📁 FORSE SE TU PROVASSI A ESSERE PIÙ COMPRENSIVO

0a27d6ea175f5415e5d67bb9e258f184--dark-artwork-dark-art-paintings

“Forse se tu provassi a essere più comprensivo.”

Le hai provate tutte. Sei in svalutazione a portata di mani e di lingua di uno della nostra tipologia. Niente ha senso. Sabato ti è stato detto che ti amiamo e poi Domenica vieni rimproverata di essere una sgualdrina e non hai idea del perché. Vieni criticata ripetutamente attraverso l’imposizione di insulti, violenza fisica, triangolazione, paragoni sfavorevoli con altri, trattamento del silenzio e altro ancora. Potresti sentire affermazioni come:-

“Sono stufo che tu mi faccia passare per cattivo.”

“Perché non fai mai semplicemente ciò che voglio? Perché tutto deve sempre riguardare te?”

“Smettila di parlarmi sopra. Non riesco mai a farmi sentire con te intorno.”

“Se tu mi amassi, lo faresti.”

“Perché non mi lasci in pace?”

“Perché non riesci ad essere più di supporto?”

“Ormai non mi aiuti più.”

Ci sono migliaia di osservazioni simili e la cosa peggiore è che sono privi di senso. Ritorniamo su alcuni di questi commenti ed accuse e vediamo nel dettaglio cosa hai fatto realmente e quindi il motivo per cui si è originata la tua confusione.

“Sono stufo che tu mi faccia passare per cattivo”

Tu non ricordi di aver mai detto nulla di male su di noi, al contrario ci hai anche detto di quanto fossimo brillanti e l’hai detto ad altre persone. Fuori di casa non parli mai dei nostri orribili comportamenti.

“Perché non puoi fare semplicemente ciò che voglio che tu faccia? Perché tutto deve sempre riguardare te?”

Tu fai sempre ciò che vogliamo. Non ricordi l’ultima volta in cui hai scelto cosa dovevamo fare o perfino che hai fatto qualcosa di personale che volevi fare. Di fatto, ti ritrovi sempre ad assecondare ciò che vogliamo.

“Smettila di parlarmi sopra. Non riesco mai a farmi sentire con te intorno”

Non lo fai o se lo fai una volta ogni tanto è solo perché cerchi di farti sentire mentre continuiamo ad ignorarti.

“Se mi amassi, lo faresti.”

Tu ci ami. Ce lo dici ogni giorno.

“Perché non mi lasci in pace?”

Tu ci dai tempo e spazio per fare le nostre cose ma poi noi ci lamentiamo che non trascorri abbastanza tempo con noi.

“Perché non riesci ad essere più di supporto?”

Tu ti prendi sempre cura di noi, sei attenta e amorevole verso di noi.

“Ormai non mi aiuti più.”

Ti senti uno schiavo sotto contratto.

La realtà di ciò che sperimenti non si accorda per nulla con ciò che descriviamo ma tu semplicemente non riesci a capire perché diciamo queste cose. I tuoi pensieri corrono, tu sai che non siamo stupidi ma ogni volta che provi a mostrarci che ci aiuti, che ci supporti e così via vieni accusato di provocare un litigio, di provare a controllarci e farci passare per cattivi.
Tu provi a spiegare, placare e scusarti ma questo sembra portare a più litigi o al fatto che ce ne andiamo via sbattendo la porta e scompariamo. Le hai provate davvero tutte.

Alla fine discuti di questa situazione confusa con altri e loro offrono il consiglio che forse tu dovresti essere più comprensiva. Tu senti già di essere molto comprensiva, ma in quanto persona empatica tu non solo ti impegni a far funzionare questa relazione, sei anche disposta ad impegnarti di più, più intensamente e provi, provi e provi. Chi ti ha consigliato ti ha spiegato che potrebbe essere che noi facciamo fatica a trasmettere ciò che proviamo davvero, che le nostre parole non corrispondano davvero a ciò che sentiamo e che forse è il caso di darci il tempo di esprimere noi stessi ed essendo più comprensiva alla fine capiremo la vera causa del problema. Questo ha senso per te perché sei una persona comprensiva e siccome fino ad ora non sei stata in grado di capire, allora perché non provarci di più e forse questo porterà ad una svolta. Questo finalmente ti quadra e naturalmente, disperata nel dare un significato a questa situazione confusa sei disposta a provarci.

Non funzionerà.

Tu stai cercando di comprendere qualcosa che non puoi capire perché tu e chi ti consiglia non avete afferrato con chi stai avendo a che fare. Uno della nostra tipologia. Questo significa che tu non realizzi che noi ci approcciamo al mondo dalla Prospettiva Narcisista, usando la Logica Tossica. Questo ha perfettamente senso per noi, ma confonde te. Non puoi equiparare il nostro comportamento a ciò che vedi e senti di fronte a noi ma non potrai mai farlo, perché non sai chi siamo.

Non comprendi che dobbiamo attingere carburante. Non sai che dobbiamo avere la meglio ogni volta. Non ti rendi conto che la critica narcisistica ci ferisce.
Dato che tu non ti rendi conto che queste sono le giuste considerazioni non afferri che quando noi percepiamo che tu non ci dai attenzione, la nostra furia si accende e ce la prendiamo lamentandoci che tu non ci sostieni.

Tu non comprendi che ignoriamo il fatto che tu sia solidale perché in quel momento abbiamo bisogno di carburante e se questo significa che dobbiamo essere contraddittori e ipocriti, allora così sia. Non capisci che tendiamo a dividere in compartimenti stagni così ciò che è accaduto ieri è separato, distinto e non collegato a ciò che sta accadendo ora. Tu cerchi coerenza, prove a supporto delle affermazioni e in caso contrario respingi le nostre accuse. Non non la vediamo così e più tu provi a capire e più provi a farci capire, più non arriverai da nessuna parte.

Tu continui ad applicare la tua logica. Continui a pensare che dobbiamo accorgerci sicuramente di ciò a cui ti riferisci. Ti aspetti che vediamo la situazione dalla tua prospettiva e questo è completamente sbagliato.

Una volta che tu capisci la nostra prospettiva, per quanto imperfetta e incasinata possa apparire, tu puoi fare un grande passo avanti. All’improvviso tu capisci perché divampiamo (apparentemente) per nulla. Ora tu capisci perché cambiamo atteggiamento in un battito di ciglia. Ora dai un senso alle nostre (apparentemente) reazioni spropositate. Continui a pensare che è bizzarro, ridicolo e impressionante ma ora l’hai capito e il sollievo è enorme.

Sfortunatamente per te, hai ascoltato un cattivo consiglio di chi non conosce cosa siamo e non ci comprende. Al contrario, loro ti suggeriscono di diventare più comprensiva e tu potresti frustare un cavallo morto a causa di tutti i consigli erronei che otterrai da loro.

H.G. TUDOR

https://narcsite.com/2019/01/15/the-errors-of-the-ignorant-no-5-7/

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi