🎗PERCHÉ IL NARCISISTA TE NE DÀ UNA CALDA E UNA FREDDA? PARTE UNO ➡

191102D Why Does The Narcissist Blow Hot and Cold Part One (WNAAD).jpg

“Non capisco, un minuto è tutto sorrisi e coccole e quello dopo si comporta come se non mi conoscesse.”

“Non so cosa sta succedendo. All’inizio della settimana voleva uscire con me e ora quando chiamo per prendere accordi non sembra interessato. “

“Era di cattivo umore e poi improvvisamente è stato davvero gentile con me e non ho idea del perché.”

Sensazioni familiari? Con ogni probabilità lo sono quando hai a che fare con la nostra tipologia. Perché succede che un momento tutto è meraviglioso e quello dopo tutto va storto? Perché ci sono periodi di euforia e poi periodi di erosione? Perché siamo così incoerenti nel modo in cui ci comportiamo con te? Iniziamo con la Risorsa Primaria Intima, il destinatario più comune di questo comportamento.

La Risorsa Primaria Intima (“IPPS”)

Che tu sia nostra moglie, fidanzato, partner o amante, la IPPS si troverà soggetta a questo comportamento vacillante.

Il Periodo D’Oro della Seduzione

Una volta che sei stato installato come fonte primaria, conformandoti alla tua seduzione come partner intimo fonte secondaria, raccogli i frutti di essere la nostra fonte primaria di carburante, la pupilla dei nostri occhi e la luce della nostra vita. Ci sarà solo il calore della passione costruita, il calore della cura apparente e il fuoco del desiderio inventato durante questo periodo.

Durante questo periodo d’oro la nostra furia (che cova sotto) è effettivamente limitata e quindi non si manifesta. Questo “limite” si verifica per due motivi. Il primo è che ci fornisci carburante positivo e quindi se ti è capitato di criticarci, siamo in grado di ignorarlo perché (a) siamo stati ben alimentati in modo positivo e (b) ti consideriamo come ‘bianco’; sei meraviglioso e la nostra mente è impostata in modo tale che la critica non ha lo stesso effetto. In secondo luogo, anche se abbiamo iniziato a reagire alle tue critiche, esercitiamo il controllo perché non vogliamo perderti in questo frangente e vogliamo che continui a fluire carburante positivo (non vogliamo il tuo carburante negativo in questa fase). C’è anche il fatto che è altamente improbabile che tu ci muova critiche a causa del modo in cui ti stai ponendo con noi durante questo periodo d’oro.

Di conseguenza, è estremamente raro vedere che diamo una calda e una fredda durante la seduzione per questi motivi. Potresti imbatterti in una reazione da parte di un Narcisista Inferiore che viene criticato all’inizio del periodo d’oro, che non è capace di esercitare un controllo sufficiente e di conseguenza sbotta, ma è estremamente raro.

Il Periodo di Svalutazione

È qua che inizia l’alternanza tra caldo e freddo e ci sono una varietà di ragioni per cui questo accade.

La prima si verifica al Momento ed avviene in conseguenza dell’accensione della furia. Se tu dici (o più probabilmente) fai qualcosa che è percepito da noi come critica, questo ci ferisce. Tieni presente che potrebbe non sembrare una critica dal tuo punto di vista, anzi, di solito ti sfugge completamente il motivo per cui abbiamo reagito come abbiamo fatto. Il darti caldo e freddo che si verifica al Momento è naturalmente colpa tua.

Qualunque cosa tu abbia detto o fatto, è stata percepita come una critica. Questo ci ferisce e il nostro meccanismo di autodifesa è la furia ribollente, che è sempre presente, da innescare. Ciò accade più spesso con narcisisti Inferiore e di Medio Rango perché questi membri dei nostri confratelli non sono in grado di controllare la loro furia con la stessa abilità e disciplina dei Superiori.

Questa furia innescata può manifestarsi come furia accesa mentre sbottiamo e ti chiamiamo di tutti i nomi, rompiamo le cose, sbattiamo le porte, ti colpiamo e cose del genere. Di conseguenza, tutto stava andando bene, tu susciti una critica e la nostra rabbia vulcanica esplode mentre la situazione si fa surriscaldata. In alternativa, questa furia innescata emerge come una furia fredda per cui sei soggetto a un’occhiataccia funesta, ad essere trattato con freddezza e sottoposto a trattamenti del silenzio. Quindi la situazione diventa fredda come il ghiaccio.

In un batter d’occhio, hai ribaltato la situazione con le tue critiche. La nostra reazione è basata sull’autodifesa. Dato che sei nel periodo di svalutazione, il “tappo” sulla nostra furia che esisteva durante il periodo di seduzione è stato rimosso. Di conseguenza, è solo questione di tempo prima che tu faccia o dica qualcosa che accende la nostra furia e, boom, reagiamo. Un minuto prima ci stiamo godendo un film in famiglia e quello dopo abbiamo gettato i popcorn attraverso la stanza e ti stiamo fissando dalla nostra poltrona.

Il motivo per cui la furia si accende è di provocare una reazione intensa, in modo che tu reagisca e ci fornisca carburante (o che lo facciano altre persone che assistono all’esplosione). Di solito, la furia accesa è diretta verso la persona che ha causato le critiche passando alla punizione e alla necessità di farle fare ammenda per la sua trasgressione. Insultandoti, picchiandoti, sputandoti, spingendoti, fissandoti, sedendoci e tenendo il broncio puntiamo a suscitare una risposta emotiva da parte tua. Questo ci fornisce il carburante. Una volta che ci fornisci carburante, la ferita che hai causato viene sanata e la nostra furia accesa diminuisce. Di conseguenza, andiamo avanti come se nulla fosse accaduto. Pertanto, nel giro di pochi minuti passiamo dalla calma all’ira e poi di nuovo alla calma. Te ne abbiamo data una calda e una fredda e naturalmente deve essere colpa tua perché non abbiamo mai colpa nelle nostre menti.

Questo è il modo in cui diamo caldo e freddo in un istante e mentre teoricamente ciò potrebbe accadere in qualsiasi fase del ciclo narcisistico accade più con la IPPS durante la svalutazione.

Inoltre te ne diamo una calda e una fredda per un periodo prolungato a causa della necessità di contrasto. La terza legge di Isaac Newton ha dichiarato

“Per ogni azione, c’è una reazione uguale e contraria”.

Mentre questo era riferito al campo della fisica, si applica in ugual misura alla dinamica narcisistica. Dobbiamo creare contrasto per ottenere il carburante più potente. Se scaviamo un fossato che è profondo tre metri e ti ci spingiamo dentro, probabilmente ti farai male mentre cadi nel fosso. Se costruiamo una torre alta trenta piedi accanto alla fossa e ti spingiamo dalla cima della torre, fai una caduta di quaranta piedi e soffrirai molto a causa di questo contrasto più forte.

Quando ti seduciamo, stiamo svalutando qualcun altro.

Quando ti svalutiamo, stiamo seducendo qualcun altro.

Quando ti concediamo un periodo di tregua durante la svalutazione è perché ci siamo rivoltati contro qualcun altro e ti vediamo di nuovo come “bianco”.

Quando iniziamo a svalutarti di nuovo è perché stiamo assaporando la ripresa della seduzione dell’altro o forse stiamo cominciando una nuova seduzione con un nuovo apparecchio.

Si tratta di creare quel contrasto.

Se ci sono momenti in cui siamo entrati in casa e iniziamo a rimproverarti dal momento in cui arriviamo, non riesci nemmeno a capire cosa puoi aver fatto per provocare questo. L’atto di sminuire è iniziato nel momento in cui abbiamo attraversato la porta. Quello che è successo è che siamo stati con qualcun altro (non necessariamente in modo intimo, potrebbe essere stata una Risorsa Secondaria Non Intima, un amico) e avendo guadagnato il loro carburante positivo, ci fa venire in mente il motivo per cui ti stiamo svalutando. Questo ci obbliga a continuare a considerarti “nero”, quindi siamo sgradevoli con te non appena ci compari davanti e continuiamo così finché la tua risposta emotiva non ci alimenta poi ci fermiamo.

Se stiamo guidando e tagliamo la strada a un altro conducente, che poi si accosta di fianco a noi, imprechiamo contro di lui e minacciamo di uscire dalla macchina e premere sulla sua trachea fino a quando non rantola, otteniamo carburante negativo dalla risposta spaventata o arrabbiata dell’altro guidatore. Possiamo quindi rivolgerci a te (anche durante la svalutazione) e sorridere e baciarti sulla guancia, per goderci la tua risposta positiva contrasta con quella negativa che abbiamo appena ottenuto.

Di conseguenza, quando stiamo seducendo qualcun altro, lo vediamo “bianco” e quindi tu sei “nero” perché abbiamo bisogno del contrasto tra voi due. La IPSS che stiamo seducendo è vista come meravigliosa (e tanto più perché ti disprezziamo) e tu come IPPS vieni visto come pessimo (e tanto più perché adoriamo la IPSS). Il contrasto rende il carburante da entrambe le fonti il più potente possibile.

Se decidiamo di darti un Periodo di Tregua, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che una NISS è stata sleale e l’abbiamo svalutata, quindi consideriamo la tua lealtà accanita come una cosa buona per un breve periodo. Potrebbe essere perché la IPSS che stavamo coltivando non sta ottemperando come ci aspettavamo e anche se la nostra delusione per essa non è sufficiente a indurci a svalutarla, significa che per il momento la accantoneremo e tu ci guadagnerai ottenendo un Periodo di Sollievo.

Tutti i vari apparecchi a cui siamo connessi hanno un effetto l’uno sull’altro e soprattutto sulla IPPS.

Così durante il periodo di svalutazione troverete che ci comportiamo “bene” con voi, quando non siamo né particolarmente piacevoli né orribili, ma poi improvvisamente passiamo a essere sgradevoli e poi un Periodo di Sollievo arriva dal nulla. Ti sembrerà arbitrario e incoerente, ma c’è una logica dietro di esso.

Lo Scarto

Che dire del periodo post scarto quando una volta eri la IPPS e sei stato declassato da quella posizione suprema? Una volta ti adoravamo e ora non ti riconosciamo nemmeno. Questo perché siamo ossessionati dalla nuova fonte primaria e non ci interessi più. Questo è il motivo per cui se rimani fuori dalle nostre sfere di influenza e i Criteri di esecuzione di Recupero non vengono soddisfatti, non avrai nessuna notizia da noi nelle immediate vicinanze dello scarto.

Poi, qualche tempo dopo, appariremo con sorrisi e complimenti mentre mettiamo in atto un Recupero Successivo Benigno. Il nostro approccio con te è cambiato di nuovo e tu non hai fatto nulla. In tal caso, ora stiamo svalutando il tuo rimpiazzo e vogliamo un po’ di delizioso carburante di recupero da parte tua. Hai attivato un recupero, sono stati rispettati i Criteri di esecuzione di recupero e così ti diamo la caccia per quel carburante positivo di recupero Negacelo e potremmo improvvisamente passare in un istante ad un recupero maligno; ancora una volta sei perplesso sul motivo per cui il nostro atteggiamento nei tuoi confronti è cambiato così rapidamente, ma dal nostro punto di vista ha senso. Se hai respinto il nostro recupero e abbiamo deciso di non recuperarti, il modo più semplice per ottenere un po’ di carburante da te (per curare la ferita causata dalle tue critiche di rifiuto) è quello di somministrare un recupero maligno e cercare da te carburante negativo.

Se ti avvicini a noi quando siamo infatuati della tua sostituta, riceverai un recupero maligno (se non ignorato, come spiegato in https://www.facebook.com/narcisismotudoritaliano/photos/a.473907289775421/473895846443232/?type=3&theater) perché in quel momento la tua sostituta viene considerata “bianca”, quindi tu rimani “nera” come reazione uguale e contraria.

Te ne diamo una calda e fredda a causa dell’accensione della nostra furia del momento ed anche per questa costante necessità di creare contrasti e in accordo con il principio delle reazioni uguali e contrarie. Ecco perché ci impegniamo a pensare in bianco e nero, ci consente di creare il contrasto che i nostri bisogni richiedono e di conseguenza ci porta a dartene una calda e una fredda. A volte il caldo appare come passione e desiderio, altre volte come rabbia, a volte il freddo appare come indifferenza e disinteresse e altre volte è un trattamento del silenzio e ignorarti. Finché c’è un contrasto, te ne diamo una calda e una fredda.

Gli effetti del darne una calda e una fredda sono i seguenti:

1. Il primo e il più importante la raccolta di carburante. Questo è per alimentare il costrutto e anche in certi casi per guarire la ferita causata dalle tue critiche;
2. Per mantenere il controllo su di te;
3. Per sottolineare la nostra onnipotenza dal momento che siamo in grado di controllarti;
4. Per evidenziare la nostra nozione di superiorità;
5. Per disorientarti così ci fornisci carburante e non riesci a comprendere ciò che sta succedendo;
6. Per creare un’apparente mancanza di coerenza che ti impedisce di capire e aumenta la tua confusione;
7. Per impedirti di riuscire ad andare avanti perché sei emotivo, confuso e disorientato.

Tutto quanto sopra si combina in modo tale che ci sia un meccanismo a catena mentre te ne diamo una calda e una fredda.

La seconda parte esamina perché ne diamo una calda e una fredda alla Risorsa Intima secondaria, alla Risorsa Secondaria Intima Sporco Segreto e alla Risorsa Secondaria Non Intima che include la dinamica narcisistica familiare.

H.G.TUDOR

Why Does The Narcissist Blow Hot and Cold? Part One

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

I contenuti di questo blog nascono nel Regno Unito dalla mente e dalla penna di HG Tudor, Narcisista Superiore Élite, che con l’aiuto dei suoi psichiatri ha deciso di svelare al pubblico cosa c’è nella sua mente. Due anni dopo la nascita ho scoperto per caso il blog di HG, dopo aver subito lo scarto da parte di Angelo Arcangeli, un Narcisista di Medio Rango Centrale, seguito da una feroce campagna diffamatoria, e ho iniziato a seguirlo trovando conferme e conforto nella lettura dei suoi articoli e, dato che possiedo una certificazione di inglese ESOL Proficiency e sono da sempre appassionata di lingue straniere, ho deciso di tradurre l’intero blog per mettere a disposizione delle altre vittime come me tutto questo prezioso materiale senza fini di lucro. Oggi a distanza di altri due anni il blog di HG Tudor è interamente tradotto, ed è nato un blog simile al suo con tutti gli articoli tradotti in italiano. È possibile inoltre usufruire dei servizi a pagamento messi a disposizione di HG Tudor come consulti e pacchetti di contenuti extra con un minimo contributo per la traduzione.

Rispondi