✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 71

A Letter to the Narcissist – No. 71.jpg

Addio amore mio, mio tormentatore, la mia versione personale del paradiso inglobata dall’inferno!

Questa volta (3 ° fidanzamento) i miei occhi erano ben aperti perché ora so cosa sei, cosa non sei, cosa ti guida e ti alimenta e i molti giochi manipolativi che fai. Volevo solo osservarti e sperimentarti, mio Narcisista pur essendo pienamente consapevole. Con la mia nuova conoscenza acquisita, ho pensato che potevo soddisfare abbondantemente i tuoi bisogni rimanendo immune al tuo sconvolgimento emotivo e abuso. Ho sbagliato, così tanto torto! Continuavo a sentirmi confusa e ansiosa, spesso privata del sonno a causa delle tue chiamate e messaggi, mi mentivi ripetutamente, mi amavi e poi mi ignoravi. Dopo il Periodo d’oro, non un giorno era simile a quello precedente, tranne che per il filo comune degli alti e bassi.

Ti amavo ancora? Sì, con passione! Ero innamorata! Credevo che saremmo stati insieme per sempre? No, non più. Ero attaccata e dipendente da te? Oh sì, te ne sei assicurato! Tu eri attaccato a me? A qualcuno? No, non sei capace di legami o amore, anche se credi di esserlo.

Le nostre giornate si sono trasformate in settimane e le settimane in mesi. Siamo durati molto più a lungo di quanto pensassi. Ho appreso di più su di te di quanto avessi mai voluto sapere, mentre ti raggiravo per farti confidare i dettagli delle tue conquiste sessuali. Sono rimasta inorridita dal numero e dalla natura di tutte le donne con cui ti sei impegnato! Dopotutto, sei un Narcisista Somatico!

Alla fine però, sono caduta dal mio piedistallo. Tu hai iniziato lentamente a punirmi e ad allontanarmi, cercando il mio rimpiazzo, inseguendo e seducendo altre donne. Poi ti sei allontanato prematuramente da me, bloccato e messo a tacere per una settimana. Lei non doveva esserti bastata dato che mi hai fatto scivolare di nuovo al posto come Primaria, per poi lentamente sganciarmi qualche settimana dopo quando leggevi e non rispondevi mai ai miei messaggi di supplica. Hai aspettato fino al giorno di Natale per bloccarmi ed allungare il tuo silenzio, la tua assenza nella mia vita. Buon fottuto Natale per me …

Una settimana di reciproco silenzio seguita dalle mie numerose e urgenti telefonate patetiche e imploranti. Le tue risposte erano molto fredde e crudeli, e rivelavano l’uomo sotto la maschera. Non ho osato chiamare di nuovo. E poi, mentre i giorni bui passavano lentamente, non ti desideravo più o non volevo sentire la tua voce … solo un’ultima volta. Non mi hai “spezzato” o “[mi] hai fatto a pezzi a poco a poco .. dall’interno” come mi avevi detto che avresti fatto. Non potevi. Devo ancora essere distrutta dalla tua specie.

Per tutto il danno e la distruzione che hai portato crudelmente, mi hai lasciato con un solo dono: la consapevolezza del tuo sfacciato abuso, manipolazioni e desiderio di avere un controllo totale su di me. Altri prima di te erano stati molto più sottili con le loro macchinazioni, e usavano una raffinatezza e un fascino che tu non possiedi. La mia nuova consapevolezza ha portato a un viaggio di comprensione del tuo comportamento e ho trovato risposte e chiarezza mentre riflettevo su un’intera vita di rapporti familiari e sentimentali con la tua specie.

Ora sei bloccato su tutti i fronti, le tue foto e la musica cancellate. Il dolore nel mio cuore sta diminuendo lentamente, la tensione è sparita dal centro del mio petto, i miei polmoni sono liberi di espandersi e respirare di nuovo, la mia pelle si schiarisce, le bevute notturne abbandonate … la pace sta lentamente permeando la mia vita … senza di te. Sto scoprendo la presenza di gioia e meraviglia nel mio mondo, ancora una volta e tra persone che amo e che mi amano. Oggi mi sono sorpresa di nuovo a sorridere mentre andavo a lavorare in spiaggia: dall’alto verso il basso, sole caldo sul mio viso e la mia musica che mi portava con sé.

Questa è la lettera che non invierò mai, perché conosci già questa storia. L’hai interpretata un centinaio di volte prima e continuerai a farlo. No, non riceverai la mia lettera, ma otterrai il mio silenzio perpetuo mentre ti cancello dal mio cuore e dalla mia mente. Apprezzerò le lezioni apprese, ma nient’altro di te. Quando e se penserò a te, dirò una preghiera anche se l’eterna ottimista dentro di me sa che sei al di là dell’aiuto. Non cambierai mai. Pregherò affinché tu ottenga un po’ di potere e di pace mentre fai il minor danno possibile alle persone rimaste sulla tua strada, specialmente i tuoi figli. Oh mio Dio, i tuoi figli!

Mi riprenderò ed eviterò la tua specie in futuro, ammetterò solo le persone degne del mio amore nel mio cuore e nella mia vita. Tu sei il mio passato come lo erano gli altri prima di te e come te, tutti voi Narcisisti! Tu non sei il mio futuro! Ma non preoccuparti! Hai ancora un sacco di Empatici inconsapevoli da sedurre e vittimizzare per un po’. Tuttavia, la nostra consapevolezza sta crescendo e la tua specie, i predatori umani Narcisistici stanno venendo lentamente smascherati … ci stiamo impadronendo del potere!

Kimi

H.G. TUDOR

A Letter to the Narcissist – No. 71

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi