🆕️ IL CALCOLO E IL NARCISISTA

maxresdefault.jpg

Leggo spesso commenti sulla falsariga di

“Sono irretito da un narcisista e sa esattamente cosa sta facendo, sta calcolando tutto ed è determinato a distruggermi.”

Non ho dubbi sul fatto che tale convinzione sia sostenuta onestamente, ma di solito è  sostenuta erroneamente.

Perché?

  1. Solo i Narcisisti Superiori sono consapevoli e operano in modo calcolato. I Narcisisti Superiori sono davvero molto rari e quindi per una questione di statistiche, se sei stato irretito da un narcisista, è molto probabile che sia un Narcisista Inferiore o di Medio-Rango.
  2.  I Narcisisti di Medio-Rango può sembrare che operino in modo calcolato a causa di una più elevata funzione cognitiva. Questo si chiama “Pianificazione Istintiva” che spiegherò più avanti in relazione a questo argomento.
  3.  L’effetto del pensiero emotivo. Sì, come sai il pensiero emotivo offusca l’uso della logica e lo fa ripetutamente e in migliaia di modi diversi. Uno di questi modi è quello di farti pensare che il narcisista abbia pianificato e operi in modo calcolato perché questo farà sì che tu ti ossessioni di più su ciò che sta facendo il narcisista, parli di più di ciò che sta facendo il narcisista, provi di più a contattare il narcisista allo scopo di fermare questa presunta campagna calcolata contro di te e ovviamente cosa fai se metti in atto una o più di queste cose? Ti coinvolgi e alimenti la tua dipendenza intrinseca dal narcisista. Di conseguenza, il tuo pensiero emotivo vuole assolutamente che tu lo faccia e ti farà ignorare la logica e credere onestamente che il narcisista agisca in modo calcolato.
  4.  La proiezione della tua visione del mondo. Ovviamente tu guardi il mondo dal tuo punto di vista e per questo pensi che chiunque metta in atto comportamenti come quelli che stai sperimentando deve averli pianificati, perché se tu agissi in questo modo, sapresti cosa stai facendo e li avresti pianificati. Questo tuo punto di vista completamente comprensibile significa che non puoi fare a meno di considerare il comportamento come pre-meditato e calcolato. Tu, come vittima empatica, non manipoli attraverso l’istinto. Non hai bisogno di farlo, non sei progettato in questo modo e infatti se mai (nel raro caso) cercassi di manipolare qualcuno tenderesti a fallire perché non sei fatto per far questo e non sei pratico nel comportarti a quel modo. D’altra parte, noi siamo progettati per manipolare e per quanto riguarda coloro che non sono così evoluti come Narcisista Superiore, ciò avviene attraverso l’istinto. Tu imponi la tua visione del mondo sul nostro comportamento, il che non è prepotente da parte tua, niente affatto, ma è sbagliato.

Quindi, questi fattori ti portano a giungere erroneamente alla conclusione che il narcisista sta operando con calcolo nei tuoi confronti.

Come funzionano quindi i narcisisti e qual è il loro stato di conoscenza? In primo luogo, dovresti leggere questi articoli (o rivederli)

I narcisisti sanno cosa stanno facendo? L’Inferiore

I narcisisti sanno cosa stanno facendo? Il Medio-Rango

In secondo luogo, lascia che ti fornisca un esempio per aumentare la tua comprensione.

Noi dobbiamo avere il controllo in ogni momento sugli ambienti e ciò significa sulle persone all’interno di quegli ambienti e ovviamente ciò include te. I Narcisisti Inferiori e di Medio-Rango non si rendono conto che questo è ciò di cui hanno bisogno, questo è noto a un livello inconscio. Il Superiore sa che è necessario il controllo e ha anche capacità di gran lunga maggiori per raggiungerlo.

Il narcisista si è presentato a casa della vittima per effettuare un recupero fisico diretto. La vittima non vive più con il narcisista e c’è un processo di divorzio in corso tra i due.

Lui bussa alla porta ma la vittima non apre la porta. La vittima mantiene il no contact,non aprendo la porta per dire al narcisista di essere ragionevole e di lasciarla sola. La vittima non grida attraverso la cassetta delle lettere dicendo al narcisista “Vai a Farti Fottere”, la vittima non gesticola attraverso la finestra perché il narcisista vada via o apre la finestra e versa acqua addosso al narcisista in attesa. Non importa quanto allettanti possano essere quelle reazioni, la vittima non deve eseguirle perché questa è interazione, che significa

  1. Fornitura di Carburante
  2. Potenziale conseguenza avversa, e
  3. Pensiero Emotivo Aumentato

alias Il Forcone del Diavolo: I Tre Esiti Negativi Dell’Impegno Con Un Narcisista

Finora la Vittima si impegnava a supplicare, gridare e persino minacciare. Tutto questo è Carburante di Sfida e non faceva che incoraggiare il narcisista a continuare a far valere il controllo e anzi ad abbassare la barra di recupero per indurre ulteriori recuperi.

Di conseguenza, la mancata reazione della vittima equivale a una ferita. La vittima è la ex IPPS e quindi è in cima alla gerarchia del carburante. Questa mancata reazione è “di persona” e quindi il risultato è un’enorme ferita per il narcisista.

Questa enorme ferita implica che la furia è innescata. Questo fa parte del meccanismo di autodifesa del narcisista e si verifica perché è una furia viscerale ed emotiva che è necessaria per FAR SÌ che il narcisista faccia qualcosa per porre fine al ferimento, guarire la ferita e ottenere il controllo. Deve essere esplosiva per causare una reazione immediata.

Il Narcisista Inferiore 

L’Inferiore ha una soglia di controllo bassa sulla furia accesa. Opera solo attraverso l’istinto.

Il suo narcisismo, se fosse una voce affermerebbe:

“Noi non abbiamo controllo. Affermiamo un controllo immediato. La nostra gamma di opzioni è limitata in quanto Inferiori. Utilizziamo Insulti Verbali e Danni Materiali.”

L’Inferiore non gestisce una facciata. Non ha controllo. Ha assolutamente bisogno del controllo e ne ha bisogno ora.

Il narcisista, ignaro di ciò che il suo narcisismo sta “pensando”, risponde immediatamente con l’Insulto Verbale come forma di manipolazione, sebbene rozza e rudimentale.

Lui grida

“Faresti meglio ad aprire questa fottuta porta ora, cagna o la aprirò io con un calcio, entrerò e ti insegnerò ad ignorarmi. Apri questa cazzo di porta ora !! ”

La Vittima mantiene il no contact. Il ferimento continua perché il narcisista rimane davanti alla porta della vittima ma viene ignorato. Il suo livello di carburante si sta esaurendo rapidamente, viene ferito e non riceve carburante.

Il narcisista passa istintivamente ai Danni Materiali, raccoglie un grosso sasso dal giardino e lo lancia attraverso una finestra rompendola.

La Vittima mantiene il no contact ma raggiunge il telefono per chiamare la polizia.

Il narcisista è ancora ferito perché non c’è stata alcuna reazione allo sfondamento della finestra. Prende un altro sasso e ne lancia un altro attraverso la finestra. La vittima continua a non rispondere.

A questo punto il narcisismo, se fosse una voce affermerebbe

“Situazione critica. Ferite massicce ripetute. L’Obiettivo non risponde. Controllo non stabilito. Necessità immediata di porre fine al ferimento e stabilire il controllo. Ritirata”.

Lanciando alcuni commenti scelti, il narcisista se ne va prima che arrivi la polizia. La sua ritirata implica che ferma la ferita perché si toglie dalla fonte del ferimento. Ora afferma il controllo terminando l’interazione. Sarà costretto ad andare a prendere carburante, quindi si rivolge ad un apparecchio diverso e interagisce con esso allo scopo di ottenere carburante per risolvere la riduzione del suo livello di carburante. Lui non pensa

“Accidenti, lì non ho ottenuto il controllo e sono stato ferito, quindi ho bisogno di andare a prendere carburante altrove.” (Questo è ciò che sta accadendo a livello inconscio)

Invece pensa coscientemente “Che vacca che mi ignora in questo modo.” Si dirige verso il bar per raccontare alla sua Congrega dell’ultimo atteggiamento ignorante di lei e la loro disapprovazione per la condotta di lei e l’approvazione del comportamento di lui che “Hai mostrato alla cagna che non competerai con lei” gli fornisce carburante per riparare le ferite subite e ripristinare i suoi livelli di carburante diminuiti.

Nel frattempo la Vittima, risentita per i quattro punti sopra indicati, attende la polizia e pensa tra sé.

“Sapeva quello che stava facendo. È venuto qua intorno di proposito per intimidire e distruggermi le finestre. Ha sempre fatto a pezzi le cose quando eravamo insieme, sa esattamente come terrorizzarmi e lo fa apposta. “

Il suo pensiero emotivo prende possesso della sua paura e la usa contro di lei.

La sua visione del mondo la porta a vedere il comportamento come deliberato e calcolato, ma come si vede dall’esempio sopra, non lo è.

Lei crede che questa parte di campagna di molestie in corso sia stata deliberatamente pensata contro di lei – il narcisista continua a chiamare perché ci sono stati Attivatori di Recupero e i Criteri di Esecuzione di Recupero sono sempre stati soddisfatti (principalmente perché il narcisista non vive lontano dalla Vittima, passa davanti a casa sua mentre si reca al lavoro e prima lei aveva sempre fornito carburante al narcisista quando lui bussava alla porta.) Questa convinzione le fa pensare che si tratti di un Superiore che sta orchestrando una campagna di malevolenza contro di lei. Non lo è, in realtà si tratta di una serie di Recuperi Successivi Maligni perché lei è dipinta di nero (c’è un processo di divorzio in corso) e vi sono ripetuti Recuperi Successivi per i motivi descritti.

Quindi la vittima crede che si tratti di un comportamento calcolato, sebbene in qualche modo rozzo per sua natura e  pensa che questo sia un Narcisista Inferiore che complotta e pianifica oppure che, dato che lui complotta e pianifica palesemente, sia un Narcisista Superiore che è particolarmente sgradevole e violento. Le sue conclusioni, sebbene comprensibili, sono errate.

Lui è un Narcisista Inferiore. Vi è una consapevolezza inconscia che è il modo in cui opera il narcisismo, e se esso avesse una voce, dichiarerebbe i punti che ho spiegato sopra. Tuttavia, non lo è e il Narcisista Inferiore non sa perché lo fa, come lo fa, o ha una spiegazione alternativa per le sue azioni (di nuovo oscurata dal narcisismo e dalla natura della sua autodifesa). Non agisce in modo calcolato.

La Vittima è indotta in errore a causa della mancanza di comprensione, paura, pensiero emotivo e la visione del mondo di credere che questo sia un comportamento calcolato e pre-meditato.

Il Narcisista Inferiore può dare l’impressione di sapere cosa è lui, cosa sta facendo e che questo è calcolato, ma per le ragioni spiegate sopra, lui non lo sa e non è calcolato.

Il prossimo sarà il narcisista di Medio-Rango.

H.G. TUDOR

Calculation and the Narcissist

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi