✉ UNA LETTERA AL NARCISISTA N. 19

A Letter to the Narcissist – No. 19.jpeg

Caro “Nessuno”…

Questa persona falsa in cui ti svegli ogni giorno deve essere così estenuante. La tonalità della tua pelle da vampiro è probabilmente un danno epatico che ti porta a bere quotidianamente fino all’oblio. Maniaco paranoico senza bisogno di contatto fisico umano, e lo dici con orgoglio. La grandiosità e il mistero – non c’è niente lì. La tua povera moglie. Ti sei sposato per apparire “normale”. I suoi occhi sono tristi e la sua anima è demolita. Lei è stata il tuo agnello sacrificale. Sono sicuro che rabbrividisce quando sente che giri la chiave. Vivere con te deve essere l’inferno sulla terra. Scommetto il mio ultimo dollaro che probabilmente sei ubriaco ogni notte. Probabilmente sei ubriaco già adesso. Ho sentito per caso alcune delle tue conversazioni con lei. L’abuso verbale, l’abuso emotivo, e io ho paura di pensare a quale abuso fisico possa sopportare la tua debole mano impotente. Ti riferisci al matrimonio come un contratto con restrizioni. Quali restrizioni? Fai quello che cazzo vuoi quando vuoi, perché lei non andrà da nessuna parte. Ogni notte torni a casa a mezzanotte. Ovvio che vede in ogni donna una minaccia. Perché? Lei sa che nessuna è inaccessibile per te, porco. Sei un criminale emotivo. Hai rubato la sua felicità, massacrato la sua anima e ucciso il suo spirito. Sembrava così felice nella foto del vostro matrimonio sulla tua scrivania. Lei è stanca. Lei ti odia.

Siamo stati “amici” per 10 anni? No. Ero un bersaglio ambulante in gestazione – qualsiasi cosa che indossi una gonna lo è (anche se non sono sicura al 100% che tu NON sia gay). Non ti ho mai dato un’altra occhiata. Sei molto ragazzino da confraternita per un uomo-ragazzo con una laurea in un’università di prestigio. Quello che non sapevi era che io avevo una laurea in Criminologia – psicologia della mente criminale. Probabilmente pensavi che non fossi molto intelligente. Solo molto attraente. Sarebbe facile per te. Mi hai detto che la prima volta che mi hai visto indossavo il giallo, che non l’avresti mai dimenticato, che ho lasciato una tale impressione su di te. Cazzate – io odio il giallo. Non ho nulla di giallo. L’anno scorso hai tentato di confondermi. Sapevi che mi ero recentemente risposata, sapevi che ero felice. Speravi di cambiare le cose. Distruggi come il criminale emotivo che sei. Tu odiavi il fatto che ero e sarò sempre una donna felice, completa, soddisfatta senza problemi di autostima o di amor proprio. Sapevi che un sacco di uomini single molto ricchi sul posto di lavoro mi avevano chiesto di uscire tra un matrimonio e l’altro. Non ho accettato gli inviti. Non mischio il lavoro col piacere. Sono diventata il tuo prossimo obiettivo. Chissà quante povere anime sono davvero cadute per le tue cazzate? Tu pontifichi, non conversi. Tu sgridi, non ascolti. Ti arrabbi così velocemente. Ti ho messo alla prova. I tuoi occhi luccicavano pensando di avere la mia attenzione. Io ho ribaltato la situazione. Ora puoi sentirti ciò che fai sentire a tutte le donne. Sei diventato il MIO progetto. CASO # 17 / NARCOS. Avevo studiato “persone” come te, ma non ne avevo mai incontrato uno che aveva tentato di coinvolgermi. HG ha confermato quello che eri. Ti piacerebbe sapere chi è HG, vero? Forse è lui il motivo per cui non sono interessata a te. Ha finito per confermare ciò che eri. Questo ti torturerà mentalmente, Narcos. Chi è lui? Chi diavolo è HG? Da dove viene? Sono sicuro che lo chiederai in giro.

Non funziona niente. Non puoi attirare la mia attenzione. Niente carburante. Mi ignori per settimane di fila, come se m’importasse di te. Speri che io verrò a cercarti. Quando non funziona, vieni tu a cercare me. Sì, ancora non mi importa. Ora sei incredibilmente arrabbiato, mediti vendetta mentre i messaggi che mi mandi a caso non hanno risposta. Mi mandi un messaggio per dirmi dove è parcheggiata la mia macchina in un garage che ospita 17 piani. Conosci il mio numero di codice di licenza. PAZZO. Come OSO non rispondere ai tuoi messaggi? Facile. Scorri / Elimina. Tutti ciò che contengono sono ulteriori cazzate. Le tue dita devono essere così stanche dal digitare. La tua anima è nera. Quando non funzionava nulla, mi dicevi che ero un Malkina, senz’anima. No Narcos, tu lo sei. Questa si chiama proiezione.

Nel cercare di distruggermi, hai distrutto te stesso. Io sono solo un promemoria di ciò che sei: un perdente. Non solo non mi hai intrappolato nella tua rete di inganni, io ora so cosa sei. La tua vita è un gioco.

Io vinco.

Malkina

H.G. TUDOR

A Letter To The Narcissist – No. 19

 

 

 

 

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi