📰 20 LAMENTI DI VITTIMA

20-CRIES-OF-THE-VICTIM.png

Noi non pensiamo a noi stessi come vittime, fare ciò sarebbe da deboli e non siamo deboli. Tu la sei. Noi siamo migliori di te. Tuttavia ci sentiamo messi sotto i piedi, scontenti e perseguitati e sei tu che fai queste cose per farci diventare vittime. Evidenziando i nostri leggendari doppi standard, non ci consideriamo vittime in quanto questo non si accorda con il nostro senso di superiorità, ma ci piace ritrarre la mentalità di una vittima perché farlo serve ai nostri scopi. Ci sono molte cose che diciamo che evidenziano questa mentalità e quando le senti dovresti sapere che stiamo cercando di farti reagire. Vogliamo rassicurazione, lode, un’ammissione di colpa da parte tua, conferma che siamo splendidi, una scusa e che tu faccia ciò che vogliamo. Giocare la carta della vittima ci permette di ottenere carburante dalla comprensione e dalla compassione, assistenza quando non vogliamo fare qualcosa, assoluzione dalle responsabilità e impedirti di fare qualcosa che non vogliamo che tu faccia. Qui ci sono venti lamenti di apparente vittimismo.
1. Mi rendi la vita così difficile.
2. Perché mi tratti così?
3. Non provi mai a capirmi,
4. Che ne sarà di me?
5. Cosa farò ora?
6. Come pensi che mi faccia sentire?
7. Sei destinato a prenderti cura di me.
8. Non è colpa mia.
9. Non posso fare a modo mio.
10. Perché devi essere così difficile con me per questo?
11. Non mi ascolti mai.
12. Lo fai sempre per te, mai per me.
13. Non fai mai quello che voglio.
14. Non mi ami come dovresti.
15. Non fai mai quello che voglio.
16. Non mi lasci mai parlare.
17. Mi tratti sempre come un pazzo.
18. Sei la ragione di tutti i miei problemi.
19. Stai cercando di rovinarmi la vita.
20. Perché mi fai questo?
Fai attenzione a questi commenti del nostro tipo perché sono la prefigurazione di un’ulteriore manipolazione di te.

H.G. TUDOR

20 Cries of the Victim

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi