📁 UNA NARCISISTA MOLTO REALE

79373688_975892939449847_4541302417957847040_n.jpg

Sabato 19 maggio, Rachel Meghan Markle (“RMM”) ha sposato il principe Harry e questa unione attira altrettanta attenzione sia per la figuraccia della famiglia della sposa che per l’evento stesso. Non si può evitare la ripetuta menzione di Miss Markle e Prince Harry, ed essi raramente non figurano sui titoli di giornale – proprio come piace a lei.

Il 15 ottobre è stato reso noto che Miss Markle è incinta. Una gravidanza rapida dopo il matrimonio e tipica del comportamento vincolante del narcisista di rimanere incinta o mettere incinta una partner rapidamente per garantire che la vittima empatica irretita resti legata strettamente il più possibile al narcisista. Oltre a ciò, la signorina Markle ha partecipato al matrimonio della principessa Eugenia il 12 ottobre con il cappotto sbottonato intorno alla pancia (quando non sarebbe stato necessario) per suggerire l’ipotesi che potrebbe essere incinta e ovviamente attirare l’attenzione su di lei e lontano dalla sposa. Tale speculazione è divenuta conferma con il recente annuncio che Miss Markle è incinta, e di nuovo l’attenzione è stata attirata su di lei e lontano dalla sposa. Ci sono state ampie opportunità di fare un annuncio in un tempo ragionevole prima del matrimonio o una settimana o giù di lì, invece la dichiarazione è stata fatta nel giro di pochi giorni, permettendo così a Miss Markle di rubare la scena a qualcun altro e soddisfare la sua sete di attenzione, ovvero il carburante. Queste pagliacciate oscuranti sono state notate dalla madre di Eugenie, Sarah Ferguson, che ha lanciato un tweet blitz di fotografie del matrimonio di sua figlia come risposta al comportamento di Miss Markle.

È una narcisista? La sua sorellastra, Samantha Markle certamente la pensa così dato che è stata particolarmente diretta su Meghan chiamandola

“Una narcisista, superficiale, arrampicatrice sociale.”

Ha anche criticato Meghan per non aver offerto alcun supporto emotivo o finanziario a lei e al padre una volta che è diventata famosa. Altri hanno descritto Samantha Markle come gelosa e che sembra che tutto le sia dovuto. Le osservazioni di Samantha sono accurate e dimostrano ciò che è Meghan e quelli che attaccano Samantha fanno parte della congrega e dei Luogotenenti di Meghan, dato che tentano di limitare ogni danno e discreditano Samantha, oppure sono delle osservazioni e dei vaneggiamenti di una sorellastra gelosa? È difficile valutare in modo isolato. D’altra parte, è interessante che Samantha abbia scelto una simile descrizione. Se avesse voluto insultare Meghan avrebbe scelto altri aggettivi spiacevoli come il marchio di poco di buono, cercatrice d’oro, che divide ed impera e cose simili. Quindi, potrebbe esserci un granello di verità (se vista con cinismo) in ciò che ha detto Samantha Markle?

Samantha Markle ha anche detto che Meghan da piccola guardava i reali in televisione (non era certo l’unica) e che Meghan preferiva Harry dato che ha un debole per i rossi e la sua ambizione è sempre stata quella di essere una principessa. Non è certo un rivelazione che una giovane ragazza voglia essere una principessa, molte aspirano a questo sogno come parte dell’infanzia e abbandonano una simile idea una volta cresciute.

Altri membri della famiglia non sono stati timidi nell’esprimere la propria opinione su Meghan. Suo zio, Michael Markle ha dichiarato

“Sono arrabbiato e sorpreso per non essere stato invitato ma se non mi vogliono lì, allora non ci voglio essere.”

Il fratellastro Tom Markle junior sottolinea

“Ha distrutto la nostra famiglia. Ha chiaramente dimenticato le sue radici.”

Si è lamentato del fatto che le ha mandato una lettera di congratulazioni ma non ha avuto risposta.

Altri due zii sono stati snobbati, uno è un vescovo (indubbiamente della sua stessa chiesa) e l’altro è un ex diplomatico degli Stati Uniti. Sembra che solo due membri della famiglia di Meghan siano stati invitati e la sceneggiata che circonda la partecipazione/non partecipazione di suo padre al giorno del suo matrimonio ha riempito molti notiziari. È trapelato che sarà sua madre Doria Ragland a partecipare e accompagnare Meghan. Sua madre è arrivata nel Regno Unito solo tre giorni fa quando ci si sarebbe aspettati una presenza più lunga dato l’alto profilo del matrimonio. Non ha voluto arrivare presto o non le è stato permesso di farlo?

Potrebbe essere che Meghan sia circondata da una famiglia disfunzionale e pensi sia meglio che non partecipino o forse la sua famiglia potrebbe avere delle questioni che desiderano condividere durante il matrimonio e lo farebbero senza complicazioni, ma Meghan vede la loro partecipazione e coinvolgimento come imbarazzante, un promemoria da dove è venuta (cosa che vuole dimenticare ora che si trova nell’atmosfera rarefatta della vita aristocratica) e quindi è più soddisfatta nel tenerli ad un oceano di distanza e senza invito? Una persona amorevole molto probabilmente inviterebbe la famiglia perché, beh, sono la sua famiglia. Sì, i parenti bizzarri potrebbero non essere invitati per validi motivi ma avere solo due parenti che partecipano sembra una mossa calcolata per tenerli lontani perché non abbiano più ragion d’essere per danneggiare l’immagine di Meghan. Se è così, un simile comportamento è in linea con il comportamento narcisistico di mantenere una certa apparenza e tagliare fuori facilmente la gente.

Una simile conclusione guadagna credito con la rivelazione dell’ex amica Ninaki Priddy che è stata amica di Meghan per 30 dei suoi 36 anni. Miss Priddy ha commentato

“Meghan era una calcolatrice, molto calcolatrice nel modo in cui gestiva persone e relazioni. Era molto strategica nella maniera in cui coltivava cerchie di amicizie. Una volta che aveva deciso che non eri più parte della sua vita, poteva essere gelida. È questo meccanismo di spegnimento che ha.”

L’osservazione di miss Priddy, se accurata, dipinge un’immagine di comportamento narcisistico significativo dimostrando

• Comportamento calcolato per ottenere un obiettivo.
• Amicizia sviluppata per un guadagno ulteriore, non per l’amicizia di per sé.
• Il comportamento di spostamento – bianco o nero.
• La rapida esecuzione di tale comportamento che evidenzia mancanza di empatia.

Essere stata un’amica per un periodo di tempo così esteso fa sì che miss Priddy debba avere qualche base per il suo intervento. D’altra parte potrebbe essere un’amica invidiosa? La loro amicizia è finita per via del modo in cui Meghan ha trattato il suo primo marito, Trevor Engleton. Una disapprovazione per un simile comportamento dimostra empatia da parte di miss Priddy e conferisce credibilità alle sua credibilità nell’ambito delle proprie osservazioni.

Meghan e Mr Engleton sono stati insieme per sei anni e si sono sposati nel 2011. Subito dopo, Meghan ha ottenuto il suo ruolo di svolta come attrice nella serie “Suits” e si è trasferita a Toronto. Engleton è stato l’unico a viaggiare avanti e indietro dalla California a Toronto per supportare sua moglie. Ci ha messo chilometri mentre faceva la spola verso e da Meghan senza alcun allusione che fosse reciproco. Nonostante la sua devozione, il matrimonio non è durato a lungo e si sono separati e hanno divorziato nel 2013. Mr. Engleton ha commentato che la rottura “è arrivata dal nulla” e che Meghan gli ha mandato per posta l’anello di fidanzamento e di matrimonio per fargli capire che era finita. Meghan si è forse dis-impegnata da Engleton senza spiegazioni, affidandosi solamente all’atto simbolico della restituzione degli anelli? Se è così, un simile atteggiamento altero e sprezzante si accorderebbe con il comportamento di un narcisista.

Miss Priddy ha spiegato che una volta che le nozze erano state raggiunte, Meghan si è comportata come “un interruttore della luce che viene spento”. Questo comportamento ulteriormente indicativo dimostra che una volta che Meghan ha sentito che la sua relazione con Mr. Engleton era assicurata tramite il matrimonio, aveva il controllo e quindi non aveva più bisogno di comportarsi con lui in modo positivo, in altre parole, il periodo d’oro era finito. Apparentemente, in precedenza Meghan aveva commentato riguardo a Engleton

“Se gli accadesse qualcosa, non sarei in grado di andare avanti”

Però, Meghan ha posto fine al matrimonio. Certamente i sentimenti delle persone possono cambiare, ma non c’era alcuna allusione al fatto che Mr Engleton avesse fatto qualcosa per suscitare un simile trattamento, al contrario è rimasto un fedele e devoto marito, ma sembra che abbia esaurito la sua utilità e con la carriera in ascesa di Meghan non era più richiesto e quindi sganciato con le solite insensibilità e rapidità che sono appannaggio dei narcisisti.

Durante il suo periodo a Toronto, ci sono allusioni al fatto che anche se sposata è diventata intima con Michael Del Zolte, anche se ogni fondatezza a riguardo non è nota. Correva anche voce che avesse un’avventura con il golfista Rory McIlroy ma non è confermato. Se queste allusioni fossero vere si accorderebbe con il comportamento narcisistico di non aver alcuna preoccupazione riguardo all’infedeltà e allude ad un senso che tutto sia dovuto. Effettivamente, se fosse così allora con Engleton assicurato tramite matrimonio e sicuro in California, sarebbe stato in svalutazione in quanto Fonte Primaria e non sorprende che Del Zolte e Mcllroy siano stati intrappolati come fonti secondarie. D’altra parte, la portata di ogni veridicità riguardo a queste voci rimane senza conferma.

D’altro canto è confermata quella che segue la fine del suo matrimonio, quando Meghan si è trasferita dallo chef canadese Cory Vitiello e la coppia è durata dal 2014 al 2016. Ulteriori dichiarazioni sono emerse sul fatto che la relazione con Harry sia nata nonostante stesse ancora con Vitiello e che abbia rotto la relazione con lui perché il Principe Harry ne era al corrente. Se vero, un simile passaggio da una persona all’altra, specialmente uno che è stata considerato “un miglioramento” nei termini di ricchezza, status e ruolo sarebbe attraente per un narcisista. Naturalmente, le persone passano da una relazione all’altra con qualche sovrapposizione e questo non determina in sé che quella persona sia da considerarsi un narcisista, ma un tale comportamento, che in fin dei conti è strumentale ed egoista da qualunque punto lo si guardi, non è lusinghiero e se aggiunto ad altri parametri indicativi, allora le prove iniziano ad accumularsi.

La relazione tra Meghan e il Principe Harry naturalmente è stata ben documentata e si sono fidanzati a soli 18 mesi dal primo incontro. Alcuni potrebbero dire che è piuttosto veloce, ma non è eccessivamente affrettato e certamente molti narcisisti supererebbero abbondantemente un tempo simile.

Una serie di atteggiamenti di Meghan sicuramente pesano contro di lei nei termini di narcisismo:

• Era una spogliarellista (un ruolo, come quello di attrice che attrae qualcuno che ha tratti narcisistici elevati anche se questo non rende narcisista)
• Ha affermato di essere stata una spogliarellista sul suo curriculum, chiaramente non preoccupata di come potrebbe apparire – evidenzia un senso di diritto e mancanza di responsabilità
• Il riferimento all’essere stata spogliarellista è stato poi rimosso dal suo curriculum non appena ha iniziato a frequentare circoli raffinati – gestione della facciata.
• Il suo linguaggio corporeo durante le interviste e dialoghi con Harry ha mostrato che lei lo fissa per un tempo eccessivo, stringe la mano e mette ripetutamente la mano sulla schiena di Harry (la potente pacca di Trump) e tutto questo denota un desiderio di dominio e segnala che lei è al potere anche se senza dubbio utilizza la negazione plausibile per rigettare una simile accusa sostenendo di essere semplicemente solidale.
• Ci sono state insinuazioni riguardo al fatto che non sia realmente laureata alla North West University anche se afferma di esserlo – se fosse così, questa è la grandiosità, il narcisista si impegna a dire bugie e gestire il palcoscenico.
• Rispecchiamento- lei indossa un braccialetto blu identico ad Harry e ha indossato ripetutamente abiti ed adottato pose che rispecchiano Kate Middleton (la Duchessa di Cambridge), la Principessa Diana e Pippa Middleton. Le fotografie e i filmati mostrano questo tratto narcisistico reiterato.
• Accuse che il suo conto in banca sia esaurito. Ha detto di avere 5 milioni di dollari ma vive in un quartiere povero di Toronto in una proprietà che sembra sia pagata dallo studio responsabile di “Suits” – se è vero questo mostra grandiosità e gestione della facciata.
• Si pubblicizza come femminista e si occupa di cause progressiste, interessandosi di salute mentale però si accontentava di indossare un vestito di fidanzamento da 56000 sterline (un po’ troppo per essere una filantropa), apparentemente non ha fatto nulla per assistere il proprio padre che ha problemi di salute e dato il suo impegno in favore di cause progressiste sembra che a 11 anni abbia scritto una lettera ad un’industria di saponi lamentandosi di una pubblicità sessista e ha scritto un articolo per Elle riguardo la sua lotta per via della sua identità razziale. Una mera sequela su una volontà da testa calda e quindi prova di ipocrisia, gestione della facciata e mancanza di empatia da narcisista.
• Ha gusti costosi e ama ostentare i suoi legami come prova la lista di amici famosi e l’elevata qualità dei prodotti che erano sul suo profilo Instagram prima che venisse chiuso – di nuovo grandiosità.
• Il Principe Harry non ha mai incontrato il padre di lei, cosa che sembra un passaggio molto strano dato che è il padre della sposa e il Principe Harry non ha difficoltà a viaggiare per il mondo. Forse Meghan vuole tenere questa facciata problematica di parenti dannosi lontano dal suo bersaglio? Il tipico comportamento narcisistico di dividere in compartimenti le proprie vite e isolare disturbatori percepiti.
• Molti amici d’infanzia del Principe Harry non sono stati invitati al matrimonio ma molte celebrità sì. È assai dubbio che sia stato il Principe Harry a farlo ma piuttosto la mente controllante e calcolatrice che non vuole ricordare il mondo che non occupa e piuttosto preferisce riempirlo di celebrità vacue dall’ego gonfiato che comunque sono lì solamente per dire “guardami”.

L’effetto cumulativo di questi comportamenti, il trattamento della famiglia, lo schema delle relazioni intime (specialmente verso il suo ex marito) e le osservazioni di un’ex amica di lunga data portano alla conclusione che Meghan Markle sia narcisista. Tutta la parte sopra, dove parte della quale è confermata e una parte rimane speculazione come affermato, se accurata dimostra

• Un senso che tutto sia dovuto
• Mancanza di empatia
• Mancanza di responsabilità
• Un pensiero Bianco-Nero
• L’uso di relazioni interpersonali come mezzi per guadagno personale.
• Bugie
• Grandiosità
• Comportamento altezzoso
• Una versione di sé fabbricata
• Gestione della Facciata
• Un desiderio di riconoscimento e reazione (carburante)
• Passaggio da accensione a spegnimento
• Compartimentazione
• Isolamento

Tutti questi supportano l’idea che Meghan sia narcisista.

Questa conclusione è anche fortemente supportata dal Principe Harry in se stesso. È un uomo che ha perso sua madre in circostanze tragiche e ad un’età molto giovane ha seguito il feretro della madre con gli occhi del mondo su di lui. Ha affrontato continue voci sul fatto che il suo vero padre non fosse il Principe Carlo ma James Hewitt. È chiaro che queste esperienze abbiano avuto un forte impatto su di lui e suggerirebbero che abbia sofferto una qualche forma di danno, un tratto che è attraente per il narcisista.

Il Principe Harry senza dubbio ha una significativa vena estroversa. Non è intellettuale ma è operoso, benvoluto e gode di una reputazione da Principe delle feste. D’altra parte, non illudiamoci che quelli nelle alte sfere della società non abbiano sempre goduto facendo baldoria e coinvolgendosi sostanzialmente in eccessi da baccanale – la differenza allora era che il mondo dei media e dei social non era nemmeno lontanamente così sfacciato ed intrusivo. Inoltre, quelli attorno ai reali erano molto più discreti. Il Principe Harry non è differente da molti della sua famiglia e da molti antenati – È stato semplicemente visto divertirsi sguaiatamente invece di essere nascosto.

Il Principe Harry è un individuo empatico. Ha interiorizzato i tratti empatici e di amorevolezza della Principessa Diana. Lo ha evidenziato durante la sua carriera nell’esercito, la sua istituzione della Fondazione Invictus e opere di volontariato come il suo viaggio al polo sud. Lui ammira la vita familiare stabile e risolta di Kate e William – in contrasto alla sua infanzia- ed è palesemente chiaro che quest uomo vivace è uno degli empatici che desidera creare una propria vita sistemata e le sue varie doti sono una calamita per i narcisisti.

I tratti e il comportamento di Meghan Markle, uniti alla sua selezione del Principe Harry e ai tratti di lui conferma che arrivato Sabato 19 maggio, la Narcisista Ben Vestita raggiungerà la sua ambizione infantile e diventerà un’aristocratica e questo porterà alla creazione di una Narcisista Molto Reale.

H.G. TUDOR

A Very Royal Narcissist

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

I contenuti di questo blog nascono nel Regno Unito dalla mente e dalla penna di HG Tudor, Narcisista Superiore Élite, che con l’aiuto dei suoi psichiatri ha deciso di svelare al pubblico cosa c’è nella sua mente. Due anni dopo la nascita ho scoperto per caso il blog di HG, dopo aver subito lo scarto da parte di Angelo Arcangeli, un Narcisista di Medio Rango Centrale, seguito da una feroce campagna diffamatoria, e ho iniziato a seguirlo trovando conferme e conforto nella lettura dei suoi articoli e, dato che possiedo una certificazione di inglese ESOL Proficiency e sono da sempre appassionata di lingue straniere, ho deciso di tradurre l’intero blog per mettere a disposizione delle altre vittime come me tutto questo prezioso materiale senza fini di lucro. Oggi a distanza di altri due anni il blog di HG Tudor è interamente tradotto, ed è nato un blog simile al suo con tutti gli articoli tradotti in italiano. È possibile inoltre usufruire dei servizi a pagamento messi a disposizione di HG Tudor come consulti e pacchetti di contenuti extra con un minimo contributo per la traduzione.

Rispondi