📢 TU FERITO, IL NARCISISTA È FELICE – COSA STA SUCCEDENDO?

YOU-HURT-THE-NARCISSIST-IS-HAPPY-WHAT-IS-GOING-ON.png

A seguito del disimpegno da un intreccio romantico con un narcisista, il danno è notevole.

A peggiorare le cose, il narcisista se ne sta andando a zonzo felice. O è davvero felice?

Cosa sta succedendo?

Capisci in che modo il tuo dolore è più pericoloso di quanto ti rendi conto e cosa puoi fare al riguardo?

Scopri cosa sta realmente accadendo all’interno del narcisista – la risposta ti assisterà.

———————————

Molte persone scoprono che il livello più grande di ferita deriva dal coinvolgimento romantico con la nostra specie laddove ci siamo disimpegnati da te – alcune persone usano la parola “scartate” – ci siamo sbarazzati di te, anche se temporaneamente, e siamo andati avanti. Quando ci siamo disimpegnati da te, il più delle volte siamo passati a qualcun altro, laddove il tuo impegno con noi era di natura romantica. La maggioranza dei narcisisti sono di tipo Inferiore e
di Medio-Rango e il loro fabbisogno di carburante è tale da richiedere una fonte primaria; a volte quella fonte primaria non è intima, è un membro della famiglia, a volte anche un amico, ma più spesso è di tipo intimo: moglie, marito, fidanzato, fidanzata, partner, convivente, ecc. La maggior parte del fabbisogno di carburante dei narcisisti viene soddisfatta attraverso questa fonte primaria; pure il bisogno dei tratti caratteriali e i benefici residui sono soddisfatti da essa, e quindi il titolo di fonte primaria indica che questo individuo è la persona più importante e fondamentale nella matrice del narcisista. Il disimpegno da questo individuo non viene fatto alla leggera, a volte accade perché la vittima ha commesso un atto orribile e il più orribile, un’esposizione per esempio, o ha completamente cessato di funzionare, ha un esaurimento, ma la causa più comune del disimpegno è che abbiamo trovato qualcuno migliore di te, e poiché i nostri bisogni di carburante devono essere soddisfatti ripetutamente e in modalità continua, dobbiamo assicurarceli da una fonte primaria a un’altra. Ciò significa che tu, come ex fonte primaria intima, sei stata espulsa, ci disimpegnamo da te, e qualcun altro ti sostituisce in un batter d’occhio. Spesso non ti rendi nemmeno conto che ci siamo disimpegnati da te, e a volte lo apprendi solo quando scopri che il narcisista gira per la città con qualcun altro. Occasionalmente il narcisista può farti il favore di dirti che è finita solo per poi farsi vedere con qualcun altro in pochi istanti. Invariabilmente ti ritrovi disteso nella polvere, ferito non solo come conseguenza della svalutazione che era avvenuta durante la tua interazione con il narcisista, ma come conseguenza del disimpegno che hai sofferto ad essere gettato da una parte così brutalmente, e poi al danno si aggiunge la beffa. Apprendi che siamo con un altra persona e invariabilmente vi siamo passati molto velocemente, anzi in realtà per la maggior parte dei narcisisti il tuo rimpiazzo era già sistemato mentre il narcisista era con te e istintivamente il narcisista aveva sentito che ora era il tempo di passare da te a questa nuova persona, per cui si disimpegna da te e la nuova persona viene incoronata come fonte primaria intima. Vieni diffamato, il narcisista dice alla gente che sei un alcolizzato o frigida o controllante, che non facevi nulla in casa, che eri abusante, che non hai mai permesso al narcisista di fare qualcosa, che ti eri lasciato andare. Tutti questi commenti sono progettati per spiegare a terze persone perché il cambiamento è stato fatto per metterti in condizione di venire biasimato, per incolparti, ovviamente. Inoltre vengono fatti per giustificare alla nuova fonte primaria il motivo per cui sei stato gettato nella spazzatura. La diffamazione potrebbe anche essere basata su un granello di verità derivante dalle molte difficoltà che hai incontrato, così che forse ti sei un poco lasciato andare, o che sei diventato piuttosto strano con il narcisista, ma solo come conseguenza dei trattamenti a cui venivi sottoposto, oppure di solito questi problemi sorgono interamente dalla prospettiva narcisistica, per cui dal punto di vista dei narcisisti eri tu il problema, ma visto da una prospettiva empatica alternativa non hai fatto effettivamente niente di sbagliato, quindi ti trovi ferito, stai pagando il prezzo, che potrebbe essere finanziario, potresti aver perso degli amici come conseguenza del comportamento del narcisista. A noi piace isolarti da persone che potrebbero interferire nel nostro controllo su di te o perché monopolizziamo il tuo tempo. Gli amici hanno rinunciato ad interagire con te, potrebbero persino aver visto quello che eravamo e cercato di avvertirti e, naturalmente, non comprendendo cosa sia il narcisismo, e il tuo pensiero emotivo dilagante, ne è conseguito che non li hai ascoltati, quindi hanno rinunciato e ti hanno lasciato da solo. I tuoi tentativi di provare a far funzionare le cose con noi possono averti indotto a trascurare il tuo lavoro, oppure eri talmente a terra che la tua prestazione al lavoro o come genitore ha sofferto; inoltre potresti aver avuto la sfortuna di subire offese fisiche alla tua persona, la perdita di beni personali, e invariabilmente ci saranno tristezza, abbattimento, rabbia, una sensazione di essere usato, sminuito e, alla fine, come tutto ciò è totalmente ingiusto.

Tutte queste reazioni e risposte sono del tutto naturali e comprensibili ma sono pericolose. Perché sono pericolose? Perché il tuo pensiero emotivo, che vuole farti continuare le tue interazioni con il narcisista così da nutrire la tua innata dipendenza dal narcisista, afferrerà queste emozioni, le corromperà e le rivolterà contro di te per farti coinvolgere ulteriormente il narcisista. Questa interazione potrebbe essere semplicemente pensare di continuo al narcisista o parlare del narcisista, i tuoi amici che rimuginano di continuo su quello che è successo, cercare di capire cosa è successo, cosa potrebbe fare il narcisista, perché lui o lei si è comportato in questo modo. Potrebbe essere che tu cerchi di fare cose per il narcisista, o più spesso che provi a comunicare con il narcisista, a passare del tempo con il narcisista, o ancora cercare di scoprire perché sei stato trattato in quel modo, se c’è qualche speranza di riconciliare le cose per riprovarci, e di conseguenza tutto ciò che il tuo pensiero emotivo vuole è farti coinvolgere dal narcisista. A lui non importa del tuo benessere; ha uno e un solo scopo, e cioè nutrire la tua dipendenza e la raggiungerà nel modo migliore possibile; spesso è sottile insidiosa e difficile da individuare. Ad esempio, prenderà la tua rabbia facendo in modo che tu voglia pareggiare i conti col narcisista, che tu voglia causare problemi al narcisista, ma questo offende quella prima regola d’oro delle regole d’oro della libertà “Una volta che sai vai, esci e resta fuori”. Quindi se continui a combattere con il narcisista o gli rendi la vita un inferno, tutto quello che fai è coinvolgerti, invariabilmente darai carburante al narcisista e continuerai a mantenere il tuo pensiero emotivo a un alto livello, quindi perdi l’introspezione, non ascolti la logica e mandi avanti questa battaglia in corso con il narcisista. Potrebbe essere ad esempio che ti sono dovuti dei soldi e il tuo pensiero emotivo ti dice che è ingiusto, che hai bisogno di questi soldi, che dovresti recuperarli, e quindi devi rivolgerti al narcisista per cercare il modo di recuperare quei soldi da lui. Potrebbe essere che ti rende geloso. Perché il narcisista sta con questa persona? Tu hai un bell’aspetto, ti interessavi al narcisista, amavi il narcisista, ti prendevi cura di lui o lei, prendevi interesse a tutto ciò che faceva, eri bravo a letto, eri gentile, eri premuroso, tenevi bene la casa e inoltre avevi un buon lavoro. Lo beccherai e “Guarda con chi sta ora, di sicuro non può essere giusto” e così il tuo pensiero emotivo ti fa desiderare di competere con quell’individuo. Ti dice di guarire la ferita che hai sofferto, l’ammaccatura alla tua autostima e “Perché questa persona dovrebbe avere la possibilità di essere felice con il narcisista?” Dovresti essere tu, tu dovresti ottenere quel periodo d’oro. Il tuo pensiero emotivo può far leva sul tuo tratto empatico di Giustizia a dire quanto sia ingiusto tutto questo, sollecitandoti a dire al narcisista che cretino è, che stronza è, a prendere provvedimenti contro di lui, asottolineare come ti ha ferito, a chiedergli cosa diavolo stava pensando, a fargli vedere e capire che tu sei una brava persona e che il suo comportamento verso di te era assolutamente riprovevole. Potrebbe essere convincerti con l’inganno a riferire ad altre persone il modo in cui il narcisista si è comportato, far sapere a tutti che bastardo è, che è uno che gioca, che è uno che usa; potrebbe essere portarti a voler avvisare la nuova IPPS “Ti rendi conto con chi stai? Ti rendi conto di cosa è lui?”. Di nuovo tutto questo offende la prima regola d’oro della libertà, ed è progettato per farti coinvolgere. I tuoi sentimenti sono naturalmente genuini, anche se basati su un’illusione. Hai sviluppato un attaccamento al narcisista che è ciò che fai come un individuo empatico, perciò tutto questo dolore è reale, è genuino e debilitante. Ciò che devi fare è diminuire quella sensazione e ridurla a una posizione di impatto zero, in modo da non odiare il narcisista. Tu non vuoi pareggiare i conti, non provi pietà, non ti senti triste per il narcisista, non senti assolutamente nulla. Come lo raggiungi? Metti in atto il no contact. Mettendo in atto il no contact prima di tutto ti allontani dagli appostamenti e dai comportamenti offensivi. Invariabilmente quando ci siamo disimpegnati da te sei stato raggiunto e fermato dal narcisista. Lui o lei non vuole più avere niente a che fare con te; solo nel più raro dei casi un narcisista continua a recuperarti quando lui o lei ha una nuova fonte primaria intima. Essendo la maggior parte dei narcisisti Inferiori o di Medio-Rango, tutti i loro bisogni vengono soddisfatti da questa nuova meravigliosa persona di cui sono infatuati; tu sei persona non gradita, sì fa male, ma il fatto che non voglia più avere niente a che fare con te ti dà un vantaggio sul tuo no contact. Ti permette di
costruirlo; ti consente di avere quel periodo di recupero in modo da ridurre il tuo pensiero emotivo, così quando quella nuova persona viene svalutata (e verrà svalutata), ovvero quando c’è il rischio che tu venga recuperato, sei preparato in modo che il tuo nessun regime di no contact è così completo che i recuperi non riescono nemmeno a passare o se ci riescono, il tuo pensiero emotivo si riduce a un livello così basso che tu non rispondi ad essi. Non rispondi a un messaggio, non parli con il narcisista, ignori e te ne vai. Non sei civile, non sei gentile, non ti preoccupi, non sei pieno di odio e rabbia, raggiungi l’impatto zero. Tutte quelle orribili emozioni di dolore, di rabbia, di angoscia, perplessità, ansietà se ne andranno, ma l’unico modo in cui tu puoi ridurre quel dolore è stare lontano proprio dalla cosa che ha causato quel dolore, il narcisista. Il tuo no contact deve essere completo, ampio e robusto. Facendo questo ti allontani dal terribile comportamento, riesci a non parlare del narcisista, ti assicuri di non pensare al narcisista e, riducendo il tuo pensiero emotivo, le sensazioni e le ferite spiacevoli che hai vissuto diminuiranno. Non c’è nessuna pillola magica che puoi prendere per raggiungere questo obiettivo, solo tu puoi farlo. Richiede applicazione e volontà.

E che dire del narcisista? Beh, prima di tutto non devi preoccuparti più di lui, non interessartene più. Non è accettabile chiedersi cosa sta facendo, con chi sta, se è felice, cosa sta facendo con quella persona, se sta andando nei posti in cui andava con te, se la sta trattando bene, se sta andando male. Non gli fai stalking sui social media, non gironzoli dove abita, non chiedi ad altre persone di trovare informazioni per te, potresti essere rimasta persona non gradita per il narcisista. Ricambia il favore, per quanto difficile possa essere, e dato che il tuo tratto di cercatore di verità è preso e corrotto dal tuo pensiero emotivo che ti fa provare e ottenere risposte per scoprire cosa è successo, devi resistergli. Non hai bisogno di sapere nulla del narcisista, non hai bisogno di sapere cosa sta facendo. Se desideri comprendere, utilizza il mio lavoro; lui non ti fornirà le risposte. Sì, è difficile, pensi dentro di te “Che danno faccio a controllare i social media? Non è che contatto il narcisista, che male c’è in questo?” Il danno è che il tuo pensiero emotivo ti sta chiamando dicendoti che non c’è niente di male. C’è che tu stai continuandol’interazione, stai impiegando il tuo tempo e le tue energie con una persona che non li merita; stai mantenendo il tuo pensiero emotivo, e mantenendo quel pensiero emotivo ti avvicini sempre di più alla linea di pericolo dove tu cedi alla perdita di introspezione, e non importa quanto tu possa pensare di essere forte se continui a mantenere qualche forma di impegno in corso con la nostra specie. Alla fine perderai l’introspezione e sarai irretito ancora una volta, che potrebbe essere tornare tra le braccia del narcisista o cercare di essere amico o combattere con il narcisista. Rendilo invisibile. Dimentica di lui. Durante questo periodo iniziale è altamente improbabile che tu venga recuperato. Perché? Bene, se imponi un regime di no contact non causerai alcun Attivatore di Recupero; gli unici Attivatori di Recupero saranno se al narcisista capita di pensare a te o se si ricorda di te, e ciò avverrà, ma non succederà spesso, comunque anche se ciò dovesse accadere, non significa che seguirà un Recupero. I Criteri di Esecuzione di Recupero devono essere soddisfatti e in quasi tutti i casi in cui il narcisista si trova in un nuovo periodo d’oro con una nuova fonte primaria intima, questo agisce per impedire al narcisista di coinvolgersi con te. Lui o lei non ne ha bisogno, sei stato effettivamente cancellato. Il narcisista ha tutti i suoi bisogni soddisfatti da questa nuova meravigliosa e sensazionale persona. Se tuttavia continui a cercare di contattare il narcisista, entri in una sfera di influenza. Noi non ti vogliamo, ci hai deluso, sei dipinto di nero, verrai ignorato ma se persisterai allora provocherai un Recupero Maligno dove ti viene detto senza mezzi termini di stare lontano da me, pazza, puttana, psicopatica oppure smettila di seguirmi mister, lascia perdere, sei ossessionato da me. Sarà spiacevole essere offeso, essere minacciato di ordini restrittivi, la chiamata della polizia, ecc. E così riceverai quel Recupero Maligno. Pochi sfortunati potrebbero trovarsi, alla fine, di fronte a una campagna maligna che avrà origine dal Narcisista Superiore. La maggior parte dei narcisisti, come ho spiegato, sono Inferiori e di Medio-Rango; sono troppo concentrati sul loro fabbisogno di carburante e sulla nuova fonte primaria, mancano delle capacità e dei livelli di energia per intraprendere questa campagna massiccia, hanno bisogno del frutto attaccato ai rami bassi. Il Superiore tuttavia, guidato da pura e semplice malevolenza, anche se ha una nuova fonte primaria, potrebbe decidere che tu devi essere distrutto. È raro, ma succede e in quei casi l’ossessione della malevolenza che il narcisista ha con te causa i suoi ripetuti Attivatori di Recupero, e alimentato dal carburante fornito dalla nuova fonte primaria intima, il Superiore ti perseguiterà ancora e ancora e ancora, recuperandoti come parte di questa campagna maligna. Sottolineo, tuttavia, questo è raro, e non confondere l’occasionale Recupero Maligno con una campagna maligna. Non sono la stessa cosa.

Ma cosa succede se il narcisista sta gironzolando attorno? Sembra felice, potresti anche sentirlo dire da altre persone “Ho visto i post sui social media” perché non sei ancora riuscito a controllare il tuo pensiero emotivo, e naturalmente tutto questo fa male. Non è giusto; come può essere così felice? Come può andare avanti così velocemente? Come ha potuto farti tutto questo? Come ha potuto dire che ti amava e poi stare immediatamente con un’altra persona? Come ha potuto tradirti? Noi possiamo farlo perché non abbiamo alcun attaccamento nei tuoi confronti, ti leghiamo a noi, non ci attacchiamo a te. Il narcisismo implica che non ci attacchiamo in questo modo per permetterci di andare avanti velocemente. Non abbiamo alcuna colpa, nessun rimorso, nessuna coscienza al riguardo. Non siamo stati costruiti, se vuoi, con queste competenze, in modo da poter operare in modo efficace e passare da una fonte primaria all’altra in un batter d’occhio. Potresti anche essere soggetto ai bollettini relazionali che vengono forniti dal narcisista, i post infiniti su Instagram che lo mostrano sogghignante, il braccio intorno alla nuova cattura, che pubblica post sulla nuova vacanza che ha fatto con questa nuova fonte primaria, le frasi sull’amore e sulla scoperta di una meravigliosa anima gemella, e ti disgusterà e ti ferirà. Fa male, sei triste, sembrano essere felici; non è giusto. Ma il narcisista è felice? No, non lo siamo. Tu conosci la felicità, noi in realtà non sappiamo cosa sia, ma se è così, com’è che appariamo felici? I sorrisi, le risate, l’enorme sicurezza, la spavalderia, tutto questo è l’effetto delle enormi quantità di carburante positivo che riceviamo dalla fonte primaria intima. L’espressione esteriore del piacere, della gioia, della felicità, del sorridere, del ridere, è solo una reazione appresa perché, come sai, noi imitiamo. Questo, quando appariamo felici, non è che un’espressione esteriore di ciò che tu interpreti essere la felicità, la gioia, il piacere, l’euforia. Non lo è. Cos’è? È solo qualcosa che è stato alimentato dal carburante che ci fa sentire fiorenti, gonfi, potenti, ma comprendi questo: sotto a quello resta dentro quel profondo baratro, quell’enorme vuoto che giorno dopo giorno il narcisista deve riempire. Ora per noi Superiori non è un grosso problema; teniamo a bada l’enorme vuoto per la maggior parte del tempo e lo facciamo con successo, ma siamo estremamente rari. I narcisisti con cui ti sarai impegnato molto probabilmente sono stati Inferiori o di Medio-Rango e renditi conto di questo: lui o lei, pur non sapendo cosa sono, pur non sapendo cos’è il vuoto, sentiranno quell’inquietudine, quel vuoto, questo imminente senso di rovina e di oblio e lottano contro di esso ogni singolo giorno mentre cercano carburante. Anche se può sembrare che all’improvviso stiano su una sdraio con Pina Colada sogghignando e bevendosela tutta, dentro stanno ribollendo. Il loro narcisismo è alla ricerca e anela e brama il prossimo colpo di carburante, e con Inferiore e Medio-Rango essendo versioni meno rifinite della specie dei narcisisti, questo può portare a quello stile di vita goffo e disordinato, in particolare tra un Inferiore e un Medio-Rango Minore. In quella caccia al carburante infastidiranno le persone, irriteranno le persone, causeranno discussioni. Sì, forse è tutto roseo nel giardino dell’amore, con la fonte primaria intima, ma non c’è contentezza, non c’è soddisfazione, c’è ancora sete di carburante. Tu sei ferito, distrutto, disorientato, confuso, sei nel dolore, ma con la messa in pratica del mio lavoro e la rigida aderenza alla mia direzione applicherai la logica, andrai avanti e ti riprenderai, e alla fine col passare del tempo succederà. Diminuisci il pensiero emotivo e mettiti in condizione di recuperare, e alla fine, di nuovo i milgiori auguri. Poiché io come Superiore, non ho alcun problema, sono efficace, ci riesco, ma se il narcisista con cui sei stato coinvolto si rende conto che tornerai in uno stato di contentezza, felicità, soddisfazione, non ci riuscirà mai. Tienila come parola d’ordine nel tuo cuore come parte del tuo lavoro in corso come la tua battaglia contro questo dolore di ora ai fini della ripresa. Applica la logica, combatti il tuo pensiero emotivo, ma soprattutto prendi in considerazione il lavoro che ti fornisco con la verità brutale, la fredda e dura logica. Il mio lavoro funziona. Mettilo in pratica.

H.G. TUDOR

You Hurt, The Narcissist Is Happy – What Is Going on?

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Un commento su “📢 TU FERITO, IL NARCISISTA È FELICE – COSA STA SUCCEDENDO?”

Rispondi