🆕️ QUESTO NON È NO CONTACT! N. 3

190924 This Is Not No Contact! No. 3.png

La tentazione di controllare i social media del narcisista è forte, spesso irresistibile. Dopo tutto, devi sapere cosa sta facendo, con chi sta dopo essersi disimpegnato da te, se sta scrivendo cose di te? Quel post enigmatico ha qualcosa a che fare con te o è destinato a qualcuno nuovo?

Ha detto che non era in città questo fine settimana, quindi come mai si è registrato al bar nel centro della città? Perché pubblica frasi sulla lealtà? Ha litigato con la nuova Fonte Primaria Intima? Quei commenti sul mai fidarsi non fanno per caso parte di una campagna diffamatoria contro di te? Perché le sue foto di tu e lui ci sono ancora quando non vi vedete più? Perché le foto di te e lui sono state tolte così in fretta alla fine, non gliene frega proprio niente?

Dov’è lei? Con chi è? Cosa sta facendo? Cosa significa? Perché è andata lì? Chi è quella persona nella foto? Perché me non mi portava? Perché è con lui? Perché ha scelto lei?

Domande. Domande. Domande.

E sei andato a curiosare sui social media per ottenere risposte. Potresti ottenerne alcune, ma più spesso farai solo nascere altre domande. Anche se ottieni delle risposte, queste ti indurranno a volerne sapere di più, pensi di giocare a fare il detective, di rimettere insieme i pezzi, ma tutto ciò che continui a fare è interagire col narcisista facendo qualcosa che ha a che fare col narcisista (osservare i suoi social media), e poi parlare di ciò che scopri con altre persone (spesso a lungo) e / o rimuginarci sopra.

Sempre le domande? Sempre il meditare?

Pensi di aver acquisito un po’ di conoscenza? Forse, ma il tuo pensiero emotivo ti farà pensare che stai facendo progressi e ti farà continuare a fare ricerche. Se inizialmente non viene fuori qualcosa, il tuo pensiero emotivo ti farà continuare ancora a fare ricerche, convincendoti che tutti hanno qualcosa sui social media e quindi le risposte arriveranno a tempo debito.

Ma questo non è rompere il no contact, vero? Dopotutto, non è come passare del tempo con il narcisista o parlare con lui. Non c’è contatto diretto e inoltre lui come può sapere che stai guardando i suoi post su Facebook, osservando le sue reazioni su Twitter, e spiando la sua attività su Instagram?

In primo luogo, il narcisista si aspetta che tu lo faccia, tale è il senso del diritto e di grandiosità. Pertanto, verrà generato carburante di pensiero, almeno per un breve periodo.

In secondo luogo, impegnandoti a far questo, stai ovviamente apprestando ad essere impalato sul Forcone del Diavolo. Potresti non fornire carburante, ma subirai una conseguenza avversa perché diventerai confuso, irritato, ferito, arrabbiato e così via e quindi perderai. Aumenterai anche il tuo pensiero emotivo e quindi resterai sulla Ruota della Sofferenza del Narcisista. Non diminuirai il tuo pensiero emotivo impegnandoti in ​​questa attività e, inoltre, mantenendola a un ritmo alto, continuerai a interagire ulteriormente, a dar la caccia, a setacciare, analizzare e spiare. Con la conseguenza costante mentre ci giri sempre più attorno.

Non hai bisogno di sapere cosa sta dicendo e facendo il narcisista, chi sta vedendo o di cosa si sta vantando.

Il tuo pensiero emotivo corrompe il tratto empatico di cercatore di verità, cercando di farti pensare che questo sia un passo logico e necessario.

Non lo è.

Stai violando la prima regola d’oro della libertà.

Devi interrompere questa attività e il modo più efficace è quello di toglierti dai social media (almeno per un certo periodo) e assicurarti di non guardare il narcisista sui social media in qualsiasi modo o forma.

Esci.

Resta fuori.

H.G. TUDOR

This Is Not No Contact! No. 3

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi