Pubblicato il Lascia un commento

📰 UNO SGUARDO AL FUTURO

È risaputo che la nostra specie agisce indossando una maschera. Abbiamo imparato come rappresentare quelle emozioni che non sentiamo. Abbiamo verificato che in certe situazioni ci si aspettava che rispondessimo in un modo particolare. Siamo consapevoli che indossando una particolare maschera è più facile affascinarti e sedurti. Siamo consapevoli che tenendo una certa maschera la crudele malevolenza che si cela al di sotto può essere tenuta sotto controllo così da farci guadagnare accettabilità e l’avanzamento dei nostri piani. Ci sono occasioni in cui ti daremo un assaggio di cosa si nasconde sotto. Non mi sto riferendo a quando togliamo la maschera e ti sottoponiamo alla fase di svalutazione. Questo è un atto mirato e intenzionale da parte nostra. Non faccio riferimento a quando la maschera crolla come conseguenza della nostra rabbia e i Narcisisti Inferiori e Medi sono incapaci di mantenere la facciata così che la rabbia erompe e la belva malvagia viene sguinzagliata. Ci sono però occasioni in cui vi concediamo un fugace sguardo dietro la maschera e a cosa si nasconde sotto.
Questo accadrà durante il periodo seduttivo. Qualche volta è la conseguenza dell’effetto di un particolare agente, tipo l’alcol.
Qualche volta, specialmente nei Superiori della nostra tipologia, viene fatta come azione deliberata per misurare la tua reazione. In qualche caso, ti diciamo ciò che ti aspetta per vedere se tu ti tiri indietro di fronte alla suggestione, o cosa più probabile rispondi in maniera favorevole perfino sotto forma di negazione.

“Non potrei mai immaginarti fare così.”

“Con me non succederà. Potrà essere successo con altra gente ma io ti tratterò meglio di come hanno fatto loro.”

“Tu non sei così, non fare lo scemo.”

“Non ti ci vedo a fare qualcosa del genere, sei troppo carino.”

Se rispondi in questi termini quando ti abbiamo dato un tale avvertimento, allora per noi è il via libera al fatto che ti abbiamo sotto il nostro controllo e che tu ti accorderai ai nostri desideri e macchinazioni. Ci permette anche, quando in futuro durante la fase di svalutazione ci comportiamo davvero come abbiamo descritto, di rinfacciartelo dicendo

“Ti avevo avvisato.”

“Perché ti lamenti? Ti avevo anticipato che questo sarebbe accaduto.”

“Te l’avevo detto.”

“Non vale piangerci sopra ora. Ti avevo detto com’ero.”

“Te l’avevo detto e tu hai deciso di stare con me. È colpa tua.”

Con gli Inferiori e i Medi della nostra tipologia, queste affermazioni sono più simili al pensare ad alta voce. La maschera scivola per un momento, senza che ci sia l’intenzione, attraverso la spiegazione del comportamento futuro prima che realizzino cosa hanno detto e la rivelazione viene messa da parte, negata o spacciata per un commento stupido dovuto al bere o al fatto che siano stanchi.
Perché queste frasi emergono in questa maniera da Inferiore e Medio della nostra categoria? È colpa o rimorso? No, perché queste emozioni non vengono provate dalla nostra categoria. Escono da una mancanza di autocontrollo. Il comportamento “cattivo” che insorgerà ad un certo punto sta in agguato dietro la superficie e come un gatto che combatte per uscire dal sacco, cerca sempre di apparire ma gli viene impedito di farlo tramite il mantenimento della maschera indossata. Occasionalmente, attraverso la perdita del controllo – potrebbe essere per il bere, la fatica, una disattenzione- fa una breve apparizione ciò che sta sotto la maschera prima che il controllo venga esercitato nuovamente. Qui ci sono quindici portentosi “mostra e racconta” della nostra tipologia. Se dovessi sentire queste affermazioni dovresti tener conto dell’avvertimento che ti è stato dato.

1. Sono davvero una cattiva persona.
2. Ti ferirò solamente.
3. Dovresti stare lontano da me.
4. Faccio brutte cose. Non posso farci niente. Lo faccio sempre.
5. Ti farò desiderare di non avermi mai incontrato.
6. Andrà male, succede sempre.
7. Finirai per odiarmi.
8. Non sai in cosa ti stai cacciando
9. Non dovresti farlo.
10. Dovresti andartene finché puoi.
11. Andrà a finire male.
12. Io devo ferire le persone.
13. Non voglio ferirti, ma lo farò.
14. Voglio solo inserirmi.
15. Non sono quello che credi io sia.

H.G. TUDOR

A Glimpse of the Future

Pubblicato il Lascia un commento

👤 AMAMI ODIAMI NON IGNORARMI MAI

Voglio il tuo amore. Voglio il tuo odio. Voglio la tua gioia. Voglio le tue lacrime. Voglio ogni singola oncia emotiva che possiedi e voglio che sia diretta a me. È facile capire perché chiunque vuole essere amato, perché non è proprio quello che tutti vogliono? Amare ed essere amati. Ovviamente lo è. Ho sempre desiderato essere amato e non importa ciò che ho fatto, non importa quanto duramente ci ho provato, mi è stato negato. Spingiti più forte, vai avanti, lavora di più e lo avrai. Mi è stato promesso più volte questo guadagno e mi sono attenuto a questo. Mi sono sforzato e ho faticato e ho corrotto. Ho studiato, ho obbedito, mi sono allenato, ho corso e ho corso veloce, ho saltato e ho saltato più in alto di chiunque altro. Ho affrontato, ho sparato, ho spinto, ho nuotato, ho scritto, ho assecondato, ho risposto, ho letto e riletto. Ho fatto tutto ciò che mi è stato richiesto. Ti suona familiare? Naturalmente. Sai cosa vuol dire dare tutto di te e non essere ancora abbastanza. Sai come ci si sente a continuare a provare finché ti senti come se non avessi più niente da dare. Perché pensi che siamo così efficaci nell’estrarre questa sensazione da te? È perché la mia tipologia è stata istruita in questa tecnica per così tanto tempo che diventa una seconda natura.

Naturalmente sono stato elogiato. Sono stato incoraggiato. Sono stato supportato. Sono stato spinto. Mi è stato detto insegnato e ordinato. Sono arrivati gli applausi, ma c’era sempre un ammonimento.

“Questo è un risultato eccellente, la prossima volta prova a raggiungere il cento per cento.”

“Tempo brillante ma so che puoi farlo più velocemente. Hai solo bisogno di impegnarti di più.”

“È buono ma non buono come puoi fare tu. Tu sei migliore di quello.”

“Non male ma mi deluderai se non salirai in cima alla classe.”

Tuttavia, pur essendo un elogio con condizioni, era pur sempre un elogio e questo, unito ai miei sforzi, significava che non venivo mai ignorato. I risultati si accumulavano, venivano raccolti premi e ottenuti apprezzamenti. Verso l’alto, sempre verso l’alto. Di conseguenza, la tua lode e ammirazione significa molto per me. Era sempre il modello su cui venivo giudicato e ora è lo stesso. Desidero ardentemente l’adulazione e la passione, è per questo che lavoro così tanto da costringerti a darmele. Lo voglio, voglio essere visto, voglio essere riconosciuto e ciò significa che devo ricevere la tua attenzione intrisa di emozione. Non importa se mi stai urlando o se mi stai implorando di fermarmi, purché sia diretta verso di me. Questo è il motivo per cui tutto ciò che faccio è calcolato per ottenere una reazione.

Quando ti seduco, non devi mai ignorarmi. Ho investito troppo nella tua acquisizione per perderti per qualcun altro o per qualcos’altro. Il mio bombardamento su di te con messaggi e attenzione è fatto per attirarti a me, ma anche per assicurarmi che non ti avventuri da qualche altra parte e mi venga negata la tua attenzione. Questo è il motivo per cui ti scriverò e se non c’è una pronta risposta ti scriverò di nuovo, poi di nuovo, poi ti chiamerò e poi mi presenterò a casa tua. Ho bisogno di sapere che rispondi alla mia seduzione. Ho bisogno di controllarti. Ci sono troppe cose in gioco per permetterti di ignorarmi.

Quando inizia la svalutazione, ancora una volta ho bisogno dell’attenzione emotiva che viene da te che piangi, che urli e che sbraiti. Non mi disturba mai allo stesso modo in cui disturba te quando qualcuno ti urla contro. Io lo chiedo e l’unico effetto che fa è di farmi sentire potente perché so che sono in grado di sollecitare queste risposte da te in virtù delle mie manipolazioni. So senza dire nulla che tu mi implorerai e supplicherai di spiegare cosa c’è che non va, mi inseguirai, gli occhi spalancati per la confusione mentre mi implori di dirti cosa hai fatto di male.

Non sono schizzinoso per le emozioni che rivolgi verso di me. Bene o male le prenderò tutte. Il male, in effetti, mi fa sentire più potente, ma la dolce potenza delle risposte favorevoli e gli occhi ardenti di ammirazione sono ancor più accetti. Questo è uno dei motivi per cui faccio il tira e molla, rendendoti felice e gioiosa nei miei confronti e poi piena di dolore e rabbia. Il contrasto rafforza la mia onnipotenza perché io sono il burattinaio. Un momento riesco a farti ridere e poi con un colpo di interruttore ti ho in lacrime. Questo è potere. Questo è il controllo e questo è ciò che sottolinea la mia grandezza. Sì, so che consideri sbagliato questo comportamento. Ne sono perfettamente consapevole e non mi sono lasciato ingannare da alcuna pretesa del contrario. Sono pienamente consapevole che tale comportamento è considerato, cattivo, sbagliato e malvagio, secondo i tuoi valori, ma devi sapere che questa partita non viene giocata secondo le tue regole. Si gioca con le mie e io devo sempre vincere.

Dovresti essere sleale ed essere la persona cattiva che ho sempre sospettato tu fossi e ignorarmi, allora ti provocherò ancora di più per ottenere una reazione. Poche di voi si rendono conto che questo è lo scopo, almeno, non subito. Non sei in grado di comprendere questa improvvisa escalation, questa commutazione a causa della confusione in cui sei impantanata. Sono contento che sia così perché quando mi ignori, comincio a crollare. L’edificio che ho costruito inizia a incrinarsi, sgretolarsi e rompersi e io devo sfuggire al tuo tradimento e cercare le emozioni degli altri per compensare il tuo comportamento sovversivo. Se non riesco a portare il tuo amore o odio alla ribalta, non posso rimanere ignorato, perché questa sarebbe la mia condanna a morte e non ti permetterò di firmare quel mandato. Devo essere amato perché sono degno dell’amore più completo, devo essere odiato perché le mie opere sono quelle del diavolo e attirano la tua ira furiosa. Guarda sempre verso di me, dammi sempre le tue emozioni e non voltarmi mai le spalle. Fallo e tutto andrà bene. Almeno, per me, ma poi, comunque non ruota tutto attorno a me?

H.G. TUDOR

Love Me, Hate Me, But Never Ignore Me

Pubblicato il Lascia un commento

📰 FANTASMI

Che tu creda o no nei fantasmi, certamente noi ci comportiamo con alcune caratteristiche simili. Compariamo dal nulla. È come quando non sei capace di ricordare l’inizio di un sogno, vero? Non riesci a ricordare come siamo apparsi. L’abbiamo appena fatto. Sembravamo fonderci nella tua vita con la disinvoltura di un fantasma che cammina attraverso un muro. Arriviamo come fantasmi nella tua vita. Come se vedessi un fantasma, quando ci subisci, non è un evento che dimenticherai in fretta. Ci avviciniamo a te, ci inseriamo nelle nostre vite e creiamo con te una connessione dopo l’altra mentre traiamo nutrimento da te. Come uno spettro ci attacchiamo a te e iniziamo progressivamente a succhiarti la forza vitale mentre inghiottiamo il carburante che ci dai.

Spesso svaniremo proprio come siamo arrivati, senza alcun preavviso o annuncio e per quanto ci provi (a cercarci) non ci ritroverai. È come se fossimo scomparsi dalla faccia della terra. Naturalmente abbiamo scelto il momento della nostra fuga senza preoccuparci del suo effetto su di te. Scivoliamo via come una nebbia che si dissolve. Una volta eravamo ovunque, ci avvolgevamo attorno a te e ti attraevamo. Proprio come uno potrebbe essere trapassato dall’apparizione di qualche spirito. Sei incantato dal nostro aspetto, c’è qualcosa di etereo e misterioso che ti rende attratto da noi e poi siamo spariti.

Siamo lo spirito elusivo che ora è introvabile. Potresti andare nello stesso posto in cui ci siamo manifestati per la prima volta, ma non c’è traccia di noi. Non abbiamo lasciato alcuna impronta, nessuna traccia della nostra esistenza quando provi a cercarci, proprio come i nostri cugini spettri, e poi improvvisamente siamo tornati. Rientriamo nella tua vita e continuiamo a tormentarti. Siamo incessanti e sempre presenti, alla deriva su di te mentre riprendiamo la nostra estrazione di carburante. Riprendiamo il prosciugamento del tuo spirito, facendoti sanguinare mentre le nostre mani fredde e morte ti afferrano ancora una volta.

Le persone hanno molte teorie su cosa sarebbero i fantasmi se esistessero davvero. Alcuni suggeriscono che dove c’è stata un’improvvisa esplosione di emozioni, un’esperienza intensificata, è stata creata un’impronta sul tessuto dell’esistenza. Questa impronta appare a coloro che sono idonei a vederla. Si osserva che quell’impronta ripete la stessa cosa più e più volte. Cammina sullo stesso percorso, passa attraverso lo stesso muro e poi svanisce solo per apparire la notte successiva nello stesso posto. Lo spirito segue la stessa routine come un pezzo di video che si ripete in un loop infinito. Proprio come un fantasma del genere adottiamo sempre lo stesso comportamento. Le stesse azioni tutte concertate per ossessionarti mentre estraiamo il nostro carburante. Gli stessi gesti, le stesse azioni che devono essere tutte riprodotte. Alcuni credono che un fantasma sia l’anima di qualcuno che ha subito la dannazione eterna. A lui o lei è stato negato l’ingresso in paradiso o all’inferno e invece è stato condannato a camminare sulla terra per l’eternità, ripetendo una routine incessante. La nostra infinita ricerca di carburante ci trova in una posizione simile. Dobbiamo attraversare la vita, essere irrequieti e non trovare mai la pace. Ci spostiamo da un posto all’altro, incapaci di riposare e di essere soddisfatti. Invece siamo spinti ad avanzare, afflitti dalla maledizione del nostro bisogno di carburante. Quindi dobbiamo ossessionare gli altri, mentre il nostro aspetto porta con sé paura e spavento allo stesso modo in cui il terrore segue l’aspetto di uno spettro.

Incapace di adattarci davvero, siamo fantasmi alla festa. Anche quando siamo scomparsi, resta una freddezza latente che ti colpisce fino al cuore. Ci senti ancora, puoi sentire l’effetto del nostro aspetto agghiacciante. Sei diffidente e ansioso in quanto sai che compariremo ancora una volta. Assolutamente quando è un mistero, ma dal momento che siamo arrivati per la prima volta e siamo spariti per la prima volta, saremo fantasmi nella tua vita e continueremo la nostra persecuzione. Meglio consultare quell’esorcista.

H.G. TUDOR

Ghosts

Pubblicato il Lascia un commento

📰 PERCHÉ NON RISPONDERÀ AI MIEI MESSAGGI – PARTE DUE ⬅

Dopo aver spiegato il motivo per cui le varie scuole di narcisista non rispondono ai messaggi quando sei la fonte primaria, si deve anche considerare il motivo per cui ciò viene fatto con tre classi di fonti secondarie, vale a dire La Fonte Secondaria Intima, La Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto e La Fonte Secondaria Non Intima.

La Fonte Secondaria Intima (“IPSS”)

Questa è o una persona che viene sedotta dalla nostra specie allo scopo di essere promossa a diventare la nuova fonte primaria al momento opportuno o una che non si è assicurata la promozione ma viene considerata troppo preziosa per scartarla. Di conseguenza, la IPSS potrebbe essere una persona che è “in crescita” in termini di seduzione, poiché cerchiamo di garantire che sia in futuro una fonte primaria affidabile e funzionante o potrebbe essere una che ‘non ce l’ha fatta’, ma dal momento che noi abbiamo investito tempo e fatica in lei e nel suo carburante (oltre ad altri benefici) c’è ancora utile. Quindi, cosa vuol dire se non rispondiamo ai tuoi messaggi quando sei la IPSS?

Durante la seduzione iniziale

È la IPSS che sperimenta la più intensa delle seduzioni. Avrai iniziato come fonte terziaria, uno sconosciuto che è stato preso di mira per il tuo potenziale. Sei quindi promosso molto rapidamente a fonte secondaria e poiché il sesso è un’arma di seduzione di massa, sarai ulteriormente promosso alla posizione di IPSS. Mentre cerchiamo di promuoverti a fonte primaria, sperimenterai il bombardamento amoroso e la manifestazione della nostra infatuazione attraverso messaggi di testo quasi incessanti.

Quando c’è una pausa nel messaggiare, non è una svalutazione ma è fatto piuttosto per metterti alla prova per vedere come reagisci. Se sei rilassato riguardo a questo cambiamento, ad esempio ti sei abituato a un messaggio sempre alle 8:00 e poi non ne inviamo uno, ma tu non reagisci in alcun modo a questo errore, resteremo delusi. Se tuttavia ci mandi un messaggio alle 8-01 del mattino chiedendoci come stiamo (il tuo tentativo di scoprire perché non abbiamo inviato messaggi di testo senza chiedere nulla), saremo soddisfatti della tua reazione e in tali circostanze è probabile che risponda immediatamente. Qualsiasi tipo di ritardo nel rispondere o periodo di silenzio viene fatto puramente per verificare quanto velocemente risponderete e cosa manderete nella vostra risposta. Non è svalutazione. Il ritardo sarà solo per un breve periodo di tempo, poche ore circa, in quanto è un test e non vogliamo rischiare di perdere il tuo interesse. Di conseguenza, se non scrivi per alcune ore (anche se questo è altamente improbabile) ti contatteremo (se si trattasse di una svalutazione il silenzio continuerebbe per molto più tempo). Inoltre, quando scriverai, ti risponderemo dopo una manciata di messaggi tuoi entro un breve periodo di tempo, sempre perché non vogliamo rischiare di perdere il tuo interesse e siamo soddisfatti che tu stia rispondendo nel modo che approviamo.

Durante la Seduzione del Periodo d’Oro

Se la scelta e la seduzione iniziale si sono rivelate positive, allora sarai stato promosso da IPSS a fonte primaria e quindi dovresti tenere conto dei casi di questo articolo Perché non risponderà ai miei messaggi? – Parte Uno

Se tuttavia non sei stato promosso a fonte primaria ma non sei stato scartato, allora abbiamo scelto di tenerti connesso a noi come IPSS. Sarai consapevole del fatto che non sei stato promosso perché continueremo a vedere la moglie o la fidanzata (o se non è mai stata menzionata nessuna) non ci vedrai più spesso come una volta durante la Seduzione Iniziale. Potresti pensare che questa sia una svalutazione. Non la è. Ora sei nella Seduzione del Periodo d’Oro per una IPSS. Ciò significa che ti consideriamo ancora “buono”, vogliamo il tuo carburante, ma a differenza di una fonte primaria IPPS non ci avvarremo del carburante tanto spesso. Ciò implica che il carburante che fornisci come IPSS non diventa stantio, ma piuttosto torniamo da te in modo intermittente. In effetti, ti stiamo tenendo appeso, facendo false promesse future su cosa potrebbe accadere, ma non abbiamo intenzione di promuoverti (anche se le circostanze potrebbero cambiare ulteriormente più avanti) dal momento che riteniamo che tu non debba passare di grado.

Quello che succederà ora è che noi:

a. Continueremo con la svalutazione della fonte primaria;

b. Continueremo a interagire con te come una IPSS; e

c. Ci impegneremo con un’altra IPSS nel Periodo di Seduzione Iniziale

Di conseguenza, quando i tuoi messaggi non ricevono risposta in queste circostanze, di nuovo non è a causa di una svalutazione, ma è perché ti abbiamo ‘rimesso sullo scaffale’ e ci stiamo impegnando con la fonte primaria e/o la nuova IPSS che siamo cercando di promuovere. Rimani utile per noi, ma è un uso intermittente.

Comprendi quindi che i silenzi (e possono essere protratti) non sono perché ci siamo rivoltati contro di te, ma perché siamo impegnati altrove. Puoi notare che si ricevi alcune risposte, ma sono di natura breve e superficiale

“Occupato. Chiamerò più tardi.”

“Non posso parlare. Incontro.”

“Occupato ma mi manchi.”

“Bloccato ma ti scriverò più tardi.”

Queste briciole di conforto vengono fornite perché non vogliamo perderti, ci godiamo il carburante ricevuto da te che ci mandi messaggi e poiché tu rimani nella Seduzione del Periodo d’Oro non abbiamo bisogno di svalutarti, solo non è il tuo turno passare del tempo con noi

Puoi trovarti tenuto in questa posizione per un tempo molto lungo. Non abbastanza buono da diventare la fonte primaria ma non abbastanza cattivo da svalutare e scartare.

La Svalutazione

La svalutazione di una IPSS è rara perché ci piace tenerti vicino come fornitore affidabile e occasionale di carburante. Abbiamo investito del tempo in te e perché tu funzioni ogni volta che ci rivolgiamo a te (sei felice di guadagnare un po’ di tempo con noi finalmente) il tuo carburante sembra sempre potente per noi, quindi non abbiamo alcun bisogno di svalutare.

La svalutazione si verificherebbe solo se tu iniziassi a rifiutare di vederci quando abbiamo deciso che era giunto il momento di farti visita o non ci fornissi più carburante. Se accadesse questo, considereremo che sei una IPSS malfunzionante e ti svaluteremo. Ciò significa che ignoreremo i tuoi messaggi di testo, non otterrai briciole di conforto e il periodo in cui ti ignoriamo sarà esteso fino a quando non decidiamo di rispondere. La risposta sarà di natura maligna. Quindi se sei una IPSS saprai che: –

a. Ritardi prolungati nel rispondere ai tuoi messaggi ripetuti; e

b. Quando finalmente arriva la risposta, è di natura maligna

significa che ti stiamo svalutando.

Lo Scarto

Nel raro caso in cui sei stata scartata come IPSS, vieni immediatamente dipinto di nero ed è come se non esistessi. Non ti consideriamo nemmeno degno di disturbo per il carburante negativo (anche se ovviamente ne ricaveremo ancora un po’ dai tuoi messaggi ma non ti sproneremo per averne di più) e quindi se non ricevi una risposta ai tuoi messaggi quando implori una risposta e una spiegazione, è perché ti consideriamo un fastidio, con cui non vale la pena interagire, e con ogni probabilità finirai bloccato.

La Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto

La Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto è la persona che è tenuta nascosta ma da cui viene attinto carburante eccellente con una notevole regolarità (vedi di più in Il Piccolo Sporco Segreto)

Il Periodo di Seduzione Iniziale

Questo sarà intenso in un modo simile a quello descritto sopra riguardo alla IPSS. È improbabile che ci sia un ritardo nel rispondere ai messaggi di testo perché non è necessario testarti. Il tuo ruolo è stato deciso come Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto e non diventerai mai la fonte primaria. La tua funzione deve essere disponibile a un’ora o a diversi orari prestabiliti ogni settimana per quegli incontri segreti in cui la natura clandestina della connessione aumenta la potenza del carburante in quanto è probabile che tu sia L’Altra Donna. Mentre ti incorporiamo (e lo facciamo rapidamente) in questo ruolo, risponderemo ai tuoi messaggi perché non vogliamo: –

a. Rischiare di perderti; e

b. Che tu provi a contattare altre persone per cui potreste sapere l’una dell’altra, cosa che rischierebbe di esporre il nostro sporco segreto

quindi non ci sarà nessuna mancata risposta.

La Seduzione del Periodo d’Oro

Proprio come la IPSS, sei inserito in un lungo periodo d’oro perché sei usato a intermittenza. Anche se tenuto segreto, sarai visto più spesso di una IPSS che si trova nella Seduzione del Periodo d’Oro. Quella IPSS non è diventata la fonte primaria, ma viene tenuta e fatta aspettare per un uso futuro. Non saresti mai stato la fonte primaria e vieni visto più spesso perché la natura del tuo carburante è un’iniezione di carburante di due ore prima che scompariamo di nuovo dalla fonte primaria.

È la natura di Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto che, poiché è conoscenza della fonte primaria, è meno probabile che ci infastidisca attraverso i messaggi. Non ci sarà alcuna mancanza intenzionale di rispondere ai messaggi della Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto e spesso la risposta spiegherà perché non possiamo parlare o messaggiare a lungo ma il contenuto del messaggio sarà complimentoso, incoraggiante e conterrà false promesse future, mentre, criticare la fonte primaria, equivaleva a migliorare le briciole di comfort. Effettivamente verrà data spesso una spiegazione per spiegare quando saremo disponibili la prossima volta(alla IPSS questo non sarebbe stato concesso)

“Non posso messaggiare a lungo, devo portare la strega dai suoi amici, quindi ti manderò un messaggio alle 8 di sera, non vedo l’ora di baciarti di nuovo.”

“Difficile scrivere, lei è ancora qui. Ti manderò di nuovo un messaggio il più presto possibile. Mi manchi davvero e prima possibile voglio mostrarti quanto.”

“Ciao macchina del sesso, bloccato al momento, ti msg dopo le 18:00 xxxxxxxxxxx”

Quindi se trovi che i tuoi messaggi hanno sempre una risposta, le tue aspettative vengono gestite e sai che c’è una fonte primaria coinvolta, sei una Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto che si trova nel lungo periodo di seduzione del periodo d’oro.

La Svalutazione

È molto raro che una Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto venga svalutata a causa della sua condiscendenza, accettazione del suo ruolo e della deliziosa turbospinta di carburante che fornisce ogni tanto. Non ci annoiamo del carburante della Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto e la svalutazione avverrà solo se questa alla fine decide di volere di più o si stanca del proprio ruolo, in effetti rendendosi conto che è solo un piccolo sporco segreto. Se vi sono richieste di più tempo, minacce di esporre la relazione o il carburante è diminuito, allora potremmo fornire un po’ più di zucchero per calmare la situazione, ma se è improbabile che funzioni, passeremo alle minacce e alla svalutazione. Quindi abbandoneremo la Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto a se stessa e la renderemo persona non gradita. Non risponderemo a nessuno dei suoi messaggi per un lungo periodo e quando daremo la risposta sarà crudele, malevola e minacciosa per garantire che la Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto resti in silenzio.

Lo Scarto

Proprio come la IPSS, lo scarto è raro, ma se succede, i tuoi messaggi saranno ignorati perché non solo sei dipinto di nero da noi, ci auguriamo che tu scompaia perché, come Fonte Secondaria Intima Sporco Segreto, possiedi il potenziale per causarci problemi. Non rispondendo neghiamo la tua esistenza. È improbabile che ti blocchiamo perché vogliamo tenere d’occhio quello che stai facendo nel caso in cui si rendesse necessario distribuire un recupero successivo maligno per tenerti in riga, ma controlleremo i tuoi messaggi però non risponderemo. Non siamo più interessati al tuo carburante, ma è piuttosto la reazione di augurarci solo che tu te ne vada e ci lasci proseguire in pace con le nostre macchinazioni.

La Fonte Secondaria Non Intima (“NISS”)

Includerà gli amici del circolo interno ed esterno insieme ai colleghi.

La Seduzione Iniziale

Ciò avviene rapidamente in quanto non ci vuole troppo sforzo per legare questa persona a noi come amico o collega in qualità di Fonte Secondaria Non Intima e in verità è improbabile che vi sia mai un’occasione, o addirittura il tempo di mancare di rispondere ai messaggi che arrivano.

La Seduzione del Periodo d’Oro

Come spiegato altrove, la Fonte Secondaria Non Intima gode di un periodo d’oro pressoché permanente perché ci affidiamo al suo carburante solo a intermittenza e quindi rimane potente. La Fonte Secondaria Non Intima è anche spesso molto leale e riceve tangenti benefici dalla nostra specie, quindi la seduzione del periodo d’oro continuerà per molto tempo.

Se c’è una mancata risposta ai messaggi è perché siamo occupati con qualcos’altro. La Fonte Secondaria Non Intima, anche se importante per noi, è sacrificabile e quindi i messaggi di una Fonte Secondaria Non Intima non saranno considerati con priorità. Il carburante ottenuto anche se buono, non è il massimo e generalmente, di pari passo con il nostro concetto di superiorità e controllo, ritiene che la Fonte Secondaria Non Intima, una volta legata, non diventerà sleale perché siamo stati lenti a rispondere ai messaggi. Siamo del parere che concluderà che siamo solo occupati e attenderà pazientemente una risposta. Non c’è bisogno di fare in fretta e non c’è bisogno di svalutarla durante questa fase. Di conseguenza, se sei una Fonte Secondaria Non Intima e ai tuoi messaggi non viene data risposta, è perché siamo impegnati a fare qualcos’altro e tu non sei una priorità.

La Svalutazione

La svalutazione di una Fonte Secondaria Non Intima è molto rara, ma se dovesse accadere, allora l’incapacità di rispondere sarà prolungata nel tempo, con molti messaggi che si accumulano senza risposta prima che alla fine rispondiamo con un feroce frase denigratoria. Non ci saranno parole di conforto, nessuna scusa offerta, ma una risposta spiacevole progettata per attingere carburante da te.

Lo Scarto

Anche lo scarto di una Fonte Secondaria Non Intima è raro, ma se succede, è come se venissi rimosso dal registro, reso persona non gradita e con ogni probabilità verrai bloccato. Ti congeliamo e senza dubbio ti abbiamo già sostituito con qualcun altro. I tuoi messaggi che cercano spiegazioni e riconciliazione saranno ignorati e anzi in molti casi nemmeno, la tua posizione è così inferiore per noi.

H.G. TUDOR

Why Won’t He Answer My Text Messages? Part Two

Pubblicato il Lascia un commento

📰 PERCHÉ NON RISPONDERÀ AI MIEI MESSAGGI? – PARTE UNO ➡

Durante la tua seduzione se non ti stessimo bombardando con quei deliziosi messaggi di testo facendoti i complimenti, invitandoti a descrivere ciò che vorremmo farti a letto quella notte, qualora tu ci interpellassi riceveresti sempre una risposta fulminea. Tutto questo fa parte del condizionamento che fa parte della seduzione. Vedi Il Gancio Del Messaggio. Anche se stessimo guidando riusciremmo a snocciolare una risposta, durante una riunione ci sarebbe una furtiva risposta scritta inviata da sotto la scrivania o da sotto il tavolo del consiglio e che dire quei messaggi a tarda notte che ti facevano sorridere a pensare a noi? Sì, eravamo sistemati nella nostra tana, che si trattasse dello studio o di un viaggio silenzioso in bagno o addirittura eravamo sdraiati a letto e ti mandavamo un messaggio mentre la fonte primaria uscente dormiva accanto a noi ignara di quello che stava succedendo. Tempi davvero Inebrianti ed emozionanti.

Tutto ciò ora è cambiato. Mandi un messaggio e non c’è risposta. Ne mandi un altro. Nessuna risposta. Componi un altro messaggio. Ancora nessuna risposta. Non conosci alcuna ragione per cui non possiamo rispondere, in effetti hai controllato, saremmo stati disponibili questa mattina e avevamo detto che lo avremmo fatto. Noi eravamo soliti rispondere in qualsiasi momento. Le tue piacevoli richieste assumeranno presto il tono di preoccupazione, irritazione, ferita e rabbia, perché ogni volta che invii un messaggio non c’è risposta da parte nostra. Perché succede questo?

Ci sono un certo numero di fattori coinvolti nel nostro comportamento quando non rispondiamo ai tuoi messaggi di testo e questo include quale tipo di apparecchio sei, lo stadio in cui ti trovi durante il ciclo narcisistico e con quale scuola di narcisista hai a che fare.

La Risorsa Primaria Intima (“IPPS”)

La forma di apparecchio che più probabilmente pone la domanda sul perché lui o lei non sta rispondendo ai messaggi di testo.

Seduzione

È estremamente raro per noi non rispondere ai messaggi di testo durante la seduzione. Come ho descritto sopra, in qualsiasi momento, ovunque e in qualsiasi luogo cercheremo di mandarti messaggi e rispondere ai tuoi messaggi come parte della seduzione del bombardamento d’amore. Vale la pena sottolineare che questo periodo non è lo stadio iniziale della seduzione (sarai una Fonte Secondaria Intima o Non Secondaria (finora) a quel punto, ma piuttosto quando la seduzione è progredita e ti abbiamo reso la nostra fonte primaria, continuiamo a incorporarti e a legarti a noi come parte del periodo d’oro. Vogliamo ricevere il tuo glorioso carburante positivo e il nostro cellulare sarà con noi dal momento che siamo amorevoli, interessati e attenti. Se non rispondiamo durante la seduzione è probabilmente perché stiamo alle prese con un alligatore e non possiamo raggiungere il telefono o siamo stati rapiti e le nostre mani e i nostri piedi sono legati e la nostra testa non è in grado di pungolare il telefono con il naso. Si, bisogna che vi siano condizioni così estreme per impedirci di rispondere durante la seduzione.

Svalutazione

È qui che il non risponderti è intenzionale. Invariabilmente sappiamo che ci stai messaggiando perché raramente non abbiamo il nostro cellulare che fa parte della missione di controllo delle nostre operazioni.

Potremmo avere il telefono in tasca e sentire il ronzio ripetuto mentre ci messaggi. Potremmo guardare una volta per accertare che stai cercando di metterti in contatto con noi e poi posare nuovamente il telefono. Questo è perché siamo occupati a sedurre qualcun altro, occupati a guadagnare carburante da un’altra fonte. Non deve necessariamente essere qualcuno che stiamo cercando di portare a letto o reclutare per diventare la nuova fonte primaria. Potrebbero essere i nostri amici fonti secondarie del nostro circolo interno con cui stavamo bevendo un drink e quindi ti stiamo triangolando con loro. Non sanno che stai mandando messaggi, ma noi lo sappiamo. Di conseguenza, otteniamo carburante dalla vicinanza dei nostri amici della circolo interno, mentre la vibrazione ripetuta del cellulare ci fornisce Carburante di Pensiero mentre ci immaginiamo che diventerai sempre più frustrato per la nostra mancata risposta.

In alternativa, il nostro cellulare sarà in vista. Potremmo essere da soli, a guardare un film, desiderare starti alla larga mentre diamo questo trattamento del silenzio. Oppure possiamo essere con altre persone. Quelle altre persone potrebbero essere amici del circolo interno o esterno, potrebbe essere una fonte secondaria che siamo impegnati a sedurre per reclutarla come rimpiazzo. Abbiamo il cellulare in mostra in modo che possiamo vedere che sei tu che ci stai messaggiando e possiamo vedere tutti o parte dei tuoi messaggi. Questo ci consente di ottenere carburante dal vedere il contenuto emotivo dei tuoi messaggi mentre ci implori, ci insulti, manifesti ferite o preoccupazione. Se siamo soli, somministrandoti un trattamento del silenzio da qualche tana, otteniamo carburante e percepiamo rinforzato il nostro potere. Se siamo con altre persone possono vedere il tuo nome che continua a lampeggiare e persino essere in grado di vedere parte del messaggio. Questo ci fornisce l’opportunità di ottenere ulteriore carburante dalle reazioni di coloro che sono con noi. Se le persone indicano di aver visto il messaggio o fanno un commento, risponderemo:

“Vedi cosa intendo quando dico che lei cerca di rovinare le mie serate con voi ragazzi; è una tale maniaca del controllo.”

“Cosa posso dire ragazzi? È completamente ossessionata da me, ma chi può biasimarla? “

“Chi è Rachel? Oh, è una ex ossessiva. Non preoccuparti per lei, lo fa sempre. Non la blocco perché potrebbe ricominciare a perseguitarmi di persona, è più facile lasciare che il telefono regga lo sforzo”.

“Chi è Emma? Questa è la pazzoide con cui sto cercando di chiudere e, come puoi vedere, non lascerà perdere. Ad ogni modo, non voglio parlare di lei, parlami ancora dei tuoi film preferiti e lascia che ti offra un altro drink.”

“Chi è Joanne? L’ho frequentata un paio di volte. Come puoi vedere è piuttosto appassionata di me da quanti messaggi mi manda”.

Così vieni spesso diffamato nei confronti degli altri apparecchi e le loro reazioni forniscono carburante. Viene fatto anche per incoraggiare il futuro rimpiazzo a impegnarsi di più per ottenere la nostra attenzione come indicato nel commento finale sopra.

Riceverai un trattamento del silenzio attraverso la nostra mancata risposta, noi otteniamo carburante dal vedere i tuoi messaggi e se ti stiamo triangolando guadagneremo carburante dagli altri apparecchi, o dagli apparecchi con cui siamo assieme. È tutto calcolato

Potrebbero esserci occasioni in cui di proposito leggeremo i messaggi. Questo non è fatto solo per ricavarne carburante, ma viene effettuato laddove sappiamo che tu saprai che abbiamo letto il messaggio. Possiamo immaginarti sempre più agitato dal momento che sai che stiamo leggendo, ma chiaramente non rispondiamo. Ciò fornisce ulteriore carburante e consente alla nostra svalutazione di essere resa forte e chiara per te.

Quando alla fine rispondiamo, può essere ore o giorni dopo, viene fatto per raccogliere più carburante da te. Invariabilmente la tua risposta è di sollievo e piacere per il fatto che ci siamo messi in contatto e riceviamo un’esplosione di carburante positivo. Se c’è dolore o rabbia, allora al contrario riceviamo carburante negativo. Potremmo non darti alcuna spiegazione sul motivo per cui non ti abbiamo risposto ritenendoti non degno di essa, tale è la nostra arroganza. In alternativa, la nostra spiegazione è incentrata sulla tua reazione. Se ci stai dando del carburante positivo, tireremo fuori qualche scusa sul fatto di non aver potuto usare il telefono, il telefono rotto ecc. (Vedi le scuse elencate in Essere Mobile) Queste spiegazioni potrebbero sembrare plausibili e anche se non lo fossero, sei troppo sollevato e felice di essere di nuovo in contatto con noi per preoccuparti di questo (cosa su cui contiamo). Non accettare quelle spiegazioni. Sono tutte bugie. Si dice che evitino la responsabilità e la verità è che la mancata risposta è stata del tutto intenzionale. Se ci stai fornendo carburante negativo, allora ti daremo la colpa per il motivo per cui non abbiamo risposto, allo scopo di provocarti ulteriormente e ottenere ancora più carburante negativo, dicendo che avevamo bisogno di un po’ di spazio, che non ci lasci mai soli, che cerchi sempre di controllarci e cose simili.

Per quanto riguarda il tipo di narcisista che non risponde ai messaggi di testo, il fatto è che questa forma di manipolazione è usata da tutte le scuole di narcisismo. È probabile che l’Inferiore ti ignori completamente. Avrà guadagnato carburante dall’istituzione del trattamento del silenzio (anche se il trattamento del silenzio non è uno dei suoi metodi di manipolazione preferiti), ma piuttosto la mancata risposta è rappresentativa della compartimentalizzazione in cui ci impegniamo (vedi Perché il Narcisista Divide Gli Apparecchi In Compartimenti) e l’Inferiore ha chiuso la porta su di te (per il momento) mentre si concentra sull’interazione con qualcun altro. Data la sua funzione cognitiva inferiore e i livelli di energia più bassi, è meno probabile che manipoli due persone allo stesso tempo e quindi preferisce non essere disturbato da te mentre si concentra sul ricavare carburante da un’altra fonte, in particolare quella che viene reclutata per sostituirti.

Il metodo di manipolazione preferito del Medio-Rango è il trattamento del silenzio e quindi farà ripetutamente uso del non rispondere ai messaggi per controllarti, farti sentire inferiore, affermare la sua superiorità in questo modo passivo aggressivo e, soprattutto, per guadagnare carburante. È più probabile che tenga il telefono in tasca mentre cerca di sedurre una nuova fonte primaria, assaporando le vibrazioni e osservando occasionalmente quando l’obiettivo è andato al bar o al bagno. Avrà il telefono in mostra quando è solo, deliziandosi nel leggere i tuoi messaggi e farà anche uso del permetterti di sapere che ha letto il messaggio e che non ha ancora risposto. È meno probabile che sia così sfacciato da avere il telefono in mostra in modo che altri possano commentare.

Il Superiore si diletterà nell’avere il telefono in una posizione di primo piano, che si illumina ed emette un bip, mentre gli dà un’occhiata e si assicura che se è con altre persone, queste vedano che è richiesto, e ciò gli permette di impegnarsi nella triangolazione. Questo fa appello al nostro senso di superiorità e al tessere trame così possiamo dimostrare che qualcuno sta cercando di mettersi in contatto con noi e possiamo snobbarlo, ignorarlo e trovare una spiegazione mentre abbindoliamo qualcun altro e questo accetta ciò che stiamo dicendo senza far domande, permettendoci di sottolineare che il nostro fascino e l’astuzia manipolativa rimangono al vertice del gioco.

Se non viene data risposta ai tuoi messaggi, non c’è dubbio che vieni manipolato e questo è interamente a nostro vantaggio.

La Parte Due esamina il motivo per cui non viene data risposta ai messaggi di testo quando si tratta di Risorse Secondarie Non Intime, Risorse Secondarie Intime e Risorse Secondarie Sporco Segreto.

H.G. TUDOR

Why Doesn’t He Answer My Text Messages – Part One

Pubblicato il Lascia un commento

👤 ALLARME SPOILER

Quando stavo con Siobhan (una ex fidanzata) il suo compleanno arrivò esattamente 4 settimane dopo che avevamo cominciato a vederci. La portai fuori per il weekend, le comprai un bellissimo braccialetto da Tiffany, feci in modo che le venisse recapitato un sontuoso bouquet di fiori alla suite del nostro hotel, la portai a fare shopping per prendere qualche vestito nuovo e qualche paio di scarpe. E lei cadde ai miei piedi. Tanto per intenderci.

Quando arrivò il suo compleanno un anno dopo non le diedi nessun regalo, la portai a cena con riluttanza alla sera. Pagò lei.
Parlai con il cameriere e insistetti perché ce ne andassimo senza prendere il dessert e la sottoposi alla tecnica del silenzio mentre guidavamo verso casa.
Volli rovinare il suo compleanno perché riguardava lei e non me. Odio che l’attenzione sia focalizzata altrove. Il mio nipotino mi ha detto che è arrivato primo ai 100 metri di corsa a scuola. Gli ho detto che io correvo più veloce di lui quando stavo a scuola.
Un collega mi ha mostrato il suo nuovo orologio. Gli ho detto che ne ho uno simile ma che il mio è meglio. Hai i biglietti per il teatro di stasera? io ci sono stato la scorsa settimana e faceva schifo. Mi raccomandi un ristorante messicano che ha appena aperto? ti dico che ci hanno mandato l’igiene. Compri una macchina? Non amo il colore e ne critico il consumo di benzina. Il fatto è che dico queste cose senza nemmeno pensarci. Quando il riflettore illumina altrove ho bisogno di strapparlo e riportarlo di nuovo su di me. È una risposta automatica.

Se devi partecipare ad una cerimonia importante, causerò un litigio con te prima che tu ci vada e dopo ti scriverò incessantemente ovunque tu sia, in modo che tu non possa godertela. Devo rovinartela. Non posso controllare questo impulso.
Sam (un’ex fidanzata) amava fare giardinaggio. Trascorreva ore durante il weekend a curare le sue aiuole. Io correvo lì intorno durante la settimana quando lei non c’era e pestavo le sue piante. Una volta che gli steli e i gambi erano piegati mi sentivo molto meglio. Devo umiliare le persone. Dalle mie lunghe conversazioni con la Dottoressa O. ho capito che è sbagliato ma non riesco a smettere. L’urgenza di distruggere, denigrare, criticare e smentire è soverchiante.
Devo rovinare. Non c’è speranza di un’alternativa.

H.G. TUDOR

Spoiler Alert

Pubblicato il Lascia un commento

👤 RASO AL SUOLO

Io sono il mastro architetto. Ti lascio a bocca aperta creando città d’oro che riflettono la magnificenza della nostra relazione.
Con vetro e cromo creo quei grattacieli che svettano nell’aria come dimostrazione dell’apice di purezza a cui ti condurrò. Fiumi puliti e scintillanti attraversano il centro di queste città, coperti da ponti intricati. La pietra dei palazzi più eleganti porta la firma di quel maestro di artigianato che sono. Il mio genio e la mia tecnica superano qualsiasi cosa tu abbia mai visto. Accuratamente, ho posto parchi naturali e giardini che fanno da oasi verde nelle diverse aree di queste città, un paradiso di flora che trasmette vita con il suono del canto degli uccelli.
Ai limiti della città, rigogliose praterie ondeggiano lontano dall’imponente grandezza delle catene montuose. Mantengo il cielo di un meraviglioso azzurro lungo tutto il giorno, tranne al tramonto quando permetto a qualche nuvola a ciuffo di attraversare l’orizzonte e aggiungersi allo spettacolo senza fiato del rosso, arancione, giallo e violetto che ho intrecciato con il cielo.
Il mio impero è vasto. È splendente e ispira riverenza. È tutto frutto del mio personale lavoro, ottenuto attraverso l’accurata applicazione nel costruire qualcosa di nobile che rappresenti la nostra relazione. È fatto delle fondamenta più solide con la maggiore fedeltà e affidabilità dei materiali. Non ci sono state scorciatoie, nessun uso di pietra sospetta ed economica, parola d’onore. Niente cadrà, invece prevarrà per sempre in tributo a te e me.

Comunque per tutto questo splendore che ho fatto con le mie mani prenderò un corrispettivo e vi porterò un’ estenuante destabilizzazione. Voglio vederlo divorato nell’inferno della mia creazione. Non ha alcun senso. Non c’è nessuna logica nel bruciare quello che ho creato. La sconsiderata distruzione di una tale bellezza è ripugnante ed è uno schiaffo ad ogni singola motivazione. Le fiamme bruciano ad una tale intensità da sciogliere l’acciaio, gocce bollenti di metallo fuso che dividono la pietra in fratture e sgretolamenti. Il vetro si rompe, frammenti anneriti collassano al suolo, il rumore della distruzione mascherato dal ruggire delle fiamme.
Rimango lì e guardo questa terribile distruzione con un ghigno sul volto, i miei occhi vuoti riflettono i pilastri di fiamme arancioni. Tu sei inginocchiata sotto di me e tengo la tua testa tra le mie mani, forzandoti a guardare questo schermo di carneficina e distruzione. Le lacrime scendono sul tuo viso, tagliando la cenere che adorna i tuoi tratti, la foschia soffocante scintilla davanti a te e i tuoi sospiri sono inudibili comparati al furore del fuoco che brucerà per giorni.
Ti costruirò un impero e dopo lo raderò al suolo. È il mio modo e rimarrà sempre così.

H.G. TUDOR

Razed to the Ground

Pubblicato il Lascia un commento

👥 SEI STATO AVVISATO

“Lo sai che non dovevi coinvolgerti con me vero, Sono difettoso.”

“Beh è un po’ troppo tardi per questo, non ti pare? Sono già coinvolta.”

“Lo so e mi fa piacere sentirti dire questo, davvero, perché ti voglio più di qualsiasi cosa. Non ho mai desiderato nessun’altra nel modo in cui voglio te ma è perché penso che staresti molto meglio senza di me.”

“Non essere stupido, che vuoi dire con questo?”

“Sei così meravigliosa, così perfetta. Davvero non ho mai conosciuto nessuna come te. È come se tutto quello che ho sempre voluto e di cui ho sempre avuto bisogno in qualcuno fosse stato mescolato insieme allo stesso tempo.

“È adorabile che tu me lo dica, ma non sono perfetta, tutt’altro.”

“Per me lo sei.”

“Che Dio ti benedica, che cosa dolce. Anche io penso che tu sia meraviglioso, per nulla difettoso. Non posso credere che tu l’abbia detto.”

“Beh lo sono.”

“Non dal mio punto di vista. Sei incredibile, premuroso, amorevole, attento, interessante, sensuale e così appassionato. Queste sono solo alcune delle cose che mi vengono in mente quando penso a te.”

“Che altro?”

“Oh lasciami pensare. Generoso, sì generoso e gentile, rispettoso e di successo. Anche divertente. Non riesco a pensare a nessun altro che può accendere l’atmosfera come fai tu. Adoro guardarti mentre hai l’attenzione di tutti, mi rendo conto di quanto amano starti a sentire.”

“Oh lo dici solo per farmi stare meglio.”

“Per nulla, credo ad ogni parola, davvero. Non ho mai incontrato nessuno così speciale come te ed ecco perché ti amo così.”

“Non dovresti, non intendo essere maleducato, ma verrai solamente ferita.”

“Come? Da te?”

“Sì.”

“Come?”

“Non lo so; semplicemente rovino sempre tutto. Potrebbe suonare strano ma in qualche modo voglio credere, intendo, diciamo che so che dovrebbe funzionare con te, con te più di chiunque altra, suppongo di essere terrorizzato che ciò che abbiamo sia così meraviglioso, così perfetto che potrei fare qualcosa per rovinarlo e allora ti feriresti e non potrei tollerare che accada.”

“Vedi, eccoti di nuovo, rispettoso e gentile.”

“Non potrei convivere con me stesso se ti ferissi e non voglio correre il rischio che accada. Non meriti di essere ferita.”

“Non accadrà, lo sento. Ciò che abbiamo io e te è qualcosa di fuori dal comune.”

“Sì, lo abbiamo vero?”

“Assolutamente. Ti amo e tu mi ami e nessuno cambierà questo.”

“Lo so, lo so, ma se, lo sai, facessi qualcosa?”

“Tipo cosa?”

“Non so, è solo che beh, le precedenti relazioni non sono state esattamente un successo no? Il mio curriculum non è fantastico.”

“No, ma non è stata colpa tua no? Guarda, mi hai raccontato tutto di quello che è successo in passato. Non molti uomini sarebbero stati così onesti come te nell’ammettere ciò che hanno attraversato. Ci vuole vero coraggio ed è tipico dell’onestà e della moralità che emani. Sei un uomo buono e sei stato trattato in modo ripugnante da certa gente cattiva. Ohhh, se mai li incontrassi, non so che farei.”

“Lo so che capiresti. Lo fai sempre. Mi prendi. Vedi, loro non l’hanno mai fatto. Ho provato sai. Ho sempre tentato di far funzionare le cose. Volevo solamente che fossimo entrambi felici ma sai quando qualunque cosa fai non è mai abbastanza? Quando non importa quanto duramente provi a compiacere qualcuno ma loro trovano sempre qualche tipo di sbaglio? Erano così. Il più delle volte mi facevano sentire come se fosse colpa mia. Avevano questo modo di rigirare ogni cosa così passavo per il cattivo di turno. È difficile da spiegare, ma questo è ciò che facevano.”

“Capisco. Certe persone semplicemente si deliziano della disperazione degli altri, ma questo non accadrà tra te e me.”

“No?”

“No. Abbiamo entrambi sofferto in precedenza.”

“Lo so. Ecco perché non voglio ferirti, lo hai già fatto abbastanza in passato e meriti di essere trattata come si deve.”

“Beh questo è ciò che fai. Non potrei desiderare un fidanzato migliore, davvero non potrei. Mi metti al primo posto, sopra qualunque altra cosa e fai così tanto per me. Lo apprezzo davvero e ogni giorno che passa mi sento più innamorata di te per via di ciò che fai per me.”

“Grazie. Questo è tutto ciò che voglio. Che entrambi siamo felici. Penso che sia solamente per via di ciò che è accaduto in passato, sono preoccupato che questa volta, avendoti trovata, andrà male di nuovo e tu verrai ferita e io non potrei sopportarlo.”

“Onestamente, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Sei portato a sentirti così solo per via di quello che ti hanno fatto. È comprensibile. Lo so che non mi feriresti mai. Come potrebbe mai ferirmi chiunque dicesse le cose che tu dici a me?Non ho mai avuto qualcuno prima che mi dicesse le meravigliose e bellissime cose che tu mi dici. Mi riduci in lacrime. Lacrime di gioia ovviamente perché semplicemente sai cosa dire, mi capisci.”

“Sì. C’è una connessione ed è profonda e piena di significato e non voglio che venga mai recisa. Combatterò fino all’ultimo respiro per rimanere legato a te. Vorrei diventare te.”

“Vedi, rieccoci, dici le cose più meravigliose.”

“Sei tu che me le tiri fuori. Se non fosse per te non so che farei.”

“Bene non hai di che preoccuparti, no? Sono tua e mi avrai sempre.”

“Dici sul serio?”

“Assolutamente.”

“Vedi sono veramente in paradiso ogni volta che ci baciamo. Non voglio ferirti o perderti mai.”

“Non accadrà. Mi avrai per sempre.”

“Lo spero, lo spero davvero.”

“Sì. Ora, niente più conversazioni su te che mi ferisci, non accadrà. Abbiamo il resto delle nostre vite per stare insieme ed essere felici. Fammi aprire un’altra bottiglia di vino, no, è il mio turno, tu stai qui. Mi stai già dietro abbastanza, lasciami fare qualcosa per te, per una volta.”

“Ok, un altro giro per favore.”

“Arrivo in un minuto. Ti amo.”

“Ti amo anch’io.”

H.G. TUDOR

You Were Warned

Pubblicato il Lascia un commento

📰 È DA SOLO ORA?

Sei stata scaricata o forse sei riuscito a sfuggire alle nostre grinfie. Non puoi fare a meno di domandarti lo stesso cosa stiamo facendo, specialmente se ti abbiamo scaricato. I pensieri corrono continuamente nella tua mente. Cosa sta facendo? Mi sta pensando? Dove è stato oggi? Perché non si fa sentire? Perché ha fatto così? Cosa ho fatto di sbagliato? Mille e una domande che ruotano intorno alla tua mente. È sempre il caso di quando sei stata scaricata e perfino quando hai messo in atto la fuga le domande arrivano lo stesso molte e velocemente perché così tanto è rimasto inspiegato e privo di risposte. Inoltre, in quanto soggetto empatico non puoi fare a meno di chiederti cosa stiamo facendo, cosa stiamo pensando e come ci sentiamo. È una risposta automatica per qualcuno come te ed è parte del motivo per cui rimani suscettibile ad un riaggancio. Qualche volta potresti domandarti come stiamo o come ce la caviamo. Potresti sperare che siamo infelici e rimpiangiamo di averti perduta. Ti impegni in attività di stalkeraggio sui social, passi con la macchina davanti a dove lavoriamo, chiedi agli amici cosa stiamo facendo e proverai a contattarci direttamente per stabilire cosa è successo (dove c’è stato uno scarto). Che tu sia fuggita o sia stata scaricata ci sono molte domande scottanti nella tua testa e una di queste è; sta con qualcun’altra ora? Curiosi un po’ e fai qualche investigazione e la risposta sembra essere, sì, è da solo. Non c’è alcun segno di una compagna. Non c’è menzione di una nuova fidanzata o partner e non siamo stati beccati con nessun’altra quando siamo stati visti in città. Sembriamo essere soli. Cosa significa questo?

Se questa situazione si manifesta con il Narcisista Inferiore, si deve considerare la condizione in cui c’è stata la fuga e quella in cui è avvenuto lo scarto. Questi fattori si applicano a due scenari in gioco. Il primo è che il narcisista sarà impegnato nel Rimbalzare. Prima di tutto far fronte al Rimbalzo che segue la tua fuga.

Avrà una nuova fonte primaria ma non la vedrà come fidanzata. Con tutta probabilità sarà un’amica del cerchio interno o esterno di amicizie dell’Inferiore. È probabile specialmente nel caso della tua fuga. Senza tempo disponibile per posizionare un rimpiazzo che è stato coltivato, l’Inferiore sarà scoppiato e poi avrà ricercato la fonte di carburante più vicina. Il modo più facile di farlo per lui, invece di spendere energie seducendo qualcuno nuovo e relativamente sconosciuto o perfino sconosciuto, sarebbe promuovere questa fonte secondaria a primaria. Questa sarà di “conforto” all’Inferiore dopo questo tuo orribile e terribile comportamento. L’Inferiore però non renderà noto che ha una nuova fonte primaria perché vuole mungere solidarietà dagli spettatori ed anche utilizzare questa simpatia per aver modo di spostarsi su un’altra amica che gli offrirà “conforto”. Rapidamente si muoverà tra questi due (forse tre) dispositivi. Un weekend la prima persona sarà la sua fonte primaria ma non si riferirà ad essa come fidanzata o cose simili. Pochi giorni dopo si muoverà su un’altra differente. Non ha problemi nel farlo. Non rende conto a nessuno. Non ha bisogno di annunciare la relazione dato che stare zitto gli concede più opportunità di carburante.

Nei termini di Rimbalzare quando c’è stato uno scarto, accade quando l’Inferiore non è completamente soddisfatto come vorrebbe della fonte primaria che stava coltivando e che è stata incastrata. Potresti essere stata scaricata perché non fornivi carburante e questo fallimento è drammatico ed ha avuto luogo prima che il tuo rimpiazzo fosse propriamente inserito. Di conseguenza, l’Inferiore limiterà i danni passando tra due fonti primarie potenziali, alternandosi tra loro finché decide quale sia la migliore e quale è incastrata. Allora farà l’annuncio, ma fino a quel punto sembra essere solo.

Il secondo scenario riguarda il “tutto in famiglia”. Questo spesso è applicabile al Narcisista Inferiore del tipo Vittima. Se sei fuggita dall’Inferiore, potrebbe promuovere un membro della famiglia come fonte primaria invece di promuovere un’amica del cerchio interno a partner intima. Si rivolge a sua madre o a sua sorella, lamentandosi della sua sfortuna e di quanto orribilmente sia stato trattato. Potrebbe tornare nella casa d’infanzia dove ottiene il suo carburante, tutto carburante solidale materno. Quindi sembra non avere partner perché non ce n’è. Perfino se c’è stato lo scarto, l’Inferiore potrebbe decidere di “fare tutto in famiglia” recitando le proprie pene mentre silenziosamente continua a coltivare una fonte primaria possibile.

Con il Narcisista di Medio-Rango quando sembra non avere partner e sembra essere da solo, non è così. Avrà una nuova partner come fonte primaria ma non vuole che tu sappia di lei. Non ancora. Questo è applicabile sia nel caso dello scarto che della fuga. Il Medio-Rango, essendo il più passivo-aggressivo delle tre scuole di narcisisti potrebbe non aver incastrato la sua fonte primaria futura con la sicurezza a cui aspirerebbe (specialmente se sei scappata) e quindi mancando dell’aggressività grezza dell’Inferiore e della sicurezza spavalda del Superiore, continua a mantenere un basso profilo finché non è sicuro che sia un legame di successo. Non vuole che tu sappia di questa fonte primaria per paura che tu possa interferire e rovinare questa fonte di carburante di cui ha tanto bisogno. Solo quando è certo che il legame sia assicurato allora si impegnerà nel “Bollettino Relazionale” e affini.

Passando al Narcisista Superiore. Di tutte le scuole di narcisismo, il Superiore è in grado di funzionare più a lungo senza una fonte primaria rispetto all’Inferiore e al Medio-Rango. Questo perché ha numerose fonti secondarie alle quali può rivolgersi. Quindi il suo esteso cerchio di amicizie, i leali Luogotenenti, una famiglia affezionata e ammiratrici che si scontrano per essere scelte come nuova fonte primaria lo riforniranno di abbastanza carburante per permettergli di funzionare. Non sarà al meglio della forma e preferirebbe di molto avere una fonte primaria operativa, ma se sei fuggita e hai spinto il Narcisista Superiore in Modalità Caos, lavorerà dietro le quinte per assicurarsi la fonte primaria ma è soddisfatto di mostrare che “non ha bisogno di nessuno” nel frattempo. Sebbene la realtà è che farà tanto clamore per trovare una nuova fonte primaria, non vuole che tu lo pensi. Vuole che tu pensi che rimanga freddo, auto-sufficiente e che non si fionderà verso chiunque ci stia. Può scegliere di meglio. Ha degli standard. Questa è l’apparenza che lui desidera proiettare e in un certo grado è vera, ma non può rimanere schizzinoso a lungo, la domanda di carburante è sempre presente e quelle fonti secondarie non lo sosterranno per molto.

La conclusione è che la fonte primaria è sempre necessaria per l’Inferiore e il Medio-Rango, più o meno immediatamente in seguito a fuga o scarto, per via della domanda di carburante. È solo apparenza il motivo per cui l’Inferiore o il Medio-Rango sembrano single (salvo quando fanno “tutto in famiglia”). Il Superiore ha presto necessità di una fonte primaria, ma può resistere più a lungo senza di essa e si divertirà nel dimostrartelo dicendo “non ho bisogno di te o di nessuno in realtà, sono un uomo indipendente”. È ovviamente una finzione. Il Superiore ha altrettanto bisogno di una fonte primaria, è solo fortunato perché per via della sua grandiosità, del magnetismo e del fascino ha molte più fonti secondarie a cui rivolgersi.

H.G. TUDOR

Is He Alone Now?

Pubblicato il Lascia un commento

📑 PERCHÉ IL NARCISISTA FA TUTTO QUESTO?

I silenzi improvvisi. I periodi di assenza di comunicazione quando prima le onde radio scoppiettavano per lo scambio di messaggi di testo inviati e ricevuti. Le ripetute chiamate durante il giorno per parlare di qualcosa e per parlare di nulla, ora svanite e vuote. L’assenza di un saluto mattutino. L’assenza di qualsiasi saluto. Solo assenza. Silenzi freddi e incessanti che si protraggono per ore, per giorni, per settimane. Ciò che c’era una volta è stato bandito. Per cosa tutto questo? Forse vuole solo un po’ di tempo da solo?

