📰 DOVREI METTERMI IN CONTATTO CON IL NARCISISTA?

78768304_118415826295500_9054371559157792768_n.jpg

La creazione di ansia ed incertezza sono due preoccupazioni che generiamo in molto di ciò che facciamo. Entrambi hanno l’effetto di fermarti dal fare cose, prevenirti dall’analizzare questioni in modo efficace e alla fine dall’aiutare te stesso a fuggire dalla nostra presa. Un modo di farlo è attraverso l’Avvertimento Preventivo di Trattamento del Silenzio. Ora, è nostra usanza, quando applichiamo il trattamento del silenzio di non dirti ciò che stiamo facendo. Se è un Trattamento del Silenzio con Presenza, rimaniamo piuttosto vicini a te ma non parliamo né ti rispondiamo. Presto capisci che è un trattamento del silenzio ma non ne sei stato avvisato prima. Il Trattamento del Silenzio con Assenza è quando assentiamo noi stessi dalla tua presenza. Possiamo semplicemente andarcene, possiamo andare via come previsto ma poi rimanere lontano o possiamo semplicemente non farci vivi quando previsto e spesso ci vuole poco prima che tu realizzi che sei stato sottoposto ad un trattamento del silenzio, inizialmente pensi semplicemente che non puoi contattarci o che dobbiamo essere occupati e solo successivamente ti rendi conto che ti stiamo facendo un Trattamento del Silenzio con Assenza.

L’ Avvertimento Preventivo del Trattamento del Silenzio consiste nel dirti che non vogliamo che tu ci contatti ma non è ancora immediatamente chiaro che sia trattamento del silenzio quello che ti viene inflitto. Considera queste frasi, ad esempio:-

“Sarò in riunione tutto il giorno quindi non chiamarmi.”

“Mi metto a dormire quindi non chiamarmi. Ti chiamerò quando sarò disponibile.”

“C’è poco segnale nell’area quindi sarò in isolamento per la maggior parta del viaggio.”

“Ho bisogno di un po’ di spazio per me, quindi per favore non metterti in contatto. Ti chiamerò.”

“Ho molto da fare oggi quindi non chiamarmi e non mandarmi messaggi.”

Sembrano tutte legittime ragioni per non rimanere in contatto per un periodo di tempo ma quando vengono pronunciate da noi ciò che ti stiamo realmente dicendo è;

“È il momento del trattamento del silenzio e mi chiedo, per quando tempo puoi affrontarlo?”

Il momento di questo Avvertimento Preventivo di Trattamento del Silenzio e la chiave per riconoscerlo. Prima di tutto, è meno probabile che diremo le cose sopra durante la seduzione a meno che non siano in realtà vere, ma ci sarà una Condizione Confortante attaccata alla frase. Quindi,

“Sarò in riunione tutto il giorno quindi non contattarmi, ma salterò fuori e ti darò una chiamata appena ne ho la possibilità, perché sai quanto mi manchi.”

“Mi metterò a dormire quindi non chiamarmi. Ti chiamerò circa alle 8. Se non senti nulla per quell’ora, chiamami tu.”

“C’è poco segnale nell’area quindi sarò in isolamento per la maggior parte del viaggio, quindi troverò un telefono fisso in cui puoi contattarmi e ti farò sapere qual è prima che posso. Vorrei che venissi con me. Odio starti lontano.”

“Oggi ho tantissimo da fare quindi per favore non chiamarmi e non mandarmi messaggi, fino all’1 del pomeriggio a meno che ovviamente non ci sia un’emergenza, ma ti manderò un messaggio appena posso perché mi manchi.”

Nota che non c’è riferimento al bisogno di spazio. Questo perché noi non vogliamo spazio da te durante la seduzione, tutt’altro. Effettivamente, accetteremo con riluttanza un’assenza forzata da te durante la seduzione e se possibile proviamo a modificare gli appuntamenti e cose simili per assicurarci di trascorrere del tempo con te.

L’Avvertimento Preventivo di Trattamento del Silenzio viene dispensato durante la svalutazione e quando ci sono circostanze specifiche. Lo facciamo quando sappiamo che tu hai il timore che siamo interessati sentimentalmente a qualcun altro, che passiamo del tempo con qualcun altro e le nostre motivazioni (e quelle dell’altro) non sono chiare. In sostanza, quando ti stiamo triangolando (anche se forse tu non capisci che sta avvenendo questo) dirameremo l’Avvertimento Preventivo di Trattamento del Silenzio. Lo facciamo perché ci permette di esercitare potere su di te controllandoti e dicendoti se è permesso interagire con noi. Implica anche che ti venga detto da subito che ci sarà un silenzio (anche se non saprai necessariamente che è un trattamento del silenzio). Noi sappiamo che questo ti porta a domandarti se il silenzio sia reale e quindi che inizierai ad andare in ansia. Ti sentirai incerto riguardo il fatto se siamo davvero non raggiungibili e se c’è la possibilità che stiamo facendo altro. Il problema è, che noi sappiamo che tu hai solo dei sospetti e nulla di concreto.

Di conseguenza, quando sai che siamo apparentemente non raggiungibili ti chiedi con chi siamo e cosa stiamo facendo. Questo ti rende ansioso. Questo ci fornisce carburante anche se non assistiamo perché sappiamo come ti sentirai. Sappiamo che:-

Prenderai in considerazione l’idea di mandarci un messaggio per vedere se lo riceviamo.

Prenderai in considerazione l’idea di mandarci un messaggio per vedere se viene letto.

Proverai a chiamarci sul cellulare per vedere se suona

Proverai a chiamarci da un numero nascosto per vedere se rispondiamo e se tu riesci a discernere ogni rumore di sottofondo.

Controlli i nostri profili social per vedere se c’è stato qualche aggiornamento quando eravamo presumibilmente incapaci di contattare chiunque.

Sei lacerato tra il volerti sbarazzare dell’ansia scoprendo ciò che sta realmente succedendo e il rischio di sbagliare e irritarci. Hai paura che abbiamo interesse verso qualcun altro e che in realtà stiamo passando del tempo con lui o lei. Se non fai qualcosa, questo momento prosegue incontrastato. Quest’ altra persona potrebbe non sapere di te ma se tu ti metti in contatto con noi e ti manifesti, allora stai marcando il territorio e forse dando un avvertimento di starci lontano. Troverai anche le prove del fatto che ti abbiamo mentito che poi userai contro di noi. A questo punto non hai il desiderio di liberarti di noi. Al contrario, la svalutazione è qualcosa che vuoi aggiustare per tornare al periodo d’oro, ma non puoi sopportare questa incertezza. Vorresti prendere una decisione ma se fosse che ti abbiamo detto la verità e vai ad interrompere la nostra riunione? Non solo saremo furiosi con te, possiamo rinfacciartelo in futuro (e hai dannatamente ragione che lo faremo). Ma d’altra parte, se siamo con qualcun altro e forse sappiamo che hai dei sospetti e non fai niente a riguardo, possiamo pensare che non ti importi e che non vuoi combattere per trattenerci? È piuttosto sorprendente l’effetto che l’incertezza e l’ansia possono avere su qualcuno che viene fatto sentire gradualmente sempre più insicuro.

Nel frattempo noi attingiamo carburante da questo. Se ti abbiamo detto la verità, otteniamo carburante nel saperti ansioso. È più facile che sia una bugia e o siamo con qualcun altro o semplicemente vogliamo stare lontani da te. In entrambi i casi viene ottenuto più carburante ed esercitiamo il nostro controllo su di te tramite questo Avvertimento Preventivo di Trattamento del Silenzio. Tu sei nel dilemma se dovresti metterti in contatto con il narcisista o meno. Tu cosa faresti?

H.G. TUDOR

Should I Get In Touch With The Narcissist

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi