✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 75

A Letter to the Narcissist – No. 75

Quindi, ho notato che hai pubblicato un articolo su come scrivere una lettera al tuo narcisista. Mi è sembrata l’occasione perfetta per tirar fuori il mio monologo rabbioso sul mio ex-narci perché la coltellata è illegale. Inizialmente ho iniziato a scrivergliene una, ma ho deciso di scriverne una a te perché di recente hai avuto una certa influenza sulla mia vita personale e sulla mia ripresa negli ultimi quattro-sei mesi. Sembra più opportuno.

Vedi, quel tipo di lettera ha avuto come risultato te che parlavi dei capelli miracolosi di Trumps. Quindi, ho pensato, fanculo, questo funzionerebbe bene e vedrai perché. Sopportami.

Ho iniziato a interagire sul tuo blog molti mesi fa e ho persino avuto una piccola consultazione con te. Non sono sicura che tu ricordi ma hai risposto a molte mie domande perché avevo un passato piuttosto ampio con narcisisti e abuso narcisistico. (Sembra che io sia molto attratto da loro e i giochi di combattimento / mentali sono alcune delle loro qualità oltremodo coinvolgenti per me.) Tu sei stato abbastanza paziente e mi sono seduta attentamente.

Ad ogni modo, la verità è che quando ho trovato i tuoi blog e video mi ci sono tuffata di testa per prima. Non solo la lettura dei tuoi post mi ha mantenuta lucida, ma hanno avuto più di un effetto su di me.

Durante la mia lettura diligente, anche se dolorosa, (i miei occhi quasi sanguinavano) la mia vita è cambiata e sono persino caduta nell’ossessione per te. Ma attraverso questa esperienza sono arrivata a capire cosa mi ha tormentato per tutta la vita. (La terapia arriverà presto, ne sono sicuro. Riuscirò a colpire un divano, a urlare a mia madre e chiedere a papà di tornare a casa?)

C’è stato un punto in cui ti ho persino mandato una mail sotto un alias diverso che era molto personale ed era prodotta con tutto il cuore nella mia ossessione per te. Ammetto che ho fatto un viaggio nella tana del Bianconiglio e l’ho fatto accadere, completamente, e ne avevo bisogno più di quanto tu credessi. (Onestà, ciò di cui ho più bisogno nella mia vita prego.)

Il mio primo amore era un narcisista. Per finire, sono cresciuta in una famiglia molto violenta con una madre narcisista e un fratello bambino d’oro. L’abuso religioso abbondava. Quella merda rimane con te. L’Armamentario del Diavolo ha risposto a molte domande che mi hanno ossessionato per decenni riguardo al suo comportamento e alla mia educazione familiare. Sapevo già che erano fottuti bastardi di cui mi importava e che mi avevano rovinato la vita, ma tu mi hai mostrato il quadro completo.

Non andrò troppo lontano in una lezione di storia qui, dopotutto questa è una lettera per te e dovrebbe essere breve come hai chiesto tu.

La mia base d’origine per l’amore è stata costruita attorno a questo tipo di dinamica. È allettante, avvincente, e ho attirato molti narci nella mia vita più di una volta, e anche io stessa ne ho alcuni tratti. Per me, tu sei troppo attraente. (Scommetto che hai gli occhi laser della seduzione.) Ma leggere le tue parole era ed è stato il fuoco che avevo bisogno di accendere sotto il sedere per realizzare l’illusione che avevo posto su me stessa riguardo all’amore. La verità punge ma io ne avevo tanto bisogno. Dopo una vita di negazione, comportamenti vagabondi e distruttivi e un matrimonio che sta cadendo a picco molto lentamente: ho imparato molto sui miei cicli ripetitivi e anche sui miei punti di forza. Il tempo ha dimostrato che sono una sopravvissuta e una combattente. Non mi arrendo facilmente, ma suppongo che ci siano momenti anche per quello. Questa era un’arena in cui dovevo entrare per vedere le mie bugie e il modo in cui chiudevo il cuore per sentire qualcosa. C’è solo tanto divieto, sculacciate e vagabondare in giro per il mondo posso farlo per il cuore.

HG, le tue parole mi fanno incazzare ma anche mi illuminano. Mi fanno ridere e mi fanno ribollire. Eppure questo mi ha riacceso il cuore e mi ha insegnato a provare di nuovo sentimenti. Spostando quell’ossessione dal mio ex-narci alla verità che viene da te, sono riuscita ad affrontarlo dopo tutto questo tempo invece di giocare con lui due decenni dopo. Si è levato dalle palle, pensa un po’. Probabilmente stava andando fuori strada per l’onestà, vero? Tu hai ripristinato la mia linea di vita frantumata e mi hai dato la possibilità di recuperare ciò che avevo perso decenni fa; me.

Non ho alcuna illusione su ciò che devo fare per continuare a trovare me stessa e tu eri l’elemento propulsore di cui avevo bisogno per dare alle fiamme tutto ciò che credevo su di me. Negli ultimi sei mesi ho imparato a piangere di nuovo, ridere, ballare, arrabbiarmi, essere felice, essere aperta e recuperare la forza e i confini tolti dal mio cuore. (Invece di girovagare in un labirinto di fissazione, anche se a volte lo adoro.) Vedere la tua capacità di ammettere e condividere per una volta mi ha incoraggiato e ispirato a fare quello che devo fare per me stessa. Ha fatto tutto a pezzi dentro di me, specialmente dopo aver parlato direttamente e sentito l’ombra attorno al tuo cuore. Mio Dio, il dolore. C’è dell’altro, ma penso che tu capisca quello che sto dicendo e ora sono sopra il numero delle parole. Forse parlare di Trump sarebbe stato più breve?

Sei il figlio malato di una puttana e mi interessa fottutamente quello che ti succede, bastardo. Per me sarai sempre il narci che ha guarito il mio cuore silenzioso. Prendila come vuoi. Mi chiedo se avrei dovuto dirgli che ti amo, ma fanculo?

Lo farò più tardi e continua a scrivere.

H.G. TUDOR

A Letter to the Narcissist – No. 75

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi