📰 IO VOGLIO

190531C I Wantn.jpg

Che cosa passa per la mente del Narcisista Superiore quando ha deciso che deve liberare la sua malevolenza contro un trasgressore, un traditore, un apparecchio sleale che lo ha offeso in qualche modo? Cosa vuole quando le aspre e crudeli macchinazioni stanno per essere messe in atto contro la sua vittima? Quali sono i suoi pensieri mentre infierisce su colui che ora rappresenta tutto ciò che disprezza? Sia che gli sia sfuggito, che lo abbia esposto, che lo abbia sfidato o qualche altro crimine capitale contro lo stato-nazione del narcisismo, la mente oscura del Narcisista Superiore parte in quarta. Ecco uno sguardo all’interno per capire cosa vuole.

Voglio che tu sappia che solo io so. Voglio che tu sappia che le tue ferite sono autoinflitte. Voglio che tu senta la freddezza del tuo letto a mezzanotte. Voglio che tu senta la mia voce ovunque tu vada. Voglio un interesse controllante in te. Voglio che la mia faccia compaia anche quando chiudi gli occhi.

Voglio che tu cammini in catene pesanti ogni giorno. Voglio che tocchi la cicatrice così ti ricordi di me. Voglio che tu capisca sempre quanto sono affamato del tuo carburante. Voglio che tu senta sempre il mio sguardo minaccioso su di te. Voglio che tu guardi il mio riflesso nella finestra e senti quel nodo di paura nello stomaco. Voglio che tu senta la mia mano sulla tua spalla anche se lì non c’è nessuno.

Voglio che tu urli e capisca che nessuno arriverà. Voglio che il tuo mondo scoppi. Voglio sapere quanto mi odi. Voglio sapere quanto mi ami. Voglio che tu sappia solo ciò che io voglio che tu sappia. Voglio che tu apprenda il costo di amarmi. Voglio che tu sappia che la mia cattiveria è solo un modo per vincere.

Voglio che tu mi veda diffondere i tuoi segreti in lungo e in largo. Voglio che tu capisca che la condizione più dolce è stare con me. Voglio che tu venga gettato a terra dal mio tuono. Voglio che ti incateni a me al suono della mia voce. Voglio che tu capisca che la pietà è sopravvalutata. Voglio che tu venga a chiedermi di smettere.

Voglio che tu sappia che il male può essere così bello, voglio che tu senta com’è avere le mani arrivate dal nulla che ti afferrano per farti a pezzi. Voglio che tu guardi la luce scomparire.

Voglio che provi a sollevare la testa, ma tutto quello che potrò vedere sarai tu che metti in mostra il collo Voglio che il tuo mondo scoppi. Voglio vederti isolato. Voglio vedere la speranza nei tuoi occhi così posso spegnerla. Ti voglio vivo perché restino sempre possibilità future. Voglio che tu corra ma che poi ti renda conto che non riesci.

Voglio che tu ora sappia il vero significato di far del male. Voglio che tu comprenda cosa mi hai fatto. Voglio che tu sperimenti il tradimento. Voglio che tu senta la terra andarti via da sotto i piedi. Voglio che tutto ciò che una volta sapevi non avesse più alcun significato.

Ti voglio stordito. Ti voglio confuso. Voglio che tu non distingua la sinistra dalla destra. Voglio che tu inciampi nei miei passi. Voglio che tu brancoli nella nebbia che espando intorno a te. Voglio che tu chieda aiuto e senta solo un’eco.

Voglio che tu capisca che i sogni possono essere infranti. Voglio che tu non sappia mai la verità. Voglio che tu venga sepolto vivo dalle mie bugie. Voglio che il pesante fardello morto della tua colpa ti inchiodi.

Voglio che ti confronti con me e che non riesci a capire che mi stai dando quello di cui ho bisogno. Voglio vedere le tue difese crollare. Voglio che tu trovi che tutto è nero o bianco. Voglio che tutto abbia il sapore di cenere per te. Voglio che tu capisca cosa si prova ad essere controllato da un altra persona. Voglio che tu preghi per la salvezza da parte mia. Voglio che tu cerchi la salvezza nella mia mano.

Voglio che tu ti nasconda solo per poter arrivare e trovarti. Voglio che tu provi ad asciugare le macchie e vederti andare in panico quando ti accorgi che nulla le rimuoverà. Voglio vederti ingoiare le tue bugie su di me. Voglio sentire il tuo terrore lungo la linea telefonica. Voglio che tu urli per me solo per farla finita. Voglio che tu mi dia ciò che mi appartiene.

Voglio che tu capisca che l’oscurità è ovunque. Voglio che tu paghi il prezzo del tuo tradimento. Voglio che tu trovi quello che hai avuto e che tu me lo dia ancora, per l’ultima volta. Voglio vedere quel sorriso svanire quando saprai che ero io. Voglio che la tua giornata inizi con me e finisca con me.

Voglio che le nuvole coprano la tua luna. Voglio che il costante tamburellare delle gocce di pioggia copra il mio avvicinamento fino a che all’improvviso non compaio accanto a te. Voglio sapere dove sei, tutto il tempo. Voglio che i tuoi sogni si dissipino per permettermi di controllare i tuoi incubi. Voglio che i tuoi pensieri riguardino me e solo me.

Voglio che tu capisca che non mi fermerò. Voglio che tu capisca che sono inarrestabile.

Voglio vederti perdere il controllo.

Voglio che tu perda.

H.G. TUDOR

I Want

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi