Pubblicato il Lascia un commento

📰 I NARCISISTI SANNO COSA STANNO FACENDO? – IL NARCISISTA INFERIORE

I narcisisti sanno cosa stanno facendo? Molte vittime risponderebbero un sonoro “sì” a questa domanda. Commenti come questi sono comuni:

– “È così strategico nel modo in cui mi manipola, sa benissimo ciò che sta facendo.”

– ” Oh lei sa come farmi uscire di testa, sa ciò che fa perché fa sempre dei sorrisetti mentre lo sta facendo.”

– “È un uomo intelligente, come può non sapere ciò che sta facendo?”

– ” Lei lo deve sapere quanto mi ferisce quando inizia a schiaffeggiarmi”

Però, non è nemmeno lontanamente così netto. Ci sono due fattori che governano la consapevolezza del narcisista. Primo, la scuola di narcisisti con cui sei coinvolto (Inferiori, Medi oppure Superiori) e secondariamente la questione del controllo.

La Scuola Inferiore

Il Narcisista Inferiore (inferiore minore, centrale e maggiore) attraversa la vita come una palla da demolizione. Questo è il suo modo, o la modalità principale. Non ti piace cosa sta facendo? Testone – accettalo – sei tu il problema. Fermare ciò che sta facendo? Aspettati un pugno in faccia. Provare a fargli prendere responsabilità per le proprie azioni? Buona fortuna, aspettati una violenta esplosione e un rigetto assoluto.

L’inferiore sa di averti dato un pugno in testa? Certo che lo sa. Sa che lo ha fatto come conseguenza del fatto che tu l’hai ferito e che la sua violenza fisica è la manifestazione della sua furia innescata? No, non lo sa.

L’Inferiore sa che ti sta tradendo con tua sorella? Certo che sì. Lo considera sbagliato? No. È consumato dalla colpa per ciò che ha fatto? No, non sa nemmeno cosa sia la colpa.

Il Narcisista Inferiore che denigra verbalmente uno dei suoi dipendenti al lavoro sa che sta bullizzando quella persona? No. Dalla sua prospettiva, quel lavoratore è inappropriato, è troppo lento, è arrivato tardi di nuovo, dice la parola sbagliata, non lavora abbastanza duramente e quindi la sua risposta è totalmente giustificata. Non fa ciò che lui vuole, deve aspettarsi di essere affrontato. Non è bullismo, è sistemare il problema.

L’Inferiore sa che i suoi commenti provocatori sul tuo aspetto sono dolorosi e vengono detti per ottenere carburante? No. Non ha empatia di sorta, nemmeno la (finta) empatia cognitiva e quindi non riconosce che ciò che sta dicendo è offensivo o potrebbe essere interpretato come tale. Non capisce perché stai piangendo dopo che ti ha detto che con quel nuovo vestito viola assomigli al Pillsbury Doughboy. Nella sua mente il commento era giustificato. Se lo spingi a spiegare perché ha fatto quel commento, aspettati l’utile risposta “Perché l’ho detto.” o “È così e basta, ok?”

Gli atti dell’Inferiore sono tutta una questione d’istinto e solo di istinto. Sì, se tu gli sei scappato potrebbe mettere insieme un piano per guidare fino a dove sei ora e dare un calcio alla porta e portarti fuori tirandoti per i capelli fino al luogo a cui a quanto pare appartieni – ma quel “piano” rimane una reazione istintiva. Sa cosa sta facendo, ma per via del bisogno di controllo, non vede il proprio comportamento come sbagliato, inappropriato o dannoso. È ciò che deve essere fatto.

Questa soverchiante e sempre presente necessità di controllo implica che l’Inferiore reagirà con un atto istintivo – che sia violenza fisica, sessuale, distruggere proprietà, spararti in faccia – ma non vede nulla di male in questo. Viene fatto per ottenere carburante, viene fatto per mantenerti nella sua matrice del carburante, viene fatto per affermare il suo bisogno di superiorità su di te, viene fatto per reprimere qualsiasi ribellione da parte tua e viene fatto per rigettare qualsiasi concetto di responsabilità per le sue azioni MA lui questo non lo sa. Non pensa “la spingerò giù dalle scale perché sta rifiutando il mio controllo su di lei e deve essere punita”. Semplicemente commette l’azione. Non pensa al perché lo sta facendo, lo fa e se gli viene chiesto perché allora potresti non ottenere nemmeno risposta, forse una scrollata di spalle o semplicemente un ringhioso “se lo meritava”. Se interrogato sul perché se lo meritava, si ritorna a “Perché se lo meritava.”

Questo comportamento è visto attraverso la differente prospettiva narcisistica. Tu, in quanto vittima, non hai questa prospettiva. La tua prospettiva immancabilmente ti fa pensare che il narcisista sappia ciò che fa. Questa vostra prospettiva si origina per due ragioni.

1. Sai perché fai le cose, conosci la logica sottesa alla maggior parte di esse (se non tutte) e le conseguenze e quindi ti aspetti che chiunque altro si comporti in un modo simile e quindi abbia lo stesso livello di consapevolezza; e

2. Il tuo pensiero emozionale ti spinge a credere che il narcisista sappia cosa sta facendo e il motivo perché questo poi fa sì che tu cerchi di ottenere che il narcisista affronti questo comportamento. Se lui o lei sanno cosa stanno facendo, allora sicuramente potranno ascoltare per ragionare, riflettere e riconoscere e scegliere un corso d’azione alternativo? in breve – possono cambiare. Come sai, questo desiderio di cambiamento, di guarire e sistemare è l’essenza della vittima empatica. Il tuo pensiero emozionale lo sa questo e quindi, al fine di mantenerti in relazione con il narcisista (che è tutto ciò che il tuo pensiero emozionale vuole che tu faccia) ti inganna a pensare che il narcisista sappia cosa sta facendo perché poi questo alimenta aspettative (ecco di nuovo questa terribile parola) che tu possa fare qualcosa a riguardo. Quindi, invece di andare via e rimanere fuori, tu rimani provando a ragionare con il narcisista, provando a fargli comprendere come le sue azioni hanno impatto su di te, che sono sbagliate e di come se solo cambiasse allora tutto andrebbe bene.

Di conseguenza, la tua prospettiva empatica ti porta a pensare che il narcisista sia strategico nel suo comportamento (da qui il motivo per cui così tante persone fanno un errore in buona fede quando pensano di essere state intrappolate dal raro Narcisista Superiore quando non lo sono state) e in realtà il comportamento del Narcisista Inferiore è sempre e solo istinto.

L’Inferiore non ha alcun concetto di colpa, nessuna idea di rimorso, nessuna coscienza. Non la può avere perché questo renderebbe quel meccanismo di difesa che è il suo narcisismo, inefficace e questo non può mai avvenire. L’Inferiore è liberato dalla conoscenza del perché agisce nel modo in cui lo fa, manca delle funzioni cognitive perfino per spiegarlo in qualche modo (che naturalmente se anche potesse sarebbe una bugia, ancora il narcisismo che lo protegge) e quindi ecco perché non ottieni alcuna spiegazione riguardo al suo comportamento o se ci riesci, sono di natura rudimentale e del tipo sbrigativo, brusco spiegato sopra.

Il Narcisista Inferiore è consapevole delle azioni che mette in atto – sa che ti ha dato un pugno, sa che ha spaccato il finestrino della tua auto, sa che ti sta stuprando nel sonno – ma non fa piani, non vede nulla di male in ciò che sta facendo (per via della necessità di controllo tramite il suo senso che t
utto gli sia dovuto, il rigetto di responsabilità, la sua assenza di coscienza) e non lo vede come manipolatorio o reprensibile. È solamente ciò che deve essere fatto, beh, perché è così, o no? Ora, smetti di fargli domande e fai come ti è stato detto. O sarà peggio per te.

H.G. TUDOR

Do Narcissists Know What They Are Doing? The Lesser Narcissist

Pubblicato il Lascia un commento

📁 IL NARCISISTA INFERIORE

Ecco arrivare il Narcisista Inferiore. Lo chiameremo Lee.

“Come mi hai chiamato?”

Ciao Lee. Un Narcisista Inferiore.

“No, non lo sono, sei tu il narcisista, sono stufo di sentirti dire che c’è qualcosa di sbagliato in me, quando sei tu ad avere dei problemi. Lo fai di proposito, cercando di farmi perdere le staffe, ne ho fottutamente abbastanza.”

Sigh. Ecco un altro piatto rotto e il pannello della porta preso a pugni. Ancora. Lui se ne è andato, ma tornerà. Vedi, questa è la tipica reazione di un Narcisista Inferiore. Lui non sa cosa è. Spesso non sa nemmeno cosa sia un narcisista, ma se provi a dirglielo, anche se lo fai in modo calmo e gentile, non ascolterà ciò che stai dicendo, ascolterà solo la critica. Quando questo accade la sua furia si accende e di solito scoppia. Ecco perché mi ha insultato, provando a spostare la colpa su di me, rompendo il piatto e prendendo a pugni la porta. Lui non pensava di fare nulla di tutto questo. Semplicemente è accaduto. Lui reagisce e risponde d’istinto. È una creatura istintiva. Non ho sentito sbattere la porta d’ingresso quindi deve essere ancora in casa. Andiamo a cercarlo.

Eccolo. Chiuso nella sua tana. Il suo rifugio e santuario contro le critiche. Sta controllando il telefono. Vediamo. Sì, sta messaggiando con una coppia di signorine con cui flirta su internet. Vedi, lui non è rimasto lì per vedere la mia reazione alla sua rabbia, ma sa che mi ha creato problemi. In qualche caso conoscere questa reazione sarebbe abbastanza ma non oggi. Le sue provviste di carburante devono essere basse. Ecco perché sta attingendo ad una fonte secondaria messaggiando o probabilmente facendo sesso telefonico con queste donne. Vediamo se riusciamo a convincerlo a uscire dalla sua tana. Busserò alla porta.

Vedi che ha voltato la testa e ha sorriso, ma non ha risposto al mio bussare. È compiaciuto che io sia venuta a vedere se è tutto a posto. Questo lo fa sentire potente. La mia reazione, di avvicinarmi in punta di piedi e bussare gentilmente alla porta rinforza la sua idea di essere quello che conta di più nella nostra relazione. Poi, lui non ci ha riflettuto su, quindi sii grata che il tuo umile narratore ti stia spiegando questo, ma è ciò che sta avvenendo dentro a Lee. Busso ancora e lo chiamo per nome. Lui rimane in silenzio. Lee sa che questo trattamento del silenzio lo fa sentire potente. Aggiungi la sensazione ai messaggi seduttivi che vedo che sta ricevendo e lui sta ottenendo carburante da tre fonti. Me e due fonti supplementari. Probabilmente ora si stanno conoscendo dato che si sono scambiati il numero di cellulare. L’ira che Lee ha manifestato quando ha percepito la mia critica ora è diminuita dato che è stato fornito il carburante. Questo lo fa sentire più sereno. Lee sa che certe cose lo fanno infuriare e che altre cose lo calmano. Chiediamogli se sa perché.

“Hey Lee, non ti nascondere, perché ti sei arrabbiato così tanto? Tutto ciò che ho detto è che sei un Narcisista Inferiore”

Nota che non l’ho detto in modo implorante, o attraverso le lacrime, o gridandoglielo. Ho sottolineato questo aspetto e gli ho fatto la domanda in modo neutrale. Guarda cosa fa ora. Guarda come arriva velocemente l’irritazione. Questo perché non gli ho dato nessun carburante con il mio commento. Ho anche interrotto il flusso dell’energia dalle due donne distraendolo. Come se non bastasse ho ripetuto il commento e lo ha percepito come una critica. Inoltre, lui non può capire nessuna di queste cose, è un Inferiore quindi non può. Invece vi ho illustrato il processo. Questo è ciò che realmente accade nella mente di Lee.

1. Lui ascolta il mio commento
2. Si sente ferito da questo commento. Questo si manifesta come irritazione.
3. La sua ira si accende.

È veloce e diretta come la sto dicendo. Ecco che arriva la rabbia.
Lee piomba fuori dalla scrivania e spalanca la porta della tana.
“Quante fottute volte ti ho detto di non disturbarmi mentre sono nella mia tana? Non mi ascolti mai!”

Nota i lineamenti contorti per la rabbia.

“Ho semplicemente fatto una domanda ragionevole”

Lo dico ancora in tono neutrale. Nessun carburante viene fornito. Questo lo fa arrabbiare ulteriormente perché è una critica e lo ferisce.

“Stai dicendo che sono irragionevole?” domanda lui sporgendo la mascella in maniera aggressiva.

Naturalmente caro lettore, non ho detto nulla del genere, ma Lee non lo percepisce in questo modo. Il mio sottolinearlo in modo neutrale è preso di nuovo come una critica, da qui la sua risposta.

“Sto solo sottolineando cosa sei e inoltre, sei sempre qui, a giocherellare facendo chissà cosa, dovresti lavorare”

Lee lavora raramente. Non ne vede la ragione. Lui crede che dovrei badare a lui dopotutto, nella sua mente lui è superiore e di conseguenza io devo stargli appresso. Lui fa solamente lavoretti quando sa che che ne può ricavare del carburante, per esempio, spaccare legna in cortile in modo che le persone possano ammirare la sua prodezza fisica, altrimenti non si disturberebbe. Ancora una volta Lee non pensa di spaccare legna nei termini di ricevere gli sguardi ammirati dalla nostra vicina Josie, lui capisce solo che quando lo fa, lei sorride e gli parla e lui si sente bene interiormente. Ma sto divagando.

Torniamo allo schiumante Lee che è fermo sulla soglia della tana. Non vuole lasciarmi entrare. È il suo territorio. Ciò che è suo è suo e di nessun altro.

“Che stai dicendo?” grugnisce. La sua furia sta crescendo per la critica che dovrebbe lavorare.
Ecco che arriva. La mano destra schizza e mi schiaffeggia sul volto. Come vedi non può controllare l’ira e in Lee questa si manifesta come una furia bollente mentre lui si scatena.

Lancio un grido e sollevo il palmo della mano sulla mia faccia, gli occhi mostrano il dolore che viene dal suo abuso fisico su di me. Guarda quel sorrisino sulle sue labbra. È perché la mia reazione gli ha donato del carburante negativo. Lo voleva. Non sapeva di volerlo ma sa che vedermi spaventata, sconvolta, arrabbiata o frustrata, in confronto ad altre cose lo fa sentire più forte e più potente.

“Dovresti lavorare” ripeto ma il tono neutrale se n’è andato ora ed esce in parte come commento, in parte come singhiozzo dato che sgorgano le lacrime. La sua mano è alzata per dare un altro colpo ma non lo fa perché le mie lacrime lo stanno rifornendo. Nonostante io l’abbia criticato dicendo che dovrebbe lavorare, non lo sente come critica a Lee perché è racchiusa nell’emozione. Questo è ciò che vuole. Non lo sa, ma è ciò che vuole.

La sua rabbia c’è ancora ma si è ridimensionata entro parametri di controllo, per quanto bassi. Se avessi continuato sarebbe scoppiato ulteriormente, probabilmente mi avrebbe preso a pugni e calci lungo il corridoio. È già accaduto. E accadrà ancora. In quanto Narcisista Inferiore la sua soglia di controllo è bassa e regolarmente la sua ira trabocca in violenza verbale o fisica. Nota come aspetta sorridendo
. La fornitura del mio carburante lo sta facendo sentire potente ed ecco perché appare felice. Non è vera felicità. Lee non sa cosa sia, ma sa che queste sensazioni potenti lo fanno sentire bene ed ecco perché sta sorridendo. Passerò al contrattacco ora.

Vado via e Lee soddisfatto del carburante che ha estratto da me (nonostante non lo sappia) si gira e torna nella tana. Manderà messaggi alle due signorine ancora per un po’, ottenendo più carburante e poi con la rabbia che si è ritirata e il livello di energia che si è alzato, si sentirà più stabile così guarderà uno dei suoi film d’azione o giocherà un po’ all’Xbox. Non penserà a me. Non ha le funzioni per farlo a lungo se non sono di fronte a lui. Lee in quanto Inferiore è molto del tipo che tratta solo con ciò che c’è nel suo piatto. Sì, invaderò la sua coscienza di tanto in tanto ma non è fatto per pianificare. È solo un impulso momentaneo, reazione, risposte, istinto, alla cieca. Ecco perché è considerabile come un vortice, che rimbalza da un innesco di rabbia all’altro. Lui non ha una strategia generale, nessun grande progetto, è piuttosto un cacciatore raccoglitore aggressivo che sa che io, la sua partner di vecchia data e di lunga sofferenza lo fa infuriare ma mi tiene intorno perché, beh, faccio i lavori, e mi sdraio qui e penso all’Inghilterra mentre ci da dentro sopra di me.

Dato che stiamo scrivendo di questo, andiamo velocemente all’ora di andare a letto. Mi ritiro per prima ed ecco che arriva Lee salendo le scale, la pancia piena di Scotch (ama bere un paio di bicchieri mentre guarda i suoi film).

“Hey”, dice mentre entra nella camera da letto buia. Non abbassa la voce o mi scuote gentilmente. Perché dovrebbe preoccuparsi quando si sente in diritto di fare ciò che gli va. Ripeto, Lee non pensa in questo modo, semplicemente fa così, agisce solo in questa maniera da Inferiore abilitato.

“Che c’è?” chiedo con gli occhi assonnati.

“Spostati. Sto per entrare.”

Questo è il modo di dire che vuole fare sesso. Se avesse voluto dormire si sarebbe semplicemente tuffato nel letto. Nota come non ci sono scuse per avermi colpito, nessuna espressione di preoccupazione o rimorso per l’alterco di prima. Questo è perché l’ha dimenticato. Immagina la mente di Lee come una piccola chiavetta esterna. Ha solo quel tanto di memoria e automaticamente si disfa di molte informazioni. Se tra pochi giorni gli faccio riferimento al fatto che mi ha dato uno schiaffo mi darà un’occhiata confusa dicendo

“Ma di che stai parlando?”

Questo perché non può richiamarlo. È stato spazzato via dalla sua mente. È una risposta istintiva e dimostra perché l’Inferiore nega ciò di cui è accusato e lo fa sinceramente perché davvero non lo ricorda. Questa non è una finta, non come quelli delle altre scuole di narcisismo. Lui non ricorda, ma questo è tra pochi giorni. Ritorniamo al presente.

“Ho detto, spostati, sto per entrare”

Ancora niente scuse. Continua come se non fosse successo niente prima. Questo perché non vede nulla di sbagliato in ciò che ha fatto. Ha reagito. È un istinto per lui e quindi per lui, è naturale e corretto. Se lo sfidassi riguardo il suo comportamento di prima, ora, sarebbe una critica. La sua furia sarebbe innescata e con l’aggiunta dell’accelerazione dell’alcol verrei trascinata fuori dal letto, picchiata e costretta a dormire da basso. Potrebbe perfino buttarmi fuori per strada in pigiama. Tutta un’istintiva reazione alla critica e la sua assenza di controllo sulla sua ira innescata. Non lo sfiderò quindi. Ho imparato a non farlo, è più sicuro come vedi. Mi ci è voluto molto tempo per realizzare che questa fosse il miglior modo di agire. Vedi di solito lo affrontavo. Pensavo che questo lo avrebbe portato a rispettarmi ma non lo ha fatto. Gli Inferiori considerano ogni rifiuto della loro autorità come una critica, e, hai indovinato, la rabbia si accende.

Tempo di mettere in piedi lo show. Se rifiuto i suoi approcci mi prenderà a calci. Se non fingo entusiasmo, mi prenderà a calci. In quanto “Inferiore” non è molto bravo a distinguere tra emozioni vere e false a volte. È migliore con alcune rispetto ad altre. Per esempio, lui conosce la vera paura e dispiacere comparandoli a quelli falsi. Questo perché ha molta più esperienza nel vedere persone spaventate, sconvolte e impaurite di modo che istintivamente sa quando è reale e quando no. Quando si tratta di questioni sotto le lenzuola nonostante Lee creda di essere il campione delle tecniche sessuali (certamente ha avuto una grande quantità di partner dato che regolarmente gli piace vantarsene con me) potrebbe farsi una fetta di bistecca per tutta la variazione e la finezza che utilizza. Non è stato sempre così. Faceva uno sforzo durante il nostro periodo d’oro, ma è passato da tanto. Ora vuole solamente esercitare la sua dominanza sopra di me e lo fa sentire potente, così devi scusarmi se faccio rumori pertinenti, dico le frasi stereotipate e faccio le mie smorfie porno. Questo compiace Lee l’Inferiore e lo rifornisce con un’esplosione finale di delizioso carburante positivo prima che crolli di fianco a me e cada in un sonno indisturbato. Lee dorme sempre bene. Le sue funzioni inferiori fanno sì che non ci sia molto movimento nella sua mente mentre arriva il sonno.

Così, ecco un’occhiata di come – meglio bisbigliarlo in modo che non senta- è un Narcisista Inferiore. Ora, girati per favore, non devi sbirciare ciò che viene dopo.

H.G. TUDOR

The Lesser Narcissist

Pubblicato il Lascia un commento

📰 FARESTI MEGLIO

Cosa passa per la testa del Narcisista Inferiore quando ha deciso che deve reagire a un trasgressore, un traditore, una risorsa sleale che in qualche modo lo ha offeso? Quali sono i suoi pensieri mentre ribatte su colui che ora rappresenta tutto ciò che disprezza? Se queste persone gli sono sfuggite, lo hanno esposto, lo hanno sfidato o hanno commesso qualche altro reato capitale contro l’Impero del Narcisista Inferiore, qual è la sua reazione? Diamo un’occhiata all’interno per capire qual è la sua impostazione mentale.

Faresti meglio a fotterti mettiti in riga puttana, perché hai scherzato col marinaio sbagliato. Faresti meglio a riprenderti il culo se ti appartiene e fare come ti viene detto. Faresti meglio a chiudere il becco, aprire le gambe e darmi quello che è giusto. Faresti meglio a tenere la bocca chiusa altrimenti te la chiuderò io. Faresti meglio a non andare a piangere dai tuoi fratelli o pesterò a sangue anche loro. Faresti meglio a tornare a casa nostra e faresti meglio ad esserci per quando tornerò, mi senti? Faresti meglio ad ascoltarmi e faresti meglio ad ascoltare bene, io ti possiedo, tu sei mio e se ti azzardi a pensare di incastrarmi, renderò la tua vita non degna di essere vissuta.

Faresti meglio a capire che qui io indosso i pantaloni e prima ti abituerai, più facile sarà. Faresti meglio a non iniziare ad aprir bocca con la gente e dire bugie su di me, sai cosa è successo l’ultima volta che l’hai fatto. Faresti meglio a fare come ti viene detto perché è per il tuo bene, sì? Faresti meglio a tornare qui e farlo subito, mi senti? Faresti meglio ad avere una buona scusa per quello che hai fatto, sono stufo che tu non faccia quello che voglio. Faresti meglio a imparare qual è il tuo posto, signorina.

Faresti meglio a tenere a posto questa casa. Faresti meglio a prepararmi la cena. Faresti meglio ad avere dei soldi per me per le mie birre. Faresti meglio a non aver mangiato le mie noccioline. Faresti meglio a far tacere quel tuo maledetto figlio così posso vedere la partita in pace. Faresti meglio a vestirti carina per me. Faresti meglio a smettere di vestirti come una puttana. Faresti meglio a smettere di parlare con il vicino perché so cosa sta succedendo, non sono stupido.

Faresti meglio a smettere con quei paroloni che usi, pensando di essere intelligente e potente. Faresti meglio a dimenticare qualsiasi idea di tornare a scuola, tu appartieni a questo posto con me. Faresti meglio a ricordare da che parte stai. Faresti meglio a ricordare chi ti prende cura di te. Faresti meglio a ricordare che se non fosse per me, staresti ancora vivendo in quel buco di merda senza soldi. Faresti meglio a non prendermi per il culo. Faresti meglio a non chiamarmi stupido. Faresti meglio a non trattarmi come un pazzo. Faresti meglio a smettere con quelle idee, non sarai nulla. Faresti meglio a smettere di cercare di migliorarti. Faresti meglio a stare con me.

Faresti meglio a stare lontano da lei, è un problema te lo dico. Faresti meglio a dire a tua madre di chiudere la bocca, chi pensa di essere per parlarmi a quel modo? Faresti meglio a darmelo o lo prenderò comunque. Faresti meglio a smettere di inventare le cose. Faresti meglio a lasciarmi in pace, non vedi che sono stanco. Faresti meglio a smettere di lamentarti, troverò un lavoro quando voglio. Faresti meglio a fermare il tuo tormento o ti farò fermare io. Faresti meglio a smettere di parlare dei tuoi bisogni, sono stufo di te che sei egoista.

Faresti meglio a darmi un bambino presto o troverò qualcun altro che lo farà. Faresti meglio a sbarazzartene perché di sicuro non voglio un bambino. Faresti meglio ad andare in clinica. Faresti meglio ad entrare quando torno a casa o saranno cazzi amari. Faresti meglio a ripararlo o altro. Faresti meglio a stare fuori dai piedi perché sono così lontano dal picchiarti. Faresti meglio a smettere di prendere le sue parti. Faresti meglio a credermi quando ti dirò che non ho fatto niente.

Faresti meglio a non chiamare la polizia. Faresti meglio a non dire nulla. Faresti meglio a dire loro la verità e che hai fatto un errore. Faresti meglio a dir loro che sono stato qui tutta la notte. Faresti meglio a non toccare il mio telefono. Faresti meglio a farmi vedere il tuo telefono. Faresti meglio a non lamentarti. Faresti meglio a non piagnucolare. Faresti meglio a darmelo o lo farò comunque. Faresti meglio a prenderne uno nuovo allora. Faresti meglio a passarmi una birra. Faresti meglio a trovarmi dei soldi. Faresti meglio a lasciarmi in pace. Faresti meglio a pulire questo posto, è un buco merdoso. Faresti meglio ad alzare il tuo grasso culo e lavorare un po’.

Farai meglio a tornare a casa o verrò io e ti ci riporterò. Faresti meglio a dire a tuo padre di tenere il naso fuori o glielo romperò. Faresti meglio a rispondermi. Faresti meglio a raccogliere. Faresti meglio ad aprire questa fottuta porta o giuro che la prenderò a calci. Faresti meglio a non vedere nessun altro. Faresti meglio a rientrare entro le dieci. Faresti meglio a non flirtare con lui o vi ucciderò entrambi. Faresti meglio a smettere di uscire. Faresti meglio a stare in casa. Faresti meglio a fare quello che voglio. Faresti meglio a sapere cosa intendo. Faresti meglio a non farmi ripetere le cose.

Faresti meglio a cancellarlo e andare avanti. Faresti meglio a fingere che tutto vada bene. Faresti meglio ad assicurarti che se ne sia andato quando torno a casa dal cantiere. Faresti meglio a non avere quei bambini lì. Faresti meglio a telefonare a tua madre e dirle che stai bene. Farai meglio ad abituartici perché è così. Faresti meglio a divertirti. Faresti meglio a sorridere. Faresti meglio a smettere di piangere. Faresti meglio a mostrarti così. Faresti meglio a dimostrarmi che ti importa. Faresti meglio a farlo bene questa volta. Faresti meglio a darti da fare.

Faresti meglio a iniziare a mostrarmi un po’ di rispetto. Faresti meglio a renderti conto che io sono il capo. Faresti meglio a iniziare a guadagnarti la tua tenuta. Faresti meglio a smettere di lamentarti. Faresti meglio a cagare o scendere dal vaso. Faresti meglio a dimostrarmi che mi ami. Faresti meglio a smettere di essere geloso. Faresti meglio a capire che sono miei amici. Faresti meglio a smettere di essere un tale rompicoglioni. Faresti meglio a smettere di cercare di essere migliore di quello che sei. Faresti meglio a ricordarti da dove vieni. Faresti meglio ad seguire il programma. Faresti meglio a farlo a modo mio o andare affanculo. Faresti meglio a smetterla. Faresti meglio a smettere di fare casino. Faresti meglio a succhiarlo e succhiarlo bene. Faresti meglio ad avere qualcosa da mangiare che mi piace. Faresti meglio a non aver fatto nulla di quella spazzatura straniera. Faresti meglio a pagare le bollette. Faresti meglio a non aver usato la mia macchina. Faresti meglio a non lasciarla entrare. Faresti meglio a non aver parlato contro di me.

Faresti meglio a lasciarmelo fare o troverò qualcuno che lo farà. Faresti meglio a rilasciarlo per me. Faresti meglio a prenderlo e non piangere. Faresti meglio a smettere di chiedere. Faresti meglio a sapere cosa intendevo. Faresti meglio a smettere di cercare di confondermi. Faresti meglio a smettere di incolparmi quando è colpa tua. Faresti meglio a toglierti di mezzo. Faresti meglio a vedere cosa fai. Faresti meglio a dirgli cosa succederà se continuerà a farlo. Faresti meglio a essere una brava madre. Faresti meglio a iniziare a prenderti più cura di me. Faresti meglio a sorridere.

Faresti meglio a prendermi qualcosa per questo mal di testa. Faresti meglio a piantarla con le tue rispostacce. Faresti meglio a far sparire questo dolore. Faresti meglio a sistemare questo casino. Faresti meglio a prenderti una giornata di ferie dal lavoro per prenderti cura di me. Faresti meglio a convincere tua madre a tenere quei dannati bambini. Faresti meglio a darmi un po’ di pace. Faresti meglio a restare a casa e aiutarmi. Faresti meglio a trovare qualcuno che possa aiutarti. Faresti meglio a sistemarlo. Faresti meglio ad affrontarlo. Faresti meglio a risolverlo. Faresti meglio a non averlo fatto. Faresti meglio a non averlo mandato a puttane.

Faresti meglio a capire che io posso fare quello che voglio. Faresti meglio a sapere che non puoi fermarmi. Faresti meglio a capire che io prendo le decisioni qui. Faresti meglio a fare ciò che è giusto altrimenti…. Faresti meglio a sapere chi è il comandante.

Faresti meglio a smettere di essere una troia. Faresti meglio a tenere le gambe chiuse. Faresti meglio ad essere un uomo. Faresti meglio a smettere di essere una figa. Faresti meglio ad essere lì. Faresti meglio ad essere qui. Faresti meglio a non essere da nessuna parte dove io possa trovarti.

Faresti meglio a fare di nuovo le cose per bene. Faresti meglio ad aspettarmi. Faresti meglio a non andare dai tuoi genitori. Faresti meglio a non raccontare storie su di me. Faresti meglio a non chiamare la polizia. Faresti meglio a non farmi la spia con loro. Faresti meglio a tornare a casa subito se sai cosa è giusto per te.

Faresti meglio a fare quello che voglio fottutamente bene.

Faresti meglio a chiudere quella cazzo di bocca. Ora.

Faresti meglio.

H.G. TUDOR

You’d Better

Pubblicato il Lascia un commento

🆕 IL COVID 19 – FRASI AD EFFETTO

“Salve, sono Seymour Storees, che parla in diretta e faccia a faccia con voi (munito di mascherina) per conto di Channel 19 News. Mentre il mondo indossa la propria maschera e continua a rintanarsi e isolarsi per affrontare la crescente minaccia del nemico invisibile che è Covid-19, abbiamo voluto scoprire, da tutto il mondo, cosa pensava la gente della crisi in corso.

I governi si battono per contenere o rallentare la diffusione del coronavirus, vengono distribuiti pacchetti di incentivi per cercare di stabilizzare i mercati finanziari in preda al panico e Battle Royale: Bumwipers lo svela con Il Gioco della Carta Igienica: La beffa per la condivisione del pubblico attraverso il record di visualizzazioni rappresenta le persone come se fossero costrette a rimanere a casa, noi, il valoroso team di giornalisti di Channel 19 News, abbiamo individuato le opinioni di una porzione della società.

Volevamo una frase ad effetto da ogni individuo intervistato che riassumesse il loro atteggiamento nei confronti della pandemia. Quella che segue è una serie di risposte che forniscono una visione affascinante del modo in cui gli esseri umani si comportano con gli eventi senza precedenti in tutto il mondo.”

Numero Uno: Narcisista Inferiore Minore

“La nostra prima frase ad effetto è nata dal trovare un uomo che vagava in giro, chiaramente ubriaco alle 10 di notte a Narcville, con indosso una canottiera a rete, pantaloni mimetici e un caschetto semi-permanentato. Questo è ciò che è emerso.”

“Mi scusi signore, salve, Seymour Storees, Channel 19 News. Se dovesse trovarsi qui fuori, c’è un provvedimento di blocco obbligatorio in questa città a causa del coronavirus, solo se è una situazione di necessità altrimenti dovrà affrontare una multa o addirittura la prigione.”

“Lascia che te lo dica Seeemooooor, nessuno, nessuna persona, nessun governo e nessun dannato virus di Chinaland mi fermerà dalla mia ess, essen, er, birra. Fanculo il virus! Raccogli qualche soldo per un tizio sfortunato, amico?”

Numero Due: Narcisista di Medio-Rango Minore

“La nostra prossima frase ad effetto è venuta da un residente in tuta anticontaminazione che abbiamo trovato a contornare le finestre della sua casa e posizionare cinghie di gomma arancione intorno alla sua casa. Ci siamo avvicinati a lui per scoprire cosa stesse facendo.”

“Salve signore, Seymour Storees Channel 19 News le dispiacerebbe dire ai nostri telespettatori cosa ci fa qui?”

“Lo farò sicuramente. Ho studiato online questo virus che è qui e invece di spruzzare disinfettante e lavarvi le mani, cosa che dovete continuare a fare, quello che dovete fare è dichiarare guerra al virus e dirgli, non devi entrare! Quindi, sto contornando le finestre in modo che il virus non possa strisciare in casa mia.”

“Approccio interessante signore e a cosa serve questa cinghia di gomma arancione?”

“Il rame uccide il virus. Dura molto tempo su metallo e plastica, ma non sul rame.”

“Ma questo non è rame, signore”

“Il rame è di colore arancione, non potevo permettermi nessuna tessitura di rame, perciò ho pensato che il virus odia l’arancione, quindi questa cinghia di gomma arancione funzionerà altrettanto bene. Conosco queste cose (tocca la maschera antigas con il dito guantato), puoi averne un rotolo per il tuo camion del giornale, se lo desideri, duecento dollari, per te e potresti portarne un rotolo a mia mamma nella città vicina per mio conto?”

Numero Tre: Inferiore Maggiore Tipo A

“Subito dopo abbiamo parlato con un giovane che sembrava eccitato e che stava stringendo una confezione da sei bottiglie di birra ed era con un gruppo di altri uomini che vagavano per la strada altrimenti vuota. Dal gruppo si diffondeva un inebriante mix di alcol e acqua di colonia.

“Ciao, signori, Seymour Storees, Channel 19 News, perché non siete a casa, col distanziamento sociale a causa del coronavirus?”

(Passa la birra al suo amico che indossa un abito Homer Simpson, afferra il microfono con entrambe le mani e fissa dentro la telecamera)

“Ciao ah! Siamo stati mandati tutti a casa dal lavoro, quindi è tempo di festeggiare! Sì amico! Non preoccuparti per questo virus, è tempo di prenderne qualche raffreddore, dare la caccia a dei laydeeez e fare rock in questo posto! Fiesta! Fiesta! Fiesta!”

“Ma signore, non è preoccupato di beccare il coronavirus a socializzare in questo modo?”

“Assolutamente no amico! Mi muovo troppo veloce perché il virus mi si attacchi, ho delle abilità!”

(Lascia andare il microfono ed esegue una serie di mosse di karate sorprendentemente ben eseguite.)

“Vuoi venire con noi? È ora della vasca idromassaggio, amico mio!”

Numero Quattro: Inferiore Maggiore di Tipo B

“Successivamente abbiamo contattato il sindaco Ivor Temper per le sue opinioni sulla crisi in corso. Dal municipio ha avuto da dire questo”

“Abbiamo la situazione totalmente sotto controllo. Non è necessario preoccuparsi di nessuno. Non ce n’è bisogno. Stiamo facendo un buon lavoro, un ottimo lavoro, un ottimo, ottimo lavoro. Un lavoro migliore rispetto ad altri posti. Le imprese sono come sempre qui a Bluster City. Abbiamo messo in atto con successo le misure per sconfiggere il virus cinese. La Bluster Big Pharma, CEO, mi ha confermato personalmente, proprio a me, a me, che un vaccino “Bluster Blood Vessel” sarà disponibile tra 24 ore e tutti i residenti della nostra magnifica Bluster City riceveranno vaccinazioni gratuite, non che ne abbiano bisogno ovviamente perché abbiamo già mantenuto fuori il virus. Non c’è virus qui. Nessun virus. È un virus cattivo, cattivo, molto cattivo, ma non è qui.

“Ma Sindaco Temper, Channel 19 News ha visto la conferma del professor Ai-Ku dell’autorità sanitaria regionale che ci sono 460 casi confermati di infezione da Covid-19 a Bluster City alle 9 di questa mattina.”

“Sciocchezze, chi è questo tipo di Hi-Karate? Mai sentito parlare di lui. Sembra che abbia bisogno di reclusione.”

“Il professor Ai-Ku, signor Sindaco, è il noto capo di malattie infettive ed epidemie all’Università di Opportune Misure di Analisi.”

“Oh, uno di questi cosiddetti esperti con più lettere dopo il suo nome di quante ne abbia io nella mia zuppa alfabetica, che è una buona zuppa, molto, molto buona, ottima zuppa per fermare i virus e questo è un dato di fatto. Anche se non ci sono virus qui, tranne quelli che ammettiamo. Lascia che te lo dica, le persone ne hanno avuto abbastanza di questi esperti. Quello che vogliono sono le prove, beh, ti dirò, il coronavirus non è a Bluster City, non è mai stato a Bluster City e non sarà mai a Bluster City. Questa è la prova, perché io sono la prova. Or
a prendi le tue notizie false e vattene dal mio ufficio!”

“Bene, una reazione esplosiva lì da parte del Sindaco Temper di Bluster City e un’altro affascinante delirio dei fatti da noi qui su Channel 19 News. Resta con noi, dopo una pausa commerciale per l’assicurazione sanitaria, servizi funebri e carta igienica, perché torneremo con più Frasi d’Effetto sul Covid-19 degli abitanti del pianeta Terra.

Preparatevi per i Lamentosi del Corona!

Sono Seymour Storees, questo è Channel 19 News e ricorda, non spegnere, fino alla tua ultima tosse!”

HG TUDOR

The Covid-19 Soundbites

Pubblicato il Lascia un commento

📁 IL NARCISISTA INFERIORE: 5 FATTI

Mi sono imbattuto molte volte in queste 5 domande. Sono ritenute spesso come i cinque fondamentali interrogativi che vengono sollevati riguardo il nostro comportamento. Solitamente viene risposto ad essi in modo diretto da certi opinionisti nel tentativo di far arrivare il messaggio. Però, queste osservazioni e risposte vengono fornite da persone che non sono della nostra tipologia. Naturalmente si sentono in diritto di esprimere un parere ma la vera risposta arriva da qualcuno che sta dall’altra parte della barricata, il colpevole delle azioni, chi agisce. Inoltre, le solite osservazioni sono fatte senza considerare che i narcisisti sono simili ma differenti perché appartengono a certe scuole che sono collegate al nostro livello di funzionamento e di cattiveria. Di conseguenza, la risposta tradizionale fornita ad una di queste domande potrebbe essere corretta per il Superiore della nostra tipologia, ma non per il Medio o per l’Inferiore. Qui ci sono le 5 risposte alle cinque domande centrali, iniziando da quelli della nostra tipologia che appartengono alla Scuola Inferiore

1. Sappiamo ciò che facciamo?

L’Inferiore non lo sa. Lui o lei sono creature dalle reazioni istintive, da risposte a impulso e quasi macchine programmate. il Narcisista Inferiore si comporta nella sua maniera per una questione di risposta di routine. Premi il bottone A e lui risponde A. Premi il bottone B e avrai la risposta B. E’ un sistema grezzo per una persona grezza. Il Narcisista Inferiore è qualcosa di simile ad uno strumento ottuso e non ha consapevolezza del perché agisce in un certo modo. Tra tutti quelli della nostra tipologia se provi a far capire ad un Inferiore cosa sta facendo, che deve capire cosa sta accadendo ed essere consapevole consapevole dei suoi comportamenti, sarebbe più produttivo che trovassi un muro di mattoni e cominciassi a sbatterci la testa. l’Inferiore non sa e le tue domande serviranno solo a farlo infuriare per sì, ancora ragioni che non conosce, l’unica cosa che sa è che non gli piace la tua domanda e vuole che smetti di chiederglielo quindi faresti meglio a fare così, altrimenti sarà peggio per te.

2. Sai di far del male alle persone?

L’Inferiore potrà essere a basso funzionamento ma lui o lei la maggior parte delle volte sapranno di stare ferendo le persone, ma non sempre. Non sono così stupidi da non riconoscere che qualunque cosa lui o lei stiano facendo stia causando dolore, stress e tristezza a qualcun altro ma ci saranno delle occasioni dove questo riconoscimento è totalmente assente e l’Inferiore non sta fingendo di non vedere che sei ferita e che l’hanno causato le sue azioni, non comprende veramente che tu possa essere ferita da ciò che ha fatto.

Loro riconoscono alcune di queste emozioni anche se non le sentono. Vedono le conseguenze delle proprie azioni e come tutti quelli della nostra tipologia estraggono carburante da questo anche se non capiranno di fare questo. Non riconoscono il concetto di carburante. Invece il Narcisista Inferiore prenderà in considerazione solo la reazione della vittima come una sua colpa che merita per aver fatto qualcosa che al narcisista non è piaciuto. L’Inferiore spesso non può nemmeno indicare cosa ha fatto la vittima che ha provocato fastidio, irritazione e l’innesco della rabbia e chiedergli di farlo aumenta solamente la reazione ostile. Ci sono momenti in cui l’Inferiore risponderà con qualcosa di specifico ma più spesso con un’espressione generica sulla linea di:

“È solo che mi hai fatto arrabbiare”

“Sai come irritarmi”

“Mi dai i nervi”

“Qualche volta mi dai davvero fastidio”

L’Inferiore sperimenta l’irritazione, il fastidio e la rabbia ma non sa perché e quindi non può dirti cosa l’abbia ferito, ma semplicemente ha, perché ce l’ha, l’irritazione e il resto svanisce. Lui ha ottenuto carburante e affrontato l’agitazione che veniva dalla riduzione di fornitura. Ha ottenuto carburante e riparato la ferita causata dalla tua critica (vera o più probabilmente percepita) ma non sa che questo è l’iter. Vede che causa dolore ma non ha idea del perché lo sta facendo. Ci sono anche molte occasioni in cui l’Inferiore non realizza nemmeno di aver causato dolore. Mancando di ogni empatia (non possiede l’empatia razionale che il Medio e il Superiore usano per fingere empatia) l’Inferiore vedrà che stai piangendo e semplicemente ti darà uno sguardo assente dato che non ha idea del perché dovresti essere sconvolta. Semplicemente non elabora.

3. Il comportamento è intenzionale?

Per l’Inferiore non è intenzionale. Lui o lei non pianificano di rispondere nel modo in cui fanno, semplicemente accade. Non c’è calcolo o complotto con il Narcisista Inferiore, non hanno sufficienti funzioni per arrivarci. Allo stesso modo in cui se il tuo ginocchio viene colpito con il martelletto ci sarà (solitamente) un riflesso condizionato, lo stesso avviene per il narcisista. Lui ha bisogno di energia, anche se non lo sa. Ha bisogno di provocarti ma ripeto non ne è consapevole. Semplicemente reagisce e risponde. È vittima di qualche forza invisibile e sconosciuta che gli causa una reazione. È già programmato in questo modo ma non gli è concessa nessuna intuizione o di comprendere ciò che agisce mentre lo fa. Ecco perché il Narcisista Inferiore non accetterà mai che ci sia qualcosa di sbagliato in lui, perché non accetterà mai di essere mancante in qualche cosa e perché non ammetterà mai di essere un narcisista. È fatto così. “Non sono forse tutti così? “Non ha l’abilità di riconoscere cosa sta facendo. Mi rendo conto che questa cosa spesso è una delle più difficili da comprendere per la vittima. “Di sicuro Il narcisista sa cosa sta facendo? Come può non vederlo? Se tu lo fai, perché non loro?” È perché sono fatti in modo diversi rispetto a te e questo per un Narcisista Inferiore significa che il suo modo di vedere le cose è talmente differente che considera il suo come l’unico modo in cui le persone si comportano e che non c’è niente di sbagliato in esso.

4. Puoi controllarlo?

Nello stesso modo in cui credi che il narcisista inferiore sicuramente sappia ciò che sta facendo, così ti aspetti che possa controllarlo. La risposta è che non può farlo. Come ho spiegato, le loro risposte sono programmate e non agiscono nello stesso modo in cui lo fai tu. È un riflesso, immediato e automatico. Per esempio, diciamo che stai camminando per la strada quando vedi un grande uomo che corre verso di te. Tu farai così:

1. Prendere in considerazione l’atteggiamento che vedi;
2. Valutare cosa significa;
3. Considerare la gamma di risposte possibili per te.
4. Considerare quale sia la più appropriata
5. Considerare le conseguenze di questa azione
6. Agire

In questo modo realizzi che l’uomo sta solo facendo jogging perché quando si avvicina a te ha un abbigliamento sportivo e le cuffie, quindi tu continui a camminare e gli sorridi, lui ricambia il sorriso e tutto va bene.

Il Narcisista Inferiore vede il comportamento e risponde. I punti dal 2 al 5 sono omessi. Ecco perché la riposta, vista attraverso il tuo punto di vista, potrebbe sembrare eccessiva, scandalosa e sbagliata. Per il Narcisista Inferiore, è solo quella e “perché ti stai lamentando?”

Il Narcisista Inferiore ha una bassissima capacità di controllare i suoi comportamenti per via di questa programmazione. Laddove il Narcisista Medio e quello Superiore (come spiegherò separatamente) possono esercitare il controllo, valutare e prendere decisioni prima di rispondere, l’Inferiore non può farlo. Ecco perché i Narcisisti Inferiori hanno una grande propensione a reagire nei modi più estremi, inclusa la violenza fisica, perché loro non controllano le loro azioni e non valutano le conseguenze di esse. Semplicemente reagiscono.

5. Possono fermarsi?

Si pensa spesso che la nostra tipologia possa fermare i propri comportamenti e che quindi se non lo facciamo deve essere perché godiamo di ciò che stiamo facendo. Per quanto riguarda l’Inferiore della nostra tipologia possono fermare i loro comportamenti tanto quanto tu puoi fermare un treno a mani nude. L’Inferiore è una creatura di reazione e azione. Succede, e se sei sulla traiettoria quando succede, è colpa tua. Non sa perché si comporta in questo modo quindi non ha le basi per fermarsi. È programmato per rispondere di riflesso e quindi è incapace di smettere il comportamento. Se gli dici di smettere, stai intercettando la sua incapacità di autocontrollo e questo aumenta il carburante o la critica (se viene detto senza emozione) ma in ogni caso tutto ciò che farà sarà di far continuare il comportamento, anche se l’Inferiore non lo sa. Per certi aspetti, questa mancanza di comprensione, visione e controllo fanno del Narcisista Inferiore una creatura patetica ma per altri aspetti lo rendono particolarmente instabile e pericoloso.

H.G. TUDOR

The Lesser Narcissist – Five Facts