✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 38

A Letter to the Narcissist – No. 38.jpg

Eccoci a quel momento fortunatamente decisivo e particolarmente illuminante nello spettacolo del pazzo Joe, quando ho realizzato esattamente quello che sei e che io, proprio come ogni persona che conosci e che sempre incontrerai, ero lì semplicemente per sostenere e mantenere l’infermità del tuo ego colossale. È forte, Baby. Ho semplicemente premuto quell’interruttore e mi sono salvata. Ha! Ho saputo in quel momento che ti avrei lasciato. Ho passato ogni giorno e ogni momento di veglia a cogliere ogni opportunità fino al giorno in cui me ne sono andata. Pianificare e realizzare gradualmente la mia dipartita da te e dalla tua malvagità recitando la parte. Ora sai assolutamente che l’ho fatto. Lol!

Alla fine, l’hai visto giungere e, in modo disdicevole, hai appeso tutte quelle carote su quel bastoncino. Sì, l’hai fatto. Lmao! Sempre con l’esilarante, tenero, prendermi la mano, guardarmi negli occhi, false promesse future rosa fumo, cazzate e bugie a cui pensavi credessi! Il giorno del nostro divorzio hai persino provato quel gioco di pietà! Tu credevi a ogni parola che usciva dalla mia bocca. Io non credevo a una sola che usciva dalla tua. Bugiardo. Un tentativo pietoso di tenermi in gabbia. Ha! Ha! Ho solo mantenuto una faccia impassibile e sono andata avanti ogni singolo giorno. Le ultime due settimane sono state particolarmente divertenti. Quando sono stata pronta, ho tagliato i miei lunghissimi capelli per annunciare pubblicamente in modo che tutti sapessero; Non c’è NESS-UNO che domina su di me, tranne me. Meno che mai, tu. Tutti se ne sono accorti quando ti ho lasciato. Tutti l’hanno notato. Tra l’altro, io odio le carote.

Nel frattempo, farai come hai sempre fatto. Porterai donne belle e oneste in finte biasimevoli relazioni con l’inganno, il falso fascino, la manipolazione, il rispecchiamento, le belle bugie e le frasi pietose mentre giochi a fare l’eroe o la vittima. È il tuo gioco della vita. Amore e bugie. Avrai sempre bisogno di dare il via a quella commedia per intrappolare qualcuno che puoi tenere attorno per nutrire e accarezzare il tuo ego massiccio ma delicato. Avrai sempre bisogno di intrappolare qualcuno che puoi tenere attorno da colpire emotivamente e punire per farti sentire meglio quando vai nei pazzi per qualcosa, anche per la tua composizione pazza. Avrai sempre bisogno di intrappolare qualcuno per far fronte a qualsiasi responsabilità dato che tu non ne hai. Avrai sempre bisogno di metter su quella commedia per intrappolare qualche donna gentile e generosa per ottenere il controllo e rubare nella sua vita perché tu non sei capace di vivere da solo o di farti una vita tutta tua. La trappola all’inizio è sempre così carina. Periodi meravigliosi. Poi un giorno la maschera scivola e appare il vero Joe. Non amore. Mai amore. Disonesto. Schiavitù emotiva.

A proposito, hai mai letto i commenti sul video di Bryan Adams ?! Così buffi. Scommetto che hai pensato che il video fosse per te vero? Lmao!

Sei sempre riuscito e sempre riuscirai a trovare persone buone, gentili e generose da usare, punire, ferire, sfruttare, metter via e usare. Fare del male o sminuire la gente è l’unico modo per sentirsi un tipo forte, robusto e duro. Squallido. Malvagio. Un bullo che invecchia. Ah, ma nel buio della notte e dentro la tua stupida testolina … non ti piace quel ragazzo, più di quanto non piaccia al resto della popolazione.

Lo odi proprio, ma è così che tu fai in modo di sembrare più grande e migliore di quanto tu senta di essere veramente. Ti piace fingere di essere un “bravo ragazzo”. Entrambi sappiamo che non lo sei e che c’è sempre un prezzo per la tua “gentilezza”. I veri bravi ragazzi portano il loro fratello morente alla spiaggia, quando è solo a un’ora di distanza ed è il loro ultimo desiderio. Il tuo fratello morente aveva la borsa preparata da settimane e tu hai fatto in modo che lui sapesse che non ce lo avresti mai portato. Ti sei assicurato che sapesse che lo stavi ignorando. Io mi sono assicurata di farlo presente a tutti.

Sappiamo entrambi che ruota sempre e solo tutto attorno a te e al tuo ego grande e fragile. Sei un bullo … tranne quando fai finta di non esserlo allo scopo di indurre le persone a credere che tu sia qualcosa che non sei, o che loro sono per te qualcosa che non sono. Gira e rigira, e gira ancora … Falso. Impostore. Camaleonte? Quasi. Sei solo un riflesso fangoso di tutti quelli che invidi e tu non puoi essere, ed io ero la competizione che tu hai provato ma che non hai potuto mai superare. Ha!

Cordiali saluti … Tutto funzionerà per te esattamente come in passato. Tieni presente che stai invecchiando. Mantenere quella maschera, nasconderti mentre neghi la disfunzione erettile e ingannare le persone richiede un sacco di lavoro e manutenzione.

Il divorzio, il tribunale e il dover affrontare i tuoi problemi fiscali che TU hai causato sono stati, francamente, le uniche cose che hanno scatenato qualsiasi pensiero o considerazione su di te da quando ti ho lasciato. Non sono affatto arrabbiata. Ho appena immaginato di illuminarti con l’essenza della “nostra vita” insieme mentre ti lascio con questo pensiero finale …

Alla fine, non solo è stato decretato il divorzio, ma a partire dall’apertura della mail di oggi; il tuo dramma sulle frodi fiscali è finito per me e non devo più fare la carina o continuare la finzione. Tutto ciò che devo fare è percorrere la mia buona strada e ringraziare me stessa, il mio orgoglio e la dolce provvidenza che ti ho completamente, felicemente e per sempre cancellato dalla mia vita. Ti ho quasi dimenticato. Ho venduto gli anelli, prenotato una crociera di due settimane e installato una vasca idromassaggio. Grazie per i ricordi.

H.G. TUDOR

A Letter to the Narcissist – No. 38

 

 

 

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi