso ricambio, poiché mantiene molte di loro nel periodo d’oro per anni. Il Medio Rango ha più probabilità di avere amici di vecchia data conosciuti anni addietro. Anche l’Inferiore e il Superiore possono averne, ma non che durano da così tanto tempo come quelli del Medio Rango.

Così, Malcolm starà fuori per somministrarmi il trattamento del silenzio mentre attinge carburante da Margaret e poi da Janice. Sa come il suo trattamento del silenzio mi condiziona e per questo lo usa anche così spesso. Oh bene, così la mia giornata è già rovinata e lui lo sa. Suppongo che sia meglio andare a fare il pieno di carburante alla macchina. Conosco un buon garage e un orecchio comprensivo per ascoltare i miei problemi.

H.G. TUDOR

The Mid Range Narcissist

📰 L’INCREDIBILE SULK

191110D The Incredible Sulk.jpg

Chi è l’Incredibile Sulk?

Non sorprende che lui o lei sia un narcisista di Medio Rango. L’Inferiore può a volte mettere il broncio, ma è raro, è molto più probabile che esploda con furia accesa, oppure che si scagli contro di te chiamandoti di tutti i nomi o roteando pugni per aria. Anche il Superiore potrebbe mettere il broncio, ma è un caso molto raro in quanto il Superiore considera un comportamento passivo-aggressivo al di sotto di lui e piuttosto userà la minaccia e l’intimidazione come espressioni della sua furia accesa e le da quel momento
aumenterà.

Il Narcisista di Medio Rango utilizza comportamenti passivo aggressivi al fine di attingere carburante. Tra i comportamenti principali ci sono i giochi di pietà, il voltare le spalle, le occhiate minacciose e i trattamenti del silenzio. Esiste tuttavia una particolare manipolazione che alcuni Medio Rango useranno ed è quando diventano l’Incredibile Sulk. Quali sono le caratteristiche principali dell’Incredibile Sulk?

1. Si tratta di un Trattamento del Silenzio Presente. L’incredibile Sulk non è mai un Trattamento del Silenzio Assente. Questo perché il Trattamento del Silenzio Assente svolge due funzioni. La prima è quella di attingere carburante da te come vittima principale, facendoti preoccupare riguardo a dov’è finito il narcisista e anche continuare a provare a contattarci, che a sua volta ci fornisce carburante. La seconda funzione è che di solito (anche se non sempre) consente al narcisista di concentrarsi sulla seduzione di qualcun altro. Di conseguenza, quella sparizione di due settimane, o l’azione di sparire per due giorni, viene usata per turbarti e irritarti, ma allo stesso tempo sarà usata per attirare l’attenzione di qualcun altro. È ragionevole pensare quindi che se il fascino e altre cose vengono usati contro qualcun altro non può esserci un Incredibile Sulk in atto. Anche se (insolitamente) questa assenza non viene usata per sedurre qualcun altro, non c’è un broncio in atto. Il Trattamento del Silenzio Assente è un Voltare le Spalle per cui il Medio Rango si fa più aggressivo nel suo ignorare la vittima.
2. L’Incredibile Sulk si verifica quando il narcisista rimane alla presenza della vittima per il preciso scopo di abilitare la vittima (di solito la IPPS, ma includerà anche i membri della famiglia, le Risorse Secondarie Non Intime “NISS”, i familiari NISS e talvolta i colleghi NISS). Quando l’Incredibile Sulk è in corso, non è che solo la IPPS viene presa di mira per il trattamento del silenzio e il narcisista parla con tutti gli altri, niente affatto. L’Incredibile Sulk è con TUTTI.
3. L’Incredibile Sulk è una manifestazione di furia fredda. Il narcisista di Medio Rango sarà stato criticato (di solito non intenzionalmente) e questo ha poi acceso la sua furia, portando al trattamento del silenzio.
4. Mentre la critica è l’elemento propulsore per l’Incredibile Sulk, una delle caratteristiche distintive che rimane al centro del suo funzionamento è l’invidia. Proprio come l’Incredibile Hulk è andato in modalità Hulk diventando verde, pure l’Incredibile Sulk è verde, ma d’invidia. Enorme, viscerale invidia per gli altri e per come lo/la stanno superando, perché hanno più risorse e migliori prestazioni. Il narcisista di Medio Rango che è incline a impegnarsi nell’Incredibile Sulk è uno che ha un enorme problema di invidia. L’invidia è un tema comune per tutti i nostri tipi, ma soprattutto per alcuni e se si tratta di Medio Rango si manifesta come l’Incredibile Sulk. Il narcisista di Medio Rango sarà invidioso di qualcosa detto e/o fatto dalla vittima (di solito la IPPS) e mentre questo fa parte della critica, è quest’invidia che si propaga attraverso l’Incredibile Sulk. Il narcisista sarà invidioso delle prodezze delle vittime, ad esempio se la vittima ha superato un esame o si è assicurata un nuovo e prestigioso lavoro, le è stato dato un significativo aumento di stipendio, qualcuno le ha fatto i complimenti o ha raggiunto un traguardo. Il riflettore (anche se non richiesto dalla vittima) è sulla vittima e il narcisista odia questo. Evidenzia a lui quanto è meschino e crudele il mondo, quanto è ingiusta la sua vita ed è naturalmente tutta colpa della persona che il narcisista invidia.
5. Mentre è impegnato in un Incredibile Sulk, il narcisista è scontroso, non comunica, si autocommisera ed è triste. Non vi sono occhiate minacciose dirette contro nessuno. Non vi sono labbra arricciate pronte per un ringhio. Non vi sono sguardi cupi. Invece, l’Incredibile Sulk fisserà il pavimento come se questo volesse aprirsi e inghiottirlo. Guarderà con angoscia malinconica dalla finestra o raccoglierà un oggetto personale e fisserà gli occhi su questo mentre se lo rigira tra le mani, mostrando quanto è abbattuto e avvilito.
6. L’Incredibile Sulk viene mantenuto per un considerevole periodo di tempo. Non è un trattamento del silenzio presente di quindici minuti o due ore. Durerà almeno un giorno e con ogni probabilità anche di più. Qualsiasi tentativo di comunicare con l’Incredibile Sulk si concluderà con lui o lei che non risponde affatto, scrolla le spalle o fissa l’interlocutore con un’espressione da cane randagio come se tutte le disgrazie del mondo stessero premendo e venissero sperimentate dal narcisista.
7. L’Incredibile Sulk vuole che tutti lo guardino, si affollino attorno a lui, chiedendo cosa c’è che non va, e suggeriscano modi per rompere questo stato. Vuole che la sua IPPS provi a definire qual è il problema. Si aspetterà che i suoi bambini lo tirino per la manica chiedendo “Papà, che succede?” Se i bambini sono ragazzi, le lacrime di loro che non riescono a capire non faranno che aggiungersi al carburante. Non gli importa del loro turbamento. Nella mente del narcisista, egli sente solo sconforto, rifiuto e autocommiserazione. Sa che al mondo non importa di lui ma dovrebbe importargli, e questo stato è una rappresentazione di come sa che lo considera il mondo. Anche se la IPPS invita amici, familiari, colleghi attorno a cercare di rompere questo stato quasi catatonico in cui è entrato il narcisista, coloro che cercano di infondere un sorriso o almeno una qualche reazione positiva nel narcisista saranno accolti solo dallo sguardo doloroso del narcisista che sembra dire “Non c’è più speranza per me”. È una risposta istintiva dell’Incredibile Sulk ed è progettata per attirare ancora più carburante attraverso la costernazione, lo smarrimento e gli sforzi duplicati per essere d’aiuto.
8. Ci sono due ragioni per cui l’Incredibile Sulk opera coinvolgendo tutti intorno a sé, piuttosto che rivolgersi alla IPPS (che è il tipico epilogo di un Trattamento del Silenzio Presente). La prima è che più persone rispondono allo Incredibile Sulk, più carburante è disponibile. La seconda ragione è che se la IPPS si stufa di cercare di ottenere una risposta positiva, ci saranno sempre altri (bambini, amici, altri familiari) che continueranno a provarci e quindi il carburante continua a fluire.
9. L’Incredibile Sulk vuole carburante da questo comportamento. Vuole essere idolatrato, viziato, che gli venga detto quanto è amato, che ci si scusi con lui e che venga fatto sentire speciale. Anche quando la ferita provocata dalle critiche è stata sanata, l’Incredibile Sulk continuerà a tenere questo comportamento perché è così efficace nell’attrarre carburante. Si considera anche in diritto di farlo – il mondo glielo deve. Dovrebbe lodarlo, rispettarlo e idealizzarlo e il suo mancato adempimento nel far ciò implica che invece ha il diritto di ritirarsi (e comunque restare) e di bere tutto il carburante derivante dai dispositivi coinvolti con l’Incredibile Sulk.
10. L’Incredibile Sulk probabilmente non mangerà (sempre per l’effetto di far sembrare che ci sia qualcosa di veramente grave), eviterà di compiere certe attività in cui di solito si impegna (ad esempio non uscirà con gli amici) per attirare più dispositivi di carburante nella rete dell’Incredibile Sulk e darà l’impressione di essere entrato in una specie di stato depressivo. Non esiste questa depressione, ma l’Incredibile Sulk è contento di far sembrare che sia così in modo che questo generi più preoccupazione e carburante.
11. Lui o lei si siederà per ore su una sedia, fissando la televisione, in apparenza non prendendo realmente parte a quello che sta succedendo. Gli orari dei pasti verranno ignorati e anche il cibo portato all’Incredibile Sulk verrà ignorato o appena toccato. Lui o lei camminerà lentamente, si deprimerà, emetterà sospiri occasionali di avvilimento e si lascerà cadere svogliatamente nel letto o sul divano.
12. L’incredibile Sulk non ha difficoltà a mantenere questo stato perché lui o lei inizialmente è ferito e quindi l’enorme invidia di cui soffre questo particolare Narcisista di Medio Rango farà sì che il comportamento si protragga per diversi giorni. Il lavoro verrà marinato con un consorte preoccupato che farà appello a nome del narcisista, verranno consultati medici e l’Incredibile Sulk continuerà perché ovviamente questo è tutto carburante.
13. L’unico modo per distruggere l’Incredibile Sulk è ignorarlo completamente. Devono farlo tutti quelli che sono nei dintorni. Nessuno dovrebbe dare all’Incredibile Sulk alcuna attenzione. All’inizio questo farà sì che il Medio Rango reagisca cercando di attirare più attenzione attraverso forti sospiri, crisi, tenendosi la testa tra le mani, borbottando nel suo angolino. Queste sono solo ulteriori manipolazioni e dovrebbero essere ignorate. Una volta che l’Incredibile Sulk si rende conto che questo trattamento del silenzio non avrà più alcun effetto, ne uscirà lentamente. Lui o lei non si limiterà a uscirne, ma piuttosto emergerà come una specie di creatura ibernante. Una volta che questo accade, resisti all’impulso di chiedere “che ti era successo” dato che tu stavi solo alimentando il narcisista. Comportati come se questo non fosse mai successo. Sarà difficile da fare e offenderà il tuo senso di empatia di assistere qualcuno e stabilire cosa stava succedendo, ma una volta che ti rendi conto che hai per le mani un Incredibile Sulk saprai come affrontarlo.
14. L’Incredibile Sulk non si manifesta solo nell’ambiente domestico. Potrebbe apparire in un contesto sociale in cui l’Incredibile Sulk improvvisamente non parlerà con nessuno e si siederà a guardare il suo drink, guardando attraverso le persone e sembrando come se “non ci fosse” per attirare l’attenzione. Potrebbe essere durante una riunione con i colleghi in cui il narcisista si limiterà a guardare fuori dalla finestra come se fosse assorto prima di dare un’occhiata a qualcuno come se volesse dire “Sono così turbato e non ne hai idea”. Si tratta di raccogliere compassione e pietà. Non è un broncio aggressivo che dice alla gente di stare alla larga, per niente, è un broncio che è progettato per attirare le persone e quindi il loro carburante, mentre cercano di capire cosa non va e di rimediare.

Quindi questo è l’Incredibile Sulk. Bisogna solo ringraziare che nessuna camicia o pantaloni sono stati strappati nel processo.

H.G. TUDOR

The Incredible Sulk