L’incapacità di dire mai mi dispiace. La frustrante mancanza di formulare mai delle scuse, è come se quelle parole non possano essere formate, oppure si manifestano ma qualcosa le fa bloccare così non vedono mai la luce del giorno? La negazione della colpa, la deflessione della colpa, il rifiuto deciso e diretto di ogni responsabilità. Tutto quello che vuoi è sentirla dire una volta, dire scusa, sentire quell’ammissione e intuire che dopotutto esiste un’umanità. Per cosa tutto questo? Forse crede che penserò meno a lei se si scusa con me?

Il carosello infinito della colpa e dell’accusa. La giostrina di quella discussione vertiginosa che non giunge mai a compimento. La schiera di “Non l’ho mai detto”, “Tu fai lo stesso”, “Non puoi continuare ad accusarmi” e molto altro ti lascia disorientato e ti fa venire la nausea. Solo una volta, solo una volta, non si può risolvere qualcosa senza questo fare il giro delle sette chiese? Deve essere sempre così? Perché mai niente viene mai messo a tacere? Perché tutto viene sepolto vivo? Per cosa tutto questo? Forse non mi capisce, forse ho bisogno di essere più chiaro su cosa intendo?

Gli impegni disdetti. Il dare buca. Le promesse di incontrarsi e poi non comparire lasciandoti turbato, infastidito e infelice. Aveva promesso. Aveva promesso che non sarebbe successo di nuovo. Il frequente chiamare e tutto ciò che ricevi è la notifica che il cellulare che stai chiamando al momento non è disponibile. Dov’è? Ha dimenticato? Non può averlo fatto, hai parlato con lui solo quattro ore fa per ricordargli l’appuntamento, soprattutto dopo quello che è successo l’ultima volta. Ti manca e non vedevi l’ora di passare la notte insieme dopo un periodo in cui non avete potuto farlo. Sicuramente avrebbe dovuto ricordarlo? I messaggi di caccia “Dove sei?”, “Sei vicino?”, “Ho aspettato venti minuti, dove sei?”, “Cosa sta succedendo, sono preoccupata”. Per cosa tutto questo? Forse ha dovuto lavorare fino a tardi, o è bloccato in metropolitana o è a corto di batteria sul telefono?

Le ripetute variazioni agli appuntamenti. Le lacrime, le urla, le delusioni, il fornire false spiegazioni per cercare di alleviare il turbamento. Sì, ha detto che ti avrebbe portato fuori oggi, deve essere preso da qualcos’altro, perché non fare qualcosa altrimenti? Come può deludere i bambini in questo modo? Il saltar fuori senza accordo e chiedere di vedere i bambini. Costringendoti a calmarlo in un angolo in modo che i bambini non abbiano paura. Lasci perdere sempre di più. Sempre facendo compromessi. Sempre cercando di spiegare il sempre più inspiegabile. Le discussioni sugli appuntamenti, le bugie su ciò che era stato organizzato, la confusione sui dettagli. Per cosa tutto questo? Sta impazzendo? Forse tu stai impazzendo?

Gli insulti e le insinuazioni, le parole cattive, i rigidi atteggiamenti e i commenti selvaggi. Le invettive del malevolo messaggio inviato alle 3 del mattino, il feroce attacco verbale al telefono, la sgridata di persona proprio prima di una serata fuori. Le taglienti osservazioni personali, le parolacce, offendere ed etichettare. Così doloroso, così avvilente, così sconvolgente. Per cosa tutto questo? Forse semplicemente non ti ama più?

Il cambiare continuamente idea. La bistecca la scorsa settimana doveva essere ben cotta e ora deve essere al sangue. Come ci si aspettava che tu sapessi, ma lo sapevi? L’eruzione e il capriccio che sono seguiti hanno dimostrato che tu eri quello da biasimare. Il rosso è buono, ora è cattivo. Niente soda con la vodka, ma ora sta sbattendo le porte e urlando perché non c’è la soda. Siedi lì, no lì, stai zitto, di’ qualcosa, lasciami in pace, non mi parli mai molto in questi giorni, fai così, no non fare così, chi ti ha insegnato a farlo è geniale, chi ti ha insegnato a farlo che sei un principiante, avanti e indietro, tira e molla, giusto poi sbagliato. Per cosa tutto questo? Forse non riesce a ricordare o semplicemente vuole continuare a cambiare per il gusto di farlo? Forse la pressione del lavoro l’ha davvero colpito in questi giorni?

Il discutere per nulla. Il discutere di nulla. Il discutere quando tutto va bene. Perché è arrabbiata tutto il tempo? Niente va mai bene, ma piuttosto che discuterne in modo civile ed essere ragionevoli l’uno con l’altro, ci deve sempre essere uno scontro. Sarebbe in grado di iniziare una discussione in una stanza vuota. Sembra prosperare nell’attirare l’attenzione. Tutti questi giorni, tutte queste occasioni, tutti questi eventi, tutti rovinati dall’epico capriccio che lei lancia. Per cosa tutto questo? Forse ha problemi con la gestione della rabbia?

Il bouquet di fiori all’improvviso. Il profumo costoso. L’improvviso viaggio verso un posto esotico ed eccitante. La delicata poesia scritta con cura su una targa di rame e posta sotto il cuscino. Le improvvise proclamazioni d’amore. La storia d’amore da capogiro. I grandi gesti. Per cosa tutto questo? Deve davvero, davvero amarmi.

Le accuse, le sfide, il dito puntato e il sogghigno. Il chiederti la verità quando stai dicendo la verità. L’inquisizione e gli interrogatori su tutto e niente. Il modo in cui hai risposto al telefono, il modo in cui indossi il vestito, gli amici da cui hai detto che andavi a far visita, l’ora in cui sei tornato a casa. Sempre le domande, le accuse di mentire, tradire e imbrogliare. Questo succede ogni volta che vuoi fare qualcosa e lui non sembra mai rendersi conto di fare lui tutte queste cose. Per cosa tutto questo? Forse è solo possessivo perché si preoccupa così tanto?

Le bugie. Le storie. Le invenzioni Ogni giorno una nuova vanteria così assurda che deve sicuramente sapere che sta raccontando una balla. Le palesi omissioni della verità. Le ripetute proteste secondo cui questa è la verità anche quando sai che sta mentendo di nuovo. Le bugie quando la verità le sarebbe stata più utile. L’incapacità di sapere che sta mentendo. Il fatto che lei sembra davvero credere che le sue bugie sono la sua verità. Per cosa tutto questo? Forse lei è solo una bugiarda nata e una visionaria?

Le sparizioni ogni volta che hai bisogno di aiuto. Le scuse che ha qualcos’altro di più importante quando tu hai bisogno di supporto. L’improvvisa freddezza quando chiami e spieghi che sei stato di nuovo vittima di bullismo al lavoro. Lo sguardo distante e l’alzare gli occhi al cielo mentre cerchi di spiegare perché stai piangendo. L’improvvisa mancanza di disponibilità quando hai bisogno di una mano. Il fatto che devi difenderti anche se sei troppo debole per stare in piedi e ti gira la testa. Il sottrarsi alla responsabilità, il rifiuto di assistenza e prendere le distanze quando sei ferita. Per cosa tutto questo? Forse semplicemente non sopporta la vista del sangue o non sa cosa fare quando qualcuno è malato?

Il flirtare, lo stare fuori fino a tardi, l’ubriachezza, le droghe, il gioco d’azzardo, l’odore del profumo sui suoi vestiti, gli scontrini dei bar di lap-dance, le ore e ore e ore trascorse a guardare il porno online, l’ossessione per i videogiochi, gli improvvisi e misteriosi viaggi lontano. Per cosa tutto questo? Forse ha una personalità dipendente?

Le lacrime, le suppliche, l’accattonaggio, la richiesta di un’altra possibilità, le assicurazioni che non accadrà mai più, le promesse di farsi aiutare , il panico nei suoi occhi e il lamento dalla sua bocca. Il bisogno, le ripetute richieste di fare le cose giuste, le lunghe spiegazioni complicate, il ripetere che dovremmo stare insieme e quanto stiamo bene reciprocamente, le promesse, il futuro, oh le promesse di ciò che il futuro può riservare ad entrambi. Per cosa tutto questo? Forse lui sta male e non dovresti lasciare qualcuno con un tale bisogno?

Forse ha difficoltà ad esprimersi?

Forse non ha mai avuto nessuno in grado di tenergli testa?

Forse ha problemi ad aver fiducia nelle persone?

Forse è solo disorganizzato?

Forse ha difficoltà ad essere un genitore single?

Forse non può evitare di sentirsi così?

Forse è indeciso?

Forse si sente poco apprezzato?

Forse ti ama davvero?

Forse questo è il suo modo di amarti?

Forse lei è solo diversa?

Forse non ti ama più?

Forse non può fare a meno di essere geloso perché ti ama davvero?

Forse lei dice bugie per sentirsi meglio?

Forse si scontra con le responsabilità?

Forse è stanca?

Forse è spaesato?

Forse è oberato di lavoro?

Forse è stressato?

Forse non sai con cosa sei invischiato?

Forse crei troppe scuse per loro?

Per cosa tutto questo?

Controllo e carburante.

H.G. TUDOR

Why Does the Narcissist Do All of This?