🆕️ I TORMENTI DEL NARCISISTA: TORMENTO EMOZIONALE

The Narcissist Torments  Emotional Torment.png

Quello che segue è un rapporto pubblicato sulla BBC e scritto da Naomi Pallas. È un pezzo importante per due motivi:

1. Un chiaro esempio di narcisista che manipola altre persone allo scopo di affermare il controllo e guadagnare carburante, e

2. Il completo fallimento delle vittime, del reporter, delle forze dell’ordine e di altre parti interessate nel riconoscere ciò con cui hanno davvero a che fare.

Le mie osservazioni (di Tudor) e i commenti sono in grassetto e corsivo.

Quando le coppie statunitensi vogliono adottare un bambino, spesso pubblicano annunci online e cercano nei social media le donne in gravidanza con un figlio indesiderato. A volte funziona – ma vi sono pericoli. Un giovane truffatore ha ingannato innumerevoli coppie, solo per divertimento, rubando l’identità di una donna incinta.

È l’inizio di febbraio 2019, nel mezzo di uno degli inverni più freddi del Michigan nella storia recente. Il cielo grigio minaccia neve.

Samantha Stewart, trentatré anni, è in pigiama a casa sua a Wixom, alle porte di Detroit, a fare le faccende della domenica mattina. C’è un cesto pieno di biancheria, una casa da pulire e cani a passeggio. Sono passate appena le 11:00 quando riceve una richiesta di messaggio diretto su Instagram da @ashleymamabear2019.

Non è qualcuno che conosce, ma lei accetta il messaggio e inizia a leggere.

“Stai sempre cercando di adottare?” Sono le parole iniziali. (Bandiera rossa: approccio molto diretto da parte di un completo estraneo. Potresti pensare beh, stanno cercando di trovare una soluzione e stanno usando Instagram per raggiungere questo obiettivo, quindi riceveranno risposte da estranei. Tuttavia, si dovrebbe usare cautela avvicinandosi a una questione così delicata (vedi sotto) attraverso Internet e i suoi noti pericoli. Un parallelismo a questo sono gli incontri su Internet e ho chiarito la posizione su questo nell’articolo Perché non dovresti usare i siti d’incontri online. Nota l’assenza di intavolare la conversazione inquadrando l’argomento dell’adozione in un modo più accettabile, ma invece la domanda è l’osservazione aperta e diretta, e dimostra diritto e mancanza di riconoscimento dei confini.)

______________

Sono passati sei anni da quando Sam ha avuto un’isterectomia. Attorno ai 20 anni subì una serie di operazioni nel tentativo di controllare l’endometriosi, una condizione che fa crescere il rivestimento dell’utero in altre parti del corpo e può causare dolore paralizzante. Non hanno funzionato. Quando aveva 27 anni era diventato chiaro che avrebbe dovuto perdere l’utero – e la possibilità di avere un bambino.

Sam ha impiegato del tempo per riprendersi dallo stress e dalla sofferenza. Sebbene desiderasse ardentemente una famiglia, è stato solo alla fine dell’anno scorso che lei e suo marito, Dave, si son sentiti pronti a contattare un’agenzia di adozioni e ad avviare il laborioso processo di adozione di un bambino. Hanno superato l’analisi della loro casa, una valutazione della loro idoneità a essere genitori e si sono sottoposti al corso. Quindi hanno creato un account Instagram, @findingbabystewart, pubblicando richieste di contatto per i genitori biologici, con le foto di una culla vuota in una nursery dipinta di fresco. (Le vittime mostrano empatia nel voler adottare un bambino ma stanno anche camminando in un terreno di caccia, ovvero Internet e in particolare i social media. Le vittime sono vulnerabili avendo sperimentato notevole stress e angoscia e quindi un desiderio di combattere questi sentimenti implica che la vigilanza e cosa ancora più importante la logica saranno basse).

______________

Sam esamina il profilo Instagram di @ashleymamabear2019. Ashley ha 16 anni, viene da una piccola città fuori Atlanta, in Georgia.

Pubblica foto speculari, frasi d’amore per il suo ragazzo Chris e selfie con filtri Snapchat. I suoi capelli sono lisci e biondo miele e di solito un berretto messo al contrario copre quelli di lui. Ma c’è una cosa che li distingue da migliaia di altre coppie adolescenti americane: gli scatti occasionali della figura di Ashley, il suo viso raggiante mentre Chris mette la mano sulla sua pancia gonfia e rotonda. Questo è il bambino che Ashley sta pianificando di dare via. (Apparentemente vi sono molte prove a sostegno del fatto che questa è una donna incinta, ma proviene da una fonte priva di prove indipendenti. Questo è simile a quando accetti tutto ciò che un narcisista ti dice quando parli con un narcisista senza controllare altrove se questi “fatti” sono veri. Naturalmente, questa è una vulnerabilità comune per le vittime, l’alto livello di fiducia mostrato in conseguenza del tratto empatico di Decenza e di come noi corrompiamo il tratto per irretire.)

Le donne iniziano a messaggiarsi, ma non prima che Sam abbia chiamato suo marito, Dave, i suoi genitori e i genitori di Dave per l’eccitazione. Lei non passa molto tempo a chiedersi perché sembrano così felici per la gravidanza, tenendo presente che è indesiderata. Sono giovani, pensa. (Nota il pensiero emotivo corrompente che ha causato una discrepanza e la perdita della bandiera rossa nel clamore di avvisare gli altri di questo apparente sviluppo felice e incoraggiante).

“State parlando con altre famiglie adottive?” Azzarda Sam. “Ho solo paura di essere ferita. Desidero così disperatamente essere mamma.” (Il tratto empatico dell’Onestà compare e segnala la vulnerabilità della vittima, il tipo di commento che fa istintivamente presa sulla nostra specie.)

“No”, arriva la risposta. (Probabilmente è una bugia – il narcisista lo farà con altri.)

Pochi minuti dopo, Sam risponde: “Sto piangendo.” (La vittima sta mostrando metaforicamente la gola al narcisista ed è entrata nella Matrice di Carburante Virtuale del Narcisista come Fonte Secondaria Non Intima.)

La vita di Ashley era stata straziante. I suoi genitori erano violenti, sua madre si è suicidata. Lei è stata violentata da suo fratello all’età di 14 anni, col risultato che ha avuto un figlio prematuro, una bambina che è stata data in adozione. I genitori adottivi hanno escluso Ashley, impedendole di vedere sua figlio. Sarebbe difficile scrivere una storia più squallida. (Tutto questo naturalmente fa appello ai tratti empatici di Compassione, Forte Bussola Morale e Decenza che il pensiero emotivo sequestrerà e porterà le vittime a rinunciare all’applicazione della logica.)

Il contatto è costante (Simile al love-bombing. Il narcisista ha sentito l’odore del sangue, e il desiderio di asserire il controllo e ottenere carburante si traduce in questo contatto ripetuto.)

A volte subentra nei messaggi Chris perché Ashley si sente male. (Chris non esisterà – è il narcisista che finge di essere il fidanzato). Quando parlano al telefono, Sam trova la conversazione di Ashley immatura, fa le sue scuse e riattacca dopo mezz’ora. Si scrivono messaggi per parlare dei piani di adozione a tarda sera.

La temperatura è ora scesa a -5 ° C e sta cadendo una leggera neve. Sam è sfinita dai messaggi. Spiega che sta uscendo per cena e quindi non starà al telefono per alcune ore. Trasmette i dettagli della sua agenzia di adozione. (Sam sta inavvertitamente rivendicando il controllo attraverso questo atto di trasmettere i dettagli della sua agenzia di adozione. Ciò ferisce il narcisista.)

Ma poi, all’improvviso, Ashley diventa violenta. (Il narcisista deve rivendicare il controllo e quindi mette in atto una Svalutazione Correttiva attraverso la Provocazione: Insulto) Dice a Sam che sarebbe una cattiva genitrice. (Nessuna empatia emotiva mostrata nel fare una simile dichiarazione.) Scioccata e ferita, Sam smette di rispondere. L’adrenalina che l’ha tenuta attiva per tutto il giorno improvvisamente svanisce e si schianta sul divano.

“È solo – è devastante. Non c’è altro modo per descriverlo”, dice più tardi, ricordando questo momento.

Sam presume che non sentirà mai più Ashley. Lei e Dave considerano la possibilità di eliminare i loro post su Instagram che fanno appello alle donne incinte perché li contattino. Sam inizia a pensare che l’adozione di un bambino richiederà molto, molto tempo. (La sospensione dall’interazione ha ridotto il pensiero emotivo a un livello che consente alla logica di iniziare a funzionare e Sam e Dave mettono in atto la logica, attraverso il potenziale no contact e considerano (ma non lo fanno) di eliminare i post da Instagram.

Quindi, esattamente un mese dopo, mentre i ghiacci del terreno iniziano a scongelarsi, arriva un messaggio. Ashley dice a Sam che il bambino è nato presto, a 31 settimane. (Recupero Elettronico: c’è stato un Attivatore di Recuoero e i Criteri di Esecuzione di Recupero sono soddisfatti (principalmente perché l’accesso elettronico è aperto), quindi il narcisista recupera. Esasperata, Sam dice ad Ashley di contattare la sua agenzia di adozione o di lasciare in pace la sua famiglia: “Ti auguro una vita felice e non contattarmi.” (La logica prevale, c’è un tentativo di mettere in atto il no contact ma è debole perché la vittima sta cercando di controllare il narcisista (che non funzionerà) dicendo contatta l’agenzia o lasciami in pace.

Ci vogliono solo 14 messaggi ad Ashley, comunque, per convincere Sam che c’è davvero un bambino prematuro in attesa di adozione. (Il tentativo di no contact era debole ed è fallito. L’accesso elettronico è rimasto aperto, i recuperi sono continuati perché Sam continuava a rispondere fornendo così carburante e segnalando che poteva essere controllata, quindi il narcisista continuava a recuperare. Questo ripetuto coinvolgimento ha invocato il Forcone del Diavolo e un dente è ovviamente l’aumento del pensiero emotivo. L’ha fatto aumentare perciò la logica si è ritirata e Sam finisce per convincersi che c’è davvero un bambino. Ancora una volta, nulla viene fatto per verificarlo fuori da ciò che il narcisista sta dicendo perché Sam è governata dal pensiero emotivo). Ashley nomina il centro medico dove ha partorito e Sam e Dave si preparano ad andarvi in volo. Manda una foto di lei che stringe a sé una bambina prematura, avvolta in un asciugamano bianco, con dei fili attorno dal piccolo corpo. È sottotitolata: “È tua.”

“Oh mio Dio, la sto letteralmente perdendo. Non vedo l’ora di incontrarla”, risponde Sam. “Non vedo l’ora di viziare quella graziosa bambina!” (Carburante)

Vi sono tre giorni di dialoghi continui. Poi Ashley blocca Sam su Instagram. Quando Sam chiama, Ashley non risponde. (Molto carburante e il narcisista ha il controllo. Il narcisista percepisce anche che il controllo andrà perso quando Sam e Dave voleranno al centro medico e si renderanno conto che non c’è nessun bambino, quindi, avendo ottenuto il controllo e avendo istintivamente bisogno di mantenerlo, il narcisista chiude la questione del controllo bloccando Sam.

Non c’è spiegazione, solo silenzio.

Angosciata, agitata, ma già avvertendo che Ashley si sta eccitando a tormentarla, Sam pubblica su Instagram il disegno di un cuore spezzato.

“Non chiedono soldi, non chiedono cose materiali come fanno molti truffatori. Vogliono il tuo tempo, il tuo investimento emotivo e per essere franchi qualcuno con cui parlare, promettendoti ciò che stai disperatamente cercando: il tuo futuro bambino”, scrive nella didascalia.

“Dobbiamo parlarne.” (Il narcisista l’avrà visto e ha ottenuto carburante da questo post. Sam sta continuando a impegnarsi e quindi il suo pensiero emotivo continua ad essere alimentato. Se avesse prevalso la logica non avrebbe pubblicato questo post in questo momento.)

I commenti iniziano ad arrivare. Sam non è l’unica che Ashley ha ingannato.

______________

In molti paesi, i social media sarebbero l’ultimo posto in cui chiunque cercherebbe un bambino da adottare. Negli Stati Uniti, tuttavia, la maggior parte degli Stati consente una cosa chiamata adozione privata, dove le coppie che sperano di adottare e le madri naturali si trovano autonomamente. L’accordo viene quindi formalizzato da un avvocato o un’agenzia di adozione.

Quando Sam e Dave si sono iscritti per la prima volta alla loro agenzia di adozione, erano al 21° posto nell’elenco dei potenziali genitori adottivi. L’agenzia li aveva avvertiti di aspettarsi una lunga attesa e aveva detto che potevano ottenere risultati più rapidi facendosi pubblicità su Internet. (Nessun buon consiglio – consiglio ben intenzionato, ma mettendo persone vulnerabili in un terreno di caccia. Internet poteva essere usato ma in un modo molto più sicuro e certamente non sui social media.)

Le donne incinte che non vogliono tenere il proprio bambino hanno la stessa opzione: rivolgersi alle agenzie di adozione o cercare genitori adottivi online. Apparentemente, molti ritengono che entrando in contatto diretto con i genitori si abbia un maggiore controllo.

Nel momento in cui si scrive, #hopingtoadopt è stato taggato 44.892 volte su Instagram; #waitingtoadopt è menzionato 18.844 volte e #hopefuladoptiveparents 10.758. Le immagini delle bacheche invadono l’attenzione delle madri naturali: Niente Pancione, Sempre Carichi, Siamo in Procinto di Adottare; Condividi questa foto e Aiuta la Nostra Famiglia a Crescere; Siamo Ufficialmente una Famiglia in Attesa. (In effetti un vero terreno di caccia di vittime empatiche.)

Tuttavia, non ci sono abbastanza bambini per fare il giro, quindi molte di queste migliaia di genitori fiduciosi rimarranno delusi. Il problema è peggiorato da quando i paesi che un tempo fornivano un gran numero di bambini per l’adozione, come la Russia, la Cina e il Guatemala, sono stati repressi.

“La maggior parte dei paesi ha smesso di consentire l’adozione dei propri figli a livello internazionale, quindi i puri numeri sono precipitati negli ultimi 10-15 anni da enormi margini”, afferma Adam Pertman, presidente del Centro Nazionale di Adozione e Permanenza.

Anche le gravidanze non pianificate sono diventate meno comuni negli Stati Uniti – e il ridotto pregiudizio sui genitori single implica che, quando si verificano, è meno probabile che le madri diano via il bambino. L’ultimo sondaggio del Consiglio Nazionale per l’Adozione stima che meno dello 0,5% dei bambini viene messo in adozione.

Le coppie che sperano di adottare potrebbero aver già trascorso anni a cercare di concepire e, anche se non l’hanno fatto, la lunga attesa perché un bambino diventi disponibile per l’adozione può essere frustrante e portare all’impazienza.

“L’urgenza crea disperazione e talvolta la disperazione crea decisioni che non vengono prese con sufficiente riflessione”, afferma lo specialista in adozioni Dawn Smith Pleiner. (Infatti.)

“Anche se dentro la tua testa sai che probabilmente non è reale, c’è quel barlume, quella sensazione che ci sia una probabilità dell’1% che potrebbe esserci”, dice Sam. “E stai al gioco comunque.” (Tale è il potere del Pensiero Emotivo. Se c’è solo l’1% di probabilità che tu ottenga qualcosa, lo faresti applicando la logica? No, non lo faresti, ma questo commento racchiude il modo in cui la logica vola via dalla finestra e il pensiero emotivo prende il sopravvento).

______________

I commenti si accumulano sotto il post di Sam su Instagram del cuore spezzato. Nello Utah, anche Kristen e Michael Johnson sono stati contattati da Ashley e Chris, anche se questa volta gli adolescenti della Georgia hanno utilizzato un account diverso. Nel Kentucky, Ashley Middleton e suo marito Brian hanno ricevuto messaggi da questo secondo account. Un’altra donna dice di essere stata contattata da entrambi gli account Instagram. (Molto spesso sono le donne ad essere approcciate: due coppie affermano che Ashley si è rifiutata di parlare con il loro partner maschio.) Le foto mostrano tutte la stessa giovane donna incinta dai capelli biondi della Georgia, che offre il suo bambino. (La capacità di Internet di permettere al narcisista di ottenere carburante e controllo da una moltitudine di apparecchi NISS nella matrice del carburante con il minimo sforzo ma causando la massima angoscia e il massimo tormento).

Kristen inizia a ricevere messaggi da Ashley il 14 marzo, il giorno dopo Рa sua insaputa РAshley ̬ diventata un fantasma per Sam. (Il narcisista passa senza problemi alla vittima successiva, lasciandosi dietro dolore ma ovviamente senza alcun senso di rimorso, senso di colpa o coscienza, solo il bisogno infinito di controllo e carburante, il narcisista marcia avanti).

Dopo lunghe e sconnesse telefonate, Ashley esorta Kristen a visitare il suo bambino nato prematuramente a 31 settimane. “Una volta, ho parlato con lei per quattro ore. È tanto tempo. Non parlo mai così tanto nemmeno con mia madre”, afferma Kristen. (Bandiera rossa: monopolizzazione del tempo mentre il narcisista esercita il controllo e guadagna carburante, ma la bandiera rossa sfugge.)

Ashley colpisce i Johnson in un momento particolarmente vulnerabile.

Aspettavano da due anni e mezzo di adottare un altro figlio. “Non ne potevamo veramente più di cercare di adottare e volevamo farlo”, afferma Kristen. “Ne abbiamo ricavato un’emozione intensa invece di pensare in modo più razionale.”

Kristen prenota voli per Atlanta a $ 500. Nella frenetica confusione per trovare una babysitter, si rende conto che Ashley non ha inviato alcun documento dall’ospedale. Chiama per ricontrollare. È una telefonata breve: l’infermiera le dice che non esiste una quindicenne di nome Ashley, nessun padre di nome Chris – e nessun bambino.

“Il mio stomaco è semplicemente caduto sottosopra e mi sono letteralmente ammalata. Abbiamo pianto molto. Mio marito ha pianto”, dice.

“Non potevamo credere, dopo tutto quello che avevamo passato, che siamo ricaduti in questo.” (Quelli di voi che leggeranno questo e avranno sperimentato i narcisisti sapranno esattamente perché ci sono caduti.)

C’era un gruppo su Facebook in cui le coppie condividevano storie come questa: Internet ha reso più facile eseguire una truffa, ma anche più difficile mantenerne una. I nomi utilizzati da molti truffatori in tutto il paese vengono condivisi e diffusi rapidamente. (La questione della sostenibilità è un depistaggio; tutto ciò che conta è il numero di obiettivi disponibili, e ce ne sono centinaia di migliaia, il che significa che i relativi narcisisti passeranno da NISS a NISS a NISS. Non importa quanto sia corta l’interazione, tutto ciò che importa è che venga fornito carburante e che il narcisista possa spostarsi su un’altra vittima NISS in un batter d’occhio, il che ovviamente è ciò che è accaduto quando il narcisista è passato da Sam a Kristen.)

Si scopre che Ashley usa diversi nomi e account: Alyssa e Josh, Ciara e Daniel, Mackenzie e Matt. La storia di ogni coppia ha elementi familiari, gli stessi genitori violenti, la mamma persa in seguito a suicidio o il legame con la Georgia. Di solito, tutte e tre le cose. I messaggi sono incessanti, le telefonate arrivano in orari strani e le conversazioni si prolungano per ore. A volte l’abuso dura un giorno, a volte alcuni giorni. Di solito finisce in lacrime. (Il narcisista fa economia di sforzo perché la manipolazione funziona sempre, quindi perché cambiarla?)

Sam pensa che il vero nome della truffatrice sia Melissa, perché un paio di falsi account Instagram hanno taggato una persona con questo nome. Melissa ha gli occhiali con montatura squadrata, i capelli arruffati e sembra che abbia vent’anni.

Kristen non è convinta. Ha il sospetto che il truffatore sia una donna di mezza età dispettosa. Entrambe concordano, tuttavia, che l’autore probabilmente risiede da qualche parte non lontano da Atlanta, perché conosce così bene la zona.

Altre vittime hanno teorie diverse. Alcune si chiedono se il truffatore sia in realtà un gruppo di persone, a causa della quantità di tempo che deve impiegare per inviare così tanti messaggi – forse un gruppo di attivisti anti-adozione, il cui scopo è tenere occupati i genitori fiduciosi, demoralizzarli e ostacolare la loro ricerca di madri reali.

(Al loro teorizzare sfugge il problema critico: hanno a che fare con un narcisista o dei narcisisti.)

Juli Wisotsky, avvocato per le adozioni con sede ad Athens, in Georgia, dice che anche lei ha perso tempo.

A marzo, un’agenzia di adozione di un altro stato le aveva chiesto di parlare con una ragazza incinta che si era collegata a una delle sue coppie. Anche se Juli era in procinto di andare in viaggio per l’anniversario di nozze di platino con suo marito, ha ritardato a parlare. Lei e la quindicenne si erano scambiate messaggi per tutta la notte, mentre la ragazza sosteneva di essere ricoverata in ospedale.

Nonostante i suoi 23 anni di esperienza nel lavoro, Juli ha impiegato quasi 24 ore per rendersi conto che era stata ingannata. L’omaggio finale è stata un’immagine ecografica, spogliata di tutti i dettagli identificativi. (Di nuovo, vedi il potere del pensiero emotivo: un avvocato intelligente il cui campo di specializzazione è l’adozione viene manipolato allo stesso modo.)

“È in parte colpa mia perché sono una persona molto premurosa. Quindi sto cercando di aver cura di lei e aiutarla”, dice Juli. (L’auto-flagellazione dell’empatico, che si incolpa per essere stato manipolato.)

E lo stesso truffatore è rimasto attivo.

Da marzo, dice Juli, lei e i suoi colleghi sono stati chiamati da famiglie della Georgia, Colorado, Texas, Alaska, New York, Minnesota, Alabama, Illinois e Utah. Tutte le famiglie sono state avvicinate su Instagram da una giovane donna della Georgia. (Internet offre ampie possibilità per questo narcisista).

______________

“Sono stata presa dalle truffe emotive – quando ero più giovane – completamente alla sprovvista”, dice Dawn Smith Pleiner, che ha gestito per quasi quarant’anni l’agenzia Friends in Adoption con sede a Vermont.

Molto prima dell’arrivo di Internet, le donne chiamavano per “conversazioni di un’ora con la tua migliore amica”, dice, ed era un “mai e poi mai ha a che fare con i soldi – mai”.

“Poi ti rendi conto che la data di scadenza è passata da molto tempo e state ancora parlando.” (Un utile esempio di come un narcisista otteneva carburante nell’era pre-internet.)

“Oggi ci sono così tante persone sole in questo mondo che vogliono solo un po’ di attenzione.” (Sbagliato. Si ha a che fare con narcisisti che cercano carburante. Questo tipo di commento ben intenzionato fatto da una persona che ha una posizione di autorità esemplifica il problema e come sia difficile da rilevare.)

È una truffa difficile da perseguire. La maggior parte degli stati non ha ancora gli strumenti legali. (Insieme al fatto che non hanno effettivamente identificato ciò che hanno davanti.)

Da settembre 2018 ci sono leggi in vigore in Georgia per fermare la frode in materia di adozione finanziaria, ma quella non di tipo emotivo. “È molto frustrante”, dice Juli Wisotsky.

Un’opzione potrebbe essere quella di sollevare una causa civile per inflizione intenzionale di disagio emotivo. “Ma c’è qualcuno che vuole essere coinvolto in una causa per questo?” chiede. “O vogliono solo lasciar perdere e provare a guarire e soffrire quella che per loro è una perdita? Anche se non c’era alcun bambino, pensavano che ci fosse un bambino. È un dolore.”

Le coppie traumatizzate segnalano regolarmente questa truffa al Centro di reclamo per crimini su Internet dell’FBI. In una dichiarazione, l’FBI ha detto alla BBC che sebbene essi fossero a conoscenza di truffe emotive di adozione, queste erano ancora rare. Nessuno dei genitori ha ricevuto una successiva chiamata. (Le truffe emotive di adozione possono essere rare ma ciò che non è raro è che si tratta di narcisisti che manipolano le persone, ma l’FBI non vede che questo è ciò che sta succedendo, perciò lo considera un aspetto non comune e quindi non mette in funzione alcuno strumento per questo.)

Ma non sono solo i potenziali genitori a essere stati feriti. C’è anche un’altra persona. Perché Ashley non è solo un falso profilo Instagram, messo insieme con alcune immagini e un’immaginazione attiva. Ashley è una 22enne reale, che vive in Georgia. Si chiama Ashley King e la sua identità è stata rubata.

Sam, nel ruolo di detective, trova facilmente il profilo di Ashley – le foto sono tutte pubbliche. Le invia un messaggio per avvertirla che le sue foto vengono utilizzate per ingannare le persone. E sottolinea che chiunque gestisca i falsi account Instagram conosce dettagli intimi sulla sua vita, suo marito e della sua bambina.

La voce di Ashley si indebolisce nel descrivere lo shock di vedere le foto della sua bambina appena nata sull’account Instagram di un’altra persona.

“La donna aveva un sacco di persone che pensavano di essere in procinto di adottare mia figlia”, dice. “È un pensiero davvero spaventoso. Perché qualcuno farebbe questo? ” (Un narcisista che acquisisce tratti caratteriali e non ha empatia emotiva).

Immediatamente lei fa una segnalazione alla polizia della contea di Gwinnett. Ciò che il truffatore dice sull’infanzia di Ashley è completamente falso, spiega, ma quando si tratta di sua figlia, l’impostore sa persino in quale ospedale è nata.

“La King ha dichiarato che l’unica informazione errata su sua figlia era che era stata messa in lista come nata prematura a 2lb 8oz quando in realtà è nata a 2lb 12oz”, si legge nel rapporto della polizia.

“Tutte le altre informazioni erano corrette.”

Sam pensa che sia probabile che la falsa Ashley conosca quella vera. (Questa è una possibilità o più probabilmente le informazioni lei sono molto facili da ottenere e il suo pensiero emotivo le fa pensare che si tratta di qualcuno che la conosce quando non è così, è stato solo fatto un buon lavoro di raccolta di informazioni ai fini della manipolazione.)

“Io non vivo in una città molto grande, ma se scegliessi una donna a caso fuori dalla mia città e ci si aspettasse che conoscessi la storia della sua vita, non la saprei”, dice. “Si potrebbero conoscere quei dettagli solo se si conoscesse davvero qualcuno.”

Ma Ashley non ha idea di chi potrebbe essere, e questo la rende nervosa.

“Ora devo guardarmi alle spalle assicurandomi che questa donna non stia tenendo d’occhio mia figlia, perché sa dove vivevo”, dice. “È davvero spaventoso”. (Da allora Ashley e la sua famiglia hanno cambiato casa.) (Il narcisista può pensare a questo e guadagnare Carburante di Pensiero oppure in realtà conosce Ashley e ha ottenuto Carburante di Prossimità da questo, Ashley potrebbe anche aver detto al narcisista del narcisista senza neppure essersi resa conto di averlo fatto.)

La Georgia ha una legge sul furto di identità, ma è discutibile se sia applicabile in questo caso. Alcuni Stati hanno già approvato una legislazione per contrastare la rappresentazione online, ma i procedimenti giudiziari potrebbero non avere successo se non vi è stato scambio di denaro. Chi può dare un valore a un cuore spezzato?

La Polizia della Contea di Gwinnett afferma di non indagare al momento.

______________

Deve essere difficile per il truffatore ricordare esattamente ciò che ha detto alle diverse coppie. Quando Sam viene contattata per la prima volta, è una persona che finge di avere 16 anni. Ma un mese dopo, Ashley dice che farà chiamare a suo padre l’avvocato per l’adozione “dal momento che ho solo 15 anni”. (La maggior parte dei narcisisti non sono le menti da burattinaio che la gente pensa e faranno errori simili, ma non ha importanza perché spesso le vittime non parlano tra loro e anche se lo facessero, vari fattori, alcuni dei quali sono stati presi in considerazione sopra, fanno sì che non venga fatto nulla).

Il truffatore dice ad un’altra coppia che il suo secondo nome è Lorraine. Più tardi, viene suggerito Olivia Lorraine come possibile nome per la bambina. Quindi lei risponde: “Olivia è il mio secondo nome! Ci sembra perfetto!”

Ma questi non sono i suoi più grandi errori.

Per chiamare o inviare messaggi ai genitori speranzosi, il truffatore utilizza numeri di telefono Voice over IP (VoIP) non fissi, il nome tecnico per le chiamate che passano tramite Internet, creato per mezzo di società come Google o Skype. Questi numeri richiedono pochissime informazioni sull’iscrizione, rendendoli difficili da rintracciare.

Ma solo occasionalmente non presta attenzione. Uno dei numeri utilizzati per contattare Juli e Kristen non è un numero Internet. È un vero numero di cellulare, che viene dalla Georgia, e registrato a un uomo chiamato Harry.

Si digita il numero su Google e si apre immediatamente – su un sito Web molto rosa che vende pongo fatto in casa. Il pongo spesso, appiccicoso ed estremamente schiacciabile era il giocattolo del 2017 (lo stesso anno in cui il sito è stato aggiornato per l’ultima volta). Il negozio vende pongo per $ 5, la spedizione è sempre la stessa. Inoltre, inspiegabilmente, vende sei muffin per $ 18. E c’è un indirizzo email con un nome – Gabby.

Quando chiamo il numero, la cosa non va a buon fine. Dopo la mia prima domanda, Gabby tace. Quindi riattacca. (Il narcisista riconosce istintivamente che il controllo viene minacciato e che il giornalista emette Carburante di Sfida, e quindi afferma il controllo riagganciando e terminando la chiamata.)

Jessica Simmons, madre di due figli adottivi, entrambi trovati su Facebook, conosce fin troppo bene il nome Gabby e quel numero di telefono.

Nell’agosto 2016, una giovane donna l’aveva contattata su Facebook, dicendo che era incinta. Iniziò a compilare moduli con l’agenzia di adozione di Jessica, dandole il suo nome e indirizzo: una cittadina fuori Atlanta. La sua età: 23 anni.

“Dopo circa un mese che parlavo con lei ogni giorno, ho contattato un membro della sua famiglia con un messaggio privato”, dice Jessica. Il membro della famiglia le disse che non era la prima volta che Gabby fingeva di essere incinta e di non fidarsi di lei. Non c’era “niente che si potesse fare per fermarla”, venne detto a Jessica. (Nota qui che questa vittima ha cercato una verifica indipendente di ciò che le veniva detto e apprende in una fase precoce che Gabby sta manipolando. La logica prevale. Nota tuttavia che nessuno si rende conto di cosa è e la famiglia adotta la posizione secondo cui non c’è nulla che può esser fatto).

Tre anni dopo, una sedicenne incinta della Georgia chiamò un numero di Google Voice sulla pagina di adozione di una coppia del Minnesota. Mentre la coppia parlava con lei per ore, inavvertitamente registrò parte della conversazione.

Ascoltando la registrazione, la voce nasale della giovane donna arriva ancora alla moglie, rendendola ansiosa. “Ha parlato molto in tono molto basso e sommesso”, ricorda. “Era molto bisognosa ed esigente e mi ha messo molto a disagio.”

Oltre ai falsi account Instagram, Gabby ne ha anche uno personale. Le foto di una ragazza dai capelli ricci con gli occhiali seduta accanto a video che producono pongo, in cui si può sentire la sua voce. È la stessa della registrazione ed è quella che ho sentito al telefono.

Nulla è stato pubblicato su questo account Instagram da giugno 2018. Non si fa accenno a bambini, adozione o gravidanza. L’elenco delle persone che lei sta seguendo, tuttavia, è rivelatore – include Ashley King.

Parlando una seconda volta con Ashley, lei stessa ha sospettato che Gabby potesse essere la donna che la impersonava, dopo essersi imbattuta in una bizzarra serie di messaggi da parte sua su Facebook, la maggior parte dei quali non ricordando di averli ricevuti.

Nel primo messaggio si congratula con Ashley per la nascita di sua figlia. Poi continuano ad arrivare, chiedendo foto della bambina e aggiornamenti sulla sua salute, mese dopo mese. A un certo punto Gabby dice:

“Puoi inviarmi un video di te stessa in cui dici “Ehi”? Poi ti lascerò in pace.

“Oppure “Ciao, sono Ashley.””

Sebbene tale richiesta non abbia ricevuto risposta, Ashley occasionalmente invia risposte brevi ed educate. E una o due volte risponde persino alle strane richieste di Gabby, ad esempio inviando una foto della sua pancia post-parto. Una foto che, ovviamente, finisce su Instagram. (La narcisista sta compilando le informazioni della vera Ashley che non si rende conto di essere manipolata anche se alcune richieste sono ovviamente strane – ancora una volta questo mostra come le bandiere rosse stiano volando alte ma il potere del pensiero emotivo fa sì che vengano ignorate):

All’epoca, sottolinea Ashley, aveva un bambino appena nato prematuro e trascorreva gran parte del suo tempo in confusione mentale privata del sonno. Solo più tardi si è resa conto di quanti messaggi avesse ricevuto da questa amica casuale di Facebook, che suo marito aveva vagamente conosciuto quando erano più giovani. (Altre bandiere rosse e il potere del Pensiero Emotivo che attribuisce la perdita delle bandiere rosse alla privazione del sonno e quindi sfugge ciò che stava effettivamente impattando sulla vittima).

“Quando ci stavo passando, ero tipo,” Oh mio Dio, avrei dovuto accorgermene molto tempo fa, quando tutto questo è iniziato per la prima volta ad accadere”, dice Ashley. “Ero molto arrabbiata con me stessa. Come ho fatto a non accorgermene prima?” (Quanti di voi annuiscono, nel leggere questo. Finalmente la logica, molto dopo l’evento, fa la sua comparsa perché il Pensiero Emotivo è stato ridotto dall’assenza di interazione con il narcisista.)

Juli Wisotsky non riesce a crederci quando finisce di nuovo al telefono con Gabby il 31 luglio, quattro mesi dopo la loro prima conversazione. Dal suo studio legale, riceve una telefonata da una quindicenne di nome Mackenzie per conto di una coppia di New York, con una storia che le sembra di aver già sentito prima. Dopo un minuto e 20 secondi la ragazza riattacca e blocca il suo numero.

Questa chiamata giunge più di due settimane dopo che io ho iniziato a inviare messaggi a Gabby e a fare domande sulle sue conversazioni con le coppie che speravano di adottare.

Un certo numero di account falsi utilizzati da Gabby sono stati segnalati a Instagram dalle sue vittime, ma sono rimasti attivi per mesi, fino a quando la BBC ha iniziato a chiedere a Instagram perché. Poi sono stati eliminati. Un portavoce di Instagram ha dichiarato: “Proteggere le persone su Instagram è una delle nostre maggiori priorità. Siamo a conoscenza di questo problema e disabiliteremo eventuali altri account che violano le nostre norme. Incoraggiamo chiunque a segnalare contenuti che ritengono contrari alle nostre linee guida utilizzando i nostri strumenti in-app”.

“Questo spezza il cuore delle persone”, afferma Juli. “È semplicemente sbagliato ed è malvagio. E questa è una parola forte da usare. Ma credo che lo sia”

“Più penso a lei e a chi probabilmente è lei – probabilmente ha un’esistenza molto triste”, dice Sam.” Una parte di me pensa che potrebbe anche non rendersi conto che ciò che sta facendo è sbagliato.”

Sam si augura solo che la smetta.

(Ma i narcisisti non smetteranno. Ecco perché devi controllare l’unica cosa che puoi controllare: te stesso, mettere in atto il no contact e assicurarti che altre persone vengano avvertite del comportamento dei narcisisti prima che il pensiero emotivo prenda piede.)

H.G. TUDOR

The Narcissist Torments : Emotional Torment

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi