👤 UN LIBRO DENTRO

160105 A Book Inside.jpgMi piace leggere e mi piace la capacità di un libro di dirmi molto sulla persona con cui sto interagendo. Devo ammettere che quando intraprendo il mio lavoro preparatorio su un obiettivo mi piace accertarmi che gli piaccia leggere. Se non è in cima alla loro lista di priorità, non è certo un rompicapo, ma non concederò loro lo status di partner intimo. Posso permettere loro di diventare amici di una cerchia ristretta, ma la loro mancanza di amore per i libri e la lettura impedisce loro di arrivare allo status ultimo. Naturalmente, tenerli a un certo livello di distanza li fa provare ancora più duramente e quindi il carburante fluisce, ma non posso permettere loro di diventare un partner intimo. Queste posizioni sono riservate ad altri e tutte devono avere un interesse nei libri. Vedi, è attraverso la comprensione dei loro libri preferiti che sono in grado di valutare di più su chi sono, quali sono i loro desideri e quali saranno le loro debolezze. L’intuizione fornita dalla loro lista di letture mi fornisce ogni tipo di informazione su cui fondare le mie manipolazioni pianificate. Non c’è bisogno che siano tutti di un certo genere, anzi, raramente è così. Quelli che leggono invariabilmente hanno una vasta lista di preferiti e questo è ancora più attraente. Il libro è proprio un’attrazione in quanto fornisce una base per la discussione, il dibattito e il confronto. Si può discutere sull’interpretazione che si potrebbe dare a un particolare racconto o a un personaggio che appare al suo interno. La speculazione che si presenta su ciò che un personaggio avrebbe potuto fare se le circostanze fossero state diverse, è interessante e affascinante. Naturalmente essere in grado di impegnarsi in un argomento che il mio target gradisce mi permette di parlare a lungo e di farmi ammirare con la loro attenzione rapita.

Quando invariabilmente raggiungo l’accesso alla casa del mio obiettivo, mi piace curiosare attentamente tra i loro scaffali o, ancora meglio, nel loro studio o biblioteca. Mentre scruto i titoli e i nomi degli autori, comincio a capire meglio chi è la mia preda e, di conseguenza, posso orientare il modo in cui la sedurrò. Amano le parole in forma stampata e io darò loro parole, tante belle parole incantate e seducenti che saranno versate come miele nelle loro orecchie. Sono sempre contento quando vedo che molti dei libri del mio obiettivo portano prove di letture frequenti. Secondo me, i libri non dovrebbero essere mantenuti in una condizione originaria, ma dovrebbero testimoniare il fatto che sono semplicemente un canale per le idee e le storie all’interno. Mi piace vedere libri con le orecchie alle pagine, la rilegatura rotta e con pagine molto consumate, annotazioni accanto a certi paragrafi e la macchia anellata di una tazza di tè o caffè. Tutto ciò indica che il mio obiettivo ha un grande desiderio di libri e parole e questo mi fa compiace considerevolmente.

Mi piace sempre prendere in mano uno dei loro libri e tenerlo con il dorso nel palmo della mia mano. Si aprirà inevitabilmente alle sezioni che contengono gli elementi più salaci perché è lì che il lettore ha indugiato e ha tenuto aperto il libro. Funziona ogni volta. Tengo in equilibrio il dorso nella mia mano e aspetto un secondo mentre il libro si apre con le pagine appiccicate insieme esponendo due o tre sezioni separate come quelle che sono state ripetutamente lette e dove il libro è stato schiacciato e tenuto aperto mentre il lettore stava sempre sopra i paragrafi all’interno. Di solito il contenuto è di tipo sessuale anche se non sempre e potrebbe essere solo un passaggio preferito. In entrambi i casi mi viene data una visione più approfondita su ciò che stimola il mio obiettivo.

Quindi la collezione di libri di coloro con cui mi impegno è di particolare interesse per me e inoltre li invito sempre a parlarmi dei loro dieci libri preferiti. Di solito sono romanzi, ma dev’essere necessariamente in questo modo. Mi assicuro sempre che mi dicano dieci, non ne dicono mai meno e provano a sforare in uno o due extra, ma non è permesso. Deve essere dieci. Dieci libri che mi studio a memoria. Dieci libri che, se non conosco nessuno di essi, mi assicuro di capirli. Dieci libri con cui ottengo una visione profonda dell’essenza della persona che si trova inconsapevolmente nel mio mirino. Il dettaglio di questa lista mi consente di dare uno sguardo avvincente e costruttivo all’interno. Ora, dimmi quali libri sono nella tua lista.

H.G. TUDOR

https://narcsite.com/2016/01/05/a-book-inside/

Pubblicato da

Stella SHELF Unmaskers

Sono la ex vittima di un Narcisista di rango Medio/Superiore che dopo questa esperienza devastante ha deciso di approfondire le sue ricerche sul narcisismo ed è nato questo blog

Rispondi