👤 COLPIRTI

191112E Shoot You Down.jpg

Uno struggente lamento che sento spesso è sulla falsariga di

“Perché devi sempre colpirmi? Ti do tutto ciò che potresti desiderare. Perché non puoi semplicemente essere felice così?”

Come al solito inganni te stesso con una simile affermazione. Tu non mi dai tutto ciò che potrei desiderare. Tu pensi di sì, ma quello è l’egocentrismo che spesso manifesti che si insinua di nuovo. Di sicuro ci tieni, te lo garantisco, ma tu commetti l’errore di pensare che quello che fai sia ciò che vogliamo. Ciò che vogliamo è il carburante. Io so cosa viene dopo.

“Ti ho sempre detto quanto ti amavo, ti ammiravo e mi complimentavo spesso e frequentemente con te. Come potrei farti sentire ancora meglio di così con te stesso?”

Qui sta il problema. Non importa quanto siano buone le tue intenzioni e quanto frequenti siano le tue adorazioni su di me, stancheranno sempre la mia specie e me. Abbiamo ascoltato le tue parole gentili e visto i tuoi gesti di riconoscenza troppe volte e, beh, questo non fa più per noi. Sono sicuro che tu capisci quelle persone che sarebbero le prime a lamentarsi se un partner di lunga data adotta sempre la stessa routine in camera da letto. Non fa più colpo vero? Bene, per noi è proprio lo stesso. Alla fine potresti accettare che le cose si raffreddino un po’ in camera da letto e so da quello che ho visto e sentito che scambi questa passione (anche se non sempre, ci sono alcuni amanti del brivido sessuale nella tua specie) con altre qualità che trovi attraenti – umorismo, amicizia, sicurezza, calore, buone capacità genitoriali, intelligenza e simili. Non c’è speranza di fare un simile commercio con noi. Noi vogliamo solo una cosa dalla nostra relazione. Carburante. A noi non importa (alla fine) quanto sei bello, quanto puttana sei tra le lenzuola, che madre meravigliosa puoi essere, che oratore sei o quanto guadagni. Non accetteremo mai quelle cose o qualcos’altro come un sostituto del carburante. Sì è vero, i più anziani della nostra specie accettano a volte queste cose quando il loro bisogno di carburante diminuisce, ma quel bisogno non scompare mai. Potrebbero decidere di accettare queste qualità insieme a un carburante in gran parte positivo, ma dovranno sempre mescolare di tanto in tanto.

Non succederà con me. Sono al culmine dei miei poteri e quindi il mio bisogno di carburante rimane sostanziale. Non può esserci alcun sostituto e non può esserci alcuna coesistenza tra la fornitura di carburante e altre qualità. È carburante o niente. Per raggiungere questo obiettivo, devo colpirti perché una volta che l’ho fatto inizi a riversare potente carburante negativo e le mie voglie cominciano ad essere soddisfatte. Puoi pregare e supplicare, puoi rimarcare che tu continuerai sempre e soltanto ad avere occhi per me, puoi esprimere il tuo amore, desiderio, adorazione e ammirazione a tutte le ore, ma arriva il momento in cui questo non ha più quella dolcezza. È allora che estraggo la pistola dalla mia giacca, attacco il silenziatore e sparo contro di te alcune pallottole al vetriolo. Il tuo dolore proveniente da questi proiettili che ti feriscono mi dà il carburante di cui ho bisogno e quindi colpirti è necessario. Inoltre, è la tua punizione per avermi deluso. Dovresti davvero essere capace di compiacermi per tutto il tempo, ma finora tutto ciò che ho scelto è fallito. Questo è il motivo per cui ora mi aspetto che tu fallisca e tengo costantemente quella pistola a portata di mano.

Quando ti sparo, divento più potente mentre il carburante si riversa da te. Inoltre, è facile portare qualcuno ad ammirare e adorare. Quelle reazioni vengono naturali alla tua specie. È molto più difficile estrarre lacrime, rabbia, frustrazione e rimpianti dall’empatico. Riuscire a farlo impregna la tua reazione emotiva con maggiore potenza, il tuo carburante diventa sovralimentato e questo è ciò che vogliamo. Non possiamo colpirti da subito, abbiamo bisogno che tu all’inizio stia in piedi su un piedistallo, dopotutto, tu ti presenti come un bersaglio così invitante e il tuo crollo mentre le pallottole ti colpiscono diventa ancora più soddisfacente.

Avverto il tuo sgomento mentre leggi questo. Ti eri augurato che a non farmi arrabbiare e a stare dalla mia parte con un’esibizione abbagliante e instancabile di amore, affetto e ammirazione avresti sperato di evitare un simile attacco. Le tue preoccupazioni non dovrebbero essere totali. C’è un lato positivo che conosci. In primo luogo, quando troviamo qualcun altro dopo che ti abbiamo abbattuto, tieni presente che alla fine sarà crivellato di fori di proiettili, non importa quanto felici possiamo apparire noi due all’inizio. Arriverà per lui come è arrivato per te. Sono sicuro che ti fa sentire un po’ meglio, vero? In secondo luogo, vi è un enorme punto a tuo favore.

Non ti colpiamo mai a morte.

Abbiamo bisogno di te vivo così ti possiamo rimetterti di nuovo in piedi mentre ci ricarichiamo.

H.G. TUDOR

Shoot You Down

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

I contenuti di questo blog nascono nel Regno Unito dalla mente e dalla penna di HG Tudor, Narcisista Superiore Élite, che con l’aiuto dei suoi psichiatri ha deciso di svelare al pubblico cosa c’è nella sua mente. Due anni dopo la nascita ho scoperto per caso il blog di HG, dopo aver subito lo scarto da parte di Angelo Arcangeli, un Narcisista di Medio Rango Centrale, seguito da una feroce campagna diffamatoria, e ho iniziato a seguirlo trovando conferme e conforto nella lettura dei suoi articoli e, dato che possiedo una certificazione di inglese ESOL Proficiency e sono da sempre appassionata di lingue straniere, ho deciso di tradurre l’intero blog per mettere a disposizione delle altre vittime come me tutto questo prezioso materiale senza fini di lucro. Oggi a distanza di altri due anni il blog di HG Tudor è interamente tradotto, ed è nato un blog simile al suo con tutti gli articoli tradotti in italiano. È possibile inoltre usufruire dei servizi a pagamento messi a disposizione di HG Tudor come consulti e pacchetti di contenuti extra con un minimo contributo per la traduzione.

Rispondi