📑 RESIDUO

RESIDUENoi non diamo un taglio netto. Non permettiamo mai la chiusura. Non c’è una conclusione chiara quando sei stato invischiato con la nostra tipologia. Non ti è permesso il taglio preciso e definitivo del bisturi del chirurgo, al contrario devi accontentarti della sega arrugginita che ha cercato di effettuare un’amputazione ma invece ha semplicemente creato un macabro abominio per cui rimangono brandelli attaccati e carne lacera e strappata. Non importa quanto sia calda l’acqua che scorre nella tua doccia e il vigore con cui strofini la tua carne arrossata, indipendentemente da quanto detersivo metti e non importa se usi la spazzola o il filo di lana, non puoi rimuovere quel residuo. Indugiamo. Restiamo. Passiamo e ci infiltriamo.

Questo, come gran parte di ciò che facciamo, è un atto calcolato per mantenere una connessione tra te e noi. Non possiamo mai mollare, quindi non vediamo alcun motivo per cui dovresti essere autorizzata a farlo tu. Il residuo che creiamo e che non puoi rimuovere, assume molte forme. Può essere il fatto che abbiamo scelto te quando abbiamo lavorato insieme in modo che ogni giorno non hai altra scelta che vederci nell’intera superficie dello stesso ufficio, nel bar o mentre cammini nel parcheggio. C’era una volta, come ogni bella favola, hai sorriso e hai sentito il tuo cuore saltare un battito quando ci hai visto uscire dall’ascensore e sorriderti. Quel sorriso meraviglioso che era solo per te. Ora quando usciamo dall’ascensore e i nostri occhi freddi e morti si posano su di te, il sorriso non è altro che un occhieggiare nauseante che si apre lento sul nostro volto poiché conosciamo il residuo del nostro impatto sui tuoi resti nel profondo di te. Ti trovi ad affrontarlo ogni giorno. O lo fai o parti e vai da qualche altra parte e anche se sai che probabilmente la cosa migliore da fare sarebbe quest’ultima, qualcosa ti impedisce di farlo. È perché vuoi ancora vederci? Ovviamente è così. Potresti benissimo odiarci, ma non puoi ancora farci nulla perché vuoi vedere quello che stiamo facendo e ti concedi la debolezza di guardarci e di ricordare.

Diversamente, il residuo potrebbe essere il fatto che ti dobbiamo dei soldi e vieni lasciata perché tu ci contatti, anche se non desideri farlo, perché lo vuoi, no, perché hai bisogno di quei soldi. Dopotutto, abbiamo scroccato da te con tanta efficacia che ti abbiamo lasciato in miseria e hai bisogno di essere rimborsata di questi soldi. Una parte di te preferirebbe darli per persi sperando così di poterci cancellare dalla tua memoria, ma le circostanze impongono la necessità di raccogliere. Lo sappiamo e potremo accampare scuse e apporre ritardi e tergiversazioni per tenerti sospesa e per mantenere vivo il legame tra noi. I soldi ti saranno dati entro la fine della settimana, promesso. Scusami ma abbiamo dovuto installare una nuova caldaia, quindi ora si andrà al prossimo mese. Il bonus non era cospicuo come ci avevano promesso, ci vorranno altri tre mesi perciò dovrò pagarti a rate. Quali soldi? So che non ti devo niente. Ti teniamo in sospeso e ci attacchiamo al legame che resta tra te e me. Se non sono soldi, allora saranno beni. Lasciamo intenzionalmente le nostre cose in casa e tu ci chiederai ripetutamente di ritirarle. Apponiamo scuse simili al rimborso del denaro preso in prestito. Sono un po’ impegnato al momento, forse la prossima settimana. Ho bisogno di ritirare le cose con la macchina e la mia è in garage al momento. Se i beni nella tua proprietà non sono nostri, allora ci assicureremo, in aggiunta o in alternativa, di aver tenuto con noi gli oggetti che ti appartengono, facendo in modo che tu mantenga qualche forma di contatto con noi per recuperarli. Ci assicuriamo di selezionare quegli oggetti che sono costosi e di valore sentimentale in modo da non essere capace di sostituirli, ma al contrario devi continuare a chiederceli. Rimanderemo la restituzione di questi oggetti evitando di esserci quando ci chiami per ritirarli, invitandoti a ritirarli quando non ci sei, dimenticando di farlo e così via. Tutto ciò mantiene la connessione tra noi e aumenta il tuo turbamento, il fastidio e la frustrazione. Vogliamo mantenere il nostro residuo nella tua vita in modo che quando scegliamo di fare la nostra mossa possiamo recuperarti senza difficoltà.

Rimarremo nella tua stessa cerchia di amici. Con la nostra pelle notoriamente spessa, ci presenteremo comunque a pranzi e ad aperitivi sapendo che ci sarai. Ti sentirai a disagio e proverai risentimento per la nostra intrusione. Terze persone cercheranno di mantenere la pace e, naturalmente, noi manterremo la nostra facciata per dimostrare che siamo una brava persona e stiamo solo cercando di essere civili dopo la fine della relazione. Puoi reagire a questo e ciò ci permette di sottolineare che tu sei sconvolta, sgradevole e devi sempre nutrire rancore. C’è da meravigliarsi che ci siamo allontanati?

Mentre creiamo l’onnipresenza in modo che tu ci veda ovunque tu vada, nei suoni, nelle visioni e nei sapori, ci piace anche lasciare il segno su di te, sporcandoti con il residuo della relazione in modo da farti sentire contaminata per il resto della tua vita, contrassegnata dal ripetuto promemoria che sei stata coinvolta in una relazione con noi e inoltre per farti sapere nei termini più chiari che non ti libererai mai di noi. Non potremo mai essere lavati via.

H.G. TUDOR

Residue

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi