✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 83

A Letter to the Narcissist – No. 83.jpg

Gentile Non Dispiaciuto,
Non che tu abbia chiesto, ma sto bene. Non sono in ginocchio e sono in piedi. So che questo ti turba. So che sarò punita. È per questo che ti sei fermato? Per ricordarmelo? Sì, ho ricevuto il tuo messaggio.
Ho lavato la mia macchina prima che i bambini vedessero quello che hai scritto. Ancora una volta, ho incolpato la sfortuna per il chiodo nella mia gomma. Prego. Non che tu apprezzi come ti copro. Anni di abitudine e ora la mia impostazione predefinita. Lo faccio per mantenere la pace. Lo faccio per il bene dei bambini. Non che mi piaccia ammettere, ma mento anche a me stesso. Non che lo confesserò … lo faccio per proteggerti. Non senza rimpianti.
Ora il mio silenzio è protezione da te. È sia un’arma che uno scudo. Non che mi sia concesso di scegliere, dipende da te. Fino a che punto tenterai di spingermi? Mi sottovaluterai di nuovo? Non che tu non fossi approssimativo e finto-fiducioso. Non che ti preoccupi, ma dovresti. I bambini non pagheranno per te … non come ho fatto … non se posso impedirlo. Non che tu capisca l’amore di una madre, come hai potuto? Non metterlo alla prova. Non mettermi alla prova. Non confondere stanco per debole. Non sbagliarti tra dolore e resa. Non che io desideri combattere. Non che non mi fossi preparata.
Non che tu ammetterai, ma l’amore e il rispetto stanno vincendo. I bambini stanno guarendo. La paura e il controllo non vivono qui … i Giochi di Rabbia sono finiti. Non che tu l’abbia notato, ma stai giocando da solo. Non che ti dia fastidio. Non che tu conosca un altro gioco. Non che tu voglia imparare. Non che tu possa imparare. Non che tu non possa. Non che aspetterò, ma spererò. Non che sia importante per noi. Non che io possa tornare indietro. Non che io possa andare avanti. Non che non ci abbia provato. Non che avrei dovuto, ma ti amavo. Non che il mio amore sia stato ricambiato. Non che non lo meritassi. Non che non ne fossi degna. Non che io non fossi abbastanza. Non che tu abbia recato danno. Non che io possa perdonarti. Non che tu abbia mai chiesto … non che me ne importi.
Cordiali saluti,
Non Cieca, Non Stupida, Non Pazza
Veramente,
Non Tua Madre, la Tua Cameriera o il Tuo Premio
Per Sempre Tua,
Non Proprio
Ama sempre,
Non Più

H.G. TUDOR

A Letter to the Narcissist – No. 83

 

 

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi