📰 PERCHÉ IL NARCISISTA RENDE TUTTO COSÌ DIFFICILE

191115F Why The Narcissist Makes it All So Difficult.png

Ti sarai fatto questa domanda molte volte in silenzio. Lo avrai chiesto ad amici e parenti mentre racconti l’ultimo confuso attacco di comportamenti da parte nostra. Potresti persino spingerti a chiederci perché rendiamo tutto così difficile. La tua confusione deriva da diversi punti. Prima di tutto, la vita dovrebbe essere una ciotola di ciliegie e filare liscia. Hai una buona casa, due macchine sul vialetto, puoi andare in vacanza, non ci sono preoccupazioni per le bollette, i lavori sembrano sicuri. Non sei ricco ma sei in una posizione fortunata. Tutti in famiglia godono di buona salute, hai due splendidi figli e la famiglia allargata è solidale e partecipa alla tua vita. Una volta stavate bene insieme, splendidamente, un vero incontro fatto in cielo che mostra che è possibile e quindi suggerisce, non è vero, che questo può essere resuscitato e restituito, se solo lui avesse voluto e provato a farlo. Andando oltre a questo, tu dai tutto alla relazione. Non sei cambiato. Resti devoto, amorevole, lavorando duramente per l’unità familiare sia in ufficio che a casa. Tu prepari i pasti, suggerisci giornate fuori, ti occupi della lavanderia e delle faccende domestiche con poco sostegno in cambio. Tu sai che ci dai più di te stesso, emotivamente e in termini di dedizione al concetto della nostra relazione e a dire la verità non ti dispiace farlo. Sei sempre stato un donatore e ricavi piacere nel vedere le altre persone contente e felici sapendo di aver avuto un ruolo in esso. Anche se sarebbe bello ricevere un po’ di affetto di tanto in tanto, potresti vivere senza di esso, se sei completamente onesto, se solo non avessimo reso tutto così difficile.

Non puoi capire perché rendiamo la vita così difficile. Non c’è nulla di cui essere turbati o preoccupati. In effetti, con la tua tolleranza e la tua natura generosa, siamo sicuramente caduti in piedi. I tuoi amici ti dicono che, dato tutto quello che fai per noi, dobbiamo gettarci in ginocchio e adorarti quando entri dalla porta la sera. Tu ridi di tali suggerimenti, dato che sei troppo modesto, ma dentro di te desideri che ci possa essere un riconoscimento, un ringraziamento per tutto ciò che fai. Non deve essere ricambiato, tu sei contento di quel ruolo, ma se solo accettassimo questo enorme vantaggio che abbiamo e non rovinassimo le cose, causassimo discussioni e portassimo discordia quando non ce n’è davvero bisogno. Potresti capirlo se efettivamente facessi qualcosa di sbagliato ma non lo fai, lo sai che non lo fai. Di tanto in tanto ti ritrovi ad analizzare ciò che fai e ti chiedi se forse sei tu a provocare questi improvvisi sbalzi d’umore, gli attacchi, i silenzi col broncio e l’irritazione. Ogni tanto pensi di aver fatto qualcosa di sbagliato, ti scuserai e farai ammenda, non che ti porti da nessuna parte. A volte pensi che staresti meglio se arrivassi ubriaca, prendessi a calci il cane e ci chiedessi di prepararti qualcosa da mangiare prima di addormentarti davanti alla televisione. Forse se tu venissi pieno di furia e ci dessi uno schiaffo potremmo rispettarti di più, perché sembra che la tua dedizione e sottomissione non ti portino a nulla. Questo pensiero ti passa spesso attraverso la mente ma tu sai che non potresti comportarti così, perché tu non sei così, ma ti fa chiedere cosa devi fare per ottenere il nostro rispetto, il nostro interesse e il nostro amore ancora una volta, come era una volta.

Non puoi capire perché una persna dovrebbe scegliere di essere così difficile e così spesso. Abbiamo tutti i vantaggi. Perché non accontentarsi di questi e di vivere una vita meravigliosa con una famiglia deliziosa e una moglie adorabile? Sicuramente è molto più facile che provocare il caos, il pandemonio e il turbamento? Non solo queste tempeste spuntano dal nulla, ma non riesci a capire perché ci si possa comportare in questo modo con una persona che noi presumibilmente amiamo e di cui ci preoccupiamo. Non ha senso, non ha alcun senso, ma non hai intenzione di mollare. Non sei un perdente. Scoprirai di cosa si tratta e apporterai le modifiche appropriate in modo che la vita sia davvero un letto di rose.

Quante volte ti sei sentito in questo modo? Molte volte dovrei immaginare. È straordinario e incredibile che quasi preferiamo una vita di conflitto anziché quella che potrebbe essere una vita serena e piacevole. Questo non ha alcun senso per te. Il fatto è che noi non scegliamo di causare confusione e caos, dobbiamo. Certo, scegliamo il grado e l’estensione, il Superiore del nostro tipo elaborando le nostre macchinazioni particolarmente selvagge e atroci che aumentano il dolore e la sofferenza, ma tutti noi, che siano Inferiori o di Medio Rango o Superiori, non scegliamo una vita di conflitto con voi, il nostro partner intimo, deve succedere.

Abbiamo bisogno di creare una scenata perché ci nutriamo dell’emissione di emozioni generata da voi in risposta a questa scenata e questo ci fornisce carburante. È stato superato il momento in cui possiamo contare sulla tua ammirazione, amore e affetto, che è diventato stantio anche se non lo liquidiamo così. Per far sì che l’ammirazione, l’amore e l’affetto appaiano brillanti e nuovi (anche se solo per un breve periodo) dobbiamo creare la scenata, il rovescio della medaglia e il conflitto in modo che ci sia un contrasto. Questo contrasto ci permetterà di ripristinare il nostro “lato buono”, il periodo d’oro e le cose sembreranno meravigliose per un periodo di tempo, ma poi la sensazione stantia torna ancora una volta. Quindi il conflitto deve essere ripreso. Tu non hai controllo su questo. Non importa quanto cerchi di accontentarci, di accoglierci e di fare le cose che ci piacciono, questo inestinguibile bisogno di carburante implica che le montagne russe non si fermeranno. Non c’è spesso alcuna logica, dalla tua prospettiva. Potresti notare certi comportamenti che ti dicono che la tempesta sta per essere scatenata, ma spesso non lo saprai. Questo perché ciò che scatena la tempesta è l’ignizione della nostra furia causata dalle tue critiche nei nostri confronti. Queste critiche di solito sono più facilmente percepibili da noi che reali per te e questo significa che dovrai sempre faticare per identificarle. Credimi, un semplice “Ciao, come stai?” può scatenare la tempesta. Nel nostro mondo consideriamo questo semplice e piacevole saluto come una domanda non necessaria e il suggerimento che c’è qualcosa di sbagliato. Se c’è qualcosa di sbagliato, allora questa è una critica. Questo è il motivo per cui sembriamo scoppiare per “niente”. È niente nel tuo mondo, ma nel nostro c’è stata una critica e questo accende la nostra furia con il conseguente urlare, cattiveria, bronci e trattamenti del silenzio. Non esiste uno schema per questo comportamento. Una sola volta non si può dire che sia tre settimane buone e una cattiva. Puoi avere mesi di periodo d’oro reintegrato prima che un altro tornado attraversi la tua vita. Ci può essere una successione di tornado ogni singolo giorno per un mese. Ti lascerà sempre confuso e sconcertato sul perché ci comportiamo in questo modo quando c’è così tanto di buono nella nostra vita, così tanto da divertirci e guardare avanti. Come al solito è perché guardi il mondo dalla tua prospettiva. Dal nostro è molto diverso. Non scegliamo di rendere la vita difficile, dobbiamo.

H.G. TUDOR

Why Does The Narcissist Have To Make It So Difficult?

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi