✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 88

A Letter to the Narcissist – No. 88.jpg

Götterdämmerung o Il Crepuscolo degli Dei devono accadere a tutti noi. Mentre ti avvicini al tuo crepuscolo personale, caro Padre, ecco la lettera che ho bisogno di scrivere, ma che ovviamente non invierò mai. Le ripercussioni per mia Madre potrebbero essere assolutamente orribili. Perché ora tu sei sull’orlo di una completa e totale mancanza del tuo famoso “controllo”.
Il crepuscolo degli dei. Tu eri, infatti, come un Dio per me mentre crescevo. Ti adoravo e idolatravo. Senza credere nemmeno per un secondo che il Papà che adoravo così tanto fosse un mostro abusante. Come può saperlo un bambino? È solo la saggezza dell’adulto e in molti casi, dell’adulto di mezza età, che alla fine ci permette di vedere che spettacolo horror è stata la mia infanzia.
Tu sei stato molto attento a non andare troppo oltre, quindi quello che accadeva dietro le porte di una rispettabile famiglia borghese, era protetto dalla vista pubblica. Ma dietro quelle porte c’era una storia diversa. Un Medio-Rango cattivo e viscido. Dirigente di medio livello, tutto di medio livello. Borghesia. Risultati accademici mediocri o scarsi, sei passato in secondo piano al lavoro. Non è stato così con noi. L’abuso è iniziato prima che io nascessi con la tua collera diretta a mamma. Sospetto che tu volessi disperatamente un maschio per accortarti con la tua visione di “Pater Familiaris”. Come amavi tirar fuori frasi in latino, coglione pretenzioso. Chi chiamerebbe la propria bambina Mercedes? Sospetto piuttosto che la povera madre co-dipendente sia intervenuta in quel caso. Il povero caro fratellastro non è stato così fortunato, purtroppo. Avresti anche potuto chiamarlo “Adolf”. Quando sono stata in grado di parlare, hai iniziato a tramare sul serio. Dicendomi che il mondo era un posto pericoloso, di non fidarmi di nessuno. Smetti di dire cose agli altri. Poi io ho capovolto questa cosa trasformandomi praticamente in una mini-te. Il tuo apparecchio personale da portare fuori. Mi è stato detto così tante volte mentre crescevo; “Sei proprio come tuo padre.” Ero così orgogliosa di sentirlo. Ma mi sono fermata a pensare e riflettere sul tono di voce in cui veniva detto da altre persone? L’ho fatto e mi ha disturbato; mi ha messo un tarlo dentro.
Le bizze, oh mio signore, i trattamenti del silenzio assenti, quando marciavi fino alla porta principale e proclamavi ad alta voce e in modo teatrale che avevi finito con noi e “ora lascerò tutti voi”. Due bambini spaventati ti pregavano e piangevano di non andare. Ma te ne andavi lo stesso. Figlio di puttana senza cuore. Col passare del tempo, io e il fratello abbiamo sconfitto questo gioco di potere semplicemente scrollando le spalle, ma tu te ne andavi lo stesso, anche se divenne meno frequente. Questo è successo dozzine e dozzine di volte. Il percorso dei miei problemi di abbandono. il numero di volte in cui sono stata picchiata da bambina, che ho preparato una valigia da piccola e ho cercato di scappare. I miei figli non l’hanno mai fatto. Non è normale da bambini desiderare continuamente di far questo; scappare. Né lo è pregare che i miei veri genitori vengano a prendermi, un giorno o l’altro. A salvarmi. In qualche modo.
E quando mi incoraggiavi a mangiare salsiccia cruda e poi colpivi la parte posteriore delle mie cosce con un elastico molto spesso; ‘Il Decollo della Salsiccia’? O aspettare che fossi a letto e grattare alla porta – ‘Il Mostro che Graffia’? Mi ci sono voluti anni per riuscire a non dormire con la luce accesa. Queste sono le radici del mio disturbo misto di ansia / depressione che tu hai programmato nella mia mente mentre stavo crescendo. Ne soffro ancora e ne soffrirò sempre. Era sulla strada del mio recente tentativo di suicidio. Oppure i tentativi di umiliarmi costantemente non sono abbastanza validi. Una delusione? Hai sprecato la tua vita Ren! L’Universita del Topolino per te, la mia ragazza! Oh secondo classificato al GCSE nella tua scuola? È perché sono tutti idioti! ‘Termodinamica? Pfft! Potevo farlo! “No. Tu. Cazzo. Non potevi.
Non mi piaceva il modo in cui mi guardavi in bikini o come mi tiravi giù le mutande e mi sculacciavi nella mia adolescenza. O che dire degli epiteti di “troia” e degli schiaffi in faccia più tardi quando non approvavi un vestito? Maledetto pervertito.
Triangolazione. Oh le interminabili triangolazioni tra la mamma Co-Dipendente, LVN, il fratello e me. Come osi avere la faccia tosta di buttarmi fuori di fronte alla tua amante IPSS? Ho distrutto N’s per molto meno. E altre attraverso gli anni di cui abbiamo sentito parlare. Le lacrime che hai fatto piangere a mia Madre. Parliamo di lei ora. Nell’anno delle nozze d’oro, quella donna ti ha regalato niente meno che una medaglia d’oro (Good Stepford BTW!). E come l’hai ripagata? Giusto, essendo seriamente infedele. So che lo hai fatto perché so cosa sei. Non potrò mai dirle che i suoi sospetti erano fondati; la distruggerebbe. Quindi dovrò proteggerla dalla verità che tutta la sua vita è stata una vera e propria bugia. Ma ora la proteggerò. Sono più o meno come una “Salvatrice”.
Grazie agli altri (invariabilmente i Superiori – oh come ti distruggerebbero, mi piacerebbe vederlo. Si mangerebbero molti popcorn.), So esattamente cosa e chi sei. Ancora più importante, so come sconfiggerti. Vedi, come diretta conseguenza di come hai trattato me e la mia famiglia, tu mi hai dato delle armi. Ora ne ho una cassetta piena. Oh caro Padre, come SES, come deve bruciarti accettare il fatto che non solo sono molto più intelligente di te, posso davvero vederti?
E io ti vedo.
Dovresti essere incredibilmente grato che ora mi sto aggrappando alla mia natura E con una presa severa e viziosa. La Supernova è in agguato ed è solo me stessa, la povera mamma e ciò che le hai fatto ciò che trattiene la mia mano.
Vedo quanto sei invecchiato nelle ultime 6 settimane – hai solo 73 anni, sei ancora così giovane! Ma STAI invecchiando. È il mostro vero? Sta venendo fuori. Non è una bella vista, ma è affascinante. Hai creato una scrittrice. E una scienziata (perché volevo compiacerti). Quindi eccomi qui, un fisico di livello post laurea che ha pubblicato articoli accademici e tenuto conferenze a livello universitario, che ti osserva, ti scruta, prende appunti e scrive. L’oblio è affascinante e mi sento privilegiata di avere l’opportunità non solo di testimoniarlo, ma di testimoniarlo come un Empatica completamente armata che è del tutto consapevole del processo che è in corso.
Addio caro papà. È troppo tardi per te adesso. Potrebbe essere troppo tardi per mia Madre. Ma non è troppo tardi per me o per i miei cari bambini.
Tua, per il limitato periodo di tempo che hai lasciato,
La tua sempre amorevole figlia e qualche volta NISS.
Ren
X
P.S Mi piace molto il titolo, vero? Questo è per avermi fatto sedere durante l’intero Anello del Nibelungo quando avevo 9 anni, maledetto bastardo. Mi sono seduta lì, sulle tue ginocchia perché volevo farti piacere. Perché ti amavo. Non mi sono mai chiesta ‘Cosa mi rendeva felice?. Ho ancora difficoltà con questo. Non preoccuparti, il tuo posto in Valhalla non è stato assicurato, mi è stato detto. Stai bruciando tra le fiamme della tua stessa creazione. Ho sentito che Odin è piuttosto incazzato con te per la tua arroganza. Il crepuscolo sta cadendo …
P.P.S. Non fare mai incazzare Odin. È un vero bastardo.
P.P.P.S Ti ho parlato del mio stupro ieri sera e tutto quello che hai detto è stato … E? Datti fuoco stronzo.

H.G. TUDOR

A Letter to the Narcissist – No. 88

 

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi